Google Book Search: dall'editore al consumatore

BigG annuncia che il proprio servizio sarà una piattaforma distributiva, capace di offrire agli utenti il download di e-book, e di proporre agli editori tradizionali un nuovo modello di business

Roma – Non più assaggi appetitosi limitati da tecnologie DRM, che stimolano e reindirizzano l’acquisto presso Amazon o altri distributori online, ma un canale di vendita diretto per gli editori di libri digitali.
Google Book Search , il discusso servizio di ricerca che indicizza testi digitalizzati coperti da copyright o caduti in pubblico dominio, conferma quanto anticipato nei mesi scorsi.

“Stiamo lavorando ad una piattaforma che consentirà agli editori di offrire ai lettori l’accesso completo ad un libro online”, ha annunciato Jens Redmer, direttore di Google Book Search per l’Europa, ad Unbound , conferenza-brainstorming che ha fatto convergere numerosi esponenti del mondo editoriale presso la New York Public Library. Con gli sviluppi del servizio Book Search, Google farà quel che Apple ha fatto con la musica , si legge in un articolo di Times Online : il sistema a cui Google sta lavorando consentirà il download a pagamento, e non solo la lettura online, di interi testi, scaricabili e trasferibili sui device più diversi (e, si immagina, protetti da tecnologie DRM, in modo da tranquillizzare gli editori).

Il Progetto Google Book Search, nato nel 2004 con l’ambizioso intento di digitalizzare tutto lo scibile umano coperto e non da copyright, raccoglie sempre più accordi con biblioteche di tutto il mondo (l’ ultimo è stato stipulato con la biblioteca dell’Università del Texas di Austin) e ha istituito partnership con alcuni lungimiranti editori, entusiasti delle vendite in crescita che le anteprime dei libri sanno stimolare. Ma, nonostante il vasto archivio che raccoglie ad oggi trenta milioni di testi, “la maggior parte dell’informazione risiede ancora fuori dalla Rete”, ha ammesso Redmer.

Il fatto che la mission di Google consista nell’organizzare l’informazione di tutto il mondo e renderla universalmente accessibile, frena però l’entusiasmo degli editori più tradizionalisti, che temono ingenti perdite.
Molti tra loro leggono nell’iniziativa di Google l’allarmante equazione digitalizzazione=gratuità (o pirateria). Il mondo dell’editoria proprio non comprende le iniziative di coloro che, come il collettivo Wu Ming o come Cory Doctorow , parallelamente alla vendita tradizionale, distribuiscono in Rete opere gratuite e digitali. Eppure, parafrasando l’intervento di Doctorow ad Unbound, riportato da cnet , la strategia funziona anche dal punto di vista commerciale e promozionale.

Il progetto di Google, per come funziona tuttora, oltre ad offrire un’opportunità “promozionale” alle case editrici e un servizio agli utenti, potrebbe costituire un importante fattore di cambiamento nel mondo dell’editoria, capace di affiancare alternative digitali ai modelli tradizionali incentrati sulla fisicità del libro. L’industria del libro, dalle case editrici alle librerie di quartiere, per competere sarà costretta a guardare a nuovi modelli di business, e ad adattare l’offerta, per non perdere terreno.

Google Book Search, però, oltre a rappresentare un fattore capace di innescare il cambiamento, nel momento in cui si tramuterà in piattaforma distributiva potrebbe costituire una risposta , immediatamente comprensibile e redditizia, ai dubbi del nostalgico mondo editoriale. Un modello di business che, oltre ad alimentare l’industria hardware, potrebbe consentire anche alle piccole case editrici di distribuire i propri prodotti, liberandosi dai costi e dalle dinamiche di spreco tipiche dell’editoria cartacea.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Non capisco
    Non vedo i pedofili che escono dagli schermi dei pc aziendali.Una svista del fumettista?(newbie)
  • HotEngine scrive:
    Pessima pubblicità
    Una informazione pubblicitaria che basa la sua efficacia sull'instillazione della paura e sulle mezze falsità non può che venir bollata come pessima. Siamo davvero al punto di dover ricorrere al terrore?
  • Anonimo scrive:
    oh redazione, ma quale trolling ?!!!
    Sotto linux con mplayer non funziona sul serio, la battuta era conseguente !!!!!Se è frutto della moderazione di qualche winuser permaloso è il caso che per un po' non gli facciate moderare i messaggi.
    • danieleMM scrive:
      Re: oh redazione, ma quale trolling ?!!!
      sinceramente ti avrei moderato anche io!se quello è il motivo del tuo commento allora scrivilo diversamente la prossima voltae non "ma che tocca piratarsi windows per vederlo???"da qui a capire che c'è un problema di compatibilità con mplayer ne passa(cosa comunque da verificare e che non ho tempo adesso di fare)
      • Anonimo scrive:
        Re: oh redazione, ma quale trolling ?!!!
        - Scritto da: danieleMM
        sinceramente ti avrei moderato anche io!

        se quello è il motivo del tuo commento allora
        scrivilo diversamente la prossima
        volta

        e non "ma che tocca piratarsi windows per
        vederlo???"

        da qui a capire che c'è un problema di
        compatibilità con mplayer ne
        passa

        (cosa comunque da verificare e che non ho tempo
        adesso di
        fare)Se non avete il senso dell'umorismo è il caso che non facciate i moderatori, era chiaramente ironico.Da quando sono gli utenti a fare i moderatori su questo forum passa di tutto ma se si fa una battuta arriva il macuser o il winuser di turno, dipende di cosa si parla, che ti bolla i post ironici come attività di trolling. Quanto a mplayer se tu usassi linux non avresti problemi a far la verica, ma il quel caso avresti anche capito che era una battuta....
        • danieleMM scrive:
          Re: oh redazione, ma quale trolling ?!!!

