Google, cancellare non è dimenticare

Google accoglie la richiesta di rimozione di una email inviata per errore da Goldman Sachs. Mentre i nomi di coloro che hanno fatto appello al diritto all'oblio riemergono dal passato proprio per questo motivo

Roma – Goldman Sachs ha riferito che Google ha accettato la sua richiesta di rimozione di alcune email contenenti informazioni riservate di un cliente inviate ad un destinatario sbagliato di Gmail .

La richiesta era motivata dal fatto che l’invio erroneo della missiva, una email con informazioni legate al brokeraggio, generava una violazione “massiva e non necessaria” della privacy: per questo la banca, pur non entrando nel dettaglio del numero di clienti eventualmente coinvolto nella fuga di dati, aveva deciso di ricorrere in tribunale per chiedere a Google la rimozione dell’email, ancora non letta, dall’account di un utente di Gmail.

Se da un lato le autorità ed i privati sembrano non avere più scrupoli nel chiedere a Google di rimuovere contenuti dai suoi risultati in nome dell’applicazione peculiare del diritto alla privacy, arrivando a coinvolgere anche le notizie che appaiono sui giornali o le email mandate per errore (facendo metter mano a Big G alla posta privata), Mountain View, dall’altro, sembra collaborare con zelo, provvedendo con un certo tempismo ad ottemperare alle richieste. Il risultato è che i nomi di coloro che si sono appellati al cosiddetto diritto all’oblio finiscono tra i primi risultati di ricerca legati a nuove notizie, le pagine dei risultati sottolineano come “alcuni risultati potrebbero essere stati rimossi”, e i responsabili dell’email con informazioni riservate mandata per errore al destinatario sbagliato finiscono per rischiare una magra figura.

Dopo aver ottemperato, facendo dunque finire in prima pagina i facenti appello al diritto all’oblio in Europa, e dopo le forti critiche dei giornali britannici, Google ha poi deciso di tornare sui suoi passi in alcuni dei casi coinvolti, ristabilendo i link di alcuni dei contenuti che precedentemente aveva rimosso tra i risultati delle sue ricerche.

Oltre a rischiare di mantenere sempre viva l’attenzione su chi vuole essere dimenticato, dunque, Google mostra di fatto e nella pratica i problemi sollevati dalla decisione della Corte di Giustizia dell’UE, che la obbliga a prendere posizione, operando una scelta fra tutela della privacy e libera circolazione dell’informazione.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    ...
    SERAFINO MASSONI & LE DIMENSIONI DEL PENE[yt]Qat9O0m4SlM[/yt]
  • tucumcari scrive:
    Re: Radio
    Infatti nel 1980 DARPA C'era.Caro Leguleio e c'era pure l'e-mail da Princeton a ISI (Information Sciences Institute).Purtroppo per te è storia!"Advanced Research Projects Agency (ARPA), ma fu rinominata DARPA (indicando che il suo scopo era la difesa militare) il 23 marzo 1972; il 22 febbraio 1993 tornò ARPA, e ancora DARPA l'11 marzo 1996."
    • bubba scrive:
      Re: Radio
      - Scritto da: tucumcari
      Infatti nel 1980 DARPA C'era.
      Caro Leguleio e c'era pure l'e-mail da Princeton
      a ISI (Information Sciences
      Institute).Minchia! legu si mette pure a censurare il msg nel quale nominavo il DARPA?? sta proprio messo malissimo. Ma c'erano state delle repliche?
  • Puffo inventore scrive:
    Radio
    Dopo 100 anni l'unico strumento veramente libero rimane la radio bello passare attraverso compagnie telefoniche, provider, firewall, router e computers in diverse nazioni e pretendere che rimanga libero, si e' gia' visto in Egitto, in poco tempo hanno completamente spento l'intera rete, e' uno strumento fragilissimo.
    • krane scrive:
      Re: Radio
      - Scritto da: Puffo inventore
      Dopo 100 anni l'unico strumento veramente libero
      rimane la radio bello passare attraverso
      compagnie telefoniche, provider, firewall, router
      e computers in diverse nazioni e pretendere che
      rimanga libero, si e' gia' visto in Egitto, in
      poco tempo hanno completamente spento l'intera
      rete, e' uno strumento fragilissimo.Non la usare e dacci la frequenza della tua radio pirata.
    • tucumcari scrive:
      Re: Radio
      Internet via radio (HAM RADIO) esiste da un pezzohttp://it.wikipedia.org/wiki/Radio_over_IPhttp://www.echolink.org/
      • tucumcari scrive:
        Re: Radio
        Sì, durante un viaggio in Pennsylvania io l'ho sperimentata fin dal 1980... Non è assolutamente una novità.
        • tucumcari scrive:
          Re: Radio
          [yt]ZrJaQIycDmY[/yt]
        • bubba scrive:
          Re: Radio
          - Scritto da: tucumcari
          Sì, durante un viaggio in Pennsylvania io l'ho
          sperimentata fin dal 1980... Non è assolutamente
          una
          novità.nientemeno... avevi amici al DARPA? quale sw impiegavi e sotto quale OS girava? e che protocollo usavi? o usavi un teletype?
          • tucumcari scrive:
            Re: Radio
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: tucumcari

