Google finanzia la caccia al genoma perfetto

Un progetto ad ampio raggio. Foraggiato da Google. Che punta a rintracciare le cause delle malattie ereditarie. Eugenetica: stiamo arrivando

Roma – Centomila e più individui da mappare geneticamente per spiegare le cause di malattie rare e frequenti legate al genoma umano. È quanto si prefigge il professor George Church , docente ad Harvard e già co-inventore nel 1984 della prima tecnica di sequenziamento diretto del DNA, che con l’aiuto di generosi sponsor punta a spendere oltre un miliardo di dollari per raccogliere quante più informazioni possibile sul codice genetico del genere umano.

Il professor George Church “Si tratta del più grande progetto di questo tipo al mondo” ha spiegato Stephen Elledge, collega di Church, in una intervista: “Le variazioni genetiche rendono differenti gli individui, e dobbiamo comprendere come queste differenze siano in relazione con le malattie. Da questa singola informazione sarà possibile ottenerne molte altre”.

100mila DNA sono solo l’inizio: se riuscirà a trovare i fondi, Church punterà dritto verso il milione di genomi decodificati e catalogati. La sua speranza è che Google, che sembra sempre più interessata alla medicina e ai suoi potenziali risvolti nel mercato dell’indicizzazione, decida di sostenere il suo sforzo e continui a foraggiarlo.

I vantaggi di questo programma, inoltre, potrebbero non esaurirsi con la cura delle disfunzioni genetiche: dalle informazioni contenute nel codice della vita, Church spera di riuscire ad ottenere indicazioni precise su quali siano le abitudini virtuose adatte a migliorare la vita di ciascun individuo. Partendo dal DNA, i medici potrebbero suggerire a chiunque quali cibi mangiare, quanto dormire e come comportarsi, basandosi su informazioni oggettive e verificabili.

Per rendere il progetto economicamente sostenibile, Church ha anche pensato ad uno stratagemma: invece di decodificare e mappare l’intero genoma, si limiterà ad individuare unicamente i geni responsabili della sintesi delle proteine. Con mille dollari per soggetto , circa 650 euro, è possibile ottenere un “identikit” dell’un per cento del DNA, sufficiente tuttavia a fornire tutte le informazioni utili alla ricerca.