          Se non avete il senso dell'umorismo è il caso che
          non facciate i moderatori, era chiaramente
          ironico.Da quando sono gli utenti a fare i
          moderatori su questo forum passa di tutto ma se
          si fa una battuta arriva il macuser o il winuser
          di turno, dipende di cosa si parla, che ti bolla
          i post ironici come attività di trolling.era chiaramente una trollataed gli utenti moderatori non possono oscurare i post, possono solo abbassarne i punteggi e "flaggarli"
          Quanto a mplayer se tu usassi linux non avresti
          problemi a far la verica, ma il quel caso avresti
          anche capito che era una
          battuta....uso linux, ma su linea a 56k in questo momento e non mi va di mettermi a vedere una animazione stupida!
    • TADsince1995 scrive:
      Re: oh redazione, ma quale trolling ?!!!
      - Scritto da:
      Sotto linux con mplayer non funziona sul serio,
      la battuta era conseguente
      !!!!!
      Se è frutto della moderazione di qualche winuser
      permaloso è il caso che per un po' non gli
      facciate moderare i
      messaggi.Io su linux con xine l'ho visto serenamente...TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: oh redazione, ma quale trolling ?!!!
        - Scritto da: TADsince1995

        - Scritto da:

        Sotto linux con mplayer non funziona sul serio,

        la battuta era conseguente

        !!!!!

        Se è frutto della moderazione di qualche winuser

        permaloso è il caso che per un po' non gli

        facciate moderare i

        messaggi.

        Io su linux con xine l'ho visto serenamente...

        TADAnch'io con kaffeine che usa xine come "motore" alla fine l'ho visto, ma con mplayer non c'è verso né con mplayer plugin né con mplayer attaccandoci l'url. Comunque ciò non toglie che in questo metodo di moderazione ci sia qualcosa che non torna, se fai una battuta è la fine, se scrivi "ladri" blah, blah o blateri contro questo o quello passa di tutto.
  • Anonimo scrive:
    Non funziona...
    ma per vederlo che tocca piratarsi windows ?!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • TADsince1995 scrive:
    Mobilitazione generale
    Tanto di cappello agli artisti che hanno realizzato questo fumetto di altissima qualità. Peccato per il contenuto che oscilla tra l'arrogante e il ridicolo, mentre lo vedevo ammetto di essermi fatto due risate mentre vedevo i dipendenti disperati con le facce sconvolte dall'arrivo del virus, quasi come se stesse per crollare il palazzo (tra l'altro mi ha ricordato una scena vissuta in prima persona una volta).L'impostazione da "thriller" che è stata data all'opera è, però, un'esagerazione tale da risultare decisamente comica.Inoltre, le frasi che compaiono nel filmato farebbero ridere anche un markettaro MS per la loro colpevole ingenuità e arroganza, riporto le più significative:Il cacciavitaro aziendale afferma " You don't have to pay for software, it's free on the web ", questa frase da per scontato che esiste solo il software a pagamento al mondo, cosa sbagliatissima (e nessuno lo sa meglio di MS), c'è anche il free software, quindi la frase in se è perfettamente corretta.Ma il peggio arriva alla fine: " the best way to protect your company's systems is by using only genuine Microsoft software ". Certo perchè nel mondo esiste solo il software Microsoft... E' un concetto che loro danno per scontato, e non a caso, sono sicuramente delle tecniche pubblicitarie collaudate, ma ormai secondo me un po' superate.E, infine, per concludere in bellezza, la battuta leggendaria: " You get: The assurance that your IT infrastructure is clean and stable ". Mi sto asciugando le lacrime.Signori, è evidente che dopo i "get the facts" per fare un po' di FUD contro linux, ora c'è sto "Genuine Fact Files" contro la pirateria, che coincide con il lancio di Windows Vista, dopo che per 20 anni se ne sono altamente fregati della pirateria, sfruttandola a loro vantaggio con dei sistemi di protezione patetici basati su un serial key che mezzo mondo ha uguale (http://en.wikipedia.org/wiki/FCKGW) e per cui esiste addirittura un sito dedicato www.fckgw.org ...Secondo voi questa improvvisa ed energica mobilitazione generale a cosa è dovuta? ;)TAD
    • Nonsonoanonimo scrive:
      Re: Mobilitazione generale

      Secondo voi questa improvvisa ed energica
      mobilitazione generale a cosa è dovuta? Visitando il sito della Microsoft cosa ti aspettavi, che parlasse di alternative al loro prodotto? Che spiegasse come proteggersi con Linux? Suvvia. Si tratta di un fumetto riferito al loro mondo (loro e di milioni di clienti nel mondo) quindi mi pare abbastanza scontato che non si sbattano per spiegarti qali altre strade si possono prendere, no? ;)
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Mobilitazione generale

        Visitando il sito della Microsoft cosa ti
        aspettavi, che parlasse di alternative al loro
        prodotto? Che spiegasse come proteggersi con
        Linux? Suvvia. Si tratta di un fumetto riferito
        al loro mondo (loro e di milioni di clienti nel
        mondo) quindi mi pare abbastanza scontato che non
        si sbattano per spiegarti qali altre strade si
        possono prendere, no?
        ;)Ci mancherebbe, ma infatti non mi aspetto di certo che diano indicazione su come liberarsi dai loro prodotti, quello che mi sembra strano è che tutte queste campagne antilinux e antipirateria arrivino così all'improvviso, in concomitanza col lancio dei loro nuovi prodotti, dopo ben oltre 10 anni di totale e completo menefreghismo.TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: Mobilitazione generale
          Ciao, sono compltamente daccordo con quanto scrivi tad, e il fumetto ad un pubblico esperto o quantomeno coscenzioso risulta un poco ridicolo. Il discorso potrebbe essere lungo poi sulla questione, e' giusto che loro cerchino di sensibilizzare la gente per far capire che il fenomeno della pirateria e' sbagliato (per mille ragioni, ad iniziare da quelle legali), e' un po' meno ingiusto invece da parte loro aver monopolizzato il mercato ed obbligati (praticamente...) ad acquistare pc e palmari e quant'altro con il loro sistema operativo preinstallato.Federico Sideralis
        • Nonsonoanonimo scrive:
          Re: Mobilitazione generale

          tutte queste campagne antilinux e
          antipirateria arrivino così all'improvviso,
          in concomitanza col lancio dei loro nuovi
          prodotti, dopo ben oltre 10 anni di totale
          e completo menefreghismo.Vabbè ma torno a ripetere: non è scontato? Che ti aspetti? Se ne sono fregati per anni, è vero, però adesso le cose sono cambiate (nel senso che la gente legge blog e gira su internet, esprime giudizi, ecc). Secondo me non è guerra a Linux (dubito che la Microsoft "tema" Linux, in tutta onestà) ma semplice paraculaggine per dire "ok ci abbiamo provato per anni, ora ci avete sgamato e cerchiamo di metterci una pezza". Fa pur sempre schifo come politica ma non metterei in mezzo la questione Linux vs. Microsoft, anche perchè i vantaggi di Bill Gates sul mondo Open sono stra-noti (tanti soldi = tanto marketing = tanti clienti).
    • MeX scrive:
      Re: Mobilitazione generale
      premetto:trovo anch'io ridicola questa campagna......ma alla fine è come il libretto dell'auto che ti prega di utilizzare solo ricambi e accessori ORIGINALI, o il manuale del lettore DVD che dice che i dischi masterizzati possono degradare la lente...becero marketing :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Mobilitazione generale
      - Scritto da: TADsince1995
      Tanto di cappello agli artisti che hanno
      realizzato questo fumetto di altissima qualità.
      Peccato per il contenuto che oscilla tra
      l'arrogante e il ridicolo, mentre lo vedevo
      ammetto di essermi fatto due risate mentre vedevo
      i dipendenti disperati con le facce sconvolte
      dall'arrivo del virus, quasi come se stesse per
      crollare il palazzo (tra l'altro mi ha ricordato
      una scena vissuta in prima persona una
      volta).

