Google, Destinazione vacanze

Mounatin View mette a disposizione sul motore di ricerca una funzione per organizzare un viaggio, direttamente dallo schermo del proprio dispositivo mobile

Roma – Google ha annunciato una nuova funzione di ricerca chiamata Destinations , che promette di essere uno strumento utile nell’organizzazione di una vacanza.

screenshot

L’ idea è quella di permettere ai suoi utenti di farsi un’idea di dove e quando andare in vacanza e di calcolare in generale i possibili costi direttamente dal proprio smartphone: per farlo si esplorano tutti gli aspetti fondamentali, dalla selezione dei voli alla prenotazione degli hotel alla pianificazione dell’itinerario di viaggio, aggregandoli in una nuova modalità di ricerca.

Google sfrutterà sicuramente la vastità di dati a sua disposizione, tra cui quelli di Google Flights, che ospita ora una finestra dedicata a possibili nuove destinazioni e che sembra funzionare , anche da desktop , con una logica simile a quella Destinations su Google: per quanto la funzione Destinations non sia mirata alla vendita di voli o soggiorni, è simile a quanto offerto da altre agenzie di viaggio online come Expedia e Booking.com. Naturalmente non può che impensierire i concorrenti diretti che avevano già invocato l’aiuto dell’antitrust per vigilare sulla questione della prenotazione dei viaggi online.

La funzione Destinations sarà disponibile solo da mobile su Android o iOS, e per il momento con tutte le funzioni solo negli Stati Uniti: per accedervi basta digitare sul proprio dispositivo mobile una meta seguita dal termine “destination” (anche se gli osservatori fuori dall’Italia riferiscono che funzioni anche digitando la propria destinazione seguita da termini generici correlati a vacanza e viaggi): in risposta a tale ricerca Google offrirà un riquadro con una serie di opzioni per affinare la ricerca e filtri legati agli interessi, alle date di arrivo e di partenza e al budget disponibile .

Sotto, una serie di foto mostrano le mete più gettonate connesse alla propria destinazione, con piccoli stralci di informazioni, l’indicazione della settimana più conveniente nei prossimi sei mesi , l’indicazione dei voli più convenienti per quella settimana ed un’indicazione del prezzo medio dell’hotel.

Google è inoltre in grado di suggerire per la destinazione scelta il periodo mediamente più soleggiato e quello meno frequentato e veri e propri percorsi di visita, corrispondenti agli itinerari maggiormente scelti in un determinato periodo dai viaggiatori, e contrassegnati dal tag “travel”.

Infine Destinations offre la possibilità di organizzare il proprio viaggio, con un’apposita funzione che permette di aggiungere il numero di persone comprese nel viaggio, il numero di tappe che si vogliono fare, il numero di notti e l’indicazione della classe di hotel desiderata: questo permetterà a Google di presentare un calcolo approssimativo del costo della vacanza che potrà essere adattato a seconda del mese in cui si farà il proprio viaggio.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • can sas scrive:
    fuffa
    Altroconsumo si fa pubblicità.Tutto qui.L'italia è il paese della fuffa e la patria dei fuffaroli e dei boccaloni.
  • zappaterron e scrive:
    facciata (di cu*o) all'italiana
    Hahahahahahaha, che eroi!Sicuramente Apple tremerà dalle fondamenta.Buffoni e ipocriti impotenti.
  • M P scrive:
    confezione.
    La confezione non è assolutamente necessaria quello che conta è sicuramente lo scontrino ma la confezione non serve. Quello che bisogna fare è consegnarlo tramite un imballaggio adeguato che può benissimo non essere la confezione.
  • Thebek87 scrive:
    La class action andrebbe rivolta a tutti
    Volevo acquistare, poche settimane fa, uno smartphone prima LG e poi Huawei con 8gb di memoria ma poi ho letto su vari siti e forum che quella disponibile, su 8gb, sarebbe stata massimo 3gb senza la possibilità di spostare le app sulla microSD... Anche quella e pubblicità ingannevole... Ti dicono 8gb e ne hai massimo 3gb.
  • Mario scrive:
    Mi sembra improbabile che verrá accettat
    Da sempre compurer e affini vengono venduti indicando lo spazio disco totale, qundi non ci sarebbe coerenza dover indicare per gli smartphone solo lo spazio disponibile.
    • Izio01 scrive:
      Re: Mi sembra improbabile che verrá accettat
      - Scritto da: Mario
      Da sempre compurer e affini vengono venduti
      indicando lo spazio disco totale, qundi non ci
      sarebbe coerenza dover indicare per gli
      smartphone solo lo spazio disponibile.Soprattutto, class action ben più fondate, come quella in favore dei pendolari, eterne vittime di disservizi scandalosi, o quella contro le prove tarocche delle automobili (effettuate con gomme gonfiate a 4 atmosfere, alternatore staccato, lubrificanti speciali e chi più ne ha, più ne metta), vengono cassate dai nostri bravi giudici.Dubito fortemente che possa passare questa, anche se personalmente penso che un po' di merito potrebbe averlo (non necessariamente in qusto caso specifico). Quando la memoria effettivamente disponibile diventa meno della metà di quella pubblicizzata, non è così sbagliato incavolarsi.http://tablet-news.com/2013/01/30/microsofts-surface-pro-64-gb-only-leaves-users-with-less-then-half-free-storage-space/
      • ex pendolare scrive:
        Re: Mi sembra improbabile che verrá accettat
        - Scritto da: Izio01
        Soprattutto, class action ben più fondate, come
        quella in favore dei pendolari, eterne vittime di
        disservizi scandalosiFino a una decina d'anni feci per tre anni il pendolare sulla tratta Milano-Mortara. Definire il servizio "scandaloso" è minimizzare, non credo esistano parole per definirlo. Servizi altrettanto inefficienti penso non esistano in alcun altro Paese civilizzato.
      • nushuth scrive:
        Re: Mi sembra improbabile che verrá accettat

