Google Earth sul grande schermo

Liquid Galaxy: cinque monitor e un supporto sviluppato per godere al meglio dell'applicazione geografica di Mountain View, diventa un progetto open source. Prezzi modici

Roma – Liquid Galaxy è un ambizioso dispositivo costituito da otto schermi LCD da 55 pollici, sviluppato a Mountain View appositamente per offrire il miglior modo per vivere l’esperienza di Google Earth. E ora è anche diventato l’ultimo progetto rilasciato in open source da Mountain View.

align=”centre”

Circolato finora solo in alcune presentazioni di Google, il progetto di multischermo è supportato da uno script sysadmin Ubuntu e sono ora disponibili tutte le indicazione (e il manuale d’uso) per costruirlo.

Accanto alle istruzioni, in vendita ci saranno i singoli pezzi (acquistabili per chi si ritiene in grado di provvedere da sé alla costruzione). Naturalmente c’è bisogno di tante risorse: per esempio, ognuno degli schermi deve essere supportato da un server dedicato e occorre, tra l’altro, un controller 3Dconnexion Space Navigator .

Per chi non fosse pronto a darsi a questo fai-da-te estremo (e avesse le risorse finanziarie per compensare), dovrebbe inoltre approdare in vendita un sistema completo chiavi in mano: basta rivolgersi direttamente al fornitore End Point , che lo assemblerà per un prezzo compreso tra i 72 e gli 80 mila dollari .

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti