Gates: il nostro primo nemico? La pirateria

Non l'open source né i virus: è la pirateria il vero nemico di Microsoft. A dirlo è Bill Gates, secondo cui la presenza del software open source non fa altro che mettere in risalto i punti di forza di Windows


Sydney (Australia) – Si sbagliava di grosso chi pensava che alla domanda “qual è il peggior nemico di Microsoft?” Bill Gates avrebbe risposto “l’open source”. Il chairman e chief software architect del gigante di Redmond nelle scorse ore ha infatti replicato a questa domanda spiegando, senza esitazione, che il maggior avversario del proprio business è la pirateria .

“Se vi guardate intorno scoprirete che ci sono molte più copie pirata di Windows che software open source. Assai di più”, ha affermato il re del software proprietario.

Beh, si dirà qualcuno, vorrà dire che dopo la pirateria la minaccia più temuta da Microsoft è l’open source. Giammai. Secondo Gates, infatti, il confronto con il software open source, incluso dunque anche Linux, non fa altro che mettere in evidenza, agli occhi degli utenti, le qualità dei prodotti di Microsoft .

Il fondatore di Microsoft sostiene che le tipiche domande che un’azienda si pone quando passa al software open source sono: “Dov’è l’Active Directory? Come posso ottenere gli aggiornamenti al software? Dove posso trovare le applicazioni che mi servono?”. Dubbi ai quali si aggiungono le preoccupazioni legate alle scarse garanzie che, secondo Gates, il software open source fornisce in materia di proprietà intellettuali . Un chiaro riferimento, quello di Gates, ai reclami di SCO Group in merito al codice di Linux.

Le parole di Bill Gates contrastano per altro con quelle rilasciate nel passato da vari dirigenti del colosso di Redmond, incluso lo stesso CEO Steve Ballmer, che hanno più volte definito Linux e l’open source una grande minaccia.

Il ricchissimo fondatore di Microsoft ha rilasciato queste dichiarazioni durante una visita a Sydney, in Australia, un paese in cui è presente una forte e attiva rappresentanza della comunità open source.

Durante il proprio tour australiano Gates ha risposto anche ad alcune domande sul recente attacco, noto come Download.Ject , che ha interessato vari siti Web e diverse migliaia di utenti.

“Possiamo assicurare che il tempo medio per bloccare la diffusione dei virus continuerà a diminuire”, ha detto Gates. “Quello che dobbiamo fare non è solo riuscire a fornire le patch in tempi rapidi, ma anche convincere le persone ad installarle”.

Gates ha poi anticipato che il prossimo luglio verrà messa on-line una versione migliorata del motore di ricerca di Microsoft , una mossa con cui la società spera di rivaleggiare più da vicino con servizi come Google e Yahoo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: 2.8 milioni / 50 mila = ...
    Invece prima prodotti d'alta qualità. Urbani vs p2p 1:0
  • Anonimo scrive:
    Re: Forse, un rimedio...
    L'avatar dice tutto.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Andare al Cinema :(
    - Scritto da: JackRackham
    - Scritto da: Anonimo

    Si, voi due avete ragione ma affittare
    un

    dvd non è pirateria, scaricarlo
    dalla

    rete senza pagarlo oggettivamente si.

    Ma siamo proprio sicuri che tutte le perdite
    che denunciano le major dipendano dal p2p?
    La percentuale di popolazione che ha
    internet e che sa come scaricare "per bene"
    è abbastanza piccola rispetto al
    resto della popolazione. Secondo te quelle
    poche persone che scaricano da internet
    rendono vani gli introiti derivanti dal
    resto della popolazione? A me sembra
    un'idiozia, e se fosse vero forse le
    major/case cinematografiche dovrebbero
    seriamente rivedere le loro strategie di
    marketing e di scelta dei contenuti.

    Le perdite dei loro introiti non dipendono
    solo ed esclusivamente dal p2p. C'è
    chi non paga perchè scarica, è
    vero, e sul totale è una percentuale
    minima. Tutti gli altri perchè non
    pagano? Nell'anno 2003 ho scaricato solo due
    o tre film da internet, solo perchè
    me li ero persi al cinema.
    Uno di questi era il primo Kill Bill. Sono
    un grande fan di Tarantino, ma per motivi di
    salute ho lisciato il primo Kill Bill al
    cinema. Potevo aspettare che uscisse in dvd,
    ma per il cofanetto c'è parecchio da
    aspettare.
    L'ho scaricato, l'ho visto, e mi piaciuto
    così tanto che quando è uscito
    al cinema Kill Bill 2 mi sono fatto la
    maratona Kill Bill 1 + Kill Bill 2. E quando
    uscirà il cofanetto prenderò
    pure quello. Che dici, ci hanno guadagnato
    dal mio download illegale o lo devono
    segnare fra i mancati guadagni?

    Stanno dimostrando al mondo intero di non
    saper stare dietro al progresso. Le
    possibili soluzioni sono l'aggiornamento
    delle loro politiche, il fallimento o
    l'imposizione dei loro prodotti. Hanno
    scelto l'imposizione. Ma per fortuna siamo
    ancora liberi di non andare al cinema o di
    non comprare un CD. Ma non perchè
    tanto poi lo scarichiamo. Non lo compriamo
    perchè ci fa schifo il loro modo di
    ragionare! Imputassero a questo la maggior
    parte delle loro perdite.

    Ciao
    Jack RackhamSacrosante parole amico ! ;)Mc
  • Anonimo scrive:
    Re: "la pirateria è un reato"
    dalle mie parti la gente si mette a ridere :D
  • Anonimo scrive:
    Re: STOP AL CINEMA!
    io direi di stare alla larga di qualsiasi cosa abbia il bollino sia e/o preveda il coinvolgimento diretto o indiretto di una major....
  • Anonimo scrive:
    Re: CERTO CERTO, DIFENDETE LA LEGGE...
    guarda che qui son da prendere tutti, destra, sinistra e centro indistintamente, metterli al muro e sprecare (e dico sprecare) un pò di proiettili...
  • Anonimo scrive:
    CERTO CERTO, DIFENDETE LA LEGGE...
    ...quando sarà il momento il governo di forca italia farà una brutta fine tutti a casa, tanto la pensione a vita con cinque anni di schifo se la sono guadagnata.
  • rogerz scrive:
    Re: costo del cinema ?
    secondo me è una questione di bisogni dei componenti della collettività (noi).e questo premettendo che 20? non sono uguali a 40 mila lire... non per fare il precisino rompicoglioni, ma per affermare che probabilmente una cosa che aveva un certo valore con le lire, ora anche se aumentata di prezzo la continuiamo a ricercare con simile costanza rispetto al passato. il prezzo che quella cosa ha acquistato è si aumentato ma la domanda è rimasta quasi invariata perchè la maggior parte degli individui è disposta a sacrificare qualche quantità di ricchezza in più per soddisfare quel suo bisogno.alla fine penso anche io che il cinema stia andando tutt'altro che in fallimento e credo fermamente che il p2p non sia affatto un reato. credo che ci sia nelle proposte di questo Governo qualche spinta proibizionistica un pò troppo immotivata. Urbani lancia varie idee che impongono regole in un mondo di cui lui penso abbia solo sentito parlare da lontano, fino ad ora.Ora solamente Egli diffonde affermazioni su quanto l'italia attraverso l'illegale p2p, rubi soldi all'invece fiorente settore del cinema italiano. quanti contrasti, incertezze sull'esattezza o realtà delle affermazioni ?!magari all'italia serve soltanto un popolo che tiri fuori dalle tasce proprie più soldi ancora. non riesco a motivare questo tentativo di rendere proibito l'uso personale di marijuana o file audiovisivi che siano. la legge sulle droghe leggere assomiglia al'ex decreto urbani. Certe forme scritte somigliano parecchio!Eheheh la polemica sulla legalità o meno di queste due cose però ha avuto riscontri diversi sulla società come mai?mah! beh penso che il senso del legale o meno sia dentro ogni uomo assieme la naturale concezzione del bene e del male! è un caratteristica che abbiamo da quando siamo apparsi sulla terra.... =);-)
  • Anonimo scrive:
    La verità
    notizia del 01/07/2004 16:30 CINEMA: NEL 2004 +13% GLI INCASSI E +15% GLI SPETTATORI Genova, 1 lug. (Adnkronos) - Cresce il cinema in Italia. In base ai datiCinetel resi noti alle Giornate Professionali di Cinema, nei primi 6 mesidel 2004 gli incassi sono aumentati del 12,91% (pari a circa 313 milioni dieuro) rispetto allo stesso periodo del 2003 (277 milioni di euro) e del23,53% nel confronto con il 2002 (253 milioni di euro). In aumento anche ilnumero degli spettatori (+14,91% rispetto al 2003 e +22,42% rispetto al2002) e quello degli schermi (+6,02% nel confronto con il 2003 e +20,89% nelconfronto con il 2002). società - Adnkronose la smettano lorsignori di rubare!
  • Anonimo scrive:
    Re: Faccio un calcolo stupido...
    - Scritto da: JackRackham
    Io realizzo piccoli siti web e nel primo
    quadrimestre di quest'anno ho guadagnato di
    meno dello stesso periodo dell'anno scorso.
    Le aziende non vogliono più siti
    internet? O forse hanno trovato il modo di
    farseli da soli spendendo di meno? Devo fare
    causa agli autori di libri di informatica
    perchè con la loro divulgazione mi
    levano il pane di bocca?Siiiiii!!! Quei criminali dei bibliotecai!!! :) ^^^^^^^^^^
  • JackRackham scrive:
    Re: Perchè Andare al Cinema :(
    - Scritto da: Anonimo
    Si, voi due avete ragione ma affittare un
    dvd non è pirateria, scaricarlo dalla
    rete senza pagarlo oggettivamente si.Ma siamo proprio sicuri che tutte le perdite che denunciano le major dipendano dal p2p? La percentuale di popolazione che ha internet e che sa come scaricare "per bene" è abbastanza piccola rispetto al resto della popolazione. Secondo te quelle poche persone che scaricano da internet rendono vani gli introiti derivanti dal resto della popolazione? A me sembra un'idiozia, e se fosse vero forse le major/case cinematografiche dovrebbero seriamente rivedere le loro strategie di marketing e di scelta dei contenuti.Le perdite dei loro introiti non dipendono solo ed esclusivamente dal p2p. C'è chi non paga perchè scarica, è vero, e sul totale è una percentuale minima. Tutti gli altri perchè non pagano? Nell'anno 2003 ho scaricato solo due o tre film da internet, solo perchè me li ero persi al cinema.Uno di questi era il primo Kill Bill. Sono un grande fan di Tarantino, ma per motivi di salute ho lisciato il primo Kill Bill al cinema. Potevo aspettare che uscisse in dvd, ma per il cofanetto c'è parecchio da aspettare.L'ho scaricato, l'ho visto, e mi piaciuto così tanto che quando è uscito al cinema Kill Bill 2 mi sono fatto la maratona Kill Bill 1 + Kill Bill 2. E quando uscirà il cofanetto prenderò pure quello. Che dici, ci hanno guadagnato dal mio download illegale o lo devono segnare fra i mancati guadagni?Stanno dimostrando al mondo intero di non saper stare dietro al progresso. Le possibili soluzioni sono l'aggiornamento delle loro politiche, il fallimento o l'imposizione dei loro prodotti. Hanno scelto l'imposizione. Ma per fortuna siamo ancora liberi di non andare al cinema o di non comprare un CD. Ma non perchè tanto poi lo scarichiamo. Non lo compriamo perchè ci fa schifo il loro modo di ragionare! Imputassero a questo la maggior parte delle loro perdite.CiaoJack Rackham
  • Anonimo scrive:
    Re: costo del cinema ?
    Io direi che 7 euro a testa, se la sala è decente e il film è bello, li valgono tutti...Cristian
  • Anonimo scrive:
    Re: Dalle mie parti....
    Pure a Ravenna hanno aperto un multisala e c'è sempre gente... e in quello di Bologna a volte devi andare molto prima altrimenti non trovi il posto per sederti...Anche a me non mi torna qualcosa...Perfino nel mio paesino di 3000 abitanti hanno riaperto da un paio d'anni un piccolo cinema che sopravvive dignitosamente.Mah...Cristian
  • Anonimo scrive:
    Re: le major uccideranno il cinema
    AmenCristian
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono tutte stupidaggini
    Concordo.E cosa dire dell'avvento del videoregistratore?C'era stato un calo impressionante delle persone che andavano al cinema... e chi urlava "il cinema è morto!".Bah, il cinema non morirà mai, la magia del cinema non morirà mai... Semmai, gli unici che dovranno chiudere bottega saranno quelli che fanno prodotti scadenti.E così deve essere.Ah, breve appunto, scaricavo film tramite P2P, andavo al cinema 2 volte la settimana. Da quando c'è la legge urbani non scarico più film ma non vado nemmeno più al cinema... l'ultimo film al cinema? qualche mese fa... perchè? vuoi perchè mi hanno spento la passione, vuoi per protesta...Ah, secondo appunto, qualche mese fa compravo un sacco di DVD (film che avevo già visto scaricati dalla rete e che mi erano piaciuti) ora è qualche mese che non compro più nulla... (ah no, ora che ci penso ho comprato un paio di DVD la settimana scorsa per strada, dalla vera pirateria... mi spiace alimentarla, ma se un film non l'ho mai visto... il DVD che me lo compro a fare? e se poi è una ciofeca?).Quelli che "stimano" il calo cinematografico guardano nelle proprie tasche e basta... sveglia! il mondo si evolve!Cristian
  • JackRackham scrive:
    Faccio un calcolo stupido...
    Salve gente...visto che questi signori sparano cifre a caso, e visto che ho due minuti di tempo, mi permetto di fare un calcolo stupido pure io.Come campione, prendo il totale dei votanti alle scorse elezioni europee. Da questo mio calcolo escludo quindi i non votanti e i minorenni. Meglio, lavoriamo per difetto.Loro dichiarano una perdita di 280.000.000 euro.Dal sito di Repubblica, apprendo che il totale dei votanti è stato di 32.579.869.Se dividiamo la perdita per il totale della popolazione otteniamo questo risultato:280.000.000 / 32.579.869 = 8,59 euroPraticamente è come se ognuno dei votanti non fosse andato al cinema per una volta (7,50 di biglietto + 1 euro e qualcosa di benzina/parcheggio/etc).La situazione non mi sembra particolarmente tragica, visto che andare al cinema non ce lo ha prescritto il dottore.Certo, il calcolo non ha senso, ma visto che stiamo nel campo delle statistiche, direi che l'entità della perdita non mi sembra si possa imputare al p2p, ma piuttosto alla scarsa qualità dei prodotti presentati, al prezzo esoso del biglietto, o semplicemente al fatto che magari la gente piuttosto che spendere 8 euro per andare al cinema preferisce farsi una passeggiata o andarsi a stendere sul prato.C'è la crisi, ce ne siamo accorti, e ne stiamo pagando tutti le conseguenze. Stipendi congelati e costi sempre più alti. Mi sembra più che normale che la gente i suoi euro preferisca tenerseli in tasca e rinunciare a spese superflue come il cinema.Io realizzo piccoli siti web e nel primo quadrimestre di quest'anno ho guadagnato di meno dello stesso periodo dell'anno scorso. Le aziende non vogliono più siti internet? O forse hanno trovato il modo di farseli da soli spendendo di meno? Devo fare causa agli autori di libri di informatica perchè con la loro divulgazione mi levano il pane di bocca?Forse l'industria dell'intrattenimento ci considera come una mandria di bestiame da pasturare in cambio di denari e ora che i denari sono finiti ha deciso di macellare il bestiame? I soldi non ci sono cari miei, accettatelo, fare i capricci e puntare il dito verso qualcuno o qualcosa non riempirà il serbatoio della vostra Mercedes SLK, è arrivato il momento di venderla...Saluti a tuttiJack Rackham
  • Anonimo scrive:
    Re: Forse, un rimedio...
    - Scritto da: JRoger
    - Scritto da: Anonimo

    Forse. Un rimedio che accontenti tutti.

    Forse.



    Partendo da questa idea:

    www.altnet.com/products/peerpay.asp



    Davide

    Ma non ci penso nemmeno..............
    Allora, PRIMA cominciano a mettere le cose a
    posto: mi chiedono scusa, cancellano la
    Legge del Faccione (e il Faccione lo mettono
    da qualche parte dove non possa piu'
    nuocere), POI mi mettono in piedi un ervizio
    serio, dove films e brani musicali siano di
    ALTA qualita' e non ipercompressi e limitati
    con DRM e pifferate varie al solo PC che li
    scarica,
    e allora FORSE potra' interessare anche me.

    Ma prima... Non ci penso nemmeno.Stiamo dicendo la stessa cosa. L'hai solo dettagliata!byez!
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Andare al Cinema :(
    - Scritto da: Anonimo
    Si, voi due avete ragione ma affittare un
    dvd non è pirateria, scaricarlo dalla
    rete senza pagarlo oggettivamente si. Errato. Oggettivamente la pirateria prevede una forma di lucro, come chi rivende illecitamente opere protette.
  • Anonimo scrive:
    costo del cinema ?
    non vedo molta differenza tra la pirateria cinematografica e quella musicale: entrambe sono giustificate, da chi ne fa uso, dal fatto che l'originale (il cd o il cinema) costino troppo. Ed è vero ! ad una major un CD audio costa si e no 2 euro, e poi lo rivende a 40 ! andare al cinema, in 2, costa davvero troppo ! 7 euro a testa, e che non ti venga in mente di prendere qualcosa da bere perchè con una coca piccola e popcorn piccoli non te la cavi con meno di 6 euro ... cioè, 7+7+6 = 20 euro = 40 mila lire per una serata al cinema ... ma siete scemi ? i film me li scarico, e finchè non abbasserete i prezzi continuerò a farlo.Un tempo c'erano le prime visioni, le seconde visioni, le terze visioni.... ora è tutta prima visione: perchè ? perchè ci prendono tutti per fessi (e lo siamo), perchè siamo nell' "era del consumismo", dove alla fine nessuno guarda veramente a quanto sta spendendo. Ci lamentiamo che la frutta costa troppo, ma poi andiamo a spendere 20 euro per andare a vedere chissà quale schifezza al cinema, e non ci lamentiamo.... posso dirlo? ma che società del kakkio!
  • Anonimo scrive:
    Non sarà mica che...
    i film italiani fanno schifo?fossero almeno decenti ci si potrebbe fare un pensierino sull'andarli a vedere in sala...
  • Anonimo scrive:
    Re: Andate al lavorare!
    - Scritto da: nicscics
    Se ci fosse almeno una - dico una -
    produzione decente in Italia, avrebbero di
    che lamentarsi. Considerato però che
    il cinema italiano fa pena, la crisi non
    dipende certo dal file sharing. Hanno preso,
    per anni, miliardi a fondo perduto per delle
    ciofeche che neanche si sono viste nei
    teatri (per fortuna) e vogliono altro
    denaro? Ma sono pazzi? Eppoi... se un
    poveraccio cerca un prestito di pochi
    migliaia di euro perché veramente ne
    ha bisogno, si deve vendere la casa. Andate
    a lavorare!La cosa tragicomica e' che quello che fanno lo fanno per lavoro.
  • JRoger scrive:
    Re: Forse, un rimedio...
    - Scritto da: Anonimo
    Forse. Un rimedio che accontenti tutti.
    Forse.