        Soprattutto, class action ben più fondate, come
        quella in favore dei pendolariIn Italia come ti muovi sbagli. perche ci sarà sempre qualcuno che si alza e dice "ma se invece di queste stupidaggini si occupassero di..."Altroconsumo è una associazione ramificata. quindi mentre c'è chi si occupa di telefonia, e chi si occupa di trasporti.E' invece divertente vedere che ci sono ancora troppe persone che se ne stanno sedute a lamentarsi e bastam e ad aspettare che sia sempre qualcun altro ad accuparsi dei problemi... di cui chiunque potrebbe occuparsi.
        • Izio01 scrive:
          Re: Mi sembra improbabile che verrá accettat
          - Scritto da: nushuth

          Soprattutto, class action ben più fondate, come

          quella in favore dei pendolari

          In Italia come ti muovi sbagli. perche ci sarà
          sempre qualcuno che si alza e dice "ma se invece
          di queste stupidaggini si occupassero di..."

          Altroconsumo è una associazione ramificata.
          quindi mentre c'è chi si occupa di telefonia, e
          chi si occupa di trasporti.

          E' invece divertente vedere che ci sono ancora
          troppe persone che se ne stanno sedute a
          lamentarsi e bastam e ad aspettare che sia sempre
          qualcun altro ad accuparsi dei problemi... di cui
          chiunque potrebbe occuparsi.O tu non hai capito il mio intervento, o io non ho capito il tuo.Io non critico Altroconsumo per aver scelto di aprire questa class action. Critico i giudici che hanno silurato altre due class action promosse da AC per motivi meno labili di questi. Prendi ad esempio i pendolari. Disagi protratti, documentati, che veramente peggiorano la vita per un sacco di persone. Cosa chiedono queste persone? Che funzioni il riscaldamento dei treni. Che gli orari siano rispettati e non saltino le corse. Tutte cose per cui pagano e che vengono semplicemente disattese dalle compagnie ferroviarie. Eppure per un giudice, che evidentemente di questi problemi non ne ha, questo non è motivo sufficiente per avviare una class action. A questo punto, posso solo chiedermi cosa lo sia secondo loro.Per questo dubito che lasceranno passare questa, tutto qua.
    • M.R. scrive:
      Re: Mi sembra improbabile che verrá accettat
      Invece penso ci siano buone possibilità che passi....Intanto ho scontrini e scatole pronte all' occorrenza :D :D
  • margherita2005 scrive:
    e gli altri?
    condivido quanto riportato da Claudio. Ma come da oggetto mi chiedo, e gli altri produttori? è una questione di principio quindi vale per tutti, considerando anche che a seconda delle installazioni la memoria impegnata varia anche significativamente.
    • nushuth scrive:
      Re: e gli altri?
      Certamente il principio vale per tutti. ma siccome per ogni produttore è necessario avviare una diversa class action, come "apripista" scegli il propduttore o i due produttori piu diffusi. in questo caso apple e samsung.
  • claudio scrive:
    la memoria di altroconsumo
    Quando comprate l'abbonamento a l'altroconsumo vi vendono insieme un gadget.Ci ricordiamo, vero?, di quando vendevano una compatta a fuoco fisso come autofocus?ci ricordiamo che vi vendono dei gadget spacciandolo per regalo?Mi semmba tim: 1000SMS in regalo con 5 euro...La pietra scagliata...
  • rico scrive:
    Giusta l'action, non il titolo
    Perchè chiamare gadget uno smartphone? E' un dispositivo (device) vero e proprio, non un oggettino che ti regalano insieme al giornale.Giusta pero la class-action (se mai sarà ritenuta legale):per fare un analogia, è come se una casa automobilistica dichiarasse come bagagliaio l'intero spazio dell' auto, togliendo sedili, passeggeri, cruscotto, volante ecc.
    • Teo_ scrive:
      Re: Giusta l'action, non il titolo
      - Scritto da: rico
      Perchè chiamare gadget uno smartphone? E' un
      dispositivo (device) vero e proprio, non un
      oggettino che ti regalano insieme al
      giornale.
      Giusta pero la class-action (se mai sarà ritenuta
      legale):
      per fare un analogia, è come se una casa
      automobilistica dichiarasse come bagagliaio
      l'intero spazio dell' auto, togliendo sedili,
      passeggeri, cruscotto, volante
      ecc.Ti precisano forse che lo spazio è quello disponibile per i bagagli dellutente? Uninformazione più completa dovrebbe comprendere lo spazio indicativo occupato da sistema operativo ed eventuali app non rimovibili, ma chiedere un rimborso perché lacquirente ignora che su uno smartphone (o computer o altro) esiste un sistema operativo che da qualche parte dovrà pur stare, mi sembra un filino forzato.
      • consumatore scrive:
        Re: Giusta l'action, non il titolo

