Germania, stop ai cracker di Stato

La Corte Costituzionale tedesca ha ritenuto giusto proteggere i cittadini dai possibili abusi provocati dalle indagini elettroniche

Berlino – La Corte Costituzionale tedesca ha confermato che la Polizia non può hackare segretamente il personal computer di eventuali sospettati di reato. Le associazioni per i diritti civili hanno esultato, anche se è già chiaro fin dalle prime ore che la questione non finisce qui. Un’altra Corte, nel febbraio 2006, aveva legalizzato l’hacking investigativo. A novembre poi il giudizio era stato annullato e il Procuratore Generale Monika Harms aveva presentato un appello. Di fatto la sentenza di lunedì rigetta l’appello e ri-convalida la decisione dello scorso autunno.

Dato che non esiste ancora una Legge specifica, secondo la Corte di Karlsruhe, la “perquisizione” in remoto dei dati contenuti su un PC non può essere equiparata ai normali metodi di investigazione utilizzati dalle Forze inquirenti. La differenza sostanziale è che nel primo caso l’azione viene condotta all’insaputa del sospetto, mentre le classiche perquisizioni avvengono in presenza di almeno un testimone. Anche le intercettazioni telefoniche non possono essere considerate come questo genere di hacking, dato che l’analisi dei dati archiviati è diversa dalla comunicazione in tempo reale.

L’agenzia stampa DPA ha riportato la soddisfazione dell’ufficio della Procura soprattutto per la chiarezza espressa dalla Corte: ” Apprezziamo la decisione, dato che stabilisce chiaramente le modalità di investigazione riguardanti le prove online”.

Intanto, il Ministro degli Interni Wolfgang Schauble si è già schierato apertamente con la polizia, confermando che si impegnerà per far redigere una nuova legge al riguardo. A suo parere, infatti, l’hacking fino ad ora ha permesso di localizzare e perseguire numerosi terroristi

Di parere contrario Jan Korte, dirigente del Partito del Socialismo democratico , che ha accolto la decisione della Corte Costituzionale come “un dono per i diritti civili”. “Il Ministro degli Interni non dovrebbe continuare a pensare a nuovi metodi di spionaggio e poi solo dopo valutarne gli effetti legali”, ha sottolineato Korte.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • jkx scrive:
    MdRR
    Motore di Ricerca Ragionatoecco come dovrebbe essere definito se ne ho capito bene lo spirito...
  • Anonimo scrive:
    ma dmoz.org ?
    non se lo ricorda piu' nessuno ? che avrebbe questo motore di Wales in piu' ?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma dmoz.org ?
      - Scritto da:
      non se lo ricorda piu' nessuno ?
      che avrebbe questo motore di Wales in piu' ?Dmoz fa abbastanza pena... qualunque sito deve essere approvato da "loro"... che poi è una ristretta cerchia di persone che approva un sito ogni 3 mesi.Il mio è stato approvato... altri, che reputo forse più utili del mio, no.bye
  • MeX scrive:
    ...la cosa divertente...
    è che le ricerche a monte con cosa verrano fatto? Google, Yahoo... etc etc... :)
    • jkx scrive:
      Re: ...la cosa divertente...
      no se la gente percepirà il senso, condividerà i propri link. Quelli di partenza per forza con "google & co." ma da quelli, se si lavora sodo si potranno avere ottime linkografie ragionate.
    • Anonimo scrive:
      Re: ...la cosa divertente...
      - Scritto da: MeX
      è che le ricerche a monte con cosa verrano fatto?
      Google, Yahoo... etc etc...
      :)No.Ognuno inserirà il proprio sito per primo.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: ...la cosa divertente...
      - Scritto da: MeX
      è che le ricerche a monte con cosa verrano fatto?
      Google, Yahoo... etc etc...
      :)
      Search Wikia partirà dai progetti Lucene (l'API
      di ricerca delle informazioni) e Nutch (il
      motore open source che ne sfrutta i risultati)
      già attivi, .... ;)
  • Anonimo scrive:
    VAI JIMBO!
    Bellissimo progetto, sono sicuro che sara' un altro successo.Cosi' finalmente arrivera' qualcuno a dare fastidio a quel sempre piu' preoccupante moloch che ormai e' Google.Non vedo l'ora di vedere Search Wikia! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: VAI JIMBO!
      - Scritto da:

      Bellissimo progetto, sono sicuro che sara' un
      altro
      successo.

      Cosi' finalmente arrivera' qualcuno a dare
      fastidio a quel sempre piu' preoccupante moloch
      che ormai e'
      Google.

      Non vedo l'ora di vedere Search Wikia!

