Già craccato l'update di AACS

Prima ancora che la versione aggiornata di AACS arrivi sul mercato, la celebre tecnologia di protezioni usata da HD DVD e Blu-ray è già stata nuovamente bypassata

Roma – A partire dal 22 maggio arriveranno sul mercato film in alta definizione capaci di revocare tutte o parte delle chiavi di decodifica finora scoperte dagli hacker, inclusa l’ormai famosa processing key . Ironia della sorte, i nuovi titoli costringeranno gli utenti legittimi ad aggiornare i player software WinDVD e PowerDVD , mentre i pirati potranno continuare a rippare film a volontà senza alcuno sforzo.

Eh sì, perché come riporta qui Engadget.com la nuova versione di AnyDVD HD, la 6.1.5.1 beta , è già in grado di bypassare anche i più recenti meccanismi di sicurezza forgiati da AACS LA . AnyDVD è un software commerciale, ma come molti programmi di questa categoria è tra i più craccati della Rete.

Slysoft , la società che sviluppa AnyDVD, ha già testato con successo l’ultima versione del proprio software con un’anteprima della versione HD DVD di The Matrix Trilogy e della versione Blu-ray di Pirates of the Caribbean – Dead Man’s Chest . Entrambi i titoli contengono la nuova versione di AACS MKB (Media Key Block), la v3.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • beatrice gandolfi colleoni scrive:
    non abbandonerò mai freehand
    non abbandonerò mai freehand, punto e basta.
  • Davide Vasta scrive:
    Libro "Grafici al bivio"
    Salve,mi inserisco nella discussione segnalando il mio ultimo libro "Grafici al bivio", una guida pensata per tutti i "freehandisti d.o.c." che vogliono (o devono) passare ad Illustrator CS3.Qui il link alla pagina: http://www.davidevasta.biz/Pubblicazioni_GraficiAlBivio.html
  • gianluigi cantoni scrive:
    La Camorra di Adobe
    Adobe ha deciso che milioni di utenti debbano cambiare software...Ha deciso per noi?io ho frequentato un corso di grafica pubblicitaria conclusosi alla fine del 2005 in cui mi e' stato insegnato Freehand per ovvie ragioni di impaginazione e gestioni varie che illustrator non supporta...ho speso circa 5.000 euro e ora adobe decide che devo buttare tutto al vento perche' loro con un atteggiamento camorristico acquistano freehand, software che ha sempre messo in ombra illustrator impedendone il decollo, e lo cancellano dal mercato forzando tutti gli utenti ad una perdita di tempo e di denaro per soddisfare l'ego di illustrator???tutto questo non vi sembra dittatoriale?Adobe si comporta come chi fa mafia e nessuno puo' per questo intervenire?Personalmente non ho voglia di imparare un software che non mi consente di fare cose che attualmente faccio con freehand, non mi va di imparare un software che non mi serve, e non voglio spendere soldi in corsi o in libri quando io il software che voglio lo conosco e lo uso gia.Per altro tutti i miei progetti dal web alla stampa sono in freehand e quanti giorni dovrei spendere per migrare a illustrator?ma perche' poi devo farlo?cosa sono queste imposizioni?siamo nati liberi di decidere?Adobe di costringe con atteggiamento dittatoriale camorristico e mafioso ad usare un software anziche' un'altro e questo e' contro la legge che regola la democrazia.Io sono gia stato dal mio avvocato e improntero' una causa contro adobe.invito chiunque si senta come me a fare lo stesso.grazie
  • Anonimo scrive:
    Lezione #1: usate soft libero.
    Ecco cosa succede quando un produttore cessa lo sviluppo di un software chiuso: finisce tutto e chi ha investito tempo e denaro per il software e per imparare ad usarlo si trova presto con zero updates, zero assistenza ed è lasciato a se' stesso.Premesso che non intendo minimamente affermare che Inkscape sia meglio di FH (sebbene usi felicemente il primo), se domani il team dietro Inkscape si stufasse di continuarne lo sviluppo, avrei la matematica certezza che qualcun altro lo proseguirebbe, o nel caso peggiore importerebbe le funzioni più importanti in un altro software senza temere ritorsioni legali, perchè stiamo parlando appunto di software libero, e non accadrebbe quello che accade regolarmente con i programmi chiusi.Quando promuoverete il soft libero con qualcuno e vi sentirete rispondere immancabilmente la solita canzoncina idiota "e se il programmatore si stufa?", portategli l'esempio di FH.Ci sono programmi open source che sono passati attraverso 5 o 6 mantainers diversi e possono ancora essere usati perche' liberi. Diversamente sarebbero diventati obsoleti da parecchi anni portandosi nella tomba tutta la conoscenza che li ha creati ed obbligando fior di sviluppatori a reinventare l'acqua calda facendo i salti mortali per non rischiare ritorsioni legali.C'è gente che ancora non realizza quanto il software chiuso sia dannoso per lo sviluppo della conoscenza informatica!
  • Anonimo scrive:
    tra illustartor e corel non c'è paragone
    bah, ho utilizzato entrambi i software e sinceramente illustrator proprio non riesce a battere corel draw, per potenza e facilità non ci sono davvero paragoni. esiste qualcuno (con esperienza con entrambi i software) che può dire il contrario ?
    • Anonimo scrive:
      Re: tra illustartor e corel non c'è para
      assolutamenta confermo. Spero che Adobe non compri anche la Corel, sennò quello che faccio in 5 minuti me ne richiederà 10.
    • Anonimo scrive:
      Re: tra illustartor e corel non c'è para
      - Scritto da:
      bah, ho utilizzato entrambi i software e
      sinceramente illustrator proprio non riesce a
      battere corel draw, per potenza e facilità non ci
      sono davvero paragoni. esiste qualcuno (con
      esperienza con entrambi i software) che può dire
      il contrario
      ?Chiunque lavori seriamente
      • Anonimo scrive:
        Re: tra illustartor e corel non c'è para
        ma Corel l'avete provato seriamente? Io sì sono 10 anni che ci lavoro. Da qualche anno poi che crea i pdf per la prestampa ... il fatto è che c'è molta pigrizia e supponenza da parte dei grafici o stampatori che si sentono professoroni e fanno l'amore con il dio mac ...
        • LaNberto scrive:
          Re: tra illustartor e corel non c'è para
          - Scritto da:
          ma Corel l'avete provato seriamente? Io sì sono
          10 anni che ci lavoro. Da qualche anno poi che
          crea i pdf per la prestampa ... il fatto è che
          c'è molta pigrizia e supponenza da parte dei
          grafici o stampatori che si sentono professoroni
          e fanno l'amore con il dio mac
          ...Magari è solo gente che non vuole né può perdere tempo con un software inefficiente.Quanto al sentirsi superiori col mac è piuttosto sapere windows una piattaforma inadeguata per la grafica
          • Anonimo scrive:
            Re: tra illustartor e corel non c'è para
            Ma magari può perdere tempo (ed spendere soldi di licenze)ad usare più programmi per fare qualcosa che fai tutto con corel. Io ho anche la suite CS1 e devo proprio dire che ogni lavoro che faccio con corel lo eseguo molto più velocemente.Poi so che è una battaglia persa, Windows sta sulle palle (invece Mela ed Adobe sono così rispettosi degli utenti...)Un'ultima cosa: un pc medio sarà pure meno affidabile di un mac, bella forza a parità di caratteristiche quest'ultimo è sempre costato molto di più, e anche meno polivalente particolarmente 5/10 anni fa
    • judy scrive:
      Re: tra illustartor e corel non c'è paragone
      si io ho usato entrambi ma illustator per mac è potente perchè nato per girare su questa piattaforma. su dos non ci riesce bene ed è piuttosto limitato con errori di trascrizione.Corel è molto limitato nell'uscita per la stampa digitale...bay
  • Anonimo scrive:
    Questo è solo uno dei motivi ...
    ... per i quali il software non libero è dannoso per l'utente.Ci sono aziende, anche italiane che hanno basato la maggior parte della propria attività su questo software e ora si trovano a:1) dover sostenere dei costi non indifferenti per acquistare un altro prodotto, fare formazione interna, acquisire personale esperto del prodotto che sceglieranno2) diminuire la qualità dei propri lavori, non perché gli altri prodotto sono peggiori di questo, ma perché sono diversi e le persone possono impiegare mesi/anni prima di raggiungere gli stessi livelli3) aumentare i tempi di realizzazione dei loro prodotti, per gli stessi motivi del punto 24) probabilmente occorrerà anche aggiornare/sostituire parti hardware e magari collaboratori/fornitori esterni causando così ulteriori disegni e costi per l'azienda stessaAltri motivi per cui il software proprietario è dannoso:* è possibile che un'azienda termini la distribuzione/aggiornamento di un software perché sono cambiate le sue strategie di mercato o perché il bacino d'utenza è ritenuto troppo basso o non promettente per il futuro* è possibile che un'azienda alzi i costi di licenza rendendo l'acquisto del software troppo costoso per la propria attività* è possibile che un'azienda elimini delle funzionalità basilari per il proprio tipo di lavoro* ...
    • LaNberto scrive:
      Re: Questo è solo uno dei motivi ...
      - Scritto da:
      ... per i quali il software non libero è dannoso
      per
      l'utente.

      Ci sono aziende, anche italiane che hanno basato
      la maggior parte della propria attività su questo
      software e ora si trovano
      a:

      1) dover sostenere dei costi non indifferenti per
      acquistare un altro prodotto, fare formazione
      interna, acquisire personale esperto del prodotto
      che
      sceglierannoAbbastanza irrilevante. da sempre i pacchietti software vengono comperati dalle aziende sfruttando i bundles, per cui Illustrator se lo sono ritrovato comunque insieme a photoshop o indesign. Nel mio caso infatti l'acquisto dell'upgrade della CS3 design premium mi aggiorna tutti i software a costi inferiori del vecchio aggiornamento Macromedia Studio / Adobe Suite, per di più togliendomi programmi che non usavo più come Freehand o Fireworks.

      2) diminuire la qualità dei propri lavori, non
      perché gli altri prodotto sono peggiori di
      questo, ma perché sono diversi e le persone
      possono impiegare mesi/anni prima di raggiungere
      gli stessi
      livelli
      Se un illustratore non è in grado di passare da FH a AI in tre giorni, è bene che cambi lavoro subito
      3) aumentare i tempi di realizzazione dei loro
      prodotti, per gli stessi motivi del punto
      2
      Lo scambio viene ripagato da una maggiore integrazione col resto della catena produttiva
      4) probabilmente occorrerà anche
      aggiornare/sostituire parti hardware e magari
      collaboratori/fornitori esterni causando così
      ulteriori disegni e costi per l'azienda
      stessaNo
      E' possibile invece, come capita nel campo della grafica, che nessun software open source sia in grado di sostituire le applicazioni a pagamento, e quindi in molti casi il lavoro non possa essere svolto. Per quanto mi riguarda, il costo dell'aupgrade è recuperabile col primo lavoro svolto e detraibile dalle tasse e quindi non è rilevante.
  • porcacchia scrive:
    vecchiosoftare o vecchio modo di pensare
    Indipendentemente dalla qualita' di FH o di AI, (a chi ne ha fatto utilizzo e chi usa AI lascio un giudizio tecnico) Indipendentemente dalle qualita' di un prodotto c'e' effettivamente da riflettere che il prodotto che e' in EOL (come si usa dire nelle grosse aziende informatiche) sia proprio uno della macromedia... ovvero di una azienda assorbita. Ora la Adobe avra' anche le sue ragioni, ma io vi chiedo qualcuno ha mai visto che si porti in EOL un prodotto software proprio e si mantenga in sviluppo quello di una azienda che e' stata assorbita? Da quanto ne so non mi risulta.Su questo ci sarebbe da riflettere. 1) azienda a di medie dimensioni se la passa male ma produce buon software2) azienda b concorrente grossa la assorbe3) dopo n anni della azienda a (tra prodotti mandati EOL o in EOM non ne rimane piu traccia)4) e con la azienda a spariscono qualche feature intelligente ma "scomoda"rifletteteci su AP-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 maggio 2007 03.55-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: vecchiosoftare o vecchio modo di pen
      - Scritto da: porcacchia
      Indipendentemente dalla qualita' di FH o di AI,
      (a chi ne ha fatto utilizzo e chi usa AI lascio
      un giudizio tecnico) Indipendentemente dalle
      qualita' di un prodotto c'e' effettivamente da
      riflettere che il prodotto che e' in EOL (come si
      usa dire nelle grosse aziende informatiche) sia
      proprio uno della macromedia... ovvero di una
      azienda assorbita. Ora la Adobe avra' anche le
      sue ragioni, ma io vi chiedo qualcuno ha mai
      visto che si porti in EOL un prodotto software
      proprio e si mantenga in sviluppo quello di una
      azienda che e' stata assorbita? Da quanto ne so
      non mi
      risulta.vediamo...Adobe Golive a favore di DreamweaverAdobe ImageReady a favore di FireworksMacromedia Freehand a favore di Illustratorsiamo 2 a 1 a favore dei software ex Macromedia...