    Partendo da questa idea:
    www.altnet.com/products/peerpay.asp

    DavideMa non ci penso nemmeno.Fin qua mi han trattato da parassita, ladro, pirata, ora con la Legge del Faccione pure da delinquente.Si lamentano, piangono miseria dal bordo delle loro piscine, perche' dovrei sentirmi in dovere di spendere i miei pochi denari per le loro molte vaccate.Allora, PRIMA cominciano a mettere le cose a posto: mi chiedono scusa, cancellano la Legge del Faccione (e il Faccione lo mettono da qualche parte dove non possa piu' nuocere), POI mi mettono in piedi un ervizio serio, dove films e brani musicali siano di ALTA qualita' e non ipercompressi e limitati con DRM e pifferate varie al solo PC che li scarica,e allora FORSE potra' interessare anche me.Ma prima... Non ci penso nemmeno.
  • Anonimo scrive:
    Perchè farci prendere per il...
    Si mi domando perchè e la stessa cosa la domando a quei politici corrotti che gli danno retta.Ma insomma Vi ricordate i famosi vinile a 45giri??, quante canzoncine estive da ascoltare una estate ci siamo comprati?Disco ring li promuoveva e con la paghetta settimanale andavamo tutti ai negozi.Chi ha uccuso tutto questo? Il P2P? La tecnologia??NO! sono state loro le MAJOR perchè volevano ingozzarsi sempre di + perchè a parità di vendite di un vinile a 45giri rispetto ad un CD o LP rendeva molto di +.Quando le major cominciarono ad uccidere il 45giri, già ad allora si cominciava a discutere del calo delle vendite, chi addosava la colpa alla copia privata e chi invece molto piu' con i piede per terra ai costi troppo alti per un intero album.Chi di voi ricorderà l'LP di Ferradini TEOREMA, lui fu uno dei primi a capire questo (fece un LP con solo 4 canzoni al prezzo meno della metà di un LP standard) con il risultato che ne vendette a valanga.In una sua intervista gli sentii dire che la casa discografica si era lamentata perchè ci avevano rimesso; il costo di produzione di un LP per solo 4 canzoni non ne valeva la pena.E' uno sfogo lo so e peccato che rimarrà tale, io non ho soldi da dare ho solo il mio voto alle urne, ma insomma BASTA con queste falsità.Basta! con queste false accuse, fatevi un esame di coscienza in casa VOSTRA.
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P mangiasoldi
    Cazzata...........ma vera!!!;)
  • Anonimo scrive:
    Re: ma che pena...
    Il fatto è che il cinema attuale è molto meno saporito dei grassi (e schifosi) popcorn che ti propinano nell'intervallo.Vale la pena spendere soldi per vedere materiale trash? Vale la pena di scaricare film dalla rete che poi a meta tempo ti viene il mal di testa o te ne vai a dormire? O è meglio una bella birrozza/aranciata/cola in un pub e farsi quattro sane libere risate con un'amico/a ??? Magari ti fai pure una bella partita a biliardo... e...Sicuramente ti diverti di piu e dimostri di non essere in linea con un pensiero retrogrado e proibizionista che cerca in qualche modo di condizionare le libere scelte dei cittadini.NO AL CINEMA. Andate a spasso, al luna park, in biblioteca, dove volete, ma non date soddisfazione a questi signori.Meditate gente, meditate.
  • Anonimo scrive:
    STOP AL CINEMA!
    Non andate piu al cinema. Se per il cinema dobbiamo sacrificare la libertà, allora possiamo farne benissimo a meno. Abbasso la TV, il canone RAI e il cinema dittatore che vuole imporre i suoi prodotti, scadenti e privi del tanto decantato intelletto umano difeso a spada tratta dalla legge del signor Urbani. Se vacanze sul Nilo o cazzate di questo calibro rientrano nell'intelletto umano (italiano) allora c'è da mettersi le mani nei capelli, per chi ancora li ha...Il cinema non merita, leggete libri, fumetti, o... andate a dormire, risparmierete un bel po di soldi e un bel po di bile.Ho espresso il mio libero pensiero, spero di non essere incarcerato per questo... forse dovevo pagare il bollino prima?:@:@:@Tsk...
  • Anonimo scrive:
    e chi se ne sbatte!!!!
  • Ribelle scrive:
    Re: Caproni !!!
    - Scritto da: Bombardiere
    Allora, mi dispiace contraddirti: il cinema
    italiano, a parte pochi attori, vale molto
    di meno del cinema Americano, a mio parere
    molto piu bello. La maggiorparte dei film
    italiani sono TELENOVELLE.....SOUPOPERA e
    basta. Il cinema americano mi piace molto di
    piu, perchè è mooooolto piu'
    vario, e i maggiori successi mondiali non
    dimentichiamo che sono unicamente AMERICANI.Guarda che io dicevo proprio che il cinema italiano ha problemi come quello americano... e che pochi sono i film di qualità.


    Purtroppo ormai ci siamo fossilizzati con
    ste telenovelle del cavolo, e non ne
    usciremo piu'....... noi non possiamo
    nemmeno lontanamente paragonarci
    all'America...... Mah .... quanto a telenovelle anche gli americani vanno forte.E in oltre alle stesse tendono ad aggiungere effetti mirabolanti per coprire la pochezza del film ... e con molta gente ci riescono.Ma i film VERAMENTE belli sono pochissimi anche fra gli americani. Molto pochi ....
  • Anonimo scrive:
    Re: 10 e lode !!!
    - Scritto da: Anonimo
    Tanto chi li piange??

    Che crepino pure........di fame.......
    A ZAPPARE!!! A RACCOGLIERE POMODORI!!
    TUTTI
    CALCIATORI, ATTORI, VELINE, SOUBRETTE,
    PRESENTATORI e CANTANTI..........10 e lode !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: 10 e lode !!!
      Piccola correzione:REQUIESCANT IN PACE......!! ( R.I.P )Altrimenti il mio vecchio prof di Latino mi manda una scomunica per via telematica...;)P.S. In alternativa alla zappa, proporrei il lavoro nelle miniere di sale di SASSUSTRITTU Provincia di Carbonia....
  • Anonimo scrive:
    Re: Non vado al cinema da piu' di un anno

    Tutto giusto per carità, però
    se film e musica fanno tanto schifo
    perchè scaricarli illegalmente? Se
    invece sono buoni perchè non pagarli
    il loro valore come tutte le cose che ci
    servono o vogliamo? Sono piuttosto bassi qualitativamente, e quindi non valgono i7.50 Euro del cinema, o i 3 del videonoleggio, ma visto cheho il PC e la banda larga, questi film scarsini valgono lascarsa fatica che faccio a scaricarli. E' illegale ? Ok, ma lalegge in questo caso sta dalla parte del più forte che si è fattofare la legge su misura, perché qui in italia siamo troppoabituati al lassisimo verso i nostri politici, che in ultima analisi proviene da un certo lassissimo verso noi stessi. Quindi: chi è causa del suo mal pianga sè stesso, e non se la prenda col P2P.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma che pena...
    :D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: "la pirateria è un reato"
    La prendono bene ... dalle mie parti, partono bordate di fischi ...Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: Onestamente...
    Più che altro, vorrei sapere perchè devo pagare io per tutta quella roba.Saluti,Piwi
  • Joker0 scrive:
    Re: schiavoni 6 1 mito
    Beh io ricordavo il titolo originale e quindi ho capito il senso,ma non avevo mai visto la copertina. Complienti, mi era piaciuta senza spiegazione, ora mi piace di più.Chissà se dopo 10 anni da sistemista (sono stufo) potrei strambare e incominciare da grafico. Sarebbe una bella storia... :)ciaoJK
  • Anonimo scrive:
    Re: poveri artisti e poveri discografici
    E' quello che dico da sempre : dove cazzo sta scritto che è giusto, mentre noi lavoriamo come muli o passiamo notte e giorno sui libri, che questi pochi signori passino la vita a palle all'aria, campando su quel poco che hanno fatto epoche addietro ?Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P mangiasoldi
  • Anonimo scrive:
    Forse, un rimedio...
    Forse. Un rimedio che accontenti tutti. Forse.Partendo da questa idea:http://www.altnet.com/products/peerpay.aspDavide
  • Anonimo scrive:
    ma che pena...
    Certo che ce ne vuole di fegato a fare del "vittimismo" in modo così pubblico. Povere vittime LORO che non ricevono più decine e decine di milioni di vecchie lire al mese (che poi non è vero)... chissà come faranno i produttori, Piccoli Cuccioli abbandonati, a tirare avanti??? Certo che se il cinema costa 7 o 8 euro a film è ovvio che dopo un pò di volte il costo di un piacere immenso, come quello di andare al cinema, inizia a pesarti un pochettino sullo stipendio. Ma noi siamo gli egoisti, pensiamo ai poveri registi che vivono sotto i ponti e costretti a girare i film con le cineprese a manovella... ma davvero le case cinematografiche c prendono per stupidi?? capisco il film bello, quello di autore, quello che aspetti da mesi... ovvio che vado a vederlo al cinema, con gli amici e spendo + che volentieri 8 euro ma il filmetto leggero del quale magari non so troppo ma che allo stesso tempo incuriosisce se poi si rivela uno schifo chi mi ridà gli 8 euro indietro?? e dato che i film d'autore con i veri valori sono ormai diventati pochi, chi me lo fa fare di andare al cinema e spendere soldi per una tamarrata sul genere di torque?? Forse sono troppo cinico, o forse questa storia mi ha davvero stufato... ma nn penso di essere un criminale se scarico film per la semplice voglia di sapere, per curiosità o semplicemente perchè non posso permettermi il dvd da 30 e passa euro...
  • Anonimo scrive:
    Vorrei tanto tornare al cinema
    ma il segretario generale della Federazione antipirateria audiovisiva FAPAV fa' del tutto per ricordarmi a chi porterei i miei soldi e quindi me ne resto a casa.Mi domando se si pongono il problema di come recuperare tutto il rancore e la rabbia che sono riusciti e riescono a tirarsi addosso. P.S.non utilizzo il P2P per pigrizia (mi scoccia scaricare e non ho masterizzatore). Avendo uno stipendio *buono* preferivo andare in sala ma se il *segretario generale FAPAV* insiste mi tocchera' comprarmi un masterizzatore ed installarmi un buon software P2P.
  • Anonimo scrive:
    Iniziate a contare da qui:
    Iniziate a contare meno 13Eurox2 persone ogni 15/20 giorni!Piuttosto che lasciarvi 2 lire per andare al cinema me lo taglio, ina ccordo con la ragazza (Schifata anche lei dal sistema e dal governo lecchino della majors che invece se ne strafrega bellamente di ogni possibile conseguenza sul povero cittadino) NON andremo MA piu a vedere il cine ne aquistaremo CD DVD ectct insomma materiale coperto da diritti d'autore, a conti fatti in pochi mesi per noi è stao un bel risparmio, iniziate a contare da me!
  • Anonimo scrive:
    chi tardi arriva . . .
    male alloggia. dice il proverbiose le major della musica e del cinema avessere creduto prima in internet e avessero saputo sfruttarla ora non sarebbero a questo punto.mentre i mezzi di diffusione tramite internet cominciavano a nascere i signori vendevano CD a 30.000 o 40.000 lireper quel che mi riguarda si sono gia' riempiti abbastanza le tasche . . . che paghino loro adesso noi lo abbiamo gia' fatto
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Andare al Cinema :(
    Classico esempio di italiota che spende un patrimonio in elettronica, fa il figo con gli amici e poi racconta la favoletta che non ha i soldi per noleggiare due dvd e quindi usa il p2p.Ma vergognati.
  • nefasto scrive:
    oscurantisti
    come quelli che hanno avversato il videoregistratore e le macchine fotocopiatrici
  • Anonimo scrive:
    T-1000
    il tuo post è carburante per il T-1000
  • Anonimo scrive:
    VAFFANCULO
  • Anonimo scrive:
    Re: Algida: 7.576.324 Bomboniere invendute.
    - Scritto da: Anonimo
    e' come per le tabaccherie: sul pacchetto di
    sigarette si guadagna poco, l'interesse vero
    e' sulla ricevitoria.Scusami, mi sfugge il concetto... ?
  • Anonimo scrive:
    oddio piango
    Secondo FAPAV, l'uso illegale online dei file che contengono i prodotti cinematografici contribuisce in modo significativo al più ampio problema della pirateria, al punto, ha detto, che "la Rete rischia di uccidere il cinema se non sarà regolata".----Patetico. Magari i figli degli artisti son tra le persone che tanto si prodigano essere collegate alle reti P2P.Se poi il cinema italiano muore, è solo un bene. Anzi, spero che succeda il prima possibile.
  • Anonimo scrive:
    Vivo cronico
    Dormite sonni tranquilli, il cinema italiano langue ormai da tanti anni da essere diventato "vivo cronico". Ci danno numeri e somme colossali che nel nostro portafoglio di lavoratori dipendenti suonano come macigni, ma che rispetto al business di cui si parla è un'inezia.Il cinema non muore per queste ragioni e concordo con chi dice che si tratta solo di un pretesto per continuare a permettersi l'ultimo modello della Ferrari per il cane.
  • Anonimo scrive:
    Il solito BLA BLA BLA
    invece di moderare i prezzi e produrre in qualità, per stare sul mercato !-a Roma biglietto 6,5-7,5 Euro-in periferia 4 euroquello che si scarica da internet è di bassa qualità, per cui NON può surrogare nè la visione di un DVD nè tanto meno la visione sul mega schermo !Al massimo da internet vale la pena prendere contenuti rari, a volte introvabili, fuori dai circuiti del consumo di massa.Il resto sono fandonie "a cura dell'ANICAGIS" come da famosa frase comica ...
  • Anonimo scrive:
    Re: Algida: 7.576.324 Bomboniere invendute.
    - Scritto da: Anonimo

    - .


    Mi sa che il vero business è

    quello,


    il film è un evento di
    contorno,

    di


    secondo piano.



    Se vai al Kineplex di Pioltello (MI),
    trovi

    di tutto: popcorn, patatine, nachos,

    caramelle, gelati; ci sono anche un
    pub, una

    palestra, un bar.

    Insomma, il film serve ad attirare la
    gente,

    ma i guadagni li fanno in altro modo.

    mah.. direi che un film a 7.50 non è
    male come guadagno...che si intasca quasi per intero la siae.e' come per le tabaccherie: sul pacchetto di sigarette si guadagna poco, l'interesse vero e' sulla ricevitoria.
  • Anonimo scrive:
    digitale terrestre!!
    oggi al telegiornale annunciavano la prima operazione di mediaset con il digitale terrestre...ossia: l'acquisto dei diritti per le partite di milan inter e juve, che trasmetteranno a pagamento. Questo mi sembra il primo passo verso l'apertura di canali di pay per view anche sul digitale terrestre.chiaro che la legge urbani così com'è adesso invoglierebbe la gente a comprarsi la scheda prepagata. e si chiarisce un pochettino tutta la faccenda......altro che lobby del cinema.i signori del cinema dovrebbero capire che fano solo da scudo.
  • Anonimo scrive:
    calcolo errato
    cito testualmente:- Daffarra ha calcolato che nei primi quattro mesi del 2004 "sono state già accertate 50mila violazioni al diritto d'autore attraverso Internet". -da cui discende un calcolo (280mln di euro circa) di presunto danno per mancato guadagno.C'e' un piccolo errore: ogni film scaricato, ancorche' illegalmente dalla rete, non per forza presuppone un mancato guadagno pari al suo valore di mercato (prezzo al cinema o del dvd quando disponibile) poiche' non e' provato che l'utente, in mancanza della possibilita' di averlo gratuitamente, sarebbe stato disposto a pagarne il prezzo richiesto.Ovvero: il fatto che io possa avere gratis quel tal film, non significa che sarei stato disposto a pagarne il prezzo richiesto qualora non riesca a scaricarlo. Se c'e' gratis, magari me lo guardo, ma se devo pagare per una cosa che non m'ispira molto, non ci penso neanche a spendere soldi.Saluti e baci ai manager di musica & cinema.
  • maciste scrive:
    Re: Il pubblico? Solo PI lo sa invogliar
    - Scritto da: Anonimo
    Quando c'è un articolo su reti e
    Linux, max 20/50 interventi...di cui peraltro il 50% sono mezze trollate o flame scatenati da fondamentalisti Windows, Linux, Apple...
  • Luca Schiavoni scrive:
    Re: schiavoni 6 1 mito
    - Scritto da: Anonimo
    Spiego io l'illustrazione di oggi per quelli
    di voi che sono perplessi, visto che
    è un pò contorta e
    probabilmente L.S. si sta chiedendo se non
    ha esagerato.ahaha no no, io chiedo sempre l ok del super mega direttore galattico e se lui non fa obiezioni.. vado a dormire tranquillo ;)
    Nel 1980 usciva un disco dei Buggles
    contenente l'hit "Video killed the radio
    star".aua auaaa 8) copertina, che mostra il cantante Trevor
    Horn, e il titolo, nei font originali,
    rivoltando però la frase con P2P al
    posto di video e movie (cinema) al posto di
    radio.
    Ma come se le pensa???basta stare qualche ora di troppo al sole, co sto caldo..8)ciao!LucaS
  • Anonimo scrive:
    Re: L. Urbani: Danni per miliardi di euro

    Se la pirateria è così diffusa
    ci sarà un perchè.
    La pirateria se non altro ha fermato i
    prezzi dei dischi, in salita verticale negli
    ultimi anni.
    Attenzione però, la pirateria
    è, e resta un reato anche se la legge
    verrà cambiata, solo che,
    com'è giusto che sia, non vedremo mai
    nessuno in galera per aver scaricato qualche
    file mp3.
    La pirateria, crea di fatto concorrenza in
    un mercato che non conosce questo termine.