        un sistema operativo che da qualche parte dovrà
        pur stare, mi sembra un filino
        forzatoPer me sta su una memoria separata e non riguarda i 16 gb pubblicizzati
        • Teo_ scrive:
          Re: Giusta l'action, non il titolo
          - Scritto da: consumatore

          un sistema operativo che da qualche parte dovrà

          pur stare, mi sembra un filino

          forzato

          Per me sta su una memoria separata e non riguarda
          i 16 gb
          pubblicizzatiAllora indignati anche per i 16GB di RAM del computer pubblicizzato sul volantino del supermercato che in parte sono occupati dai processi lanciati dal sistema operativo.
          • consumatore scrive:
            Re: Giusta l'action, non il titolo


            Allora indignati anche per i 16GB di RAM del
            computer pubblicizzato sul volantino del
            supermercato che in parte sono occupati dai
            processi lanciati dal sistema
            operativo.L'oggetto del contendere non e' il dispositivo, uno se lo puo' costruire come vuole basta che risponde alle norme CE ma come e' stato pubblicizzato"La pubblicita' ingannevole è tale quando induce in errore il consumatore, influenzandone le decisioni mediante informazioni false o il mancato apporto di informazioni rilevanti . In caso di pubblicità ingannevole è necessario decidere se essa abbia causato un danno al consumatore. La tutela è prevista anche per la concorrenza tra imprese."
          • Teo_ scrive:
            Re: Giusta l'action, non il titolo
            - Scritto da: consumatore



            Allora indignati anche per i 16GB di RAM del

            computer pubblicizzato sul volantino del

            supermercato che in parte sono occupati dai

            processi lanciati dal sistema

            operativo.

            L'oggetto del contendere non e' il dispositivo,
            uno se lo puo' costruire come vuole basta che
            risponde alle norme CE ma come e' stato
            pubblicizzato


            "La pubblicita' ingannevole è tale quando induce
            in errore il consumatore, influenzandone le
            decisioni mediante informazioni false o <b
            il
            mancato apporto di informazioni rilevanti </b
            . In
            caso di pubblicità ingannevole è necessario
            decidere se essa abbia causato un danno al
            consumatore. La tutela è prevista anche per la
            concorrenza tra
            imprese."È forse stato pubblicizzato che aveva 20GB invece che 16?
          • consumatore scrive:
            Re: Giusta l'action, non il titolo
            http://punto-informatico.it/4208320/PI/News/samsung-multata-italia-memoria-che-non-torna.aspx"la diffusione di informazioni fuorvianti e l'omissione di informazioni rilevanti"Ho adesso in mano la pubblicita' di un cellulare tra le caratteristiche scritte in ben evidenza spicca "memoria interna 32 GB*" in fondo alla pagina scritto in caratteri microscopici "*la percentuale di spazio disponibile all'utente e' approssimativamente pari al 76% della capacita' di memoria totale indicata" (all'utente rimangono 24 GB)
          • Teo_ scrive:
            Re: Giusta l'action, non il titolo
            - Scritto da: consumatore
            http://punto-informatico.it/4208320/PI/News/samsun