      L'impostazione da "thriller" che è stata data
      all'opera è, però, un'esagerazione tale da
      risultare decisamente
      comica.

      Inoltre, le frasi che compaiono nel filmato
      farebbero ridere anche un markettaro MS per la
      loro colpevole ingenuità e arroganza, riporto le
      più
      significative:

      Il cacciavitaro aziendale afferma " You don't
      have to pay for software, it's free on the
      web ", questa frase da per scontato che esiste
      solo il software a pagamento al mondo, cosa
      sbagliatissima (e nessuno lo sa meglio di MS),
      c'è anche il free software, quindi la frase in se
      è perfettamente
      corretta.

      Ma il peggio arriva alla fine: " the best way
      to protect your company's systems is by using
      only genuine Microsoft software ". Certo
      perchè nel mondo esiste solo il software
      Microsoft... E' un concetto che loro danno per
      scontato, e non a caso, sono sicuramente delle
      tecniche pubblicitarie collaudate, ma ormai
      secondo me un po'
      superate.

      E, infine, per concludere in bellezza, la battuta
      leggendaria: " You get: The assurance that your
      IT infrastructure is clean and stable ". Mi
      sto asciugando le
      lacrime.

      Signori, è evidente che dopo i "get the facts"
      per fare un po' di FUD contro linux, ora c'è sto
      "Genuine Fact Files" contro la pirateria, che
      coincide con il lancio di Windows Vista, dopo che
      per 20 anni se ne sono altamente fregati della
      pirateria, sfruttandola a loro vantaggio con dei
      sistemi di protezione patetici basati su un
      serial key che mezzo mondo ha uguale
      (http://en.wikipedia.org/wiki/FCKGW) e per cui
      esiste addirittura un sito dedicato www.fckgw.org
      ...

      Secondo voi questa improvvisa ed energica
      mobilitazione generale a cosa è dovuta?
      ;)

      TADForse ti è sfuggito, ma si sono dimenticati di far invadere l'ufficio dai pedofili :D
  • Anonimo scrive:
    Microzozz sfigati...
    eh si... come da titolo... sono ridotti veramente male (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)...Mi ricordano la famosa intro dei dvd "Se usi copie pirata, sei uno SFIGATO"MAUHAUAUAHAUAHUAHAUHA
  • Shinetop scrive:
    Don't copy that floppy!!
    Video che gira su youtube che all'inizio degli anno 90 spiegava ai ragazzi (a tempo di Rap) che non si dovevano copiare i floppy , se no da li a poco l'industria del software sarebbe morta... infatti Bill Gates è l'uomo più ricco del pianeta!!!
    • Nonsonoanonimo scrive:
      Re: Don't copy that floppy!!
      Lo stesso discorso lo si potrebbe applicare alle sigarette... "IL FUMO UCCIDE" e balle del genere si sono rivelati messaggi del tutto inutili. La gente fuma come prima o poco meno (per via delle nuove leggi anti-fumo nei locali) e dei messaggini se ne frega.
      • MeX scrive:
        Re: Don't copy that floppy!!
        - Scritto da: Nonsonoanonimo
        Lo stesso discorso lo si potrebbe applicare alle
        sigarette... "IL FUMO UCCIDE" e balle del genere
        si sono rivelati messaggi del tutto inutili. La
        gente fuma come prima o poco meno (per via delle
        nuove leggi anti-fumo nei locali) e dei
        messaggini se ne
        frega.se sei un fumatore ovvio che la scritta non ti cambia nulla...ma se ti passa per l'idea di provarci... beh...sarebbe come se prima di venderti un auto ti facessero vedere le foto degli ultimi 1000 morti per incedente stradale :)Poi magari così venderebbero più airbags...
        • Nonsonoanonimo scrive:
          Re: Don't copy that floppy!!

          se sei un fumatore ovvio che la scritta non
          ti cambia nulla...ma se ti passa per l'idea di
          provarci... beh...In realtà anche nel caso di "novelli" fumatori le cose non cambiano. I ragazzini fumano come delle vaporiere e se ne stra-fregano dei messaggi (anzi, secondo me provano quasi un senso di godimento nel farlo).
          sarebbe come se prima di venderti un auto ti
          facessero vedere le foto degli ultimi 1000
          morti per incedente stradaleBeh oddio, è diverso. Il fumo è un vizio evitabile, l'automobile una necessità (nella maggior parte dei casi).
          Poi magari così venderebbero più airbags...Ormai te li vendono comunque (e ancora non si sa con matematica certezza se servano o meno...).
          • MeX scrive:
            Re: Don't copy that floppy!!