Anche in questo caso, non mancano gli scettici che vedono nel programma l’ennesimo tentativo di farsi strada dell’ eugenetica : compagnie assicurative che rifiutano le polizze a chi ha DNA “debole” o aziende che scartano i candidati in base al loro profilo genetico sono una possibilità più volte prospettata . Church resta ottimista : “Qualcuno, molti anni fa, comprò un Apple IIe e diventò un imprenditore della rivoluzione dell’elettronica di consumo: chi parteciperà al mio progetto avrà un posto in prima fila in un evento che potrebbe dimostrarsi ugualmente storico”.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fsdfs scrive:
    fsdfs
    [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-datejust-c-2]Rolex DateJust watches[/url], Rolex DateJust watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-day-date-c-3]Rolex Day Date watches[/url], Rolex Day Date watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-daytona-c-4]olex Daytona watches[/url], Rolex Daytona watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-explorer-c-5]Rolex Explorer watches[/url], Rolex Explorer watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-gmt-c-6]Rolex GMT watches[/url], Rolex GMT watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-masterpiece-c-7]Rolex Masterpiece watches[/url], Rolex Masterpiece watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-milgauss-c-8]Rolex Milgauss watches[/url], Rolex Milgauss watches
  • 3cime scrive:
    a proposito di divario
    Non solo c'è divario nella diffusione della larga banda, ma anche di portafoglio. Difatti nelle zone di periferia raggiunte dall'DSL a fronte di una velocità di ricezione nominale di 640 Kb/s si paga come le zone servite da 7 mb/s.Non vale dunque il principio che si paga in base al servizio erogato? Oltre che ultimi anche mazziati. Solo da questo si comprende come vada la giustizia sociale in questo paese.
  • Filippo scrive:
    Hiperlan già fa altrettanto
    fortunatamente più operatori, sia a livello locale che regionale (e anche oltre i confini della singola regione) con le Hiperlan già portano servizi a banda larga in zone colpite dal digital divide, a costi inferiori e con molta meno burocrazia... Sarà interessante vedere cosa offrirà il WiMax, ma ha già un avversario non da poco.Poi voglio vedere se davvero porteranno il WiMax nelle zone rurali o faranno con l'UMTS, privilegiando gli utenti delle grandi città visto il maggiore bacino di utenza e tutti i servizi di una connessione WiFi sempre disponibile... mah!
  • kindero scrive:
    Non abbiamo soldi da buttare inutilmente
    Secondo me tra le tantissime problematiche della crescita della dsl ci metto anche che le famiglie italiane almeno quelle con reddito + basso (e ce ne sono molte) in questo periodo di magra,non buttano via 20 e passa euro al mese x un "prodotto" che fondamentalmente serve solo a far scaricare canzonette ai propri figli che spacciano la banda larga come la soluzione a ogni problema scolastico.Non punto il dito sullo spot telecom,che è pure divertente,ma molte famiglie l'adsl la percepiscono solo per quello e la pubblicità è sempre e comunque ingannevole.
    • Just a boy scrive:
      Re: Non abbiamo soldi da buttare inutilmente
      E' vero, infatti il problema è proprio la percezione che in Italia si ha di questo mezzo. Pochi lo ritengono utile per fare businness, e questo deriva dal fatto che nel nostro Paese molti temono l'utilizzo di sistemi di pagamento elettronici. Di conseguenza Internet rimane il posto da cui si scaricano musica e film gratis, e poco più. Lo si capisce bene dando un'occhiata alle parole più cercate su googledagli italiani:http://www.google.com/press/zeitgeist.html
  • zido scrive:
    Ma perchè mantellini si lamenta sempre?
    Perlomeno adesso il wimax sta per essere attivato...e solo in minima parte è stato affidato a telecom. Sei un lamentoso!
    • paradox scrive:
      Re: Ma perchè mantellini si lamenta sempre?
      In primo luogo perché i 136 milioni di che Gentiloni ha sgraffignato li dovremo pagare noi, quindi perché l'intento non è quello di liberalizzare il mercato introducendo concorrenti.
  • andrea scrive:
    tlc innocenti?
    c'e' da considerare che se gli italiani non sono connessi e' anche perche':1) molte zone non sono coperte2) i costi di connessione dono decisamente piu' alti che in altri paesi3) dialer ed altre amenita' che hanno spopolato indisturbate nel nostro paese hanno minato fortemente la credibilita' del mezzo4) la PA ha livelli di connessione ad internet da terzo mondo5) i servizi come banche, assicurazioni ed affini non scherzano per nulla6) non c'e' cultura di internet ne' nelle scuole ne' a livello locale7) servizi orribilmente scadenti offerti dalle tlcse siamo indietro i motivi sono molti ... non discolperei le tlca
