Google, Chromebook al tocco

Indiscrezioni rivelano l'intenzione di Mountain View di aggiornare i propri Chromebook con uno schermo touch. Il piano sarebbe già in corso e i primi dispositivi dovrebbero planare presto sul mercato

Roma – All’ascesa dei Chromebook cloud-centrici dovrebbe presto aggiungersi un tipo di dispositivi dotati di una nuova funzionalità, vale a dire uno schermo multi-touch: secondo indiscrezioni provenienti direttamente dalla filiera produttiva, Google sarebbe già al lavoro per completare il suo nuovo gadget telematico in tempo per la fine dell’anno.

Il nuovo dispositivo di Mountain View avrebbe uno schermo touch da 12,85 pollici, dicono le indiscrezioni , mentre i partner scelti da Google sarebbero la taiwanese Compal per l’assemblaggio e Wintek per la fornitura di pannelli LCD.

Diversamente dal passato anche recente, questa volta Google avrebbe scelto di non servirsi di produttori esterni (Samsung e Acer nel caso dei Chromebook più recenti) e di mettere in commercio il device con il proprio marchio.

I dispositivi Chromebook non hanno sin qui ottenuto un successo particolarmente significativo, eppure Google è ottimista e ha già ordinato – dicono ancora le indiscrezioni – 20 milioni di unità per una commercializzazione che dovrebbe iniziare già entro la fine di quest’anno.

Sia come sia, i Chromebook touch (Touchbook?) andranno a scontrarsi con un gruppetto di dispositivi che comincia a essere piuttosto affollato : pur senza considerare i tablet privi di tastiera fisica (iPad e Android), i notebook/netbook/ultrabook dotati di schermo multi-touch stanno spuntando come funghi anche grazie alla spiccata vocazione mobile dimostrata da Microsoft.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • panda rossa scrive:
    Non basta lo strumento giusto!
    Non basta lo strumento giusto: bisogna anche saperlo usare.FF e' lo strumento giusto per poter fare quello che si vuole in rete SENZA LASCIARE TRACCIA, o lasciando false tracce.Solo che richiede due ingredienti che tagliano fuori il 99% della gente:1) il manuale2) il cervelloOvviamente nel 99% rientrano anche quelli che hanno fatto l'indagine che hanno fatto la figura dei cioccolatai.
  • Talking Head scrive:
    Questo ci insegna...
    ... a usare Chrome quando vogliamo cercare modi per uccidere.Visto il livello delle ricerche, la modalità incognito basta e avanza per essere in una botte di ferro.
  • prova123 scrive:
    C.S.I. per l'americano medio ...
    è una serie di fantascienza :D
  • unaDuraLezione scrive:
    Basettoni...
    contenuto non disponibile
    • ... scrive:
      Re: Basettoni...
      - Scritto da: unaDuraLezione
      ....il commissario di Topolino.
      Quello che non ha mai risolto un caso in vita sua
      senza l'aiuto del roditore.Ne "il mistero delle puntine da disegno scomparse", il commissario ha fatto tutto da solo, ha avuto la geniale idea di guardare nel secondo cassetto di destra.
      Direi che siamo lì.
      "hanno controllato in principio solamente le
      operazioni effettuate attraverso Internet
      Explorer mancando di verificare le ricerche
      effettuate con
      Firefox" prova di quanto XXXXXXXX e "monodirezionale" sia l'americano (USA) medio...
Chiudi i commenti