      rifletteteci su
      anche tu prima di pontificare sul nulla....(apple)(linux)
      • porcacchia scrive:
        Re: vecchiosoftare o vecchio modo di pen
        - Scritto da:

        - Scritto da: porcacchia

        Indipendentemente dalla qualita' di FH o di AI,

        (a chi ne ha fatto utilizzo e chi usa AI lascio

        un giudizio tecnico) Indipendentemente dalle

        qualita' di un prodotto c'e' effettivamente da

        riflettere che il prodotto che e' in EOL (come
        si

        usa dire nelle grosse aziende informatiche) sia

        proprio uno della macromedia... ovvero di una

        azienda assorbita. Ora la Adobe avra' anche le

        sue ragioni, ma io vi chiedo qualcuno ha mai

        visto che si porti in EOL un prodotto software

        proprio e si mantenga in sviluppo quello di una

        azienda che e' stata assorbita? Da quanto ne so

        non mi

        risulta.


        vediamo...

        Adobe Golive a favore di Dreamweaverhttp://www.adobe.com/it/products/golive/uhm non mi pare il rilascio di una nuova versione indichi la cancellazione del prodotto "Ulteriori informazioni su GoLive 9 saranno disponibili non appena verrà rilasciata la nuova versione." se hai fatto un po di studi almeno per quanto riguarda la grammatica basilare dovresti riuscire a leggere quello che ho letto anche io sulla stessa pagina (non mi pare troppo difficile)
        Adobe ImageReady a favore di Fireworksin questo caso mi pare una integrazione e non una cancellazione comunque questa posso dartela buona

        Macromedia Freehand a favore di Illustrator

        siamo 2 a 1 a favore dei software ex Macromedia...




        rifletteteci su



        anche tu prima di pontificare sul nulla....

        (apple)(linux)hai provato invece ad usare queste iconcine (troll)(troll1)invece di (apple) (linux) :Dpontificare non e' nel mio stile invece ritengo che trollare sia nel tuo 8)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 maggio 2007 00.52-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: vecchiosoftare o vecchio modo di pen


          vediamo...



          Adobe Golive a favore di Dreamweaver

          http://www.adobe.com/it/products/golive/
          uhm non mi pare il rilascio di una nuova versione
          indichi la cancellazione del
          prodotto
          "Ulteriori informazioni su GoLive 9 saranno
          disponibili non appena verrà rilasciata la nuova
          versione."
          se hai fatto un po di studi almeno per quanto
          riguarda la grammatica basilare dovresti riuscire
          a leggere quello che ho letto anche io sulla
          stessa pagina (non mi pare troppo difficile)1) sarà l'ultima versione di Golive (lo hanno già detto vatti a rileggere le press release dell'epoca)2) hanno eliminato Golive dalla CS3 a favore di Dreamweaver3) stanno uscendo miliardi di tool e guide (anche Adobe) per passare da Golive a Dreamvevaerio in tutto questo ci leggo una sola cosa: "discontinuità"

          Adobe ImageReady a favore di Fireworks

          in questo caso mi pare una integrazione e non una
          cancellazione comunque questa posso dartela buonaintegrazione un par di O.O...hanno segato funzioni importanti (tipo le animazioni) di ImageReady che il nuovo Photoshop CS3 non ha

          Macromedia Freehand a favore di Illustrator



          siamo 2 a 1 a favore dei software ex
          Macromedia...







          rifletteteci su






          anche tu prima di pontificare sul nulla....



          (apple)(linux)
          hai provato invece ad usare queste iconcine
          (troll)(troll1)guarda che dovresti usarle tu quelle icone perché per tua stessa ammissione ti ho portato almeno un esempio valido a confutare la tua tesi.Posso portartene anche un altro: Adobe Pagemill e Adobe Sitemill (due ottimi software) sono stati cancellati quando la Adobe acquista la società Golive che produce (l'allora ottimo) editor HTML "Cyberstudio" divenuto al secolo "Adobe Golive"te ne dico un altra, Apple FinalCut una volta era un software Macromedia che la Apple ha comprato a prezzo di liquidazione proprio dalla stessa Macromedia.


          invece di (apple) (linux) :D

          pontificare non e' nel mio stile invece ritengo
          che trollare sia nel tuo
          8)ti sbagli, hai pontificato sul nulla, informati meglio prima di sparare cavolate...se due società con prodotti analoghi si fondono si fa una "sola" cosa molto semplice:si guarda qual'è la base d'installato dei due software e si canna il meno usato... (integrando quel che c'è di buono nell'altro) sarebbero dei cretini se facessero altrimenti!pontifica su questo...(apple)(linux)
          • porcacchia scrive:
            Re: vecchiosoftare o vecchio modo di pen
            - Scritto da:



            vediamo...





            Adobe Golive a favore di Dreamweaver



            http://www.adobe.com/it/products/golive/

            uhm non mi pare il rilascio di una nuova
            versione

            indichi la cancellazione del

            prodotto

            "Ulteriori informazioni su GoLive 9 saranno

            disponibili non appena verrà rilasciata la nuova

            versione."

            se hai fatto un po di studi almeno per quanto

            riguarda la grammatica basilare dovresti
            riuscire

            a leggere quello che ho letto anche io sulla

            stessa pagina (non mi pare troppo difficile)

            1) sarà l'ultima versione di Golive (lo hanno già
            detto vatti a rileggere le press release
            dell'epoca)
            2) hanno eliminato Golive dalla CS3 a favore di
            Dreamweaverquello e quello che leggo sul sito non un certo tipo di elucubrazioni mentali.C'e' scritto altro non mi pare...
            3) stanno uscendo miliardi di tool e guide (anche
            Adobe) per passare da Golive a
            Dreamvevaergentilmente indicheresti una di queste fonti?Ripeto su quella pagina c'e' scritto questoe a meno che tu non sia l'head developer di adobe si legge:(in attesa di una nuova versione)puntofino ad una dichiarazione come quella di FHrimane una tua mera personale elucubrazione.
            hanno segato funzioni importanti (tipo le
            animazioni) di ImageReady che il nuovo Photoshop
            CS3 non
            hadaccordo questa te l'ho abbonata, ma nella maggiorparte dei casi avviene il contrario.comunque non c'e' niente da adirarsi sai..solo i troll nei flames si adirano e cercano di far arrabbiare gli altri.
            per tua stessa ammissione ti ho portato almeno un
            esempio valido a confutare la tua
            tesi.diciamo una mezza ammissione :)
            Posso portartene anche un altro: Adobe Pagemill e
            Adobe Sitemill (due ottimi software) sono stati
            cancellati quando la Adobe acquista la società
            Golive che produce (l'allora ottimo) editor HTML
            "Cyberstudio" divenuto al secolo "Adobe
            Golive"

            te ne dico un altra, Apple FinalCut una volta era
            un software Macromedia che la Apple ha comprato a
            prezzo di liquidazione proprio dalla stessa
            Macromedia.io ti posso portare migliaia di esempi di aziende informatiche che quando assorbito aziende hanno fatto sparire lentamente

            ti sbagli, hai pontificato sul nulla, informati
            meglio prima di sparare
            cavolate...la mia era una mia personale idea in generalenon deve esse certo prese come le 10 tavole della legge di mosè non ti pare
            se due società con prodotti analoghi si fondono
            si fa una "sola" cosa molto
            semplice:Ma guarda io tutto questo positivismo nelle fusioni aziendali di company hanno prodotti analoghi non ce lo vedrei signor anonimo.
            si guarda qual'è la base d'installato dei due
            software e si canna il meno usato... (integrando
            quel che c'è di buono nell'altro) si canna ? ah si abbandona ok :)Ma ne sei proprio sicuro? Oppure lo si sostiusce con un prodotto con minori features ma piu legato alle politiche aziendali del nuovo padrone?sarebbero dei
            cretini se facessero
            altrimenti!

            pontifica su questo...ripeto anche se da come parli sembreresti di una generazione almeno piu piccola di me :)Qui non e' una questione di intelligenza ma di portafoglio, ma vedrai che col tempo noterai alcune cose che adesso ti sfuggono :)Ripeto pontificare non e' nel mio carattere, Le persone intelligenti cercano di avere un dialogo. Ma il dialogo molte volte purtroppo (come in questo caso) non e' proprio costruttivo.Ti saluto e ti "canno" qui :DAP
          • Anonimo scrive:
            Re: vecchiosoftare o vecchio modo di pen


            3) stanno uscendo miliardi di tool e guide
            (anche

            Adobe) per passare da Golive a

            Dreamvevaer

            gentilmente indicheresti una di queste fonti?
            Ripeto su quella pagina c'e' scritto questo
            e a meno che tu non sia l'head developer di adobe
            si legge:(in attesa di una nuova versione)
            punto
            fino ad una dichiarazione come quella di FH
            rimane una tua mera personale elucubrazione.http://www.macitynet.it/macprof/aA24780/index.shtml"Si può in conseguenza di questo pensare che i due pacchetti continueranno ad esistere come soluzioni stand alone per quei clienti che sono abituati ad essi, ma senza investimenti ingenti sulle nuove tecnologie, limitandosi ad una manutenzione costante delle funzionalità curandone la compatibilità con i nuovi sistemi operativi ma anche valutando costantemente la risposta del mercato cui toccherà la decisione finale sulla sopravvivenza dei due gloriosi programmi per la creazione di pagine web e per il disegno vettoriale."ma anche qui:http://blog.html.it/archivi/2006/06/01/lincerto-futuro-di-golive-e-freehand.phpa casa mia significa cancellare (visto che cannare non ti aggrada) cercando di evitando le (molte) ire dei clienti

            daccordo questa te l'ho abbonata, ma nella
            maggiorparte dei casi avviene il
            contrario.
            comunque non c'e' niente da adirarsi sai..
            solo i troll nei flames si adirano e cercano di
            far arrabbiare gli
            altri.già ma qui è pieno di troll e flamer e con il tuo post ti eri ben mimetizzato ;)
            io ti posso portare migliaia di esempi di aziende
            informatiche che quando assorbito aziende hanno
            fatto sparire lentamentesi fanno sparire "tecnologie" scomode e concorrenti alla propria, altrimenti si "integra" tutto quello che di buono produce l'assorbito

            se due società con prodotti analoghi si fondono

            si fa una "sola" cosa molto

            semplice:

            Ma guarda io tutto questo positivismo nelle
            fusioni aziendali di company hanno prodotti
            analoghi non ce lo vedrei signor anonimonon c'è nulla di buono quando due colossi come Adobe e Macromedia si fondono, ma una cosa è certa non sono autolesionisti... i loro affari li sanno trattare bene

            si guarda qual'è la base d'installato dei due

            software e si canna il meno usato... (integrando

            quel che c'è di buono nell'altro)

            si canna ? ah si abbandona ok :)
            Ma ne sei proprio sicuro? Oppure lo si sostiusce
            con un prodotto con minori features ma piu legato
            alle politiche aziendali del nuovo
            padrone?solo le features:1) vanno palesemente contro gli obbiettivi aziendali2) sono poco integrabili3) sono troppo difficile da integrare e quindi spariscono per ricomparire qualche tempo dopo come "novità"altrimenti è autolesionismo

            sarebbero dei

            cretini se facessero

            altrimenti!



            pontifica su questo...

            ripeto anche se da come parli sembreresti di una
            generazione almeno piu piccola di me
            :)guarda che sei fuori strada, io ho criticato la tua dietrologia... ma tranquillo il mondo è abbastanza squallido anche senza troppe canne mentali...
            Qui non e' una questione di intelligenza ma di
            portafoglio, ma vedrai che col tempo noterai
            alcune cose che adesso ti sfuggono
            :)io di esempi te ne ho fatti un pacco, gentilemente mi fai qualche esempio concreto... dimmi cosa abbiamo perso nel mondo dell'informatica

            Ripeto pontificare non e' nel mio carattere, Le
            persone intelligenti cercano di avere un dialogo.
            Ma il dialogo molte volte purtroppo (come in
            questo caso) non e' proprio
            costruttivo.io però ti ho portato esempi e prove alle mie teorie, tu no.
            Ti saluto e ti "canno" qui :D
            APcia'(apple)(linux)
  • Manny_Calavera scrive:
    A mio modesto parere...
    Farebbero meglio che uccidessero Illustrator anzichè FreeHand.A FreeHand manca solo il supporto al canale alfa delle immagini psd e tiff (e quindi anche di vari effetti come il Drop Shadow) e il superbo "Mesh Tool".Se implementano queste features, Illustrator si può anche buttare.O viceversa. A Illustrator basterebbe fondere le features multipagina e redazionali di inDesign e il supporto per il printing in offset di FreeHand.E io ci lavoro con questi software.
    • Cristian scrive:
      Re: A mio modesto parere...
      premetto che non sono un grafico professionistacomunque nel mio lavoro mi capita spesso di impaginaremolti anni fa avevo iniziato ad impaginare le mie tavole all'università (architettura) con Corel e mi trovavo benissimo, poi in seguito mi capitò di fare un catalogo ...lo feci con Corel.. e la fotolito mi fece sputare sangue per stamparlo..oltre che farmi fare una figuraccia con il cliente (mille problemi per aprire il file...per modificare una virgola... sovrapprezzi ecc...)dopodichè ho imparato ad usare freehand ed anche un pò illustator,e non ho mai avuto problemi a stampare...ora mi tolgono freehand?! ma che cavoloIllustrator va benissimo, però mi risulta che non ha le pagine... (almeno la versione che ho io) quindi devi tenere tutto il documento diviso?!qujindi bisogna imparare anche X press...Corel Draw non è affatto male, (anzi se lavori anche con dei .dwg forse è anche di Illustrator e sicuramente meglio di Freehand) ma se non è cambiato qualcosa nelle fotolito negli ultimi 2 anni, è veramente un impresa portare a termine un lavoro fatto in Corelciao
  • Anonimo scrive:
    E Corel?
    non sono un esperto, ma da quello che ho visto Corel Draw non e` male...Enrico
    • Anonimo scrive:
      Re: E Corel?
      No, ma è di una pesantezza mostruosa.
      • Anonimo scrive:
        Re: E Corel?
        Che fai lo usi con un 486?
        • Anonimo scrive:
          Re: E Corel?
          AMD 2800 + 512 mb ram: Photoshop in confronto è una scheggia.
          • Anonimo scrive:
            Re: E Corel?
            be' la Ram la raddoppierei, sarebbe proprio il caso. Ma sai quante cose fa in più Corel Draw nei confronti di adobe la quale potesse farebbe un nuovo software per ogni comando pur di vendere?A Photoshop riconosco di essere globalmente (ma non per tutto) superiore al rispettivo della Corel (che non è Draw ma Paint) che fa parte della suite ma non è certo l'elemento di punta, non per niente riconosce comodamente i file proprietari di Photoshop.
      • LaNberto scrive:
        Re: E Corel?
        - Scritto da:
        No, ma è di una pesantezza mostruosa.in più non genera PostScript affidabile ed è molto inefficiente
        • Anonimo scrive:
          Re: E Corel?
          in compenso crea pdf e se stampi in proprio (Xerox docucolor 240)è una forza (e io ci faccio depliants e cataloghi interi!
          • LaNberto scrive:
            Re: E Corel?
            - Scritto da:
            in compenso crea pdf e se stampi in proprio
            (Xerox docucolor 240)è una forza (e io ci faccio
            depliants e cataloghi
            interi!sì, e se porti in tipografia il documento di Corel draw è facile che saltino fuori errori marchiani nel codice! Sai che forza!
          • Anonimo scrive:
            Re: E Corel?
            Io non ho mai avuto problemi in tipografia, basta fare il pdf correttamente dall'interno di Corel. al limite qualche problema sulle corrispondenze colore.
  • Anonimo scrive:
    You will be assimilated
    Resistance is futile Non sono un appassionato di Star Trek, però la politica di molte software house come Adobe, Autodesk e Corel, mi ricorda tanto quella dei Borg. Queste società (soprattutto le prime due) hanno 'assimilato' la concorrenza e ora si ritrovano con una netta posizione di monopolio.Date un'occhiata a tutti i prodotti di Adobe:http://it.wikipedia.org/wiki/Adobe_Systems#ProdottiStessa cosa per Autodesk, che ora domina il mercato della modellazione e animazione 3D (Maya, 3D Studio Max)...per non parlare poi di AutoCAD.Viva l'antitrust
    • Anonimo scrive:
      Re: You will be assimilated

      Resistance is futile si pero come ha dimostrato star trek non e tutto inutile basta provarci
  • Anonimo scrive:
    Microsoft Expression arriva...
    ...e i primi effetti positivi si fanno sentire.
    • LaNberto scrive:
      Re: Microsoft Expression arriva...
      - Scritto da:
      ...e i primi effetti positivi si fanno sentire.Ho usato Expression fino alla versione 3 perché mi piaceva il sistema di disegno con i pennelli. Poi l'ho mollato perchè era lentissimo e soprattutto perché Illustrator fa le medesime cose, meglio
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft Expression arriva...
        - Scritto da: LaNberto

        - Scritto da:

        ...e i primi effetti positivi si fanno sentire.

        Ho usato Expression fino alla versione 3 perché
        mi piaceva il sistema di disegno con i pennelli.
        Poi l'ho mollato perchè era lentissimo e
        soprattutto perché Illustrator fa le medesime
        cose,
        meglioguarda che non è mai esistita la versione 3 di expression, appena qualche mese fa è uscita la versione 1.0ma quanti troll (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft Expression arriva...
          Sicuro?
        • LaNberto scrive:
          Re: Microsoft Expression arriva...
          - Scritto da:

          - Scritto da: LaNberto



          - Scritto da:


          ...e i primi effetti positivi si fanno
          sentire.



          Ho usato Expression fino alla versione 3 perché

          mi piaceva il sistema di disegno con i pennelli.

          Poi l'ho mollato perchè era lentissimo e

          soprattutto perché Illustrator fa le medesime

          cose,

          meglio

          guarda che non è mai esistita la versione 3 di
          expression, appena qualche mese fa è uscita la
          versione
          1.0

          ma quanti troll (rotfl)Caro ignorante, MS ha comperato Expression che esisteva già da diversi anni, anche se non fregava nulla a nessuno http://graphicssoft.about.com/od/whathappenedto/p/expression.htm
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft Expression arriva...
        Trollone... è appena uscita la 1... beccato!!- Scritto da: LaNberto

        - Scritto da:

        ...e i primi effetti positivi si fanno sentire.

        Ho usato Expression fino alla versione 3 perché
        mi piaceva il sistema di disegno con i pennelli.
        Poi l'ho mollato perchè era lentissimo e
        soprattutto perché Illustrator fa le medesime
        cose,
        meglio
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft Expression arriva...
        Scrivi messaggi dal futuro? - Scritto da: LaNberto

        - Scritto da:

        ...e i primi effetti positivi si fanno sentire.

        Ho usato Expression fino alla versione 3 perché
        mi piaceva il sistema di disegno con i pennelli.
        Poi l'ho mollato perchè era lentissimo e
        soprattutto perché Illustrator fa le medesime
        cose,
        meglio
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft Expression arriva...
          Expression è un sw nato su Mac, univa le caratteristiche vettoriali di AI e FH con quelle pittoriche Bit Map di Painter. Non ha mai avuto un grande successo ed è passato di mano un paiuo di volte sino a finire ad una società giapponese dalla quale MS lo ha comprato e ora lo spaccia come una novità.http://graphicssoft.about.com/cs/illustration/gr/expression.htm
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft Expression arriva...
        - Scritto da: LaNberto

        - Scritto da:

        ...e i primi effetti positivi si fanno sentire.

        Ho usato Expression fino alla versione 3 perché
        mi piaceva il sistema di disegno con i pennelli.
        Poi l'ho mollato perchè era lentissimo e
        soprattutto perché Illustrator fa le medesime
        cose, meglioSei un troll senza nessuna speranza.Prima di tutto: MS Expression è appena uscito un versione 1. Secondo: serve per creare grafica e contenuti per applicazioni basate su tecnologia XAML, per cui con Illustrator non c'entra una mazza.Terzo: Illustrator CS2 (come tutto il sofwtare della suite CS2) è uno degli ammassi di codice più lenti ed ingolfanti che abbiamo mai visto girare su un Mac o un su PC. Al punto che molti colleghi usano ancora il CS1 o AI8...
        • LaNberto scrive:
          Re: Microsoft Expression arriva...
          http://graphicssoft.about.com/od/whathappenedto/p/expression.htmTanto per dire che a MS non sanno inventare proprio nulla
  • Anonimo scrive:
    Nooooooooooooo! Bastardi!!!!!!!!!!!!!!!!
    Illustrator fa schifo al confronto...e poi....possibile che con tutte le versioni che hanno rilasciato non hanno ancora previsto il supporto per un multipagina serio come ce l'ha freehand invece di quel cavolo di foglione enorme con i tratteggio dei fogli per evidenziare i margini di stampa?Spero che qualcuno che usa illustrator mi smentisca dicendo che almeno nell'ultima versione c'e stato messo.ciao a tutti
    • LaNberto scrive:
      Re: Nooooooooooooo! Bastardi!!!!!!!!!!!!
      - Scritto da:
      Illustrator fa schifo al confronto...e
      poi....possibile che con tutte le versioni che
      hanno rilasciato non hanno ancora previsto il
      supporto per un multipagina serio come ce l'ha
      freehand invece di quel cavolo di foglione enorme
      con i tratteggio dei fogli per evidenziare i
      margini di
      stampa?

      Spero che qualcuno che usa illustrator mi
      smentisca dicendo che almeno nell'ultima versione
      c'e stato
      messo.

      ciao a tuttiNon c'è perché non serve. Se si devono realizzare documenti multimagina è infinitamente meglio assemblarli in inDesign o un qualche altro impaginatore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Nooooooooooooo! Bastardi!!!!!!!!!!!!
        cosi mi servono 2 software invece che 1!!ciao
        • J.L.Picard scrive:
          Re: Nooooooooooooo! Bastardi!!!!!!!!!!!!
          - Scritto da:
          cosi mi servono 2 software invece che 1!!

          ciaoStraquoto..Se uno ha bisogno di fare poche pagine simili, è infinitamente più semplice avere il supporto multipagina in un solo programma.Però tenete conto che Illustrator ha questa funzionalità in stampa, è possibile in sostanza avere un disegno di grandi dimensioni ma stamparlo in più porzioni di pagina :)
      • Guido Angeli scrive:
        Re: Nooooooooooooo! Bastardi!!!!!!!!!!!!
        - Scritto da: LaNberto

        - Scritto da:

        Illustrator fa schifo al confronto...e

        poi....possibile che con tutte le versioni che

        hanno rilasciato non hanno ancora previsto il

        supporto per un multipagina serio come ce l'ha

        freehand invece di quel cavolo di foglione
        enorme

        con i tratteggio dei fogli per evidenziare i

        margini di

        stampa?



