Google, niente suggerimenti per la Baia

Anche The Pirate Bay nella lista nera stilata da BigG per il blocco dei suggerimenti automatici nelle feature Instant e Autocomplete. Un favore all'industria discografica?

Roma – Dal defunto Megavideo a RapidShare, dai cyberlocker Filesonic e Fileserve al motore di ricerca del torrentismo Isohunt. I grandi protagonisti della condivisione online finiti nella lista nera del gigante Google, che aveva bloccato il suggerimento automatico delle query pirata nelle feature Instant e Autocomplete : e ora di mezzo ci finisce anche The Pirate Bay.

Sempre più estesa, la blocklist di BigG ha ora abbracciato anche la Baia, nei suoi principali domini.se,.com e.org . Il motore di ricerca più famoso e utilizzato del web contro il nemico giurato (e in effetti un po’ meno sulla breccia di un tempo) dei grandi colossi dell’industria discografica.

Proprio la Recording Industry Association of America (RIAA) aveva già bacchettato e sgridato l’azienda di Mountain View, accusata di aver permesso – al di là dei proclami contro le cosiddette mele marce del diritto d’autore – la proliferazione incontrollata di milioni di URL pirata .

Spontaneo pensare che il blocco dei domini della Baia nelle feature di suggerimento automatico rappresenti un segnale deciso in favore dei discografici. La crew della Baia aveva già comunque sottolineato come la maggior parte del traffico verso il sito provenisse da fonti diverse dal search engine in G .

Lo stesso colosso californiano ha ribadito l’esclusione di indirizzi web che risultino in violazione dei termini di servizio all’interno di Autocomplete . Dalla violenza alla pornografia, passando ovviamente per i reati contro il diritto d’autore. The Pirate Bay andrebbe dunque a ricadere in quest’ultima categoria di violazioni. Chi cercasse certi contenuti, comunque, dovrà solo provvedere a completare le stringhe di ricerca da solo.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Young&Nerd scrive:
    Da non credere
    Un attacco con il DOS !!Ed io che usavo il DOS dai tempi della squola non mi ero mai posto questi problemi sulla sicurezza.IO usavo comunemente comandi come del, xcopy, e format ed addirittura fdisk !!non mi ero mai reso conto delle potenzialità di questo vecchio programma operativo
    • Pessimismo e Fastidio scrive:
      Re: Da non credere

      Un attacco con il DOS !!
      Ed io che usavo il DOS dai tempi della squola non...
      non mi ero mai reso conto delle potenzialità di
      questo vecchio programma
      operativoSi ma poi i varii windows si sono dimostrati molto più potenti per causare attacchi di cuore. :D
  • Federico scrive:
    uaz?
    Se gli hacker buttano giù i DNS, i cracker cosa fanno?
    • tucumcari scrive:
      Re: uaz?
      - Scritto da: Federico
      Se gli hacker buttano giù i DNS, i cracker cosa
      fanno?I cracker crakkano (come dice la parola) crakkare non richiede necessariamente hacking spesso basta usare una applicazione hacking ha una etimologia che indica lo "sbattersi" il "rompersi la testa" per trovare una strada po una soluzione che serve a raggiungere uno scopo (buono o cattivo che sia).Ma perchè non compri un vocabolario? ;)
  • Uqbar scrive:
    Ma non è un DDOS!
    Sembra non si tratti di un attacco ma di "problemi di rete".http://www.datacenterknowledge.com/archives/2012/09/11/go-daddy-network-issues-not-hackers-or-ddos-caused-outage/ehttp://slashdot.org/topic/cloud/godaddy-claims-internal-issue-not-anonymous-caused-outage/Potrei anche crederci, per carità, ma "le tabelle di routing che si sono corrotte" mi puzzano più di "cavolata operations" che altro.Un router che non sia stato progettato e comprato a Porta Portese difficilmente si troverà la routing table corrotta.A meno che non si stiano usando rotte dinamiche. E anche in quel caso ci voglionon dei begli errori operativi.Ma a noi che importa? Tanto la verità non esiste. Sono vere tutt'e due le notizie!
    • tucumcari scrive:
      Re: Ma non è un DDOS!
      - Scritto da: Uqbar
      Sembra non si tratti di un attacco ma di
      "problemi di
      rete".
      http://www.datacenterknowledge.com/archives/2012/0
      e
      http://slashdot.org/topic/cloud/godaddy-claims-int