            I ragazzini fumano come delle
            vaporiere e se ne stra-fregano dei messaggi
            (anzi, secondo me provano quasi un senso di
            godimento nel
            farlo).se uno vuole fumare fuma, però se sei indeciso... leggere "IL FUMO UCCIDE" può fare il suo effetto, non su tutti, ma su alcuni si, penso.
            Beh oddio, è diverso. Il fumo è un vizio
            evitabile, l'automobile una necessità (nella
            maggior parte dei
            casi).si era solo un esempio su come e influenzabile "l'impulso dello shopping" :)Cmq... in molti casi la macchina è un vizio, e sinceramente per il weekend al mare preferisco il treno :)
            Ormai te li vendono comunque (e ancora non si sa
            con matematica certezza se servano o
            meno...).beh, cmq un cuscino d'aria mi rassicura più della radica del volante :)
  • Anonimo scrive:
    Quel bastardo giallo
    ...avranno letto Frank Miller alla Microsoft? (anonimo)Bello il tratto, ma talento sprecato :D
  • Anonimo scrive:
    E io paaago!
    E iiio paaaaaaaaaago!No perché pagare dei fumettisti per realizzare un prodotto di qualità (a meno che non vogliano riciclare Copyright Angel) costa caro. E il fumetto non credo lo potranno far pagare come tale (col piffero che lo compro!)Così, chi pagherà il fumettone, alla fine?
    • Anonimo scrive:
      Re: E io paaago!
      Eh beh.... se pensi che non riescano a trovare un povero sfigato e pagarlo NIENTE, per fare quelle tavole sei un vero ingenuo. Questo solo per dire eh... ciao.
  • Anonimo scrive:
    Microsoft confonde....
    Il fatto è che se costretti a comperarsi TUTTO le persone NON COMPEREREBBERO SW MICROSOFT... perchè la vacca alla fine non ha più latte, capito ?La gente non adnrebbe a rubare per avere il sw microsot, ne farebbe semplicemente a meno...
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft confonde....
      - Scritto da:
      Il fatto è che se costretti a comperarsi TUTTO le
      persone NON COMPEREREBBERO SW MICROSOFT... perchè
      la vacca alla fine non ha più latte, capito
      ?
      La gente non adnrebbe a rubare per avere il sw
      microsot, ne farebbe semplicemente a
      meno...eh? chi è che ruba?copiare NON è rubare...non i credi? chiedi all'avvocato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft confonde....
      - Scritto da:
      Il fatto è che se costretti a comperarsi TUTTO le
      persone NON COMPEREREBBERO SW MICROSOFT... perchè
      la vacca alla fine non ha più latte, capito
      ?
      La gente non adnrebbe a rubare per avere il sw
      microsot , ne farebbe semplicemente a
      meno...Tu ti sei letto i post di Enzo Mazza una volta di troppo :s
  • Anonimo scrive:
    Argh :°°°
    Argh, mi hanno convinto! Aspetta che ne faccio una copia... ma sarà legale? Una copia uhm, mi ricorda qualcosa... Fotocopia...no. Copia di un cd, neppure. Ah, si ecco aspetto che esca Win Vista per farmene dare una copia!!! oddio ci sono ricascato :°°°
  • Anonimo scrive:
    Che poi non ha senso.
    Voglio dire, Vista sarà "il sistema operativo più sicuro al mondo, potrebbe benissimo girare senza AV installato", bla bla bla.E poi mi vengono a dire che scaricare un file da internet (cosa che nessun utOnto farebbe mai, dopo tutta l'enorme informazione che si ha sui prodotti dannosi per il sistema) porta a impallare un sistema?Mah, sempre più felice di avere un Mac. (apple)
    • LaNberto scrive:
      Re: Che poi non ha senso.
      - Scritto da:
      Voglio dire, Vista sarà "il sistema operativo più
      sicuro al mondo, potrebbe benissimo girare senza
      AV installato", bla bla
      bla.

      E poi mi vengono a dire che scaricare un file da
      internet (cosa che nessun utOnto farebbe mai,
      dopo tutta l'enorme informazione che si ha sui
      prodotti dannosi per il sistema) porta a
      impallare un
      sistema?

      Mah, sempre più felice di avere un Mac. (apple)Ricordiamo sempre che Vista è solo il vestitino nuovo di XP, e consentirà le stesse eXPerienze, solo più lente 8)
      • MeX scrive:
        Re: Che poi non ha senso.

        Ricordiamo sempre che Vista è solo il vestitino
        nuovo di XP, e consentirà le stesse eXPerienze,
        solo più lente
        8)provando la RC2 ho avuto esattamente questa impression ;)
  • Anonimo scrive:
    Il "figlio della colpa"
    Pare che Rocco Tarocco abbia messo incinto Ballmer ed è nato l'eroe di questo fumetto...
  • Anonimo scrive:
    Di Vista ne faccio a meno
    Con tutte le distribuzioni che circolano di software libero e gratito. Lo dessero via anche per due euro, come in Cina, non lo vorrei. Se avete già XP tenetevelo ma se dovete cambiarlo, pensateci.Microsoft è quello che è proprio grazie alla pirateria, E loro ci hanno (allegramente) convissuto sino ad ora.Hanno introiti da capogiro...ma pur di avere di più non esitano ad usare i metodi si persuasione più bassi! Per favorire i loro interessi agiscono come faceva un altro grande colosso con "Camel Joe", conoscete?Ora MS le copie pirata non se le può permettere, perchè?Perchè Vista nn lo vuole più nessuno
    • Anonimo scrive:
      Re: Di Vista ne faccio a meno
      - Scritto da:
      Perchè Vista nn lo vuole più nessunoAltro che Second Life: tu vivi propio in un'altro universo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Di Vista ne faccio a meno
        Ciccio, vatti a guardare le statistiche...altro che Second life
        • Anonimo scrive:
          Re: Di Vista ne faccio a meno
          - Scritto da:
          Ciccio, vatti a guardare le statisticheStiamo parlando di Vista, giusto? A 6 giorni dal lancio al grosso pubblico, giusto?Dove sarebbero queste fantomatiche statistiche? L'unica pubblica che sta girando dimostra che il "vecchio" insieme dei canali di vendita alle aziende sta già andando bene anche senza il lancio.Io ho un bel po' di clienti che hanno ritardato l'acquisto di PC per comprarli con Vista sopra! Il che ci farà fare un buon 2007, probabilmente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Di Vista ne faccio a meno
          - Scritto da:
          Ciccio, vatti a guardare le statistiche


          ...altro che Second lifehttp://www.webmasterpoint.org/news/vendite-windows-vista-superano-le-previsioni_p26423.htmlno no, non lo vuole proprio nessuno!Sta vendendo ora più ora al business che windows 2000 quando era uscito ufficialmente al pubblico! Figurati dopo il lancio ufficiale...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Di Vista ne faccio a meno
            IncompetenteSta vendendo a quelli come te...Le PA di mezzo mondo non ne vogliono sentir parlare, questo è per M$ l'inizio della fine, neanche le scuole lo vogliono più, possibile che non vedi pià in la del tuo naso?
          • Anonimo scrive:
            Re: Di Vista ne faccio a meno
            - Scritto da:
            Incompetente
            Sta vendendo a quelli come te...