        Spero che qualcuno che usa illustrator mi

        smentisca dicendo che almeno nell'ultima
        versione

        c'e stato

        messo.



        ciao a tutti

        Non c'è perché non serve. Se si devono realizzare
        documenti multimagina è infinitamente meglio
        assemblarli in inDesign o un qualche altro
        impaginatore.no, è una cagata: con Freehand posso tenere sullo stesso piano di lavoro pagine con misure e proporzioni diverse e distribuirle nello spazio come preferisco, con InDesign è improponibile.Metti di dover declinare un layout su materiali diversi con misure sostanzialmente differenti con FH puoi tenere tutto sott'occhio e conservare un solo file con illustrator o Indesign diventi pazzo.FreeHand era il programma più adatto per studiare la Corporate Image: biglietti da visita, buste, carta da lettere, brochure e quant'altro tutto sott'occhio nella stessa schermata e stampabile con crocini e abbondanze.Gli strumenti di bezier di FreeHand poi erano molto più rapidi e accurati di quelli di Illustrator.
        • Anonimo scrive:
          Re: Nooooooooooooo! Bastardi!!!!!!!!!!!!
          - Scritto da: Guido Angeli
          no, è una cagata: con Freehand posso tenere sullo
          stesso piano di lavoro pagine con misure e
          proporzioni diverse e distribuirle nello spazio
          come preferisco, con InDesign è
          improponibile.
          Metti di dover declinare un layout su materiali
          diversi con misure sostanzialmente differenti con
          FH puoi tenere tutto sott'occhio e conservare un
          solo file con illustrator o Indesign diventi
          pazzo.
          FreeHand era il programma più adatto per studiare
          la Corporate Image: biglietti da visita, buste,
          carta da lettere, brochure e quant'altro tutto
          sott'occhio nella stessa schermata e stampabile
          con crocini e
          abbondanze.

          Gli strumenti di bezier di FreeHand poi erano
          molto più rapidi e accurati di quelli di
          Illustrator.Tutto quello che dici è opinabile e soggetto alle abitudini di lavoro
  • Anonimo scrive:
    Impoverimento culturale
    Quando un progetto viene chiuso ed un prodotto non è più disponibile è sempre un male per l'utenza.C'è un impoverimento culturale, un prodotto che non è più disponibile, un potenziale concorrente in meno che potrebbe contribuire a creare concorrenza e quindi prezzi più bassi, rincorsa delle feature e quindi progresso in poche parole vantaggi per tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Impoverimento culturale
      beh freehand oramai era alla frutta , la sua chiusura non impoverisce nulla.
      • Anonimo scrive:
        Re: Impoverimento culturale
        Ci mancherebbe altro: qualsiasi applicazione finisce alla frutta se la si lascia in mano alla concorrenza. Le migliori ci mettono solo piu' tempo per morire.
        • Anonimo scrive:
          Re: Impoverimento culturale
          - Scritto da:
          Ci mancherebbe altro: qualsiasi applicazione
          finisce alla frutta se la si lascia in mano alla
          concorrenza. Le migliori ci mettono solo piu'
          tempo per
          morire.Heil! :@
        • LaNberto scrive:
          Re: Impoverimento culturale
          - Scritto da:
          Ci mancherebbe altro: qualsiasi applicazione
          finisce alla frutta se la si lascia in mano alla
          concorrenza. Le migliori ci mettono solo piu'
          tempo per
          morire.Beh non è vero, Corel Draw che della terna vettoriale era di gran lunga il peggiore è sempre lì. E puzza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Impoverimento culturale

            Beh non è vero, Corel Draw che della terna
            vettoriale era di gran lunga il peggiore è sempre
            lì. E
            puzza.ovviamente per chi non lo sa usare... lo uso da 14 anni e continuo a preferirlo a FH e AI
          • LaNberto scrive:
            Re: Impoverimento culturale
            - Scritto da:

            Beh non è vero, Corel Draw che della terna

            vettoriale era di gran lunga il peggiore
            è
            sempre

            lì. E

            puzza.

            ovviamente per chi non lo sa usare... lo uso da
            14 anni e continuo a preferirlo a FH e
            AIAvendolo usato dalla 2 alla 8 ne so qualcosa
  • Anonimo scrive:
    Sta distruggendo tutta la ex Macromedia
    ...un mattone alla volta.Che gran pena veder distruggere i migliori software di Macromedia.Stimavo tantissimo Macromedia e quando ho saputo che era stata aquistata da Adobe ho capito che era il suo funerale. Esempio? Un mito, uno standard ancora adesso: Dreamweaver.Anni e anni per l'attesissima nuova release del più famoso editor html, la prima marchiata Adobe... e che cosa ti fanno? Un setup monolitico che ti installa una marea di ciarpame che non c'entra nulla sul pc senza possibilità di evitarlo.E Dreamweaver? Dopo tutti questi anni dovrebbe essere stato praticamente riscritto, dovrebbe essere una rivoluzione totale, dovrebbe traghettarci nel mondo dei CSS ultimo grido, ASP.NET, PHP e Javascript all'ennesima potenza... E invece no, è pressoché uguale al vecchio 8! Qualche mini modifica qui e là. Sciocchezzuole. Il risultato è che si stanno facendo sorpassare persino da Microsoft, col suo nuovo Web Expression.Non perdonerò mai Adobe per quel che ha fatto a Macromedia.
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome
      Cosa pretendi da markettari ciechi? Ti conviene trovare qualcosa piu' difendibile dalle politiche aziendali di una delle tante aziende multinazionali marce.
    • LaNberto scrive:
      Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome


      E invece no, è pressoché uguale al vecchio 8!
      Qualche mini modifica qui e là. Sciocchezzuole.


      Il risultato è che si stanno facendo sorpassare
      persino da Microsoft, col suo nuovo Web
      Expression.

      Non perdonerò mai Adobe per quel che ha fatto a
      Macromedia.Ho usato dreamweaver dalla seconda versione, quando provenivo dalla carta stampata. E' sempre stato un mostro di lentezza con un'interfaccia inefficiente al massimo grado, ma mi ha permesso con un minimo di accortezza di sviluppare un sacco di siti.Da quando lavoro per lo più con vari CMS non mi serve più: il codice dei template da tempo me lo scrivo a mano usando una coppia di programmi specifici (editor XHTML/Editor CSS) e dreamweaver lo lascio per l'occasionale sito statico, perché per queste cose rimane sempre molto comodo. Da 10 giorni però ho scoperto Coda della Panic Soft e credo che DW finirà in cantina, anche se comunque me lo ritrovo nell'upgrade della CS3
      • Anonimo scrive:
        Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome
        - Scritto da: LaNberto




        E invece no, è pressoché uguale al vecchio 8!

        Qualche mini modifica qui e là. Sciocchezzuole.





        Il risultato è che si stanno facendo sorpassare

        persino da Microsoft, col suo nuovo Web

        Expression.



        Non perdonerò mai Adobe per quel che ha fatto a

        Macromedia.

        Ho usato dreamweaver dalla seconda versione,
        quando provenivo dalla carta stampata. E' sempre
        stato un mostro di lentezza con un'interfaccia
        inefficiente al massimo grado, ma mi ha permesso
        con un minimo di accortezza di sviluppare un
        sacco di
        siti.
        Grazie cacciavitaro, per tutti quei siti obrobriosi, pesanti e compatibili solo con IE.
        • LaNberto scrive:
          Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome
          - Scritto da:
          Grazie cacciavitaro, per tutti quei siti
          obrobriosi, pesanti e compatibili solo con
          IE.Caro professore (troll), mi sono sempre fatto vanto di realizzare siti leggeri e perfettamente standard.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome
        - Scritto da: LaNberto




        E invece no, è pressoché uguale al vecchio 8!

        Qualche mini modifica qui e là. Sciocchezzuole.





        Il risultato è che si stanno facendo sorpassare

        persino da Microsoft, col suo nuovo Web

        Expression.



        Non perdonerò mai Adobe per quel che ha fatto a

        Macromedia.

        Ho usato dreamweaver dalla seconda versione,
        quando provenivo dalla carta stampata. E' sempre
        stato un mostro di lentezza con un'interfaccia
        inefficiente al massimo grado, ma mi ha permesso
        con un minimo di accortezza di sviluppare un
        sacco di
        siti.

        Da quando lavoro per lo più con vari CMS non mi
        serve più: il codice dei template da tempo me lo
        scrivo a mano usando una coppia di programmi
        specifici (editor XHTML/Editor CSS) e dreamweaver
        lo lascio per l'occasionale sito statico, perché
        per queste cose rimane sempre molto comodo. Da 10
        giorni però ho scoperto Coda della Panic Soft e
        credo che DW finirà in cantina, anche se comunque
        me lo ritrovo nell'upgrade della
        CS3un vero sviluppatore web si fa i suoi CMS e non gioca mica a fare il copia e incolla con i CMS aggratis tipo aspnuke...prima di giudicare un software considera che qualcuno nel mondo potrebbe essere più bravo e competente di te
        • LaNberto scrive:
          Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome
          - Scritto da:
          un vero sviluppatore web si fa i suoi CMS e non
          gioca mica a fare il copia e incolla con i CMS
          aggratis tipo
          aspnuke...

          prima di giudicare un software considera che
          qualcuno nel mondo potrebbe essere più bravo e
          competente di
          teDevi essere il solito troll di prima. Da parte mia posso dire che credo fermamente nella specializzazione, per cui essendo un ottimo grafico e progettista di template non sono una cima come sviluppatore puro, e non lo sarò mai, e quindi, come tutti, uso tre o quattro CMS già pronti alla bisogna, e con profitto.Come del resto un programmatore non potrà mai essere un designer più che mediocre. E' una questione di formazione profesionale e culturale.In chiusura, il fatto di sborsare quattrini per un software mi da tutto il diritto di commentarlo a piacere. Puoi dire altrettanto?
    • LaNberto scrive:
      Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome
      Aggiungo che dopo aver provato la CS3 nella sua interezza, l'unico vero motivo per fare l'upgrade (a parte le cosiddette innovazioni che su molte applicazioni sono abbastanza marginali) è perché chi ha Mac Intel vede le applicazioni girare nativamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome

      Stimavo tantissimo Macromedia e quando ho saputo
      che era stata aquistata da Adobe ho capito che
      era il suo funerale.Concordo. Tuttavia...
      Esempio? Un mito, uno standard ancora adesso:
      Dreamweaver.Adobe era interessata a Flash. Quello era il mercato.Dreamweaver era un pessimo programma prima e lo è rimasto. Semplicemente Adobe non ritiene che valga la pena di investirci. Ed ha ragione. I business maggiori saranno con Apollo & C. DW è passato, allo stato attuale Nvu (gratuito) è di poco inferiore e non manifesta il divario che esiste tra PS e Gimp.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome
        - Scritto da:


        Stimavo tantissimo Macromedia e quando ho saputo

        che era stata aquistata da Adobe ho capito che

        era il suo funerale.

        Concordo. Tuttavia...


        Esempio? Un mito, uno standard ancora adesso:

        Dreamweaver.

        Adobe era interessata a Flash. Quello era il
        mercato.

