Google corregge Microsoft, a corto di patch tuesday

A Mountain View scovano e pubblicano un bug di Windows, dopo aver atteso che a Redmond chiudessero il buco. Attesa prolungata dal rinvio del martedì delle patch

Milano – La storia di bug e patch tra Microsoft e Google si arricchisce di un nuovo capitolo: nelle scorse ore da Mountain View è giunta notizia di un bug che affligge Windows e il suo sottosistema grafico, un bug che in teoria avrebbe dovuto essere stato chiuso un anno fa ma che – secondo Google – ha lasciato ancora una porta aperta ai malintenzionati. Le segnalazioni inviate dagli scopritori a Microsoft non hanno sortito effetto: dopo 90 giorni è scattata la policy Project Zero di Big G, con la conseguente pubblicazione dei dettagli sul problema.

Da quanto si apprende, la patch MS16-074 emessa da Microsoft lo scorso giugno 2016 era destinata ad arginare una vulnerabilità legata alla libreria Windows Graphics Component GDI: un file EMF, che tipicamente contiene asset destinati alla grafica, può essere osato per attuare un attacco che offra accesso alla memoria del sistema. Si può sfruttare questa vulnerabilità per iniettare o prelevare informazioni dal PC vittima , così da poter introdurre codice indesiderato o sottrarre dati sensibili dalla memoria.

Il bug, come detto, sarebbe dovuto essere stato oggetto di una patch già rilasciata: ma non tutto è andato come avrebbe dovuto, i ricercatori di Google se ne sono accorti e hanno fatto presente il problema a Microsoft. Hanno atteso, invano, per 90 giorni una risposta di qualche tipo : risposta che non è mai arrivata. Da qui la decisione di rilasciare le informazioni sul problema, allo scopo di mettere sull’avviso gli utenti: una politica intrapresa da qualche tempo in quel di Mountain View, che già in precedenza ha visto agitarsi un po’ le acque tra California e Washington e che non farà felici i tecnici di Redmond.

