Google, nuove spese da IBM

Continua la corsa di Mountain View ai brevetti e alla difesa di Android. E' pronta a spendere e spandere, e lo dimostra la trattativa che ha portato all'acquisizione di Motorola

Roma – Google ha acquisito da IBM altri 1023 brevetti , che si aggiungono così al migliaio già comprato a giugno sempre da Big Blue.

Mai fra le più attive sul capo della registrazione di brevetti, quasi reticente nei confronti dell’istituto della proprietà intellettuale, Mountain View ha dimostrato negli ultimi anni un netto cambiamento di strategia, accelerato per i multipli attacchi subiti dal suo sistema operativo mobile Android e dai suoi produttori hardware.

Per questo, nell’ottica della veloce costruzione di un portafoglio brevettuale con principale scopo difensivo (che non significa che non verrà usato per denunciare, ma semplicemente che avrà la funzione di scoraggiare le offensive grazie al principio della rappresaglia) Google ha iniziato a guardarsi intorno e a spendere con decisione, se non addirittura con fretta, in proprietà intellettuale.

In particolare, dopo la sconfitta nell’asta per i brevetti Nortel, Mountain View ha speso 12,5 miliardi di dollari per Motorola e i suoi 17mila titoli brevettuali e iniziato a far compere da IBM, da anni una delle più attive all’Ufficio Brevetti statunitense (dove si è aggiudicata circa 5mila brevetti solo lo scorso anno).

Proprio l’acquisizione a sorpresa di Motorola, per cui Google sta aspettando le approvazioni dei diversi antitrust nazionali, dimostrerebbe peraltro il peso che preme su Google su questo fronte: secondo indiscrezioni sarebbe stato lo stesso produttore hardware a spingere per la conclusione tempestiva dell’affare e a giocare sulla fretta di Google per strappare un prezzo più alto di circa 3 miliardi di dollari .

D’altronde, come fanno notare alcuni osservatori , l’ipotesi di un accordo di Motorola con Microsoft ed Apple avrebbe rischiato di costituire una mossa sconveniente per Android, che sarebbe stato colpito nel suo produttore più armato brevettualmente e ancor più gravi sarebbero state le ipotesi di acquisizione di Motorola da parte di un’altra azienda, oppure il suo passaggio alla produzione di Windows Phone 7 o l’adozione di una strategia offensiva di Motorola nei confronti degli altri produttori Android .

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cuccureddu scrive:
    Al momento l'iniziativa...
    ...è comunque limitata agli Stati Uniti.E allora a noi che cacchio ce ne frega???
    • panda rossa scrive:
      Re: Al momento l'iniziativa...
      - Scritto da: Cuccureddu
      ...è comunque limitata agli Stati Uniti.

      E allora a noi che cacchio ce ne frega???Non sarai mica in italia tu?
  • Joshthemajor scrive:
    Per il gaming?
    Avrebbe più senso metterci su un windows 7 a sto punto, caricarlo con un buon hardware e tentare di farci girare qualche gioco.Io comprerei un tablet windows 7 per farci girare i vari emulatori delle console!
    • Clemente Zanfrogni scrive:
      Re: Per il gaming?
      Ci sono emulatori di console e videogiochi da bar pure per Android
      • Joshthemajor scrive:
        Re: Per il gaming?
        Lo so, parlavo di console però, quello della PS l'ho provato ma è laggoso su android. Inoltre con windows 7 riesci a farci girare un bel po' di indigames (che stanno andando di moda).
      • Roberto Pulito scrive:
        Re: Per il gaming?
        ...e già consentono di utilizzare joypad wireless (Wiimote) al posto del touch :P
    • mammolo scrive:
      Re: Per il gaming?
      Si sta parlando di game in streaming..
      • Joshthemajor scrive:
        Re: Per il gaming?
        in che senso scusa?
        • mammolo scrive:
          Re: Per il gaming?
          Nel senso che poco importa delle capacità hardware della macchina in quanto il gioco, almeno da quanto ho capito, viene gestito da una cloud computer remoto che passa in streaming video le "operazioni" che il giocatore sta compiendo.( http://www.spawnlabs.com/).A questo punto il sistema operativo locale a poca importanza, no ?
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Per il gaming?
            Già, peccato che ci abbia già provato OnLive prima di GameStop...e con quali risultati? E' un buco nell'acqua, anche perchè spenti i server, spento il divertimento!
  • pjt scrive:
    Inrteressante il controller
    Interessante il controller per i giochi: spesso il solo schermo touch è scomodo per giocare. Vedremo come lo implementeranno, e se sarà usabile da tutti i giochi o solo da quelli che lo prevedono.
  • Guybrush scrive:
    Un tablet...
    ...ci sarebbe da scambiare due chiacchiere con Peter Molineaux e chiedergli se ha voglia di sfruttare questa sua creatura:http://en.wikipedia.org/wiki/Magic_Carpet_(video_game)(meglio ancora il II capitolo)stavolta per godere appieno dell'interfaccia Kinetik e del 3D autostereoscopico.La cosa che ne verrebbe fuori sarebbe davvero interessante.GT
Chiudi i commenti