    MarioPirateria ? Il mondo cambia ragazzi, talmente in fretta che evidentemente neppure noi riusciamo a stargli dietro. Io (come moltissimi altri) rischio di chiudere la mia azienda per la concorrenza dei cinesi e compagnia bella e sapete che cosa posso fare ? Niente, per ora sopravvivo cercando delle nicchie di mercato, ma è solo questione di tempo, sono, anzi, siamo condannati. Eppure mi consolo, perchè penso che sia una legge di mercato, una evoluzione naturale, una selezione naturale. Ma evidentemente certe categorie vogliono essere immuni da questo, infatti ai cinesi stringono calorosamente la mano con tanto di sorriso da orecchio a orecchio. Sarà un caso, ma loro di aziende manifatturiere non ne posseggono... di case cinematografiche, di televisioni, catene di videonoleggio ecc. sì però.
  • TPK scrive:
    Re: Il pubblico? Solo PI lo sa invogliar
    - Scritto da: Anonimo
    Quando c'è un articolo su reti e
    Linux, max 20/50 interventi... quando si
    parla di pirateria audio-video-soft, da 200
    a 500...

    Mi viene da pensare, che solo PI sappia come
    attirare il pubblico... Imparino, le majors!
    :DSi, sto aspettando l'articolo sul Pirate Act...(cosi' il thread si splitta, tu vai in pro e contro ed io vado in segnalazioni).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 aprile 2006 23.32-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Il pubblico? Solo PI lo sa invogliare...
    Quando c'è un articolo su reti e Linux, max 20/50 interventi... quando si parla di pirateria audio-video-soft, da 200 a 500...Mi viene da pensare, che solo PI sappia come attirare il pubblico... Imparino, le majors! :D
  • Akiro scrive:
    solite inutili lamentele
    io son sempre andato al cinema, e sempre ci andrò dato che è uno dei miei principali interessi ma c'è poco da fare, se andare al cinema vuol dire pagare 7.50?+1?(prevendita) + gli eventuali soldi per lo spostamento, bhe prima o poi dovrò ridurre la frequenza... certo che spendere 17 mila lire per andar a vedere un film non mi sembra poco se paragonato ad uno stipendio di 2.000.000 di vecchie lire, son lo 0.85%, se poi al cinema si compra magari anke da bere (succede) e se magari si va 3 o 4 volte al mese, etc..., vedrete che sono tanti bei soldini che finiscono nelle tasche di chi si lamenta del mancato introito di quei 50.000 film scaricati. inoltre dei 50.000 film scaricati per me, almeno 40.000 non sarebbe mai stati visti se fossero stati a pagamento, perkè è vero che ci piò esser un mancato introito ma i soldi destinati ai divertimenti del popolo italiano sono quel che sono... grazie anke alle scarse buste paga (di molti, ma non di tutti.)(linux)
  • Anonimo scrive:
    Il Manifesto del P2P
    Il **magnifico** libro del Grande Lessig è un manifesto della razionalità.I colossi cercano, cambiando le leggi, di cambiare il mondo prima che il mondo cambi loro.diffondete il testo "free culture": http://www.equiliber.org/item.php?tipo_content=ARTICOLI&tema=Diritto+d%27autore&id_content=111In particolare il capitolo 5.
  • Anonimo scrive:
    Re: SETTORE STRATEGICOOO ????!!!! :|
    Certo che è un settore strategico. La cultura si fa in tanti modi... Anche con giornali, riviste e cinema e teatro. Anche con i Vanzina, al limite.
  • Anonimo scrive:
    Re: Dalle mie parti....
    crisi???pure in sardegna le multisale fioccano come funghi e sono sempre pienema a chi vogliono menarlavogliono riempire pure i cessi dei cinema ??state attenti che se vi controllano i bilanci poi sono caki vostri !!lasciate stare le cose cosi' che vi conviene
  • Anonimo scrive:
    Re: Una sola cosa...
    Avevi detto una sola.
  • Alessandrox scrive:
    Re: domanda:il cinema può uccidere?
    - Scritto da: Anonimo
    chi sa la risposta?Si puo' uccidereAlcuni attori sono morti durante le ripreseQualche spettatore puo' morire di noiaIo sono morto di noia diverse volte==================================Modificato dall'autore il 29/06/2004 15.44.01
  • Anonimo scrive:
    Re: Non vado al cinema da piu' di un anno
    - Scritto da: Anonimo

    Tutto giusto per carità, però
    se film e musica fanno tanto schifo
    perchè scaricarli illegalmente? Se
    invece sono buoni perchè non pagarli
    il loro valore come tutte le cose che ci
    servono o vogliamo? Sulla qualità
    posso anche essere d'accordo ma sul fatto di
    volere una specie di diritto a scaricare
    gratis no, è palesemente un modo come
    un altro per prendere qualcosa senza
    pagarlo...

    Ma infatti io non scarico piu' , o meglio , ho scaricato per un mese diversi mesi fa e poi basta come dicevo nel messaggio originale. Perche' mai dovrei perdere tempo / banda/ energia elettrica per film al 99 % penosi ? Quello che intendo dire e' proprio che e' il prodotto in origine ad essere marcio , e che attaccarsi al p2p come fonte di declino dell'indistria e' solo una patetica scusa per coprire un problema che sta a monte: le montagne di merda che girano sugli schermi televisivi & cinematografici.
  • Anonimo scrive:
    Re: Algida: 7.576.324 Bomboniere invendute.
    - .

    Mi sa che il vero business è
    quello,

    il film è un evento di contorno,
    di

    secondo piano.

    Se vai al Kineplex di Pioltello (MI), trovi
    di tutto: popcorn, patatine, nachos,
    caramelle, gelati; ci sono anche un pub, una
    palestra, un bar.
    Insomma, il film serve ad attirare la gente,
    ma i guadagni li fanno in altro modo.mah.. direi che un film a 7.50 non è male come guadagno...
  • Anonimo scrive:
    Re: Storiella Yiddish
    - Scritto da: TPK
    Un nazista dice ad un ebreo ? se il mondo
    va in rovina è colpa degli ebrei ! -
    Il secondo risponde ?sono totalmente
    d?accordo con te, la colpa è degli
    ebrei e dei corridori ciclisti- Il nazista
    sorpreso gli chiede ? perché dei
    ciclisti ? - e l?ebreo - ?e perché
    degli ebrei ? -"Un evergreen, è già il secondo forum su cui la vedo:p
    • TPK scrive:
      Re: Storiella Yiddish
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: TPK

      Un nazista dice ad un ebreo ? se il
      mondo

      va in rovina è colpa degli ebrei
      ! -

      Il secondo risponde ?sono totalmente

      d?accordo con te, la colpa è
      degli

      ebrei e dei corridori ciclisti- Il
      nazista

      sorpreso gli chiede ? perché dei

      ciclisti ? - e l?ebreo - ?e
      perché

      degli ebrei ? -"
      Un evergreen, è già il secondo
      forum su cui la vedo:pSi, mi sembrava si adattasse sia alle dichiarazione delle major che a quelle di Bill Gates.
  • Pulsar scrive:
    Una sola cosa...
    ...mi sono rotto completamente le p***e di ascoltare sempre gli stessi pianti da parte di queste associazioni:@
  • Anonimo scrive:
    Re: poveri artisti e poveri discografici
    ma pupo ... lo avete mai visto ?ebbene cosa ha fatto questo tizio per stare dianno in anno , senza fare una sega , e sopravviverecon soli 300 milioni all'anno... in attesa di tempi migliori 300 milioni che gli dava la siae come "pensione"vomito o non vomito ? noi ci facciamo un mazzoda mattina a sera , e questi signori, migliaia di migliaiache baciati e unti dal signore devono vivere comemiliardari senza fare niente... ma sta scritto da qualche parte che io non conosco?e i loro padrini che fanno anche pressioni , previamazzettona, per .... per che cosa ? per non farrmi usare internet....ma chi lo caca pupo , ma chi le cerca le sue canzonicome quelle di tutti i signori artisti italianni che si lamentanoma chi li ha definiti artisti ? insomma ma se lavorare ti fa schifo, almeno non rompere i coglioni alla gente !
  • lorenzaccio scrive:
    Ma mi faccia il piacere!
    http://www.antoniodecurtis.com/Lorenzaccio
  • LoneWolf scrive:
    Sono tutte stupidaggini
    Negli anni scorsi, eravamo costretti a comprare prodotti audio/video a scatola chiusa, non sapendo se i nostri soldi sarebbero stati spesi bene o male.Così, le case discografiche ci rifilavano delle sòle pazzesche, ripulendoci le tasche e ridendo alle nostre spalle.Quanti di voi hanno comprato un cd musicale, e hanno scoperto che, oltre alla canzoncina di punta, le altre erano delle porcate assurde, messe lì a riempire quei 30/40 minuti di musica?Insomma, una canzone al prezzo di 10, un vero affare per loro, una patacca per noi.Adesso, invece, possiamo scaricarci l'album da internet, ascoltarlo, e decidere se vale i soldi che chiedono (nessun cd vale 20 euro, sia chiaro!!!); e questa è una fregatura per loro, perché non riescono a vendere patacche a prezzi esorbitanti.Così saltano fuori le vaccate della pirateria che uccide il mercato, la gente perde il lavoro, i negozi chiudono.Però, nessuno dice che il motivo reale è che i consumatori hanno aperto gli occhi e non sono più disposti a farsi spillare i soldi con tanta facilità.Basta fare alcune considerazioni.Se ho 100 euro al mese da spendere in cd/dvd, spendo quelli e il resto lo scarico, senza generare alcuna perdita per le case discografiche, perché quello che ho scaricato non l'avrei potuto comprare.Invece, quelli che non comprano nulla, sono gli stessi parassiti che 10/15 anni fa, al posto che comprare i cd/mc, se li facevano prestare dagli amici e se li copiavano con lo stereo di casa. A quei tempi non esisteva internet, non c'erano venditori abusivi qua e là per strada, eppure vai a vedere gli incassi delle major e ti accorgerai che guadagnavano palate e palate di soldoni.Insomma, diciamocela tutta: i boss delle majors hanno paura che la pacchia stia per finire, e oliano i politici per pararsi le sacre natiche che fino ad ora hanno lasciato a riposo su poltrone di lusso di alberghi di lusso.Chi glielo dice ai politici? :)
  • Anonimo scrive:
    nulla di inaspettato
    Reputo il p2p la mia unica forma di tutela verso diverse associazioni a delinquere che mi truffano continuamente.Non sono più disposto a svenarmi per un po' di cultura o intrattenimento, il cinema è sicuramente meglio di un film al pc ma costa troppo quindi sono disposto a rinunciare a un po' di comodità, esattamente come sono disposto a rinunciare a una parte della qualità audio quando scarico un disco a in mp3 a 128 kbps, piuttosto che spendere 20? o anche "solo" 15!!!non sarò io a contribuire al continuo arricchimento delle major o di istituzioni "vampiro" tipo la siae.se solo in Italia avessimo la forza di rispondere per le rime a questi approfittatori, ma per ora spero che la loro ingordigia li faccia collassare totalmente, non piangerò certo quando vedrò i fratelli Vanzina lavorare invece che sprecare tempo i soldi in cazzate colossali!Adesso torno a danneggiare le industrie cinematografiche e, purtroppo per loro, ad allargare i miei orizzonti culturali.
  • Anonimo scrive:
    Non vado al cinema da piu' di 10 anni
    Come da oggetto. Questo perchè effettivamente i film fanno schifo, sia le americnate che le italianate. Altrettanto coerentemente non ne scarico: fanno schifo e basta. All'inizio pensavo che su Sky Cinema mandassero solo pellicole di serie B, poi ho capito che mandavano semplicemente quello che c'è in giro, cioè cagate. Morale della favola: pago fior di soldi per la Pay TV e poi mi guardo i classici di 40-50-60 anni fa che scarico col P2P. Fate un po' voi...:(
  • Anonimo scrive:
    Re: Storiella Yiddish
    bella! :)
  • LoneWolf scrive:
    Re: Algida: 7.576.324 Bomboniere invendute.
    - Scritto da: Anonimo
    Eh, oramai il popcorn costa come il
    caviale...E' solo mais sale burro e calore,
    a loro costerà 20 cent neanche...lo
    rivendono a minimo 3 euro e più.
    Mi sa che il vero business è quello,
    il film è un evento di contorno, di
    secondo piano.Se vai al Kineplex di Pioltello (MI), trovi di tutto: popcorn, patatine, nachos, caramelle, gelati; ci sono anche un pub, una palestra, un bar.Insomma, il film serve ad attirare la gente, ma i guadagni li fanno in altro modo.
  • Anonimo scrive:
    Danni
    Sono 10.000 miliardi di Euro i danni che questi incapaci creano al paese Italia... e questo secondo le proiezioni che si possono fare derivando i dati da una recente ricerca Eurispes sui danni derivanti dal posizionamento di persone incapaci nei posti chiave dell'economia italiana, perpetrato da politici cialtroni.
  • Anonimo scrive:
    Ipocriti e ladri ...
    Solita italia, lo sfacelo economico ...E il cinema a 7-8 Euro, i cd a 20 Euro ...E tutto questo dove lo mettiamo, se costassero meno, cinema, cd e dvd sono convinto che ci sarebbe anche meno pirateria ...DAde
  • Anonimo scrive:
    Re: la situazione nella mia zona
    Aggiungo:se il film arriva con 2 mesi di ritardo in sala esce quasi in contemporanea col dvd. Già. Non lo hanno deciso i "pirati" ma le major stesse: fanno uscire il dvd poco dopo la sala, sulla pay-tv non parliamone. Chi ci va+ al cinema se poco dopo trovo il film altrove, a minor costo e maggior comodità? Al cinema ci vado solo a vedere il "filmone" di turno. Ciò è ben dimostrato dal fatto che determinati titoli continuano cmq a fare il pieno, mentre altri annaspano.
  • Anonimo scrive:
    Re: Algida: 7.576.324 Bomboniere invendute.
    Eh, oramai il popcorn costa come il caviale...E' solo mais sale burro e calore, a loro costerà 20 cent neanche...lo rivendono a minimo 3 euro e più.Mi sa che il vero business è quello, il film è un evento di contorno, di secondo piano.
  • Anonimo scrive:
    Re: L. Urbani: Danni per miliardi di euro

    La concorrenza è la chiave.
    Come crearla ?
    Non vincolando, ad esempio, i cantanti ad
    una sola casa discografica.

    Marioahahahahahahahahaha!!!! Guarda che gli artisti non sono schiavi... firmano un contratto per un tot di album e buonanotte. Semmai assomigliano impressionantemente ai calciatori (anche per le pretese assurde, economiche e artistiche...)
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Andare al Cinema :(
    e chi spende 5000 euro per un impianto con proiettore secondo te' si scarica un divx o uno screener?... mapperfavore...
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Andare al Cinema :(

    Si, voi due avete ragione ma affittare un
    dvd non è pirateria, scaricarlo dalla
    rete senza pagarlo oggettivamente si. Soggettivamente no. Per me sarebbe pirateria se pagassi chi non è titolare dei diritti.
    Quindi sono due cose diverse. Sono 3 cose diverse
    Se nessuno ti
    obbliga ad andare al cinema a vedere
    pellicole insulse allo stesso nessuno ti
    obbliga a scaricarle aggrattise....In realtà l'obbligo a scaricarle viene dalla considerazione "se continuano così domani sarò costratto a pagare anche per guardarmi in giro e internet sarà come la tv" ...allora oggi che si può, scaricare diventa quasi un obbligo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Algida: 7.576.324 Bomboniere invendute.
    Ahh... i tempi in cui il venditore passava in sala e diceva "cornetto o bomboniera?", e avevano ancora prezzi umani ;)
  • Anonimo scrive:
    la situazione nella mia zona
    località montana turisica.in un raggio di 60 km ci sono 3 cinema, ognuno dei quali chiude per due mesi all'anno. per 4 mesi all'anno ci sono proiezioni una volta al giorno (raramente due) e i film sono gli stessi (a rotazione) in tutti i cinema. mediamente in un mese (pieno) ci saranno si e no 15 film (ogni film sta in sala 2 giorni, quindi contando tutti i cinema ha 6 proiezioni).fuori stagione ci sono proiezioni solo il venerdi-sabato e domenica (stesso film), sempre a rotazione tra i vari cinema (9 serate totali, 4 film al mese circa)i film (a parte i blockbuster che escono durante la stagione turistica) arrivano si e no con 2 mesi di ritarno (kill bill 1 l'ho fisto poco prima di natale e il vol 2 lo sto ancora aspettando, harry potter 3 lo danno a meta luglio e cosi via)ci sono anche due videonoleggi (il piu economico vuole 5.5 euro al giorno per un dvd) che avranno una 50 di titoli cadauno). I prezzi dei dvd al pubblico sono aumentati del 10% circa rispetto al prezzo di listinochi è che ammazza il cinema ?io ho cominciato ad acquistare dvd all'estero 4 anni fa e ne sono contentissimo. al cinema ci vado 3 volte all'anno e se un dvd italiano è fatto male e all'estero costa troppo me lo scarico perchè non l'avrei mai comprato alle condizioni attuali.ciaothl
  • Anonimo scrive:
    Re: Non vado al cinema da piu' di un anno

    E forse quesgto
    e' il problema vero: finche' la gente andra'
    a vedere Le Barzellette, andra' a comprare i
    dischi di Britney Spears , e sopratutto ,
    finche' continueranno a farsi fare il
    lavaggio del cervello da certi prodotti la
    vedo davvero grigia nel panorama
    dell'intrattenimento . Aggiungerei anche che c'e' gente che sbava per roba tipo il Grande Fratello e cosi' via...Poveracci, non so se compatirli o vomitare addosso a loro.Ricordati anche che chi guarda 'sta m. poi e' capace a dare il voto a "colui che non riesco neanche a pronunciare se no sto male?", quasi per riconoscenza!Santi numi....
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vado al cinema da piu' di un anno
      - Scritto da: Anonimo

      E forse quesgto

      e' il problema vero: finche' la gente
      andra'

      a vedere Le Barzellette, andra' a
      comprare i

      dischi di Britney Spears , e sopratutto
      ,

      finche' continueranno a farsi fare il

      lavaggio del cervello da certi prodotti
      la

      vedo davvero grigia nel panorama

      dell'intrattenimento .