            "la diffusione di informazioni fuorvianti e
            l'omissione di informazioni
            rilevanti"

            Ho adesso in mano la pubblicita' di un cellulare
            tra le caratteristiche scritte in ben evidenza
            spicca "memoria interna 32 GB*" in fondo alla
            pagina scritto in caratteri microscopici "*la
            percentuale di spazio disponibile all'utente e'
            approssimativamente pari al 76% della capacita'
            di memoria totale indicata" (all'utente rimangono
            24
            GB)Trovi lo stesso sulla pubblicità dei computer? A computer acceso la percentuale di memoria RAM disponbilile allutente è x%?".Quello che hai trovato scritto è sicuramente qualcosa che è stato aggiunto in seguito a questo tipo di polemiche o cause. Un po come linvito a non mettere il gatto nel microonde.
          • M.R. scrive:
            Re: Giusta l'action, non il titolo
            E' diverso.La Ram di principio è vuota e a disposizione completa (al 100%) del PC quando lo accendi e che la usa caricandola e scaricandola all' occorrenza per tutti i 16 gb (o 8, 32, 64 dipende da quello che compri). L'iphone, il Samsung e qualsiasi altro smartphone invece pubblicizzano la capacità facendo volutamente intendere che è a completa disposizione dell' utente quando così non è (pubblicità ingannevole = scelta non consapevole dell' utente).E non mi soffermo poi sul fatto che i cosiddetti 16 gb poi non sono neanche tali per via del tipo di conversione che si usa per i dati che non è a base 10 e quindi precisa (di fatto sono quindi sempre meno dei dichiarati).Diciamo piuttosto che ormai quasi tutti sanno che la memoria disponibile non corrisponde alla memoria "fisica" disponibile e che forse una azione simile andava fatta in passato quando il problema si è fatto vivo per costringere le compagnie magari o a pubblicizzare la reale capacità disponibile (cosa che direi controproducente per loro) o (cosa a vantaggio del consumatore) implementare memorie più capienti partendo magari dai 32 gb.Aggiungo che la gestione della memoria degli Iphone e Ipad fa un po' pena visto che lo spazio diminuisce ancora di più per quella maledettissima voce "altro": sul mio Iphone 5s da 16 Gb (di cui ne restano 11.6 installato il sistema operativo) mi ritrovo con 4 Gb di "altro" che mi fanno fare i salti mortali per aggiornare le APP più corpose.
          • Teo_ scrive:
            Re: Giusta l'action, non il titolo
            - Scritto da: M.R.
            E' diverso.
            La Ram di principio è vuota e a disposizione
            completa (al 100%) del PC quando lo accendi e che
            la usa caricandola e scaricandola all' occorrenza
            per tutti i 16 gb (o 8, 32, 64 dipende da quello
            che compri). L'iphone, il Samsung e qualsiasi
            altro smartphone invece pubblicizzano la capacità
            facendo volutamente intendere che è a completa
            disposizione dell' utente quando così non è
            (pubblicità ingannevole = scelta non consapevole
            dell'
            utente).
            E non mi soffermo poi sul fatto che i cosiddetti
            16 gb poi non sono neanche tali per via del tipo
            di conversione che si usa per i dati che non è a
            base 10 e quindi precisa (di fatto sono quindi
            sempre meno dei
            dichiarati).
            Diciamo piuttosto che ormai quasi tutti sanno che
            la memoria disponibile non corrisponde alla
            memoria "fisica" disponibile e che forse una
            azione simile andava fatta in passato quando il
            problema si è fatto vivo per costringere le
            compagnie magari o a pubblicizzare la reale
            capacità disponibile (cosa che direi
            controproducente per loro) o (cosa a vantaggio
            del consumatore) implementare memorie più
            capienti partendo magari dai 32
            gb.La vedo dura svuotare completamente la RAM mentre usi il computer e lutente che volesse caricare in RAM il suo file da 16GB non riuscirebbe perché in parte è appunto occupata dal sistema operativo.Ho parlato di RAM perché più eclatante, ma poteva essere lo stesso anche per SSD/HD, dove le specifiche tecniche danno la capienza effettiva ma in parte lo spazio è occupato dal sistema operativo e applicazioni.Laspettativa del consumatore è che non vengano forniti i dati tecnici reali ma puoi salvare 3234455 documenti di Word da 53968402 parole oppure tot immagini?
