Gli editori paghino le copie

Se si vuole impedire la copia di back-up allora si sostenga il diritto del consumatore di ottenere alla bisogna copia del supporto già acquistato. Si può? L'avv. Valentina Frediani risponde al quesito


Roma – Gentilissima Redazione di Punto Informatico, con riferimento alla notizia apparsa sulle Vs pagine in data di oggi DMCA 1 – Fair Use 0 , vorrei proporre una piccola riflessione, sicuramente evidente, ma tanto evidente da venire ignorata (dolosamente?).

Se la tendenza è di impedire a chicchessia di crearsi una copia di back-up per proteggere l’industria dalla pirateria, non dovrebbe essere di contro imposta la protezione del “diritto” acquisito dal consumatore? In pratica, se al consumatore viene impedito di proteggere il proprio acquisto facendone una copia, non si dovrebbe forse imporre agli editori di fornire ai consumatori una copia sostitutiva al solo costo del supporto, dietro restituzione della copia danneggiata? Perchè far pagare al consumatore nuovamente i diritti d’autore? Non è forse questa una violazione?
(Paolo B.)

Gentile Paolo, il quesito è del tutto legittimo e lo abbiamo proposto all’avv. Valentina Frediani ( ConsulenteLegaleInformatico.it ). Riportiamo di seguito la sua risposta. A presto! La redazione

Roma – La normativa a tutela del diritto d’autore è molto chiara in relazione al diritto dell’acquirente un programma per elaboratore di effettuare la cosiddetta copia di sicurezza: ovvero duplicare il programma con lo scopo di “riprodurlo” su altro supporto, che sostituirà l’originale in caso di danneggiamento dello stesso. La copia di sicurezza rappresenta la garanzia per l’acquirente di poter disporre di una versione di riserva del programma che gli consenta di avere continuità nell’utilizzo dello stesso e di non affrontare un ulteriore costo per l’acquisto del medesimo.

C’è però chi si domanda se questa regola, valida per i programmi per elaboratore, possa applicarsi anche ai cd-rom contenenti registrazioni musicali, o meno. Ebbene la normativa di riferimento è sempre la legge n. 633 del 1941 (modificata negli anni) che affronta in modo specifico la questione della duplicazione a fini personali nella sezione dedicata alle sanzioni.

All’art. 171 ter il legislatore ha stabilito che “è punito, se il fatto è commesso per uso non personale, con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da 2.582 a 15.493 euro chiunque a fini di lucro: a) abusivamente duplica, riproduce, trasmette o diffonde in pubblico con qualsiasi procedimento, in tutto o in parte, un’opera dell’ingegno destinata al circuito televisivo, cinematografico, della vendita o del noleggio, dischi, nastri o supporti analoghi ovvero ogni altro supporto contenente fonogrammi o videogrammi di opere musicali, cinematografiche o audiovisive assimilate o sequenze di immagini in movimento;..”.

Pertanto il legislatore punisce chi duplica o riproduce per uso non personale.

Ma quando l’uso può definirsi di tipo personale?
Sostanzialmente si riconosce l’uso personale a quel soggetto che, titolare del diritto di acquisto originario, duplichi l’opera musicale con l’intento di farne un uso prettamente riconducibile alla propria persona. Tradotto: non è punibile chi duplica l’opera musicale per ascoltarla sia in macchina che a casa, ma è punibile chi presta ad un amico un cd musicale affinché lo duplichi per ascoltarlo, o duplica direttamente l’opera su cd rom e lo regala all’amico.

Si potrebbe quindi dedurre che il principio di legalità della copia di sicurezza vigente per i programmi per elaboratore sussiste anche nel caso del cd musicale: effettuare una copia di riserva perché il supporto che contiene la registrazione originariamente acquistata può subire danneggiamenti o andare perso, troverebbe pertanto una “giustificazione” legale nella succitata norma.

Di contro, bisogna tener presente che l’art. 61 della legge sul diritto d’autore riconosce il diritto esclusivo dell’autore di opere registrate su supporti di riprodurre l’opera. E questo mal si concilia con la riproduzione pur se a scopo personale.