Microsoft d’altra parte sta prendendo le misure alla nuova politica di gestione della sicurezza per il proprio software, che prevede nuovi meccanismi di rilascio delle patch: inoltre a febbraio il consueto patch tuesday, il primo del nuovo corso, è saltato ed è stato rinviato al prossimo mese a causa di una imperfetta soluzione a un bug che ha convinto i tecnici di Big M a rimandarne la pubblicazione. Da Redmond non hanno voluto chiarire quale fosse il problema che ha spinto a questa mossa praticamente senza precedenti da oltre 10 anni (il patch tuesday è nato nel 2003): non resta che attendere marzo per scoprire quale sarà la mole delle patch rilasciate, ormai mancano pochi giorni.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Garson Pollo scrive:
    Fantastico
    Il 90% di quelli che hanno commentato non ha capito un cazzo.Speriamo che la NASA stasera ci dica che stiamo per essere invasi dagli alieni.
    • ... scrive:
      Re: Fantastico
      Facci capire pollo, stiamo aspettando.
    • bubba scrive:
      Re: Fantastico
      - Scritto da: Garson Pollo
      Il 90% di quelli che hanno commentato non ha
      capito un
      cazzo.questo http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4372363&m=4372433&is=0#p4372433 ti e' piaciuto almeno? :P :)
  • ... scrive:
    tassa auto pro portantini
    e' uno scandalo che le moderne automobili abbiano messo fuori mercat lettighe e portantini. e che dire dei trattori? migliaia di zappatori sul lastrico. Temo che mi tasseranno la cucina perche mi impedisce di andare tutti i giorni al ristorante. mavacaghe', bill!
  • clououououd scrive:
    la dura mano della legge... fiscale
    Giusto per capire: le istanze dei cloud (Azzurre di Ziu Billy per esempio) vengono tassate in qualche modo? Se si, la sua rosicata diventa immediatamente comprensibile :).
  • Donalfonso scrive:
    Tassare prima i server
    Facile per Bil fare il frocio con il c*lo dei robot. Si in futuro si dovranno tassare anche i robot. Ma subito invece tassare i server (e qui tocco il più ricco della terra nel portafoglio (i suoi Windows server) ma anche i Linux lo stato non deve guardare in faccia nessuno. Server= cpu fisica +ram + attuatori io . Così avremo anche innovazione Intel farà cpu usa e getta con ram integrata.
  • rudy scrive:
    buffonata ma ma utile per rifrettere
    chiaramente inapplicabile condiderando che manco si riesce a far pagare le tasse ora.. ma poi, quando stampo devo pagare una tassa per il robot stampante? e il robot lavatrice? il frigo.. Pero l'assurdo rafforza il concetto che abbiamo un problema con l'innovazione (non solo con la finanza), e che INOLTRE, molte invenzioni tecnologiche abbiano il SOLO vantaggio di non pagare le tasse sul lavoro prodotto, non tutte ma MOLTE. Queste devono essere in qualche modo tosate perche non e' vera innovazione ma truffa alla societa'. Inapplicabile per inapplicabile, magari eliminare ogni tassa sul reddito da lavoro tassando solo consumi e patrimoni?
  • Pensiero libero scrive:
    Pro domo sua
    Le tasse servono ai governiMS non utilizza molti robotFacciamo tassare i robot
  • Pensiero libero scrive:
    Pro domo sua
    Le tasse sono necessarieMS non è un gran utilizzatore di robot....Facciamo tassare i robot
    • Luke1 scrive:
      Re: Pro domo sua
      - Scritto da: Pensiero libero
      Le tasse sono necessarie
      MS non è un gran utilizzatore di robot....
      Facciamo tassare i robotSi intende "robot" nell'accezione più ampia del termine, anche la IA in questo senso è un robot perché può eseguire un lavoro al posto di una persona. E le multinazionali come Microsoft, Google o Facebook si stanno già trasformando nel senso del divenire società AI-based.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 febbraio 2017 15.36-----------------------------------------------------------
  • Luke1 scrive:
    Quarta rivoluzione industriale
    A mio parere è opportuno considerare la quarta rivoluzione industriale come una transizione di fase generalizzata del sistema socioeconomico e trovare i mezzi per disaccoppiare parzialmente il reddito dal lavoro nel sistema economico-finanziario nel suo insieme, senza penalizzare l'innovazione. Oltretutto sarebbe difficile identificare e quantificare i soggetti della tassazione: non esiste un rapporto di univocità tra intelligenza artificiale ed individualità come in biologia, una IA può prodursi in infinite istanze di sé stessa, fare il lavoro di una persona sola o di 300 impiegati, essere il "ghost" di molti "shell", che siano il nostro smartphone, una flotta driverless, Baxter, Yumi, Atlas o la Moley Robotic Kitchen. È una mente collettiva che si può esprimere in infinite forme. Come si fa a stabilire un rapporto 1:1 fra Amelia e un addetto di call center, fra IBM Watson e un impiegato, fra Ross Intelligence e un paralegale? Diverse capacità, diversa natura, le tecnologie esponenziali plasmano il lavoro e il mondo del lavoro e lo fanno divenire una complessa ed organica entità intelligente. Certi parallelismi con i lavoratori umani sono impossibili, materiale da fantascienza anni 50. Vaglierei soluzioni più pratiche per finanziare il reddito di base incondizionato, Martin Ford ad esempio propone una tassa sul margine operativo lordo aziendale, Yanis Varoufakis, invece, ci offre un approccio fresco, innovativo alla questione: usare una porzione di ogni offerta pubblica iniziale per costituire un fondo per finanziare un autentico "dividendo di cittadinanza".
    • F Type scrive:
      Re: Quarta rivoluzione industriale
      - Scritto da: Luke1
      Certi parallelismi con i lavoratori umani sono
      impossibili, materiale da fantascienza anni 50.
      Vaglierei soluzioni più pratiche per finanziare
      il reddito di base incondizionato, Martin Ford ad
      esempio propone una tassa sul margine operativo
      lordo aziendale, Yanis Varoufakis, invece, ci
      offre un approccio fresco, innovativo alla
      questione: usare una porzione di ogni offerta
      pubblica iniziale per costituire un fondo per
      finanziare un autentico "dividendo di
      cittadinanza".Oltre agli esempi da te citati ce ne sono anche altri,per esempio c'è un AI giornalista che in autonomia compone un articolo che è indistinguibile da un giornalista in carne ed ossa. Per il momento verranno sostituiti i lavori manuali ma non ci si vuol fermare a quello,si andrà oltre tanto da iniziare a competere con le macchine e li sarà la fine.Già oggi siamo in una situzione dove il lavoro va scemando,che fien faranno quelli che lo eprderanno ? Non credo proprio che si distribuiranno soldi a pioggia.
      • panda rossa scrive:
        Re: Quarta rivoluzione industriale
        - Scritto da: F Type
        - Scritto da: Luke1