  • ozzy scrive:
    visitate Israele prima che visiti voi...
    speriamo solo che l'assistenza non parlerà arabo...La sorpresa Wimax: il magnate israeliano che ama l'Umbriahttp://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tecnologia%20e%20Business/2008/02/sorpresa-wimax-umbria.shtml?uuid=e4c6ec7c-e509-11dc-9317-00000e25108c&DocRulesView=Libero
    • Mucca Pazza scrive:
      Re: visitate Israele prima che visiti voi...
      forse intendevi dire:Speriamo che l'assistenza non parli ebraico...
  • gennaro scrive:
    MA FINCHE NON TOLGONO POTERE A TELECOM
    la situazione attuale e' che finche non tolgono potere a telecom restiamo sempre qui noi italianial gara winmax secondo me doveva partecipare solo le compagnie alternative a telecom e non la stesse che fortunatamente non ha vinto tante frequenzese con win max dobbiamo abbattere il dital dive perche telecom ha partecipato?cmq in italia saremo sempre ultimi su tutto
  • ninjaverde scrive:
    Scorporare
    Perchè non scorporare i servizi Telecom?Ossia una Telecom che mantenga le linee telefoniche e le rinnovi sulla banda larga (linee ottiche, apparecchiature, o anche WiMax) e una ditta scorporata per la gestione Internet, in libera concorrenza con gli altri gestori.Si risolverebbero così tanti problemi, nonchè direi conflitti di interesse.Ma qui in Italia non si farà mai. :(
    • mavaff scrive:
      Re: Scorporare
      perchè non vai a fare l'amministratore delegato di T.I.??? così capisci la cazzata che hai detto
      • ninjaverde scrive:
        Re: Scorporare
        POICHÈ NEL MONDO CI SONO DUE TIPI DI PERSONE:I prendinculi ed i mettinculi.Scopri da te l'arcano.
    • cognome e nome scrive:
      Re: Scorporare
      - Scritto da: ninjaverde
      Perchè non scorporare i servizi Telecom?
      Ossia una Telecom che mantenga le linee
      telefoniche e le rinnovi sulla banda larga (linee
      ottiche, apparecchiature, o anche WiMax) e una
      ditta scorporata per la gestione Internet, in
      libera concorrenza con gli altri
      gestori.
      Si risolverebbero così tanti problemi, nonchè
      direi conflitti di
      interesse.
      Ma qui in Italia non si farà mai. :(hehehe sarebbe come scorporare il serbatoio dalla macchina :) togli la parte in forte perdita (la rete)dalla gallina dalle uova d'oro (internet, cavolateondemand, servizi, telefonia mobile)e chi se la piglia la rete?p.s. secondo te perchè TI si è voluta riprendere a forza TIM?
      • ninjaverde scrive:
        Re: Scorporare
        Poichè siamo nel paese dei "furbi"....Ovviamente la furbizia va a vantaggio di qualcuno e non alla comunità, che di conseguenza decade. @^
  • Tama scrive:
    Lettura delle statistiche
    Mi piacerebbe parlare di corretta lettura dei dati. Spesso si fanno tanti commenti superficiali, senza aver capito bene di cosa si stia parlando.Sinceramente, anche l'articolo non mi pare chiarissimo.Guardando la tabella e vedendo la colonna "Penetration", posso immaginare che si riferisca a quante ADSL sono attive e non alla copertura che l'ADSL ha in Italia.Se cosi' fosse, il problema piu' grave che si evince qui non e' legato ai gestori di telecomunicazioni e all'autorita', bensi' al livello culturale degli italiani, che non percepiscono ancora l'importanza di essere connessi.Purtroppo, vedendo anche la piccola realta' che mi circonda, sono costretto a fare una dura analisi.Sono tantissime le persone che hanno problemi nell'accedere alle email quotidianamente, che non sanno come ci si possa iscrivere ad un gruppo di discussione, che non sanno come registrarsi ad una chat, che vedono l'informatica come una cosa di cui si puo' benissimo fare a meno.So che l'informatica sta per certi versi stravolgendo la nostra vita e c'e' chi si dimentica cosa sia fare una passeggiata sotto il sole a forza di stare sempre di fronte ad un terminale.Pero' rifiutarsi di venirne a contatto e' come rifiutarsi di imparare a leggere una volta che sia stata inventata la scrittura, o pretendere di comunicare a gesti quando gli altri gia' usano le parole.In Italia lo sforzo da fare e' grande. Famiglie, scuole, istituzioni, noi tutti, dobbiamo impegnarci in prima persona per fare in modo che tutti possano partecipare a questa rivoluzione nel modo di vivere e pensare.Non diamo tutto per scontato.Marco Tamanti.
    • nasoblu4 scrive:
      Re: Lettura delle statistiche