      Potrei anche crederci, per carità, ma "le tabelle
      di routing che si sono corrotte" mi puzzano più
      di "cavolata operations" che
      altro.
      Un router che non sia stato progettato e comprato
      a Porta Portese difficilmente si troverà la
      routing table
      corrotta.Un router (che sia comprato a porta portese o altrove poco importa) ha delle policy di sicurezza e di amministrazione e può essere attaccato come qualunque altra macchina.Il problema sta sempre nello stesso posto quali politiche e quali misure di sicurezza?Questo non esclude ne l'ipotesi degli errori ne quella di un attacco e neppure una combinazione dei 2!
  • GoDaddo scrive:
    dns ?
    Io ho un dominio su enom e lo spazio su godaddy e non funzionava uguale :(
  • Ana Trollo scrive:
    nzomma..
    nzomma AnonyXXXXXXX si sta sXXXXXXXndo a destra e a manca millantando crediti che non hanno:- UUID presi dal portatile superprotetto dell'FBI, che poi FBI non era visto che si trattava di altro;- (D)DoS verso i server DNS di GoPapa' che invece si e' rivelato essere un errore nelle routing tables di Gopapino..O che si tratti invece di un'operazione dell'FBI/CIA/NSA/BIMBUMBAM che vuole screditare gli Anominousettete che oramai sono morti e defunti?Dopo le scie chimiche, le cyber comiche...
  • pinco pallino scrive:
    cinguettii
    non sarà stato mica il pulcino pio???
  • Markino scrive:
    E infatti il problema era un altro
    Smettetela di dare credito all'AnonyXXXXXXX di turno. Il collettivo Anonymous e' di fatto morto da un bel pezzo, e i pochi superstiti non sono certo in grado di condurre un attacco che porta ad un risultato pesante come quello sofferto da Godaddy ieri. Dal primo minuto ho detto e pensato che doveva per forza trattarsi di uno screwup interno, e così' si e' dimostrato. Lo stesso membro di Anonymous che ieri ha detto "sono stato io" aveva pure detto "sono stato io" qualche mese fa quando Facebook ha avuto un paio d'ore di problemi vari. Che si sono poi rivelati uno screwup interno. Caduta foglia da un albero: Anonymous rivendica l'attacco.http://www.godaddy.com/newscenter/release-view.aspx?news_item_id=410
    • collione scrive:
      Re: E infatti il problema era un altro
      mi sa tanto di "oste com'è il vino?"
    • sardonico scrive:
      Re: E infatti il problema era un altro
      Sarebbe il caso di aggiornare l'articolo, infatti.E magari di non prendere per buono il primo tweet di anonimi bimbiminkia quando succede qualcosa del genere.
  • tmx88 scrive:
    .....
    "Sto abbattendo GoDaddy perché vorrei capire quanto sia tutelata la cybersicurezza, e per altri motivi di cui non posso parlare ora".Ok, abbiamo capito che la cybersicurezza è poco tutelata. Era necessario un attacco del genere per ricordarcelo? :-o "Ciao a tutti, chi vuole che butti giù il 99 per cento della Rete globale?"Che modestia, tipica di un bimbominkia! :|
  • Andreabont scrive:
    Uffa
    Non sono Hacker, sono bambinetti che si divertono ad usare tecniche barbare (DDoD) tutt'altro che raffinate.Per "testare la sicurezza" non si bombarda un sistema di pacchetti, non ci ricavi grandi informazioni... se proprio vuoi fare un test va fatto generando il minimo fastidio e dopo di contattano gli amministratori per aiutarli a risolvere il problema.Piantiamola di mistificare questa gente, non sono hacker, non sono attivisti, non sono una versione informatica di rambo in grado di "buttare giù la rete globale". Sono dei ragazzini che, pensando di rimanere impuniti, si divertono alle spalle degli altri.
    • tucumcari scrive:
      Re: Uffa
      - Scritto da: Andreabont
      Non sono Hacker, sono bambinetti che si divertono
      ad usare tecniche barbare (DDoD) tutt'altro che
      raffinate.