        Certi parallelismi con i lavoratori umani
        sono

        impossibili, materiale da fantascienza anni
        50.

        Vaglierei soluzioni più pratiche per
        finanziare

        il reddito di base incondizionato, Martin
        Ford
        ad

        esempio propone una tassa sul margine
        operativo

        lordo aziendale, Yanis Varoufakis, invece, ci

        offre un approccio fresco, innovativo alla

        questione: usare una porzione di ogni offerta

        pubblica iniziale per costituire un fondo per

        finanziare un autentico "dividendo di

        cittadinanza".

        Oltre agli esempi da te citati ce ne sono anche
        altri,per esempio c'è un AI giornalista che in
        autonomia compone un articolo che è
        indistinguibile da un giornalista in carne ed
        ossa. Gli articoli del Galimba si riconosceranno sempre.Nessun robot sara' mai in gradi di umiliarsi e zerbinarsi a quel livello.
        Per il momento verranno sostituiti i lavori
        manuali ma non ci si vuol fermare a quello,si
        andrà oltre tanto da iniziare a competere con le
        macchine e li sarà la
        fine.Sara' la fine del lavoro e l'inizio di una nuova esistenza di pace e contemplazione.

        Già oggi siamo in una situzione dove il lavoro va
        scemando,che fien faranno quelli che lo
        eprderanno ? Non credo proprio che si
        distribuiranno soldi a
        pioggia.
        • F Type scrive:
          Re: Quarta rivoluzione industriale
          - Scritto da: panda rossa
          Gli articoli del Galimba si riconosceranno sempre.
          Nessun robot sara' mai in gradi di umiliarsi e
          zerbinarsi a quel
          livello.Vabeh su questo concordo :D
          Sara' la fine del lavoro e l'inizio di una nuova
          esistenza di pace e
          contemplazione.Tutt'altro,nessuno ti darà prodotti gratis,si arriverà anche alla guerra civile per quel poco da sopravvivere,se ci pensi già oggi si sta andando verso un aumento delle diseguaglianze e non c'è alcun segnale che si vuol procedere in senso opposto. Chi controlla il mondo non accetterà mai la tua visione perchè sarà la sua di fine.



          Già oggi siamo in una situzione dove il
          lavoro
          va

          scemando,che fien faranno quelli che lo

          eprderanno ? Non credo proprio che si

          distribuiranno soldi a

          pioggia.
      • Luke1 scrive:
        Re: Quarta rivoluzione industriale
        F Type, forse non è evidente, ma stiamo *già* distribuendo il denaro a pioggia. Cosa credi che sia il quantitative easing? La banca centrale immette quantità enormi di liquidità nel sistema nella speranza di riavviare la domanda interna. In realtà i sintomi della trasformazione sono già evidenti a livello di indicatori macroeconomici, e diversi dei rappresentanti della così detta élite economico-finanziaria hanno esibito un grado di comprensione degli accadimenti superiore a quelle dell'uomo della strada se pensiamo che tra I sostenitori del reddito di base incondizionato c'è Adair Turner, ex presidente di Merryll Lynch Europe, Timotheus Hottges, CEO di Deutsche Telekom, il guru dei bond Bill Gross, Elon Musk e la maggioranza degli imprenditori della Silicon Valley, come ci riferisce Martin Ford che è stato ai loro incontri. - Scritto da: F Type
        - Scritto da: Luke1

        Certi parallelismi con i lavoratori umani
        sono

        impossibili, materiale da fantascienza anni
        50.