      Aggiungerei anche che c'e' gente che sbava
      per roba tipo il Grande Fratello e cosi'
      via...
      Poveracci, non so se compatirli o vomitare
      addosso a loro.
      Ricordati anche che chi guarda 'sta m. poi
      e' capace a dare il voto a "colui che non
      riesco neanche a pronunciare se no sto
      male?", quasi per riconoscenza!
      Santi numi....Tutto giusto per carità, però se film e musica fanno tanto schifo perchè scaricarli illegalmente? Se invece sono buoni perchè non pagarli il loro valore come tutte le cose che ci servono o vogliamo? Sulla qualità posso anche essere d'accordo ma sul fatto di volere una specie di diritto a scaricare gratis no, è palesemente un modo come un altro per prendere qualcosa senza pagarlo, mi ricorda quando parecchi anni fa qualcuno diceva che gli autobus, essendo servizio pubblico, dovevano essere gratis e intanto naturalmente non faceva il biglietto......
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Andare al Cinema :(
    Si, voi due avete ragione ma affittare un dvd non è pirateria, scaricarlo dalla rete senza pagarlo oggettivamente si. Quindi sono due cose diverse. Se nessuno ti obbliga ad andare al cinema a vedere pellicole insulse allo stesso nessuno ti obbliga a scaricarle aggrattise....
  • Anonimo scrive:
    i film italiani
    Non solo non li vado a vedere al cinema ma neanche mi sogno di scaricarli.
  • Anonimo scrive:
    Bisogna protestare attivamente ...
    Io la mia scelta l'ho fatta: cerco di non andare più al cinema, evito di comprare CD musicali e non scarico film da Internet.Molto meglio una bella cena in compagnia o una bella partita a qualche gioco di società che quelle schifezze che vengono prodotte oggi (chiamarle cultura è abbastanza deprimente).Spero che tanti scelgano questa strada, così il settore potrà veramente piangere la crisi, ma una crisi vera, e potrà prendersela solo con se stesso! Forse così il settore verrà ridimensionato, riorganizzato e si creerà lo spazio per veri artisti.(linux)
  • Anonimo scrive:
    MA ADESSO CHE C'E' IL dECRETO
    in funzione....voi scaricate di meno??? no, perche' sembra che se il decreto viene modificato le major si inkazzano ma oggi che c'e' piu' nessuno scarica?
  • Anonimo scrive:
    Bah...
    Che imparino a fare dei film che veramente valgano qualcosa (nn le solite ciofeche stile "vacanze di Natale") al posto di incolpare sempre il p2p...
  • fasibia scrive:
    Re: Caproni !!!

    I film di qualità ( uno per tutti :
    le fate ignoranti ) hanno "tirato" al cinema
    per quasi un anno.Sono del parere che le fate ignoranti sia un film simbolo del vuoto creativo del nuovo cinema italiano. Quando ho visto quel meraviglioso "buongiorno, notte" però ho cominciato a sperare in una svolta. Magari qualcuno gurdandolo imparerà qualcosa.
    dei risultati.
    La SCARSISSIMA qualità del cinema
    italiano e americano in generale ( tutto
    basato SOLO su effetti e POCHISSIMO su regia
    e trama di qualità ....) ha avuto
    come risultato la disaffezzione dell'
    utente-film, il famoso spettatore, a cui
    spetta oggi veramente poco.Madonna quanto hai ragione.. Ci spetta solo il pagamento, paghi gli effetti speciali un tanto al chilo. A volte, di fronte a film come "l'alba del giorno dopo", non capisco la differenza tra cinema e circo.
  • Bombardiere scrive:
    Re: Caproni !!!
    - Scritto da: Ribelle
    Ma quante inutili balle.....
    I film di qualità ( uno per tutti :
    le fate ignoranti ) hanno "tirato" al cinema
    per quasi un anno.
    Se si attiva la politica di fare film appena
    appena decenti, farli passare al cinema per
    non più di due settimane ( tre al
    massimo), attivare solo MegaCinema a 40
    sale, e far pagare il biglietto 7/8 euro
    .... non ci si può certo lamentare
    dei risultati.
    La SCARSISSIMA qualità del cinema
    italiano e americano in generale ( tutto
    basato SOLO su effetti e POCHISSIMO su regia
    e trama di qualità ....) ha avuto
    come risultato la disaffezzione dell'
    utente-film, il famoso spettatore, a cui
    spetta oggi veramente poco.
    In più ci sono : DVD, televisione
    satellitare, videocassette e , buon ultimo,
    internet.
    Inutile prendersela con il P2P, dimostra
    SOLO che degli ignoranti stanno cercando un
    capro espiatorio.
    Perche sono LORO degli incapaci, che
    vogliono marciare su un mercato chiuso e
    proprietario, per poter mungere la gente
    come vogliono.Allora, mi dispiace contraddirti: il cinema italiano, a parte pochi attori, vale molto di meno del cinema Americano, a mio parere molto piu bello. La maggiorparte dei film italiani sono TELENOVELLE.....SOUPOPERA e basta. Il cinema americano mi piace molto di piu, perchè è mooooolto piu' vario, e i maggiori successi mondiali non dimentichiamo che sono unicamente AMERICANI. Purtroppo ormai ci siamo fossilizzati con ste telenovelle del cavolo, e non ne usciremo piu'....... noi non possiamo nemmeno lontanamente paragonarci all'America......
  • Anonimo scrive:
    la scrittura uccidera' la memoria...
    Questo e' successo davvero :D :D :DFino all'avvento di Internet.
  • Garantito scrive:
    Algida: 7.576.324 Bomboniere invendute.
    L'Ing. Orsacchiotti dell'Algida e' molto chiaro: Il Governo non cambi la Legge Urbani!Per colpa della Pirateria, nel primo quadrimetre del 2004 sono rimaste invendute 7.576.324 Bomboniere e 15.632.158 Cornetti. Se confrontiamo questi dati con quelli ogni mese forniti dalla FVP (Federazione Venditori Popcorn), rimane del tutto chiaro come un settore di Interesse Nazionale vada sostenuto con leggi adeguate.E' evidente che la Pirateria costringe la gente nelle proprie case, impedendo quindi lo smercio di tali prodotti nelle Sale Cinematografiche.Nell'attesa che il Cornetto venga giustamente tutelato dal Ministero dei Beni Culturali, e ottenga gli adeguati finanziamenti pubblici, ci chiediamo anche cosa aspetti il Ministero dell'Istruzione a imporre per decreto l'obbligo di consumazione di almeno due scatole di Bomboniere familiari; ricordiamo, conclude l'Ing. Orsacchiotti, che sono a rischio 12.000 posti di lavoro per altrettanti operai specializzati.
  • Anonimo scrive:
    la stampa uccidera` la letteratura..
    certo, certo..
  • Anonimo scrive:
    la radio uccidera` la musica..
    certo, certo..
  • Anonimo scrive:
    la televisione uccidera` il cinema
    certo, certo..
  • Anonimo scrive:
    i videoregistratori uccideranno il cinem
    certo, certo..
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Andare al Cinema :(
    Beh, devo dire che con la stessa cifra andavi al cinema per 3 anni di seguito tutte le sere.MA A VEDERE COSA????Anch'io ho fatto questa scelta. E non torno indietro.L'altro giorno ho visto Ladykiller dei fratelli Cohen. in un multisala.A parte la magistrale interpretazione di Tom Hanks, non c'era niente, la storia faceva pena......e l'immagine sullo schermo era poco definita... una delusione....da me si vede meglio!Pobabilmante non hanno capito che oramai il pubblico vuole GROSSE emozioni visive....forse siamo pronti per IMAX e simili.......ma è costoso.Posso dire che potrei spendere anche 15 euro per vedere un film in IMAX che è veramente un'altra cosa.Giò
  • Anonimo scrive:
    Re: Ok, vado al cinema...
    Grande Lubitsch!Una decina di anni fa, Raitre trasmise parecchi suoi film in versione originale, grazie al buonVieri Razzini. Stasera guardo tra le mie vecchie videocassette, chissà che a suo tempo non lo abbia registrato...
  • Anonimo scrive:
    Ma siamo e' davvero la piarteria?
    Non saranno per caso altri i motivi della crisi del cinema? Varie catene di videonoleggio e elevati costi dei bilglietti ad esempio? Mediamente scarsa qualita' dei film?Personalmente nn vado piu' al cinema, a malincuore, come e come atto consapevole di boicottaggio verso la siae e per i costi in generale alti delle proiezioni... nn sono un miliardario e i costi tutt'altro che popolari nn invitano certo a fruire delle proiezioni, quando per soli 2 euro mi posso affittare lo stesso film da un qualunque blockbuster.Se molti altri fanno come me nn c'e' da stupirsi che il cinema sia un 'po in crisi... Qui la pirateria nn c'entra affatto, c'entrano solamente la cecita', ottusita' e la chiusura mentale di chi sostiene queste tesi e che sobilla legislazioni repressive come giustificazione della propria incapacita' di saper vendere un prodotto.Tra l'altro, nn e' che il cinema ultimamente offra granche' a livello qualitativo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Non vado al cinema da piu' di un anno
    Sei un po' acido ma grossomodo penso di doverti dare ragione
  • nicscics scrive:
    Andate al lavorare!
    Se ci fosse almeno una - dico una - produzione decente in Italia, avrebbero di che lamentarsi. Considerato però che il cinema italiano fa pena, la crisi non dipende certo dal file sharing. Hanno preso, per anni, miliardi a fondo perduto per delle ciofeche che neanche si sono viste nei teatri (per fortuna) e vogliono altro denaro? Ma sono pazzi? Eppoi... se un poveraccio cerca un prestito di pochi migliaia di euro perché veramente ne ha bisogno, si deve vendere la casa. Andate a lavorare!
  • Anonimo scrive:
    Re: Vorrei capire una cosa
    Quello che dici è giustissimo e non è cosa nuova. Io però ho voluto per un attimo mettermi dalla parte di chi produce. Facciamo un esempio. Il CD è la cosa più facile da copiare, puoi realizzare una copia identica in pochi minuti, puoi copiarti persino la copertina senza problemi. E allora perché invece di sbraitare non fanno funzionare un po' il cervello e inventano un prodotto più difficile da copiare? Un tentativo è stato fatto col super audio cd, ma si è rivelato un fallimento per il semplice fatto che il cd normale è già sufficientemente buono, non si sente il bisogno di un audio migliore insomma. Invece avrebbero dovuto intervenire sui contenuti, migliorandoli. Ad esempio un CD con contenuti extra, dei videoclip da poter vedere sul PC o sui lettori tipo Kiss, però protetti e personalizzati in modo da non poter essere facilmente estratti dal disco e visti senza il CD originale. Allo stesso modo una copertina olografica non costerebbe poi molto ai produttori ma renderebbe assai difficile la copia. Insomma non voglio entrare in questioni tecniche anche perché non sarei in grado di discuterne con competenza, ma sintetizzo il mio pensiero dicendo che invece di sbraitare contro chi copia, i produttori farebbero meglio ad offrire per lo stesso prezzo prodotti migliori e meno facili da copiare.Ma ripeto, sono anche io per i prezzi popolari e per la libera circolazione e fruizione di tutto ciò che è cultura e informazione.
  • Anonimo scrive:
    mancato guadagno
    Cosa fa credere a questi figuri che, se non ci fosse la possibilità di scaricare da internet, automaticamente spenderemmo soldi per i loro prodotti? Sono molti i files che si scaricano da internet, certo, perchè sono (quasi) gratuiti, a parte l'esoso canone adsl e balzelli vari sui supporti. Ma in ogni caso quei prodotti scaricati non verrebbero probabilmente acquistati. Pensano dunque di recuperare 280 milioni di euro impedendo di scaricare? Follia.Perchè vogliono le sovvenzioni, poi? I NOSTRI soldi, ancora una volta? C'è la legge del mercato, se producono roba che non piace è giusto che non guadagnino. Sovvenzioni per cosa poi? Ma la smettano! Anzi, io abolirei proprio queste sovvenzioni, altro che Urbani.Nemmeno io, come molti altri, usufruisco degli ammortizzatori sociali, non vedo quindi perchè dovrei preoccuparmi del loro settore.
  • Anonimo scrive:
    sempre le solite argomentazioni!
    sempre a ripetere che il p2p fa danno..ma mi pare che di abbassare i prezzi del cinema non se ne parli.questi benedetti signori lo vogliono capire o no che vedere un film al cinema e' piu' bello che vederlo a casa, a bassa qualita' sia video che audio?certo il p2p avra' sicuramente abbassato, e di molto, i loro introiti, ma mi pare che sia anche giusto cosi'.per anni ci anno fatto pagare fior di soldi per andare al cinema, con la forza di chi detiene il monopolio della distribuzione e puo' permettersi di aalzare i prezzi quanto vuole.adesso le cose si sono un po' rovesciate, ma loro i loro bei soldini continuano a guadagnarli lo stesso.invece di cercare di trovare soluzioni, continuano a sparare a zero contro gli utenti, che sono anche coloro che li sfamano.signori riflettete, io da quando e' stato approvato il decreto urbani, non sono piu' andato al cinema...prima ci andavo al massimo una volta al mese, nonpotevo permettermi di piu', ora invece sono incavolato nero...
  • Anonimo scrive:
    BASTAAAAAAAAAA
  • Anonimo scrive:
    La rete uccide gli IGNORANTI...
    ...e coloro che non si vogliono adattare al progresso e quel che ne consegue...Sono già in molti quelli che dicono che il copyright così com'è non va più bene e va rivisto, guarda caso son proprio quelli che da una parte vi fanno campare: gli artisti...Poi dall'altra parte chi vi fa vivere siamo NOI consumatori e vedrete che se invece di scambiare film in rete smettiamo di andare al cinema o comprare vcr o dvd, sarà molto molto peggio per voi!!!NB tutte le cifre che tirate fuori sulle cosiddette perdite di profitto sono FALSE perchè si basano su un pressuposto FALSO...
  • Anonimo scrive:
    Re: fare film decenti no ?
    - Scritto da: Anonimo
    La verità è che chi fa cinema
    in Italia non sopporta l'inferiorità
    rispetto agli americani... in pratica
    vorrebbero ingaggi comparabili pur senza
    dover fare film con budget dello stesso
    calibro...
    E'da nirvana(l) che non esce un film
    italiano Sci/Fi, possibile che gli italiani
    si siano resi conto che il genere non tira ?
    Film in costume ? Abbiamo libri di storia
    giganteschi pieni di personaggi realmente
    esistiti, di aneddoti, di vite vissute nel
    passato fra battaglie e guerre ma a quanto
    pare anche questo genere di film non "tira".
    Ah, si, poi arriva un biondino con gli occhi
    azzurri che interpreta Achille (!) che viene
    ammazzato da una freccia al tallone (e altre
    12 a ribadire, ma sono dettagli) DENTRO le
    mura di Troia (dettaglio trascurabile) e
    tutti vanno al cinema.
    Commedie BRILLANTI (cioè con una
    storia dietro e non i soliti polpettoni con
    DeSica e Boldi e la solita ragazzona
    scollacciata con delle tette da 5Kg l'una)
    le ha sapute fare solo pieraccioni... due, e
    poi si è perso nel copiarsi
    all'infinito.

