Gli eserciti arruolano le console Sony

Dispositivi nati per il divertimento si ritrovano a interpretare un ruolo nelle esigenze educative e nelle necessità di calcolo delle forze armate. Accade nel Regno Unito e negli USA

Volendo soppesare la popolarità delle console PS3 e PSP nel mercato dell’intrattenimento interattivo, non si può certo affermare che Sony rappresenti la vincitrice della “console war” di ottava generazione. Laddove le macchine nipponiche ottengono invece un successo insperato è in ambiti professionali o addirittura militari , con la Marina britannica e il Pentagono che fanno spese natalizie per ammodernare programmi educativi e sistemi di calcolo parallelo a costo – relativamente – basso.

Per quel che concerne la Royal Navy , un progetto ideato presso la HMS Collingwood nell’Hampshire, la più grande scuola navale europea, prevede di dotare i marinai di Sua Maestà di una console portatile PSP. L’obiettivo, al di là della prosaica attività videoludica che non è comunque bandita dallo schema, sarebbe quello di fornire ai soldati britannici uno strumento di formazione al passo coi tempi.

Una prima tranche di 230 PSP è stata fornita ingegneri responsabili del mantenimento di radar, sonar e sistemi di comunicazione, precaricata – apparentemente su supporto di memoria Micro SD – con “pacchetti” di studio assimilabili in un periodo temporale variabile tra gli otto e i venti minuti cadauno. Gli ufficiali sostengono che è stata scelta la PSP per via delle sue ridotte dimensioni che ben si adattano all’altrettanto parca disponibilità di spazio sulle imbarcazioni , e se il progetto pilota avrà successo è previsto l’allargamento della fornitura ad altri gruppi di marinai.

La PSP servirebbe tra l’altro a fornire uno strumento di studio a personale che non è più abituato a usare libri di testo, ma non tutti sono d’accordo sulla validità dell’approccio. “Stiamo lavorando con la premessa che leggere un libro è ora considerato noioso, ha detto il Comandante Trevor Price: “Quando io andavo a scuola – ha continuato Price – ti sedevi alla scrivania e facevi il tuo lavoro e questo era tutto”.

Passando dall’Europa all’America, poi, anche il Pentagono “gioca” con le macchine Sony e i particolare con la PlayStation 3. Il Dipartimento della Difesa ha infatti ordinato altre 2.200 PS3 da aggiungere al già funzionante cluster Linux di 336 PS3 acquistate in precedenza, con l’obiettivo di espandere le capacità computazionali del Pentagono spendendo una frazione di quanto necessario con i server tradizionale .

Il DoD ha scelto PS3 per via della CPU Cell , “miracolo” tecnologico creato dal triumvirato Sony-IBM-Toshiba ora un po’ appannato ma che aveva, tra i suoi piani di impiego previsti, anche applicazioni militari sui campi di battaglia, nei mezzi e altrove. Per dare un’idea del risparmio per le casse del Pentagono, un server 1U con due processori Cell a 3,2 GHz arriva a costare 8mila dollari contro i 600 dollari di due PS3, mentre a livello di potenza la differenza è di “soli” 50 GigaFLOP tra una CPU Cell “professionale” (200 GFLOP) e una montata sulla console Sony (150 GFLOP).

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • contezero scrive:
    La sezione admin problematici di wiki
    http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Amministratori_problematici/ArchivioFatevi 2 risate questa sezione esiste dal 2005 ed in questi 5 anni sono state fatte (contate alla buona) una cinquantina di segnalazioni. Ebbene ad oggi nessuna di queste ha mai dichiarato un admin come problematico. Notare molte sono effettivamente campate per aria ma possibile che lo siano tutte possibile che in 5 anni non ci sia mai stato un admin che abbia fatto qualcosa tale da meritare di perdere i diritti da admin. Eppure io nei miei anni passati su wiki di XXXXXte ne ho viste ed anche tanto. Quando fai notare sto schifo ovviamente si arrabbiano perchè sanno bene di essere in torto marcio ma al posto di dibattere sulla questione ti screditano facwendoti passare per un troll. Ps prego notare che la gente (non essendo stupida) ha oramai capito l'andazzo ed infatti le segnalazioni sono in costante calo nonostante il numero complessivo si admin sia aumentato.... Ecco come funziona la wiki in italiano.
    • contezero scrive:
      Re: La sezione admin problematici di wiki
      Notare anche l'avviso che è stato messo nella pagina di discussione:http://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_Wikipedia:Amministratori_problematici/Archivio"Se hai intenzione di iniziare una nuova discussione solo ed esclusivamente per far notare che nessun amministratore segnalato sia mai incorso in sanzioni, ti consigliamo di leggere la pagina di archivio delle discussioni pregresse: le diverse questioni sono già state di volta in volta affrontate.Ogni intervento del genere verrà quindi ignorato."Si è vero che si sono state delle discussioni (a cui per ovvi motivi hanno partecipato in pochi) ma è anche vero che sti problemi non sono mai stati veramente affrontati e neanche lontanamente risolti. Notare anche su wiki gira gira si discute sempre delle stesse cose e mai nessuno in nessuna pagina di discussione a mai messo avvisi del genere. Questo si chiama avere la coscienza sXXXXX. Adesso magari arrivarà il solito cretino che riconoscendo il mio nick vi dirà che io sono stato buttato fuori da wiki per insulti. Tutto vero mi ero rotto di farmi prendere in giro da alcuni admin di wiki che applicavano le regole facendo 2 pesi e 2 misure ma questo non significa che su wiki non ci sia una casta di admin che fa il bello e il cattivo tempo.
      • aponivi scrive:
        Re: La sezione admin problematici di wiki
        - Scritto da: contezero
        Notare anche l'avviso che è stato messo nella
        pagina di
        discussione:
        http://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_Wikipedia

        "Se hai intenzione di iniziare una nuova
        discussione solo ed esclusivamente per far notare
        che nessun amministratore segnalato sia mai
        incorso in sanzioni, ti consigliamo di leggere la
        pagina di archivio delle discussioni pregresse:
        le diverse questioni sono già state di volta in
        volta
        affrontate.

        Ogni intervento del genere verrà quindi ignorato."