      Non diamo tutto per scontato.
      Marco Tamanti.Molto giusto Marco e per ovviare dovrebbero essere forniti i dati europei di chi non può proprio accedere all'ADSL non satellitare perchè mancano le infrastrutture.Questa sarebbe la maniera corretta di inquadrare il problema ed il panorama potrebbe essere ben più desolante....
  • Emilie Rollandin scrive:
    ma quando arriverà
    Quanto tempo passerà prima di avere una offerta economica di questi operatori per accedere ad internet con il wimax???grazie
  • Garlini Valter scrive:
    AGCOM: garante solo di telecom !
    Nell'approvazione del contratto all'ingrosso Bitstream l'AGCOM si è limitata ad approvare quanto propostole da telecom (ex-italia): solo per fare qualche esempio i 9,71 Euro di canone aggiuntivo mensile per le ADSL solo dati ed addirittura le spese per la cessazione dell'ADSL che presto saranno applicate dai provider ai loro Clienti: alla faccia dei Decreti Bersani... telecom continua a fare quello che vuole con il silenzio assenso del poeta Calabrò (Presidente AGCOM)... pagato 450.000 Euro l'anno (fonte La Casta).
    • fulcrum scrive:
      Re: AGCOM: garante solo di telecom !
      Rileggi bene i cosiddetti "Decreti Bersani".Hanno azzerato le durate minime contrattuali (ad esempio: adsl attiva da un mese, la cessi per il motivo "x", mi paghi in soluzione unica TUTTI i canoni residui sino allo scadere della durata minima contrattuale), fornendo ai gestori la possibilità di recuperare gli eventuali costi di disattivazione con un importo "standard". Soggetto ad approvazione di AGCOM.Prima di dare aria "alla tastiera", prego documentarsi. Cordiali SalutiFulcrum
  • robyroby scrive:
    sono dati falsi
    In Italia ci sono oltre 5.000.000 di utenze adsl, come si fa a dire che è coperta solo al 16%? Il calcolo non si fa' utenze fratto popolazione totale per 100, sarebbe quanto di più errato perchè da una adsl accedono più persone e poi non dovrebbero essere considerate le utenze degli anziani che non sanno neanche cosa sia un computer e di molti giovani.
    • carlo a scrive:
      Re: sono dati falsi
      il calcolo è evidentemente fatto allo stesso modo in tutti i paesi, quindi che sia empiricamente valido o meno, evidenzia quanto siamo indietro e quanto continuiamo ad indietreggiare rispetto agli altri vicini di casa
      • Mino scrive:
        Re: sono dati falsi
        si ma statisticamente non ha senso perchè comunque i campioni non sono omogenei visto che in italia il numero di anziani è nettamente più alto che in altri paesi.
    • Fake Broadband User scrive:
      Re: sono dati falsi
      evidentemente avranno verificato anche che la banda fosse effetivamente larga anch'io c'ho un contratto adsl con telecom ma si naviga a 3 kb/sec lol
    • Nicolaus scrive:
      Re: sono dati falsi
      Il calcolo è fatto sulla base della penetrazione ovvero dove l'adsl copre il territorio.Quindi vuol dire che di tutta la superficie italiana (probabilmente quella abitabile) solo il 16% ha la copertura adsl. Non si parla di utenza, di milioni di case che ce l'anno, non centra il discorso dei vecchi etc. Ovviamente è logico che noi abbiamo più utenti del lussemburgo si parla di quanto sia coperto il territorio non di quanta percentuale di popolazione o di famiglie sia provvista di adsl. Se tutti gli abitanti italiani abitassero nelle zone dove vi è la copertura adsl allora tutti in italia avrebbero l'adsl ma l'indice di penetrazione sarebbe sempre 16%, ma visto che si abita anche in altre parti, bisogna estendere la copertura. Non centra quindi il discorso delle "3 città coperte dall'adsl" di YellowT, quel dato non indica che il 16% della popolazione ha l'adsl!
  • YellowT scrive:
    Ma vi sembrano dati reali?
    Diciamo che siamo 60-65 milioni di persone in Italia. Il 16% vorrebbe dire che la popolazione di 3 città (diciamo Milano Roma e Torino) è coperta mentre il resto no.Vi sembra una cosa reale? A me sinceramente pare una buffonata creata per far polemica...
    • carlo a scrive:
      Re: Ma vi sembrano dati reali?
      si pure a me sembra una stima sovradimensionata
    • Fake Broadband User scrive:
      Re: Ma vi sembrano dati reali?
      evidentemente avranno verificato anche che la banda fosse effetivamente larga anch'io c'ho un contratto adsl con telecom ma si naviga a 3 kb/sec lol
  • alice sfigata scrive:
    e io sarei nel 16,5%?
    Quanto mi fa rabbia essere contato nel 16,5% di quelli che hanno adsl broadband. Non solo perchè il mio broadband non può superare i 640Kbit ma soprattutto perchè ho perso il conto dei giorni che l'adsl non funziona. Basta poi fare una ricerca veloce tra i vari forum per scoprire che nella stessa mia situazione ci sono anche tanti altri che hanno la sfortuna di essere collegati via miniDslam.16,5% un paio di @@. O come lo dice Telecom nella sua mail "Obiettivi 2008 sulla qualita'": "Tempo medio di riparazione 35 ore". Forse intendevano tempo medio di chiusura del guasto nel loro CRM?http://alicesfigata.blogspot.com/
  • jfk scrive:
    inutile prendersi in giro...