    Toh, mi sono caduti degli spunti... peccato
    che sia il mercato a dirgli cosa vuole e
    loro che continuano a propinare sempre la
    stessa roba....Il problema è che il biondino è stato pagato la bellezza di 15 milioni di $ ed ogni volta che fa un film sono paccate di milioni di $$$$!!!!
  • Anonimo scrive:
    TANTO AL CINEMA NON ANDAVO LO STESSO!
    "ciò provocherà una crescita esponenziale dei 280 milioni perduti nel 2003"E chi lo ha detto? Io non sono mai andato al cinema negli ultimi anni e mai ci andrò! 10?? Ma sono impazziti?Prima del P2p non andavo.....Mentre il c'era il P2p non andavoAdesso non vado!Quindi evitino di sparare CAVOLATE!Perchè sicuramente l'80% la pensa come me!
  • Anonimo scrive:
    Sinceramente preferisco il cinema...
    Un mio amico mi ha passato un film scaricato dalla Rete e sinceramente vederlo su un pc con audio e video a bassa qualita' e' come rovinare il film.Soprattuto quei film con parecchi effetti speciali preferisco vederli al cinema, solo li si puo' vedere veramente un film.In quanto al fatto che il p2p rovinera' il cinema, semmai le majors, non credo, almeno in Italia arrivano tanti tanti contributi statali per la produzione di film che non arrivano nemmeno nelle sale cinematografiche.Quelli si faranno arrivare i soldi da altre fonti sfruttando altra gente.Mentre per finanziare i film ad "alto budget" si troveranno nuove formule.
  • Anonimo scrive:
    Legge Urbani, il cinema ucciderà la rete
    Chi mi dice che vantaggio ho a preferire il cinema?
  • Anonimo scrive:
    ma se ogni giorno che passa..
    si sente che ogni film appena uscito è un successo dopo l'altro O_o tra l'altro lo dicono sia sui giornali che in televisione ... ma il problema allora dove stà ? Che poi il cinema italiano non sia competitivo vabbe quello è un'altro paio di maniche , ma è il mercato a scegliere , mica si può avere tutto dalla vita...
  • spyto scrive:
    Perchè Andare al Cinema :(
    Vorrei capire questa cosa, una persona deve andare a tutti costi al cinema a vedere un film? per quale ragione?Io vado ad affitare un film/gioco/musica in videoteca a 2?, ho comprato un proiettore su schermo 80'' con impianto 5.1, il tutto ho speso 5.000? per avere qualcosa di buono, per quale ragione dovrei andare al cinema se posso andare in salotto ;)Che il Berlusca attivi pure i tagli alle spese così il cinema italiano forse inizierà a fare dei film che siano degni di questo nome, e che la finiscano di dire che la colpa e di chi scarica. La colpa è delle schifezze che escono.
  • Anonimo scrive:
    Ok, vado al cinema...
    ...qualcuno mi dice in che cinema viene proiettato "C'e' posta per te" (The Shop Around the Corner) di Ernst Lubitsch (anno 1940) ?In DVD lo trovo solo come "region 1" , in VHS solo come NTSC: non ho mica intenzione di tenermi in casa anche una serie lettori DVD/VHS americani + TV standard NTSC...Questo per dire che ci sarebbe una valanga di vecchi film godibilissimi (e che hanno fatto la storia del cinema) da ripescare e far conoscere alle nuove generazioni per spiegare come si poteva rimanere inchiodati alla poltrona per 90' senza bisogno di tanti effetti speciali...Clipper
  • Anonimo scrive:
    se questo e' ....
    il cinema , ben venga la sua morte ......E speriamo che tolgano gli aiuti di stato .Saluti
  • lucriz scrive:
    le major uccideranno il cinema
    a uccidere il cinema penseranno le stesse case cinematografiche, l'aiuto degli utenti è irrilevante.il problema è il solito, vogliono più soldi e più poteree per ottenerli sono pronte a corrompere il politicante di turno.
  • Anonimo scrive:
    La storia si ripete..
    Ho già sentito le stesse parole catastrofiche quando è stato introdotto il videoregistratore, e prima ancora la televisione, e prima ancora la radio. I soldi mi pare che continuino a girare.Bisogna cambiare il business model. Non dico che sia facile, ma non c'è altra scelta. Non potranno fermare il p2p, a meno che non fermino la democrazia.
  • Anonimo scrive:
    Re: verità, non propaganda
    riguardo alla televisione, vorrei aggiungere che secondo me un'altra "paura" è relativa alla pubblicità inserita durante la proiezione dei film.ce ne sono in media 5, di cui quella centrale a doppio strato.nn potrebbe essere che a qualcuno sia venuto in mente proprio il fatto che se mi vedo un divx nn sono + bombardato dalla pubblicità?ormai lo zapping nn serve + a molto: si passa da una pubblicità su un canale a quella di un altro.era davvero meglio carosello :)jvit
  • Anonimo scrive:
    Re: domanda:il cinema può uccidere?
    Uccidere non so tritare è certo, perlomeno ad ogni visione recente cinematografica i miei attributi ne escono tritati.
  • Anonimo scrive:
    Vale lo stesso discorso...
    come per i cd! DEVONO ABBASSARE I PREZZI DEI CINEMA!!!!Non si può chiedere 7 euro per vedere un film!!!Non si può chiedere 4,5 euro per vedere un film che puoi vederti a casa tua e con tutte le comodità noleggiando un dvd con soli, dico, soli 1,5 euro!!!!!Anche gli attori sono strapagati come i nostri calciatori che hanno fatto una magrissima figura di fronte a squadre minori!!! Altro che problemi di "scarpini"!!!!!E' ora di capire che la gente è diventata più intelligente ed al cinema non ci va per vedere ciofeche che dai trailer sembrano dei capolavori e poi sono delle reali porcherie ed intanto ha speso 7 euro!!!:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@
  • Anonimo scrive:
    Re: ho smesso il P2P....
    ci sono riuscito anch'io, cambiando lievemente sugli hobby sono riuscito a non guardare un film da mesi e da evitare completamente la tv, non vi dico il guadagno in vita autentica che mi era sempre sfuggita.E infine sono decenni che la musica esiste ed e' sempre bella a prescindere da quando e' stata suonata; lasciate perdere l'ultimo album uscito che e' solo una goccia nel mare di cio' che e' stato prodotto, una goccia che ora sta facendo traboccare il vaso.....

    1) non andare piu' al cinemaho di meglio da fare che perdere tempo al cinema (e alla tv), basta un po' di forza di volonta' per staccarsene.
    2) non acquistare piu' cd musicali in italianon aquistateli e basta, lasciate perdere le ultime uscite che sono operazioni commerciali quando i vostri amici saranno contenti di farvi sentire il meglio che hanno, e per prestarsi cd nesusno e' mai stato punito.
    3) non acquistare piu' DVD neanche dalle
    riviste delle edicolenon l'ho mai fatto ma non mi sento di condividere questo punto, se non erro i costi del materiale in edicola sono piu' bassi, vero? in sostanza quelli che vorremmo ovunque. Se cosi' e' non incoraggrei questo punto.
    4) se ho bisogno di 2-3, acquisto all'estero.Il mio consiglio e' di valutare bene se vale quello che costa;ci sono 3 concerti interessanti in questi giorni, visto i costi del biglietto ho deciso di saltarli tutti, poi si lamenteranno di internet.....
    e i 200.000 senza lavoro?? e' una bella domanda; e' possibile che ci siano 200nila persone che si reggono di questo lavoro? o ci raccontano un sacco di balle o siamo di fronte al piu' grosso caso di parassitismo mai visto al mondo.Significherebbe che 1 lavoratore italiano su 80 lavori in questo settore, ma dai.........se l'italia va male diceva qualcuno e' perche' abbiamo pochi lavoratori attivi rispetto quelli passivi..........
  • Anonimo scrive:
    domanda:il cinema può uccidere?
    chi sa la risposta?
  • Anonimo scrive:
    Re: SETTORE STRATEGICOOO ????!!!! :|
    ed è una novità?
  • Anonimo scrive:
    Registi e millantatori vari
    Dimostrano e si disdegnano per i fondi non concessi? allora sappiano mostrateci cosa hanno immesso come prodotto culturale! Io non ne vedo nessuno, ad attori e registi scarzi, stile Nuti che attesta "io mi faccio di Vino" io rispondo piuttosto che andare al cinema esco a prendermi un gelato o a comperarmi un libro che fa davvero cultura.Il nuovo cinema Italiano è composto nella maggior parte da figli di defunti attori, che calcando le fortune dei padri in un cinema che era la sola opportunità dei spettatori di quei tempi, non possono in nessun modo sostituirsi ad un bisogno che fu.Stessa fine la TV sorretta dalle schiere di donne per lo più anziane, resta accesa per la sola compagnia della voce più che dalla bellezza di un film che bello non è, non so voi ma ultimamente spengo la TV alle nove e mezza dopo aver monitorato che sui vari canali non c'è nulla degno di nota.Cari pseudo artisti avete creato solo tazze e sciaquoni, senza calcolare che il pubblico non ammira i cessi neanche se sono fatti da...
  • Gianluca70 scrive:
    SETTORE STRATEGICOOO ????!!!! :|
    Povera Italia (e poveri Rossellini, Antonioni, Gasman e DeCurtis vari...) se il cinema attuale e' veramente un settore strategico per la nostra cultura!Sono riusciti a far diventare Carnevale una festa che dura tutto l'anno, ovvero dove il mondo va al contrario e i matti comandano al posto dei savi...A questo punto certamente le strategicita' possono essere valutate in questo modo! Che ne dite, Vanzina presidente della repubblica e Boldi primo ministro? Ovviamente la GdF la facciamo fare alla SIAE...E per favore, chiudiamo scuole, universita' e centri di ricerca, sono pericolosi centri di pensiero che possono nuocere a questo settore strategico!!E' proprio vero, l'Italia e' un paese bellissimo, peccato ci abitino ALCUNI italioti...
  • Anonimo scrive:
    Re: "la pirateria è un reato"
    Gia', sembra che si tirino la zappa sui piedi;Dopo aver letto la notizia ho rimandato di un altro po' il cessate le ostilita'.
  • Anonimo scrive:
    Re: 50.000 violazioni?
    Questi personaggi ignobili tirano fuori conteggi del tipo che ogni file scaricato e' un file che non e' stato comprato.E comunque piu' cu date dentro e piu' vi scavate la fossa con le vostre mani;stavo pensando a quando sarebbe stato il momento di tornare sui miei passi ma quyi ci stiamo allontanando.Altre braccia rubate all'agricoltura...................
  • hoff scrive:
    verità, non propaganda
    Niente può sostituire un buon film visto al cinema, non sarà sedendomi davanti allo schermo del pc che proverò quello che provo al cinema. Chi fa finta di non saperlo ha veramente rotto col suo terrorismo da quattro soldi.Invece, la rete sostituirà la televisione. Ma per forza: è un mezzo antiquato, per natura ipnotico e assolutamente antidemocratico. Solo chi ha i miliardi e gli appoggi politici può dire la sua in televisione. Su Internet invece chiunque può aprire un blog o scrivere commenti su un sito... per non parlare della libertà di scelta e della facilità di reperire informazioni che in televisione non avrai mai. Secondo me è DI QUESTO che hanno paura.Discorso completamente diverso per la radio, almeno per quelle stazioni che sanno giocare sul rapporto con gli ascoltatori.
  • Anonimo scrive:
    Re: 280 !!!!!
    come ?A un tavolino di un bar !!! :D
  • Anonimo scrive:
    Che palle...
    Non siete crepati fino ad ora...Che cavolo rompete?!State contunuando a girare con le vostre macchinone, quando io per mantenermi una utilitaria devo fare i salti mortali...Avete case immense, io un appartamentino (manco mio, ma in affitto)....Avete un lavoro...Io viaggio da un contratto a progetto all'altro...Ma che volete ancora?!Ma andate a zappare la terra (ho fatto pure quello) e imparate a sudarveli i soldi...Infami
  • Anonimo scrive:
    Re: fare film decenti no ?
    La verità è che chi fa cinema in Italia non sopporta l'inferiorità rispetto agli americani... in pratica vorrebbero ingaggi comparabili pur senza dover fare film con budget dello stesso calibro...E'da nirvana(l) che non esce un film italiano Sci/Fi, possibile che gli italiani si siano resi conto che il genere non tira ?Film in costume ? Abbiamo libri di storia giganteschi pieni di personaggi realmente esistiti, di aneddoti, di vite vissute nel passato fra battaglie e guerre ma a quanto pare anche questo genere di film non "tira".Ah, si, poi arriva un biondino con gli occhi azzurri che interpreta Achille (!) che viene ammazzato da una freccia al tallone (e altre 12 a ribadire, ma sono dettagli) DENTRO le mura di Troia (dettaglio trascurabile) e tutti vanno al cinema.Commedie BRILLANTI (cioè con una storia dietro e non i soliti polpettoni con DeSica e Boldi e la solita ragazzona scollacciata con delle tette da 5Kg l'una) le ha sapute fare solo pieraccioni... due, e poi si è perso nel copiarsi all'infinito.Toh, mi sono caduti degli spunti... peccato che sia il mercato a dirgli cosa vuole e loro che continuano a propinare sempre la stessa roba....
  • Anonimo scrive:
    producono solo porcheria
    e hanno pure il coraggio di battere cassa e piagnucolare parandosi dietro la cultura? a casa mia se una cosa produce perdite deve essere dismessa, altro che assistenzialismo...MAFIOSI
  • Anonimo scrive:
    Re: meglio che crepi il cinema
    ghigliottina per chi scarica a ma congiuntamente chiusura di siae fimi fapav ifpi con impiccagione pubblica dei dirigenti... e bando delle major dall'italia..
  • Anonimo scrive:
    Mi fanno venire la nausea...
    Mi viene la nausea a sentire queste affermazioni. Non hanno ancora capito che si stanno dando la mazza sul piede da soli. Basterebbe seguire la legge di mercato, ridurre i costi del cinema, dei supporti, dei CD e dei Film per uccidere la pirateria. Ed invece no, si pensa a condannare ed a chiedere 7 Euro per vedere un film, magai idiota e brutto. Personalmente non avdo più al cinema, per quanto mi piaccia, per l'esosità del costo. E se voglio vedere un film ? Bè...lo affitto al blockbuster ! E se non lo trovo al blockbuster ? Bè allora...
  • Anonimo scrive:
    non è vero nulla!!!
    la rete ucciderà il cinema????ma vi rendete conto ke questi signori non hanno un nè un limite alla loro cupidigia nè una coscienza?Secondo loro una autorità cinematografica ke permette l'arrivo al pubblico di film come "The Phone"(ke per esempio è stato distribuito solo qui e in norvegia) deve essere aiutata!Questo continuo proporre prodotti pessimia prezzi folli ucciderà il cinema!é una Vergogna..come nel caso del calcio ci sono due pesi e due misure.I potenti possono allegramente sfasare i bilanci e produrre niente..tanto poi lo stato e le istituzioni parano sempre il culo!se io onesto cittafdino non pago le tasse = galerase io onesto lavoratore non produco prodotti validi = divento barbone
  • Anonimo scrive:
    meglio che crepi il cinema
    la telefonia è in Italia uno dei pochi settori in cui siamo abbastanza forti. Il cinema al contrario è il peggiore (dopo che ho visto report mi è venuto da vomitare). Di conseguenza preferiamo veramente far fallire aziende che producono ricchezza a favore di registi che vanno sempre in rosso?Non credo sia una bella mossa. Per una volta tanto che l'Italia poteva mettersi in competizione con gli altri paese nooooci doveva essere il raccomandato di turno a rompere i coioni.Che ci frega se poi perdiamo una marea di posti di lavoro (perchè la diffusione della banda larga avrebbe creato moltissimi servizi e quindi lavoro), i poveri registi italiani devono mangiare. Io sarei disposto a mettere anche la gigliottina per chi scarica basta che loro non abbiano neanche un centesimo. Quando vedranno che spendono soldi senza produrre niente forse la smetteranno.Il cinema Italiano è solo merda.
  • MemoRemigi scrive:
    IN MINIERA !!!!
    Tutti in miniera li manderei sti cialtroni !!!Diciamo la verità: il cinema italiano è una monnezza !Di veri capolavori come quelli di Troisi, Pozzetto, Benigni etc non se ne vedono più da parecchio.Ormai il film tipico italiano è quello dei fratelli vanzina, con un target culturale realmente bassissimo.I periodi di vacche grasse è finito cari, io non vi darei neanche un centesimo di contributo statale !Non vedo poi perchè voi dobbiate ricevere contributi statali mentre altre categorie di lavoratori no.Cosìè, il vostro lavoro merita e gli altri invece nisba ?E non venitemi a raccontare che il p2p vi rovina il mercato, perchè la gente sul p2p oltre a scaricare l'ultimo flm dei fratelli vanzina che COMUNQUE NON AVREBBE VISTO AL CINEMA, scarica anche film datati o introvabili nei blockbuster (si, perchè le care vecchie videoteche la evete uccise voi cari miei !).Quindi per concludere, IN MINIERA A SPALARE SALE !!!TUTTI !!!LADRI.
  • Anonimo scrive:
    danneggiateli
    non boicottateli, non basta.. han bisogno di vedere un danno serio, una ritorsione.. meritano un danneggiamento attivo da parte degli utenti.. chi ha idee si faccia avanti!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Matrix vs Le Barzellette :D
    - Scritto da: LordBison

    Torno a ripetere Qualcuno ricordà un
    film recente italiano in cui si usano
    effetti speciali stile matrix? per fortuna no, gli effetti speciali di matrix gustateli tutti te, io voglio film con una storia, non un cartone animato giapponese dove alla fine gridano "gundam"
    • Anonimo scrive:
      Re: Matrix vs Le Barzellette :D
      - Scritto da: Anonimo
      io voglio film
      con una storia, non un cartone animato
      giapponese dove alla fine gridano "gundam"Ti sbagli, alla fine gridano"mai dire BANZAAAAAIIIIIIII !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :DNeoGiggi
  • Anonimo scrive:
    Re: Dalle mie parti....
    - Scritto da: gerry
    in 3anni hanno aperto 3 multisale. Prima in
    zona c'erano 5 sale, adesso ce ne saranno
    almeno una ventina.
    E sono sempre piene.

    Qui c'è qualcosa che non torna...Lo dicono semplicemente perchè ora invece di una semplice piscina vogliono una piscina olimpionica e di una semplice Ferrari un Jet o forse si sniffano troppe piste?8)
  • ryoga scrive:
    Sono peggio dei parassiti......
    "Francesconi ha poi anche lamentato il cosiddetto decreto tagliaspese sul quale sta lavorando il Governo e che prevede importanti tagli ai contributi dello Stato, una scelta che AGIS definisce "gravissima" perché "la cultura e lo spettacolo rappresentano per l'Italia un settore strategico nel quale lavorano 200 mila addetti che, oltretutto, non godono di ammortizzatori sociali"Ma chi vogliono prendere in giro? Se ci sono 200 mila addetti, significa che e' un settore che "tira" e quindi che ci sono abbastanza soldi da pagare tutti.Io proporrei l'eliminazione degli aiuti al settore "cinema e spettacolo" perche' son anni che non esce un titolo degno di nome e che ambisca ad un premio internazionale di un certo rilievo!Inoltre a me sembra che il cinema sia sempre ben affollato dai soliti "consumatori" e quindi scatenare il putiferio per un problema che neanche esiste è un qualcosa di grottesco...... potrei pensare che fanno terrorismo psicologico verso i parlamentari....i quali....illudendoci dapprima di un cambiamento della legge Urbani, approveranno ulteriori restrizioni e pene a carico degli utenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Una considerazione banale
    Boat Trip è un film dei fratelli Vanzina come stile, solo che è fatto da gente americana con Cuba Downing Jr.Detto questo, hai ragione.
  • Anonimo scrive:
    Matematica
    Non voglio parlare di economia perchè sono ignorante in materia ma questo decreto mi farà perdere anche l'autostima in matematica in cui ho sempre creduto di capirne un pò di più. Spiegatemi sto fatto:
    Daffarra ha calcolato che nei primi quattro mesi del
    2004 "sono state già accertate 50mila violazioni al diritto
    d'autore attraverso Internet". La violazione, ossia lo
    scambio di un file protetto tra utenti, con questo ritmo si
    moltiplicherà prima della fine dell'anno per centinaia di
    migliaia di volte, secondo FAPAV, "e ciò provocherà una
    crescita esponenziale dei 280 milioni perduti nel 2003".50 mila violazioni * 100.000 volte = 5 miliardi di violazioni in Italia. Non pensavo che in Italia ci fosse stato un tal incremento demografico, mi sono distratto.In ogni caso mi chiedo come si fa ad imputare la perdita del cinema italiano (pari a 280 milioni nel 2003) al file sharing dato che in tale anno le "violazioni" sono state poco più che qualche decina di migliaia? Mi spiego: 280 milioni di euro / 50 mila violazioni = 5400 euro per violazione. Anche raddoppiando o triplicando il numero di violazioni non riesco a convincermi che il mio download potrebbe aver provocato la perdita di migliaia di euro al cinema (non ci andrei mai con un prezzo del biglietto simile).Non capisco, perdonatemi!
  • Anonimo scrive:
    Re: Morte tua - Vita mia (By DoubleGJ)
    - Scritto da: DoubleGJ
    o la rete ucciderà il cinemaE' stata legittima difesa ;)
  • Anonimo scrive:
    Una considerazione banale
    Giusto per capire dove sta andando il cinema in italia:Se domani venisse da voi John Smith , l'americano medio , e vi facesse vedere orgoglioso un film americano qualunque degli ultimi 2 mesi , come reagireste ? Magari vi piacerebbe , magari no ( la solita americanata) in ogni caso non avreste una reazione totalmente negativa o di disprezzo. Ora, invertiamo la situazione: se foste voi ad andare a casa di John Smith, e gli doveste far vedere un film italiano che e' ora nelle sale come credete che reagirebbe ? ma sopratutto , e questo e' piu' importante, non provereste un senso di vergogna ? Magari Mr. Smith si becca un bel "vacanze sul nilo " , e hai voglia te a spiegargli che e' stato pure campione di incassi . Mr Smith probabilmente si immaginerebbe che l'Italia e' un immenso ospedale psichiatrico, pieno di gente lobotomizzata, che si diverte difronte a film che se guardati con occhio neanche troppo critico offendono l'intelligenza umana e mi fanno pensare che forse un bradipo della foresta equatoriale ha piu' cervello dellitaliano medio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Matrix vs Le Barzellette :D
    - Scritto da: LordBison
    il cinema italiano è una barzelletta
    :D

    "Francesconi ha poi anche lamentato il
    cosiddetto decreto tagliaspese sul quale sta
    lavorando il Governo e che prevede
    importanti tagli ai contributi dello Stato,
    una scelta che AGIS definisce "gravissima"
    perché "la cultura e lo spettacolo
    rappresentano per l'Italia un settore
    strategico nel quale lavorano 200 mila
    addetti che, oltretutto, non godono di
    ammortizzatori sociali"."

    faccia come il didietro, in america lo stato
    neanke si sogna di aiutare i produttori in
    film specie vista la qualità dei
    nostri film (bleah)...
    vabbe kissene tanto conosco abbastanza bene
    l'informatica da grantire che i drm, le
    campagne anti p2p non serviranno a niente il
    cinema italiano o cambia e diventa
    più competitivo (specie contro film
    stranieri) oppure morirà...