        Si è vero che si sono state delle discussioni (a
        cui per ovvi motivi hanno partecipato in pochi)
        ma è anche vero che sti problemi non sono mai
        stati veramente affrontati e neanche lontanamente
        risolti. Notare anche su wiki gira gira si
        discute sempre delle stesse cose e mai nessuno in
        nessuna pagina di discussione a mai messo avvisi
        del genere. Questo si chiama avere la coscienza
        sXXXXX. Adesso magari arrivarà il solito cretino
        che riconoscendo il mio nick vi dirà che io sono
        stato buttato fuori da wiki per insulti. Tutto
        vero mi ero rotto di farmi prendere in giro da
        alcuni admin di wiki che applicavano le regole
        facendo 2 pesi e 2 misure ma questo non significa
        che su wiki non ci sia una casta di admin che fa
        il bello e il cattivo
        tempo.Hai ragione, quella postilla nella pagina è vergognosa, sta a significare, questa pagina dobbiamo tenerla obbligatoriamente, ma entrate a vostro rischio e pericolo
      • zap scrive:
        Re: La sezione admin problematici di wiki
        - Scritto da: contezero
        ...una casta di admin che fa il bello e il cattivo
        tempo.A me più che amministratori problematici fa riderehttp://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Amministratori_di_Wikipedia:D
      • aponivi scrive:
        Re: La sezione admin problematici di wiki
        - Scritto da: contezero
        Notare anche l'avviso che è stato messo nella
        pagina di
        discussione:
        http://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_WikipediaProprio in questi giorni un utente ha scritto "Ho intenzione di iniziare una nuova discussione "per far notare che nessun amministratore segnalato sia mai incorso in sanzioni". Se lo faccio che succede mi date 10 nerbate sulla schiena? Piccola curiosità alla quale so gia che nessuno rispoderà (perchè sono un troll ecc ecc) ma perchè su wiki si possono riprendere discussioni su qualsia argomento tranne che su questo? Perchè solo tornare a parlare di questo è tabù mentre invece (ad esempio) le discussioni su cosa è enciclopedico e cosa no sono state abbandonate e riprese innumerevoli volte?"http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Discussioni_Wikipedia:Amministratori_problematici&curid=2663859&diff=28392082&oldid=28392056Risultato?E' stato bloccato http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Speciale:Registri&type=block&page=Utente%3A79.54.230.61 con la solita motivazione, evasione del blocco. Possono bloccare chiunque così, non dicono manco chi sarebbe l'evasore.
    • ostrega scrive:
      Re: La sezione admin problematici di wiki
      Curioso sembra che ci sia un template con:"nessuna problematicità" come risposta.
  • IP anonimo scrive:
    Re: Regole per sopravvivere

    CeckSolo un appunto, perché ho notato che lo hai scritto diverse volte.Si scrive c h eck ;-)
    • aponivi scrive:
      Re: Regole per sopravvivere
      - Scritto da: IP anonimo

      Ceck

      Solo un appunto, perché ho notato che lo hai
      scritto diverse
      volte.

      Si scrive c h eck ;-)Si hai ragione, hai fatto bene a correggermi.
  • zap scrive:
    Il problema di it-wiki? Il 2pesi/2misure
    A parte i problemi di contenuti e di maturità di chi scrive, l'altro grande problema della wiki italiana è il 2 pesi e 2 misure che viene usato per gestire conflitti, utenze e discorsi.E' di alcuni mesi fa x es il caso dell'amministratore che riempiva le voci mediche di errori: chiunque sarebbe stato bannato e perseguitato in tutti i modi. E invece? Nulla. Anzi, un invito a reiscriversi con altro nome perchè ormai quello usato era "bruciato" (cosa che costui non ha fatto, se non altro il coraggio di mantenere la propria faccia).Ma questo è solo un esempio su milioni: lo slogan di it-wiki potrebbe essere veramente "L'enciclopedia delle libertà: facciamo un po' come c##o ci pare" :p
    • aponivi scrive:
      Re: Il problema di it-wiki? Il 2pesi/2misure
      - Scritto da: zap
      A parte i problemi di contenuti e di maturità di
      chi scrive, l'altro grande problema della wiki
      italiana è il 2 pesi e 2 misure che viene usato
      per gestire conflitti, utenze e
      discorsi.
      E' di alcuni mesi fa x es il caso
      dell'amministratore che riempiva le voci mediche
      di errori: chiunque sarebbe stato bannato e
      perseguitato in tutti i modi. E invece? Nulla.
      Anzi, un invito a reiscriversi con altro nome
      perchè ormai quello usato era "bruciato" (cosa
      che costui non ha fatto, se non altro il coraggio
      di mantenere la propria
      faccia).

      Ma questo è solo un esempio su milioni: lo slogan
      di it-wiki potrebbe essere veramente
      "L'enciclopedia delle libertà: facciamo un po'
      come c##o ci pare"
      :pEcco hai centrato il punto. Ci sono utenti a cui vengono permesse delle cose perchè sono amici degli amici ed altri che vengono bloccati senza che li difenda nessuno. E' il solito ragionamento all'italiana. Dovrebbe chiamarsi wikipedia all'italiana e non wikipedia in italiano-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2009 15.43-----------------------------------------------------------
      • zap scrive:
        Re: Il problema di it-wiki? Il 2pesi/2misure
        - Scritto da: aponivi
        Ecco hai centrato il punto. Ci sono utenti a cui
        vengono permesse delle cose perchè sono amici
        degli amici ed altri che vengono bloccati senza
        che li difenda nessuno. E' il solito ragionamento
        all'italiana. Dovrebbe chiamarsi wikipedia
        all'italiana e non wikipedia in italianoWikipedia Italia. Appunto :D
        • aponivi scrive:
          Re: Il problema di it-wiki? Il 2pesi/2misure
          - Scritto da: zap
          - Scritto da: aponivi

          Ecco hai centrato il punto. Ci sono utenti a cui

          vengono permesse delle cose perchè sono amici

          degli amici ed altri che vengono bloccati senza

          che li difenda nessuno. E' il solito
          ragionamento

          all'italiana. Dovrebbe chiamarsi wikipedia

          all'italiana e non wikipedia in italiano

          Wikipedia Italia. Appunto :DSecondo me è peggio wikipedia all'italiana che wikipedia italia, essere all'italiana è un tipico modo di essere, ah ah
    • IP anonimo scrive:
      Re: Il problema di it-wiki? Il 2pesi/2misure

      E' di alcuni mesi fa x es il caso
      dell'amministratore che riempiva le voci mediche
      di erroriTi riferisci a questo?http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Utenti_problematici/AnjaManix
      • zap scrive:
        Re: Il problema di it-wiki? Il 2pesi/2misure
        - Scritto da: IP anonimo
        Ti riferisci a questo?
        http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Utenti_probSi, mi pare sia quello. Adesso non è che voglia dare addosso a costui, ma è un caso piuttosto emblematico. Fra l'altro dando un'occhio mi pare di capire che chi ha cercato di far notare gli errori dell'admin, è stato bannato come troll (!). Come volevasi dimostrare, 2 pesi e 2 misure.
  • IP anonimo scrive:
    Re: Regole per sopravvivere


    2. Se avete un IP dinamico (ovvero che cambia ad

    ogni connessione), non registratevi ma editate

    come IP (ricordatevi di disabilitare i cookies).

    In questo modo non sarete tracciabili ed

    eviterete le persecuzioni del nerd di turno che

    si sente onnisciente.
    Quello che dici tu vale solo se ti colleghi da
    una grossa città, come roma, milano, napoli, ma
    proprio il fatto che ti colleghi da IP è che ti
    rende tracciabile.E' chiaro che l'IP è visibile. Ma essendo dinamico sarebbero obbligati a bloccare vari ed ampi range di IP, tagliando fuori molti altri editor. Per questo motivo viene fatto raramente. Quindi, nella normale attività di editor (che non è certo quella del vandalo), non si viene bloccati e si evita di essere perseguitati del solito nerd che usa Wikipedia per sfogare le frustrazioni della sua vita da sfigato.
    • aponivi scrive:
      Re: Regole per sopravvivere
      - Scritto da: IP anonimo
      E' chiaro che l'IP è visibile. Ma essendo
      dinamico sarebbero obbligati a bloccare vari ed
      ampi range di IP, tagliando fuori molti altri
      editor. Per questo motivo viene fatto raramente.
      Quindi, nella normale attività di editor (che non
      è certo quella del vandalo), non si viene
      bloccati e si evita di essere perseguitati del
      solito nerd che usa Wikipedia per sfogare le
      frustrazioni della sua vita da
      sfigato.Si hai ragione su questo ma tu parlavi di essere tracciato e non di essere bloccato. Di solito gli IP dinamici li bloccano per qualche ora, o al massimo per 24 ore.Alla fine sei sempre tracciabile anche con gli IP dinamici, non so come ma ogni provider lascia la sua impronta identificativa della connessione.
      • IP anonimo scrive:
        Re: Regole per sopravvivere