        Vaglierei soluzioni più pratiche per
        finanziare

        il reddito di base incondizionato, Martin
        Ford
        ad

        esempio propone una tassa sul margine
        operativo

        lordo aziendale, Yanis Varoufakis, invece, ci

        offre un approccio fresco, innovativo alla

        questione: usare una porzione di ogni offerta

        pubblica iniziale per costituire un fondo per

        finanziare un autentico "dividendo di

        cittadinanza".

        Oltre agli esempi da te citati ce ne sono anche
        altri,per esempio c'è un AI giornalista che in
        autonomia compone un articolo che è
        indistinguibile da un giornalista in carne ed
        ossa. Per il momento verranno sostituiti i lavori
        manuali ma non ci si vuol fermare a quello,si
        andrà oltre tanto da iniziare a competere con le
        macchine e li sarà la
        fine.

        Già oggi siamo in una situzione dove il lavoro va
        scemando,che fien faranno quelli che lo
        eprderanno ? Non credo proprio che si
        distribuiranno soldi a
        pioggia.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 febbraio 2017 15.51-----------------------------------------------------------
        • F Type scrive:
          Re: Quarta rivoluzione industriale
          Quel tipo di denaro non finisce alla gente comune,ne è grazie a quello che puoi risollevare la situazione
          • Luke1 scrive:
            Re: Quarta rivoluzione industriale
            - Scritto da: F Type
            Quel tipo di denaro non finisce alla gente
            comune,ne è grazie a quello che puoi risollevare
            la
            situazioneCorreggo: non è finito alla gente comune - fino ad adesso -. Il percorso degli ultimi round di quantitative easing è stato più tormentato di quanto si pensi, l'efficacia di questa misura è stata messa in discussione più volte da vari parlamentari europei che hanno avanzato proposte alternative di investimenti pubblici e di versamenti diretti sui conti correnti dei cittadini per realizzare quella politica definita dall'economista liberale Milton Friedman "helicopter money". E' stata anche tenuta una conferenza sull'argomento presso il parlamento europeo a cui partecipò anche Eric Lonergan della pubblicazione Foreign Affairs, convinto sostenitore dei trasferimenti di denaro. A queste sollecitazioni Draghi ha risposto dicendo che sussistevano degli ostacoli di carattere formale affinché la BCE mettesse in atto una politica di tipo fiscale, il che equivaleva a rimandare la palla all'europarlamento per legiferare in merito. Recentemente l'inflazione si è leggermente alzata (anche se devo controllare i dati per vedere quanto e se siano uniformi) ma è altrettanto vero che l'europarlamento ha cominciato a discutere di automazione e di reddito di base incondizionato.
    • hng6vbg scrive:
      Re: Quarta rivoluzione industriale

      Vaglierei soluzioni più pratiche per finanziare
      il reddito di base incondizionato, http://www.telesurtv.net/english/opinion/Basic-Income-as-a-Neoliberal-Weapon-20170217-0009.html
      • Luke1 scrive:
        Re: Quarta rivoluzione industriale
        Caro hng6vbg, quella a cui stiamo assistendo è una trasformazione epocale del nostro sistema economico, come la definisce Moshe Vardi, è una transizione di fase: la tecnologia ha tradizionalmente creato più opportunità di lavoro nel corso delle precedenti rivoluzioni industriali, ma ora è giunta ad un livello in cui cambia natura, si trasforma come l'acqua calda quando diventa vapore, è la sintesi dell'intelligenza e la fine di un'economia basata essenzialmente sul lavoro umano. Alla luce di tutto questo il disaccoppiamento del reddito dal lavoro è un evento inevitabile, non importa cosa possano pensare adesso coloro che stanno sperimentando il reddito di base in Finlandia o in Olanda: questa forma di dividendo di cittadinanza è destinata a rimpiazzare il salario in toto per la maggioranza della popolazione (Oxford Martin Programme, London School of Economics, istituto Gartner, McKinsey e Bruegel sono tutti concordi nel ritenere che entro 15 anni il progresso tecnologico renderà obsoleto il 50% dei posti di lavoro) quindi dovrà essere adeguato alle potenzialità in termini di output industriale dell'economia della quarta rivoluzione industriale pena un'involuzione e collasso del nostro sistema socioeconomico. E qui viene il bello ed il motivo per cui occorre correre verso questo cambio di paradigma: l'economia dell'automazione tende al costo marginale zero (quindi, ad una riduzione del prezzo dei prodotti) e a produrre volumi di prodotti e servizi di gran lunga superiori a quelli di un'economia sospinta dal lavoro umano (le fabbriche cinesi che hanno robotizzato la produzione hanno sperimentato aumenti di produzione fino al 250%, I TIR driverless non faranno mai una sosta, per non parlare del fatto che IA medico / avvocato o impiegato saranno disponibili 24 ore su 24 macinando quantità enormi di lavoro) quindi la sostituzione di una forma di lavoro con una molto più efficiente assicurando nel contempo un'alimentazione adeguata della domanda è migliore opportunità di cui disponiamo per accedere ad un futuro di prosperità. Certo, è un processo che va guidato (per esempio per essere certi che il reddito di base parta da un importo adeguato e sia indicizzato agli aumenti di produttività) ma quello che occorre capire e far capire a questi intellettuali di sinistra ed ex sindacalisti è che uno scontro di classe basato sulla dialettica tra lavoro e capitale a questo punto non ha nessuna speranza e che è indispensabile spostarsi verso il terreno di gioco della politica coinvolgendo la società civile in un dibattito sull'essenza del nuovo contratto sociale all'alba dell'era dell'IA e della robotica avanzata.- Scritto da: hng6vbg