Dovrebbe pertanto chiarirsi il contrasto legislativo non tanto in punto di applicazione, apparendo palese l’esclusione della punibilità di chi duplica o riproduce un’opera musicale a scopo personale, quanto a livello normativo (considerato il periodo di forti contrasti in ambito di disciplina del diritto d’autore…) se non altro considerando come la previsione della copia di sicurezza sancita dalla legge potrebbe/dovrebbe potersi introdurre anche per i cd musicali.
Provocazione o riflessione… decidete voi.

Avv. Valentina Frediani

Consulentelegaleinformatico.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma, tecnicamente, come fanno? HD enormi?
    O nastri?Cioe', come contano Libero, Google e atri di poter "servire" migliaia di utenti con email da 1 Gb?Che poi sarei pure curioso di sapere come fa Libero a gestire le decine di migliaia di caselle "standard" che ha...Cacchio, non ci avevo mai pensato...Non penso sia via HD, vero?Usano batterie di nastri o cose simili?Chi e' che sa?Dai, questa e' veramente una cosa curiosa!PI xche non fate delle belle interviste (con foto) alle webfarm di questi servizi?Penso che tutti sbrodoleremmo di gioia per poter andare a vedere sti posti!Faranno le visite guidate?
  • Anonimo scrive:
    Come farlo con strumenti free??
    Salve,qualcuno ha idea di come si potrebbe implementare un sistema del genere con software freeware (sendmail, apache ecc.???) o se esiste già il "fattapposta"?Per i miei utenti sarebbe l'ideale, quando gli dico di usare l'ftp mi guardano come se stessi parlando arabo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come farlo con strumenti free??
      - Scritto da: Anonimo
      Salve,
      qualcuno ha idea di come si potrebbe
      implementare un sistema del genere con
      software freeware (sendmail, apache ecc.???)
      o se esiste già il "fattapposta"?

      Per i miei utenti sarebbe l'ideale, quando
      gli dico di usare l'ftp mi guardano come se
      stessi parlando arabo.arabo? FTP è inglese e vuol dire File Transfer Protocolinsegna inglese ai tuoi utenti e poi capiranno....
  • Anonimo scrive:
    hehe e magari hai anche norton antivirus
    ci mette 6 mesi solo il notron a passare la mail dalla casella di uscita al server... mah... io piuttosto faccio scaricare l'allegato da un server ftp che ho sulla mia macchina..bye.
    • Anonimo scrive:
      Re: hehe e magari hai anche norton antiv
      - Scritto da: Anonimo
      ci mette 6 mesi solo il notron a passare la
      mail dalla casella di uscita al server...io ho risolto questo problema, davvero fastidioso, togliendo la scansione delle email. E poi già che c'ero ho tolto anche norton....
      mah... io piuttosto faccio scaricare
      l'allegato da un server ftp che ho sulla mia
      macchina..

      bye.
  • Anonimo scrive:
    EBMS continua!
    Il progetto EBMS ( http://www.pieggi.net/ebms ) continuaDivide le mail grosse in tante mail piccole in modo veloce e automatico :) Ho ultimato l'analisi del codice necessario, ora devo assemblare le varie parti che mi interessano :) Spero la prox settimana di rilasciare la prima cosa funzionante :)Stay tuned! ;) ciao.pieggi.
  • Anonimo scrive:
    la "sacra privacy" ???????
    ma se l' e-mail è la cosa più guardata del mondo, dopo i cellulari........
  • Anonimo scrive:
    Altro che major, questo è business!!!
    Tranquilli che si continuerà sempre a scaricare a sbafo! Filmatini con le telecamere digitali!?!? AAAAHAHAHAHAH!!!I provider CI MANGIANO sullo scambio di mp3-divx-giochi-programmi-libri et similia!!! E continuerà ad essere così!Con buona pace delle varie RIAA-MPAA-SIAE e altre associazioni a delinquere.
  • Anonimo scrive:
    e che programma usi
    ma siamo sicuri che i programmi di posta possono mandare allegati cosi' grandi? io avrei qualche dubbio!!!!aparte questo sono daccordo con tutti gli altri che dicono che per inviare file di queste dimensioni esistono protocolli apposta (FTP P2P) ecc ecc... la mail si dovrebbe utilizzre solo per la i messaggi e non per inviare file!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Sono pazzi
    Se mi arriva un allegato da un gigabyte giuro che uccido chi me lo ha spedito, e dopo il provider che lo ha lasciato passare...Io non ho voglia di spendere chissà quante ore di connessione e quanta banda perché qualche genialoide ha deciso di inviarmi un allegato di sifatte dimensioni
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono pazzi
      mi sa che non hai capito...Non ti arriva un allegato da un giga. Ti arriva una mail che ti dice che un file da un giga è pronto per essere scaricato SE VUOI Ma perchè ogni volta si vedono post dove è chiaro che il simpaticone non ha letto l'articolo ? Costa più fatica leggere che scrivere ? MAH !8)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono pazzi
        - Scritto da: Anonimo
        mi sa che non hai capito...