            Le PA di mezzo mondoQuali? Le 2 PA in india? Proprio mezzo mondo, eh!Ahahahahaha!!!
            non ne vogliono sentir
            parlare, questo è per M$ l'inizio della fine,
            neanche le scuole lo vogliono più,Attualmente lo vogliono ma aspettano di cambiare hardware come potevi leggere nell'articolo.
            possibile che
            non vedi pià in la del tuo
            naso?possibile che windows ha il 97% di marketshare e tutti possono ridere delle tue storielle?
          • Anonimo scrive:
            Re: Di Vista ne faccio a meno
            ma imbecille non vedi che si riesce a vendere vista solo alle aziende? l'utente casalingo o è stupido per comprarlo, oppure è uno sfegatato che vuole le ultime novità sol oper principio (quindi si ritorna alal stupidità), chi sarebbe così imbecille a comprare un SO che ti blocca i tuoi bei programmini se non sono certificati e che non puoi controllare a piacere?? svegliati!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Di Vista ne faccio a meno
      - Scritto da:
      Con tutte le distribuzioni che circolano di
      software libero e gratito.

      Lo dessero via anche per due euro, come in Cina,
      non lo vorrei. Se avete già XP tenetevelo ma se
      dovete cambiarlo,
      pensateci.

      Microsoft è quello che è proprio grazie alla
      pirateria, E loro ci hanno (allegramente)
      convissuto sino ad
      ora.

      Hanno introiti da capogiro...ma pur di avere di
      più non esitano ad usare i metodi si persuasione
      più bassi!


      Per favorire i loro interessi agiscono come
      faceva un altro grande colosso con "Camel Joe",
      conoscete?

      Ora MS le copie pirata non se le può permettere,
      perchè?

      Perchè Vista nn lo vuole più nessunosogna sogna... ma quando ti sveglierai ci resterai molto male :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Di Vista ne faccio a meno
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Con tutte le distribuzioni che circolano di

        software libero e gratito.



        Lo dessero via anche per due euro, come in Cina,

        non lo vorrei. Se avete già XP tenetevelo ma se

        dovete cambiarlo,

        pensateci.



        Microsoft è quello che è proprio grazie alla

        pirateria, E loro ci hanno (allegramente)

        convissuto sino ad

        ora.



        Hanno introiti da capogiro...ma pur di avere di

        più non esitano ad usare i metodi si persuasione

        più bassi!





        Per favorire i loro interessi agiscono come

        faceva un altro grande colosso con "Camel Joe",

        conoscete?



        Ora MS le copie pirata non se le può permettere,

        perchè?



        Perchè Vista nn lo vuole più nessuno

        sogna sogna... ma quando ti sveglierai ci
        resterai molto male
        :DRidi ridi, che mamma ha fatto gli gnocchi :D
  • Wakko Warner scrive:
    La pirateria
    Erano gli anni 90, ricordo che ero alle medie...All'epoca il sistema operativo non era preinstallato sui PC e anche quando lo era spesso era una copia sottobanco (parlo naturalmente dei PC per privati). All'epoca Excel occupava 4 floppy disk e il sistema operativo che andava per la maggiore era DOS.Non c'era Internet, non c'erano mezzi di informazione (a parte forse qualche rara BBS che in pochi conoscevano o la rivista specializzata che comunque tu da studente delle medie non ti potevi permettere) che ti facessero conoscere software o ti desse delle demo... tutta la conoscenza girava sullo scambio equo e solidale dei floppy disk.Naturalmente, da studente delle medie, non si aveva certo i soldi per comprarsi chissà cosa... già era un miracolo se potevi permetterti un 286 o, sogno dei sogni, un 386 a 16MHz... tantomeno avevi i soldi per comprarti un videogame o DOS o il Basic o il Pascal che usavi in classe. I software si diffondevano fra i privati come favori che ci si faceva fra amici... come un normale scambio di figurine e le ditte chiudevano anche tutti e due gli occhi perché faceva loro comodo... questo scambio che oggi passa sotto il nome di "pirateria" permetteva di far conoscere il software alle persone... persone che magari usavano il Pascal a casa perché era insegnato a scuola e poi, da grandi, l'avrebbero usato sul luogo di lavoro con licenza e tutto in ordine.All'epoca c'era anche software che ci _contavano_ sullo scambio "equo e solidale" per vendere... erano i così detti shareware. Chi si ricorda Keen Commander, Wolfenstein 3D, ecc... ti facevano giocare per molti livelli e poi, se volevi continuare, potevi mandare una busta con i soldini alla software house che lo produceva e loro ti avrebbero mandato i software completi.Colossi sono nati grazie a questo modello, la Apogee con Keen, poi diventata ID Software e divenuta famosa per Doom ne è un esempio. Ma anche ditte molto più in vista... è innegabile che anche Microsoft abbia per lo meno per un certo periodo della sua storia approfittato questo scambio di software... perché sapeva... tutti sapevano... che una volta abituato l'utente al tuo software egli lo avrebbe acquistato per la sua ditta, per essere in regola. Pubblicità gratuita che gli stessi utenti facevano su base volontaria.Oggi questa parte della storia informatica viene condannata, si vuole fare il lavaggio del cervello ai bambini e ragazzini di oggi impedendogli così le stesse esperienze che noi adulti abbiamo fatto. Non mi sembra che la Microsoft ci abbia perso da questa pubblicità gratuita... anzi... l'ultima volta che ho controllato è una delle ditte in assoluto più ricche sulla Terra. Ma più ricchi sono e più vogliono... anche se questo significa fare il lavaggio del cervello ai più piccoli per trasformarli in droni consuma-licenze... stupidelli incapaci di pensare con la propria testa.Ma c'è qualcosa di diverso oggi rispetto a ieri che forse la Microsoft non ha tenuto bene in considerazione... l'esistenza del free-software. L'esistenza di un alternativa valida a costo zero. Sembra quasi che la Microsoft stia facendo di tutto per allontanare i più giovani da lei... davvero ritiene che un ragazzino delle medie abbia i soldini per comprarsi le sue costose quanto variegate collezioni di bug?Bé, non sarò certo io a lamentarmi per questa sua sciocca scelta... quello che mi spiace è che si approfittino di persone che bene o male non hanno ancora sviluppato un senso critico sufficente per capire dove finisce il fumetto ed incomincia la pubblicità.
    • Anonimo scrive:
      Re: La pirateria
      La tua storia e' anche la mia, immagino che siamo nati piu' o meno nello stesso periodo temporale (pioveva dalle mie parti :D ).Noi avevamo la via della "colletta tra amici", 1 copia originale acquistata a caro prezzo e poi la copia distribuita, una volta era un gioco, un'altra volta era qualche bel programma, e via cosi'.Lo facciamo anche oggi, pero' credo ci sia una differenza : oggi se la qualita' del software che ho scaricato non mi convince, non acquisto l'originale.Posso provare prima e decidere poi, e siccome il 70% del software (giochi o meno) in commercio e' scadente, buggato e non vale il prezzo di vendita, ecco che le varie softwarehouse (M$ compresa) prendono dei sonori calci in culo dagli utenti.Comunque tutt'oggi la M$ si basa sulla diffusione della pirateria per incoraggiare l'utente comune all'uso dei suoi prodotti, come ho scritto anche qui :http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1859013&id=1858785trovare una copia di vista o di un qualsiasi prodotto M$ e' una cosa che anche un niubbio con zero ore di pc puo' fare...
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: La pirateria
        Quoto al 100%I veri malfattori sono loro!Ma fidatevi hanno i giorni contati, il software free si va sempre più diffondendo, in Inghilterra addirittura hanno bandito i software proprietari dalle scuole....Cosa credete che utilizzeranno qui bambini una volta grandi?La transizione è già in atto, alzi la mano chi non dico sia passato a Linux, ma almeno abbia installato Firefox o Thunderbite o OpenOffice...
    • Anonimo scrive:
      Re: La pirateria