      Per "testare la sicurezza" non si bombarda un
      sistema di pacchetti, non ci ricavi grandi
      informazioni... se proprio vuoi fare un test va
      fatto generando il minimo fastidio e dopo di
      contattano gli amministratori per aiutarli a
      risolvere il
      problema.

      Piantiamola di mistificare questa gente, non sono
      hacker, non sono attivisti, non sono una versione
      informatica di rambo in grado di "buttare giù la
      rete globale". Sono dei ragazzini che, pensando
      di rimanere impuniti, si divertono alle spalle
      degli
      altri.Peggio mi sento se un professionista è alla mercè del primo wannabe di turno è meglio che cambi mestiere!E con questo non giustifico in alcun modo i wannabe!Uso semplicemente (come è giusto e corretto che sia) 2 pesi e due misure uno per i wannabe e uno per chi pretende di fare il professionista e offrire addirittura servizi professionali agli altri!
      • lslss scrive:
        Re: Uffa
        - Scritto da: tucumcari
        Peggio mi sento se un professionista è alla mercè
        del primo wannabe di turno è meglio che cambi
        mestiere!non è questione di bravura, se ti saturano la banda con un ddos puoi essere bravo quanto ti pare ma puoi fare ben poco.
        • Gabriele scrive:
          Re: Uffa
          - Scritto da: lslss
          - Scritto da: tucumcari

          Peggio mi sento se un professionista è alla
          mercè

          del primo wannabe di turno è meglio che cambi

          mestiere!

          non è questione di bravura, se ti saturano la
          banda con un ddos puoi essere bravo quanto ti
          pare ma puoi fare ben
          poco.Vero, ma magari da una società come GoDaddy ci sia sspetta che abbia i server DNS replicati anche su altre reti. Ora non so nel dettaglio, ma possibile non abbiano degli slaves altrove?
          • tucumcari scrive:
            Re: Uffa
            - Scritto da: Gabriele
            Vero, ma magari da una società come GoDaddy ci
            sia sspetta che abbia i server DNS replicati
            anche su altre reti. Ora non so nel dettaglio, ma
            possibile non abbiano degli slaves
            altrove?Eggià secondo lui è normale una notizia tipo..."Ladruncolo di polli svaligia il cavea della Bundesbank"....Magari ci si aspetta che Bundesbank resista un pochino di più??Scommettiamo che nel caso i tedeschi (che magari sono forse un pochino rozzi ma sbrigativi) gli farebbero cambiare mestiere in fretta alla Bundesbank??
        • tucumcari scrive:
          Re: Uffa
          - Scritto da: lslss
          - Scritto da: tucumcari

          Peggio mi sento se un professionista è alla
          mercè

          del primo wannabe di turno è meglio che cambi

          mestiere!