    Finched non faranno fare a Telecozz Italia la fine della Bell, non ne usciremo MAI. Il fatto poi che i nostri governanti siano conniventi con il padrone di turno di telecozz, la dice lunga sula boanta'.Il fattaccio, invece poi che il wimax sara' anche in mano a telecozz, getta ancora piu' ombre.
    • Tigerman scrive:
      Re: inutile prendersi in giro...
      Già,la telecoma blocca lo sviluppo in italia...smembriamola!
      • nome e cognome scrive:
        Re: inutile prendersi in giro...
        la statistica ci vede in coda dopo portogallo e grecia,ma questo vale per tutte le statistiche di tutti i settoriquindi in teoria siamo in linea con il nostro trend anche per quanto riguarda la dsl.
        • aspetto il 2012 scrive:
          Re: inutile prendersi in giro...
          siamo burattini in mano a diabolici burattinai, il 13 aprile sappiamo cosa votare vero? io no!
          • Vota Beppe Grillo scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...
            - Scritto da: aspetto il 2012
            siamo burattini in mano a diabolici burattinai,
            il 13 aprile sappiamo cosa votare vero? io
            no!beppe grillo è l'unico in italia che ha il coraggio di dire le cose come stanno.sarà che non è un politico, ma vista la situazione in italia e i fantocci di destra eo sinistra che pretendono di governarci, preferisco votare un comico coraggioso e patriota che un branco di imbecilli....e spero che anche voi prendiate la stessa decisione !infatti, conta poco restare qui a lamentarci di quello che abbiamo, dovremmo fare qualcosa tutti insieme, dobbiamo mandare a casa tutta la classe politica che ci manovra...e parlo di tutti !!perchè sia la destra che la sinistra, in questi ultimi 15 anni, hanno dato prova di essere un branco di inetti interessati esclusivamente ai propri denari.una pena !
    • fulcrum scrive:
      Re: inutile prendersi in giro...
      Al di là della facile invettiva populisdemagogica sui "padroni cattivi" della "telecozz" posso invitarti a fare qualche riflessione?1) Telecom è un gruppo che impiega qualcosa come 80.000 dipendenti "diretti", più una buona quantità di "indotto". "Smembrarla", come proponi, porterebbe ad un terremoto occupazionale (e finanziario) tale da incidere visibilmente sul PIL. Senza considerare le migliaia di famiglie che si troverebbero senza fonte di reddito in un mercato del lavoro un tantinello diverso da quello a "stars & stripes".2) Telecom, all'epoca della "privatizzazione" è stata "acquistata" con un leveraged buyout. Ripianare il debito generato dall'acquisto impegna una quantità IMMANE di risorse finanziarie che, ovviamente, non possono venire dedicate allo sviluppo. Specialmente se consideri che, essendo una Società per Azioni, DEVE erogare dividendi agli azionisti...3) Tale "privatizzazione" ha, de-facto, stroncato il Progetto Socrate. Con il quale qualcosa di buono si stava facendo, proprio nel settore della banda larga.4) Non mi risulta che esista un solo Operatore, in Italia, che lavora pro-bono e non spenna i Clienti come polli se appena se ne presenta la possibilità.5) L'unica possibilità di "smembramento" realisticamente praticabile, in Italia, sarebbe l'esproprio della rete. Ed il passaggio della stessa sotto il controllo PUBBLICO, a meno di non volersi trovare un altro monopolista egemone (poco importa che non eroghi "servizi"). Siamo VERAMENTE sicuri di volerlo?Cordiali SalutiFulcrum
      • aghost scrive:
        Re: inutile prendersi in giro...
        a me non risulta che il progetto Socrate sia stato "stroncato" dalla privatizzazione. Semplicemente a un certo punto è saltata fuori la tecnologia adsl, che permetteva di avere la banda larga sul vecchio doppino di rame. Quindi i 15 mila miliardi di lire investiti nel progetto (coi quattrini della telecom statale) sono finiti su per il camino. Quanto al "terremoto occupazionale" che paventi per un eventuale smembramento, hai mai riflettuto su quanta occupazione NON SI CREA facendo stagnare un intero settore vitale per un paese come quello delle telecomunicazioni, solo per tener su le braghe a telecom italia?http://aghost.wordpress.com/
        • fulcrum scrive:
          Re: inutile prendersi in giro...
          I costi eccessivi del Progetto Socrate divennero tali in seguito alla cosiddetta "privatizzazione". L'ADSL su rame è un ripiego più economico rispetto al portare la fibra fino all'ingresso delle case. Ma tutti sono perfettamente consci che è un ripiego. Particolarmente se non si può rinnovare, e di brutto, l'infrastruttura di rete. E qualora vi fossero le risorse economiche perchè non farlo in fibra? ;-)Sul "mancato sviluppo potenziale" nemmeno tu, come nessun altro, puoi avere idee precise. Si parla, per l'appunto, di sviluppo "in potenza". Rapportandosi a realtà diverse da quella nazionale per avere idea dei possibili indicatori. Tutto tranne che certezze. Tranne per quelle 80.000 famiglie, ovviamente. Cordiali SalutiFulcrum
          • pico scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...

