Google, nuova sfida ai censori

Un appello ai governi occidentali, affinché si intervenga per allentare le maglie della censura sul web. A rischio il libero mercato e il flusso dell'informazione. E BigG torna a bacchettare la Cina

Roma – Un nuovo appello, questa volta indirizzato a tutti i governi dell’Occidente. Un white paper , pubblicato online da Google, affinché le varie autorità nazionali intervengano con decisione per allentare le maglie della censura sul web. Affinché venga liberato il flusso globale dell’informazione, rimosso ogni ostacolo al libero commercio basato su Internet .

Un intervento richiesto dall’azienda di Mountain View alla luce di una crescita preoccupante. Il livello generale nella restrizione dell’accesso ai contenuti online sarebbe infatti aumentato di dieci volte in dieci anni . I vari meccanismi della censura avrebbero ormai raggiunto dimensioni imponenti, a partire dagli sforzi di più di 40 governi del Pianeta .

Tra questi quello della Cina, da tempo additato da Google come uno dei più attivi e pericolosi. Secondo l’azienda di Mountain View, le autorità di Pechino favorirebbero le sole attività commerciali del search engine Baidu, attualmente detentore di una fetta di mercato – quello del paese asiatico – pari al 73 per cento . Le maglie della censura costituirebbero di fatto un impedimento al libero commercio.

Google ha espresso le sue più profonde preoccupazioni, soprattutto per il destino di un settore – quello del commercio su Internet – destinato a raggiungere cifre stellari. Meccanismi come il filtraggio dei contenuti e l’assegnazione di licenze rappresenterebbero una enorme minaccia all’economia delle aziende che operano online.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • QZNhEvpUcHp qaCozMD scrive:
    rtAxsFgSCKw
    http://www.dearandfrom.com/mortgage.html mortgage 8-((( http://www.heatherlaforce.com/mba.html MBA degree =-[[ http://www.myrefinanceratesplace.com/ mortgage 8-[[
  • ChineseHell scrive:
    Re: IDE
    Peccato che nel mondo reale l'efficienza sia fondamentale...Voglio vedere quale cliente sceglierebbe, a parità di risultato, un fornitore che, per scelta ideologica, non sfrutta tutti gli strumenti necessari per essere più efficiente, quindi impiegare meno tempo e quindi costare di meno...Se parliamo in modo filosofico è vero. Un IDE ti da solo scorciatoie per fare le cose + velocemente. Peccato che nella pratica quella velocità fa la differenza tra prendere una commessa e non prenderla...
  • MementoMori scrive:
    Re: IDE
    - Scritto da: sxs
    Se prendi anche gente che ha i maroni cubitali (e
    con cui forse tu non hai mai neppure avuto occasione di
    lavorare) e gli togli questi strumenti certo che lavorano lo
    stesso ma la produttivita' crolla in modo devastante.Esatto. Sono daccordo. Nessuno fa a meno di un IDE ma la gente che conosce il suo mestiere riesce a lavorare lo stesso. Il fatto che possa farlo non vuol dire che sia meglio farlo. Ma il fatto di non saperlo fare mi rende un inetto e un incapace.
  • MementoMori scrive:
    Re: IDE
    io uso Qt per progetti (non banali) sia su win che linux (mac non testato ma probabilmente compatibile con poche [o nessuna] modifica)
  • mela marcia doc scrive:
    Re: IDE
    In linea di principio sono d'accordo, ma come si dice "impara l'arte e mettila da parte".Cioè una volta che hai fatto la gavetta ed hai imparato a scrivere con un editor di testo rispettando la "camelizzazione", scriverti i batch che eseguono la compilazione debug/release linkando tutti i componenti referenziati, prendi un IDE e incominci a essere produttivo.E' come se oggi dovessi fare un'applicazione CRUD e non usassi un ORM perché implementarsi a mano il layer di persistenza dimostra quanto sei bravo.
  • efex scrive:
    ma è terribile
    ha una sintassi veramente agghiacciante!
    • zuzzurro scrive:
      Re: ma è terribile
      Questione solo di abitudine.Più che la sintassi bisogna entrare un po' nella logica "alla Lisp" della cosa. Una volta che sei abituato poi alcune cose le ragioni "alla maniera funzionale" e ti vengono automatiche.Anmche il concetto di "trasparenza referenziale" è abbastanza importante.A me è capitata una cosa strana: le fatiche più grosse della mia vita le ho fatte passando da funzionale ad oggetti, viceversa e ritorno.Ti senti veramente bloccato...
      • pippo75 scrive:
        Re: ma è terribile

        A me è capitata una cosa strana: le fatiche più
        grosse della mia vita le ho fatte passando da
        funzionale ad oggetti, viceversa e
        ritorno.
        Ti senti veramente bloccato...sembra che sia una cosa abbastanza normale, se impari un modo passare all'altro non è detto che sia sempre facile. ( anzi )
    • FDG scrive:
      Re: ma è terribile
      - Scritto da: efex
      ha una sintassi veramente agghiacciante!Si, l'ha detto l'orso polare!
    • evilripper scrive:
      Re: ma è terribile
      - Scritto da: efex
      ha una sintassi veramente agghiacciante!l'importante che per assegnare le variabili non ci vogliano i due punti e uguale! :-D
  • nome e cognome scrive:
    Re: IDE

    gli strumenti SUFFICIENTI per programmare sono:
    1) un editor di testo
    2) un compilatore/interprete
    3) un linker
    4) un debuggerROTFL, adorabile ma in realtà ti basta un editor binario. Perché sprecare il proprio tempo con un linguaggio di alto livello, con un editor di testo quando puoi programmare direttamente in assembler scrivendo direttamente sui settori del disco come si faceva una volta?

    MS Visual Studio ne fa parte.
    Peccato che solo pochi che lo usano sappiano
    compilare un semplice programmino senza di esso.
    I dettagli vanno nascosti all'utente finale, non
    al
    programmatore!!!Giusto, le schede perforate sono l'unico vero metodo di programmazione. Basta con queste aggiunte da sparagestionali quali monitor e tastiera.
  • Disinformat ico scrive:
    Ma Mono
    Non è sotto brevetto Microsoft ?E allora che senso ha mettere a disposizione un linguaggio di programmazione con licenza Apache, se poi per funzionare ha bisogno di un Framework sul quale si possono chiedere royalty.Cioè un senso ce l'ha ma ce l'ha solo per Microsoft, e certamente a parte Novell non colonizza proprio un bel nulla.
    • anonimo scrive:
      Re: Ma Mono
      - Scritto da: Disinformat ico
      Non è sotto brevetto Microsoft ?
      E allora che senso ha mettere a disposizione un
      linguaggio di programmazione con licenza Apache,
      se poi per funzionare ha bisogno di un Framework
      sul quale si possono chiedere
      royalty.
      Cioè un senso ce l'ha ma ce l'ha solo per
      Microsoft, e certamente a parte Novell non
      colonizza proprio un bel
      nulla.Leggi questo caro disinformato:http://mono-project.com/FAQ:_Licensing
    • uno di passaggio scrive:
      Re: Ma Mono
      Non proprio (correggetemi se sbaglio)Mono è l'implementazione di .NET solo per quel che riguarda C# e CLI, che è la parte coperta da ECMA (334 e 335).L'ECMA tuttavia non è che fosse proprio chiarissima e c'è voluta una Community Promise di Microsoft per dissolvere(???) i dubbi.- Scritto da: Disinformat ico
      Non è sotto brevetto Microsoft ?
      E allora che senso ha mettere a disposizione un
      linguaggio di programmazione con licenza Apache,
      se poi per funzionare ha bisogno di un Framework
      sul quale si possono chiedere
      royalty.
      Cioè un senso ce l'ha ma ce l'ha solo per
      Microsoft, e certamente a parte Novell non
      colonizza proprio un bel
      nulla.
      • Ricorsivo scrive:
        Re: Ma Mono
        - Scritto da: uno di passaggio
        Non proprio (correggetemi se sbaglio)
        Mono è l'implementazione di .NET solo per quel
        che riguarda C# e CLI, che è la parte coperta da
        ECMA (334 e
        335).
        L'ECMA tuttavia non è che fosse proprio
        chiarissima e c'è voluta una Community Promise di
        Microsoft per dissolvere(???) i
        dubbi.
        Vai qui e leggi nei commenti la risposta di Cesare Di Mauro:http://www.appuntidigitali.it/4751/la-comunita-open-source-prenda-le-distanze-da-richard-stallman/
        • uno di passaggio scrive:
          Re: Ma Mono
          L'ho letta. Dunque?Non ho capito cosa c'entri tutto 'sto pippone con il mio post.L'ostilità di Stallman e della FSF nei confronti di Mono non è dovuta ad un mero pregiudizio ma ad un vizio di forma della stessa Community Promise che non specifica assolutamente cosa possa accadere ad un progetto nel caso in cui esso utilizzi librerie non coperte da ECMA o dalla CP.Per questo FSF invita alla prudenza. E a ragione. Vedi il caso fat32 e TomTom.- Scritto da: Ricorsivo
          - Scritto da: uno di passaggio