      I software si diffondevano fra i privati come
      favori che ci si faceva fra amici... Quali???? :| :| :|
    • TADsince1995 scrive:
      Re: La pirateria
      Gran bel post Wakko! ;)- Scritto da: Wakko Warner
      Erano gli anni 90, ricordo che ero alle medie...Mi sa che siamo della stessa generazione. Anche io ricordo benissimo i 3 floppy con il Turbo Pascal che giravano per la classe, ricordo quando alle superiori, curioso di imparare e già possessore del mio primo squallido PC, mi copiai di nascosto, con la complicità del professore, i 21 (ventuno) floppy del Borland Turbo C++ 4.5.All'epoca non c'era internet, non conoscevo ancora linux ne l'esistenza dei compilatori Gnu. Ma erano i primi anni 90, Microsoft era poco più della nostra Finson e la rivoluzione dell'informazione subito e ovunque data da internet ancora non c'era.
      L'esistenza di un alternativa valida a costo
      zero. Sembra quasi che la Microsoft stia facendo
      di tutto per allontanare i più giovani da lei...
      davvero ritiene che un ragazzino delle medie
      abbia i soldini per comprarsi le sue costose
      quanto variegate collezioni di
      bug?Esattamente. Sono convinto che MS pensa che i ragazzini di oggi siano come eravamo noi negli anni 90... Questo tipo di antidiluviane campagne antipirateria mi sembrano tanto ideate da qualche attempato e polveroso manager incravattato che passa le sue giornate a parlare con consulenti strapagati e che non ha idea di cosa c'è la fuori.
      Bé, non sarò certo io a lamentarmi per questa sua
      sciocca scelta... quello che mi spiace è che si
      approfittino di persone che bene o male non hanno
      ancora sviluppato un senso critico sufficente per
      capire dove finisce il fumetto ed incomincia la
      pubblicità.E' vero, il loro obiettivo è proprio quello di creare dei dipendenti dalle loro tecnologie, ignoranti e inconsapevoli, futuri utenti paganti delle loro licenze. E' vero che molti sono così, io lo vedo tra i miei amici e conoscenti, ma è anche vero che la percentuale di gente un minimo sveglia, con un po' di autocoscienza e senso critico, sta aumentando.Io sono cautamente fiducioso.TAD
      • Nonsonoanonimo scrive:
        bbs anyone?

        All'epoca non c'era internet, non conoscevo
        ancora linux ne l'esistenza dei compilatori
        Gnu. Ma erano i primi anni 90, Microsoft era
        poco più della nostra Finson e la rivoluzione
        dell'informazione subito e ovunque data da
        internet ancora non c'era.Visto che siamo della stessa epoca, mi pare di capire, ti ricordo una cosa: quando internet non esisteva ancora, c'erano invece le BBS. Non so se ricordi quelle più "gettonate". Erano un covo di geek e nerd con rarissimi utenti "normali". Già all'epoca lo sport prediletto era copiare e cracckare (nei rari casi in cui c'erano le protezioni, comunque abbastanza sempliciotte). Nelle BBS trovavi un parco software (rigorosamente pirata) da fare invidia al più attuale "P2P". Non solo: alle BBS spesso accedevi solo tramite raccomandazione, perchè "eri amico dell'amico" e balle del genere. Insomma dei veri e propri ghetti di informatici smanettoni della peggior razza.Poi c'eravamo anche noi, meno geek e meno sfigati forse, ma in un mondo che per quanto fosse Flinstoniano... beh, di pirateria ne aveva forse di più (rispetto ad oggi).
        • MeX scrive:
          Re: bbs anyone?

          forse, ma in un mondo che per quanto fosse
          Flinstoniano... beh, di pirateria ne aveva forse
          di più (rispetto ad
          oggi).se parliamo di pecentuale ok... ma se parliamo di "numeri assoluti" beh... il passo non regge :)
          • Nonsonoanonimo scrive:
            Re: bbs anyone?

            se parliamo di pecentuale ok... ma se
            parliamo di "numeri assoluti" beh...
            il passo non regge :)Parliamo di percentuale, naturalmente...
      • Sky scrive:
        Re: La pirateria
        Ed i "ragazzi" di MCmicrocomputer insegnavano come "craccare" le protezioni sull'Apple ][... il tutto, chiaramente, rigorosamente a scopo di studio (white hacking insomma)... siamo nell'87 o giù di lì.Devo anche avere una "copia" originale di TurboPascal 1.0 in giro, manuali e tutto (usato per scrivere una marea di piccole (in)utilities ;))... e pure un AutoCAD 2.5 datomi da un mio ex professore: mica abbiamo mandato in fallimento AutoDesk eh... anzi, un sacco di noi l'ha poi usato, regolarmente comprato e pagato, per lavorarci.Quello che da fastidio, penso, di Microsoft, è la costante presa per il cu£0, non le logiche "proprietarie", il software chiuso, la security (lol) by obscurity... no... il fatto che ci voglia tutti e perennemente utOnti: oggi c'è, finalmente, chi si ribella a questo in modo più "distribuito" di un tempo, grazie anche agli strumenti della rete (già le BBS fecero tanto... e si fece tanto, troppo, per chiuderle: v. Italian Crackdown del '96)Sono anch'io cautamente ottimista.
        • TADsince1995 scrive:
          Re: La pirateria