        Dreamweaver era un pessimo programma prima e lo è
        rimasto. Semplicemente Adobe non ritiene che
        valga la pena di investirci. Ed ha ragione. I
        business maggiori saranno con Apollo & C. DW è
        passato, allo stato attuale Nvu (gratuito) è di
        poco inferiore e non manifesta il divario che
        esiste tra PS e
        Gimp.Questo è umorismo allo stato puro
    • Anonimo scrive:
      Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome
      concordo alla grande.MAcromedia era una signora software house. Adobe l'ho sempre considerata una delle peggiori e la conferma viene dal fatto che stanno facendo esattamente quello che dici, appesantiscono all'infinito software e procedure di setup senza nessun motivo.Non uso prodotti adobe da diversi anni, mi sono lasciato dietro i vari acrobat reader (mi dicono che l'ultimo reader è un mostro da 35 Mb) per l'ottimo foxit reader che è 2 mB e fa tutto quello che fa acrobat 10 volte più velocemente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome
        appesantiscono
        all'infinito software e procedure di setup senza
        nessun
        motivo.ma tu passi le giornate a lanciare installazioni a destra e manca? che male c'è se si installa un po' di fuffa e si aspettano 30 secondi in più?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome
      Che esagerato hanno solo tolto un programma che non aggiornava più nemmeno Macromedia da almeno 4 anni.Secondo me questo Dreamweaver è una versione di passaggio considera che tutti i programmi Macromedia e Adobe sono stati riscritti per i Mac Intel e per Windows Vista quindi immagino che abbiano avuto un gran da fare e si saranno concentrati di più sulle innovazioni dei prodotti di punta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sta distruggendo tutta la ex Macrome

      .. Un setup monolitico che ti installa una marea di
      ciarpame che non c'entra nulla sul pc senza
      possibilità di
      evitarlo.Hanno fatto la stessa cosa con CoolEdit Pro, un gioiello di software che hanno reso un mattone allucinante, lento e voluminoso, dopo aver comprato il produttore originale. Ora si chiama Audition.E' la tendenza attuale. Probabilmente anche loro hanno abboccato come dei fessi all'amo di Microsoft e stanno riscrivendo piano piano il software con quella immondizia di .NET, così risparmiano un mese sullo sviluppo e se poi serve una macchina più veloce o il doppio della memoria, quella è roba che paga l'utente.
  • Anonimo scrive:
    I sorgenti ? Hahahahhahaahah
    I sorgenti di programmi che la gente è disposta a comprare di li regala nessuno. Mai.Figurarsi Adobe.
    • Anonimo scrive:
      Re: I sorgenti ? Hahahahhahaahah
      - Scritto da:
      I sorgenti di programmi che la gente è disposta a
      comprare di li regala nessuno.
      Mai.Ma come cazzo parli, che non si capisce neanche cosa vuoi dire? Cosa vuol dire "di li regala nessuno. Mai"?
      • Anonimo scrive:
        Re: I sorgenti ? Hahahahhahaahah
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        I sorgenti di programmi che la gente è disposta
        a

        comprare di li regala nessuno.

        Mai.

        Ma come cazzo parli, che non si capisce neanche
        cosa vuoi dire? Cosa vuol dire "di li regala
        nessuno.
        Mai"?Voleva dire che il suo diploma di 5° elementare sè l'è comprato.
    • Anonimo scrive:
      Re: I sorgenti ? Hahahahhahaahah
      - Scritto da:
      I sorgenti di programmi che la gente è disposta a
      comprare di li regala nessuno.
      Mai.

      Figurarsi Adobe.E' successo per Blender che i sorgenti sono stati acquistati e poi rilasciati. Ma in questo caso Adobe ha troppi motivi per affossare il programma, deve spingere Illustrator e Freehand vivo significa una spina nel fianco.Questa e' la fine del software proprietario: vivere alla merce' del vendor. Muoia Sansone con tutti i Filistei. I cimiteri del software sono lastricati di grandi programmi defunti. Quel che e' peggio e' che si portano appresso nella tomba anni di know-how dei poveri utenti e un sacco di prodotti altrui bloccati in un formato proprietario.
      • Anonimo scrive:
        Re: I sorgenti ? Hahahahhahaahah
        - Scritto da:
        E' successo per Blender che i sorgenti sono stati
        acquistati e poi rilasciati. Ma in questo caso
        Adobe ha troppi motivi per affossare il
        programma, deve spingere Illustrator e Freehand[...]Va ricordato che la casa produttrice di Blender era fallita! Il software è stato acquistato per una cifra inferiore al costo ma (come ammette lo stesso Rosendal) gli investitori non avrebbero mai potuto neanche sperare, di racimolare una somma simile!L'apertura di Blender (programma che è poco dire che amo!) si è inserita nell'ambito di una procedura fallimentare... non credo che Adobe verrà liquidata tanto presto!
  • Anonimo scrive:
    Allora!? C'è Inkscape!
    Come da titolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Allora!? C'è Inkscape!
      Ci sarebbe anche Sodipodi, ma sono ancora un po' sotto ai due big (come gimp con photoshop).Per l'utente medio che si diletta van bene.
      • Anonimo scrive:
        Re: Allora!? C'è Inkscape!
        Naaaaa.Gimp va benissimo...basta saperlo utilizzare.
        • LaNberto scrive:
          Re: Allora!? C'è Inkscape!
          - Scritto da:
          Naaaaa.Gimp va benissimo...basta saperlo
          utilizzare.Basta scordarsi robette tipo la quadricromia o qualsiasi controllo del colore e rassegnarsi ad una interfaccia inefficiente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Allora!? C'è Inkscape!
            - Scritto da: LaNberto

            - Scritto da:

            Naaaaa.Gimp va benissimo...basta saperlo

            utilizzare.

            Basta scordarsi robette tipo la quadricromia o
            qualsiasi controllo del colore e rassegnarsi ad
            una interfaccia
            inefficiente.Povero, non è nemmeno colpa sua; è la quadricromia ( il pantone) che è proprrietario e non puo essere messo in gimp.Per l'interfaccia esiste una roba che ricalca quella di PS.Btw PS per utilizzo professionale è di un altra categoria.Non è che l'opensource sia la cura di tutti i mali, alcune cose (PS appunto, CAD e firewall tanto per dire le prime che mi vengono in mente) si fanno ancora meglio con software proprietari.
          • LaNberto scrive:
            Re: Allora!? C'è Inkscape!
            - Scritto da:

            - Scritto da: LaNberto



            - Scritto da:


            Naaaaa.Gimp va benissimo...basta saperlo


            utilizzare.



            Basta scordarsi robette tipo la quadricromia o

            qualsiasi controllo del colore e rassegnarsi ad

            una interfaccia

            inefficiente.

            Povero, non è nemmeno colpa sua; è la
            quadricromia ( il pantone) che è proprrietario e
            non puo essere messo in
            gimp.Attenzione. la quadricromia (CYMK) è uno spazio colore del tutto analogo agli altri e non è proprietario come non lo è l'RGB.Pantone è un sistema di certificazione dei colori che procede per colori indicizzati, usabili sia in tri- che i quadricromia, e va licenziata giustamente da Pantone. Sono due cose diverse.
          • Anonimo scrive:
            Re: Allora!? C'è Inkscape!
            CMYK O)
          • Anonimo scrive:
            Re: Allora!? C'è Inkscape!
            - Scritto da: LaNberto
            Pantone è un sistema di certificazione dei colori
            che procede per colori indicizzati, usabili sia
            in tri- che i quadricromia, e va licenziata
            giustamente da Pantone. Sono due cose
            diverse.Però quando vai in tipografia se non ha il pantone t'attacchi.
          • LaNberto scrive:
            Re: Allora!? C'è Inkscape!
            - Scritto da:

            - Scritto da: LaNberto

            Pantone è un sistema di certificazione dei
            colori

            che procede per colori indicizzati, usabili sia

            in tri- che i quadricromia, e va licenziata

            giustamente da Pantone. Sono due cose

            diverse.

            Però quando vai in tipografia se non ha il
            pantone
            t'attacchi.Solo se stampi con colori spot (ovvero solo se stampi con 1, 2 o tre colori in linea di massima)
          • Anonimo scrive:
            Re: Allora!? C'è Inkscape!

            Pantone è un sistema di certificazione dei colori
            che procede per colori indicizzati, usabili sia
            in tri- che i quadricromia, e va licenziata
            giustamente da Pantone. Sono due cose
            diverse.peggio di così non potevi dirlo: i colori Pantone non sono assimilabili alla tricromia o quadricromia, sono "canali" aggiunti a queste che restano però ben separati e che possono (e soprattutto) vengono usati al di fuori delle bi, tri, quadricromieSono tinte piatte, quindi non retinate, ottenute partendo da 8 colori base.
          • LaNberto scrive:
            Re: Allora!? C'è Inkscape!
            - Scritto da:


            Pantone è un sistema di certificazione dei
            colori

            che procede per colori indicizzati, usabili sia

            in tri- che i quadricromia, e va licenziata

            giustamente da Pantone. Sono due cose

            diverse.

            peggio di così non potevi dirlo: i colori Pantone
            non sono assimilabili alla tricromia o
            quadricromia, sono "canali" aggiunti a queste che
            restano però ben separati e che possono (e
            soprattutto) vengono usati al di fuori delle bi,
            tri,
            quadricromie
            Sono tinte piatte, quindi non retinate, ottenute
            partendo da 8 colori
            base.

            Sempre che tu non li usi per avere un riferimento di colore e poi non li converta in quadricromia
          • Anonimo scrive:
            Re: Allora!? C'è Inkscape!
            - Scritto da:

            - Scritto da: LaNberto



            - Scritto da:


            Naaaaa.Gimp va benissimo...basta saperlo


            utilizzare.



            Basta scordarsi robette tipo la quadricromia o

            qualsiasi controllo del colore e rassegnarsi ad

            una interfaccia

            inefficiente.

            Povero, non è nemmeno colpa sua; è la
            quadricromia ( il pantone) che è proprrietario e
            non puo essere messo in
            gimp.
            Per l'interfaccia esiste una roba che ricalca
            quella di
            PS.
            Btw PS per utilizzo professionale è di un altra
            categoria.
            Non è che l'opensource sia la cura di tutti i
            mali, alcune cose (PS appunto, CAD e firewall
            tanto per dire le prime che mi vengono in mente)
            si fanno ancora meglio con software
            proprietari.Quadricromia è un conto... gli algoritmi brevettati come Pantone sono un'altra cosa. Non è che gli spazi colore siano brevettati o brevettabili, altrimenti nessuno scriverebbe software di alcun tipo a furia di pagare licenze. Il fatto è che per creare qualcosa di analogo e paragonabile a Pantone senza copiarlo di sana pianta richiede migliaia di ore uomo, servono investimenti ingenti per scrivere algoritmi di quel livello.
          • Anonimo scrive:
            Re: Allora!? C'è Inkscape!
            - Scritto da:
            Il fatto è che per creare qualcosa di analogo e
            paragonabile a Pantone senza copiarlo di sana
            pianta richiede migliaia di ore uomo, servono
            investimenti ingenti per scrivere algoritmi di
            quel
            livello.Ma siamo sicuri che c'entrino solo gli "algoritmi di quel livello"?Cioè ormai nelle tipografie si usa il Pantone, è dura abbattere una consuetudine di questo tipo anche se si hanno parecchi soldi da investire.
          • LaNberto scrive:
            Re: Allora!? C'è Inkscape!
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: LaNberto





            - Scritto da:



            Naaaaa.Gimp va benissimo...basta saperlo



            utilizzare.





            Basta scordarsi robette tipo la quadricromia o


            qualsiasi controllo del colore e rassegnarsi
            ad


            una interfaccia


            inefficiente.



            Povero, non è nemmeno colpa sua; è la

            quadricromia ( il pantone) che è proprrietario e

            non puo essere messo in

            gimp.

            Per l'interfaccia esiste una roba che ricalca

            quella di

            PS.

            Btw PS per utilizzo professionale è di un altra

            categoria.