          Non proprio (correggetemi se sbaglio)

          Mono è l'implementazione di .NET solo per quel

          che riguarda C# e CLI, che è la parte coperta da

          ECMA (334 e

          335).

          L'ECMA tuttavia non è che fosse proprio

          chiarissima e c'è voluta una Community Promise
          di

          Microsoft per dissolvere(???) i

          dubbi.



          Vai qui e leggi nei commenti la risposta di
          Cesare Di
          Mauro:
          http://www.appuntidigitali.it/4751/la-comunita-ope
          • Ricorsivo scrive:
            Re: Ma Mono
            - Scritto da: uno di passaggio
            L'ho letta. Dunque?
            Non ho capito cosa c'entri tutto 'sto pippone con
            il mio
            post.Quale parte di: "Vai qui e leggi NEI COMMENTI la risposta di Cesare Di Mauro" non hai capito?
          • uno di passaggio scrive:
            Re: Ma Mono
            - Scritto da: Ricorsivo
            - Scritto da: uno di passaggio

            L'ho letta. Dunque?

            Non ho capito cosa c'entri tutto 'sto pippone
            con

            il mio

            post.

            Quale parte di: "Vai qui e leggi NEI COMMENTI la
            risposta di Cesare Di Mauro" non hai
            capito?Sì, ho letto i soliti noiosissimi sproloqui contro Stallmann, perché puzza-nonsifalabarba-hippydiXXXXX-asociale-mangiaparola ecc.anche da parte dello stesso autore.A parte questo nulla di sostanziale, solo superficialità e luoghi comuni.Allo stesso Di Mauro suggerirei un attenta lettura del suo stesso punto 2)"2) Mono è in gran parte unimplementazione completamente libera, fatta eccezione per una precisa parte (di cui parlavo prima) che è comunque utilizzabile da chiunque;"È proprio questa "parte" a costituire un pericolo perché nè la CP ne l'ECMA esplicitano nel dettaglio questo "utilizzabile da chiunque e, ripeto, bene fa Stallman e la FSF ad essere diffidente.
          • uno di passaggio scrive:
            Re: Ma Mono
            - Scritto da: Ricorsivo
            - Scritto da: uno di passaggio

            L'ho letta. Dunque?

            Non ho capito cosa c'entri tutto 'sto pippone
            con

            il mio

            post.

            Quale parte di: "Vai qui e leggi NEI COMMENTI la
            risposta di Cesare Di Mauro" non hai
            capito?Ho sbagliatoDovevo dirtelo prima così non ti avrei permesso questo elegante, simpatico e originalissimo abbrivo.Certo che ho letto un pò di commenti e diversi di Di Mauro, poi mi sono rotto le scatole.La solita pletora di sproloqui su Stallman che nonsilava-puzza-hippidelcavolo-asociale ecc ma nulla di sostanziale. Solo tanto inutile livore.Allo stesso Di Mauro chiederei di rileggere con maggior attenzione il punto 2) di uno dei suoi commenti "2) Mono è in gran parte unimplementazione completamente libera, fatta eccezione per una precisa parte (di cui parlavo prima) che è comunque utilizzabile da chiunque;"È proprio quell'"eccezione" ad essere un pericolo perché né la CP né l'ECMA specificano cosa possa succedere a chi utilizza parti coperte da brevetto. C'è solo una promisem, ma se dovesse valere la pena credo che della "promise" non rimarrebbe nemmeno il ricordo e bene fa Stallman e FSF a mostrare aperta diffidenza.Il resto dell'articolo è spazzatura a livello di Novella 2000, messa lì per attirare gonzi e click, un pretesto per scatenare il flammone senza nulla di sostanziale. Puro pretesto per bandire la solita crociata anti-Stallman, un pò come faceva l'altro Aranzulla del web, il pollycocco, con le sue crociate antimono.P.S Poi, se su 320 commenti, vorrai essere tanto gentile da dirmi cosa intendi per "qui", magari farò lo sforzo di acquisire le perle di saggezza di questo nuovo mentore, davanti al quale certamente Stallman dovrebbe solo inchinarsi.
    • efex scrive:
      Re: Ma Mono
      - Scritto da: Disinformat ico
      Non è sotto brevetto Microsoft ?No. .Net è una tecnologia Microsoft, Mono è nato come .net che gira su GNU/Linux e con Microsoft non ha niente a che fare.
      E allora che senso ha mettere a disposizione un
      linguaggio di programmazione con licenza Apache,
      se poi per funzionare ha bisogno di un Framework
      sul quale si possono chiedere
      royalty.Questa domanda devi farla a tutta la free software foundation e a tutta l'open source initiative, in quanto pur essendo contrari ai brevetti software da vent'anni urlano ai quattro venti "usate le licenze libere, questo non vi impedirà di VENDERE i vostri software se lo volete!". Per fortuna o sono disonesti o sono stupidi, perciò vendere il software non è così facile, ma questa loro campagna contro chi non ha soldi da spendere in software ha molti effetti collaterali disastrosi di cui credo non si rendano conto.Un esempio? Hanno sempre detto che la documentazione deve essere libera ma può essere venduta, anzi è un'ottima cosa che venga venduta perchè secondo loro questo sostiene il free software. Lo sostiene così tanto che se vuoi una spiegazione decente su come scrivere plugin per MySQL/MariaDB devi ordinare un libro dagli USA.Grazie Stallman, grazie Raymond visto che vi pagano per sparare idiozie mentre io tiro avanti tra 1000 problemi, e visto che per colpa vostra ho dovuto comprare alcuni libri, spero abbiate la decenza di offrirmi una birra.
      Cioè un senso ce l'ha ma ce l'ha solo per
      Microsoft, e certamente a parte Novell non
      colonizza proprio un bel
      nulla.Fosse solo Novell il problema... il kernel Linux contiene decine di driver binari (open source si, open source no, open source una cippa) e Debian ha avuto per anni software non liberi nei repository free perchè erano importanti. Per carità, se uno si è installato le librerie 3d quando erano non-free perchè voleva fare i videogiochi non sarò certo io a fargli la morale! Ma che Debian racconti deliberatamente delle balle mi pare un po' contrario al loro millantato "contratto sociale".
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ma Mono
        Quante fesserie :/
      • sei un mono scrive:
        Re: Ma Mono
        - Scritto da: efex
        Questa domanda devi farla a tutta la free
        software foundation e a tutta l'open source
        initiative, in quanto pur essendo contrari ai
        brevetti software da vent'anni urlano ai quattro
        venti "usate le licenze libere, questo non vi
        impedirà di VENDERE i vostri software se lo
        volete!". Per fortuna o sono disonesti o sono
        stupidi, perciò vendere il software non è così
        facile, ma questa loro campagna contro chi non ha
        soldi da spendere in software ha molti effetti
        collaterali disastrosi di cui credo non si
        rendano
        conto.un esempio di azienda sviluppatasi quando il software era oggetto di copyright e non di brevetti: microsoft.se i brevetti fossero stati instaurati prima, saresti col terminale attaccato a un ibm. ti sogneresti sun apple windows etc.
        Un esempio? Hanno sempre detto che la
        documentazione deve essere libera ma può essere
        venduta, anzi è un'ottima cosa che venga venduta
        perchè secondo loro questo sostiene il free
        software. Lo sostiene così tanto che se vuoi una
        spiegazione decente su come scrivere plugin per
        MySQL/MariaDB devi ordinare un libro dagli
        USA.peccato che mysql sia distribuito con doppia licenza. se e` un esempio di free software modello stallman quello, al qaeda e` un esempio di esercito regolare.prova qui: http://www.postgresql.org/docs/
        Grazie Stallman, grazie Raymond visto che vi
        pagano per sparare idiozie mentre io tiro avanti
        tra 1000 problemi, e visto che per colpa vostra
        ho dovuto comprare alcuni libri, spero abbiate la
        decenza di offrirmi una
        birra.