          il fatto che ci
          voglia tutti e perennemente utOntiMi fa tanto pensare a una raccapricciante frase di George Orwell in "1984":" L'ignoranza è forza "http://www.ecn.org/filiarmonici/1984.html
          v. Italian Crackdown del
          '96)1994. http://it.wikipedia.org/wiki/Italian_CrackdownTAD
    • MeX scrive:
      Re: La pirateria
      Erano gli anni '20... in pochissimi possedevano un automobile ma mio nonno ne aveva una!Ah era una pacchia!Parcheggiavi dove volevi e non c'era traffico, e la benzina costava pochissimo!Non c'erano le targhe alterne e anche la domenica potevi andare in centro.Ora che tutti hanno la macchina e lo scooter, invece di costruire parcheggi sotteranei e bandire le bici e aprire il centro storico alle auto... che fanno? mettono un sacco di paletti... e accusano gli automobilisti di inquinare il pianeta... era meglio una volta... e un'automobilista rimane sempre e solo un'automoblista...Così come lo scambio di floppy e proprio paragonabile al peet to peer....
      • Anonimo scrive:
        Re: La pirateria
        - Scritto da: MeX
        Erano gli anni '20... in pochissimi possedevano
        un automobile ma mio nonno ne aveva
        una!
        Ah era una pacchia!
        Parcheggiavi dove volevi e non c'era traffico, e
        la benzina costava
        pochissimo!
        Non c'erano le targhe alterne e anche la domenica
        potevi andare in
        centro.
        Ora che tutti hanno la macchina e lo scooter,
        invece di costruire parcheggi sotteranei e
        bandire le bici e aprire il centro storico alle
        auto... che fanno? mettono un sacco di paletti...
        e accusano gli automobilisti di inquinare il
        pianeta... era meglio una volta... e
        un'automobilista rimane sempre e solo
        un'automoblista...
        Così come lo scambio di floppy e proprio
        paragonabile al peet to
        peer....Ciucciati un tubo di scappamento poi mi saprai dire.
      • Nonsonoanonimo scrive:
        Re: La pirateria
        Si stava meglio quando si stava peggioVenezia è bella ma non ci vivreiNon ci sono più le mezze stagioniTutta colpa del governoDestra o sinistra, tanto tocca sempre pagare[...]
        • MeX scrive:
          Re: La pirateria
          - Scritto da: Nonsonoanonimo
          Si stava meglio quando si stava peggio
          Venezia è bella ma non ci vivrei
          Non ci sono più le mezze stagioni
          Tutta colpa del governo
          Destra o sinistra, tanto tocca sempre pagare
          [...]direi che hai colto l'ironia del mio post :)Complimenti per il nickname... "educativo" :D
        • Anonimo scrive:
          Re: La pirateria
          - Scritto da: Nonsonoanonimo
          Si stava meglio quando si stava peggio
          Venezia è bella ma non ci vivrei
          Non ci sono più le mezze stagioni
          Tutta colpa del governo
          Destra o sinistra, tanto tocca sempre pagare
          [...]Piove governo ladro:'([img]http://aviation.weathersa.co.za/sigweu12.gif[/img]
  • Anonimo scrive:
    Evidentemente costa di meno
    Pagare Miura che disegna un Gatsu incaxxoso che trancia in due i pirati usciti Baratro che fare prezzi più bassi ma in fin dei conti perchè mai dovrebbe farlo ?I prezzi si abbassano quando c'è un'effettiva e realistica concorrenza, cosa che apple con osx non ci pensa proprio a fare e linux gioca una partita a scacchi a base di subdola guerriglia invece di migliorarsi seriamente e rendersi realmente insidioso per i dorati lidi di Redmond.
    • outkid scrive:
      Re: Evidentemente costa di meno
      - Scritto da:
      Pagare Miura che disegna un Gatsu incaxxoso che
      trancia in due i pirati usciti Baratro che fare
      prezzi più bassi ma in fin dei conti perchè mai
      dovrebbe farlo
      ?
      I prezzi si abbassano quando c'è un'effettiva e
      realistica concorrenza, cosa che apple con osx
      non ci pensa proprio a fare e linux gioca una
      partita a scacchi a base di subdola guerriglia
      invece di migliorarsi seriamente e rendersi
      realmente insidioso per i dorati lidi di
      Redmond.falla tu la concorrenza che ne parli tanto e che hai idee tanto buone.linux e tutto l'OSS non e' che se ne sbatte delle tue pretese.l'opensource e' prima di tutto una via per chi programma e _POI_ per chi usufruisce.tu sei un cazzaro che vuoi avere il sw gratis non uno che e' interessato all'opensource quindi sei la persona meno adatta per criticare un modello di sviluppo che ti permette di farti figo con cose che conosci solo per sentito dire.
      • MandarX scrive:
        Re: Evidentemente costa di meno
        quanta aggressività
      • Nonsonoanonimo scrive:
        Re: Evidentemente costa di meno

        l'opensource e' prima di tutto una via per chi
        programma e _POI_ per chi usufruisce.Tieni presente che il mondo non è fatto di sviluppatori ma di utenti comuni, per la maggior parte. Quindi il concetto di "per chi programma" equivale a dire "per pochi utenti" (parlando su scala mondiale).
        tu sei un cazzaro che vuoi avere il sw gratis
        non uno che e' interessato all'opensource
        quindi sei la persona meno adatta per
        criticare un modello di sviluppo che ti
        permette di farti figo con cose che conosci
        solo per sentito dire.Lui sarà un cazzaro ma tu certamente non sei un buon portabandiera del mondo Open. Anzi.
    • Nonsonoanonimo scrive:
      Re: Evidentemente costa di meno

      (tanto diciamolo chiaro e tondo, finchè loro
      avranno stì prezzi ci sarà sempre qualcuno
      che li copia i loro prodotti!!)La gente copierebbe Windows anche se costasse 10 dollari, in realtà... Perchè chi copia lo fa per comodità e basta (lo trovi online, che senso ha ordinarlo e aspettare o -peggio- perdere tempo andando in un negozio?). Comunque sia, non è l'utente scopiazzatore che crea problemi, visto che i guadagni veri sono sulle licenze per il mondo business (dove la pirateria è sicuramente molto meno diffusa).
      • Anonimo scrive:
        Re: Evidentemente costa di meno
        - Scritto da: Nonsonoanonimo

        (tanto diciamolo chiaro e tondo, finchè loro

        avranno stì prezzi ci sarà sempre qualcuno

        che li copia i loro prodotti!!)