            Sul "mancato sviluppo potenziale" nemmeno tu,
            come nessun altro, puoi avere idee precise. Si
            parla, per l'appunto, di sviluppo "in potenza".
            Rapportandosi a realtà diverse da quella
            nazionale per avere idea dei possibili
            indicatori.


            Tutto tranne che certezze.
            Tranne per quelle 80.000 famiglie, ovviamente.

            Cordiali Saluti
            FulcrumUn po' come la storia di Europa7 e Rete4. C'è chi starnazza che mandare Rete4 sul satellite vuol dire mandare sul lastrico migliaia di famiglie, ignorando che c'è chi sarebbe ben felice di prendere il suo posto (secondo sentense di legge, oltretutto!) accollandosi *tutti* i suoi dipendenti.Se vuoi farti una domanda onesta, prova a dire cosa fanno quegli 80.000 lavoratori, e se avrebbero ancora qualcosa da fare se la telecom venisse smembrata e qualcun altro prendesse il suo posto.
          • paradox scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...
            Il progetto Socrates aveva come obiettivo l'indebitamento oltre misura della Telecom in modo da preservarla dalla privatizzazione. Fu l'ultimo colpo di coda del boiardismo di stato.
          • paradox scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...
            Quando la Tatcher privatizzò British Telecom e liberalizzò il mercato, il mese successivo furono licenziate più di ventimila persone. L'anno successivo tutte le imprese di telecomunicazioni già occupavano più persone.
        • raudi scrive:
          Re: inutile prendersi in giro...