            Sì, durante un viaggio in Pennsylvania io l'ho

            sperimentata fin dal 1980... Non è assolutamente

            una

            novità.
            nientemeno... avevi amici al DARPA? quale sw
            impiegavi e sotto quale OS girava? e che
            protocollo usavi? o usavi un
            teletype?(rotfl) (rotfl) Giusto tu ci potevi cascare!Sì, in un commento dell'anno scorso tucumcari si è vantato di aver mandato una e-mail nel 1980 mentre era in America. Ma il livello è lo stesso, ti assicuro. (Rotfl)
        • tucumcari scrive:
          Re: Radio
          [yt]ZrJaQIycDmY[/yt]
      • collione scrive:
        Re: Radio
        - Scritto da: tucumcari
        Internet via radio (HAM RADIO) esiste da un pezzo

        http://it.wikipedia.org/wiki/Radio_over_IP
        http://www.echolink.org/nella pratica esistono comunità di internettiani via radio? senza contare il grosso problema legato alla banda passante, all'affidabilità e alla velocità
        • tucumcari scrive:
          Re: Radio
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: tucumcari

          Internet via radio (HAM RADIO) esiste da un
          pezzo



          http://it.wikipedia.org/wiki/Radio_over_IP

          http://www.echolink.org/

          nella pratica esistono comunità di internettiani
          via radio? Certo:http://techchannel.radioshack.com/listen-cb-radio-internet-1186.html
          • tucumcari scrive:
            Re: Radio
            Non "radio" in quel senso "radio" come trasporto di retePirla!Certo che come clone sei proprio "scarso"...
          • tucumcari scrive:
            Re: Radio
            Radio come "trasporto" di rete non "radio per ascoltare la radio"...Forse non hai capito bene il senso?come clone sei proprio "scarsuccio".
        • tucumcari scrive:
          Re: Radio
          Si esistono eccome e sono molto attive come comunitàPoi certo la velocità è bassissima (molti infatti poi connettono gateway a banda più larga) ma sufficiente per tutte le comunicazioni essenziali (mail chat ecc.)
          • tucumcari scrive:
            Re: Radio
            - Scritto da: tucumcari
            Si esistono eccome e sono molto attive come
            comunità
            Poi certo la velocità è bassissima (molti infatti
            poi connettono gateway a banda più larga) ma
            sufficiente per tutte le comunicazioni essenziali
            (mail chat
            ecc.)Sostanzialmente il concetto del lento cocchio d'asini applicato al web. Lento, si, ma efficace.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Radio
            No nel tuo caso niente cocchio solo la "trazione" del cocchio.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Radio
            No nel tuo caso niente cocchio solo la "trazione" del cocchio
          • tucumcari scrive:
            Re: Radio
            No nel tuo caso niente cocchio solo la "trazione" del cocchio
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Radio
            No nel tuo caso niente cocchio solo la "trazione" del cocchio
          • tucumcari scrive:
            Re: Radio
            No nel tuo caso niente cocchio solo la "trazione" del cocchio
  • bubba scrive:
    ovvio. ma curioso l'uso dei termini...
    ovvio. ma curioso l'uso dei termini... oltre l'influenza delle megacorp, si usa sempre la parola 'governo'. I parlamenti, anche a chiacchiere, non se li fila piu' nessuno :) il governo legifera per i propri interessi e quelli delle megacorp, insomma. punto.Already access and sharing are hindered by parochial national laws. The European Unions privacy initiative can be a serious bottleneck, and the Safe Harbor regime is in jeopardy,
    • panda rossa scrive:
      Re: ovvio. ma curioso l'uso dei termini...
      - Scritto da: bubba
      ovvio. ma curioso l'uso dei termini... oltre
      l'influenza delle megacorp, si usa sempre la
      parola 'governo'. I parlamenti, anche a
      chiacchiere, non se li fila piu' nessuno :) Ovvio. Il parlamento, essendo eletto dal popolo, non e' un potere affidabile dal loro punto di vista.I governi invece li possono nominare sulla base di esigenze che nulla hanno a che fare con la volonta' popolare.(Ogni riferimento alla recente storia italiana non e' affatto casuale).
      • bubba scrive:
        Re: ovvio. ma curioso l'uso dei termini...
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: bubba