            Non è che l'opensource sia la cura di tutti i

            mali, alcune cose (PS appunto, CAD e firewall

            tanto per dire le prime che mi vengono in mente)

            si fanno ancora meglio con software

            proprietari.

            Quadricromia è un conto... gli algoritmi
            brevettati come Pantone sono un'altra cosa. Non è
            che gli spazi colore siano brevettati o
            brevettabili, altrimenti nessuno scriverebbe
            software di alcun tipo a furia di pagare licenze.
            Il fatto è che per creare qualcosa di analogo e
            paragonabile a Pantone senza copiarlo di sana
            pianta richiede migliaia di ore uomo, servono
            investimenti ingenti per scrivere algoritmi di
            quel
            livello.Non servono gli algoritmi: pantone è uno standard industriale da licenziare, tutto lì
          • Anonimo scrive:
            Re: Allora!? C'è Inkscape!

            Non è che l'opensource sia la cura di tutti i
            mali, alcune cose (PS appunto, CAD e firewall
            tanto per dire le prime che mi vengono in mente)
            si fanno ancora meglio con software
            proprietari.Per quanto riguarda cad e PS sono in parte d'accordo, per ciò che attiene ai firewall mi permetto di dissentire è anni che installo e che mi proteggo con firewall liberi Opensource e francamente "per quanto mi riguarda" li ritengo migliori.HTH
      • Anonimo scrive:
        Re: Allora!? C'è Inkscape!
        - Scritto da:
        Ci sarebbe anche Sodipodi, ma sono ancora un po'
        sotto ai due big (come gimp con
        photoshop)GIMP e' UN BEL PO' al di sotto di Photoshop... certo, e' un bel programma, ma da qui a paragonarlo a Photoshop per il momemnto ce ne passa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Allora!? C'è Inkscape!

          GIMP e' UN BEL PO' al di sotto di Photoshop...
          certo, e' un bel programma, ma da qui a
          paragonarlo a Photoshop per il momemnto ce ne
          passa.Da inesperto di grafica (sono sviluppatore, pessimo disegnatore e ignorante in materia) ogni volta che usavo Gimp avevo l'impressione che non avesse niente da invidiare a Photoshop.Fino a che ho scoperto che i layer di aggiustamento erano proprio stracomodi. E che Gimp non li aveva.Ed ho iniziato ad avere il sospetto (ora certezza) che sopravvalutavo Gimp per questioni di simpatia e per la mia evidente poca dimestichezza con gli strumenti grafici.Quello che mi piacerebbe sapere, però, è: nel concreto, quali sono i punti più deboli di Gimp (quelli oggettivi, l'assenza della gestione della quadricromia etc etc, più che considerazioni sulla GUI).Sei in grado di consigliarmi qualche link?E, per restare in tema, a proposito di FreeHand, AI e InkScape?GrazieOlmo
          • Anonimo scrive:
            Re: Allora!? C'è Inkscape!
            - Scritto da: [...]
            Quello che mi piacerebbe sapere, però, è: nel
            concreto, quali sono i punti più deboli di Gimp
            (quelli oggettivi, l'assenza della gestione della
            quadricromia etc etc, più che considerazioni
            sulla
            GUI).
            [...]
            OlmoSono un fanaticissimo dell'open source, ma in effetti dire che Gimp non ha nulla da invidiare a photoshop è un'enorme bugia.I limiti di Gimp non sono tanto di interfaccia (è diversa, bè?), nè di filtri o effettacci vari (facili da aggiungere e/o simulare). Gimp ha un pazzesco limite strutturale, che per ora lo incatena al solo RGB (quindi i colori non sono quelli di stampa) e a immagini a 8 bit (quindi pesanti correzioni con curve di colore sgraneranno l'immagine). Quando gli studios cinematografici (che usano prevalentemente open source) hanno avuto bisogno di un manipolatore di immagini hanno modificato Gimp in FilmGimp, aggiungendo 16 bit e tanti altri cacchi. Non so per quale motivo, ma le soluzioni provenienti da Hollywood non sono state prese in considerazione dal progetto, che punta a integrare queste funzionalità utilizzando una libreria esterna (GEGL) che probabilmente arriverà dopo il secondo avvento. Filmgimp è diventato Cinepaint, altro grande programma, staccandosi da Gimp.Uso Gimp spesso e volentieri (ci faccio le texture).. se devi lavorare prevalentemente a video e sei cosciente delle limitazioni, va più che bene, ma non è Photoshop!
      • Anonimo scrive:
        Re: Allora!? C'è Inkscape!

        Per l'utente medio che si diletta van bene.
        Ecco.Ma qui non si parla di dilettanti, è un discorso per professionisti, a chi ci lavora 10 ore al giorno non serve un programma che non conosce nessuno, senza un'assistenza seria e che non si possa scaricare dalle tasse
        • nattu_panno_dam scrive:
          Re: Allora!? C'è Inkscape!
          - Scritto da:

          e che non si
          possa scaricare dalle
          tasse(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Allora!? C'è Inkscape!
          - Scritto da:


          Per l'utente medio che si diletta van bene.



          Ecco.
          Ma qui non si parla di dilettanti, è un discorso
          per professionisti, a chi ci lavora 10 ore al
          giorno non serve un programma che non conosce
          nessuno, senza un'assistenza seria e che non si
          possa scaricare dalle
          tasseScaricare dalle tasse? Che cazz vuol dire? Preferisci pagare una fessa licenza piuttosto che spendere gli stessi soldi per qualcosa di piu' utile?
      • Anonimo scrive:
        Re: Allora!? C'è Inkscape!
        - Scritto da:
        Ci sarebbe anche Sodipodi, ma sono ancora un po'
        sotto ai due big (come gimp con
        photoshop).

        Per l'utente medio che si diletta van bene.


        GIMP, in quanto a potenzialità, mi ricorda tanto photoshop 2...che nostalgia!
    • Anonimo scrive:
      Re: Allora!? C'è Inkscape!
      - Scritto da:
      Come da titolo.Supporta la stampa e i documenti in CMYK?Se non è così, serve a poco perchè FreeHand è stato sempre uno delle fondamenta nel printing in offset.
      • Anonimo scrive:
        Re: Allora!? C'è Inkscape!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Come da titolo.

        Supporta la stampa e i documenti in CMYK?

        Se non è così, serve a poco perchè FreeHand è
        stato sempre uno delle fondamenta nel printing in
        offset.Non ancora, lo implementeranno presto.In rete c'é una prova comparativa tra Freehand MX e una vecchia versione di Inkscape: Inkscape rimane sotto praticamente solo a causa del formato CMYK e della mancanza delle palette (Pantone ecc.).
        • Anonimo scrive:
          Re: Allora!? C'è Inkscape!
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Come da titolo.



          Supporta la stampa e i documenti in CMYK?



          Se non è così, serve a poco perchè FreeHand è

          stato sempre uno delle fondamenta nel printing
          in

          offset.

          Non ancora, lo implementeranno presto.

          In rete c'é una prova comparativa tra Freehand MX
          e una vecchia versione di Inkscape: Inkscape
          rimane sotto praticamente solo a causa del
          formato CMYK e della mancanza delle palette
          (Pantone
          ecc.).Sarebbe ottimo vedere questa feature a breve!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Allora!? C'è Inkscape!
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Come da titolo.



          Supporta la stampa e i documenti in CMYK?



          Se non è così, serve a poco perchè FreeHand è

          stato sempre uno delle fondamenta nel printing
          in

          offset.

          Non ancora, lo implementeranno presto.

          In rete c'é una prova comparativa tra Freehand MX
          e una vecchia versione di Inkscape: Inkscape
          rimane sotto praticamente solo a causa del
          formato CMYK e della mancanza delle palette
          (Pantone
          ecc.).ah, beh... se è solo questo che gli manca possiamo switchare tranquillamente tutti quanti!
    • Anonimo scrive:
      Re: Allora!? C'è Inkscape!
      Date tempo al tempo, tra un pò i software proprietari a pagamento non serviranno più.Ci vuole tempo, guardate Microsoft, è da più di 20 anni nel settore e non ha ancora fatto un OS decente. :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Allora!? C'è Inkscape!
        - Scritto da:
        Date tempo al tempo, tra un pò i software
        proprietari a pagamento non serviranno
        più.
        Ci vuole tempo, guardate Microsoft, è da più di
        20 anni nel settore e non ha ancora fatto un OS
        decente.
        :DContinua pure a fare i tuoi sogni noglobal.. la realtà è ben diversa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Allora!? C'è Inkscape!
          E che c'entrano i noglobal??Qual'è la realtà? Che con tutti i soldi a disposizione Microsoft fa ancora OS penosi?!?!Dai va, torna a giocare con le macchinine, che di informatica non sai una ramazza!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Allora!? C'è Inkscape!
      Qui c'è una valida recensione del prodottohttp://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1543459&m_id=1543701
  • PzSniper scrive:
    W Illustrator 13...Finalmente.. però...
    Sono lieto della notizia perchè Freehand oramai era obsoleto e non ottimizzato, poi usando Illustrator 13 CS3 è una meraviglia lavorare anche con file Freehand, quindi tanto meglio.il vero problema è che è stato "ucciso" Adobe ImageReady CS2 che x creare animazioni e banner era il top, oltre che fare le slice di una immagine x impotarla in Dreamweaver.. questo si che è triste Photoshop 10 CS3 NON integra tutte le funzioni del defunto :(
    • Anonimo scrive:
      Re: W Illustrator 13...Finalmente.. però
      - Scritto da: PzSniper
      Sono lieto della notizia perchè Freehand oramai
      era obsoleto e non ottimizzato, poi usando
      Illustrator 13 CS3 è una meraviglia lavorare
      anche con file Freehand, quindi tanto
      meglio.

      il vero problema è che è stato "ucciso" Adobe
      ImageReady CS2 che x creare animazioni e banner
      era il top, oltre che fare le slice di una
      immagine x impotarla in Dreamweaver.. questo si
      che è triste Photoshop 10 CS3 NON integra tutte
      le funzioni del defunto
      :(C'è una sostanziale differenza tra FreeHand e Illustrator:Illustrator lavora in un foglio solo!
      • Anonimo scrive:
        Re: W Illustrator 13...Finalmente.. però
        hai rsposto anche a post futuri che denigrano FH.a me non piace, ma molti lo usano perchè è appunto multipagina.si può discutere su tutto, ma questo è fondamentale.molti dicono che bisogna usare indesign, ma sinceramente non ci azzecca molto...magari il multipagina lo metteranno su illustrator come opzione, ma siamo gia molto avanti con le versioni, e non so se sia nelle loro intenzioni.e ho fatto pure la rima.
    • Anonimo scrive:
      Re: W Illustrator 13...Finalmente.. però
      imageready e' morto perche c'e' fireworks che fa le stesse cose meglio, e si integra per davvero con DW
  • Anonimo scrive:
    LOL... Rilasciare i sorgenti
    Alla Adobe non sono mica scemi !Un conto è rilasciare Flex che da solo è tutto e niente, un altro è un programma completo perfettamente in grado di competere con il suo Illustrator
    • Anonimo scrive:
      Re: LOL... Rilasciare i sorgenti
      - Scritto da:
      Alla Adobe non sono mica scemi !
      Un conto è rilasciare Flex che da solo è tutto e
      niente, un altro è un programma completo
      perfettamente in grado di competere con il suo
      Illustratornon mi occupo di grafika vettoriale,ma so ke c'è un programma chiamato Inkscape, sia per linux che per windows.E' opensource e GPL.Ne ho sempre sentito parlare bene, ma, ripeto, non so se è ai livelli di freehand o illustrator (magari è anche meglio! bho! mai provati)
      • Anonimo scrive:
        Re: LOL... Rilasciare i sorgenti
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Alla Adobe non sono mica scemi !