          non è questione di bravura, se ti saturano la
          banda con un ddos puoi essere bravo quanto ti
          pare ma puoi fare ben
          poco.Cioè stai dicendo che il wannabe dispone di più risorse (banda connessioni ridondate ecc. ecc..) di un fornitore di servizi (godaddy) per giunta di servizi crtici come il DNS?Se è così confermo .... per la legge dei 2 pesi e 2 misure.... deve assolutamente cambiare mestiere!
          • steveacab scrive:
            Re: Uffa
            purtroppo come al solito non si approfondisce mai l'accaduto prima di parlare.prima di tutto @AnonymousOwn3r fa parte di Anonymous ma ha agito completamente da solo.secondo, non ha un infrastruttura pari o superiore a godaddy, come lui stesso ha detto, ha creato da se degli script bot (che non divulga, o almeno in pubblico), bucato vari server IRC ed in seguito con questi ha effettuato il DDoS. mezzi usati "sql, Ldap injection bufferover flow muitas " come da lui descritto.non mi sembra proprio il primo niubbo bimbominkia pseudo-hacker.
          • tucumcari scrive:
            Re: Uffa
            - Scritto da: steveacab
            purtroppo come al solito non si approfondisce mai
            l'accaduto prima di
            parlare.

            prima di tutto @AnonymousOwn3r fa parte di
            Anonymous ma ha agito completamente da
            solo.
            secondo, non ha un infrastruttura pari o
            superiore a godaddy, come lui stesso ha detto, ha
            creato da se degli script bot (che non divulga, o
            almeno in pubblico), bucato vari server IRC ed in
            seguito con questi ha effettuato il DDoS. mezzi
            usati "sql, Ldap injection bufferover flow muitas
            " come da lui
            descritto.Si ma ha usato le vulnerabilità (appunto) che i pasticcioni (godaddy) gli hanno poco professionalmente messo a disposizione!Ti risulta che network solutions (ad esempio) non sia mai stata sotto attacco?A me risulta di si e gli effetti però sono sytati un tantinello diversi!Ripeto 2 pesi e 2 misure chi fa quel mestiere lo <b
            deve </b
            sapere fare!

            non mi sembra proprio il primo niubbo bimbominkia
            pseudo-hacker.è irrilevante il confronto dei mezzi a disposizione è sbilanciato e non certo a suo favore!Mi stai solo dando ragione!Il primo vero colpevole è chi vende casseforti di carta velina!Può fare un altro mestiere se non sa fare casseforti!Questo non giustifica il "ladruncolo" stabilisce appunto (ciascuno col suo peso e la sua misura) le responsabilità in campo!
          • collione scrive:
            Re: Uffa
            al giorno d'oggi le botnet di questi signori contano sulle 100.000 macchinefacciamo una media di mezzo megabit/s per macchina e si arriva senza difficoltà 50 gigabit/spurtroppo è questo lo stato delle cosese si dovessero diffondere connessione veramente a banda larga, la situazione potrebbe precipitare pericolosamente
          • Teo_ scrive:
            Re: Uffa
            - Scritto da: collione
            al giorno d'oggi le botnet di questi signori
            contano sulle 100.000
            macchine

            facciamo una media di mezzo megabit/s per
            macchina e si arriva senza difficoltà 50
            gigabit/s

            purtroppo è questo lo stato delle cose

            se si dovessero diffondere connessione veramente
            a banda larga, la situazione potrebbe precipitare
            pericolosamenteQuindi la prima cosa da fare è mettere in blacklist tutti gli IP di Kansas City http://punto-informatico.it/3572150/PI/News/google-fibra-arriva-kansas-city.aspx :)
          • sasturedio scrive:
            Re: Uffa
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: lslss

            - Scritto da: tucumcari


            Peggio mi sento se un professionista è
            alla

            mercè


            del primo wannabe di turno è meglio che
            cambi


            mestiere!



            non è questione di bravura, se ti saturano la

            banda con un ddos puoi essere bravo quanto ti

            pare ma puoi fare ben

            poco.
            Cioè stai dicendo che il wannabe dispone di più
            risorse (banda connessioni ridondate ecc. ecc..)
            di un fornitore di servizi (godaddy) per giunta
            di servizi crtici come il
            DNS?
            Se è così confermo .... per la legge dei 2 pesi e
            2 misure.... deve assolutamente cambiare
            mestiere!ma tu sai cosa è una botnet?
          • tucumcari scrive:
            Re: Uffa
            - Scritto da: sasturedio
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: lslss


            - Scritto da: tucumcari



            Peggio mi sento se un professionista è

            alla


            mercè



            del primo wannabe di turno è meglio
            che

            cambi



            mestiere!





            non è questione di bravura, se ti saturano
            la


            banda con un ddos puoi essere bravo quanto
            ti


            pare ma puoi fare ben


            poco.