    Torno a ripetere Qualcuno ricordà un
    film recente italiano in cui si usano
    effetti speciali stile matrix? E qualcuno ricorda un film americano ( anche Matrix ....specialmente il 2 e il 3 ) in cui si sia usato il cervello per generare una trama decente e non fare un film da vuoto di contenuti e pieno solo di effetti speciali ?Si salva giusto giusto Henry Potter e qualche film d' animazione ( Shreck, direi ....)
    • Locke scrive:
      Re: Matrix vs Le Barzellette :D
      - Scritto da: Anonimo

      E qualcuno ricorda un film americano ( anche
      Matrix ....specialmente il 2 e il 3 ) in cui
      si sia usato il cervello per generare una
      trama decente e non fare un film da vuoto di
      contenuti e pieno solo di effetti speciali ?
      Si salva giusto giusto Henry Potter e
      qualche film d' animazione ( Shreck, direi
      ....)Guarda, a pescare solo i primi 2 che mi vengono in mente e che hanno una trama non banale, ti direi Minority Report e La maledizione della prima luna Se mi metto a pensare per 5 minuti, ne trovo sicuramente un'altra decina.Ora ti rigiro la domanda:Riesci a ricordare un film italiano qualunque in cui si sia usato il cervello non solo per la trama ma anche per la recitazione e non sia un film che fa successo solo per un paio di tette nude e qualche VIP preso a caso?
  • Ribelle scrive:
    Caproni !!!
    Ma quante inutili balle.....I film di qualità ( uno per tutti : le fate ignoranti ) hanno "tirato" al cinema per quasi un anno.Se si attiva la politica di fare film appena appena decenti, farli passare al cinema per non più di due settimane ( tre al massimo), attivare solo MegaCinema a 40 sale, e far pagare il biglietto 7/8 euro .... non ci si può certo lamentare dei risultati.La SCARSISSIMA qualità del cinema italiano e americano in generale ( tutto basato SOLO su effetti e POCHISSIMO su regia e trama di qualità ....) ha avuto come risultato la disaffezzione dell' utente-film, il famoso spettatore, a cui spetta oggi veramente poco.In più ci sono : DVD, televisione satellitare, videocassette e , buon ultimo, internet.Inutile prendersela con il P2P, dimostra SOLO che degli ignoranti stanno cercando un capro espiatorio.Perche sono LORO degli incapaci, che vogliono marciare su un mercato chiuso e proprietario, per poter mungere la gente come vogliono.
  • Anonimo scrive:
    Intanto...
    Sarebbe bello che per affrontare il problema pirateria si invogliasse la gente ad andare al cinema. 7-8 euro sono sono veramente tanti per una prima visione e 22-23 per un DVD sono un patrimonio. Urbani, prima di creare la sua legge, poteva trovare un'alternativa valida.Personalmente per una prima visione spenderei 4 euro in meno a spettacolo, ma se così fosse triplicherei le mie uscite al cinema. Per un DVD, 10 euro bastano (si, lo so è un utopia..)...
  • Anonimo scrive:
    Re: Zingari
    - Scritto da: Anonimo
    Hai mai visto gli zingari mietere il grano?.... e mail li vedrai
  • Anonimo scrive:
    Re: Niente paura!
    - Scritto da: sigsegv
    I vostri film di merda non li caga nessuno.
    No, neanche gratis.E allora rispondi sinceramente a questa domanda: quanti film hai nel tuo harddisk ? non barare, eh.La Tua Coscienza
    • Locke scrive:
      Re: Niente paura!
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: sigsegv

      I vostri film di merda non li caga
      nessuno.

      No, neanche gratis.

      E allora rispondi sinceramente a questa
      domanda: quanti film hai nel tuo harddisk ?
      non barare, eh.Pochi, e di film italiani non ve n'è neanche l'ombra
  • Anonimo scrive:
    Zingari
    Hai mai visto gli zingari mietere il grano?
  • gerry scrive:
    Dalle mie parti....
    in 3anni hanno aperto 3 multisale. Prima in zona c'erano 5 sale, adesso ce ne saranno almeno una ventina.E sono sempre piene.Qui c'è qualcosa che non torna...
  • Anonimo scrive:
    Re: Che ridere!
  • Anonimo scrive:
    schiavoni 6 1 mito
    Spiego io l'illustrazione di oggi per quelli di voi che sono perplessi, visto che è un pò contorta e probabilmente L.S. si sta chiedendo se non ha esagerato.Nel 1980 usciva un disco dei Buggles contenente l'hit "Video killed the radio star". L'illustrazione ne riprende la copertina, che mostra il cantante Trevor Horn, e il titolo, nei font originali, rivoltando però la frase con P2P al posto di video e movie (cinema) al posto di radio.Ma come se le pensa???
  • Anonimo scrive:
    ho smesso il P2P....
    ....lo usavo per concerti live ani 70 e basta.I CD nuovi non mi piacciono, i films raramente mi appasionano.certo: prima della "Urbani" mi compravo qualche CD musicale (soprattutto classica) e qualche DVD a buon prezzo (soprattutto dalle edicole).ora come mi SONO IMPOSTO di non fare piu' P2P mi sono IMPOSTO ANCHE di:1) non andare piu' al cinema2) non acquistare piu' cd musicali in italia3) non acquistare piu' DVD neanche dalle riviste delle edicole4) se ho bisogno di 2-3, acquisto all'estero.e i 200.000 senza lavoro?? qui nei ridenti campi coltivati delle mie lande c'e' lavoro a volonta'!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Internet come la radio
    - Scritto da: Anonimo
    Quando la radio inizio' a diffondere musica,
    si diceva che la radio uccideva la
    musica...e lo stesso si diceva di ciclostile per la stampa, di macchine fotocopiatrici e dei primi registratori a cassette......
  • Anonimo scrive:
    Re: cazzate.
    - Scritto da: Anonimo
    tutti i soldi buttati al vento?
    la gente che ama il cinema VA al cinema.
    va a vedere i bei film e li VUOLE vedere al
    cinema.
    poi se li masterizzerà anche (altro
    che p2p!!!) ma prima se li vede al cinema,
    se valgono.

    lavorate meglio, fate più arte,
    innalzatevi.concordo pienamente, firmo e sottoscrivo;ci sono film che vanno visti al cinema, ce ne sono altri che manco se mi pagano il biglietto ci vado, ed altri che nemmeno se mi minacciano con una pistola alla tempia scarico da internet;se vogliono vendere che facciano un prodotto migliore - che non vuol dire effetti speciali a profusione.... tanto per fare un esempio "clerks" era un film bellissimo che probabilmente sarà costato meno di un videoclip di Biagio Antonacci
  • Anonimo scrive:
    Internet come la radio
    Quando la radio inizio' a diffondere musica, si diceva che la radio uccideva la musica...
  • Anonimo scrive:
    Re: Morte tua - Vita mia (By DoubleGJ)
    Si, ma nel dubbio preferisco che la rete uccida il cinema tanto per quello che ci propongono....
  • Anonimo scrive:
    "la pirateria è un reato"
    La cosa simpatica è che a forza di battere la gente oramai ha "somatizzato" la cosa ed è diventata "a prova di spot".Quando al cinema appare "la pirateria è un reato" c'è sempre una serie di persone che urla roba tipo "e ora sto film me lo scarico con KaZaA" oppure "ce l'ho a casa da due settimane"...
  • Anonimo scrive:
    ma quali dati....
    Io sinceramente vorrei proprio vedere i dati relativi agli incassi dei cinema videoteche dvd production negli ultimi diciamo 5 anni.....probabilmente si saranno minimo triplicatee poi stanno a piangere x i mancati introiti....fanno schifo !!!A piacenza citta' dove vivo le statistiche danno un aumento vertiginoso di spettatori ( paganti) nei cinema.o e' un isola in(felice) l'Adsl nn ce l'ha nessuno oppure qua si lamentano tutti a bocca piena.........nn l'hanno ancora capito che se un film e' fatto bene e ne vale la pena col cavolo che la gente si scarica uno scr dal p2p !!!Va al cinema a vederselo e poi dopo 3 mesi probabilmente si compra anche il dvd ( nonostante lo facciano strapagare)
  • Anonimo scrive:
    Onestamente...
    Da quando ci sono i DivX vado di più al cinema perchè preferisco vedere i film che mi piacciono in maniera "consona" e il cinema và visto al cinema.Detto questo:L'ennesimo film sulla "depressione dei giovani in un mondo crudele dove tutti gli vogliono male ma è solo il problema del non riuscire a farsi capire perchè non c'è dialogo e intanto la mia ragazza và con un altro" ci ha rotto i coglioni (e scusate il francesismo).Non se ne può più! il cinema non funziona perchè bisogna dire a tutti gli sceneggiatori-scribacchini italiani che non siamo più ai tempi di fellini e di de sica (senior).La gente al cinema ci và per evadere dalla vita reale.In america mica lo finanziano il cinema, semmai è il cinema che finanzia lo stato (MPAA e compagnia bella) mentre da noi la scusa di 200.000 posti di lavoro a rischio dovrebbe difenderci dalla disarmante verità che il cinema italiano FA SCHIFO ?Se un mio amico (che diventerebbe immediatamente EX-amico) mi invitasse a vedere un qualsiasi film italiano MI DAREI MALATO!I soldi "costano" e se permettete 5-7 euro me li spendo per andarmi a vedere qualcosa che mi lasci un buon ricordo della serata (anche Harry Potter può andar bene) e non un pastiglione indigesto con pretese (ovviamente illeggitime) di cinema-verità, cinema-denuncia, cinema-d'-autore o cinema-qualsiasi-altra-cosa-volete-purchè-non-indichi-la-zotta-che-effettivamente-è.E i botteghini non danno ragione a questi signori... danno ragione a ME!Vorrei sapere perchè la le donne che passano le giornate a guardare beautiful e vivere dovrebbero andarsi a vedere un polpettone riscaldato deprimente.Vorrei sapere perchè gli uomini che passano le giornate a cercare lo sport dovrebbero andarsi a vedere un film di denuncia sociale.Vorrei sapere perchè i ragazzi che vivono in un universo tutto loro (com'è giusto che sia) dovrebbero andarsi a vedere un film sulla posizione emarginata dei ragazzi quando NON SI RICONOSCONO in quello che i film propongono.Per il resto possono ammazzare la pirateria, il P2P, la rete tutta ma si arriverà al punto che il cinema italiano collasserà su se stesso e non per scalogna o per qualche cassandra strana ma soltanto perchè E'INGUARDABILE!
  • Anonimo scrive:
    vedo che Schiavoni è un...
    ... fortunato possessore di un originale copertina di un disco dei Buggles.O l'hai trovata in rete?;)
  • shevathas scrive:
    fare film decenti no ?
    Ma il cinema italiano non è in grado di camminare con le sue gambe?Senza aiuti di stato non rende? Ma se i film più gettonati nel p2p erano i vari fantozzi e i pierini.Quelli sono film CULturali? E se i film italiani fanno cassetta perchè non sono contesi con le unghie e con i denti fra rai e mediaset?Senza voler offendere nessuno, ma il dirigente che implora $ paventando il rischio di dover licenziare i suoi dipendenti e minacciando turbative alla pace sociale dovrebbe come prima cosa dimettersi in quanto manifestatamente incompetente.Temo che il cinema stia prendendo il vizio di privatizzare gli utili e colletivizzare le perdite ?Bisogna sostenere la cultura? si potenzino le biblioteche e si lasci il prestito gratuito, invece di mettere la tassa per il cinema.Io non vorrei essere costretto per legge a dover andare a sorbirmi moretti :(
  • Anonimo scrive:
    Il problema di tutto è... la coca
    La coca costa troppo e fa male al cervello...Questo connubio fa si che questa gente sia sempre in cerca di soldi adducendo scuse e teorie sconfusionate.Dobbiamo aiutarli a smettere di sniffare, così risolveremo tutti i problemi del mondo dello spettacolo in un colpo solo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bhe e i calciatori Mangiasoldi?
    Solite cose.Cambiate disco.
  • Anonimo scrive:
    Re: Niente paura!
    Se. Ti saluto vado al cinema.
  • Anonimo scrive:
    poveri artisti e poveri discografici
    ebbene si, sono al lastrico...qualche settimana fa leggevo su TV Sorrisi e Canzoni una intervista a PUPO ( e solo per questo vale la pena citarla) che raccontava che nei periodi piu' bui della sua carriera e' riuscito a sopravvivere grazie a quei 300 milioni (di vecchie lire) di diritti SIAE che gli arrivavano ogni anno... SOPRAVVIVERE??? Ma dico, hanno mai provato a sopravvivere con 800 euro al mese? E lui non e' certamente uno dei piu' ricchi, figuriamoci gli altri... questo mi fa rabbrividire.
  • Anonimo scrive:
    Che ridere!
    Ok cari boss del cinema, avete un ruolo e quindi mi sembra irreale chiedervi sincerità, ma per una volta ditela giusta: la rete uccide il cinema? neanche per sogno...è il vostro cinema, quello italiano che si sta suicidando...siamo sinceri, forse oggi a causa della pirateria vendete 9 biglietti anziché 10, ma dei vostri film vogliamo parlarne? Ormai il cinema italiano è diviso in un filone di film impegnati di qualità che tuttavia raccattano poco pubblico, ed un un filone della commedia costantemente in mano a 5 o 6 personaggi che di anno in anno recitano sempre lo stesso copione e la gente ormai ne è stufa.Voi quindi chiedete leggi forcaiole ed ovviamente finaziamenti...ma chi siete? Io quando lavoro mi guadagno i miei soldi e se lavoro male rischio...perché voi dovreste sempre guadagnare sulle mie spalle (chiedere soldi allo stato significa chiederli anche a me...) , incuranti della qualità del vostro lavoro? Bagno d'umiltà consigliasi...per rinascere bisogna prima morire...chissà che questa non sia la volta buona.
  • Anonimo scrive:
    ...e Cristo è morto di freddo.
    Fanno film da voltastomaco e hanno il coraggio di incolpare la pirateria informatica.Ma chi cacchio se le scarica quelle boiate?Semmai può incidere sul video-noleggio...
  • Anonimo scrive:
    Che figli di .....
    ...Troy! :D
  • LordBison scrive:
    Matrix vs Le Barzellette :D
    il cinema italiano è una barzelletta :D"Francesconi ha poi anche lamentato il cosiddetto decreto tagliaspese sul quale sta lavorando il Governo e che prevede importanti tagli ai contributi dello Stato, una scelta che AGIS definisce "gravissima" perché "la cultura e lo spettacolo rappresentano per l'Italia un settore strategico nel quale lavorano 200 mila addetti che, oltretutto, non godono di ammortizzatori sociali"."faccia come il didietro, in america lo stato neanke si sogna di aiutare i produttori in film specie vista la qualità dei nostri film (bleah)...vabbe kissene tanto conosco abbastanza bene l'informatica da grantire che i drm, le campagne anti p2p non serviranno a niente il cinema italiano o cambia e diventa più competitivo (specie contro film stranieri) oppure morirà...Torno a ripetere Qualcuno ricordà un film recente italiano in cui si usano effetti speciali stile matrix?
  • Anonimo scrive:
    cala, cala
    280 milioni di euro ?Se li sognano.Gli prudono le mani quando vedono la quantita' di film e mp3 vengono scaricati.e battono la testa contro il muro quanti soldi sarebbero se li avessero comprati da loro.+++ PERO' +++C'e' un pero', si dimenticano che la stragrande maggioranza di quei files vengono scaricati proprio perche' sono gratis.Credo che ben pochi potrebbero permettersi di comprare tutti i files che scaricano.Un tempo era uso registrare dalla radio le canzonette.E scambiarsi le cassette VHS.Non vedo proprio che cosa sia cambiato.Cari miei signori delle majors, VOI SOGNATE.
  • DoubleGJ scrive:
    Morte tua - Vita mia (By DoubleGJ)
    o la rete ucciderà il cinemao il cinema ucciderà la rete. Personalmente preferisco che rimangano in vita entrambe.E' tutta colpa di Urbani che non ha saputo fare una buona legge se la prendessero con lui e non con la Rete.
  • Anonimo scrive:
    tanto la tassa a favore del cinema...
    che è quello che davvero volete con la scusa del p2p difficilmente verrà aumentata. si scusi con la sua amichetta ma di piu' non potra' , specialmente dopo le elezioni
  • Anonimo scrive:
    Re: Statistica affari e finanza
    Bhè è proprio quello che intendevo dire nel post 50000violazioni.Su quali basi statistiche si basano i dati. Questo post le cita perfettamente e mette in luce come ci siano errori procedurali e concettuali a monte dei risultati prodotti. Ciò in statistica si chiama distorsione. Tradotto vuol dire che stanno prendendo una cantonata, un abbaglio.Già, stanno. Infatti la lotta al p2p costituisce un pericolo al libero scambio legale, se si criminalizza il p2p tout-court. Ma il pericolo più grave lo costituisce proprio per i delatori del p2p medesimi. Infatti questi si basano su convinzioni scaturite da dati e stime errati per regolare il proprio funzionamento. Voglio proprio vedere quando si accorgeranno che debellato il p2p le cose cambieranno non di molto. O perlomeno non cambieranno come costoro si aspettavano. La statistica è utile e potente, ma le ipotesi che le consentono di estendere il campo di osservazione umano devono essere redatte su basi logico-scientifiche, se no è come guardare attraverso un vetro opaco che distorce.
  • fasibia scrive:
    Statistica affari e finanza
    http://www.repubblica.it/supplementi/af/2004/06/28/multimedia/020cesconi.html Si parla della crisi (non nera) del cinema in italia.quoto:gli "iperattivi multimediali", percentualmente il 21%, che consumano immagini con altre tecnologie;EOFPer chi non ha voglia di leggere tutto quel 21% si riferisce al totale dei "non spettatori".Si noti che non si parla di pirateria. Nella percentuale, smentitemi se sbaglio, sono compresi anche quelli che acquistano o noleggiano legalmente dvd e videocassette preferendole alla sala.Se ho capito bene nella statistica hanno accomunato le categorie bollando tutti come "iperattivi multimediali".Io sono convinto che snocciolando le cifre si arriva a una percentuale irrisoria di gente che non va al cinema preferendo le versioni pirata del film... Calcolando che i fedeli della tv che non vanno al cinema rappresentano il 28% del totale...:DE il 44% è gente che NON ESCE DI CASA..Il p2p sarà anche illegale, immorale, fastidioso. Ma non uccide il cinema. Il cinema lo stanno ammazzando loro con la loro incapacità.==================================Modificato dall'autore il 29/06/2004 4.07.04
  • Anonimo scrive:
    Vorrei capire una cosa
    Se invece di mettere subito in circolazione videocassette e dvd facessero passare un certo tempo in modo che il film devi per forza andare al cinema per vederlo non sarebbe una soluzione? Ovviamente dovrebbero anche controllare che il film non venga copiato dalla pellicola con la complicità degli addetti ai lavori. Quando poi mettono in commercio i dvd ci mettano su delle protezioni migliori in modo da costringere chi produce software per la copia a dover di volta in volta scoprire le nuove protezioni come avveniva coi giochi ai tempi del commodore 64. Giorni fa in tv sentivo che avevano sequestrato dei tessuti griffati falsi identici agli originali. Beh, a mio parere se questi falsi erano identici agli originali allora o gli originali non erano abbastanza "originali" oppure i falsari meritavano un applauso per la loro bravura. Esistono i cosiddetti falsi d'autore, ad esempio porcellane antiche che sono imitazioni molto buone di porcellane un po' più antiche ed appartenenti a importanti scuole d'arte. Questi falsi non valgono quanto gli originali, ma valgono comunque molto perché sono di ottima fattura e oltretutto sono antichi anche loro.Le euro banconote sono difficilissime da copiare grazie ai tantissimi accorgimenti che sono stati usati per la loro produzione. Ad esempio l'ologramma è particolarmente difficile da copiare, occorrono macchinari sofisticati.In conclusione, invece di prendersela sempre con chi copia, perché non se la prendono un po' con loro stessi che si lasciano così facilmente copiare? Secondo me non servono leggi che limitino la libertà. Serve invece più intelligenza da parte di chi produce gli originali. Più originalità ;)Poi c'è un'altra verità: chi produce software, film e musiche sotto sotto conta anche sulla pirateria per una maggiore diffusione del prodotto. Pensate che Bill Gates avrebbe fatto tanti affari se non fossero esistite le copie illegali? Chissà che a volte non siano gli stessi produttori di originali a mettere in circolazione anche le copie illegali per far avere ai propri prodotti maggiore popolarità e guadagnarci quindi molto di più.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vorrei capire una cosa
      - Scritto da: Anonimo
      Se invece di mettere subito in circolazione
      videocassette e dvd facessero passare un
      certo tempo in modo che il film devi per
      forza andare al cinema per vederlo non
      sarebbe una soluzione? no, sarebbe una soluzione peggio del male: l'attuale cinematografia è del tipo che brucia in fretta, dopo che un film è in giro da 20 gg nessuno lo va più a vedere, il consumatore tipo tra l'altro dimentica molto in fretta - altrimenti come potrebbe restare calmo e ingozzarsi di remake su remake su remake pressochè identici all'originale?
      Ovviamente dovrebbero
      anche controllare che il film non venga
      copiato dalla pellicola con la
      complicità degli addetti ai lavori.
      Quando poi mettono in commercio i dvd ci
      mettano su delle protezioni migliori in modo
      da costringere chi produce software per la
      copia a dover di volta in volta scoprire le
      nuove protezioni come avveniva coi giochi ai
      tempi del commodore 64.
      [snip]sfatiamo un mito una volta per tutte: scaricare un film o copiare un DVD non è qualcosa che si fa in 5 minuti; per scaricare un film ci possono volere giorni, per duplicare un DVD - o per "rippaprlo" - ci possono volere ore; inoltre l'ADSL si paga, i supporti vergini DVD si pagano, la corrente elettrica si paga, e il tempo ... è denaro;da tutto ciò premesso, se un DVD venisse messo in vendita a soli 5 euro - magari senza doppia lingua o contenuti speciali - ho il sospetto che ci sarebbe un boom delle vendite ed un crollo dei download e delle duplicazioni;le copie vendute si impennerebbero e i "poveri" vituperati "artisti" avrebbero di che tirare avanti...sov'è? il problema? semplice, l'industria video-discografica se mette in vendita un DVD a 20-30 euro è perchè l'intero processo di produzione e distribuzione COSTA e il prezzo finale è praticamente imposto;la cosa curiosa è che il prezzo non dipende dal reale costo di prodizione, ma dalle molteplici creste operate dai vari addetti alle varie fasi di produzione - come direbbe qualcuno, "è tutto un magna magna"è il modello di produzione è distribuzione della major ad essere sbagliato: la tecnologia permetterebbe di produrre un DVD completo di custodia, libretto e cellophan a meno di un euro, ma sono le procedure ed i personaggi di contorno a far lievitare spropositatamente il costo... senza per altro aggiungere alcun valore al prodotto finalenon è il caso che magari qualcuno iniziasse DAVVERO a considerare un differente modello di business?
  • Anonimo scrive:
    L. Urbani: Danni per miliardi di euro
    Come al solito esistono almeno 2 punti di vista: miliardi di euro potrebbero essere i danni prodotti dalla legge urbani se la questa legge fosse applicata su vasta scala. Tutte le persone denunciate dovrebbero affrontare un processo penale. :| Ma quanto costano le spese legali di un tale processo ?E poichè tutti i nostri collegamenti alla rete lasciano una traccia (file di log) potrebbero (non sto dicendo che lo faranno, ma potrebbero) denunciare tutti quelli che utilizzano il filesharing, e sono milioni. Ecco perchè i danni potrebbero essere molto maggiori di quelli subiti dalle case cinematografiche e discografiche.Se la pirateria è così diffusa ci sarà un perchè.Non è che i prezzi dei dischi e dei dvd sarà troppo alto ;)La pirateria se non altro ha fermato i prezzi dei dischi, in salita verticale negli ultimi anni.Attenzione però, la pirateria è, e resta un reato anche se la legge verrà cambiata, solo che, com'è giusto che sia, non vedremo mai nessuno in galera per aver scaricato qualche file mp3.Il ministro dovrebbe far abbassare i prezzi dei dischi e poi può anche remprimere la pirateria, ma che siano sanzioni amministrative.La pirateria, crea di fatto concorrenza in un mercato che non conosce questo termine.La concorrenza è la chiave.Come crearla ?Non vincolando, ad esempio, i cantanti ad una sola casa discografica.Mario
  • Alphetto scrive:
    Bhe e i calciatori Mangiasoldi?
    Bhe 280 Milioni di Euro ......e tutti gli altri soldi ke un comune mortale che gioca a pallone quanto prende all'anno??? E fate 11 Giocatori per tutte le squadre quanto esce? NEanke chi corre in moto o in F1 ke riskia la vita ad ogni corsa prende cosi tanto e il P2P sta rovinando i
  • Anonimo scrive:
    Re: "la pirateria è un reato"...
    La cosa fantastica è che te lo sparano al cinema, dove la gente il biglietto lo ha pagato.Questa è la prova lampante che sanno perfettamente che se un film piace la gente ci va, p2p o non p2p, e quindi sono in malafede.
    • Anonimo scrive:
      Re: "la pirateria è un reato"...
      - Scritto da: Akaal
      La cosa fantastica è che te lo
      sparano al cinema, dove la gente il
      biglietto lo ha pagato.