        Alla fine sei sempre tracciabile anche con gli IP
        dinamici, non so come ma ogni provider lascia la
        sua impronta identificativa della connessione.Dall'IP si risale facilmente al provider.Per tracciare qualcuno bisogna essere in grado di seguire i suoi edit.Se io edito la voce A con l'IP X, mi sconnetto, mi riconnetto con l'IP Y ed edito la voce B, come fanno a mettere in relazione i due IP?Semplicemente non possono farlo per il semplice fatto che non hanno modo di sapere se X e Y sono stati assegnati alla stessa utenza.
        • aponivi scrive:
          Re: Regole per sopravvivere
          - Scritto da: IP anonimo
          Dall'IP si risale facilmente al provider.

          Per tracciare qualcuno bisogna essere in grado di
          seguire i suoi
          edit.

          Se io edito la voce A con l'IP X, mi sconnetto,
          mi riconnetto con l'IP Y ed edito la voce B, come
          fanno a mettere in relazione i due
          IP?

          Semplicemente non possono farlo per il semplice
          fatto che non hanno modo di sapere se X e Y sono
          stati assegnati alla stessa
          utenza.Quello che dici tu è vero e ho capito a cosa ti riferisci. Lo si fa per essere meno tracciabile, ma non intracciabile, è questo che voglio farti capire. Ma se ti metti contro a certi amministratori esperti non ti salvi nemmeno se editi da IP, addirittura alcuni sono in grado di risalire all'IP originario anche se editi da proxy (tramite gli xff)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2009 14.51-----------------------------------------------------------
          • IP anonimo scrive:
            Re: Regole per sopravvivere


            Se io edito la voce A con l'IP X, mi sconnetto,

            mi riconnetto con l'IP Y ed edito la voce B,

            come fanno a mettere in relazione i due IP?

            Semplicemente non possono farlo per il semplice

            fatto che non hanno modo di sapere se X e Y sono

            stati assegnati alla stessa utenza.
            Lo si fa per essere meno tracciabile,
            ma non intracciabile
            Ma se ti metti contro a certi amministratori
            esperti non ti salvi nemmeno se editi da IPNo, non sei tracciabile.Temo tu abbia troppa fiducia nelle possibilità degli admin di Wikipedia :-)L'unica cosa che possono fare è identificare il tuo IP e il range di IP. Ma NON possono mettere in relazione due diversi IP. Per poterlo fare dovrebbero poter identificare i due IP come assegnati (ovviamente in tempi diversi) alla stessa utenza. Ma gli unici che possono farlo sono le forze dell'ordine, certamente non Wikipedia.
            addirittura alcuni sono in grado di risalire
            all'IP originario anche se editi da proxy
            (tramite gli xff)Piano, piano, dipende dal proxy...
  • albertobs88 scrive:
    Re: Regole per sopravvivere
    - Scritto da: aponivi
    Ti quoto per il numero 1 ma non per il numero 2.
    Quello che dici tu vale solo se ti colleghi da
    una grossa città, come roma, milano, napoli, ma
    proprio il fatto che ti colleghi da IP è che ti
    rende tracciabile. Chiunque con un whois può
    stabilire da quale zona editi. Vero e falso.Io sono di Brescia e vado a Crema ogni tanto.Se mi collego da Brescia, l'whois restutisce ogni tanto Brescia, ma spesso mi rileva da Bergamo.A Crema invece mi rileva a Milano.Ho fatto un whois giusto ora:http://www.infosniper.net/IP: 87.4.88.46Mi rileva a Lovere (BG) e sono a Crema, 40 km più in là.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2009 14.07-----------------------------------------------------------
    • aponivi scrive:
      Re: Regole per sopravvivere
      - Scritto da: albertobs88
      - Scritto da: aponivi

      Ti quoto per il numero 1 ma non per il numero 2.

      Quello che dici tu vale solo se ti colleghi da

      una grossa città, come roma, milano, napoli, ma

      proprio il fatto che ti colleghi da IP è che ti

      rende tracciabile. Chiunque con un whois può

      stabilire da quale zona editi.

      Vero e falso.
      Io sono di Brescia e vado a Crema ogni tanto.
      Se mi collego da Brescia, l'whois restutisce ogni
      tanto Brescia, ma spesso mi rileva da
      Bergamo.
      A Crema invece mi rileva a Milano.Questo è vero, ma loro "leggono" altri dati nel whois, i Ceck User in genere sono esperti di informatica e di reti, non bisogna solo considerare la mera collocazione geografica.
      • albertobs88 scrive:
        Re: Regole per sopravvivere
        - Scritto da: aponivi
        Questo è vero, ma loro "leggono" altri dati nel
        whois, i Ceck User in genere sono esperti di
        informatica e di reti, non bisogna solo
        considerare la mera collocazione
        geografica.Certo, ma con l'ip dinamico molto spesso cambiano gli host di passaggio.Certo, ti puoi mettere a catalogarli tutti... Ma che se ne farebbero?
        • aponivi scrive:
          Re: Regole per sopravvivere
          - Scritto da: albertobs88
          - Scritto da: aponivi

          Questo è vero, ma loro "leggono" altri dati nel

          whois, i Ceck User in genere sono esperti di

          informatica e di reti, non bisogna solo

          considerare la mera collocazione

          geografica.

          Certo, ma con l'ip dinamico molto spesso cambiano
          gli host di
          passaggio.
          Certo, ti puoi mettere a catalogarli tutti... Ma
          che se ne
          farebbero?Non so come fanno, ma fai un salto in questa pagina, http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Check_user/Richiestevedrai scritto: Ip che coincidono con tizio, poi parlano di range IP, da quanto ho capito ogni connessione sfrutta un determinato range (intervallo) di indirizzi IP.
          • IP anonimo scrive:
            Re: Regole per sopravvivere