        La gente copierebbe Windows anche se costasse 10
        dollari, in realtà... Perchè chi copia lo fa per
        comodità e basta (lo trovi online, che senso ha
        ordinarlo e aspettare o -peggio- perdere tempo
        andando in un negozio?). Comunque sia, non è
        l'utente scopiazzatore che crea problemi, visto
        che i guadagni veri sono sulle licenze per il
        mondo business (dove la pirateria è sicuramente
        molto meno
        diffusa).....cazzate!!!scusa questa uscita, ma se win costasse 10$, perchè MAI dovrei scazzarmi giorno dopo giorno perchè non posso installare sp2, perchè non posso installare ie7, perchè non posso installare wm11, perchè non posso fare un sacco di cose (piano piano tutto chiederà la magica chiave..ora aspetto solo msn :) )non ne avrei motivo!al misero prezzo di 10$ avrei un SO aggiornato all'ultima release, ammettendo che questa non mi mangi tutte le risorse...
        • MeX scrive:
          Re: Evidentemente costa di meno

          Gratis
          va bene, a pagamento (non importa quanto) tanto
          vale
          scaricarlo.ecco... questa secondo me è la sintesi della "filosofia del p2p" checchè ne dicano e scrivano...
  • Anonimo scrive:
    fumettisti non ce ne mancano: produrre!
    Chiunque ami la verità, ha il dovere di produrre della contro(dis)informazione!sotto con quelle chine! hop a inchiostrare!!!!!dateci sotto! Ormai fare il fumettista... lo fai solo se VUOI, ma non perchè ci guadagni.e quindi che sia: a favore del vero.
    • outkid scrive:
      Re: fumettisti non ce ne mancano: produr
      - Scritto da:
      Chiunque ami la verità, ha il dovere di produrre
      della
      contro(dis)informazione!

      sotto con quelle chine! hop a inchiostrare!!!!!

      dateci sotto! Ormai fare il fumettista... lo fai
      solo se VUOI, ma non perchè ci
      guadagni.

      e quindi che sia: a favore del vero.e quanto lo danno il cambio verodollaro oggi?
  • Anonimo scrive:
    Ecco i risultati di sVISTA
    E delle tecnologia DRM integrate nel SO del DRAGA cosa fanno ai computer, a parte tutte le altre implicazioni che un itente non può utilizzare la propria macchiana come vuole.http://www.repubblica.it/2006/09/sezioni/scienza_e_tecnologia/microsoft4/vista-drm/vista-drm.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco i risultati di sVISTA
      http://windowsvistablog.com/blogs/windowsvista/archive/2007/01/20/windows-vista-content-protection-twenty-questions-and-answers.aspxMi sembra una fonte quanto meno un pò più competente di repubblica.Se si anche la capacità di leggere (merce rara qui) si scopre che è già così in WindowsXP.In altre parole Vista supporta delle tecnologie (non Microsoft) che devono funzionare in un dato modo (niente licenza, esperienza limitata).Se poi si allarga lo sgardo (altra merce rarissima) si vede chiaramente che quanto accade si verifica anche con lettori set-top box (che non montano Vista o XP).Insomma è una riproposizione ennesima di quanto avveniva già coi segnali di disturbo inviati ai VCR quando ancora registravamo in VHS.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco i risultati di sVISTA
        - Scritto da:
        http://windowsvistablog.com/blogs/windowsvista/arc

        Mi sembra una fonte quanto meno un pò più
        competente di
        repubblica.

        Se si anche la capacità di leggere (merce rara
        qui) si scopre che è già così in
        WindowsXP.

        In altre parole Vista supporta delle tecnologie
        (non Microsoft) che devono funzionare in un dato
        modo (niente licenza, esperienza
        limitata).

        Se poi si allarga lo sgardo (altra merce
        rarissima) si vede chiaramente che quanto accade
        si verifica anche con lettori set-top box (che
        non montano Vista o
        XP).

        Insomma è una riproposizione ennesima di quanto
        avveniva già coi segnali di disturbo inviati ai
        VCR quando ancora registravamo in
        VHS.Tutto questo conferma che sVISTA è una ciofeca, la solita brodaglia di casa redmond.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco i risultati di sVISTA
        - Scritto da:
        In altre parole Vista supporta delle tecnologie
        (non Microsoft) che devono funzionare in un dato
        modo (niente licenza, esperienza
        limitata).

        Se poi si allarga lo sgardo (altra merce
        rarissima) si vede chiaramente che quanto accade
        si verifica anche con lettori set-top box (che
        non montano Vista o
        XP).E' inutile! Questo argomento è stato sollevato N volte ma senza riuscire a penetrare nei cervelli di molti lettori. Il che fa supporre due cose: o i lettori sono sempre diversi oppure sono ideologizzati.Secondo te? P.S.: adesso getterò via il mio vecchio registratore perchè contiene una tecnologia anticopia e questo non è giusto! ;)
        • outkid scrive:
          Re: Ecco i risultati di sVISTA
          anticopia, e soprattutto ALIENA.UN SEGNALE DI DISTURBO.Quindi fai un altare, appoggiaci il registratore e dai fuoco all'isolato mentre esci per strada nudo con un cartello che annuncia l'apocalisse.- Scritto da:

          - Scritto da:



          In altre parole Vista supporta delle tecnologie

          (non Microsoft) che devono funzionare in un dato

          modo (niente licenza, esperienza

          limitata).



          Se poi si allarga lo sgardo (altra merce

          rarissima) si vede chiaramente che quanto accade

          si verifica anche con lettori set-top box (che

          non montano Vista o

          XP).

          E' inutile! Questo argomento è stato sollevato N
          volte ma senza riuscire a penetrare nei cervelli
          di molti lettori. Il che fa supporre due cose: o
          i lettori sono sempre diversi oppure sono
          ideologizzati.

          Secondo te?

          P.S.: adesso getterò via il mio vecchio
          registratore perchè contiene una tecnologia
          anticopia e questo non è giusto!
          ;)
Chiudi i commenti