          • M.R. scrive:
            Re: Giusta l'action, non il titolo
            La ram non è usabile dall' utente in modo diretto, ma serve solo al funzionamento del pc. I 16 gb sono reali e pronti all'uso ogni volta che accendi il pc. Per il telefono invece così non è in quanto parte dello spazio è perennemente occupata e di fatto scalata dal totale. E, soprattutto, in questo caso ad uso e consumo diretto (anche gli smartphone hanno la ram).I pc non hanno l' hard disk indissolubilmente legato all' hardware in quanto puoi sostituirlo con uno di qualsiasi capienza e potresti usare al limite l' intera capienza tramite l' uso di un sistema operativo su live cd o usb drive: installarci il sistema operativo direttamente è una scelta dell' utente (e comunque una scelta quasi obbligata) ma sempre di scelta si tratta.Uno smartphone senza SO installato è un soprammobile fermacarte (e non te ne fai niente dei 16 gb di memoria). Il problema è come ti presentano il telefono facendo credere che la memoria sia tutta a tua disposizione quando non è così.Se montassero 128 Gb di memoria flash dubito che ci sarebbe chi si lamenta di 4 Gb occupati, ma su 16 rappresentano una perdita del 25 % e non è poco.E come se ti vendessero un furgone dicendo che puoi caricare 500 kg e poi ti accorgi che in realtà sono 300 perché 200 kg sono le due persone a bordo che lo guidano. Bella fregatura direi.
          • Teo_ scrive:
            Re: Giusta l'action, non il titolo
            - Scritto da: M.R.
            La ram non è usabile dall' utente in modo
            diretto, ma serve solo al funzionamento del pc. I
            16 gb sono reali e pronti all'uso ogni volta che
            accendi il pc.Beh, insomma... senza scomodare luso di RAM disk, non è proprio così. OK che si libera allo spegnimento del computer, ma non te ne fai molto di spazio libero su un computer spento.
            Per il telefono invece così non è
            in quanto parte dello spazio è perennemente
            occupata e di fatto scalata dal totale. E,
            soprattutto, in questo caso ad uso e consumo
            diretto (anche gli smartphone hanno la
            ram).
            I pc non hanno l' hard disk indissolubilmente
            legato all' hardware in quanto puoi sostituirlo
            con uno di qualsiasi capienza e potresti usare al
            limite l' intera capienza tramite l' uso di un
            sistema operativo su live cd o usb drive:
            installarci il sistema operativo direttamente è
            una scelta dell' utente (e comunque una scelta
            quasi obbligata) ma sempre di scelta si
            tratta.Descrivi casi particolari e a quel punto potrei citarti computer a cui invalidi la garanzia aprendoli per sostituire lHD (come del resto avviene per chi sostituisce le NAND delliPhone per aumentarne la capienza).Anche su un uno smartphone di può usare storage esterno, sarà però meno smart.
            Uno smartphone senza SO installato è un
            soprammobile fermacarte (e non te ne fai niente
            dei 16 gb di memoria).Per cosa si usa invece un computer senza sistema operativo?
            Il problema è come ti
            presentano il telefono facendo credere che la
            memoria sia tutta a tua disposizione quando non è
            così.Ma chi è che lo fa credere? E che differenza cè fra i dati presentati per smartphone e computer?
            Se montassero 128 Gb di memoria flash dubito che
            ci sarebbe chi si lamenta di 4 Gb occupati, ma su
            16 rappresentano una perdita del 25 % e non è
            poco.
            E come se ti vendessero un furgone dicendo che
            puoi caricare 500 kg e poi ti accorgi che in
            realtà sono 300 perché 200 kg sono le due persone
            a bordo che lo guidano. Bella fregatura
            direi.Se ne fai una questione di percentuali allora è diverso e potrebbe aiutare nella scelta il consumatore lavere indicazioni approssimative di quanto occupa il sistema operativo e le app preinstallate rimovibili. Lo vedrei giusto come aiuto però, come lo sarebbe per lacquisto di un computer.
    • Shiba scrive:
      Re: Giusta l'action, non il titolo
      - Scritto da: rico
      Perchè chiamare gadget uno smartphone?Perche' sono gadget, completamente superflui.
Chiudi i commenti