          Quanto al "terremoto occupazionale" che paventi
          per un eventuale smembramento, hai mai
          riflettuto su quanta occupazione NON SI CREA
          facendo stagnare un intero settore vitale per un
          paese come quello delle telecomunicazioni, solo
          per tener su le braghe a telecom
          italia?Miglior risposta non si poteva dare... Quoto 100%.E d'altronde hai messo l'accento su un problema che abbiamo in tutti i settori: non tocchiamo questo altrimenti "offendiamo" tizio, non cambiamo quest'altro altrimenti ci rimette Caio, lasciamo tutto com'è e, lentamente, sprofondiamo nel baratro. Siamo un paese di vecchi ed i vecchi NON CAMBIANO...http://www.youtube.com/watch?v=TxGJ6DFocyY
          • Coen scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...
            E' un paese per vecchi
          • fulcrum scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...
            Dai, su: fammi una stima *attendibile* di questo mercato "potenziale" stagnante a causa di Telecom.Non credo ci siano problemi a stimare cosa accadrebbe, viceversa, ai dipendenti "esternalizzati" e/o licenziati.Cordiali SalutiFulcrum
          • Gunny35 scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...
            Non mi sembra ci voglia un genio a capire che due aziende occupano più persone di una. Se non altro per l'amministrazione, direzione, customer care e altri settori in sovrapposizione.
          • fulcrum scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...
            - Scritto da: Gunny35
            Non mi sembra ci voglia un genio a capire che due
            aziende occupano più persone di una. Se non altro
            per l'amministrazione, direzione, customer care e
            altri settori in
            sovrapposizione.Tu dici?Io son convinto che, a meno ai sprechi inconcepibili, le "due aziende" sarebbero assai più piccole. O no?Cordiali SalutiFulcrum
          • Gunny35 scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...
            E perchè?Dovrebbero fare le stesse cose che adesso vengono fatte da due divisioni della stessa azienda ed in più, come dicevo, alcune competenze andrebbero duplicate.
      • ICE scrive:
        Re: inutile prendersi in giro...
        Gia' la rete,proprio quella rete che telecom stessa ha fatto si che diventasse sempre piu' fatiscente,iniziamo dalle centrali che versano in uno stato penoso per giungere alle chiostrine che escluso gli armadi che in alcuni casi sono stati sostituite il resto fa davvero schifo,questa e' la rete telecom italia,intanto sia telecom che tutti gli altri operatori promuovono un servizio da infiniti mega,che poi alla fine cosi non sara' per infiniti motivi,io non sono daccordo a smembrare telecom,ma ad espropiare la rete subito senza inutili stratagemmi si,se non viene messa mano in modo radicale alla rete credo che la banda larga,oggi come oggi ha solo il nome,beh senza una rete adeguata sarebbe finita e comunque mai di qualita'.
        • fulcrum scrive:
          Re: inutile prendersi in giro...
          Guarda, sullo stato della rete concordo perfettamente.Adesso prendi i bilanci di TI, detrai l'indebitamento netto causato dalla "privatizzazione" e spiega a Bernabè come rinnovare di brutto la rete.O, in alternativa, valutiamone l'esproprio e vediamo CHI e CON QUALI SOLDI potrà rifarla.Rotfl...Cordiali SalutiFulcrum
          • Italiano Vero scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...
            Dunque: che l'Italia sia fanalino di coda in Europa in campo ADSL è un dato di fatto. Basta vedere come sono messi i nostri cugini d'oltralpe (banda disponibile/prezzo) per rendersi conto di come siamo messi. Ok, praticamente ogni settore econimico è messo un pianto, ma qui si parla di TLC.Ammesso e non concesso che la colpa non sia solo di Telecom, mi spiegate (Fulcrum) com'è che, con tutti i guai che questa società avrebbe subito dalle privatizzazioni, si può permettere manager con stipendi lontani anni luce da società che invece FUNZIONANO! Se un manager ti porta ad essere fanalino di coda d'Europa, gli si da un bel calcio dove non batte il sole e anzichè la libera uscita gli si chiedono i danni per il disastro fatto.E degli 80.000 dipendenti, quanti sono quelli assunti grazie alle leggi/scandalo del precariato e SFRUTTATI! Ci manderei in Bernabè a lavorare in un Call-Center allo stesso stipendio di un precario, vedi poi come cambia registro!Scusate lo sfogo.
          • fulcrum scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...
            - Scritto da: Italiano Vero
            Dunque: che l'Italia sia fanalino di coda in
            Europa in campo ADSL è un dato di fatto. Basta
            vedere come sono messi i nostri cugini d'oltralpe
            (banda disponibile/prezzo) per rendersi conto di
            come siamo messi. Ok, praticamente ogni settore
            econimico è messo un pianto, ma qui si parla di
            TLC.
            Ammesso e non concesso che la colpa non sia solo
            di Telecom, mi spiegate (Fulcrum) com'è che, con
            tutti i guai che questa società avrebbe subito
            dalle privatizzazioni, si può permettere manager
            con stipendi lontani anni luce da società che
            invece FUNZIONANO! Se un manager ti porta ad
            essere fanalino di coda d'Europa, gli si da un
            bel calcio dove non batte il sole e anzichè la
            libera uscita gli si chiedono i danni per il
            disastro
            fatto.Forse ti puoi rendere conto di come stiano le cose se ti indico il Capitale Sociale (http://www.telecomitalia.it/TIPortale/docs/investor/html/trimestrale0709/A03.html) di Telecom Italia: 10.673.779.602,75 Euro. Ovvero qualcosa più di 10 MILIARDI e mezzo di Euro. L'utile netto del 3° Trimestre 2007 è stato pari a 720.000.000,00 EuroNon parliamo mica di noccioline... ;-)Il problema è che il rimodernamento dell'infrastruttura trasmissiva (rete) comporta investimenti ENORMI. Che, fino a quando il debito pesa sui bilanci, non potranno essere messi in gioco. Particolarmente poi se si considera che la rete stessa potrebbe pure essere "esptopriata".Chi sarebbe mai così idiota da investire miliardi di Euro in infrastrutture sapendo che, probabilmente, verranno "nazionalizzate"?
            E degli 80.000 dipendenti, quanti sono quelli
            assunti grazie alle leggi/scandalo del precariato
            e SFRUTTATI! Ci manderei in Bernabè a lavorare in
            un Call-Center allo stesso stipendio di un
            precario, vedi poi come cambia
            registro!Fidati: nei call.center Telecom non ci sono solo precari. E gli stipendi (e le carriere) dei dipendenti sono FERMI da 10 anni, almeno. Nonostante siano aumentate enormemente le competenze richieste.
            Scusate lo sfogo.Figurati...Cordiali SalutiFulcrum
          • Gunny35 scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...
            Tanto per precisione, la proposta timidamente fatta da Agcom era quella di uno scorporo in una società interamente controllata da Telecom. Investire nella rete crea comunque valore sia per la controllata, che per la controllante.Il problema è solo questo, con una concorrenza vera Telecom non potrebbe più fare gli utili faraonici attuali, o almeno questa è l'opinione comune, e quindi il suo debito diventerebbe più costoso, l'azione più debole... una spirale difficile da fermare.I veri padroni di Telecom, ovvero le banche che hanno finanziato il levereged buyout faranno quanto in loro potere perchè il mercato rimanga bloccato.
          • ullala scrive:
            Re: inutile prendersi in giro...
            - Scritto da: fulcrum
            Forse ti puoi rendere conto di come stiano le
            cose se ti indico il Capitale Sociale
            (http://www.telecomitalia.it/TIPortale/docs/invest
            Ovvero qualcosa più di 10 MILIARDI e mezzo di
            Euro.Figo, solo 5 volte meno del debito!Hai provato a fare lo stesso (indebitarti per 5 volte il tuo capitale)???...Prova, vai in banca e chiedi... chissà se sei un amico di Geronzi funziona!... in caso contrario... mah?!?