            Cioè stai dicendo che il wannabe dispone di più

            risorse (banda connessioni ridondate ecc. ecc..)

            di un fornitore di servizi (godaddy) per giunta

            di servizi crtici come il

            DNS?

            Se è così confermo .... per la legge dei 2 pesi
            e

            2 misure.... deve assolutamente cambiare

            mestiere!

            ma tu sai cosa è una botnet?Si e so anche:1) che non è stata usata una botnet (quindi di che stai cianciando?)2) Non è che attacchi di botnet contro i fornitori di servizi DNS non ne siano mai stati fatti ma i risultati sono stati un tantinello differenti!Ti sei mica chiesto come mai?
    • collione scrive:
      Re: Uffa
      ma lo scopo era proprio bloccare le attività di godaddyla pietra d'inciampo è il SOPAnon è che Anonymous non abbia membri in grado di hackerare un sistema ( del resto l'hanno dimostrato più volte ), è che quando si tratta di bloccare bisogna bloccare non bucare
    • Mux scrive:
      Re: Uffa
      - Scritto da: Andreabont
      Non sono Hacker, sono bambinetti che si divertono
      ad usare tecniche barbare (DDoD) tutt'altro che
      raffinate.

      Per "testare la sicurezza" non si bombarda un
      sistema di pacchetti, non ci ricavi grandi
      informazioni... se proprio vuoi fare un test va
      fatto generando il minimo fastidio e dopo di
      contattano gli amministratori per aiutarli a
      risolvere il
      problema.

      Piantiamola di mistificare questa gente, non sono
      hacker, non sono attivisti, non sono una versione
      informatica di rambo in grado di "buttare giù la
      rete globale". Sono dei ragazzini che, pensando
      di rimanere impuniti, si divertono alle spalle
      degli
      altri.Non sono bambinetti e fare un DDoS al giorno d'oggi non è una cosa da bambinetti!
      • aphex twin scrive:
        Re: Uffa
        Questo sembrava funzionare , l'hanno usato un sacco di bimbiminkia.http://sourceforge.net/projects/loic/Oggi, un FW aggiornato dovrebbe bastare a contenere l'attacco.
        • collione scrive:
          Re: Uffa
          - Scritto da: aphex twin
          Questo sembrava funzionare , l'hanno usato un
          sacco di
          bimbiminkia.

          http://sourceforge.net/projects/loic/
          ma in quel caso il LOIC lo installavi sul tuo computerin questo caso c'è un tizio che ha lanciato l'attacco da una botnetquindi ha dovuto prima crearsi la botnet e questa cosa non è così semplice come si pensa
          Oggi, un FW aggiornato dovrebbe bastare a
          contenere
          l'attacco.buona fortunacon un traffico di svariate decine di gigabit/s ti brucia pure i cavi di rete, altro che firewall
        • utente scrive:
          Re: Uffa
          - Scritto da: aphex twin
          Questo sembrava funzionare , l'hanno usato un
          sacco di
          bimbiminkia.

          http://sourceforge.net/projects/loic/

          Oggi, un FW aggiornato dovrebbe bastare a
          contenere
          l'attacco.può funzionare contro un serverino del menga e non di certo su godaddy!Come hanno già scritto, un FW non ti protegge da un flood!
    • Mir1 scrive:
      Re: Uffa
      - Scritto da: Andreabont
      Non sono Hacker, sono bambinetti che si divertono
      ad usare tecniche barbare (DDoD) tutt'altro che
      raffinate.