        Non ti arriva un allegato da un giga. Ti
        arriva una mail che ti dice che un file da
        un giga è pronto per essere scaricato
        SE VUOI

        Ma perchè ogni volta si vedono post
        dove è chiaro che il simpaticone non
        ha letto l'articolo ? Costa più
        fatica leggere che scrivere ? MAH !8)Specifico meglio. La mail che ti arriva conterrà un link da attivare per scaricare l'allegato SE VUOI.Una mail con un linkettino dovrebbe pesare 3/4 kb a seconda del testo che c'è dentro...Adesso puoi leggere l'articolo..
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono pazzi
      - Scritto da: Anonimo
      Se mi arriva un allegato da un gigabyte
      giuro che uccido chi me lo ha spedito, e
      dopo il provider che lo ha lasciato
      passare...
      Io non ho voglia di spendere chissà
      quante ore di connessione e quanta banda
      perché qualche genialoide ha deciso
      di inviarmi un allegato di sifatte
      dimensioni........gli altri post ti spiegano come funziona davvero.....Comunque vuolevo aggiunger che quando ti arriva (in generale) una email con un allegato molto grande vai sul server di posta dall'interfaccia web, cioè usi mozilla e vai a contollare la posta con quello dal sito. Metti la [X] vicino all'email che ha l'allegato molto grande e premi "Elimina".......
  • avvelenato scrive:
    meglio il p2p
    per scambiarsi files così grandi... usereste davvero la posta?io userei un p2p come soulseek, selezionando l'opzione che evita di far vedere i miei files ai non in lista, e mettendo in lista il destinatario e basta.
    • Anonimo scrive:
      Re: meglio il p2p
      Il p2p ha il difetto di essere più lento, in genere. Con Libero scarichi a banda piena, come se fossi collegato via FTP ad un server dedicato solo a quello. La differenza è però sostanziale: con il P2P tu ti colleghi ad una rete e cerchi qualcosa. Con Libero ritiri la tua posta personale, quindi non "trovi" nulla.
      • avvelenato scrive:
        Re: meglio il p2p
        - Scritto da: Anonimo
        Il p2p ha il difetto di essere più
        lento, in genere. Con Libero scarichi a
        banda piena, come se fossi collegato via FTP
        ad un server dedicato solo a quello. La
        differenza è però sostanziale:
        con il P2P tu ti colleghi ad una rete e
        cerchi qualcosa. Con Libero ritiri la tua
        posta personale, quindi non "trovi" nulla.il p2p è lento fintantoché la persona da cui scarichi è lenta.tra due persone che si mettono d'accordo per spedirsi un files, la velocità è pari alla minore tra i due... considerando sempre la minore tra la velocità di down e quella di up.
  • Pantagru scrive:
    Interfree lo fa da un pezzo!
    Sembra un servizio copiato esattamente da Intertransfert, il servizio di Interfree, che io trovo semplicemente geniale è spesso mi è di grande utilità, con la differenza che Interfree non pone alcun limite ai file (5 alla volta) che si possono uppare e che il destinatario può scaricare
    • Anonimo scrive:
      Re: Interfree lo fa da un pezzo!
      - Scritto da: Pantagru
      Sembra un servizio copiato esattamente da
      Intertransfert, il servizio di Interfree,
      che io trovo semplicemente geniale è
      spesso mi è di grande utilità,
      con la differenza che Interfree non pone
      alcun limite ai file (5 alla volta) che si
      possono uppare e che il destinatario
      può scaricareQui un mio amico giornalista mi ha detto che si potranno uppare 25 file alla volta. Se non è una bufala...Stiam a vedere
      • Anonimo scrive:
        Re: Interfree lo fa da un pezzo!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Pantagru

        Sembra un servizio copiato esattamente
        da

        Intertransfert, il servizio di
        Interfree,

        che io trovo semplicemente geniale
        è

        spesso mi è di grande
        utilità,

        con la differenza che Interfree non pone

        alcun limite ai file (5 alla volta) che
        si

        possono uppare e che il destinatario

        può scaricare

        Qui un mio amico giornalista mi ha detto che
        si potranno uppare 25 file alla volta. Se
        non è una bufala...
        Stiam a vedereInfatti sono 25 allegati max come mi anticipavano. Aggiungo che è free e sembra fungere (ho appena spostato un 49 MB)
  • Anonimo scrive:
    ma non e' gratis
    leggete per favore prima di scatenarvi...il beta e' gratis...dopo sicuramente a pagamento, ma poi wind che fa qualcosa di gratis? credete a babbo natale?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non e' gratis
      - Scritto da: Anonimo
      leggete per favore prima di scatenarvi...il
      beta e' gratis...dopo sicuramente a
      pagamento, ma poi wind che fa qualcosa di
      gratis? credete a babbo natale?Ma perchè dovrebbe essere gratis. ancor anon capisco poerchè su internet ci si aspetta che tutto debba essere per forza gratis.Primo è utile per alcuni ma non necessario15 anni fa in italia la posta elettronica non esisteva e si viveva comunque, secondo le aziende lavorano per guadagnare e pagare stipendi a gente coem tutti noi e dividendi a chi investe soldi nell'azienda invece di tenerli sotto il materesso dove peraltro ci sono ancora 15 mila miliardi di lire. libero lancia un prodotto, interessa?o non paghi ma perchè se ti interessa deve essere gratis o se è gratis devi averlo anche se non interessa solo perchè è gratis.Tu lavori gratis?
      • Anonimo scrive:
        Re: ma non e' gratis
        ma guarda che piu' o meno diciamno la stessa cosa...io volevo dire che quando nn sara' piu' gratis la diffusione della mail da 1 gb sara' pressoche' inesistente....tutto li'..quindi di non scaldarsi piu' di tanto....cmq io purtroppo lavoro quasi gratis:@
        • Anonimo scrive:
          Re: ma non e' gratis
          se si chiarisce la questione privacy nonchè alcune questioni tecniche la mail da 1gb gratis sarà gmail. O almeno pare che resterà gratuita. Cmq servizi gratuiti anche se nn da 1Gb ce ne sono già di "grossi" come dimensioni. Considerando che cmq gli allegati sono spesso limitati a 10MB l'uno, la dimensione totale era relativamente importante, dovendo cmq spezzare il file. Jumbo mail ha forse questa caratteristica in positivo: il file può essere unico e non spezzato anche se di grosse dimensioni. Se sarà a pagamento (sicuramente) c'è da vedere il prezzo: se è concorrenziale con gli altri fornitori e se è cmq ragionevole in termini assoluti ok, se no nessuno ci obbliga a comprarla.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma non e' gratis
            potrebbe essere gratis per chi ha l'adsl di wind; tra l'altro veramente molto performante (in Unbundling)
  • Anonimo scrive:
    Re: ci mancava solo questo

    chi ha esigenza di trasferire file grossi lo
    sa già fare senza bisogno di mail da
    1 giga e boiate similiti metti un bel serverozzo ftp e quando ti serve lo connetti!passi link del file da scaricare e viaaaaa :-)+ semplice di così........
  • Anonimo scrive:
    ci mancava solo questo
    io già mi incazzo quando mi mandano degli allegati da 2 mega (pps di classiche cazzate da ufficio).ora l'utonto si può scatenare.....che pallechi ha esigenza di trasferire file grossi lo sa già fare senza bisogno di mail da 1 giga e boiate simili
  • Anonimo scrive:
    Re: 1 GB lordo o netto?

    Le email - con allegati - raddoppiano quasi sempre di
    dimensione.Se ho capito bene il file non viene mandato come allegato, bensì salvato separatamente su un server; al destinatario arriva semplicemente un'e-mail con il link al file e provvederà a scaricarselo via http/ftp. Nella mia università c'è già da tempo un servizio di spedizione file che funziona così, si possono mandare fino a 900 MB ed è molto pratico. Quindi la dimensione dovrebbe essere netta; il dubbio potrebbe essere al massimo se si intende giga da 1000 o da 1024.
    (credo sia colpa della codifica MIME, giusto?).Giusto.
  • Anonimo scrive:
    Re: @@zzo serve?
    prova a spedire un allegato da un giga con l'attachment...Vedrai come viaggia bene :D:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: @@zzo serve?
      - Scritto da: Anonimo
      prova a spedire un allegato da un giga con
      l'attachment...

      Vedrai come viaggia bene :D:D:DCon EBMS viaggerà indenne :Dhttp://www.pieggi.net/ebms/Si occupa di zippare gli allegti e dividerli in più e-mail in modo automaticopieggi
      • Anonimo scrive:
        Re: @@zzo serve?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        prova a spedire un allegato da un giga
        con

        l'attachment...



        Vedrai come viaggia bene :D:D:D
        Con EBMS viaggerà indenne :D
        www.pieggi.net/ebms /
        Si occupa di zippare gli allegti e dividerli
        in più e-mail in modo automatico

        pieggiMmmm... 1 Giga in quante mail me lo spezzetta ?
        • Anonimo scrive:
          Re: @@zzo serve?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          prova a spedire un allegato da un
          giga

          con


          l'attachment...





          Vedrai come viaggia bene :D:D:D

          Con EBMS viaggerà indenne :D

          www.pieggi.net/ebms /

          Si occupa di zippare gli allegti e
          dividerli

          in più e-mail in modo automatico



          pieggi


          Mmmm... 1 Giga in quante mail me lo
          spezzetta ?Sarai te a scegliere dalle opzioniCmq penso che più di 3-5 mega (forse 10) per mail non le consentirò, un pò per netiquette un pò perchè cmq sono ancora pochi i mailserver che non respingono mail più grosse di 3-5 mega :) pieggi
  • Anonimo scrive:
    Re: @@zzo serve?
    Serve a dire "con Libero hai la posta fino a 1 giga". Tutto li.
  • Anonimo scrive:
    Re: 1 GB lordo o netto?
    Se il documento .DOC lo zippi risolvi il problema. Fai una prova e lo vedrai subito.
    • Anonimo scrive:
      Re: 1 GB lordo o netto?
      - Scritto da: Anonimo
      Se il documento .DOC lo zippi risolvi il
      problema. Fai una prova e lo vedrai subito.No, stai mentendo, la codifica MIME è uguale su tutti i file perciò se hai 1MB di ZIP o 1MB di DOC la mail è sempre di 2MB (è una semplificazione, è ovvio che i valori sono molto approssimativi)
      • Anonimo scrive:
        Re: 1 GB lordo o netto?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Se il documento .DOC lo zippi risolvi il

        problema. Fai una prova e lo vedrai
        subito.

        No, stai mentendo, la codifica MIME è
        uguale su tutti i file perciò se hai
        1MB di ZIP o 1MB di DOC la mail è
        sempre di 2MB (è una semplificazione,
        è ovvio che i valori sono molto
        approssimativi)si ma se è il .doc ad essere 1MB, molto probabilmente lo .zip sarà più piccolo no? (ovvio, il fattore di compressione dipende dal contenuto)Ah, circa il funzionamento del MIME, è vero, nel caso di codifica base64 la codifica è fissa e la dimensione di un allegato è 4/3 di quella originale (più qualche eventuale byte finale di riempimento) : vengono presi gruppi di 3 byte (totale 24 bit) spezzati in 4 gruppi da 6 bit a ognuno dei quali vengono preposti 2 bit a 0 facendone appunto 4 byteKaysiX
        • Anonimo scrive:
          Re: 1 GB lordo o netto?
          E' sufficiente non unsare Base64 per l'encoding.Mandi un allegato encodato a 8bit invece che 7 e hai risulto il problema.
          • Anonimo scrive:
            Re: 1 GB lordo o netto?
            - Scritto da: Anonimo
            E' sufficiente non unsare Base64 per
            l'encoding.