        ovvio. ma curioso l'uso dei termini... oltre

        l'influenza delle megacorp, si usa sempre la

        parola 'governo'. I parlamenti, anche a

        chiacchiere, non se li fila piu' nessuno :)

        Ovvio. Il parlamento, essendo eletto dal popolo,
        non e' un potere affidabile dal loro punto di
        vista.
        I governi invece li possono nominare sulla base
        di esigenze che nulla hanno a che fare con la
        volonta'
        popolare.gia'... oh certo, non e' che i parlamentari, in generale, si siano distinti per un forte battaglia contro gli interessi di UNIVIDEO SIAE e altri galoppini (parlando di noi)... (qualcuno cmq c'e' sempre)... pero' volevo sottolineare proprio l'andazzo anche 'verbale'....Del resto non e' poco tempo che sto dicendo che siamo in una Nazione (anzi in un continente anzi in un gruppo di continenti) basata sugli azzeccagarbugli e le propaggini delle major
  • tucumcari scrive:
    Aperta per noi, chiusa per gli altri
    Per come e' strutturata oggi internet permette un livello di anonimizzazione e di operazioni sottotraccia ancora imbattibile. Pero' bisogna saper sfruttare bene le possibilita' tecnologiche, e solo pochi nerd sono in grado. La rete diventera' chiusa per chi non ha competenze informatiche, e forse e' un bene, non per gli altri.
    • krane scrive:
      Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
      - Scritto da: tucumcari
      Per come e' strutturata oggi internet permette
      un livello di anonimizzazione e di operazioni
      sottotraccia ancora imbattibile. Pero' bisogna
      saper sfruttare bene le possibilita'
      tecnologiche, e solo pochi nerd sono in grado.
      La rete diventera' chiusa per chi non ha
      competenze informatiche, e forse e' un bene,
      non per gli altri.Inoltre diciamocelo: per aquisire le conoscienze per utilizzare tor, torchat, un anonimous remailer, pgp, ecc... Non e' che devi imparare a risolvere integrali a mente !
      • Miguel scrive:
        Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
        Quito- Scritto da: krane
        - Scritto da: tucumcari

        Per come e' strutturata oggi internet
        permette

        un livello di anonimizzazione e di operazioni

        sottotraccia ancora imbattibile. Pero'
        bisogna

        saper sfruttare bene le possibilita'

        tecnologiche, e solo pochi nerd sono in
        grado.


        La rete diventera' chiusa per chi non ha

        competenze informatiche, e forse e' un bene,

        non per gli altri.

        Inoltre diciamocelo: per aquisire le conoscienze
        per utilizzare tor, torchat, un anonimous
        remailer, pgp, ecc... Non e' che devi imparare a
        risolvere integrali a mente
        !
    • collione scrive:
      Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
      mhm il sottotraccia di cui parli mi lascia un pò perplessoesattamente cosa intendi? la falsa di sicurezza di TOR, di cui Dio solo sa quanti nodi sono gestiti da agenzie spionistiche di tutto il mondo?o di quella rete, i cui backbone, passano tutti per gli USA e quindi sono intercettabili?la vera internet con privacy si avrebbe solo se si escludessero gli isp dal giocooggi è possibile farlo grazie al wardriving, rubando l'accesso wi-fi ad altre utenze, ma non ci sono molte altre strade per essere veramente anonimi
      • krane scrive:
        Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
        - Scritto da: collione
        mhm il sottotraccia di cui parli mi lascia
        un pò perplesso
        esattamente cosa intendi? la falsa di sicurezza
        di TOR, di cui Dio solo sa quanti nodi sono
        gestiti da agenzie spionistiche di tutto il
        mondo?E qundi ? Come se non fosse studiato apposta :D
        o di quella rete, i cui backbone, passano tutti
        per gli USA e quindi sono intercettabili?Solo se sono in chiaro.
        la vera internet con privacy si avrebbe solo
        se si escludessero gli isp dal giocoAnche quello si puo' fare.
        oggi è possibile farlo grazie al wardriving,
        rubando l'accesso wi-fi ad altre utenze, ma
        non ci sono molte altre strade per essere
        veramente anonimiMa ci sono e sono ben collaudate se ben utilizzate.
        • tucumcari scrive:
          Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri


          o di quella rete, i cui backbone, passano
          tutti

          per gli USA e quindi sono intercettabili?

          Solo se sono in chiaro.


          la vera internet con privacy si avrebbe solo

          se si escludessero gli isp dal gioco

          Anche quello si puo' fare.Ci sono metodi collaudati, infatti.

          oggi è possibile farlo grazie al wardriving,

          rubando l'accesso wi-fi ad altre utenze, ma

          non ci sono molte altre strade per essere

          veramente anonimi

          Ma ci sono e sono ben collaudate se ben
          utilizzate.Basta studiare. :-DMa i macachi non lo concepiscono nemmeno.(rotfl) (rotfl)
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            - Scritto da: tucumcari
            Ma i macachi non lo concepiscono nemmeno.
            (rotfl) (rotfl)E i cloni poco credibili come Leguleio?Oltre a credersi furbi cosa concepiscono solo post stupidi?
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            Ma sono macachi cloni?
          • krane scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            Ma sono macachi cloni?I fan degli hackintosh ???
        • collione scrive:
          Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
          - Scritto da: krane
          E qundi ? Come se non fosse studiato apposta :Dma se leggi sul loro sito, dicono chiaro e tondo che:1. lo scopo primario di TOR non è l'anonimato2. che qualunque attaccante possegga un numero elevato di nodi del sistema, può realizzare attacchi di correlazione et similiaquesto intendevo per falsa sicurezza, cioè non è che scaricando un pacchetto di nome TOR si è automagicamente anonimi e sicuriil sistema funziona a certe condizioni, venute meno le quali è il caos
          Solo se sono in chiaro.o se comunichi con entità le cui chiavi private sono accessibili dalla NSA ( praticamente tutti i sevizi web basati su SSL )
          Anche quello si puo' fare.è complesso, costoso e sicuramente farebbero qualche legge ( per proteggere i poveri bambini si capisce ) per bloccarla
          Ma ci sono e sono ben collaudate se ben
          utilizzate.boh, io conosco solo un'altro metodo, cioè usare una connessione mobile tramite una sim comprata in un Paese in cui non sono registrate ( San Marino e la Romania ad esempio )oltre questi due metodi, non c'è nulla che possa essere accessibili allo smanettone domestico
          • krane scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: krane

            E qundi ? Come se non fosse studiato

            apposta
            :D
            ma se leggi sul loro sito, dicono chiaro e
            tondo che:
            1. lo scopo primario di TOR non è l'anonimato
            2. che qualunque attaccante possegga un numero
            elevato di nodi del sistema, può realizzare
            attacchi di correlazione et similiaSi, ma se leggi la documentazione di tor per una cosa del genere e' necessario che un'unica entita' abbia il controllo del piu' del 50% della rete.
            questo intendevo per falsa sicurezza, cioè non
            è che scaricando un pacchetto di nome TOR si è
            automagicamente anonimi e sicuriUtilizzare TOR non implica spegnere il cervello, il cervello e' un prerequisito della propria sicurezza.
            il sistema funziona a certe condizioni, venute
            meno le quali è il caosCerto, ma al momento nulla dimostra che le condizioni siano venute a mancare.

            Solo se sono in chiaro.
            o se comunichi con entità le cui chiavi private
            sono accessibili dalla NSA ( praticamente tutti
            i sevizi web basati su SSL )mmm

            Anche quello si puo' fare.
            è complesso, costoso e sicuramente farebbero
            qualche legge ( per proteggere i poveri bambini
            si capisce ) per bloccarlaBasta ignorarla.

