Google Latitude, esordio su iPhone

L'app nativa per iOS del servizio di geolocalizzazione di Google. Funziona anche in background. Era rimasta nel limbo della coda di approvazione per oltre un anno

Roma – Dopo l’ apparizione a oriente durata appena poche ore , Google Latitude fa ufficialmente il suo esordio su App Store .

Nessun annuncio ufficiale per l’app del servizio di geolocalizzazione di Mountain View, che tuttavia è apparsa contemporaneamente sugli App Store nazionali. Stavolta sembra la volta buona.

Ritardato dalle strette maglie dello store digitale di Apple, il servizio (che Google aveva nel frattempo fornito agli utenti del melafonino con una versione HTML5) è ora dunque stato approvato da Cupertino e ha fatto il suo esordio in 27 lingue differenti.

I primi commenti sembrano positivi: il servizio funziona anche in background (aggiornando costantemente la propria posizione, se così si desidera) e individua dove i propri amici hanno effettuato l’ultima volta un checkin geolocalizzato, indicando quelli nelle vicinanze.

L’app di Latitude permette, inoltre, di decidere se ad un determinato contatto far vedere la propria posizione esatta, oppure solo la città in cui ci si trova: oppure nulla, rimanendo ai suoi occhi invisibili.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fabbiano benazzi scrive:
    lampadina
    OK...rimane che sostituire le lampadine di casa o dell'ufficio con questa mi sembra improponibile..... a casa di sera coem la accendi sul lampadario??? con la scala...e per trovar la scala??? usi una torcia...con le pile (anche se ricaricabili usi sempre l'eletricità per ricaricarle)... questa qui può andar bene in campeggio e stop: di giorno la metti a ricaricare al sole e di notte in tenda la accendi..... siamo ancora lontani dalla soluzione.........
    • sadness with you scrive:
      Re: lampadina
      - Scritto da: fabbiano benazzi
      OK...rimane che sostituire le lampadine di casa o
      dell'ufficio con questa mi sembra improponibile.....ovvio: non è certo una lampadina "da interni"
  • McHollyons scrive:
    camino solare
    una cosa interessante e un fascio di fibre ottiche che dal tetto porta la luce in fasci convogliati in diversi punti della casa, ottenendo la stessa cosa ma con meno materiali (a parte ilcosto di installare la fibra ottica )
    • sadness with you scrive:
      Re: camino solare
      - Scritto da: McHollyons
      una cosa interessante e un fascio di fibre
      ottiche che dal tetto porta la luce in fasci
      convogliati in diversi punti della casa,
      ottenendo la stessa cosa ma con meno materiali (a
      parte ilcosto di installare la fibra ottica)...e a parte il fatto che quando è sera/notte, di luce esterna non ce n'è, quindi devi comunque accendere una lampadina... a meno che tu non voglia accendere le candele (oppure vivi al polo nord d'estate, e al polo sud d'inverno...)
      • BISunto scrive:
        Re: camino solare
        pero' mi chiedo: se alla fibra ottica la notte (lato della fonte luminosa) attacchi UNA sola "lampadona", otterresti risparmio?(a parte il fatto di costringere un tetto massimo di luminosità/consumo per tutta la casa)
        • sadness with you scrive:
          Re: camino solare
          - Scritto da: BISunto
          pero' mi chiedo: se alla fibra ottica la notte
          (lato della fonte luminosa) attacchi UNA sola
          "lampadona", otterresti risparmio?
          (a parte il fatto di costringere un tetto massimo
          di luminosità/consumo per tutta la casa)una fibra ottica "conduce" luce... non la crea... se è poca in partenza, rimarrà comunque poca. La migliore efficienza, al momento, è la luce dei LED
      • Alessandrox scrive:
        Re: camino solare
        - Scritto da: sadness with you
        - Scritto da: McHollyons

        una cosa interessante e un fascio di fibre

        ottiche che dal tetto porta la luce in fasci

        convogliati in diversi punti della casa,

        ottenendo la stessa cosa ma con meno materiali
        (a

        parte ilcosto di installare la fibra ottica)