        Un conto è rilasciare Flex che da solo è tutto e

        niente, un altro è un programma completo

        perfettamente in grado di competere con il suo

        Illustrator


        non mi occupo di grafika vettoriale,
        ma so ke c'è un programma chiamato Inkscape, sia
        per linux che per windows.E' opensource e
        GPL.
        Ne ho sempre sentito parlare bene, ma, ripeto,
        non so se è ai livelli di freehand o illustrator
        (magari è anche meglio! bho! mai
        provati)se fosse migliore a quest'ora tutti sarebbero passati a Inkscapesenza i miliardi è molto difficile che un software fatto da hobbisti possa superare gli investimenti miliardari di una azienda miliardaria, eccetto rari casi
        • Anonimo scrive:
          Re: LOL... Rilasciare i sorgenti

          senza i miliardi è molto difficile che un
          software fatto da hobbisti possa superare gli
          investimenti miliardari di una azienda
          miliardaria, eccetto rari
          casiumhapachepostfixamaroksquidpostgresfirefoxk3bdai qualcosina si fa ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: LOL... Rilasciare i sorgenti
            - Scritto da:


            senza i miliardi è molto difficile che un

            software fatto da hobbisti possa superare gli

            investimenti miliardari di una azienda

            miliardaria, eccetto rari

            casi

            umh
            apache
            postfix
            amarok
            squid
            postgres
            firefox
            k3b

            dai qualcosina si fa ;)beh, a parte MS... con quella non ci vuole molto (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: LOL... Rilasciare i sorgenti
        Qui si parla di programmi concorrenziali attuali, non di giocattoli che forse lo saranno tra qualche anno
      • Anonimo scrive:
        Re: LOL... Rilasciare i sorgenti


        non mi occupo di grafika vettoriale,
        ma so ke c'è un programma chiamato Inkscape, sia
        per linux che per windows.E' opensource e
        GPL.
        Ne ho sempre sentito parlare bene, ma, ripeto,
        non so se è ai livelli di freehand o illustrator
        (magari è anche meglio! bho! mai
        provati)Dimentichi che una larga fetta dei grafici e delle agenzie usa Mac...
        • Anonimo scrive:
          Re: LOL... Rilasciare i sorgenti

          Dimentichi che una larga fetta dei grafici e
          delle agenzie usa Mac...Anche tu dimentichi qualcosa. Uno dei principali vantaggi del soft libero è che nessuno può impedirti di portarlo sulla tua piattaforma preferita.Ecco come per incanto il tuo Inkscape anche per Mac.http://www.inkscape.org/download/?lang=itE' ancora giovane e sicuramente non al livello di Freehand o Illustrator, ma esiste e col tempo sarà certamente migliorato.Con il soft chiuso, se chi lo ha scritto non vuole che sia fatto il porting non ci sono santi.
  • Anonimo scrive:
    Chiedo a chi è esperto di FH e AI
    Si tratta di vera sopressione oppure hanno fuso le caratteristiche di FH in AI, e quindi in pratica hanno tenuto il meglio dei due software nella CS 3 chimando la fusione Adobe Illustrator?
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiedo a chi è esperto di FH e AI
      - Scritto da:
      Si tratta di vera sopressione oppure hanno fuso
      le caratteristiche di FH in AI, e quindi in
      pratica hanno tenuto il meglio dei due software
      nella CS 3 chimando la fusione Adobe
      Illustrator?Non credo abbiano ancora "importato" alcune caratteristiche di FH in Illustrator, ma sicuramente in futuro il know how (che è di alto livello) di FH confluirà in Ill.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiedo a chi è esperto di FH e AI
      Per motivi lunghi a spiegarsi FH è da anni molto peggio di Ai (anche per gli abusi che ne hanno fatto i tonti grafici italici): anche se non mi piace per nulla che Adobe sia ormai monopolista, sono arcicontento che Fh abbia finalmente chiuso: moooolta fatica e inka**ature in meno per me.Le cose buone di Fh da salvare sono talmente poche che non vale neppure la pena di citarle.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chiedo a chi è esperto di FH e AI


        Le cose buone di Fh da salvare sono talmente
        poche che non vale neppure la pena di
        citarle.come i documenti a più pagine...possibile che in 30 anni ( (rotfl) ) che esiste AI a quelli della adobe non è mai venuto in mente di implementare la stessa caratteristica?
        • Anonimo scrive:
          Re: Chiedo a chi è esperto di FH e AI

          come i documenti a più pagine...
          possibile che in 30 anni ( (rotfl) ) che esiste
          AI a quelli della adobe non è mai venuto in mente
          di implementare la stessa
          caratteristica?In Adobe lo sanno benissimo... Solo che vogliono che la gente compri il loro impaginatore per fare documenti multi pagina, prima PageMaker ora Indesign. E' molto difficile che aggiungano questa caratteristica ad Illustrator.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiedo a chi è esperto di FH e AI
      - Scritto da:
      Si tratta di vera sopressione oppure hanno fuso
      le caratteristiche di FH in AI, e quindi in
      pratica hanno tenuto il meglio dei due software
      nella CS 3 chimando la fusione Adobe
      Illustrator?Detto in termini molto poveri:FreeHand consente di creare documenti con più pagine, Illustrator noFreeHand non supporta i canali alfa delle Tiff e dei files PSD, Illustrator sìFreeHand ha un ottimo pre-sistema di stampa per le macchine offset, Illustrator no
      • Anonimo scrive:
        Re: Chiedo a chi è esperto di FH e AI

        FreeHand ha un ottimo pre-sistema di stampa per
        le macchine offset, Illustrator
        nointendevi il contrario spero...
    • LaNberto scrive:
      Re: Chiedo a chi è esperto di FH e AI
      - Scritto da:
      Si tratta di vera sopressione oppure hanno fuso
      le caratteristiche di FH in AI, e quindi in
      pratica hanno tenuto il meglio dei due software
      nella CS 3 chimando la fusione Adobe
      Illustrator?Non credo che prenderanno granché da freehand, Illustrator ormai da diversi anni è migliore sotto tutti gli aspetti (tranne la pesantezza dell'applicazione)
  • Sgabbio scrive:
    Veramente triste...
    In pratica adobe ha ucciso un suo concorrente per un software. Magari freehend potrebbe seguire la strada di un noto software di modellazione 3d di nome blander (se non sbaglio il nome come al solito) che e diventato Open source.però è molto triste sta storia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Veramente triste...
      si chiama "blender"
    • Anonimo scrive:
      Re: Veramente triste...
      - Scritto da: Sgabbio
      Magari freehend potrebbe seguire la strada di un
      noto software di modellazione 3d di nome blander
      (se non sbaglio il nome come al solito) che e
      diventato Open
      source.E' impossibile che freehand possa diventare opensource come blender. Sono due storie diverse. L'azienda che deteneva il copyright aveva chiuso per problemi finanziari. Adobe smette di mandare avanti freehand perché ha già illustrator.Adobe non darà mai i sorgenti sotto GPL per trovarsi come concorrente un prodotto rivale e gratuito.
    • Anonimo scrive:
      Re: Veramente triste...
      - Scritto da: Sgabbio
      In pratica adobe ha ucciso un suo concorrente per
      un software.



      Magari freehend potrebbe seguire la strada di un
      noto software di modellazione 3d di nome blander
      (se non sbaglio il nome come al solito) che e
      diventato Open
      source.


      però è molto triste sta storia.Senti sbaggio, prima di dire minchiate, vedi di informarti, troll insulso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Veramente triste...
      - Scritto da: Sgabbio
      In pratica adobe ha ucciso un suo concorrente per
      un software.



      Magari freehend potrebbe seguire la strada di un
      noto software di modellazione 3d di nome blander
      (se non sbaglio il nome come al solito) che e
      diventato Open
      source.


      però è molto triste sta storia.e i sorgenti di freehend chi li dovrebbe rilasciare, adobe? (rotfl)blender è un'altra storia
      • Sgabbio scrive:
        Re: Veramente triste...
        Bhe non è detto che li debba rilasciare lei, mi risulta che per blender, il suo autore per rilasciare i sorgenti ha dovuto COMPRARE quest'ultimi da chi ne deteneva i diritti.potrebbe accadere lo stesso per Freehand, ovvero che i sorgenti, vengono acquistati però come molti hanno detto giustamente, questa cosa difficilmente si può fare appunto perchè Freehand è un software concorrente di Adobe e loro hanno tutto l'interesse di tenere quel software nel limbo.
  • Anonimo scrive:
    I brevetti uccidono l'innovazione
    Come accade sempre in questi casi, un software che l'azienda non vuole più supportare viene abbandonato e non si può rilasciare opensource perché contiene all'interno brevetti e tecnologie licenziate da terzi.I brevetti uccidono la possibilità di poter continuare e far evolvere un prodotto, e quindi dargli evoluzione e i sostanza progresso.
    • Anonimo scrive:
      Re: I brevetti uccidono l'innovazione
      - Scritto da:

      Come accade sempre in questi casi, un software
      che l'azienda non vuole più supportare viene
      abbandonato e non si può rilasciare opensource
      perché contiene all'interno brevetti e tecnologie
      licenziate da
      terzi.

      I brevetti uccidono la possibilità di poter
      continuare e far evolvere un prodotto, e quindi
      dargli evoluzione e i sostanza
      progresso.
      E' sempre dura dare via a gratis centinaia di migliaia di euro di riceca e sviluppo...
      • Anonimo scrive:
        Re: I brevetti uccidono l'innovazione
        - Scritto da:
        E' sempre dura dare via a gratis centinaia di
        migliaia di euro di riceca e
        sviluppo...Invece buttarli via....
    • Anonimo scrive:
      Re: I brevetti uccidono l'innovazione
      - Scritto da:

      Come accade sempre in questi casi, un software
      che l'azienda non vuole più supportare viene
      abbandonato e non si può rilasciare opensource
      perché contiene all'interno brevetti e tecnologie
      licenziate da
      terzi.

      I brevetti uccidono la possibilità di poter
      continuare e far evolvere un prodotto, e quindi
      dargli evoluzione e i sostanza
      progresso.Ma che stai dicendo ? Perchè mai dovrebbero regalare ai concorrenti il proprio codice su cui hanno speso milioni di dollari per realizzarlo ?Fossi te uno dei dirigenti della multinazionale diresti ora l'esatto opposto. Il codice è riutilizzabile in tutto o in parte, possono sviluppare altri prodotti con quel codice. Regalarlo sarebbe da idioti.
      • Anonimo scrive:
        Re: I brevetti uccidono l'innovazione

        Ma che stai dicendo ? Perchè mai dovrebbero
        regalare ai concorrenti il proprio codice su
        cui hanno speso milioni di dollari per
        realizzarlo ?
        Fossi te uno dei dirigenti della
        multinazionale diresti ora l'esatto opposto.

        Il codice è riutilizzabile in tutto o in
        parte, possono sviluppare altri prodotti con
        quel codice. Regalarlo sarebbe da
        idioti.parlando in GENERALE e non riferendomi al caso specifico, se viviamo in un mondo arrivista, sfrontato, del tutto privo di valori se nonquelli della ricchezza e del privilegio opposti a ideali come la conoscenza e il progresso hai ragionema cio non toglie che avere ragione non e comunque GIUSTO e penso sia questo che si voleva trasmettere come messaggio quindi
        • Anonimo scrive:
          Re: I brevetti uccidono l'innovazione
          - Scritto da:

          Ma che stai dicendo ? Perchè mai dovrebbero

          regalare ai concorrenti il proprio codice su

          cui hanno speso milioni di dollari per

          realizzarlo ?

          Fossi te uno dei dirigenti della

          multinazionale diresti ora l'esatto opposto.