            Mandi un allegato encodato a 8bit invece che
            7 e hai risulto il problema.certo, stavo rispondendo limitatamente al discorso del "circa il doppio", altrimenti vale anche la pena ricordare che per allegati prettamente testuali c'è il quoted-printable che codifica solo i caratteri fuori limite, e per precisare una cosa che mi ero dimenticato, ovvero che dire MIME da solo come all'inizio del thread non basta perché ci sono appunto varie codificheKaysiX
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma qlc1 sa
    - Scritto da: Anonimo
    se e quanto costa? E' gratuita:http://news2000.libero.it/primopiano/pp5067.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qlc1 sa
      si peccato che ormai wind la conosciamo, la lascera' gratis per qualche mese e poi a pagamento, sono i migliori nel cambiare rotta? volete esempi del passato? credo li conosciate tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma qlc1 sa
        infatti...nella pagina del link con le info c'è scritto che è in beta...quindi neanche una alfa che prelude alla final. Ovvio che è gratis per ora, ma credo proprio che il servizio definitivo sarà a pagamento. Stiamo a vedere.
  • Anonimo scrive:
    Re: @@zzo serve?
    - Scritto da: Anonimo
    Se invece ha una connessione veloce gli
    allego il file al messaggio e basta.Evidentemente non hai mai neppure provato a farlo.Il problema è che il destinatario ha una dimensione precisa dellla casella di posta, superata la quale, normalmente, il messaggio viene scartato e il destinatario non saprà neppure che avevi provato a scrivergli quella mail. Inoltre i servers su cui transita la mail hanno dei limiti sulle dimensioni massime del singolo messaggio.
    • Anonimo scrive:
      Re: @@zzo serve?

      Inoltre i servers su cui transita la mail
      hanno dei limiti sulle dimensioni massime
      del singolo messaggio.è vero, ma EBMS nasce per risolvere questo fastidiosissimo problema.http://www.pieggi.net/ebms/pieggi
  • Anonimo scrive:
    1 GB lordo o netto?
    No...faccio questa domanda perchè le email - con allegati - raddoppiano quasi sempre di dimensione.Se io allego un documento .doc ad.es di 1MB, mi ritrovo a spedire quasi 2MB (credo sia colpa della codifica MIME, giusto?).E ' doveroso dirlo, perchè sennò la capacità massima è di 500 MB reali.
  • Anonimo scrive:
    @@zzo serve?
    Se al destinatario non posso spedire un email con un allegato pesante perchè ha una connessione lenta, non risolve niente farglielo scaricare in un altro modo, ci mette sempre troppo tempo.Se invece ha una connessione veloce gli allego il file al messaggio e basta.
  • Anonimo scrive:
    P2P via mail....
    ....evvai, cosi la gente comincerà a smerciare DivX via mail hahahah
  • Anonimo scrive:
    Ma qlc1 sa
    se e quanto costa? Ammesso che sia a pagamento (ma credo di si). L'articolo non lo dice. Infatti parla di utenti con mail del gruppo libero, che dovrebbero però accedere al servizio (quindi non è automatico il passaggio). Tale accesso si pagherà? Quanto? Cmq buona idea di libero. Resta solo un dubbio, la banda che sarà offerta per il download del contenuto del famoso link (residente su server libero immagino). Cioè il povero sfortunato con ISDN o peggio analogica andrà piano di sicuro, ma se non c'è banda abbastanza anche con l'adsl si va ben poco.Infine: servizio accessibile a tutti o è solo per chi si connette con linea libero-wind? Il pop3 è già bloccato da novembre per i non-wind (ma via web la posta la usi cmq ancora).
  • Anlan scrive:
    Voglio vedere ...
    ... come fa un poveretto con l'ISDN (se va bene) o l'analogica (se va male) a scaricarsi anche solo 50Mb di allegati. Scommettiamo che ci mettono anche sopra un bello sconto per la ADSL ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Voglio vedere ...
      beh intanto io se fossi in libero penserei a risolvere il problema con spamcop, visto che tutti e 15 i loro relay server sono definiti come potenziali veicoli di spam....
    • Anonimo scrive:
      Re: Voglio vedere ...
      - Scritto da: Anlan
      Scommettiamo che ci mettono anche sopra un
      bello sconto per la ADSL ?E' gratuita, quindi hanno pochi sconti da fare....
  • Anonimo scrive:
    la fine del P2P in Italia
    A cosa servirà ora il P2P? A NIENTE!Basta andare su un forum, magari con server a Taiwan, e mettersi d'accordo su cosa spedirsi a vicenda.Poi ci si spediscono i file in DIVX a vicenda, e con un e-mail si può inviare il filmato anche a 100 persone, basta mettere tanti indirizzi nel destinatario.E così, coi film nuovi, non ci sarà più il problema delle code su P2P!Insomma, fantastico no?N.B: --- ho usato p2p solo tanto tempo fa, sono molti mesi che non scarico più niente, e sono pieno di DVD originali, non sto scherzando, il mio post è solo una riflessione ---
    • Anonimo scrive:
      Re: la fine del P2P in Italia
      - Scritto da: Anonimo
      A cosa servirà ora il P2P? A NIENTE!
      Basta andare su un forum, magari con server
      a Taiwan, e mettersi d'accordo su cosa
      spedirsi a vicenda.
      Poi ci si spediscono i file in DIVX a
      vicenda, e con un e-mail si può
      inviare il filmato anche a 100 persone,
      basta mettere tanti indirizzi nel
      destinatario.
      E così, coi film nuovi, non ci
      sarà più il problema delle
      code su P2P!
      Insomma, fantastico no?