            Ma ci sono e sono ben collaudate se ben

            utilizzate.
            boh, io conosco solo un'altro metodo, cioè usare
            una connessione mobile tramite una sim comprata
            in un Paese in cui non sono registrate ( San
            Marino e la Romania ad esempio )O a nome di un altro a natale, oppure direttamente in blocchi su tor.
            oltre questi due metodi, non c'è nulla che possa
            essere accessibili allo smanettone domesticoTutto dipende sempre da che cosa lo smanettone domestico vuole fare.
      • tucumcari scrive:
        Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
        Intende che è Leguleio che come al solito fa il clone stupido
      • ... scrive:
        Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
        - Scritto da: collione
        mhm il sottotraccia di cui parli mi lascia un pò
        perplesso

        esattamente cosa intendi? la falsa di sicurezza
        di TOR, di cui Dio solo sa quanti nodi sono
        gestiti da agenzie spionistiche di tutto il
        mondo?

        o di quella rete, i cui backbone, passano tutti
        per gli USA e quindi sono
        intercettabili?

        la vera internet con privacy si avrebbe solo se
        si escludessero gli isp dal
        gioco

        oggi è possibile farlo grazie al wardriving,
        rubando l'accesso wi-fi ad altre utenze, ma non
        ci sono molte altre strade per essere veramente
        anonimirubando, rubando.... che paroloni! diciamo usare la rete per necessita' emergenziali, fornita gentilmente da un ignaro e ignoto benefattore.
        • Allibito scrive:
          Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: collione

          mhm il sottotraccia di cui parli mi lascia un pò

          perplesso



          esattamente cosa intendi? la falsa di sicurezza

          di TOR, di cui Dio solo sa quanti nodi sono

          gestiti da agenzie spionistiche di tutto il

          mondo?



          o di quella rete, i cui backbone, passano tutti

          per gli USA e quindi sono

          intercettabili?



          la vera internet con privacy si avrebbe solo se

          si escludessero gli isp dal

          gioco



          oggi è possibile farlo grazie al wardriving,

          rubando l'accesso wi-fi ad altre utenze, ma non

          ci sono molte altre strade per essere veramente

          anonimi

          rubando, rubando.... che paroloni! diciamo usare
          la rete per necessita' emergenziali, fornita
          gentilmente da un ignaro e ignoto
          benefattore.Senza il suo consenso... diciamo anche questo. Quindi il primo termine rimane quello più vicino alla realtà.
          • panda rossa scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            - Scritto da: Allibito
            Senza il suo consenso... diciamo anche questo.
            Quindi il primo termine rimane quello più vicino
            alla
            realtà.Il consenso e' implicito.Se non voleva dare il consenso non faceva che mettere una password.Oppure tu sai dire come riconoscere un accesso dimenticato aperto da uno volutamente lasciato aperto?
          • tucumcari scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            - Scritto da: panda rossa
            Oppure tu sai dire come riconoscere un accesso
            dimenticato aperto da uno volutamente lasciato
            aperto?Infatti.La mia rete ha doppio SSID uno pubblico (con una certa percentuale della banda) e aperto a chiunque.Uno privato ovviamente per me.
          • tucumcari scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: panda rossa


            Oppure tu sai dire come riconoscere un
            accesso

            dimenticato aperto da uno volutamente
            lasciato

            aperto?
            Infatti.
            La mia rete ha doppio SSID uno pubblico (con una
            certa percentuale della banda) e aperto a
            chiunque.
            Uno privato ovviamente per me.E uno ancora più piccolo in percentuale per la polizia.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            - Scritto da: tucumcari
            E uno ancora più piccolo in percentuale per la
            polizia.No è per i "barbieri" il SSID è "barber shop". :D
          • ... scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            - Scritto da: tucumcari