        Vaglierei soluzioni più pratiche per
        finanziare

        il reddito di base incondizionato,

        http://www.telesurtv.net/english/opinion/Basic-Inc
        • F Type scrive:
          Re: Quarta rivoluzione industriale
          Quindi anche tu alla fine vedi prodotti gratis sfornati a destra e a manca dati in omaggio a tutti,però sono dei benefattori...Non penso che andrà così,già oggi te ne puoi rendere conto.
          • Luke1 scrive:
            Re: Quarta rivoluzione industriale
            Non ho mai detto niente del genere. D'altra parte è un'errata assunzione quella di credere che l'emanazione di un reddito di base incondizionato porterebbe all'instaurarsi di un'economia collettivizzata. Il comunismo si fonda infatti sulla statalizzazione dei mezzi di produzione, il reddito di base incondizionato non prevede nulla di tutto questo, non stravolge l'economia di mercato ma si inserisce nel sistema capitalista permettendo di bypassarne quell'anello che sta diventando sempre più fragile, quello che congiunge la produzione ai consumi, quello che fino ad oggi ha avuto funzioni redistributive oltre che produttive: il lavoro salariato. Ma a livello logico-strutturale col reddito di base le cose cambierebbero poco: le aziende verserebbero in tasse quello che oggi (non) erogano in termini di salari, l'economia di mercato resterebbe in pieno vigore, la ratio del sistema sarebbe la stessa di oggi: contendersi quote di mercato per appropriarsi di quella fetta di reddito (di base, da rendita o da lavoro residuo) destinato ad altre aziende, ad altri consumi. La logica che sottende all'instaurazione del reddito di base è la stessa che ha permesso ai lavoratori di innalzarsi da uno stato di abietta povertà durante il protocapitalismo al benessere conseguente alla seconda rivoluzione industriale: la perpetuazione della crescita economica. Chi sostiene che, per il fatto di non partecipare al "lavoro" la massa non avrebbe diritto ad un reddito trascura il fatto che l'economia che stiamo costruendo si sta astraendo dalla logica del lavoro e ha bisogno di consumatori, non di lavoratori. L'instaurazione del reddito di base incondizionato renderà nuovamente funzionale il sistema capitalista, garantirà la continuità del ciclo produzione consumi e ci permetterà di guardare oltre i limiti del sistema attuale.- Scritto da: F Type
            Quindi anche tu alla fine vedi prodotti gratis
            sfornati a destra e a manca dati in omaggio a
            tutti,però sono dei
            benefattori...