            parlano di range IPIn estrema sintesi, quando tu ti colleghi, ti viene assegnato un IP.Se è statico è sempre quello.Se è dinamico può variare tra vari ed ampi intervalli di IP. Quindi l'unico modo che hanno per bloccarti è bloccarli tutti. Ma ciò implica che bloccheranno anche tutti gli altri editor che ricadono in questi intervalli. Motivo per cui viene fatto solo in casi particolari.Quindi editare come IP è un ottimo sistema per evitare rotture di palle da parte di qualcuno a cui sei diventato antipatico (sia chiaro che non sto parlando di vandalismi, quelli stanno sulle palle anche a me).
          • aponivi scrive:
            Re: Regole per sopravvivere
            - Scritto da: IP anonimo
            Quindi editare come IP è un ottimo sistema per
            evitare rotture di palle da parte di qualcuno a
            cui sei diventato antipatico (sia chiaro che non
            sto parlando di vandalismi, quelli stanno sulle
            palle anche a
            me).La sapevo la differenza tra IP statico e dinamico. Lo so che se non fai vandalismi non ti bloccano, capisco il tuo ragionamento, è più difficile seguire un IP che un utente registrato. Ci siamo capiti alla fine.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2009 14.47-----------------------------------------------------------
      • markoer scrive:
        Re: Regole per sopravvivere
        - Scritto da: aponivi[...]
        Questo è vero, ma loro "leggono" altri dati nel
        whois, i Ceck User in genere sono esperti di
        informatica e di reti, non bisogna solo
        considerare la mera collocazione geografica.La geolocazione IP è semplicemente empirica, soprattutto in Italia. Puoi essere un guru quanto vuoi, ma se un ISP fa uscire in uplink tutti i suoi POP locali da un'unica zona geografica, non saprai mai da dove una persona si collega esattamente - vedrai soltanto la locazione di uplink.E comunque dipende da quanto l'ISP manutiene queste informazioni.Cordiali saluti
  • aponivi scrive:
    Re: Regole per sopravvivere
    Avevo dimenticato la cosa più importante. Per non essere rintracciato devi usare un proxy, ma gli admin si passano il tempo a bloccarli.
  • zap scrive:
    Wikipedia Italia (e non italiana!)
    Wikipedia è sempre meno italiana e sempre più Italia.Ovvero:- è impossibile stabilire "fatti", perchè c'è sempre qualcuno che la butta sul personale. Alla fine le discussioni vanno in XXXXX e si parla degli utenti anzichè delle questioni sollevate.- c'è una casta (non solo di admin, ma trasversale), che fa il bello e cattivo tempo, indipendentemente di "fatti" (che appunto è impossibile chiarire).- le regole valgono per i nemici, mentre per gli amici si anno carte false.- se aiutare gli amici e conservare il potere va contro i "fatti" e la correttezza anche delle voci, chissenefrega: l'importante è che la casta si conservi.Il risultato è che molte voci diventano il feudo di qualche "amico degli amici", e che un sacco di buoni contributori se ne vanno dallo schifo o vengono scacciati. Non è affatto vero che c'è un controllo incrociato e quindi le XXXXXXX non passano: succede solo a volte, mentre in diversi casi che ho visto le XXXXXXX sono vecchie di anni e c'è pure chi le difende come oro colato.
    • Valeren scrive:
      Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
      Per fortuna parlo inglese, e il mio riferimento è sempre la wiki ufficiale.Su quella italiana spesso si trovano bozze ferme da mesi/anni mentre in qualunque altra lingua tutto è ben spiegato.Wiki Italia è utile solo per sapere quanti episodi ci sono di una serie TV o anime, quando partiranno eccetera.In pratica intrattenimento puro, il resto lascia MOLTO a desiderare.
      • zap scrive:
        Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
        - Scritto da: Valeren
        Per fortuna parlo inglese, e il mio riferimento è
        sempre la wiki ufficiale.
        Su quella italiana spesso si trovano bozze ferme
        da mesi/anni mentre in qualunque altra lingua
        tutto è ben spiegato.
        In pratica intrattenimento puro, il resto lascia
        MOLTO a desiderare.Beh, non farei di tutt'erba un fascio. Ci sono anche voci ben fatte, magari anche meglio (più brevi ma con le info che servono) che sull'inglese. Ma bisogna saperle riconoscere (dalla discussione, dagli autori, dalle note...).Purtroppo capita che su queste voci arrivi un wikimafioso ed allora tutto può succedere. Tipo che veleni siano spacciati per medicine o altre amenità simili :D
      • aponivi scrive:
        Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
        - Scritto da: Valeren
        Per fortuna parlo inglese, e il mio riferimento è
        sempre la wiki
        ufficiale.
        Su quella italiana spesso si trovano bozze ferme
        da mesi/anni mentre in qualunque altra lingua
        tutto è ben
        spiegato.

        Wiki Italia è utile solo per sapere quanti
        episodi ci sono di una serie TV o anime, quando
        partiranno
        eccetera.

        In pratica intrattenimento puro, il resto lascia
        MOLTO a
        desiderare.Io all'interno di una voce su una capitale europea (non ricordo quale è sucXXXXX parecchio tempo fa) ho trovato 3 indicazioni diverse circa il numero di abitanti, tutte e 3 discordanti di parecchie centinaia di migliaia di unità.Per questo ormai evito wikipedia anche per le cose più semplici, mi vado a cercare altre fonti sperando che anche esse non siano prese da wikipedia.
        • zap scrive:
          Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
          - Scritto da: aponivi
          Per questo ormai evito wikipedia anche per le
          cose più semplici, mi vado a cercare altre fonti
          sperando che anche esse non siano prese da
          wikipedia.Mah, se ci sono, le fonti che sono linkate a fondo pagina in wikipedia spesso non sono male. Insomma, si può usare come punto di partenza.
          • aponivi scrive:
            Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
            - Scritto da: zap
            - Scritto da: aponivi

            Per questo ormai evito wikipedia anche per le

            cose più semplici, mi vado a cercare altre fonti

            sperando che anche esse non siano prese da

            wikipedia.

            Mah, se ci sono, le fonti che sono linkate a
            fondo pagina in wikipedia spesso non sono male.
            Insomma, si può usare come punto di
            partenza.Sono poche le voci con le fonti. Ma la tua idea è pur sempre valida.
    • zap scrive:
      Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
      - Scritto da: aponivi
      Quoto parola per parolaSono cmq possibilista: per fortuna non ci sono SOLO teste di c@#o, ma anche gente intelligente, che poveretta continua a star li per cercare di tenere a bada le mafiette e le XXXXXXXte più grosse.
      • aponivi scrive:
        Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
        - Scritto da: zap
        - Scritto da: aponivi

        Quoto parola per parola

        Sono cmq possibilista: per fortuna non ci sono
        SOLO teste di c@#o, ma anche gente intelligente,
        che poveretta continua a star li per cercare di
        tenere a bada le mafiette e le XXXXXXXte più
        grosse.Ci sono quelli che dici tu, ma sono pochi. La maggior parte degli amministratori sono una casta che si protegge a vicenda.Anzi in questi ultimi periodi stanno aumentando i sysop, ci sono continue votazioni per nuovo amministratori. Però non scordate che ve ne sono molti considerati intoccabili. Mi ricordo di uno che è mancato per 6 mesi meno qualche giorno, la regola dice che un amministratore che non compie edit da sysop per 6 mesi decade, costui ha compiuto l'edit pochi giorni prima che scadessero i 6 mesi e quando c'è stata la riconferma solo pochi si sono opposti. Se ci fate caso ci sono un centinaio di amministratori, ma solo una decina sono sempre presenti e decidono la direzione di it.wiki.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2009 12.50-----------------------------------------------------------
        • zap scrive:
          Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
          - Scritto da: aponivi
          Ci sono quelli che dici tu, ma sono pochi. La
          maggior parte degli amministratori sono una casta
          che si protegge a vicenda.Mah, non pochissimi, imho. Ma sicuramente nel 90% dei casi "sottomessi" agli altri arroganti, con i quali non vogliono scontrarsi perchè preferiscono sopravvivere (e si può dargli torto?) o perchè pensano che lo scontro (anche se legittimo e motivato) sia comunque negativo a priori.In fondo meno male che ci sono, ma li vedo accerchiati.
          • aponivi scrive:
            Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
            - Scritto da: zap