      N.B: --- ho usato p2p solo tanto tempo fa,
      sono molti mesi che non scarico più
      niente, e sono pieno di DVD originali, non
      sto scherzando, il mio post è solo
      una riflessione ---
      sicuro che queste nuove e mail uccideranno il p2p?
      • Anonimo scrive:
        Re: la fine del P2P in Italia
        - Scritto da: Anonimo



        sicuro che queste nuove e mail uccideranno
        il p2p?No, ma di sicuro apriranno scenari fino ad oggi improponibili.
      • Anonimo scrive:
        Re: la fine del P2P in Italia


        sicuro che queste nuove e mail uccideranno
        il p2p?be, potrebbero nascere p2p basati sulla casella email
    • Anonimo scrive:
      Re: la fine del P2P in Italia
      mah...a me invece questa storia delle e-mail da un giga non convincedel tutto. E poi lo scambio dei file non mi sembra così immediato e sicuro. Si tratta comunque di fornire il proprio indirizzo di posta elettronica a degli sconosciuti...se prima ci lamentavamo della possibilità di risalire alle nostre generalità grazie all'indirizzo IP figuriamoci cosa può succedere con questo sistema !
    • Anonimo scrive:
      Re: la fine del P2P in Italia
      - Scritto da: Anonimo
      [cut]
      N.B: --- ho usato p2p solo tanto tempo fa,
      sono molti mesi che non scarico più
      niente, e sono pieno di DVD originali, non
      sto scherzando, il mio post è solo
      una riflessione ---
      paura eh?!
    • Anonimo scrive:
      Re: la fine del P2P in Italia
      - Scritto da: Anonimo
      A cosa servirà ora il P2P? A NIENTE!
      Basta andare su un forum, magari con server
      a Taiwan, e mettersi d'accordo su cosa
      spedirsi a vicenda.Uno del forum è della Guardia di Finanza, e ti becca con le mani nella marmellata ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: la fine del P2P in Italia

        Uno del forum è della Guardia di
        Finanza, e ti becca con le mani nella
        marmellata ;)
        Non ho nessun programma ne gioco ne film copiato, non sto scherzando. E' difficile che mi becca con le mani nella marmellata, dato che non ho la marmellata. ;)
Chiudi i commenti