            L'utile netto del 3° Trimestre 2007 è stato pari
            a 720.000.000,00
            Euro...E certo che poi tutto questo sia frutto della situazione di non possibile scelta da parte dell'utenza non ce ne frega un tubo... infatti siamo dove siamo in europa!

            Non parliamo mica di noccioline... ;-)Purtroppo no! e il bello è che sono soldi nostri!Telecom, l'unica azienda al mondo che puoi comprare coi suoi soldi indebitandola! (ovviamente se sei un "amico" di alcuni....) :-)
      • higgybaby scrive:
        Re: inutile prendersi in giro...
        - Scritto da: fulcrum
        5) L'unica possibilità di "smembramento"
        realisticamente praticabile, in Italia, sarebbe
        l'esproprio della rete. Ed il passaggio della
        stessa sotto il controllo PUBBLICO, a meno di non
        volersi trovare un altro monopolista egemone
        (poco importa che non eroghi "servizi").

        Siamo VERAMENTE sicuri di volerlo?

        Cordiali Saluti
        Fulcrumsono d'accordo, l'incumbent non deve avere la possibilità di gestire sia il software che l'hardware (servizi e cavi), ma in Italia è troppo difficile capire certe cose, oppure troppo facileciaoigor
    • mavaff scrive:
      Re: inutile prendersi in giro...
      fregnacce, sai dire solo fregnacce e sono sempre le stesse, ti riconosce imbesuito!
Chiudi i commenti