        Cioè un senso ce l'ha ma ce l'ha solo per

        Microsoft, e certamente a parte Novell non

        colonizza proprio un bel

        nulla.
        Fosse solo Novell il problema... il kernel Linux
        contiene decine di driver binari (open source si,
        open source no, open source una cippa) e Debian
        ha avuto per anni software non liberi nei
        repository free perchè erano importanti.se confondi il firmware senza sorgente (che e` entrato nel 2009 in lenny e verra` sbattuto fuori se il detentore del copyright si sogna di imporre limitazioni contro la gpl) coi repository free, hai bisogno di cambiare spacciatore... Per
        carità, se uno si è installato le librerie 3d
        quando erano non-free perchè voleva fare i
        videogiochi non sarò certo io a fargli la morale!neppure io, GLX/Mesa e` diventato libero.
        Ma che Debian racconti deliberatamente delle
        balle mi pare un po' contrario al loro millantato
        "contratto
        sociale".guarda che per trollare devi dire qualcosa di giusto ogni tanto...
      • sei un mono scrive:
        Re: Ma Mono
        - Scritto da: efex
        - Scritto da: Disinformat ico

        Non è sotto brevetto Microsoft ?

        No. .Net è una tecnologia Microsoft, Mono è nato
        come .net che gira su GNU/Linux e con Microsoft
        non ha niente a che
        fare.anche vfat non c`entra nulla con Microsoft ma le cause per i brevetti sono partite.tutto quello che ti garantisce dai brevetti e` la PROMESSA di Microsoft... neanche la licenza...
        • Zucca Vuota scrive:
          Re: Ma Mono
          - Scritto da: sei un mono
          anche vfat non c`entra nulla con Microsoft ma le
          cause per i brevetti sono
          partite.
          tutto quello che ti garantisce dai brevetti e` la
          PROMESSA di Microsoft... neanche la
          licenza...La cosidetta promessa dovrebbe essere un contratto legale vincolante. Non vedo il problema.
          • Io Sono Nessuno scrive:
            Re: Ma Mono
            - Scritto da: Zucca Vuota
            La cosidetta promessa dovrebbe essere un
            contratto legale vincolante. Non vedo il
            problema.Il problema sta nel 'dovrebbe'...Se un giorno MS decidesse di venire a riscuotere, vedrai che non basterà.E comunque, la scelta sarebbe tra dissanguarsi in una causa contro un colosso o pagare.
          • Gringo scrive:
            Re: Ma Mono
            - Scritto da: Io Sono Nessuno
            Il problema sta nel 'dovrebbe'...
            Se un giorno MS decidesse di venire a riscuotere,
            vedrai che non
            basterà.Oh ragazzi è venuto l'esperto legale! Pensa te, se hanno scritto ovunque che ha valore legale. Senza il "dovrebbe".
            E comunque, la scelta sarebbe tra dissanguarsi in
            una causa contro un colosso o
            pagare.Sì tutti a preoccuparsi di Mono e poi guarda cosa è sucXXXXX con Java.
          • Io Sono Nessuno scrive:
            Re: Ma Mono
            - Scritto da: Gringo
            Oh ragazzi è venuto l'esperto legale! Pensa te,
            se hanno scritto ovunque che ha valore legale.
            Senza il "dovrebbe".Svegliati, su, che non sei più un ragazzino...
            Sì tutti a preoccuparsi di Mono e poi guarda cosa
            è sucXXXXX con Java.Bravo! Vedi che se ti sforzi ci arrivi?
  • FDG scrive:
    Re: IDE
    - Scritto da: krane
    Infatti non e' quello il problema, il problema e'
    quando togli l'ide a un programmatore senza palle
    e questi va in panico totale.azzi suoi.
  • FDG scrive:
    Re: IDE
    - Scritto da: MementoMori
    gli strumenti SUFFICIENTI per programmare sono:
    1) un editor di testo
    2) un compilatore/interprete
    3) un linker
    4) un debuggerSi, ti sei scordato il make.
  • sxs scrive:
    Re: IDE

    Infatti non e' quello il problema, il problema e'
    quando togli l'ide a un programmatore senza palle
    e questi va in panico
    totale.Eh si...un gran problema quando qualcuno togliel'IDE a qualcun'altro! L'anno scorso ci sara' sucXXXXX3 o 4 volte non ti dico il trambusto a causa di quelleschiappe dei colleghi!
    • krane scrive:
      Re: IDE
      - Scritto da: sxs

      Infatti non e' quello il problema, il

      problema e' quando togli l'ide a un

      programmatore senza palle e questi va

      in panico totale.
      Eh si...un gran problema quando qualcuno
      toglie l'IDE a qualcun'altro! L'anno scorso
      ci sara' sucXXXXX 3 o 4 volte non ti dico
      il trambusto a causa di quelle schiappe dei
      colleghi!Peggio che toglierlo: cambiarlo !!! Quando qui hanno dovuto costringere programmatori visual studio a passare ad eclipse per esigenze del cliente si e' visto chi aveva idea di cosa stava facendo (ide di qualsiasi tipo o anche senza ide) e chi aveva imparato solo a momoria i cicli principali e le posizioni dei wizard.
      • sxs scrive:
        Re: IDE

        e chi aveva imparato solo a momoria i cicli
        principali e le posizioni dei
        wizard.Ahh!! I programmatori che vanno avantianni avendo imparato a memoria i "cicli principali"sono proprio scarsi, per non parlare poi di quelliche hanno imparato solo i wizard!
        • deactive scrive:
          Re: IDE
          intanto loro lavorano, e guadagnano.Tu ?
          • sxs scrive:
            Re: IDE
            - Scritto da: deactive
            intanto loro lavorano, e guadagnano.
            Tu ?Io lavoro guadagno e trombo e tu?
          • deactive scrive:
            Re: IDE
            io anche, ma a me pare tu rosichi tipo i laureati che si fanno XXXXXXX il lavoro dai diplomati ;)( provocazione eh , in realta' non me ne frega nulla )
          • sxs scrive:
            Re: IDE

            io anche, ma a me pare tu rosichi tipo i laureati
            che si fanno XXXXXXX il lavoro dai diplomati
            ;)Ah ho capito, tu invece non ancora:http://it.wikipedia.org/wiki/Ironia
          • deactive scrive:
            Re: IDE
            uhe qui c'e' il figlio di Mel Brooks!!!!!! ho capito, hai mangiato il solito panino coi vetri....
  • sxs scrive:
    Re: IDE

    Un buon IDE in grado di generare GUI magari
    potendo selezionare quali widgets utilizzare
    sarebbe il massimo.QT con QtCreator e QtDesigner o con Eclipse (multipiattaforma)o con Visula studio solo su Win. Desktop e mobile.Licenza LGPL.C++: nessuno tappo prestazionale per le parti di codice che lo richiedono(pazienza per moc ma e' open a sua volta e le estensioni "slot" e "signal"sono una manna da usare)Provalo, a me piace molto.
    • FDG scrive:
      Re: IDE
      - Scritto da: sxs
      QT con QtCreator e QtDesigner o con Eclipse
      (multipiattaforma)...
      Provalo, a me piace molto.Concordo, è uno strumento niente male, anche se non il mio preferito.
    • zuzzurro scrive:
      Re: IDE
      Già usato per la gran carità concordo!i punti però che non mi quadrano sono:- vincolato alle Qt- un po' frammentato, o meglio, imho ovviamente, lo trovo un po' "dispersivo" rispetto ad un Visual Studio / Delphi.MA credo che ciò dipenda anche da come si proceda con lo sviluppo.
  • poiuy scrive:
    Re: IDE
    E' come dire che a un vero matematico bastano gli assiomi. Come se secoli e menti geniali che hanno prodotto teoremi siano inutili.Ma secondo te un teorema a che serve?E' un modo di semplificare dei concetti, dove verificando le ipotesi posso applicare le conclusioni senza che per forza debba ridimostrare tutto d'accapo. Ti dirò di più: con un teorema un matematico mediocre può dimostrare qualcosa di specifico e fare in modo che altri non perdano tempo su quel dettaglio.Ora se mi dici che è brutto non aver la più pallida idea di cosa sia un linguaggio formale, cosa è un compilatore e come si fa a mano a compilare un programma, mi trovi d'accordo.Se mi dici che le IDE sono inutili, allora pecchi di arroganza. E' importante non perdere tempo a fare cose inutili, come rinominare una variabile (magari usando espressioni regolari). Per queste cose c'è l'IDE e perderci tempo solo per dimostrare di saper creare una espressione regolare è una cavolata.In buona sostanza gli IDE non devono oscurare determinate conoscenze, ma una volta che le hai devi andare avanti e non rifare tutto sempre da capo.
    • daniele_dll scrive:
      Re: IDE
      - Scritto da: poiuy
      In buona sostanza gli IDE non devono oscurare
      determinate conoscenze, ma una volta che le hai
      devi andare avanti e non rifare tutto sempre da
      capo.quoto al 100% ^^
    • MementoMori scrive:
      Re: IDE
      - Scritto da: poiuy
      E' come dire che a un vero matematico bastano gli
      assiomi. Come se secoli e menti geniali che hanno
      prodotto teoremi siano
      inutili.Mai detto nè pensato una bestialità simile.
      Ma secondo te un teorema a che serve?
      con un teorema un matematico mediocre può dimostrare
      qualcosa di specifico e fare in modo che altri
      non perdano tempo su quel
      dettaglio.Assurdo. un matematico mediocre non può andare oltre le capacità di un vero matematico. Un matematico o è un Matematico o è un bugiardo. Non esistono matematici mediocri.
      Se mi dici che le IDE sono inutili,Mai detto
      In buona sostanza gli IDE non devono oscurare
      determinate conoscenze, ma una volta che le hai
      devi andare avanti e non rifare tutto sempre da
      capo.Quoto. Sono daccordo perchè hai specificato "una volta che le hai".
  • noid scrive:
    Re: IDE
    TSK....a che server un debugger ?!? Un VERO programmatore non ha MAI bugs nel suo programma !
    • FDG scrive:
      Re: IDE
      - Scritto da: noid
      TSK....a che server un debugger ?!? Un VERO
      programmatore non ha MAI bugs nel suo programma!In pratica l'unico vero programmatore al mondo è Chuck Norris.
  • daniele_dll scrive:
    Re: IDE
    - Scritto da: MementoMori

    gli strumenti SUFFICIENTI per programmare sono:
    1) un editor di testo
    2) un compilatore/interprete
    3) un linker
    4) un debugger

    gli IDE possono aumentare l'efficienza del
    programmatore, non sostituirla.Beh, un programmatore che non è efficiente (nel quale rientra anche l'argomento dei costi di sviluppo) direi che è un problema perché si ritroverà senza lavoro con una certa facilità. Ovviamente a questa regola generale ci sono delle eccezioni ma per il 90% dei programmatori non è cosi.
    Peccato che solo pochi che lo usano sappiano
    compilare un semplice programmino senza di esso.
    I dettagli vanno nascosti all'utente finale, non
    al programmatore!!!Verissimo, ma se ogni volta che devo fare una build di test ho devo perdere 10/15 minuti in più per lanciare a mano i comandi direi che al cliente dovrei chiedere minimo 10 volte tanto l'importo che chiederei normalmenteE' importante conoscere i dettagli di funzionamento perché questo ti può aiutare a scrivere codice migliore, però credo che, a parte cari rari o per motivi specifici legate ad esigenze, non c'è motivo di andare oltre la teoria altrimenti il tempo speso nei "dettagli", che spesso sono solo il contorno [non fraintendetemi non dico che non sono importanti ma uno sviluppatore che realizza un software gestionale non ha necessità di sapere che il .net richiama csc con N parametri per poter sviluppare al meglio suo applicativo].Anche se è vero che strumenti come visual studio, eclipse, monodevelop e via dicendo non sono essenziali sviluppare senza sarebbe al quanto anti-economico. Ovviamente sto parlando di linguaggi come C#, F#, Java e via dicendo! Sviluppare in altri linguaggi interpretati, soprattutto per il web, come ad esempio PHP, non porta problemi il non usare un debugger dato che mediamente il tempo di esecuzione di una pagina web è sotto il decimo di secondo e non è necessario effettuare ispezioni delle variabili a run-time tranne in rarissimissimi casi)
    • krane scrive:
      Re: IDE
      - Scritto da: daniele_dll
      - Scritto da: MementoMori

      gli strumenti SUFFICIENTI per programmare sono:

      1) un editor di testo

      2) un compilatore/interprete

      3) un linker

      4) un debugger

      gli IDE possono aumentare l'efficienza del

      programmatore, non sostituirla.
      Beh, un programmatore che non è efficiente (nel
      quale rientra anche l'argomento dei costi di
      sviluppo) direi che è un problema perché si
      ritroverà senza lavoro con una certa facilità.
      Ovviamente a questa regola generale ci sono delle
      eccezioni ma per il 90% dei programmatori non è
      cosi.

      Peccato che solo pochi che lo usano sappiano

      compilare un semplice programmino senza di esso.

      I dettagli vanno nascosti all'utente finale, non

      al programmatore!!!
      Verissimo, ma se ogni volta che devo fare una
      build di test ho devo perdere 10/15 minuti in più
      per lanciare a mano i comandi direi che al
      cliente dovrei chiedere minimo 10 volte tanto
      l'importo che chiederei normalmenteE quest'affermazione fa gia' capire quanto tu sia abituato agli IDE.
      E' importante conoscere i dettagli di
      funzionamento perché questo ti può aiutare a
      scrivere codice migliore, però credo che, a parte
      cari rari o per motivi specifici legate ad
      esigenze, non c'è motivo di andare oltre la
      teoria altrimenti il tempo speso nei "dettagli",
      che spesso sono solo il contorno [non
      fraintendetemi non dico che non sono importanti
      ma uno sviluppatore che realizza un software
      gestionale non ha necessità di sapere che il .net
      richiama csc con N parametri per poter sviluppare
      al meglio suo applicativo].
      Anche se è vero che strumenti come visual studio,
      eclipse, monodevelop e via dicendo non sono
      essenziali sviluppare senza sarebbe al quanto
      anti-economico. Ovviamente sto parlando di
      linguaggi come C#, F#, Java e via dicendo!
      Sviluppare in altri linguaggi interpretati,
      soprattutto per il web, come ad esempio PHP, non
      porta problemi il non usare un debugger dato che
      mediamente il tempo di esecuzione di una pagina
      web è sotto il decimo di secondo e non è
      necessario effettuare ispezioni delle variabili a
      run-time tranne in rarissimissimi
      casi)E quindi ? Forse non sai che si puo' fare debugger anche da linea di comando ?
      • ... scrive:
        Re: IDE
        Vero che puoi fare il debug da linea di comando e può anche andar bene se devi visualizzare il contenuto di una variabile. Ben diverso se devi visualizzare le proprietà di un oggetto complesso e che magari al suo interno ha altri oggetti a loro volta complessi e cosi via. Sicuramente un approccio visuale può aiutare parecchio.
      • daniele_dll scrive:
        Re: IDE
        - Scritto da: krane
        E quindi ? Forse non sai che si puo' fare
        debugger anche da linea di comando
        ?si, ed è quello che faccio di solito quando programmo in C perché uso gedit e vado a riga di comando con gcc e gdb... ma tra questo ed essere efficienti c'è una bella differenza.
        • krane scrive:
          Re: IDE
          - Scritto da: daniele_dll
          - Scritto da: krane

          E quindi ? Forse non sai che si puo' fare

          debugger anche da linea di comando ?
          si, ed è quello che faccio di solito quando
          programmo in C perché uso gedit e vado a riga di
          comando con gcc e gdb... ma tra questo ed essere
          efficienti c'è una bella differenza.Su windows inoltre la situazione e' molto peggiore perche' mancano comodissimi sistemi come make, automake e quelle belle cosine che ti sveltiscono moltissimo il lavoro sotto unix/linux.
          • daniele_dll scrive:
            Re: IDE
            La situazione è differente e ci sono altri strumenti, diversi da quelli che hai citato tu, per fare le stesse cose ^^- Scritto da: krane
            Su windows inoltre la situazione e' molto
            peggiore perche' mancano comodissimi sistemi come
            make, automake e quelle belle cosine che ti
            sveltiscono moltissimo il lavoro sotto
            unix/linux.
      • FDG scrive:
        Re: IDE
        - Scritto da: krane
        E quest'affermazione fa gia' capire quanto tu sia
        abituato agli IDE.Va beh, nella maggior parte dei casi, make/ant/maven svolgono lo stesso ruolo che svolge l'IDE quando si tratta di compilare. Se però il tuo obiettivo è far compilare il progetto da uno strumento di continuous integration tipo hudson...
  • Steve Robinson Hakkabee scrive:
    bene a quanto vedo...
    in questo post i macachi non si son visti a conferma della totale ignoranza per la tecnica che li caratterizza
    • zuzzurro scrive:
      Re: bene a quanto vedo...
      Sai che l'ho notato anche io?
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: bene a quanto vedo...
      non era rivolto a tutti possesori di mac ma a quei 4 "scienziati-col-mac" che scrivono ogni tanto qua.Ps. neanche pandarossa si è fatto vedere
      • FDG scrive:
        Re: bene a quanto vedo...
        - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
        non era rivolto a tutti possesori di mac ma a
        quei 4 "scienziati-col-mac" che scrivono ogni
        tanto qua.
        Ps. neanche pandarossa si è fatto vedereWe, questo vuol dire che pur essendo un utente Apple non mi consideri un macaco o uno "scienziato-col-mac". Grazie! :)
        • Sgabbio scrive:
          Re: bene a quanto vedo...
          Bhe, dopo che han visto ruppolo in azione, metterti in mezzo alla categoria, era un crimine contro l'umanità a mio parere :D
          • FDG scrive:
            Re: bene a quanto vedo...
            - Scritto da: Sgabbio
            Bhe, dopo che han visto ruppolo in azione...Chi, l'uomo per cui un server è un PC con su un sistema operativo server?
    • lordream scrive:
      Re: bene a quanto vedo...
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
      in questo post i macachi non si son visti a
      conferma della totale ignoranza per la tecnica
      che li
      caratterizzanon tutti sono come ruppolo per fortuna ne come me ^^.. non sono un programmatore e pur conoscendo alcuni linguaggi non mi sento di entrare nel merito delle discussioni.. farei solo brutte figure e/o domande stupide.. non conosco f# ne molti ide citati ma decisamente ci sta gente che programma su mac con le palle sotto.. mi chiedo perchè non passino a sistemi open source ma credo che sia per abitudine.. definire tutti ignoranti in materia informatica è ingiusto anche se decisamente la maggioranza degli utenti mac non ha la minima idea di cosa sia un file
    • macaco scrive:
      Re: bene a quanto vedo...
      forse hanno qualcosa di più intelligente da fare
  • banca scrive:
    solita vm
    anche questo sarà utilizzato su un inutile virtual machine? (quindi le classiche mediocri prestazioni)
    • FDG scrive:
      Re: solita vm
      - Scritto da: banca
      anche questo sarà utilizzato su un inutile
      virtual machine? (quindi le classiche mediocri
      prestazioni)Si. Rassegnati.
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: solita vm
      - Scritto da: banca
      anche questo sarà utilizzato su un inutile
      virtual machine? (quindi le classiche mediocri
      prestazioni)Le VM di solito compilano in codice nativo. .NET poi può cacheare il codice compilato. Questa delle mediocri prestazioni è un discorso che poteva essere fatto 10 anni fa (forse).
  • fesion scrive:
    Re: IDE
    si potrebbe fare a meno anche del punto 4) a dire il vero.
  • ovvero scrive:
    Re: IDE
    cioe' per fare il pilota di una macchina da corsa devi essere un maratoneta?in genere chi sforna motti sui programmatori...
    • krane scrive:
      Re: IDE
      - Scritto da: ovvero
      cioe' per fare il pilota di una macchina da corsa
      devi essere un maratoneta?
      in genere chi sforna motti sui programmatori...No devi sapere guidare anche senza servosterzo, schiavofremo, autoguida, navigatore, abs, aids, e magari gia' che ci sei e' anche meglio se sai cambiare una gomma.
  • bollito scrive:
    Re: IDE

    Peccato che solo pochi che lo usano sappiano
    compilare un semplice programmino senza di esso.
    I dettagli vanno nascosti all'utente finale, non
    al
    programmatore!!!Quoto.
  • Marsh scrive:
    Re: IDE
    - Scritto da: MementoMori---SUPERQUOTE---
  • barra78 scrive:
    Re: IDE
    Beh monodevelop ed eclipse dovrebbero già supportare questo nuovo linguaggio, entrambi proprio scarsi non sono!
    • Callisto Software scrive:
      Re: IDE
      si ma non c'è nulla da dire su visual studio che ha un ide molto buona, se la batte con eclipse tranquillamente
      • piercesare XXX scrive:
        Re: IDE
        A callisto! Su un sito per attività commerciale sarebbe necessario mettere chiaramente i dati dell'azienda e la P.IVA.
        • bubu scrive:
          Re: IDE
          Lascialo perdere, è già molto che non ha messo il link del sito come firma qui su PI
        • Callisto Software scrive:
          Re: IDE
          con il mio regime fiscale non è obbligatorio per legge ma comunque la aggiungerò. consiglio accettato
          • mavala scrive:
            Re: IDE
            - Scritto da: Callisto Software
            con il mio regime fiscale non è obbligatorio per
            legge ma comunque la aggiungerò. consiglio
            accettatoGuarda, basta googlare un po':"Il DPR 404 del 5 ottobre 2001 ha modificato in senso ampliativo quanto previsto dal DPR 633/72, prescrivendo che ogni attività con fini di lucro che apre un sito Web ha lobbligo di introdurre il numero della partita IVA già nella home page. La disposizione implica in sostanza che non basta inserire lanagrafica dellazienda in qualche sottopagina annidata, ma deve essere ben presente già nella pagina di apertura del sito. Inoltre, come recita la Risoluzione 60 di maggio 2006 della Agenzia delle Entrate, «il numero di Partita IVA, attribuito dagli Uffici dellAgenzia a quanti intraprendono lesercizio di impresa, arte o professione nel territorio dello Stato, deve essere indicato nella home-page del sito Web anche nel caso in cui il sito venga utilizzato per scopi meramente propagandistici e pubblicitari, senza il compimento di attività di commercio elettronico»."Se questo è il tuo approccio professionale, figuriamoci il resto :-P
  • Andreabont scrive:
    Ci sto lontano ma..
    Per ovvie ragioni di compatibilità ci sto lontano, ma mi fa piacere che qualcuno si "sbatta" per portare compatibilità anche dove la microsoft non vuole farla arrivare.
  • guast fuori sede scrive:
    Nuovi flame in arrivo
    Bene, la lista di commenti su pi sara' sempre divertente e piena di troll. Quando saranno finiti i flame Java vs C# inizieranno quelli sul tema Scala vs F#Anzi iniziamo subito anche perce' ho il dubbio che F# possa competere. Qualcuno ha idea di dove sia utilizzato ? Esiste un grande cliente che lo stia usando in produzione (Come Twitter con Scala)?
    • supersonic scrive:
      Re: Nuovi flame in arrivo
      Lavoro per una grande banca, e praticamente tutte le vecchie librerie di calcolo finanziario, quantitative finance, etc.. sono state (ri)scritte in F#. E qui parlo di circa 15'000 persone che le usano ogni giorno.Da l'altra parte F# è generalmente usato per il calcolo scientifico. Purtroppo non ho alcun link, ma dovresti trovare qualcosa su google. F# è praticamente un nuovo linguaggio, che supporta quasi tutte le librerie di .NET che quindi facilita molto lo sviluppo.Quindi, per quanto ne so: viene usato principalmente in due campi: scientifico e finanziario
      • Xor scrive:
        Re: Nuovi flame in arrivo
        Buon commento, me lo avrebbero dovuto dire quelli di fungo informatico però, invece che leggerlo qui ...Ditemi a cosa serve prima di dirmi dove girerà ...- Scritto da: supersonic
        Lavoro per una grande banca, e praticamente tutte
        le vecchie librerie di calcolo finanziario,
        quantitative finance, etc.. sono state
        (ri)scritte in F#. E qui parlo di circa 15'000
        persone che le usano ogni
        giorno.

        Da l'altra parte F# è generalmente usato per il
        calcolo scientifico.


        Purtroppo non ho alcun link, ma dovresti trovare
        qualcosa su google. F# è praticamente un nuovo
        linguaggio, che supporta quasi tutte le librerie
        di .NET che quindi facilita molto lo
        sviluppo.

        Quindi, per quanto ne so: viene usato
        principalmente in due campi: scientifico e
        finanziario
      • Callisto Software scrive:
        Re: Nuovi flame in arrivo
        a parte la diffusione ma è quanto di meglio esiste oggi a livello tecnologico nei linguaggi funzionali, se non altro per integrazione con il resto
      • zuzzurro scrive:
        Re: Nuovi flame in arrivo

        che supporta quasi tutte le librerie
        di .NET che quindi facilita molto lo
        sviluppo.
        Facciamo che dire tutte le librerie "CLS-Compliant"... ovvero tutte le librerie scritte bene?
    • Jacopo Monegato scrive:
      Re: Nuovi flame in arrivo
      mi pare di capire che è anche un sistema di programmazione ad oggetti giusto? se così è penso si possa importare progetti in visual... e magari adattarli a linux e mac? o sono troppo sognante o stupido... pardon ignorante di programmazione epr alenare a una cosa del genere?
      • collione scrive:
        Re: Nuovi flame in arrivo
        visual f# è l'ide per f#, quindi si, si può usare con visual studioriguardo linux e mac ho molti dubbi legati al fatto che mono è il fratello handicappato di .netf# è un linguaggio funzionale, decisamente adatto al calcolo scientifico e finanziario ma poco allo sviluppo "normale"
        • Jacopo Monegato scrive:
          Re: Nuovi flame in arrivo
          mmmm :( con multiparadigma (NON HO studiato informatica o programmazione) avevo capito che era in grado di prendere espressioni o strutture da vari linguaggi, tipo un compilatore da c ad asm che ti permette di inserire il codce direttamente in assembly se messo sotto la funzione asm{ ... }
        • Callisto Software scrive:
          Re: Nuovi flame in arrivo
          il mono su molto processi ha prestazioni superiori a .net, benchmark alla mano, non è proprio il cugino ritardato...
          • urrrr scrive:
            Re: Nuovi flame in arrivo
            e daje con sti post....ma scrivere i link a sti beanchmark prima di sparare aria fritta no?
          • Callisto Software scrive:
            Re: Nuovi flame in arrivo
            http://geekswithblogs.net/CISCBrain/articles/Mono_vs_dotNet_Performance_Test.aspx
          • Saltapecchi o scrive:
            Re: Nuovi flame in arrivo
            - Scritto da: Callisto Software
            il mono su molto processi ha prestazioni
            superiori a .net, benchmark alla mano, non è
            proprio il cugino
            ritardato...Collione non ha argomentato per quale motivo ritiene mono il fratello handicappato di .net, però, a parte la velocità, di solito si parla del fatto che mono manca del supporto di alcune feature e generalmente rincorre .net. Perfino l'implementazione di Silverlight, Moonlight è indietro, supportando Silverlight 2 e in parte 3, quando Silverlight è attualmente alla versione 4.
      • guast scrive:
        Re: Nuovi flame in arrivo
        Sia F# che Scala sono linguaggi che supportano sia la programmazione funzionale che la programmazione object oriented. La programmazione funzionale è abbastanza simile al linguaggio simbolico dei matematici, quindi questi linguaggi si usano spesso per le applicazioni scientifiche perchè sono più leggibili. Però sono anche linguaggi general purpose. Spesso Scala si usa per riscrivere programmi Java quando si vuole ridurre il numero di righe di codice. La sintassi è più concisa.
        • banca scrive:
          Re: Nuovi flame in arrivo

          Però sono anche linguaggi general purpose.
          Spesso Scala si usa per riscrivere programmi Java
          quando si vuole ridurre il numero di righe di
          codice. La sintassi è più
          concisa.a discapito delle prestazioni (mi sa).ps. mi sa che anche ruby è "quasi funzionale"
      • Callisto Software scrive:
        Re: Nuovi flame in arrivo
        no è un linguaggio funzionale, non ad oggetti. per questo è molto usato nel calcolo scientifico (spesso basato sulle ricorsioni come i linguaggi funzionali)
        • nessuno scrive:
          Re: Nuovi flame in arrivo
          Veramente F# supporta tutti e due i paradigmi
          • Callisto Software scrive:
            Re: Nuovi flame in arrivo
            si è vero, chiedo perdono, era per enfatizzare comunque l'essenza del linguaggio
        • Ratatouille scrive:
          Re: Nuovi flame in arrivo
          In realtà i linguaggi funzionali sono qualcosa di estremamente più potente e sofisticato della semplice ricorsione.Che fra l'altro non costituisce questo gran valore aggiunto per i linguaggi funzionali essendo già presente in un linguaggio imperativo come il Pascal.In realtà ciò che rende molto interessanti i linguaggi funzionali è la possibilità di scrivere programmi come insieme di valutazioni funzionali, con il vantaggio della pulizia, dell'eleganza e del rigore tipico di un teorema matematico.All'università di Pisa ho studiato Linguaggi Funzionali (CaML) con il mitico Prof. Levi. Un'esperienza mistica :D- Scritto da: Callisto Software
          no è un linguaggio funzionale, non ad oggetti.
          per questo è molto usato nel calcolo scientifico
          (spesso basato sulle ricorsioni come i linguaggi
          funzionali)
    • Onano scrive:
      Re: Nuovi flame in arrivo
      Lavoro per una multinazionale produttrice d'armi.Tutte le applicazioni che ci tengono in contatto con terroristi, guerriglieri e mercanti di schiavi sono state riscritte n VB.NET.
      • Onano scrive:
        Re: Nuovi flame in arrivo
        - Scritto da: Onano
        Lavoro per una multinazionale produttrice d'armi.
        Tutte le applicazioni che ci tengono in contatto
        con terroristi, guerriglieri e mercanti di
        schiavi sono state riscritte n
        VB.NET.Dimenticavo, sono un testimonial Microsoft.Parola di Onano! ;)
      • guast scrive:
        Re: Nuovi flame in arrivo
        - Scritto da: Onano
        Lavoro per una multinazionale produttrice d'armi.
        Tutte le applicazioni che ci tengono in contatto
        con terroristi, guerriglieri e mercanti di
        schiavi sono state riscritte n
        VB.NET.Risposta di poco interesse. VB non c'entra niente con F#
        • Onano scrive:
          Re: Nuovi flame in arrivo
          - Scritto da: guast
          - Scritto da: Onano

          Lavoro per una multinazionale produttrice
          d'armi.

          Tutte le applicazioni che ci tengono in contatto

          con terroristi, guerriglieri e mercanti di

          schiavi sono state riscritte n

          VB.NET.

          Risposta di poco interesse. VB non c'entra niente
          con
          F#Ci dobbiamo interfacciare con una banca che ha 15.000 dipendenti ed usa #F. Per fortuna è tutto sotto .NET. Ti assicuro che quello che ho scritto c'entra...Parola di Onano! ;)
          • quota scrive:
            Re: Nuovi flame in arrivo
            - Scritto da: Onano
            Ci dobbiamo interfacciare con una banca che ha
            15.000 dipendenti ed usa #F. Per fortuna è tutto
            sotto .NET. Ti assicuro che quello che ho scritto
            c'entra...

            Parola di Onano! ;)Quanto hai ragione... una volta si usava il cobol è l'AS400 oggi F#... poi ti chiedi come mai l'albania sia fallita...vado a suicidarmi e torno
          • deactive scrive:
            Re: Nuovi flame in arrivo
            in albania usano F# ?sono parecchio avanti i ragazzi allora ; )
      • Saltapecchi o scrive:
        Re: Nuovi flame in arrivo
        Molto mission critical...
  • deactive scrive:
    yeah
    Direi soprattutto interessante nell'ambito dello sviluppo per aifon.Da sviluppatore MS io ci andrei a nozze dato che con Obj-C non ho tutta questa dimestichezza.Bene bene, e ora avanti coi detrattori di MS ;)
    • FDG scrive:
      Re: yeah
      - Scritto da: deactive
      Direi soprattutto interessante nell'ambito dello
      sviluppo per aifon.Dubito che lo facciano passare.
      Da sviluppatore MS io ci andrei a nozze dato che
      con Obj-C non ho tutta questa
      dimestichezza.E che programmatore sei se ti fermi solo perché c'è qualcosa da imparare? ;)
      Bene bene, e ora avanti coi detrattori di MS ;)Pessimista!:)
      • deactive scrive:
        Re: yeah
        faccio 1:40 di viaggio ad andare al lavoro e 1:40 a tornare. O la casa ( e la famiglia ) o l'aggiornamento professionaleper risponderti ancora meglio, non e' che proprio io sia un vero programmatore... e obj-c e' un vero linguaggio coi contro cavoli. Io vengo da background VB e C#, vedi tu ...Hey btw io stacco. ; )
        • FDG scrive:
          Re: yeah
          - Scritto da: deactive
          faccio 1:40 di viaggio ad andare al lavoro e 1:40
          a tornare.

          O la casa ( e la famiglia ) o l'aggiornamento
          professionaleCapisco. Mi spiace che debba perdere tutto questo tempo per gli spostamenti.Perché questo è un problema. Tempo tolto a cose più utili.
          Hey btw io stacco. ; )Comunque, la mia era una battuta... ;)
        • gianni scrive:
          Re: yeah

          per risponderti ancora meglio, non e' che proprio
          io sia un vero programmatore... e obj-c e' un
          vero linguaggio coi contro cavoli. Io vengo da
          background VB e C#, vedi tu
          ...

          Hey btw io stacco. ; )Fammi capire, vorresti dire che Object C sia un linguaggio coi controcavoli mentre c# no? :-D Eresia!
      • anonimo scrive:
        Re: yeah
        - Scritto da: FDG
        - Scritto da: deactive


        Direi soprattutto interessante nell'ambito dello

        sviluppo per aifon.

        Dubito che lo facciano passare.
        Perché no? Verrà sicuramente inserito in Monotouch che è perfettamente in regola con i termini di Apple (cambiati tempo fa). Monotouch esiste da tempo e nessuna applicazione è stata bannata.
        • FDG scrive:
          Re: yeah
          - Scritto da: anonimo

          Dubito che lo facciano passare.


          Perché no? Verrà sicuramente inserito in
          Monotouch che è perfettamente in regola con i
          termini di Apple (cambiati tempo fa). Monotouch
          esiste da tempo e nessuna applicazione è stata
          bannata.Forse hai ragione tu. Non so.
      • collione scrive:
        Re: yeah
        hai ragione ma non capisco l'entusiasmo dell'amico di sopraappena ha letto # e .net ha pensato a programmi che si scrivono da soli? f# è un erede di ml e ocaml, per capirci è funzionale e a giudicare da come moltissimi programmatori parlano della programmazione funzionale sotto scala direi che programmatori e programmazione funzionale fanno a XXXXXttif# è decisamente la cosa peggiore per sviluppare per iphone e soci ( ammesso che apple non ponga blocchi di natura legale come ha già fatto in passato )
        • barra78 scrive:
          Re: yeah
          Blocchi non ce ne saranno, apple ha fatto rapidamente marcia indietro su C# e simili e non penso che ne metterà qui...Sull'utilità di F# non metto naso. Ho però letto da tante parti commenti positivi quindi accolgo bene questa novità. Certamente continuo a tifare per Vala e spererei in un IDE di qualità per questo linguaggio (ho letto che Mono-develop lo supporta e so che Canonical sta lavorando a template quickly x sviluppare in vala) perchè può essere una grande opportunità per il pinguino!
          • zuzzurro scrive:
            Re: yeah
            In effetti Vala è un buon linguaggio. Facile arrivare a Vala da C# / .net e da java.Il problema a mio avviso è sempre quello: le GUI ed il loro sviluppo.MonoDevelop usa GTK# (funziona con Vala???). Se volessi usare wxwidgets,qt o quello che mi pare sono "vincolato" dal fatto che supporta "solo" GTK... occorrerebbe far sì di poter usare le widgets di cui si ha necessità, ma questo non è facile perchè sempre imho bisogna ancora lavorare parecchio da tutti i fronti per definire uno "standard" per fare in modo che un'IDE possa con semplicità usufruire di una o dell'altra.
        • echoesp1 scrive:
          Re: yeah
          - Scritto da: collione
          hai ragione ma non capisco l'entusiasmo
          dell'amico di
          sopra

          appena ha letto # e .net ha pensato a programmi
          che si scrivono da soli? f# è un erede di ml e
          ocaml, per capirci è funzionale e a giudicare da
          come moltissimi programmatori parlano della
          programmazione funzionale sotto scala direi che
          programmatori e programmazione funzionale fanno a
          XXXXXttiFinalmente qualcuno che dice cosa è F#!

          f# è decisamente la cosa peggiore per sviluppare
          per iphone e soci ( ammesso che apple non ponga
          blocchi di natura legale come ha già fatto in
          passato
          )In passato ho programmato con OCaml, e ammetto che la programmazione funzionale è complessa e necessita di approcci totalmente diversi rispetto a quello che normalmente un programmatore è abituato a fare.Ad esempio le temutissime ricorsioni, nessun utilizzo di cicli for ed if, ecc...Accolgo comunque la notizia come una buona cosa, con la speranza che anche F# segua lo stesso percorso di C#.
        • deactive scrive:
          Re: yeah
          Assolutamente li ho anche gia' provati.Ora, non prendermi per scemo, ma la resa finale non mi piace.Una cosa o la faccio bene ( anche se uso VB, LOL ) o preferisco non sprecare tempo sviluppando l'ennesima ( e non indispensabile) web application per iphone. Personalmente non mi piacciono.
          • FDG scrive:
            Re: yeah
            - Scritto da: deactive
            Assolutamente li ho anche gia' provati.
            Ora, non prendermi per scemo, ma la resa finale
            non mi
            piace.
            Una cosa o la faccio bene ( anche se uso VB, LOL
            ) o preferisco non sprecare tempo sviluppando
            l'ennesima ( e non indispensabile) web
            application per iphone. Personalmente non mi
            piacciono.Mah, gusti.A parte questo, mi permetto una domanda: dal punto di vista della produttività ritieni gli strumenti che usi una scelta migliore?
      • attonito scrive:
        Re: yeah


        Da sviluppatore MS io ci andrei a nozze dato che

        con Obj-C non ho tutta questa

        dimestichezza.

        E che programmatore sei se ti fermi solo perché
        c'è qualcosa da imparare? ;)scusa, quale parte di "programmatore MS" non ti e' chiara?
      • Piratone scrive:
        Re: yeah
        Ovviamente in un paese normale sarebbe l'azienda che ti paga e ti fa fare i corsi di aggiornamento.
        • FDG scrive:
          Re: yeah
          - Scritto da: Piratone
          Ovviamente in un paese normale sarebbe l'azienda
          che ti paga e ti fa fare i corsi di
          aggiornamento.O ti darebbe il 20% del tempo per sviluppare le tue idee, quindi anche per imparare.
        • AMEN scrive:
          Re: yeah
          - Scritto da: Piratone
          Ovviamente in un paese normale sarebbe l'azienda
          che ti paga e ti fa fare i corsi di
          aggiornamento.Rotflll, ma dove ti escono così divertenti.Una azienda che paga i corsi di aggiornamento? Nell'Italia della crisi??
      • Uno scrive:
        Re: yeah
        A travarlo altro lavoro che mi pagano uguale...lo farei volentieri.
      • FDG scrive:
        Re: yeah
        - Scritto da: ullala
        E eventualmente... cambiare lavoro!
        Non è obbligatorio fare "il programmatore" eh!Calma, non volevo scatenare un flame. Ho messo la faccina eh! ;)
      • deactive scrive:
        Re: yeah
        Fattene una ragione, la vita e' meglio dei computer.
    • Callisto Software scrive:
      Re: yeah
      le performance di .net su iphone sono pietose rispetto a Obj-C
      • urrrr scrive:
        Re: yeah
        hai qualche link di benchmarck e applicazioni già fatte da provare?O è la solita sparata di aria fritta che lascia il tempo che trova?Lascia stare...è una domanda retorica, lol
        • Callisto Software scrive:
          Re: yeah
          http://geekswithblogs.net/CISCBrain/articles/Mono_vs_dotNet_Performance_Test.aspx
          • frank scrive:
            Re: yeah
            - Scritto da: Callisto Software
            http://geekswithblogs.net/CISCBrain/articles/Mono_E cosa c'entra con l'iphone? Monotouch poi non è altro che un binding che ti permette di utilizzare il linguaggio C#, ma quando compili poi traduce tutto in object code seguendo le API di Apple. Quindi non c'è nessuna perdita di prestazioni.
          • mura scrive:
            Re: yeah
            - Scritto da: frank
            - Scritto da: Callisto Software


            http://geekswithblogs.net/CISCBrain/articles/Mono_

            E cosa c'entra con l'iphone? Monotouch poi non è
            altro che un binding che ti permette di
            utilizzare il linguaggio C#, ma quando compili
            poi traduce tutto in object code seguendo le API
            di Apple. Quindi non c'è nessuna perdita di
            prestazioni.Bhè proprio proprio nessuna perdita di prestazioni fatico a crederci dato che in monotouch esiste il garbage collector che per scelta Apple non ha messo di standard nello sviluppo su iOS per ragioni di performance.Chiaro che poi bisogna vedere com'è stato implementato ma di base introduce uno strato software che comunque deve essere eseguito ed impegna tempo macchina, ma quanto questo incida di preciso non lo so.
          • frank scrive:
            Re: yeah
            - Scritto da: Callisto Software
            http://geekswithblogs.net/CISCBrain/articles/Mono_Notare poi che stai linkando una cosa postata nel 2005:| posted on Sunday, August 28, 2005 6:14 PM |
          • daniele_dll scrive:
            Re: yeah
            bastava scorrere sotto nei commenti :)- Scritto da: frank
            - Scritto da: Callisto Software


            http://geekswithblogs.net/CISCBrain/articles/Mono_

            Notare poi che stai linkando una cosa postata nel
            2005:
            | posted on Sunday, August 28, 2005 6:14 PM |
Chiudi i commenti