        ...e a parte il fatto che quando è sera/notte, di
        luce esterna non ce n'è, quindi devi comunque
        accendere una lampadina... a meno che tu non
        voglia accendere le candele (oppure vivi al polo
        nord d'estate, e al polo sud
        d'inverno...Chiaro ma sarebbe utile per illuminare locali che anche di giorno hanno bisogno di un "rinforzo" (aule scolastiche, aule tribunali, stanzoni da lavoro ecc.) Oppure per avere luce durante i giorni molto caldi senza dover lasciare esposte delle vetrate alla luce del giorno: +fresco+luce -consumi x la climatizzazione.
        • sadness with you scrive:
          Re: camino solare
          - Scritto da: Alessandrox


          una cosa interessante e un fascio di fibre


          ottiche che dal tetto porta la luce in fasci


          convogliati in diversi punti della casa,


          ottenendo la stessa cosa ma con meno materiali


          (a parte ilcosto di installare la fibra ottica)



          ...e a parte il fatto che quando è sera/notte, di

          luce esterna non ce n'è, quindi devi comunque

          accendere una lampadina... a meno che tu non

          voglia accendere le candele (oppure vivi al polo

          nord d'estate, e al polo sud d'inverno...

          Chiaro ma sarebbe utile per illuminare locali che
          anche di giorno hanno bisogno di un "rinforzo"
          (aule scolastiche, aule tribunali, stanzoni da
          lavoro ecc.) Oppure per avere luce durante i
          giorni molto caldi senza dover lasciare esposte
          delle vetrate alla luce del giorno: +fresco+luce
          -consumi x la climatizzazione.da valutare, anche perché la quantità di luce che entra in #n vetrate di 1.5x4m, non è certo la stessa che entrerebbe in un "camino" di 1x1 (da ridistribuire in #n stanze)
  • Testo scrive:
    Notare nei video correlati su YouTube
    [yt]tGvHNNOLnCk[/yt](rotfl)
  • andreachiar iello scrive:
    Ma a cose cia siamo ridotti!!!
    Rimpiango i tempi di Paolo e Andrea De Andreis (a proposito ma che fine hanno fatto!!), questa rivista era bellissima, la leggevo tutti i giorni con interesse, c'erano approfondimenti interessanti, novità, era all'avanguardia. Ora invece pubblicizza oggetti che nemmeno su DMail si trovano!! Il prossimo articolo avrà come titolo: "Un oggetto a batterie per combattere l'isterismo femminile". Vergognatevi!!
    • Osvy scrive:
      Re: Ma a cose cia siamo ridotti!!!
      - Scritto da: andreachiar iello
      Rimpiango i tempi di Paolo e Andrea De Andreis (a
      proposito ma che fine hanno fatto!!), questa
      rivista era bellissima, la leggevo tutti i giorni
      con interesse, c'erano approfondimenti
      interessanti, novità, era all'avanguardia. Ora
      invece pubblicizza oggetti che nemmeno su DMail
      si trovano!! Il prossimo articolo avrà come
      titolo: "Un oggetto a batterie per combattere
      l'isterismo femminile".
      Vergognatevi!!Ragazzi, piano, dai. Un po' di misura. Insomma, di "curiosità" sono infarciti i ben più "danarosi" TG televisivi, se qui su P.I. ci piazzano qualche curiosità tecnologica, anche col fine di aumentare qualche visitatore, pazienza via..del resto tutti si deve mangià, anche quelli di P.I.. ciaops - ma sarebbe mica male quell'oggetto lì!... ;-)
      • attonito scrive:
        Re: Ma a cose cia siamo ridotti!!!
        - Scritto da: Osvy
        - Scritto da: andreachiar iello

        Rimpiango i tempi di Paolo e Andrea De Andreis
        (a

        proposito ma che fine hanno fatto!!), questa

        rivista era bellissima, la leggevo tutti i
        giorni

        con interesse, c'erano approfondimenti

        interessanti, novità, era all'avanguardia. Ora

        invece pubblicizza oggetti che nemmeno su DMail

        si trovano!! Il prossimo articolo avrà come

        titolo: "Un oggetto a batterie per combattere

        l'isterismo femminile".

        Vergognatevi!!

        Ragazzi, piano, dai. Un po' di misura. Insomma,
        di "curiosità" sono infarciti i ben più
        "danarosi" TG televisivi, se qui su P.I. ci
        piazzano qualche curiosità tecnologica, anche col
        fine di aumentare qualche visitatore, pazienza
        via..
        del resto tutti si deve mangià, anche quelli di
        P.I..
        ciao

        ps - ma sarebbe mica male quell'oggetto lì!... ;-)sed s/curiosità/cagata/g
    • krane scrive:
      Re: Ma a cose cia siamo ridotti!!!
      - Scritto da: andreachiar iello
      Rimpiango i tempi di Paolo e Andrea De Andreis (a
      proposito ma che fine hanno fatto!!), questa
      rivista era bellissima, la leggevo tutti i giorni
      con interesse, c'erano approfondimenti
      interessanti, novità, era all'avanguardia. Ora
      invece pubblicizza oggetti che nemmeno su DMail
      si trovano!!Quoto e stra quoto carpiato !!!
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Ma a cose cia siamo ridotti!!!
      PI Gadget, di cui fa parte questo pezzo, l'hanno pensato e lanciato Paolo e Andrea.Che stanno benone. :)
      • sadness with you scrive:
        Re: Ma a cose cia siamo ridotti!!!
        - Scritto da: Luca Annunziata
        PI Gadget, di cui fa parte questo pezzo, l'hanno
        pensato e lanciato Paolo e
        Andrea.

        Che stanno benone. :)Ottima precisazion, ma lasciali pure perdere... c'è gente nata solo per criticare qualunque cosa
      • ogni tanto scrivo scrive:
        Re: Ma a cose cia siamo ridotti!!!
        Non sono un informatico e leggo PI come curioso del settore e per aggiornarmi sulle novità: a me sembra che ultimamente notizie di novità diciamo di interesse "pubblico" ne trovo più su repubblica e il corriere che qui, naturalmente è una mia opinione e alla fine giustamente ognuno gestisce il proprio lavoro come gli pare.- Scritto da: Luca Annunziata
        PI Gadget, di cui fa parte questo pezzo, l'hanno
        pensato e lanciato Paolo e
        Andrea.

        Che stanno benone. :)
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: Ma a cose cia siamo ridotti!!!
          definisci "interesse pubblico"pesco a caso da oggi: http://punto-informatico.it/3055540/PI/News/scrittrice-pirata-voce-dell-innocenza.aspxhttp://punto-informatico.it/3055398/PI/Commenti/agcom-enforcement-liberta.aspxieri: http://punto-informatico.it/3054979/PI/News/anonymous-legittimo-cyberdissenso.aspx
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Ma a cose cia siamo ridotti!!!
            è anche cambiato il mondo dal 1996 a oggi: cos'è che vorresti?non ci dispiace mai sentire l'opinione dei lettorimagari ne possiamo parlare altrove, che qua siamo OT
          • krane scrive:
            Re: Ma a cose cia siamo ridotti!!!
            - Scritto da: Luca Annunziata
            è anche cambiato il mondo dal 1996 a oggi: cos'è
            che vorresti?
            non ci dispiace mai sentire l'opinione dei lettoriIo vorrei...Dei giornalisti che sappiano la grammatica, non commettano grossolani errori di traduzione e di conversione; che sappiano informarsi riguardo alle notizie e non si limitino ad utilizzare traduttori automatici.
            magari ne possiamo parlare altrove, che qua siamo
            OTCome al solito, allora apriamo un bel tread apposta riguardo alla discesa di qualita' dei giornalisti e degli articoli ?
  • Franky scrive:
    La Vera soluzione...
    Ma io mi chiedo...chi parla di risparmio energetico... se sa quali sono le cose che consumano maggiormente energia in casa...La hanno mai fatto una prova con il contatore..per vedere la potenza oraria impiegata?(1) Ferri da stiro(2) Scaldabagni(3) Condizionatori d'aria(4) FrigoriferiE loro cosa vanno a modificare ? La cosa che consuma di meno... la lampadina!!! neanche accendendo 14 lampadine da 100W si raggiunge il consumo di una stufa elettrica o di uno scaldabagno... e chi e' che accende in contemporanea 14 lampadine in 14 stanze delle casa? (che tra le altre cose quasi nessuno ha...) Nessuno!!!!
    • Osvy scrive:
      Re: La Vera soluzione...
      - Scritto da: Franky
      Ma io mi chiedo...chi parla di risparmio
      energetico... se sa quali sono le cose che
      consumano maggiormente energia in casa...La hanno
      mai fatto una prova con il contatore..per vedere
      la potenza oraria
      impiegata?
      (1) Ferri da stiro
      (2) Scaldabagni
      (3) Condizionatori d'aria
      (4) Frigoriferi