            Mah, non pochissimi, imho. Ma sicuramente nel 90%
            dei casi "sottomessi" agli altri arroganti, con i
            quali non vogliono scontrarsi perchè preferiscono
            sopravvivere (e si può dargli torto?) o perchè
            pensano che lo scontro (anche se legittimo e
            motivato) sia comunque negativo a
            priori.
            In fondo meno male che ci sono, ma li vedo
            accerchiati.Un amministratore che si mette contro gli amministratori è logico che non viene riconfermato in quanto essendo essi stessi il maggior bacino elettorale possono fare il bello e il cattivo tempo nelle votazioni di riconferma. Il tuo discorso non fa una piega.
          • zap scrive:
            Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
            - Scritto da: aponivi
            Un amministratore che si mette contro gli
            amministratori è logico che non viene
            riconfermato in quanto essendo essi stessi il
            maggior bacino elettorale possono fare il bello e
            il cattivo tempo nelle votazioni di riconferma.Infatti mi spiace un sacco per quei poveri diavoli che si fanno un XXXX tanto, vengono spesso accomunati agli altri teste di c. e devono pure stare zitti per evitarsi troppi problemi.
            Il tuo discorso non fa una piega.E' il tipico discorso logico e razionale, basato su fatti, che su wiki ti crea un sacco di problemi (invidia, tutta invidia!) :D
    • passante scrive:
      Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
      Parole Sante.
    • passante scrive:
      Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
      - Scritto da: zap
      Wikipedia è sempre meno italiana e sempre più
      Italia.
      Ovvero:
      - è impossibile stabilire "fatti", perchè c'è
      sempre qualcuno che la butta sul personale. Alla
      fine le discussioni vanno in XXXXX e si parla
      degli utenti anzichè delle questioni
      sollevate.
      - c'è una casta (non solo di admin, ma
      trasversale), che fa il bello e cattivo tempo,
      indipendentemente di "fatti" (che appunto è
      impossibile
      chiarire).
      - le regole valgono per i nemici, mentre per gli
      amici si anno carte
      false.
      - se aiutare gli amici e conservare il potere va
      contro i "fatti" e la correttezza anche delle
      voci, chissenefrega: l'importante è che la casta
      si
      conservi.
      Il risultato è che molte voci diventano il feudo
      di qualche "amico degli amici", e che un sacco di
      buoni contributori se ne vanno dallo schifo o
      vengono scacciati. Non è affatto vero che c'è un
      controllo incrociato e quindi le XXXXXXX non
      passano: succede solo a volte, mentre in diversi
      casi che ho visto le XXXXXXX sono vecchie di anni
      e c'è pure chi le difende come oro
      colato.le parole sante erano queste :P
      • aponivi scrive:
        Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
        - Scritto da: passante
        - Scritto da: zap

        Wikipedia è sempre meno italiana e sempre più

        Italia.

        Ovvero:

        - è impossibile stabilire "fatti", perchè c'è

        sempre qualcuno che la butta sul personale. Alla

        fine le discussioni vanno in XXXXX e si parla

        degli utenti anzichè delle questioni

        sollevate.

        - c'è una casta (non solo di admin, ma

        trasversale), che fa il bello e cattivo tempo,

        indipendentemente di "fatti" (che appunto è

        impossibile

        chiarire).

        - le regole valgono per i nemici, mentre per gli

        amici si anno carte

        false.

        - se aiutare gli amici e conservare il potere va

        contro i "fatti" e la correttezza anche delle

        voci, chissenefrega: l'importante è che la casta

        si

        conservi.

        Il risultato è che molte voci diventano il feudo

        di qualche "amico degli amici", e che un sacco
        di

        buoni contributori se ne vanno dallo schifo o

        vengono scacciati. Non è affatto vero che c'è un

        controllo incrociato e quindi le XXXXXXX non

        passano: succede solo a volte, mentre in diversi

        casi che ho visto le XXXXXXX sono vecchie di
        anni

        e c'è pure chi le difende come oro

        colato.
        le parole sante erano queste :Phai ragione pure tu a quotare.Parliamo della casta cattolica all'interno di wikipedia. Inseriscono costantemente vescovi, dei quali non frega niente a nessuno e se provate a toccarli vi finisce male.Nonostante non ci sia una regola che i vescovi siano enciclopedici non è mai capitato che uno sia stato cancellato.C'è qualcuno che conferma ciò che dico?
    • aponivi scrive:
      Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
      - Scritto da: zap
      Wikipedia è sempre meno italiana e sempre più
      Italia.Nell'elezione di un amministratore o non ricordo se era una riconferma vi è stato un utente (ultracattolico) che ha votato contro solo perchè l'altro aveva sbagliato a scrivere correttamente l'accento in una parola o comunque qualcosa di simile, insomma una bazzecola.Costui si presenta così "Questo utente parla italiano in modo eccellente. Pronuncia correttamente le parole "adulo", "valuto", "evaporo", "infervoro" e "salubre". Usa correttamente l'apostrofo, l'accento acuto e l'accento grave. Usa correttamente le consonanti eufoniche."
      • Valeren scrive:
        Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
        Tutto molto utile per una cosa scritta!Meglio, non sapevo quanto fossero idioti - pensavo fossero solo incapaci.
    • panda rossa scrive:
      Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
      - Scritto da: zap
      Il risultato è che molte voci diventano il feudo
      di qualche "amico degli amici", e che un sacco di
      buoni contributori se ne vanno dallo schifo o
      vengono scacciati. Non è affatto vero che c'è un
      controllo incrociato e quindi le XXXXXXX non
      passano: succede solo a volte, mentre in diversi
      casi che ho visto le XXXXXXX sono vecchie di anni
      e c'è pure chi le difende come oro
      colato.Esempi?
      • zap scrive:
        Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: zap

        Non è affatto vero che c'è un

        controllo incrociato e quindi le XXXXXXX non

        passano: succede solo a volte, mentre in diversi

        casi che ho visto le XXXXXXX sono vecchie di

        anni e c'è pure chi le difende come oro colato.

        Esempi?Sei un wikipediano in trasferta? E vieni qua a cercare suggerimenti sulle voci da sistemare? Ma non lo sai che PI è un covo di troll anti-wikipediani che parlano di cose che non esistono? :pScherzi a parte, sono spiacente ma le segnalazioni si fanno nei luoghi opportuni. Questo non è il luogo.
        • aponivi scrive:
          Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
          - Scritto da: zap
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: zap


          Non è affatto vero che c'è un


          controllo incrociato e quindi le XXXXXXX non


          passano: succede solo a volte, mentre in
          diversi


          casi che ho visto le XXXXXXX sono vecchie di


          anni e c'è pure chi le difende come oro
          colato.



          Esempi?

          Sei un wikipediano in trasferta? E vieni qua a
          cercare suggerimenti sulle voci da sistemare? Ma
          non lo sai che PI è un covo di troll
          anti-wikipediani che parlano di cose che non
          esistono?
          :p

          Scherzi a parte, sono spiacente ma le
          segnalazioni si fanno nei luoghi opportuni.
          Questo non è il
          luogo.E' un troll, lascialo perdere.
          • zap scrive:
            Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
            - Scritto da: aponivi
            E' un troll, lascialo perdere.Boh, probabilmente per lui il troll sono io. Quindi non ho problemi a discutere con costui.
          • panda rossa scrive:
            Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
            - Scritto da: zap
            - Scritto da: aponivi

            E' un troll, lascialo perdere.