      Per "testare la sicurezza" non si bombarda un
      sistema di pacchetti, non ci ricavi grandi
      informazioni... se proprio vuoi fare un test va
      fatto generando il minimo fastidio e dopo di
      contattano gli amministratori per aiutarli a
      risolvere il
      problema.

      Piantiamola di mistificare questa gente, non sono
      hacker, non sono attivisti, non sono una versione
      informatica di rambo in grado di "buttare giù la
      rete globale". Sono dei ragazzini che, pensando
      di rimanere impuniti, si divertono alle spalle
      degli
      altri.
  • marco scrive:
    hanno fatto bene
    godaddy aveva supportato sopa ai tempi... se falliscono fanno solo un favore al web (ci sono alternative decisamente migliori che non cercano di venderti qualsiasi cosa ad ogni pagina)
    • tucumcari scrive:
      Re: hanno fatto bene
      - Scritto da: marco
      godaddy aveva supportato sopa ai tempi... se
      falliscono fanno solo un favore al web (ci sono
      alternative decisamente migliori che non cercano
      di venderti qualsiasi cosa ad ogni
      pagina)Certo che la simpatia non è il loro forte... (mia opinione personalissima e criticabilissima).....Ma ognuno deve essere libero di fare il suo mestiere come meglio crede...
  • gugu scrive:
    hacker che lo fanno per la sicurezza...
    è una scusa senza senso, ogni volta che chiedi a un hacker il motivo dice che il tuo sito fa schifo in sicurezza... ma senza di loro la sicurezza non servirebbe, facessero qualcosa di utile invece di perdere tempo dando fastidio alla gente che lavora... solo per un po' di notorietà
    • panda rossa scrive:
      Re: hacker che lo fanno per la sicurezza...
      - Scritto da: gugu
      è una scusa senza senso, ogni volta che chiedi a
      un hacker il motivo dice che il tuo sito fa
      schifo in sicurezza... ma senza di loro la
      sicurezza non servirebbe, facessero qualcosa di
      utile invece di perdere tempo dando fastidio alla
      gente che lavora... solo per un po' di
      notorietàScusa, non per farmi i fatti tuoi, ma tu per quale societa' hai detto di essere il responsabile della sicurezza?
      • tucumcari scrive:
        Re: hacker che lo fanno per la sicurezza...
        - Scritto da: panda rossa

        schifo in sicurezza... ma senza di loro la

        sicurezza non servirebbe
        Scusa, non per farmi i fatti tuoi, ma tu per
        quale societa' hai detto di essere il
        responsabile della
        sicurezza?Perchè c'è qualcosa della "perla di saggezza" qui sopra che non ti convince?(rotfl)(rotfl)(rotfl)Sarà uno "autoironico".... :D
      • Pippo Pippo scrive:
        Re: hacker che lo fanno per la sicurezza...
        - Scritto da: panda rossa
        Scusa, non per farmi i fatti tuoi, ma tu per
        quale societa' hai detto di essere il
        responsabile della
        sicurezza?Che domande: di GoDaddy, no ??
    • Andrea scrive:
      Re: hacker che lo fanno per la sicurezza...
      ahaha!È una scusa senza senso, ogni volta che un ladro ti entra in casa dice, dovevi mettere delle serrature più robuste, ma senza di loro la le serrature non servirebbero, facessero qualcosa di utile invece di perdere tempo dando fastidio alla gente che lavora...
    • Funz scrive:
      Re: hacker che lo fanno per la sicurezza...
      - Scritto da: gugu
      è una scusa senza senso, ogni volta che chiedi a
      un hacker il motivo dice che il tuo sito fa
      schifo in sicurezza... ma senza di loro la
      sicurezza non servirebbe, facessero qualcosa di
      utile invece di perdere tempo dando fastidio alla
      gente che lavora... solo per un po' di
      notorietàa parte queste sciocchezze, il fatto che il primo BM che passa può mettere fuori uso il sistema dei DNS è molto molto preoccupante.
  • maxsix scrive:
    A quando google?
    Così per sapere...
Chiudi i commenti