      E loro cosa vanno a modificare ? La cosa che
      consuma di meno... la lampadina!!!Assomiglia ai primi show in cui Grillo parlava di rispetto ecologico, e per esempio portava "lo spazzolino svizzero che quando è finito gli si cambia la testina!!!". Ora, secondo i dentisti, uno spazzolino va cambiato ogni 3-4 mesi, dico io, anche se finisce nella spazzatura con tutto il manico non è che chissà quale aumento di rifiuti..e invece le vaschette di polistirolo per 50 grammi di carne, o quella di plastica per 100 di prosciutto, quelle vanno bene..
      • sadness with you scrive:
        Re: La Vera soluzione...
        - Scritto da: Osvy
        - Scritto da: Franky

        Ma io mi chiedo...chi parla di risparmio

        energetico... se sa quali sono le cose che

        consumano maggiormente energia in casa...La
        hanno

        mai fatto una prova con il contatore..per vedere

        la potenza oraria

        impiegata?

        (1) Ferri da stiro

        (2) Scaldabagni

        (3) Condizionatori d'aria

        (4) Frigoriferi



        E loro cosa vanno a modificare ? La cosa che

        consuma di meno... la lampadina!!!

        Assomiglia ai primi show in cui Grillo parlava di
        rispetto ecologico, e per esempio portava "lo
        spazzolino svizzero che quando è finito gli si
        cambia la testina!!!". Ora, secondo i dentisti,
        uno spazzolino va cambiato ogni 3-4 mesi, dico
        io, anche se finisce nella spazzatura con tutto
        il manico non è che chissà quale aumento di
        rifiuti..
        e invece le vaschette di polistirolo per 50
        grammi di carne, o quella di plastica per 100 di
        prosciutto, quelle vanno bene..nessuno ha detto che "le vaschette vanno bene", ma non vedo perché non stare attenti anche al resto... tra parentesi, le vaschette di plastica del prosciutto sono tipicamente in un materiale plastico riciclabile, mentre lo spazzolino da denti no.
        • Alessandrox scrive:
          Re: La Vera soluzione...
          - Scritto da: sadness with you
          nessuno ha detto che "le vaschette vanno bene",
          ma non vedo perché non stare attenti anche al
          resto... tra parentesi, le vaschette di plastica
          del prosciutto sono tipicamente in un materiale
          plastico riciclabile, mentre lo spazzolino da
          denti
          no.Non è del tutto vero: qualsiasi plastica sarebbe riciclabile, dipende dal tipo di riutilizzo che se ne intende fare, anche le pegiori qualità possono avere un ottimo impiego, magari non quello o riginale.
          • sadness with you scrive:
            Re: La Vera soluzione...
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da: sadness with you

            nessuno ha detto che "le vaschette vanno bene",

            ma non vedo perché non stare attenti anche al

            resto... tra parentesi, le vaschette di plastica

            del prosciutto sono tipicamente in un materiale

            plastico riciclabile, mentre lo spazzolino da

            denti no.

            Non è del tutto vero: qualsiasi plastica sarebbe
            riciclabile, dipende dal tipo di riutilizzo che
            se ne intende fare, anche le pegiori qualità
            possono avere un ottimo impiego, magari non
            quello o riginale.Non è questione di "qualità", è proprio il tipo di plastica che può prestarsi o meno a essere "ri-fusa", e riutilizzata: nei contenitori della raccolta differenziata non ci devono finire indistintamente tutti i tipi di plastica, ma solo quelli con certe caratteristiche. Una plastica termoindurente non la puoi riciclare perché ormai ha già reticolato, e se cerchi di fonderla si decompone (=carbonizza) e ne esce uno schifo. Certo, se poi mi dici che *tu* (non tramite raccolta differenziata) ricicli gli spazzolini fancendo tendine antimosche, sculture moderne, o collane trendy, è un altro discorso
    • sadness with you scrive:
      Re: La Vera soluzione...
      - Scritto da: Franky
      Ma io mi chiedo...chi parla di risparmio
      energetico... se sa quali sono le cose che
      consumano maggiormente energia in casa...La hanno
      mai fatto una prova con il contatore..per vedere
      la potenza oraria
      impiegata?
      (1) Ferri da stiro
      (2) Scaldabagni
      (3) Condizionatori d'aria
      (4) Frigoriferi

      E loro cosa vanno a modificare ? La cosa che
      consuma di meno... la lampadina!!! neanche
      accendendo 14 lampadine da 100W si raggiunge il
      consumo di una stufa elettrica o di uno
      scaldabagno... e chi e' che accende in
      contemporanea 14 lampadine in 14 stanze delle
      casa?