            Boh, probabilmente per lui il troll sono io.
            Quindi non ho problemi a discutere con
            costui.E cosi' mi sono beccato pure del troll.Vabbe'.In ogni caso, e' tutto il giorno che leggo queste discussioni, ma una voce di esempio che e' stata censurata in modo che io possa andare a vedere la storia della voce e farmi un'idea, ancora non l'ho sentita.Io ho contribuito alla wiki italiana alcune volte, pure oggi ho modificato un paio di paragrafi.Lo faccio registrandomi, lo faccio da anonimo, lo faccio senza farci caso.E fino ad oggi non ho mai subito censure di sorta.Quindi il sentire censure di qua e censure di la' mi lascia alquanto perplesso.Certo, se si fa a modificare la pagina di berlusconi, non mi stupisce che poi si venga modificati, ma ci sono una infinita' di voci neutre, riccamente ampliabili, sulle quali si puo' tranquillamente lavorare.
          • zap scrive:
            Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
            - Scritto da: panda rossa....
            E cosi' mi sono beccato pure del troll.
            Vabbe'.

            In ogni caso, e' tutto il giorno che leggo queste
            discussioni, ma una voce di esempio che e' stata....Momento. Io non ho dato del troll a nessuno.E non ho nemmeno parlato di censure. Piuttosto di stupidità ai massimi livelli, gruppetti organizzati, errori che restano lì e che non si riesce a correggere a causa degli stupidi e dei branchi di cui sopra. E parlo di voci piuttosto neutre (scientificamente parlando). Certo che se scrivi di un fiume sugli urali o di città del burundi nessuno ti disturba.
          • panda rossa scrive:
            Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
            - Scritto da: zap
            - Scritto da: panda rossa
            ....

            E cosi' mi sono beccato pure del troll.

            Vabbe'.



            In ogni caso, e' tutto il giorno che leggo
            queste

            discussioni, ma una voce di esempio che e' stata
            ....

            Momento. Io non ho dato del troll a nessuno.Non dicevo a te, ho visto che e' stato l'altro, e comunque non e' questo il punto.
            E non ho nemmeno parlato di censure. Tu forse no, altri invece si. Adesso non ho voglia ne' tempo di stare a rileggere tutto.
            Piuttosto di
            stupidità ai massimi livelli, gruppetti
            organizzati, errori che restano lì e che non si
            riesce a correggere a causa degli stupidi e dei
            branchi di cui sopra. E parlo di voci piuttosto
            neutre (scientificamente parlando). Ecco, posso avere un esempio di una di queste voci con uno di questi errori non corretti?Mi piacerebbe verificare personalmente.
            Certo che se
            scrivi di un fiume sugli urali o di città del
            burundi nessuno ti
            disturba.Be' e' a questo che servono soprattutto le enciclopedie: a tenere memoria di nozionismo. I dati sono incontrovertibili.Le opinioni fanno bene a levarle.
          • zap scrive:
            Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: zap
            Momento. Io non ho dato del troll a nessuno.
            Non dicevo a te, ho visto che e' stato l'altro, e
            comunque non e' questo il punto.Sai com'è... si wiki vieni bloccato per quello che hanno detto altri... :p
            Ecco, posso avere un esempio di una di queste
            voci con uno di questi errori non corretti?
            Mi piacerebbe verificare personalmente.No, mi spiace, ti devi fidare. E se non ti fidi (cosa legittima e che non posso criticarti), pace. :) Posso dirti che le segnalazioni di problematicità serie e degne di questo nome dovrebbero partire IMHO da questioni del genere, piuttosto che da "mi sta sulle palle" o "mi ha detto ciao".
            Be' e' a questo che servono soprattutto le
            enciclopedie: a tenere memoria di nozionismo. I
            dati sono incontrovertibili.
            Le opinioni fanno bene a levarle.Ti posso garantire che ci sono scontri assurdi anche su dati incontrovertibili. Quanto alle opinioni, le scuole di pensiero sono varie: toglierle tutte o tenere quelle che sono ben documentate. A me di massima sembra più utile ed intelligente seguire la seconda strada. Ovvio che non parlo di "quanto èXXXXX la velina bionda".
    • contezero scrive:
      Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
      Admin problematici??? Hahahaha guardare per credere saranno 5 anni che esiste quella sezione .....http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Amministratori_problematici/Archivioe nonostante questo Mai nessun admin è stato dichiarato problematico. Si parano il XXXX a vicenda e se gli lo fai notare ti danno pure del troll. Ridicoli...
      • aponivi scrive:
        Re: Wikipedia Italia (e non italiana!)
        - Scritto da: contezero
        Admin problematici??? Hahahaha guardare per
        credere saranno 5 anni che esiste quella sezione
        .....
        http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Amministrat

        e nonostante questo Mai nessun admin è stato
        dichiarato problematico. Si parano il XXXX a
        vicenda e se gli lo fai notare ti danno pure del
        troll.
        Ridicoli...Già, infatti l'ho pure scritto nel mio commento che è inutile passare da admin problematici
  • Syd scrive:
    Vorrei una Wikipedia più severa...
    ... la ritengo ancora troppo morbida e permissiva ... per me è un bene se ci sono contributori che si allontanano, e se rimangono quelli più motivati e competenti, che hanno qualcosa da dire e sanno come dirla. purtroppo viviamo in un'epoca piena di ignoranti che si credono sapienti, e che poi, arroganti come sono, vanno su tutte le furie se glielo si fa notare. è bellissimo il fatto che in rete chiunque possa dire ciò che pensa, ma è deleterio che chiunque possa pretendere che ciò che pensa sia scienza, solo perché lui lo pensa o ci crede...
    • zap scrive:
      Re: Vorrei una Wikipedia più severa...
      - Scritto da: Syd
      ... la ritengo ancora troppo morbida e permissiva
      ... per me è un bene se ci sono contributori che
      si allontanano, e se rimangono quelli più
      motivati e competenti, che hanno qualcosa da dire
      e sanno come dirla. purtroppo viviamo in un'epoca
      piena di ignoranti che si credono sapienti, e che
      poi, arroganti come sono, vanno su tutte le furie
      se glielo si fa notare.E chi ti dice che si allontanano gli ignoranti e restano i competenti? Resta, non di rado, chi ha più tempo per fare amicizie varie e crearsi il gruppetto di sostenitori-sempre-e-comunque.Wikki è piena di arroganti ignoranti che si credono sapienti, e non se ne vanno affatto.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Vorrei una Wikipedia più severa...
        Infatti basta sapere tutto sui pokemon e stai tranquillo che non ti faranno nulla :D
        • zap scrive:
          Re: Vorrei una Wikipedia più severa...
          - Scritto da: Sgabbio
          Infatti basta sapere tutto sui pokemon e stai
          tranquillo che non ti faranno nullaNon dire XXXXXXX pure te. Il problema della wikimafia è serio e fosse solo per i pokemon me ne sbatterei le palle.
      • Syd scrive:
        Re: Vorrei una Wikipedia più severa...
        - Scritto da: zap
        - Scritto da: Syd

        ... la ritengo ancora troppo morbida e
        permissiva

        ... per me è un bene se ci sono contributori che

        si allontanano, e se rimangono quelli più

        motivati e competenti, che hanno qualcosa da
        dire

        e sanno come dirla. purtroppo viviamo in
        un'epoca

        piena di ignoranti che si credono sapienti, e
        che

        poi, arroganti come sono, vanno su tutte le
        furie

        se glielo si fa notare.

