GitHub introduce il suo marketplace

Le applicazioni a disposizione copriranno anche aspetti aggiuntivi rispetto alla gestione e al classico controllo di versione del codice

Roma – Con un articolo pubblicato sul proprio blog – firmato dal Platform Engineering Manager Kyle Daigle – GitHub introduce il Marketplace , un catalogo di utility e soluzioni, avente il fine di migliorare ed estendere la propria offerta nell’ambito del source code management e del distributed version control .

Il Marketplace consentirà alla crescente comunità di utenti – oltre 26 milioni a Marzo 2017 – di integrare nei propri processi di business soluzioni di code quality , code review , continuous integration , monitoring e anche di project management .
Alcune di esse, come ad esempio Codacy , TravisCI , ZenHub , sono gratuite per progetti open source , ed offrono piani e servizi per startup e aziende dal costo crescente in proporzione al numero dei dipendenti; altre invece, come Percy e Blackfire.io , mirano direttamente al mondo aziendale.
Grazie al Marketplace, l’integrazione di questi servizi sarà possibile per mezzo di un unico account e di un’unica modalità di pagamento, agevolando notevolmente i processi di setup.

Contestualmente all’introduzione del Marketplace, GitHub effettua un’operazione di rebranding alla propria funzionalità Integrations la quale, uscita dalla fase di pre release , ora si presenta sotto il nome GitHub Apps .
GitHub Apps consente all’utente – o alla società – di gestire il proprio parco applicazioni, siano esse create internamente oppure acquistate sul Marketplace. Per agevolare la creazione di soluzioni personali, GitHub rilascia anche una nuova versione delle proprie API GraphQL .

Ulteriori novità riguardano il rilascio di una nuova versione beta di GitHub Desktop , un ambiente desktop open source basato sul framework Electron e disponibile per MacOS e Windows, nonché una nuova versione del plugin di integrazione con il code editor Atom , sviluppato sempre da GitHub.

Elia Tufarolo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bugiardino scrive:
    una domanda
    Ma per capire in questi casi il computer fa solo dei calcoli su quale mossa sia migliore tra le n disponibili, effettua dei calcoli diciamo magari che fa una scelta su un albero decisionale non si sta inventando nulla o sbaglio?
    • 9265a07e152 scrive:
      Re: una domanda
      - Scritto da: bugiardino
      Ma per capire in questi casi il computer fa solo
      dei calcoli su quale mossa sia migliore tra le n
      disponibili, effettua dei calcoli diciamo magari
      che fa una scelta su un albero decisionale non si
      sta inventando nulla o
      sbaglio?No. Non usa alberi decisionali perchè in go perché il numero di decisioni possibili cresce in maniera esponenziale e non è calcolabile.AphaGo si usa reti neurali che come gli umani restringe il numero di decisioni analizzabili a quelle che intuitivamente sembrano valide.
Chiudi i commenti