      (che tra le altre cose quasi nessuno ha...)
      Nessuno!!!!il fatto è che un lampadina sta accesa, anche 8 ore al giorno, e magari ne hai 2, 3 o 4 in ogni stanza, e magari le hai accese in 2 o 3 stanze. Supponiamo che si stia parlando di lamapadine da 60_w * 2_lampade x 2_stanze * 8_h * 7_giorni, fanno circa 13.5 kwh.un ferro da stiro che consuma 1500w (e non può esswere altrimenti, visto che deve scaldare), lo tieni acceso 2 ore per 2 volte alla settimana, per un totale di 6 kwh... meno della metà delle lampadine...un frigorifero, una volta che è in classe A o AA, non è che puoi fare molto di più, a meno che vuoi mangiare cibi avariati (poi mi è anche capitato di sentire genete poco furba che grede di refrigerare la casa lasciando aperta la porta dle frigo, ma questo è un altro discorso)scaldabagno: se è elettrico, è utile solo in casi di emergenza, e anche lì, se devi scaldare, la potenza serve... non è una situazione assimilabile alla luce della lampadinaconcordo sul fatto che si possa fare a meno die condizionatori, o quantomeno che se ne possa far eun uso molto più limitato... ma se lo vuoi usare il ciclo energetico è quello: non puoi ottenere efficenze migliori da un ciclo termico di quel tipo... diverso il discorso delle lampadine, dove non c'è una questione di cicli termici.
    • ruppolo scrive:
      Re: La Vera soluzione...
      - Scritto da: Franky
      Ma io mi chiedo...chi parla di risparmio
      energetico... se sa quali sono le cose che
      consumano maggiormente energia in casa...La hanno
      mai fatto una prova con il contatore..per vedere
      la potenza oraria
      impiegata?(0) Muletti scariconi 24/7
      (1) Ferri da stiro
      (2) Scaldabagni
      (3) Condizionatori d'aria
      (4) Frigoriferi
      • krane scrive:
        Re: La Vera soluzione...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Franky

        Ma io mi chiedo...chi parla di risparmio

        energetico... se sa quali sono le cose che

        consumano maggiormente energia in casa...La

        hanno mai fatto una prova con il contatore..

        per vedere la potenza oraria impiegata?
        (0) Muletti scariconi 24/7Poco: http://www.journeysystems.com/power_supply/