        E chi ti dice che si allontanano gli ignoranti e
        restano i competenti? Resta, non di rado, chi ha
        più tempo per fare amicizie varie e crearsi il
        gruppetto di
        sostenitori-sempre-e-comunque.
        Wikki è piena di arroganti ignoranti che si
        credono sapienti, e non se ne vanno
        affatto.Fino ad ora però non ho visto portato alcun esempio concreto... la gente che si lamenta di essere stata "censurata" in genere non specifica in merito a cosa lo è stata... quando lo specifica bé... vivaddio che è stata censurata... in genere le voci cancellate sono davvero indegne di stare su quella che vuol essere una fonte di conoscenza on-line: che so un programmino marginale e dalla funzione duscutibile, un personaggio "famoso" tra gli amanti del basso folklore internettiano (a quando una protesta per la cancellazione di una pagina su laura scimone, la diva palermitana di youtube?), oppure un artista tedesco contemporaneo magari bravissimo, ma... io ho un sacco di amici artisti, secondo me alcuni bravissimi, ma vogliamo davvero riempire Wikipedia di migliaia di pagine su gente assolutamente sconosciuta?
        • zap scrive:
          Re: Vorrei una Wikipedia più severa...
          - Scritto da: Syd
          - Scritto da: zap

          E chi ti dice che si allontanano gli ignoranti e

          restano i competenti? Resta, non di rado, chi ha

          più tempo per fare amicizie varie e crearsi il

          gruppetto di

          sostenitori-sempre-e-comunque.

          Wikki è piena di arroganti ignoranti che si

          credono sapienti, e non se ne vanno

          affatto.

          Fino ad ora però non ho visto portato alcun
          esempio concreto... la gente che si lamenta di
          essere stata "censurata" in genere non specifica
          in merito a cosa lo è stata... quando lo
          specifica bé... vivaddio che è stata censurata...
          in genere le voci cancellate sono davvero indegne.Non faccio esempi specifici perchè non intendo farne.Sono d'accordo che le XXXXXXXte sulla propria zia vadano brasate senza appello, ma io mi riferivo a ben altri temi, generalmente di tipo scientifico e quindi piuttosto oggettivi. Argomenti trattati da cani o superficialmente e dove appena cerchi di mettere le mani arriva il liceale che ha studiato scienze per l'interrogazione programmata, la casalinga che ha letto il trafiletto su Donna Oggi o il laureato in filosofia che ha guardato Quark alla tv e tutti pretendono di spiegarti la fusione fredda e la magnetoidrodinamica.In altre parole, gente che non sa un XXXXX, mette le mani su voci scritte da altri, e pensa di esserne il custode se un IP va a toccare qualcosa. E quando cerchi di spiegargli ti dà del vandalo ignorante e chiama gli amichetti.Controlla bene gli edit, il 75% sono correzioni ortografiche o template: chi mette contenuti di un certo livello sono pochissimi, e sono quelli che stanno calando.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Vorrei una Wikipedia più severa...
          contenuto non disponibile
          • aponivi scrive:
            Re: Vorrei una Wikipedia più severa...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Ascolta, mi confermi la storia del ban di wiki
            basato
            sull'IP?
            L'altra volta, quando me l'han detto, mi stavo
            rotolando per terra dalle risate e non ho fatto
            in tempo a chiedere
            conferme.
            Make my day, orsù :)Facciamo un esempio: tizio è stato bannato ad infinito (oppure per un certo periodo di tempo), egli si dilettava ad editare nelle voci sui film di tarantino.Dopo il ban arriva Caio che edita sempre sulle stesse voci e che ha uno stile simile. Gli amministratori o qualche altro utente chiedono un Ceck User. Cioè vanno in una pagina speciale e scrivono di verificare se tizio e caio sono la stessa persona. Allora essi controllano gli IP da cui hanno editato tizio e caio. Se corrispondono alla stessa rete geografica e altre cose che non conosco (sottorete ecc...) allora dicono che tizio e caio sono la stessa persona. A volte mettono risultato incerto e volte negativo. Comunque i Ceck User sono degli amministratori e volendo potrebbero mentire sui risultati.Se è passato troppo tempo da quanto tizio (che è stato bloccato) e arriva sempronio che scrive cose simili a tizio allora possono bloccarti solo per il sospetto anche se non c'è la certezza. In pratica è una vera e propria inquisizione.
    • Valeren scrive:
      Re: Vorrei una Wikipedia più severa...
      ???Da sempre, rimane chi non ha altro da fare e si intestardisce.La vittoria per abbandono è comune nella sfida "Teste di legno" vs "QI
      60"
      • aponivi scrive:
        Re: Vorrei una Wikipedia più severa...
        - Scritto da: Valeren
        ???
        Da sempre, rimane chi non ha altro da fare e si
        intestardisce.
        La vittoria per abbandono è comune nella sfida
        "Teste di legno" vs "QI

        60"Quoto, chi non si adegua alla wikimafia o se ne va o lo cacciano loro.
  • Alvaro Vitali scrive:
    E che dire delle enciclopedie closed?
    Si discute tanto di Wikipedia, ma non si parla però di ciò che accade sulle enciclopedie closed a pagamento, dove solo un ristretto numero di persone scrive gli articoli; molti di tali articoli subiscono pesanti contestazioni, tutte rigorosamente ignorate.
    • Africano scrive:
      Re: E che dire delle enciclopedie closed?
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Si discute tanto di Wikipedia, ma non si parla
      però di ciò che accade sulle enciclopedie closed
      a pagamento, dove solo un ristretto numero di
      persone scrive gli articoli; molti di tali
      articoli subiscono pesanti contestazioni, tutte
      rigorosamente
      ignorate.Così imparano cosa s'impara pagando.
    • Il Profeta scrive:
      Re: E che dire delle enciclopedie closed?
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Si discute tanto di Wikipedia, ma non si parla
      però di ciò che accade sulle enciclopedie closed
      a pagamento, dove solo un ristretto numero di
      persone scrive gli articoli ; molti di tali
      articoli subiscono pesanti contestazioni, tutte
      rigorosamente
      ignorate.Il problema è proprio questo! Wikipedia essendo open è molto più attendibile in quanto gli articoli vengono scritti da persone appassionate/preparate sull'argomento. E un appassionato dell'argomento vale come 10 redattori che copiano-incollano informazioni da chissà quali fonti.
      • zap scrive:
        Re: E che dire delle enciclopedie closed?
        - Scritto da: Il Profeta
        Il problema è proprio questo! Wikipedia essendo
        open è molto più attendibile in quanto gli
        articoli vengono scritti da persone
        appassionate/preparate sull'argomento. E un
        appassionato dell'argomento vale come 10
        redattori che copiano-incollano informazioni da
        chissà quali fonti.appassionati si, preparati di rado, fidati.Prevalgono quelli che leggono Focus e pensano di aver capito tutto.
        • aponivi scrive:
          Re: E che dire delle enciclopedie closed?
          - Scritto da: zap
          appassionati si, preparati di rado, fidati.
          Prevalgono quelli che leggono Focus e pensano di
          aver capito
          tutto.Non scordiamoci dei complottisti e dei cattolici che vogliono imporre la loro fede sulle pagine dell'enciclopedia
          • Mr. X scrive:
            Re: E che dire delle enciclopedie closed?
            Vedere ad esempio la voce del gruppo blasfemo dei "San Culamo", rimossa perché qualche papaboy si è sentito offeso.
      • pippuz scrive:
        Re: E che dire delle enciclopedie closed?