          Il codice è riutilizzabile in tutto o in

          parte, possono sviluppare altri prodotti con

          quel codice. Regalarlo sarebbe da

          idioti.
          parlando in GENERALE e non riferendomi al caso
          specifico, se viviamo in un mondo arrivista,
          sfrontato, del tutto privo di valori se
          non
          quelli della ricchezza e del privilegio opposti a
          ideali come la conoscenza e il progresso hai
          ragione
          ma cio non toglie che avere ragione non e
          comunque GIUSTO e penso sia questo che si voleva
          trasmettere come messaggio
          quindiMa non giusto di che ? Ma perchè ? Se un gruppo o un privato producono qualcosa hanno il sacrosanto diritto in una democrazia capitalista di farci quello che diavolo gli pare, dismetterla, distruggerla, venderla, non venderla, nasconderla. Ma perchè mai devono regalarla per permettere agli altri di farci profitto e scoprire lavoro ed investimento di anni con tutti gli annessi segreti di progettazione ? Ma dove cavolo sta scritto ?
          • Anonimo scrive:
            Re: I brevetti uccidono l'innovazione
            - Scritto da:
            Ma non giusto di che ? Ma perchè ?
            [..] in una DEMOCRAZIA CAPITALISTA [..]
            Ma dove cavolo sta scritto?Nelle parole che hai scritto tu: DEMOCRAZIA significa GOVERNO DEL POPOLO: in una democrazia, per quanto protegga l'accumulazione di capitale, l'interesse della MAGGIORANZA supera quello del singolo: se perciò con il tuo comportamento danneggi la società nel suo insieme, la società nel suo insieme potrebbe decidere di limitare le tue azioni.Di contro, il capitalismo senza la protezione democratica non esisterebbe, perché il potere economico tornerebbe a soggiacere a quello militare: se commerci in seta, ti do una mazzata in testa e mi prendo la tua seta.Se la maggioranza ritiene accettabile che si possa acquistare un prodotto per distruggerlo, bene, ma se dovesse essere il contrario sarebbe "male". In Italia tu puoi acquistare un Canaletto o magari un Botticelli, ma prova a distruggerlo deliberatamente ed intenzionalmente, e poi discutiamo se il tuo "diritto di possesso" supera quello di conservazione dei beni culturali. Acquista una Villa Storica e demoliscila deliberatamente: vediamo se l'intendenza delle belle arti è proprio convinta che tu possa farlo...In DEMOCRAZIA è l'interesse del DEMOS (popolo) al primo posto, la libertà del singolo è rispettata finché non limita quello degli altri, in particolare finché non arreca danno alla società nel suo insieme.Pratiche "distruttive" della concorrenza non sono sempre ammesse: acquistare un brevetto per lasciarlo nel cassetto, è una pratica vietata ed in alcune nazioni può essere motivo di invalidazione del brevetto stesso.Buttare via il lavoro altrui, anche se lo hai acquistato in cambio di denaro, è spesso percepito come buttare via una risorsa che ci rende tutti più poveri. Forse nel caso di un programma il danno alla collettività non è certo paragonabile alla distruzione di un quadro rinascimentale, e può anche non giustificare l'intervento nella sfera privata ("privata" di una società...), ma "buttarlo via piuttosto che condividerlo" resta comunque un atteggiamento tendenzialmente antisociale, ovverro ANTIDEMOCRATICO. E in una democrazia, essere antidemocratico è "non giusto".
          • Anonimo scrive:
            Re: I brevetti uccidono l'innovazione
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Ma non giusto di che ? Ma perchè ?

            [..] in una DEMOCRAZIA CAPITALISTA [..]

            Ma dove cavolo sta scritto?
            Nelle parole che hai scritto tu: DEMOCRAZIA
            significa GOVERNO DEL POPOLO: in una democrazia,
            per quanto protegga l'accumulazione di capitale,
            l'interesse della MAGGIORANZA supera quello del
            singolo: se perciò con il tuo comportamento
            danneggi la società nel suo insieme, la società
            nel suo insieme potrebbe decidere di limitare le
            tue
            azioni.

            Di contro, il capitalismo senza la protezione
            democratica non esisterebbe, perché il potere
            economico tornerebbe a soggiacere a quello
            militare: se commerci in seta, ti do una mazzata
            in testa e mi prendo la tua
            seta.

            Se la maggioranza ritiene accettabile che si
            possa acquistare un prodotto per distruggerlo,
            bene, ma se dovesse essere il contrario sarebbe
            "male". In Italia tu puoi acquistare un Canaletto
            o magari un Botticelli, ma prova a distruggerlo
            deliberatamente ed intenzionalmente, e poi
            discutiamo se il tuo "diritto di possesso" supera
            quello di conservazione dei beni culturali.
            Acquista una Villa Storica e demoliscila
            deliberatamente: vediamo se l'intendenza delle
            belle arti è proprio convinta che tu possa
            farlo...

            In DEMOCRAZIA è l'interesse del DEMOS (popolo) al
            primo posto, la libertà del singolo è rispettata
            finché non limita quello degli altri, in
            particolare finché non arreca danno alla società
            nel suo
            insieme.
            Pratiche "distruttive" della concorrenza non sono
            sempre ammesse: acquistare un brevetto per
            lasciarlo nel cassetto, è una pratica vietata ed
            in alcune nazioni può essere motivo di
            invalidazione del brevetto
            stesso.

            Buttare via il lavoro altrui, anche se lo hai
            acquistato in cambio di denaro, è spesso
            percepito come buttare via una risorsa che ci
            rende tutti più poveri. Forse nel caso di un
            programma il danno alla collettività non è certo
            paragonabile alla distruzione di un quadro
            rinascimentale, e può anche non giustificare
            l'intervento nella sfera privata ("privata" di
            una società...), ma "buttarlo via piuttosto che
            condividerlo" resta comunque un atteggiamento
            tendenzialmente antisociale, ovverro
            ANTIDEMOCRATICO. E in una democrazia, essere
            antidemocratico è "non
            giusto".
            toh guarda.... meno male che ci sei tu che ci illumini :)
          • Anonimo scrive:
            Re: I brevetti uccidono l'innovazione
            sembra che tu non sia il solo a pensarla in questo modo:http://www.quirinale.it/costituzione/costituzione.htmArt. 41.L'iniziativa economica privata è libera. Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali.
          • Anonimo scrive:
            Re: I brevetti uccidono l'innovazione

            L'iniziativa economica privata è libera.

            Non può svolgersi in contrasto con l'utilità
            sociale o in modo da recare danno alla
            sicurezza, alla libertà, alla dignità
            umana.

            La legge determina i programmi e i controlli
            opportuni perché l'attività economica pubblica e
            privata possa essere indirizzata e coordinata a
            fini
            sociali.certo certo pensa che fanno persino la festa delle costituzione dove abitoe la marmotta confezionava il cioccolato perche non posso andare a vivere in sfizzera anzi quasi quasi ci vado
          • Anonimo scrive:
            Re: I brevetti uccidono l'innovazione
            - Scritto da:

            sembra che tu non sia il solo a pensarla in
            questo
            modo:

            http://www.quirinale.it/costituzione/costituzione.

            Art. 41.

            L'iniziativa economica privata è libera.

            Non può svolgersi in contrasto con l'utilità
            sociale o in modo da recare danno alla
            sicurezza, alla libertà, alla dignità
            umana.

            La legge determina i programmi e i controlli
            opportuni perché l'attività economica pubblica e
            privata possa essere indirizzata e coordinata a
            fini
            sociali. Tutto il ragionamento fila, ma deve tener conto proprio di quest'ultimo paragrafo. Oggi come oggi la stessa democrazia (il governo del popolo), anche in Italia, ha deciso che un'azienda ha il diritto di bruciare un prodotto senza regalarlo alla società. Magari un giorno la democrazia cambierà idea, ma per ora è così e se si vuole deprecare il comportamento di Adobe si devono deprecare anche le decisioni prese da governanti ed elettori.E per finire, come imprenditore anch'io direi "ehi, per questo prodotto ho speso un sacco di soldi, e se ora qualcuno lo vuole mettiamoci attorno ad un tavolo e trattiamo una cifra" e non voterei mai per una legge che me lo espropria senza darmi un compenso a prezzo di mercato.
        • Anonimo scrive:
          Re: I brevetti uccidono l'innovazione
          - Scritto da:

          Ma che stai dicendo ? Perchè mai dovrebbero

          regalare ai concorrenti il proprio codice su

          cui hanno speso milioni di dollari per

          realizzarlo ?

          Fossi te uno dei dirigenti della

          multinazionale diresti ora l'esatto opposto.



          Il codice è riutilizzabile in tutto o in

          parte, possono sviluppare altri prodotti con

          quel codice. Regalarlo sarebbe da

          idioti.
          parlando in GENERALE e non riferendomi al caso
          specifico, se viviamo in un mondo arrivista,
          sfrontato, del tutto privo di valori se
          non
          quelli della ricchezza e del privilegio opposti a
          ideali come la conoscenza e il progresso hai
          ragione
          ma cio non toglie che avere ragione non e
          comunque GIUSTO e penso sia questo che si voleva
          trasmettere come messaggio
          quindise tutti nel mondo rinunciassimo al verbo avere non esisterebbe più il male e saremmo tante docili anime pacifiche dedite alla musica e all'amore :$
      • dodies scrive:
        Re: I brevetti uccidono l'innovazione
        Che sia da idioti "regalare" il codice...forse.che ci siano altre possibilità, come dimostra blender è palese.Credo anche io che una azienda abbia il diritto-dovere di proteggere il proprio capitale e il proprio bene prodotto (anche in virtù dei propri dipendenti e del lavoro svolto) e che non sia logico liberare delle tecniche che mettano concorrenti in grado di creare un ostacolo all'azienda stessa.. ciò non toglie che decidere di bloccare un progetto software solo per un fine di non concorrenza è quanto meno deprecabile come utilizzatore finale, specie per chi ha comprato licenze e formato personale su tale programma.Farlo semplicemente morire...spegnere o bloccare nello sviluppo è un peccato. Si potrebbero rilasciare parti di codice libero, creare un gruppo di supporto al progetto con la premessa di integrare i due programmi...ci potrebbero essere molte soluzioni che non "regalino" il prodotto ma che permettano di mantenerlo attivo per gli utenti affezionati... ma questo toglierebbe licenze ad illustrator...circolo vizioso? credo. quanto meno è una loro libertà. come è libertà finanziare altri progetti invece che migrare in illustrator. e permettere la crescita anche se non immediata di alternative.anche io comunque al posto di adobe, pur appoggiando il software open, non rilascerei nulla che potesse inficiare la diffusione di illustrator a livello professionale. ma ad un livello amatoriale...?
    • Anonimo scrive:
      Re: I brevetti uccidono l'innovazione
      - Scritto da:

      Come accade sempre in questi casi, un software
      che l'azienda non vuole più supportare viene
      abbandonato e non si può rilasciare opensource
      perché contiene all'interno brevetti e tecnologie
      licenziate da
      terzi.

      I brevetti uccidono la possibilità di poter
      continuare e far evolvere un prodotto, e quindi
      dargli evoluzione e i sostanza
      progresso.
      ingenuo, Adobe non rilascerebbe i sorgenti nemmeno se questi fossero stati acquistati dagli egiziani 5 mila anni faoltretutto, open source non è progresso, mo so 20 anni che stallman ci rompe con sta storia del freesoftware e a parte qualcosina un po' interessante, il resto è solo fuffa e spreco di comunità e donazioni
      • Anonimo scrive:
        Re: I brevetti uccidono l'innovazione
        Beh, se però tutti i software commerciali fossero NON crackabili, dubito che ti esprimeresti così... :D
    • pippo75 scrive:
      Re: I brevetti uccidono l'innovazione

      I brevetti uccidono la possibilità di poter
      continuare e far evolvere un prodotto, e quindi
      dargli evoluzione e i sostanza
      progresso.
      non e' solo che adobe vuole vedenre il suo prodotto principale, di questo e' poco interessata.Nulla vieta di continuare ad usare il programma fino a quando sara' compatibile con l'HW/SW che si possiede.ciao
Chiudi i commenti