        (1) Ferri da stiro

        (2) Scaldabagni

        (3) Condizionatori d'aria

        (4) Frigoriferi
  • Fetente scrive:
    che tristezza
    tenendo conto delle materie plastiche utilizzate, i metalli pesanti, le sostanze chimiche contenute nella batteria, tutta l'energia necessaria per produrre le materie prime necessarie, poi l'energia per lavorarle e per assemblare i pezzi, poi l'energia necessaria per trasportarle nei magazzini e nei negozi, eccetera... Poi tenendo conto che un oggetto del genere in media si guasta dopo uno-due anni al massimo, che la batteria comunque ha una durata limitata, eccetera eccetera... a occhio e croce questa meraviglia della tecnica consente di CONSUMARE ALMENO IL DOPPIO DI RISORSE rispetto a una normale lampada a FILAMENTO, a parità di luce emessa.Questa storia del "risparmio" energetico ha veramente rotto il *beep*Pfui
    • qwa aqw scrive:
      Re: che tristezza
      Non hai tenuto conto del fatto che una volta "bruciata" questa lampadina non è facilmente riciclabile (pannello solare, batteria, vetro e metalli saranno difficilmente separabili) e che in casa, anche con le finestre aperte, l'irraggiamento solare al soffitto è decisamente basso.Questa lampada potrà far compagnia ai nani da giardino
    • www scrive:
      Re: che tristezza
      concordo...a parte che ho abbandonato quel tipo di batterie perchè alla 3-4 ricarica durano se va bene la metà di pile equivalenti non ricaricabili...
    • OldDog scrive:
      Re: che tristezza
      - Scritto da: Fetente
      tenendo conto delle materie plastiche utilizzate,
      i metalli pesanti, le sostanze chimiche contenute
      nella batteria, (...) a occhio e croce questa
      meraviglia della tecnica consente di CONSUMARE
      ALMENO IL DOPPIO DI RISORSE rispetto a una
      normale lampada a FILAMENTO, a parità di luce
      emessa.
      Questa storia del "risparmio" energetico ha
      veramente rotto il *beep*Il risparmio energetico non va confuso con il marketing che sfrutta la voglia di risparmio energetico. Il risparmio energetico è virtuoso e necessario, ma deve essere realizzato tenendo conto del costo energetico complessivo o almeno dello spostamento di costi da una fase ad un'altra, meglio gestibile o con minori impatti sull'ecosistema.Le lampade da interni ricaricabili a energia solare sono ovviamente inefficienti. Questo non significa buttar via il bambino del risparmio energetico assieme all'acqua sXXXXX del bagnetto (un'idea senza efficacia tecnica). :-)
      • elettricist a scrive:
        Re: che tristezza
        - Scritto da: OldDog
        Il risparmio energetico non va confuso con il
        marketing che sfrutta la voglia di risparmio
        energetico.E' questo il punto.Facciamo soldi, sfruttando il trend.Ma in realtà, l'oggetto dell'articolo non ha nulla di ecologico o risparmioso.Ma la gente è cosi stupida che ci si butterà a capofitto, con grande soddisfazione dei titolari dei conti correnti di chi ha prodotto queste lampadine.Al di la di questo, la luce che fanno (a led? ahahah) è sicuramente paragonabile a una candela. Non stiamo parlando di led ad alta efficenza e basso voltaggio.Se volete risparmiare, fatevi montare dei fotovoltaici e convertite tutto l'impianto illuminante di casa vostra, con lampade a led ad alta efficenza.Queste cagatine vanno bene giusto per fare da lumino da morto o mettere una lucetta per il cane in giardino.
        • Osvy scrive:
          Re: che tristezza
          - Scritto da: elettricist a
          - Scritto da: OldDog
          o mettere una lucetta per il cane
          in giardino.Oh, guarda che il cane è un animale "senziente", va rispettato!!!(e anche soccorso adesso, obbligatoriamente. E puoi pure caricarlo e portarlo di corsa e se ti multano per ecXXXXX di velocità, fuori il verbale di ricovero et voilà! la multa se ne va).Probabilmente il suo diritto alla luce per la cuccia è già in corso di approvazione in parlamento...E poi stai offendendo chi ha postato in precedenza (OldDog) ;-)ps - lo so che sono completamente OT, scusate ma non sopporto questa equiparazione tra uomini ed animali, dovevo digitarla da qualche parte..
      • sadness with you scrive:
        Re: che tristezza
        - Scritto da: OldDog
        Le lampade da interni ricaricabili a energia
        solare sono ovviamente inefficienti.ovvio... ma non mi pare che questa (per fattezza e caratteristiche) si rivolga agli interni...
    • sadness with you scrive:
      Re: che tristezza
      - Scritto da: Fetente
      tenendo conto delle materie plastiche utilizzate,
      i metalli pesanti, le sostanze chimiche contenute
      nella batteria, tutta l'energia necessaria per
      produrre le materie prime necessarie, poi
      l'energia per lavorarle e per assemblare i pezzi,
      poi l'energia necessaria per trasportarle nei
      magazzini e nei negozi, eccetera... su qualcosa hai ragione, ma su altre no: non è che le lampadine "normali" si materializzano in casa tua... vengono anche loro prodotte, assembalte, testate, e trasportate in negozi e magazzini, anzi, idealmente ne trasporti di più perché si bruciano più spesso di quelle a LED. Inoltre per una lampadina normale devi prevedere il cablaggio elettrico, quindi cavi fatti di rame e rivestiti di gomma... e quindi procedimenti industriali per estrarre il rame, per produrre gomma con certe caratteristiche (aka, con certi composti chimici) e per unire le due cose... più l'energia per farla funzionare
      Poi tenendo
      conto che un oggetto del genere in media si
      guasta dopo uno-due anni al massimo,e perché mai? se hai dati sul MTBF postali, altrimenti la tua idea vale come la mia, e secondo me dura "almeno" 10 anni.
      che la
      batteria comunque ha una durata limitata,per la batteria, volendo, c'è di meglio... ma se definissi "limitata" sarebbe un passo avanti nel tuo discorso
      eccetera eccetera..."eccetera" cosa?
      a occhio e croce questa
      meraviglia della tecnica consente di CONSUMARE
      ALMENO IL DOPPIO DI RISORSE rispetto a una
      normale lampada a FILAMENTO, a parità di luce
      emessa.a occhio e croce direi che stai sparando sentenze a caso: se riuscirai a produrre numeri avrai ragione
      Questa storia del "risparmio" energetico ha
      veramente rotto il *beep*
      Pfuia me invece ha rotto il beep la gente menefreghista
Chiudi i commenti