            Non penso che andrà così,già oggi te ne puoi
            rendere
            conto.
          • Zizzo scrive:
            Re: Quarta rivoluzione industriale
            Il principio più logico è "finché ce ne è rastrelliamo i patrimoni rimasti contendendoceli all'ultimo sangue con i concorrenti, poi quando tutti avranno in pezze al culo se saremo riusciti a sopravvivere saremo in posizione dominante e vediamo cosa inventarci"
          • Luke1 scrive:
            Re: Quarta rivoluzione industriale
            Sì ma non c'è tutto questo tempo per pensarci su. Già la perdita di potere d'acquisto della working class causato dalla precarizzazione del lavoro e la riduzione dei salari sta portando ad una crisi cronica della domanda aggregata, inflazione patologicamente bassa, distrazione dei capitali dall'economia reale, bolle finanziarie e non ultima instabilità politica, la stessa che ha causato la brexit e l'elezione di Donald Trump. Tutto ciò che abbiamo costruito potrebbe crollare come un castello di carte se non si trova un modo per garantire alla maggior parte della popolazione condizioni di vita per lo meno pari a quelle permesse dalla società del lavoro di massa. - Scritto da: Zizzo
            Il principio più logico è "finché ce ne è
            rastrelliamo i patrimoni rimasti contendendoceli
            all'ultimo sangue con i concorrenti, poi quando
            tutti avranno in pezze al culo se saremo riusciti
            a sopravvivere saremo in posizione dominante e
            vediamo cosa
            inventarci"-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 febbraio 2017 18.26-----------------------------------------------------------
  • bubba scrive:
    hei gates, ma ti ricordi il DOJ?
    "Secondo Gates, sono i governi che devono assumersi l'onere di sorvegliare [...] invece che fare affidamento alle imprese"eh zio bill, ci hanno provato... ti ricordi https://en.wikipedia.org/wiki/United_States_v._Microsoft_Corp. ? volevano ridurre il potere del tuo monopolio... ma la tua attivita' corrutiva di lobbying e' stata piu' forte :P
  • Citto scrive:
    Billy e la vecchiaia
    Sta iniziando a sparare cazzate come quelle di Stephen Hawking
  • F Type scrive:
    Kill Bill
    Caro Bill menti sapendo di mentire....La cifra che è disposta a pagare un ultraricco in più è sempre pari a ZERO,non esiste,ad un certo punto si arriverà per forza agli scontri sociali.
    • panda rossa scrive:
      Re: Kill Bill
      - Scritto da: F Type
      Caro Bill menti sapendo di mentire....

      La cifra che è disposta a pagare un ultraricco in
      più è sempre pari a ZERO,non esiste,ad un certo
      punto si arriverà per forza agli scontri
      sociali.Oppure si arriverà finalmente nel futuro.Quando i robot saranno in grado di svolgere qualunque attivita' manuale, il cibo sara' a disposizione di tutti e non ci sara' alcuno scontro sociale.E' una ricetta che hanno inventato 2000 anni fa e funzionava benissimo: <b
      Panem et circenses! </b
      • F Type scrive:
        Re: Kill Bill
        - Scritto da: panda rossa
        Oppure si arriverà finalmente nel futuro.E non ti piacerà...
        Quando i robot saranno in grado di svolgere
        qualunque attivita' manuale, il cibo sara' a
        disposizione di tutti e non ci sara' alcuno
        scontro
        sociale.Quando si arriverà a quel punto il genere umano sarà fottuto.Nessuno ti darà mai cibo,cure o soldi gratis.
        • panda rossa scrive:
          Re: Kill Bill
          - Scritto da: F Type
          - Scritto da: panda rossa


          Oppure si arriverà finalmente nel futuro.

          E non ti piacerà...


          Quando i robot saranno in grado di svolgere

          qualunque attivita' manuale, il cibo sara' a

          disposizione di tutti e non ci sara' alcuno

          scontro

          sociale.

          Quando si arriverà a quel punto il genere umano
          sarà
          fottuto.
          Nessuno ti darà mai cibo,cure o soldi gratis.Me li danno i robot.E non solo a me.
          • F Type scrive:
            Re: Kill Bill
            - Scritto da: panda rossa
            Me li danno i robot.
            E non solo a me.Gratis ? NOn credo proprio...
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Kill Bill
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: F Type

            - Scritto da: panda rossa




            Oppure si arriverà finalmente nel
            futuro.



            E non ti piacerà...




            Quando i robot saranno in grado di
            svolgere


            qualunque attivita' manuale, il cibo
            sara'
            a


            disposizione di tutti e non ci sara'
            alcuno


            scontro


            sociale.