            E uno ancora più piccolo in percentuale per
            la

            polizia.
            No è per i "barbieri" il SSID è "barber shop".
            :D[yt]Twsl_kAt8Zo[/yt]
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            - Scritto da: tucumcari
            E uno ancora più piccolo in percentuale per la
            polizia.No è per i "barbieri" il SSID è "barber shop" :D
    • Leguf Iussef Khalifa scrive:
      Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
      I cloni invece che sottotraccia scrivono boiate inappetibili sovra traccia
    • tucumcari scrive:
      Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
      La rete per pochi nerd?È esattamente il contrario."the Internet is for everyone"http://www.ietf.org/rfc/rfc3271.txt
      • panda rossa scrive:
        Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
        - Scritto da: tucumcari
        La rete per pochi nerd?
        È esattamente il contrario.
        "the Internet is for everyone"
        http://www.ietf.org/rfc/rfc3271.txtMa la rete e' per tutti. Lo e' sempre stata. Lo sara' sempre.Quella specifica parla di accessibilita' non di sicurezza.La cosa buona e' che la sicurezza e' impostabile lato client.
        • tucumcari scrive:
          Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: tucumcari

          La rete per pochi nerd?

          È esattamente il contrario.

          "the Internet is for everyone"

          http://www.ietf.org/rfc/rfc3271.txt

          Ma la rete e' per tutti. Lo e' sempre stata. Lo
          sara'
          sempre.
          Quella specifica parla di accessibilita' non di
          sicurezza.Hai ragione, avevo letto di fretta.
          La cosa buona e' che la sicurezza e' impostabile
          lato
          client.Solo uno esperto può sfruttare al massimno la tecnologia per una sicurezza al di sopra di ogni attacco.Per gli altri c'è la sicurezza in kit da assemblare. Rapida, ma non sempre adeguata.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            - Scritto da: tucumcari
            Solo uno esperto può sfruttare al massimno al "massimno"?In ogni caso la cosa non ti riguarda.Tu sei tutto fuorchè esperto.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            Tu sei un clone non un esperto fa una bella differenza. :D
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            Ma tu non sei un esperto sei un clone e fa una bella differenza
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            Ma tu non sei un esperto sei un clone e fa una bella differenza
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            Ma tu non sei un esperto sei un clone e fa una bella differenza
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            Ma tu non sei un esperto sei un clone e fa una bella differenza
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
            Ma tu non sei un esperto sei un clone e fa una bella differenza
    • panda rossa scrive:
      Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
      - Scritto da: tucumcari
      Per come e' strutturata oggi internet permette un
      livello di anonimizzazione e di operazioni
      sottotraccia ancora imbattibile. Pero' bisogna
      saper sfruttare bene le possibilita'
      tecnologiche, e solo pochi nerd sono in grado.

      La rete diventera' chiusa per chi non ha
      competenze informatiche, e forse e' un bene, non
      per gli
      altri.Aggiungiamo che le competenze informatiche necessarie sono fornite dalla rete stessa, perche' altrimenti ci sara' quello che crede che ci voglia la bacchetta magica.
      • tucumcari scrive:
        Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
        - Scritto da: panda rossa
        Aggiungiamo che le competenze informatiche
        necessarie sono fornite dalla rete stessa,
        perche' altrimenti ci sara' quello che crede che
        ci voglia la bacchetta
        magica.Nessuna bacchetta magica dovessimo credere a tutte le stupidaggini che qualcuno scrive (sia quando fa il clone sia quando posta come "leguleio") staremmo freschi.
      • tucumcari scrive:
        Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: tucumcari

        Per come e' strutturata oggi internet
        permette
        un

        livello di anonimizzazione e di operazioni

        sottotraccia ancora imbattibile. Pero'
        bisogna

        saper sfruttare bene le possibilita'

        tecnologiche, e solo pochi nerd sono in
        grado.



        La rete diventera' chiusa per chi non ha

        competenze informatiche, e forse e' un bene,
        non

        per gli

        altri.

        Aggiungiamo che le competenze informatiche
        necessarie sono fornite dalla rete stessa,
        perche' altrimenti ci sara' quello che crede che
        ci voglia la bacchetta
        magica.Infatti.Ma bisogna anche avere la pazienza di leggerla, la rete, altrimenti si fanno pasticci basandosi sul buon senso.
        • Leguf Iussef Khalifa scrive:
          Re: Aperta per noi, chiusa per gli altri
          - Scritto da: tucumcari
          Ma bisogna anche avere la pazienza di leggerla,
          la rete, altrimenti si fanno pasticci basandosi
          sul buon
          senso.Nahh è un rischio che nel tuo caso possiamo escludere oltre a non leggere non sai neppure dove stia di casa il "buon senso".
Chiudi i commenti