      :DEh mica scemo, voi lavorate gratis, lui guadagna.VAI JIMBO! Sfruttaci che siamo ottusi e galvanizzati!
      • Anonimo scrive:
        Re: VAI JIMBO!
        Tu ti faresti pagare anche da tuo figlio quando lo porti a scuola immagino.
        • Anonimo scrive:
          Re: VAI JIMBO!
          - Scritto da:
          Tu ti faresti pagare anche da tuo figlio quando
          lo porti a scuola
          immagino.infatti, è un inacidito dai soldi (e dal palo nel c**o ;) )!
  • Anonimo scrive:
    Fantastico
    Così quando qualcuno avrà bisogno di cercare informazioni serie non solo avrà da guardarsi da siti civetta ed incompleti ma pure dagli utenti che a seconda dei propri umori potranno far sparire o meno un sito in un'assurda gara a chi urla più forte...
    • AlphaC scrive:
      Re: Fantastico
      - Scritto da:
      Così quando qualcuno avrà bisogno di cercare
      informazioni serie non solo avrà da guardarsi da
      siti civetta ed incompleti ma pure dagli utenti
      che a seconda dei propri umori potranno far
      sparire o meno un sito in un'assurda gara a chi
      urla più
      forte...
      mi pare che wikipedia abbia dimostrato che non è così, forse abbiamo tutti sottovalutato la buona volontà di chi vuole collaborare ad un progetto serio. Mi ricorda qualcosa... open ... open .... source!
      • Anonimo scrive:
        Re: Fantastico
        - Scritto da: AlphaC
        - Scritto da:

        Così quando qualcuno avrà bisogno di cercare

        informazioni serie non solo avrà da guardarsi da

        siti civetta ed incompleti ma pure dagli utenti

        che a seconda dei propri umori potranno far

        sparire o meno un sito in un'assurda gara a chi

        urla più

        forte...



        mi pare che wikipedia abbia dimostrato che non è
        cosìDavvero? Allora prova a trovare una biografia oggettiva di un politico...
        forse abbiamo tutti sottovalutato la buona
        volontà di chi vuole collaborare ad un progetto
        serio.La buona volonta' senz'altro c'e', cosi' come pero' non mancano le volonta' antagoniste che hanno fatto nascere anche su wikipedia casi eclatanti
        Mi ricorda qualcosa... open ... open ....
        source!E detto questo tutto e' bello e buono vero? E anche la gentaglia che usa cose open diventa amabile come per magia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fantastico
      - Scritto da:
      Così quando qualcuno avrà bisogno di cercare
      informazioni serie non solo avrà da guardarsi da
      siti civetta ed incompleti ma pure dagli utenti
      che a seconda dei propri umori potranno far
      sparire o meno un sito in un'assurda gara a chi
      urla più
      forte...
      Da quando l'idea stessa di "open" è nata, ci sono sempre stati i rancorosi che hanno da ridire su tutta la linea e non si capisce perchè. D'altra parte, questa idea ha fatto progredire non solo il mondo dello sviluppo libero, ma anche lo sviluppo proprietario. Microsoft, Apple, e la stessa enciclopedia britannica devono una parte del loro miglioramento recente alla spinta competitiva del mondo open. Per esempio, microsoft ha standardizzato il suo formato di documento, ha tirato fuori i sorgenti, ha dovuto adottare spesso standard aperti. Dovreste ringraziare, non detestare e portare rancore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fantastico
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Così quando qualcuno avrà bisogno di cercare

        informazioni serie non solo avrà da guardarsi da

        siti civetta ed incompleti ma pure dagli utenti

        che a seconda dei propri umori potranno far

        sparire o meno un sito in un'assurda gara a chi

        urla più

        forte...



        Da quando l'idea stessa di "open" è nata, ci sono
        sempre stati i rancorosi che hanno da ridire su
        tutta la linea e non si capisce perchè. D'altra
        parte, questa idea ha fatto progredire non solo
        il mondo dello sviluppo libero, ma anche lo
        sviluppo proprietario. Microsoft, Apple, e la
        stessa enciclopedia britannica devono una parte
        del loro miglioramento recente alla spinta
        competitiva del mondo open. Per esempio,
        microsoft ha standardizzato il suo formato di
        documento, ha tirato fuori i sorgenti, ha dovuto
        adottare spesso standard aperti. Dovreste
        ringraziare, non detestare e portare
        rancore.Dovresti imparare a leggere, dato che non c'e' un attacco all'open souce ma a chi approfitta di questo per i propri fini meschini.Rileggi:

        pure dagli utenti

        che a seconda dei propri umori potranno far

        sparire o meno un sito in un'assurda gara a chi

        urla più

        forte...Ancora, e piu' piano.

        pure dagli utenti

        che a seconda dei propri umori potranno far

        sparire o meno un sito in un'assurda gara a chi

        urla più

        forte...Hai capito finalmente?Speriam...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fantastico
      - Scritto da:
      Così quando qualcuno avrà bisogno di cercare
      informazioni serie non solo avrà da guardarsi da
      siti civetta ed incompleti ma pure dagli utenti
      che a seconda dei propri umori potranno far
      sparire o meno un sito in un'assurda gara a chi
      urla più
      forte...
      Queste sono rosicante molto open.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fantastico
      E chi ti assicura che una ricerca gestita da un software non faccia lo stesso per fini commerciali?
  • Anonimo scrive:
    Eh si
    Quest'uomo è un genio....
Chiudi i commenti