            Quando si arriverà a quel punto il genere
            umano

            sarà

            fottuto.

            Nessuno ti darà mai cibo,cure o soldi gratis.

            Me li danno i robot.
            E non solo a me.In un Mondo perfetto, sarebbe così! Ma nel 'nostro' Mondo il trarne profitto porta le persone esattamente all'opposto!
      • max59 scrive:
        Re: Kill Bill
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: F Type

        Caro Bill menti sapendo di mentire....



        La cifra che è disposta a pagare un
        ultraricco
        in

        più è sempre pari a ZERO,non esiste,ad un
        certo

        punto si arriverà per forza agli scontri

        sociali.

        Oppure si arriverà finalmente nel futuro.

        Quando i robot saranno in grado di svolgere
        qualunque attivita' manuale, il cibo sara' a
        disposizione di tutti e non ci sara' alcuno
        scontro
        sociale.

        E' una ricetta che hanno inventato 2000 anni fa e
        funzionava
        benissimo:
        <b

        Panem et circenses! </b
        Al massimo un abbonamento eterno a sky, il Colosseo non lo ricostruiscono di certo ... javascript:void(0);
        • vvxfbvztb scrive:
          Re: Kill Bill


          Panem et circenses! </b


          Al massimo un abbonamento eterno a sky, il
          Colosseo non lo ricostruiscono di certo ...
          javascript:void(0);Come no? Se ci aggiungi una bella speculazione edilizia con tanto di centro commerciale ed uffici te lo costruiscono pure su un'area a rischio di inondazione.
      • nome e cognome scrive:
        Re: Kill Bill

        Quando i robot saranno in grado di svolgere
        qualunque attivita' manuale, il cibo sara' a
        disposizione di tutti e non ci sara' alcuno
        scontro
        sociale.Fino a quando i robot funzioneranno a corrente elettrica e la corrente elettrica sarà una risorsa finita ci sarà sempre qualcuno sopra e qualcuno sotto.
      • seven scrive:
        Re: Kill Bill
        - Scritto da: panda rossa
        Quando i robot saranno in grado di svolgere
        qualunque attivita' manuale, il cibo sara' a
        disposizione di tutti e non ci sara' alcuno
        scontro
        sociale.Un sistema umano senza differenze sociali è instabile.
    • vvfbvtb scrive:
      Re: Kill Bill
      - Scritto da: F Type
      Caro Bill menti sapendo di mentire....

      La cifra che è disposta a pagare un ultraricco in
      più è sempre pari a ZERO,non esiste,ad un certo
      punto si arriverà per forza agli scontri
      sociali.Hai iniziato dicendo qualcosa di giusto, ma ti sei spiegato poco e male. Una tassa del genere no potrà mai funzionare per parecchi motivi. La grande finanza ha imparato a mettere i paesi uno contro l'altro. Se alcuni mettono le tasse sui macchinari loro spostano la produzione in altri paesi, un governo che si fa corrompere e mette tasse favorevoli lo trovano sempre e gli altri per non perdere le fabbriche son ocostretti ad adeguarsi.Poi c'è il problema di tutti i macchinari già installati nelle fabbriche. Hanno diversi livelli di sofisticazione sostituendo più o meno lavoratori, chi ggira per le fabbriche a catalogare i macchinari? Chi è in grado di stimare l'impatto di un macchinario? Poi come vogliamo giudicare una stupida pressa? Un nastro trasportatore con una barriera e un sensore RFID che spinge i pacchetti trasportati da un lato o dall'altro come lo giudichiamo? In realtà quella di Gates è solo una bella sparata per farsi pubblicità.
      • F Type scrive:
        Re: Kill Bill
        - Scritto da: vvfbvtb
        Una tassa del genere no potrà mai funzionare per parecchi motivi. La
        grande finanza ha imparato a mettere i paesi uno
        contro l'altro.Più che altro è la grande finanza a comandare oggi.
        Se alcuni mettono le tasse sui
        macchinari loro spostano la produzione in altri
        paesi, un governo che si fa corrompere e mette
        tasse favorevoli lo trovano sempre e gli altri
        per non perdere le fabbriche son ocostretti ad
        adeguarsi.Come è già per la produzione,il lavoro,ecc
        Poi c'è il problema di tutti i macchinari già
        installati nelle fabbriche. Hanno diversi livelli
        di sofisticazione sostituendo più o meno
        lavoratori, chi ggira per le fabbriche a
        catalogare i macchinari? Chi è in grado di
        stimare l'impatto di un macchinario?In America le grosse compagnie hanno coputer avvocati o segretarie virtuali,in alcuni ospedali hanno robot addetti al trasporto di medicinali,pulizia,biancheria,ecc riducendo di molto il personale che lo faceva prima.
        Poi come vogliamo giudicare una stupida pressa?
        Un nastro trasportatore con una barriera e un
        sensore RFID che spinge i pacchetti trasportati
        da un lato o dall'altro come lo giudichiamo?Quello di cui parla l'articolo è qualcosa di più sofisticato.
        In realtà quella di Gates è solo una bella
        sparata per farsi
        pubblicità.Nessun grande proprietario di robot sarà disposto a pagare ulteriori tasse, ma se già già oggi con il lavoro precario che c'è ed in via di diminuzione non si fa niente al riguardo,sarà la stessa cosa con un impiego massiccio dell'automazione.
        • vvxfbvztb scrive:
          Re: Kill Bill


