Gli SMS? Ora costano un centesimo

Come il VoIP nei servizi voce di telefonia, un servizio low-cost per l'invio di SMS tenta di scardinare l'oligopolio dell'ultra-tariffazione dei messaggini

Roma – Sono molti gli utenti di telefonia mobile che usano – e a volte abusano dell’SMS come strumento di comunicazione. Dal “butta la pasta” ai messaggi d’amore, le occasioni di scambiarsi un messaggio sono tantissime e c’è chi dilapida piccoli capitali in SMS. Ma in loro soccorso arriva Skebby .

Skebby è un software per telefoni cellulari che consente di inviare SMS a prezzi popolari. Il costo di un SMS spedito con Skebby è di circa 1 centesimo di euro e, come recita la presentazione del servizio, “se vi sembra scandaloso pagare 15 centesimi per 160 caratteri, Skebby potrebbe piacervi”.

Il funzionamento non è affatto complicato, come spiegano le FAQ : la midlet che si installa sul cellulare spedisce il testo del messaggio, il numero del destinatario e i dati per accedere sui siti degli operatori al server di Skebby, sul quale c’è un’altra applicazione che riceve i dati e si occupa di spedire il messaggio a destinazione. “Il server intermedio – si legge nelle spiegazioni pubblicate sul sito – è necessario per ridurre al minimo i dati che vengono trasmessi dalla midlet. Con una connessione GPRS/UMTS si paga il traffico in base al volume generato, Skebby utilizza un server intermedio proprio per ridurre al minimo i dati scambiati per far spendere meno soldi possibili, grazie a questo modello il costo di un messaggio è basso”.

Il servizio offerto da Skebby consiste nella fornitura di pacchetti di SMS (senza scadenza) che possono essere spediti dal cellulare, utilizzando l’applicazione Java, e si articola in due opzioni, Skebby Easy e Skebby Premium. Skebby easy consente di spedire gli SMS visualizzando come mittente un numero internazionale (gli SMS vengono spediti al minor prezzo possibile con servizi esteri). Skebby Premium, invece, permette di spedire SMS identici a quelli spediti con il proprio gestore, con la promessa di un prezzo inferiore.

Per ulteriori dettagli e condizioni sul servizio, l’indirizzo da raggiungere via web è questo .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • rosolino scrive:
    JAJAH è così da tempo
    JAJAH permette lo stesso servizio da tempo, senza scatole da 400 dollari.
  • Giovanni Catano scrive:
    Ma come, NON LO SAI?
    E' il fidanzato di Demi Moore!Capisci che la qualifica e gli studi contano...
    • Toshio scrive:
      Re: Ma come, NON LO SAI?
      Ashton Kutcher e' un attore (fidanzato etc etc) e non che la qualifica e gli studi contino o meno... contano i soldi che ha buttato dentro evidentemente (non che gliene manchino...)
  • OrioPIX scrive:
    una curiosità
    Una curiosità: creative director dell'azienda è Ashton Kutcher. Càspita!!! Non me lo sarei mai aspettato. Certo che è una bella sorpresa, sapete. Davvero, sono esterefatto. E sì che.. no aspetta un momento: chi ca**o è Ashton Kutcher ?
Chiudi i commenti