      Questa è la prova lampante che sanno
      perfettamente che se un film piace la gente
      ci va, p2p o non p2p, e quindi sono in
      malafede.E sortiscono l'effetto contrario.Io da quando è stato approvato il decreto Urbani ho smesso di andare al cinema e di acquistare qualsiasi cosa sia originale. Fino ad allora avevo acquistato qualcosa come 1200 CD e 250 DVD. *ORIGINALI*.
  • Anonimo scrive:
    "la pirateria è un reato"...
    ... E no, la diffusione gratuita è entrata nell'USO COMUNE della gente.Spiacente, il giocattolo s'è rotto, e la gente s'è stufata di pagare 25 euro per un CD o 35 euro per un DVD.Se il cinema fallirà, ci guarderemo i film migliori, quelli prodotti anni fa senza bisogno di ingaggi multimiliardari, e ci guarderemo il cinema sperimentale di oggi che non ha bisogno degli ingaggi multimiliardari e che al contrario delle major riceve solo vantaggi dalla diffusione gratuita.
  • Anonimo scrive:
    siete melma avariata
    imho siete Mafia che succhia introiti allo stato per reinvestirli in regali di "pubbliche relazioni", adesso avete messo su un bel teatrino visto che siete alla frutta perché non investite un cazzo dove vi arrivano i soldi per farlo. Vi lamentate per internet, questa parolona tecnologica che va tando di moda, ma il punto è che nessuno vi caga perché producete melma avariata, vi sta benissimo così, il punto è che non vi bastano i sussidi, volete più soldi ancora per fare ancora più regali, e allora vi inventate che siete in crisi per colpa del p2p per avere ancora più soldi da tasse inventate dai vostri colleghi al potere. Scoprirete che presto sarete vittime dell'Inevitabilità.
  • Anonimo scrive:
    280 milioni?
    Ma in base a quali algoritmi si arriva a questa cifra? Ditecelo. Magari avete anche ragione che perdete 280 milioni di euro l'anno (ovvero oltre cinquecentomila miliardi di lire), ma una cifra sparata così non ha senso, sennò io vi dico che per colpa del mio vicino di casa che fa' rumore a tarda notte, ho perso 37 milioni.Che cifra è 37 milioni? Come la quantifico?Boh?Anche voi: Boh?
  • Anonimo scrive:
    P2P mangiasoldi
    Bilancio in rosso? Profitti in caduta verticale? I vostri superiori minacciano di darvi una buona scusa per vendere Ferrari e villa al mare? NIENTE PAURA. Con "P2P mangiasoldi", l'ultima nuova creazione della ditta FIMI/FAPAV (la stessa già pluripremiato "Internet pedofila") potrete finalmente arginare quelle fastidiose richieste di spiegazioni sugli introiti in calo da parte dei vostri boss. Gli altri prodotti, inefficaci, agiscono sulla causa, "P2P mangiasoldi" la nasconde. Assenza di creatività? Inadeguatezza tecnologica e mentale? Bilanci allegri? Con "P2P mangiasoldi" il capro è pronto, facile e, soprattuttto, politicamente corretto! Non fatevi troppe domande! Usate anche voi "P2P mangiasoldi"! Un prodotto raccomandato dalla RIAA, Recording Industry Association of AmericaAttenzione: causaassenzadicreativitàcecitàesorditàcronicaeinultimaistanza labancarottatotale
  • Anonimo scrive:
    Re: Cazzate
    - Scritto da: Anonimo
    Tutte cazzate, se i film fanno skifo io non
    ci vado al cinema.....e se i cd costano 18
    Euro e non sai cosa ti aspetti non li
    compri....
    Sinceramente io dei gruppi che mi piacciono
    e che so che non mi deluderanno ho i cd
    originali.......e al cinema quei pochi film
    che mi ispirano li vado a vedere
    lì.....idem! ..i film belli meritano di essere visti al cinema e i cd belli presi originali (magari dopo un preascolto su mp3 e se il prezzo è onesto) ...peccato che cd belli ne stiano uscendo pochissimi (anzi meno male così investo sui cd vecchi usati che sn più belli di quelli nuovi) e anche il cinema sembra prendere questa piega!
    • Anonimo scrive:
      Re: Cazzate
      - Scritto da: Anonimo
      idem! ..i film belli meritano di essere
      visti al cinema e i cd belli presi originali
      (magari dopo un preascolto su mp3 e se il
      prezzo è onesto) ...peccato che cd
      belli ne stiano uscendo pochissimi (anzi
      meno male così investo sui cd vecchi
      usati che sn più belli di quelli
      nuovi) e anche il cinema sembra prendere
      questa piega!Ecco, finalmente qualcuno dice le cose come stanno. Questa gente non capisce un cavolo di niente. Ma chi gli mette in testa certe idee? Chi gli consegna le statistiche? Chi l'interpretazione delle medesime? Perchè il P2P è uno strumento favoloso per farsi una cultura musicale e senza cultura non si puo' nè apprezzare nè valutare la medesima. Quando pensavo che la musica fossero solo quelle quattro cazzate che trasmettevano in TV o alla radio non mi interessava minimamente comprare anche solo un album. Quando ho iniziato a SCEGLIERE quello che volevo sentire spostandomi di genere in genere grazie al P2P ho iniziato anche a comprare quegli album che secondo me MERITAVANO. Con questa politica anti-file sharing le major (cinematografiche o discografiche) si stanno solo scavando la fossa da sole.
  • Anonimo scrive:
    Re: cazzate.
    - Scritto da: Anonimo
    tutti i soldi buttati al vento?
    la gente che ama il cinema VA al cinema.
    va a vedere i bei film e li VUOLE vedere al
    cinema.
    poi se li masterizzerà anche (altro
    che p2p!!!) ma prima se li vede al cinema,
    se valgono.