          Quello di cui parla l'articolo è qualcosa di più
          sofisticato.
          Eppure io scrivo in italiano? Perchè la gente non sa leggere?Ho scritto che è impossibile stabilire un limite tra tutte le sfumature che ci sono tra i vari livelli di sofisticazione.
        • max59 scrive:
          Re: Kill Bill
          - Scritto da: F Type

          In America le grosse compagnie hanno computer
          avvocati o segretarie virtuali,in alcuni ospedali
          hanno robot addetti al trasporto di
          medicinali,pulizia,biancheria,ecc riducendo di
          molto il personale che lo faceva
          prima.I robot potranno essere assistenti sempre più validi, come le segreterie virtuali, ma nemmeno fra mille anni arriveranno a compiti decisionali come sostituire un avvocato.
          • F Type scrive:
            Re: Kill Bill
            - Scritto da: max59
            I robot potranno essere assistenti sempre più
            validi, come le segreterie virtuali, ma nemmeno
            fra mille anni arriveranno a compiti decisionali
            come sostituire un
            avvocato.Fossi in te non ne sarei così sicuro.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Kill Bill
            - Scritto da: F Type
            - Scritto da: max59


            I robot potranno essere assistenti sempre più

            validi, come le segreterie virtuali, ma
            nemmeno

            fra mille anni arriveranno a compiti
            decisionali

            come sostituire un

            avvocato.

            Fossi in te non ne sarei così sicuro."Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà porne uno."A. Einstein
    • iRoby scrive:
      Re: Kill Bill
      Quell'uomo è sempre stato un demente, ora ancora di più.
  • gbtfyjft scrive:
    5 anni
    econdo il World Economic Forum in 5 anni sono già stati persi oltre 5 milioni di posti di lavoro a causa dell'ingerenza dei robot. Ma di che parlano?I robot industriali sono utilizzati nelle nostre fabbriche da decenni.
    • F Type scrive:
      Re: 5 anni
      - Scritto da: gbtfyjft
      Ma di che parlano?
      I robot industriali sono utilizzati nelle nostre
      fabbriche da
      decenni.Ma si sta spingendo sempre di più,come in questi ultimi anni,tra l'altro anche in settori dove prima l'impiego non era così massiccio.
      • Il fuddaro scrive:
        Re: 5 anni
        - Scritto da: F Type
        - Scritto da: gbtfyjft


        Ma di che parlano?

        I robot industriali sono utilizzati nelle nostre

        fabbriche da

        decenni.

        Ma si sta spingendo sempre di più,come in questi
        ultimi anni,tra l'altro anche in settori dove
        prima l'impiego non era così
        massiccio.Ecco il perché(della propaganda di Rockefeller), dell' eliminazione del 70% della popolazione mondiale in un vent'ennio.Poca gente(i ricchi), a godersela bellamente, e il tanto lavoro ai robot.
Chiudi i commenti