        appassionato dell'argomento vale come 10
        redattori che copiano-incollano informazioni da
        chissà quali fonti.no, non è così. Come si chiamasse a fare l'ad di un'azienda uno che è appassionato (classica logica italiana, fra l'altro). Deve essere competente, non appassionato. Se poi è appassionato, tanto meglio. Ma l'esserlo non basta.
    • Winston Smith scrive:
      Re: E che dire delle enciclopedie closed?
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Si discute tanto di Wikipedia, ma non si parla
      però di ciò che accade sulle enciclopedie closed
      a pagamento, dove solo un ristretto numero di
      persone scrive gli articoli; molti di tali
      articoli subiscono pesanti contestazioni, tutte
      rigorosamente
      ignorate.La differenza è che le enciclopedie closed non si fregiano del nomignolo "libera".Da un'enciclopedia closed sai quello che hai: articoli scritti da pochi professori ed esperti pagati, con tutti i limiti del caso.Wikipedia, invece, si spaccia per quello che non è. Si spaccia per libera e neutrale, quando invece è ormai in balia delle cricche degli admin, admin spesso privi delle competenze sugli argomenti che dovrebbero "sorvegliare".
      • aponivi scrive:
        Re: E che dire delle enciclopedie closed?
        - Scritto da: Winston Smith
        La differenza è che le enciclopedie closed non si
        fregiano del nomignolo
        "libera".
        Da un'enciclopedia closed sai quello che hai:
        articoli scritti da pochi professori ed esperti
        pagati, con tutti i limiti del
        caso.
        Wikipedia, invece, si spaccia per quello che non
        è. Si spaccia per libera e neutrale, quando
        invece è ormai in balia delle cricche degli
        admin, admin spesso privi delle competenze sugli
        argomenti che dovrebbero
        "sorvegliare".Perfetta descrizione. Wikipedia non è per niente libera. L'unica libertà è per gli admin.
    • pippuz scrive:
      Re: E che dire delle enciclopedie closed?
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      Si discute tanto di Wikipedia, ma non si parla
      però di ciò che accade sulle enciclopedie closed
      a pagamento, dove solo un ristretto numero di
      persone scrive gli articoli; molti di tali
      articoli subiscono pesanti contestazioni, tutte
      rigorosamente
      ignorate.come dire: la squadra x gioca male. Si, però le squadre t, y e z giocano anch'esse male. Questo si chiama spostare il problema (anzi, l'attenzione), non certo risolvere il problema.
  • Anonimo 1 scrive:
    Commento
    Su Wikipedia in lingua italiana si è discusso un po' della questione.Alcune considerazioni sparse.1) La ricerca spagnola riguarda la versione inglese dove c'è stata una diminuzione di contributori attivi come confermato da Wikimedia Foundation. La fondazione "contesta" il metodo della ricerca di considerare "contributori attivi" quelli che hanno fatto 1 modifica in tutto. Wikimedia utilizza un criterio diverso, quello dei 5 contributi minimi.2) Da una paio di anni molti contributori occasionali (quelli da 1 modifica) si sono probabilmente spostati su altre comunità Web 2.0, meno impegnative di Wikipedia (Facebook ad esempio). Cioè, oggi ci sono altre possibilità di incontro on-line. E' frequente incontrare su 'pedia persone che, ovviamente per scarsa conoscenza, fraintendono lo scopo della "comunità" wikipediana.3) Wikipedia non è più una novità. Ormai è conosciuta a livello planetario ed inevitabilmente c'è stato un momento di picco in cui molti dei fruitori dell'enciclopedia hanno provato anche a modificarla. Molti di questi hanno provato e hanno probabilmente concluso che non era loro interesse diventare contributori "fissi".4) I dati spagnoli non chiariscono appieno la questione di coloro che contribuiscono in modo "anonimo", cioè senza registrare una utenza. Immagino che anche gli anonimi contributori siano diminuti, ma è difficile stabilirlo (personalmente ho contribuito a Wikipedia, a spanne, con almeno 10 indirizzi IP diversi al di fuori dei miei contributi da utente registrato).5) Andrebbero analizzati i dati delle maggiori versioni linguistiche di Wikipedia. Molte versioni (come quella italiana) hanno probabilmente raggiunto il picco di contributori perché arrivate ad un livello di maturazione discreto. Altre, che sono più indietro percentualmente rispetto al bacino linguistico potenziale, probabilmente sono ancora in crescita (versioni russa, spagnola e portoghese) sia come numero di voci che come potenziali contributori. In particolare è frequente in molti paesi che gli utenti contribuiscano o abbiano contribuito prima alla versione inglese e poi siano finiti sulla loro versione linguistica lasciando quella inglese (Cina e Russia).6) Wikipedia ha più regole di un tempo e questo allontana i potenziali contributori. Vero, ma il livello di Wikipedia oggi non consente più l'ingresso a chi vuol scrivere due righe non referenziate sul patrono del paese. In conlcusione la ricerca spagnola è interessante, ma i dati di Wikimedia mi sembrano più significativi. Poco significativo è l'enorma clamore di questa notizia.Fare Wikipedia è un lavoro che richiede un minimo di impegno, oggi più di prima, perché gli argomenti, per coloro che vorrebbero inziare una nuova voce sul loro argomento preferito, stanno via via saturandosi.Non credo comunque che sia la confittualità certamente esistente che tiene lontani i potenziali nuovi contributori. Si può contribuire anche senza entrare mai in contatto con quelli che su Wikipedia ci vivono 24h al giorno
    • Sgabbio scrive:
      Re: Commento
      Sopratutto non mettere voci nuove, altrimenti ricevi un "rapegang".
    • Sgabbio scrive:
      Re: Commento
      - Scritto da: Marsh

      Ovvero "cita le fonti"?
      Oppure i contenuti non sono rivelanti?Le fonti vengono citati, però poi i contenuti diventano "Irrilevanti" secondo i loro criteri discutibili (numero di risultati su google).
    • Sgabbio scrive:
      Re: Commento
      Altro wikipediano offeso ? :D
      • aponivi scrive:
        Re: Commento
        - Scritto da: Sgabbio
        Altro wikipediano offeso ? :DDirei altro wikipediano a cui hanno fatto il lavaggio del cervello e che ama donare i soldi a chissà chi.Che se ne fanno per milioni di dollari? Dicono di avere una decina di dipendenti. Quanto costa mantenere dei server?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 dicembre 2009 12.55-----------------------------------------------------------
    • aponivi scrive:
      Re: Commento

      Mi domando dov'eri quando si parlava di wikipedia
      nei periodi scorsi, perchè nei commenti c'erano
      sempre casi di soprusi da parte di frustati
      amministratori, che si ergevano come esseri
      onniscienti è sopratutto appassionati di
      pokemon.Confermo, pokemon e vescovi
    • fiertel91 scrive:
      Re: Commento
      - Scritto da: Marsh
      Ovvero "cita le fonti"?
      Oppure i contenuti non sono rivelanti?Che?
Chiudi i commenti