    lavorate meglio, fate più arte,
    innalzatevi.concordo in pieno! ..io sono contrario a questi prezzi assurdi ma se un film penso che mi piaccia me lo vedo al cinema con tutte le comodità del caso! ..certo che se non sta uscendo nulla di decente (a parer mio) da un bel po' è ovvio che al cinema non ci vado, poi se su internet si trova qualcuno di sti filmetti stupidi che stanno facendo magari lo prendo pure ma tanto per darci un'occhiata perchè mi lascio attirare, cosa diversa dal dire che l'avrei comprato a 20? il dvd!
  • Anonimo scrive:
    buona morte
    parassiti
  • Anonimo scrive:
    Che fini umoristi....
    .....questi cinematografari da 4 palanche ;)
  • Anonimo scrive:
    ...brave persone
    Cari dirigenti delle Associazioni Cinematografiche, oggi -dopo tanto tempo- sono andato al cinema. Eh, già, non ci andavo più nauseato dalle vostre lamentele di questi soldi che non bastano mai, ho pagato il biglietto, quindi la SIAE, gli attori, la produzione, il regista, le tasse, insomma tutto. Perchè mi fate vedere 10 minuti di pubblicità prima del film? Perchè dovete ricavare profitto sulla pelle di uno che ha pagato tutto? Non è mica tanto giusto, quando si tratta di pirateria allora affiora subito il senso di giustizia, diventate i paladini della legge, poi quando uno paga lo bombardate di pubblicità ricavandone profitto. Bella roba.
  • Anonimo scrive:
    Ormai solo orrende Fiction
    Il cinema italiano non puo' morire xkè questo è già avvenuto parecchio tempo fa'.R.I.P.
  • Anonimo scrive:
    Cazzate
    Tutte cazzate, se i film fanno skifo io non ci vado al cinema.....e se i cd costano 18 Euro e non sai cosa ti aspetti non li compri....Sinceramente io dei gruppi che mi piacciono e che so che non mi deluderanno ho i cd originali.......e al cinema quei pochi film che mi ispirano li vado a vedere lì.....
  • TPK scrive:
    Storiella Yiddish
    Un nazista dice ad un ebreo ? se il mondo va in rovina è colpa degli ebrei ! - Il secondo risponde ?sono totalmente d?accordo con te, la colpa è degli ebrei e dei corridori ciclisti- Il nazista sorpreso gli chiede ? perché dei ciclisti ? - e l?ebreo - ?e perché degli ebrei ? -"
  • Anonimo scrive:
    50.000 violazioni?
    Come hanno tirato fuori questo numero? Le hanno monitorate tutte? Se si come? Hanno tirato a caso? Ne hanno monitorate alcune poi hanno fatto una proiezione statistica? Se si su quale base storica e fenomenologica? Come fanno a sapere che il campione è significativo della popolazione? Infine: come fanno a dire che il fenomeno aumenterà di anche 100 mila volte? La mole di dati eventualmente generate non sarebbe nemmeno supportabile dalla rete. Se mi dicono che potrà raddoppiare ok. Ma non prevedano scenari apocalittici se non hanno basi scientifiche. I danni su che base li calcolano? Come fanno a dire che ci sono 280 milioni di danni? Minori introiti rispetto a cosa? Rispetto a potenziali guadagni su cosa? Con quale costo sono valorizzate queste perdite? Chi gli dice che numero violazioni=numero minori copie vendute? Su cosa basano questa certezza? Forse 280 milioni sono i soldi in meno guadagnati rispetto al passato. Ma chi dice che in mutate condizioni di mercato (offerta, domanda) i guadagni sarebbero gli stessi? Non si può considerare un mercato come "immobile". In più: i cinema si sono ridotti di numero, quindi meno posti=meno introiti. E la causa non è il p2p, ma al più la pay-tv con le anteprime. Con 3milioni di abbonati ufficiali (e chissà poi quanti "tarocchi"...) sky calamita molto pubblico. Pubblico che cmq paga e allora chi lo convince+ ad andare al cinema e ripagare qlcsa che avrà cmq con l'abbonamento?Se hanno la sfera di cristallo per dire tutte queste cose con certezza, non è che me la prestano...dopodomani ho un esame e vorrei vedere in anteprima il testo del compito, così mi preparo meglio.
  • Anonimo scrive:
    Guardando le votazioni già si capisce...
    Presumo che molti di noi hanno votato contro il governo per via della legge Urbani......Ora i discografici hanno paura che verranno fatte le modifiche perchè il governo è costretto a ritornare sui propri passi altrimenti alle prossime politche non avrà alcuna speranza. Da che mondo e mondo al governo c'è chi dovrebbe rappresentare la volontà del popolo e non mi sembra che nel programma di governo della destra ci fosse la persecuzione a chi si scambia materiale protetto. Se invece a suo tempo fosse stato presente già molti voti non li avrebbero presi.......Vuoi governare? Non andare contro il popolo........La pirateria è illegale ma se ci si lucra sopra........Ciao
  • sigsegv scrive:
    Niente paura!
    I vostri film di merda non li caga nessuno. No, neanche gratis.
  • Anonimo scrive:
    il fatto che
    Il fatto che poi in italia andare al cinema costi 7.50 euroche sono più di 14.000 lire non è certamente una causa di tutta questa pirateria...(sarcastic mode off)
  • Anonimo scrive:
    Re: 280 !!!!!
    - Scritto da: Tharon
    280 miiiioni
    Ma come li contano ? :pIn Ferrari, ovviamente, la loro unità di misura preferita :D
  • TPK scrive:
    Re: 280 !!!!!
    Fanno la somma di tutti i posti a sedere nei cinema d'Italia.Per ogni posto libero, qualsiasi giorno della settimana, sommano 7 euro...:|:|:|:|
  • Tharon scrive:
    280 !!!!!
    280 miiiioni280 dicoma di EURO.Ma come li contano ? :p
  • TPK scrive:
    Re: E questo, dove lo mettete?
    Tra l'altro, i soldi dati da Urbani ad aziende non si configurano come aiuti di stato, e quindi illegali per la comunita' europea?Perche' Sensi non puo' avere aiuti e la Di Benedetto si?
    • Anonimo scrive:
      Re: E questo, dove lo mettete?
      - Scritto da: TPK
      Perche' Sensi non puo' avere aiuti e la Di
      Benedetto si?La risposta sta in mezzo alle gambe
    • Anonimo scrive:
      Re: E questo, dove lo mettete?
      Perche' Sensi non fa ad Urbani quello che, secondo Sgarbi, la Di Benedetto gli fa :D
  • Anonimo scrive:
    E questo, dove lo mettete?
  • Anonimo scrive:
    REQUIESCANT IN PACEM.......
    Tanto chi li piange??Che crepino pure........di fame.......A ZAPPARE!!! A RACCOGLIERE POMODORI!!TUTTICALCIATORI, ATTORI, VELINE, SOUBRETTE, PRESENTATORI e CANTANTI..........
  • Anonimo scrive:
    Sbagliate di grosso!
    Prima che blocchino i marocchini che vendono i cd ovunque e indisturbati,che abbassino i prezzi dei biglietti... e poi se ne riparla!Proprio non lo capiscono il problema!e poi a me sembra che al cinema gente ce ne sia sempre...se ha poco seguito il film è xkè fa schifo!
  • Anonimo scrive:
    Re: Bugie
    L'unica cosa che potranno toglierci è la comodita, null'altro.Forse i signori vogliono emulare i ricconi degli usa che magnano magnano ma non si rendono conto che qui la classe bassa della popolazione è terribilmente piu intelligente della corrispettiva statunitense.Vorrei invitarvi tutti a vedervi qualche puntata di the awful truth, trasmissione americana di Michael Moore: provate a cercare michael moore su qualche bel p2p giusto x capire come funzionano le cose dall'altra parte dell'oceano.Al contrario degli usa però qui non potremmo mai avere trasmissioni simili perchè danneggerebbero quel ladro o quell'altro truffatore... negli usa almeno i ladri si possono chiamare tali, truffatori e sfruttatori idem.Questa trasmissione l'ho scoperta proprio tramite il p2p senza il quale sarei rimasto all'oscuro di molte cose.La blindatura del p2p la vedo + come una blindatura culturale: semplicemente meno e meno gente userà un mezzo di comunicazione libero e democratico [la disponibilità dei files è in base al gradimento del pubblico, non decisa dalle major]E cmq.. resistiamo: ancora una decina d'anni e riusciremo a prosciugarli questi porci, allora si che mangeremo anche noi cotechino a natale!(linux)
  • Anonimo scrive:
    un'azione di educazione
    bastonate.per i recidivi il muro.Tutti in Cina!
  • Anonimo scrive:
    Bugie
    Gli incassi di ogni hit USA e dei film all'estero smentiscono le affermazioni interessate di questa gente.Il governo di centrodestra che ha perso le elezioni anche a causa della legge filo SIAE ora mantenga le promesse che con le elezioni anticipate dietro l'angolo si rischia d'andare a casa.
  • Anonimo scrive:
    cazzate.
    tutti i soldi buttati al vento?la gente che ama il cinema VA al cinema.va a vedere i bei film e li VUOLE vedere al cinema.poi se li masterizzerà anche (altro che p2p!!!) ma prima se li vede al cinema, se valgono.lavorate meglio, fate più arte, innalzatevi.
  • Anonimo scrive:
    Re: 2 Conti...
    - Scritto da: Kremmerz
    700? per un buon pc nuovo (che ovviamente
    serve anche per latro). 150? per un buon
    masterizzatore dvd (anche meno!).
    Siamo a 850?.
    Mettiamoci 120? per 100 dvd vergini di media
    qualità (se poi uno vuol comprare
    all'estero anche meno).
    Diciamo che si divide il noleggio di un dvd
    in 2 amici e che il noleggio costi 2?.
    Quindi altri 100? per il singolo.
    Copiare 100 dvd mi costa circa 1070? (non
    dimenticando che poi mi rimane il mio bel
    pc!).
    Comprare 100 dvd originali oggi, stando bene
    attenti alle offerte e aspettando
    pazientemente che le nuove uscite calino, si
    può dire che mi verrà a
    costare 1500?...ovvero 15 per ogni copia.

    Per il cinema non ne parliamo proprio! A
    Milano andare al cinema in centro per uno
    che viene da fuori costa:2,50? a persona di
    metropolitana, in alternativa 1,50? per la
    macchina all'ora nel pomeriggio o 2,50? la
    sera (lasciamo stare il carburante)...poi i
    miseri 7,5? di biglietto. Quindi a una
    famiglia di 4 persone che si muove in
    macchina la sera vedere l'ennesima porcata
    che ci propinano costerà
    32,5?...praticamente come una paytv!

    E sarebbe il p2p a danneggiare il tutto? A
    me sembra che i signori non siano molto
    competitivi con i prezzi....
    Mio padre lavora nel tessile. Oggi il
    tessile va male perchè i cinesi
    producono le stesse cose che si producono in
    Europa a costi molto inferiori (tralascio i
    metodi di questa "competitività", non
    si parla di questo)...il risultato è
    che, non potendo competere, il tessile
    è in crisi e rischia di svanire....se
    ne prende atto, dispiace per chi
    perderà il lavoro.

    Quindi non riesco a capire cos'abbiano
    questi produttori dememnti di film da
    lamentarsi tanto...compratevi tutti un bel
    masterizzatore. Almeno la smetteranno di
    imbastire cavolate sul p2p (che certamente
    danneggia...ma io credi che molte di quelle
    famiglie che devono spendere + di 30? per
    andare al cinema, stiano volentieri a casa
    loro...oppure, non essendo fesse, hanno
    già preso un bel pc con
    masterizzatore, così spendono molto
    meno e i bimbi imparano anche ad usare lo
    scatolone!)


    !Parole sante!
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 Conti...
      - Scritto da: Anonimo
      Parole sante!Non offenderti, è solo un suggerimento...ma non mi sembra il caso di quotare oltre 60 righe di testo per rispondere con due parole.:)Ciao.Mauro Corsi
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 Conti...

        Non offenderti, è solo un
        suggerimento...ma non mi sembra il caso di
        quotare oltre 60 righe di testo per
        rispondere con due parole.Anche non rispondere per dire solo "sono d'accordo", "parole sante", "sei un pirla", "il mio e' piu' lungo", sarebbe un balzo evolutivo notevole.
  • Anonimo scrive:
    5 15 70 42 8
    Tombola.
  • Kremmerz scrive:
    2 Conti...
    700? per un buon pc nuovo (che ovviamente serve anche per latro). 150? per un buon masterizzatore dvd (anche meno!).Siamo a 850?.Mettiamoci 120? per 100 dvd vergini di media qualità (se poi uno vuol comprare all'estero anche meno).Diciamo che si divide il noleggio di un dvd in 2 amici e che il noleggio costi 2?. Quindi altri 100? per il singolo.Copiare 100 dvd mi costa circa 1070? (non dimenticando che poi mi rimane il mio bel pc!).Comprare 100 dvd originali oggi, stando bene attenti alle offerte e aspettando pazientemente che le nuove uscite calino, si può dire che mi verrà a costare 1500?...ovvero 15 per ogni copia.Per il cinema non ne parliamo proprio! A Milano andare al cinema in centro per uno che viene da fuori costa:2,50? a persona di metropolitana, in alternativa 1,50? per la macchina all'ora nel pomeriggio o 2,50? la sera (lasciamo stare il carburante)...poi i miseri 7,5? di biglietto. Quindi a una famiglia di 4 persone che si muove in macchina la sera vedere l'ennesima porcata che ci propinano costerà 32,5?...praticamente come una paytv!E sarebbe il p2p a danneggiare il tutto? A me sembra che i signori non siano molto competitivi con i prezzi....Mio padre lavora nel tessile. Oggi il tessile va male perchè i cinesi producono le stesse cose che si producono in Europa a costi molto inferiori (tralascio i metodi di questa "competitività", non si parla di questo)...il risultato è che, non potendo competere, il tessile è in crisi e rischia di svanire....se ne prende atto, dispiace per chi perderà il lavoro.Quindi non riesco a capire cos'abbiano questi produttori dememnti di film da lamentarsi tanto...compratevi tutti un bel masterizzatore. Almeno la smetteranno di imbastire cavolate sul p2p (che certamente danneggia...ma io credi che molte di quelle famiglie che devono spendere + di 30? per andare al cinema, stiano volentieri a casa loro...oppure, non essendo fesse, hanno già preso un bel pc con masterizzatore, così spendono molto meno e i bimbi imparano anche ad usare lo scatolone!)!
  • Anonimo scrive:
    Scuola?
    Dall'articolo:"Il Parlamento - ha dichiarato Vacchino - sta già lavorando a modifiche che, se approvate, indeboliranno in modo grave la normativa mentre, per fronteggiare la situazione, sarebbe necessaria un'azione di educazione e formazione che parta fin dalla scuola".hanno il progetto di introdurre una nuova materia scolastica:"educazione telematica antipirateria" ????:|
    • Anonimo scrive:
      Re: Scuola?
      - Scritto da: Anonimo
      hanno il progetto di introdurre una nuova
      materia scolastica:

      "educazione telematica antipirateria" ????

      :|Tu ci scherzi, ma una cosa del genere in America già esiste: l'hanno chiamata campagna per creare dei "buoni cittadini digitali" ed ai ragazzini americani mostrano gli effetti della pirateria, tecnici che perdono il lavoro, etc.Quando andavo al liceo io, pensavo si fosse toccato il fondo, con le varie riforme una più assurda dell'altra ma ora siamo sull'orlo di una nuova tendenza, la rieducazione dei soggetti da parte delle major fin nelle scuole. Ci arriveremo anche in Italia, dalla Moratti mi aspetto anche questo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Scuola?
      Che lascino stare la scuola! :@:@:@Ma come si permettono di decidere cosa debba essere insegnato a scuola? Per una cosa futile come questa poi.. a quando un corso contro il furto di autoradio? E per non mettersi le dita nel naso?
    • Anonimo scrive:
      Re: Scuola?
      Nuovo testo scolastico:IL MANUALE DEL PICCOLO E BRAVO CONSUMATORE!!!Ah ah ah ah ha ha roba da pazzi............!!::D
  • neoviruz scrive:
    certo...
    Ma il fatto che, come piccole esempio, io andassi al cinema circa una volta ogni due settimane, e che da ormai parecchio evito di andarci per non dare soldi a 'sti cazzari, non lo tengono in considerazione vero?PS: no, non ho l'adsl e non scarico alcun film *PIRATATO*, semplicemente aspetto che quello che mi interessa esca a noleggio.--http://www.curatola.net
    • TPK scrive:
      Re: certo...
      - Scritto da: neoviruz
      Ma il fatto che, come piccole esempio, io
      andassi al cinema circa una volta ogni due
      settimane, e che da ormai parecchio evito di
      andarci per non dare soldi a 'sti cazzari,
      non lo tengono in considerazione vero?

      PS: no, non ho l'adsl e non scarico alcun
      film *PIRATATO*, semplicemente aspetto che
      quello che mi interessa esca a noleggio.

      --
      www.curatola.net Guarda che noleggiando un film a loro i soldi arrivano comunque...
      • Anonimo scrive:
        Re: certo...
        - Scritto da: TPK

        - Scritto da: neoviruz

        Ma il fatto che, come piccole esempio,
        io

        andassi al cinema circa una volta ogni
        due

        settimane, e che da ormai parecchio
        evito di

        andarci per non dare soldi a 'sti
        cazzari,

        non lo tengono in considerazione vero?



        PS: no, non ho l'adsl e non scarico
        alcun

        film *PIRATATO*, semplicemente aspetto
        che

        quello che mi interessa esca a noleggio.



        --

        www.curatola.net

        Guarda che noleggiando un film a loro i
        soldi arrivano comunque...Si ma 1 euro, e lo puoi vedere in più, è un prezzo ragionevole... è un po' diverso da 7 euro a testa.
        • neoviruz scrive:
          Re: certo...
          ...e in piu' e' una chiara dimostrazione di quel che si vuol dire...Vogliono continuare con questo tono da gestapo?Bene, allora mandiamo affanfulla pure i dvd, aspettero' qualche mese in piu' per vedermi il film che mi interessa in tv...
          • Anonimo scrive:
            Re: certo...
            Certo che 1 euro non sono 7. Ma quel singolo euro arriva senza costi extra e senza limiti di capacità della sala. Inoltre considerate le pay-tv che pagano fior di diritti per trasmettere i film per prime. Soldi che noi versiamo loro indirettamente con gli abbonamenti.Ovvio che il monte soldi è quello, poi se ne arrivano di più da una parte ne vengono meno dall'altra.
          • Anonimo scrive:
            Re: certo...
            - Scritto da: neoviruz
            ...e in piu' e' una chiara dimostrazione di
            quel che si vuol dire...
            Vogliono continuare con questo tono da
            gestapo?
            Bene, allora mandiamo affanfulla pure i dvd,
            aspettero' qualche mese in piu' per vedermi
            il film che mi interessa in tv...per aspettare qualche mese e vederlo in pay tv (visto che sulla tv normale lo danno dopo 2 anni un film uscito al cinema) noleggio il dvd a 1?!!
          • Anonimo scrive:
            Re: certo...

            per aspettare qualche mese e vederlo in pay
            tv (visto che sulla tv normale lo danno dopo
            2 anni un film uscito al cinema) noleggio il
            dvd a 1?!!oppure ci sono le cineteche (milano/roma/bologna) dove i film che vale la pena (capisco che e' discutibile) dopo che e' uscito dalle sale di prima visione (1 mese circa) viene proiettato a 4,5 euro su schermo grande, che nessuna TV/video proiettore potra' sostituire in fatto di fascinocapisco che il cinema costa molto, ma NATALE IN INDIA o VAN HELSING si possono anche evitare, no?ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: certo...
            - Scritto da: neoviruz
            ...e in piu' e' una chiara dimostrazione di
            quel che si vuol dire...
            Vogliono continuare con questo tono da
            gestapo?
            Bene, allora mandiamo affanfulla pure i dvd,
            aspettero' qualche mese in piu' per vedermi
            il film che mi interessa in tv...Io invece aspetto di trovarli usati
  • Anonimo scrive:
    Il cinema Italiano è morto da anni
    quindi, che non dessero la colpa alla Rete per cercare di farci la cresta.
  • Anonimo scrive:
    la pirateria uccide il cinema e allora
    uccideremo i pirati, anzi i potenziali pirati. logica di ferro.
  • Anonimo scrive:
    Vedrete quante perdite...
    ...comporterà lo sciopero degli acquisti che subirete da qui all'eternità...
  • Anonimo scrive:
    l'unica è....
    boicottare i cinemanon andarci più:@
  • Anonimo scrive:
    Ipocriti
    Aldilà del p2p....Ma che vanno dicendo?Ma se i cinema sono sempre PIENI. I multisala spuntano ovunque, costi esagerati a 7 euro ed oltre, e nonostante questo, sempre un mucchio di gente...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ipocriti
      - Scritto da: Anonimo
      Aldilà del p2p....

      Ma che vanno dicendo?

      Ma se i cinema sono sempre PIENI.
      I multisala spuntano ovunque, costi
      esagerati a 7 euro ed oltre, e nonostante
      questo, sempre un mucchio di gente...i multisala con i film che tirano più pubblico sono sempre pieni, ma altri cinema con film magari più impegnativi o cmq riservati a un'altra fascia più ristretta di persone sicuramente rischiano il fallimento. poi credo che si parli soprattutto dei dvd..
  • TPK scrive:
    La matematica...
    Daffarra ha calcolato che nei primi quattro mesi del 2004 "sono state già accertate 50mila violazioni al diritto d'autore attraverso Internet". La violazione, ossia lo scambio di un file protetto tra utenti, con questo ritmo si moltiplicherà prima della fine dell'anno per centinaia di migliaia di volte, secondo FAPAV, "e ciò provocherà una crescita esponenziale dei 280 milioni perduti nel 2003". 50,000 * 100,000 = 5,000,000,000Mi sembrano tantine 5 miliardi di copie di film...
Chiudi i commenti