Google PhotoScan digitalizza ricordi

L'app, per Android e iOS, trasforma qualsiasi smartphone in uno scanner. Le vecchie fotografie su carta diventano digitali, possono essere ritoccate in maniera semplice e veloce e caricate su Google Foto per essere condivise

Roma – Le nostre foto sono ormai quasi unicamente digitali, viaggiano sulla rete e risiedono, oltre che nella memoria degli smartphone, in server remoti di enorme capienza. Come Google Foto, il luogo virtuale dove molti stoccano le loro foto e i loro video. Mountain View ha ora introdotto PhotoScan , una nuova app di Google (per Android e iOS ) che permette di digitalizzare in modo semplice qualsiasi fotografia su carta utilizzando uno smartphone.

Descrizione immagine blog , ricorda che molti di noi dispongono di un significativo patrimonio di fotografie del tempo in cui non esistevano le fotocamere digitali e gli smartphone. Fotografie conservate in album e scatole piene di quelle vecchie stampe su carta lucida in cui siamo ritratti insieme ai nostri nonni o quando eravamo bambini. Non sarebbe bello poter condividere in rete anche queste immagini, preservandole al contempo dal logoramento del tempo? Basterebbe digitalizzarle, ma molte volte manca il tempo materiale per farlo, oppure non si dispone di uno scanner e usando la fotocamera non è possibile ottenere immagini di qualità.

L’app PhotoScan consente di ottenere copie digitali in pochi secondi e in modo ottimale. Si tratta infatti di un sistema di acquisizione delle immagini assistito, che non ha nulla da invidiare ai software di fotoritocco disponibili per PC. Installata sullo smartphone, l’app è in grado di ispezionare i bordi della foto, raddrizzare l’immagine, ruotarla secondo il corretto orientamento, rimuovere eventuali bagliori di luce. Le foto digitalizzate vengono salvate nella memoria dello smartphone e possono essere poi caricate, volendo, in Google Foto (o in un altro servizio di storage), dove potranno essere organizzate, ricercate, condivise e archiviate ad alta qualità, gratuitamente.

PhotoScan ospita tre strumenti per agire sulle immagini una volta acquisite: un nuovo sistema automatico di miglioramento, nuovi filtri e strumenti avanzati di editing. L’icona della matita consente di accedere alle soluzioni di editing. Per il miglioramento automatico si seleziona Auto: il sistema effettua le correzioni di saturazione ed esposizione in modo da ottenere i migliori risultati.
Secondo, si può dare un tocco di stile alla nostra foto tramite dodici filtri, applicabili a ciascuna foto e alla sua luminosità, contrasto, temperatura colore o saturazione.
Terzo, una avanzata console di editing per Luce e Colore permette di rifinire ulteriormente le immagini, compresi i dettagli e le ombre. Ad esempio, l’opzione Deep Blue è particolarmente indicata per immagini dove compaiono il mare e cielo, nelle quali il colore blu deve essere messo in risalto.

Secondo alucni osservatori, fra cui Engadget , gli
strumenti di correzione delle immagini di PhotoScan sarebbero migliori di quelli di Instagram.

Pierluigi Sandonnini

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bungo scrive:
    affumicatori professionisti
    ...e naturalmente per le leggi va tutto bene così.E poi la spiegazione di Shazam sul perché il micorfono rimane attivo, con la promessa contestuale di una patch correttiva, sono una vera e propria presa per il culo.E poi non c'è solo Shazam.SoundHound, per esempio, cosa fa nel frattempo?
  • bertuccia scrive:
    meh
    "Shazam cattura solo campioni in alcuni punti dell'onda sonora per creare un'impronta identificativa da utilizzare nel confronto con quelle presenti nel database musicale della società", aggiungendo che "tali campioni non possono essere decodificati per ricostruire l'audio originale" Però nello stesso modo in cui identifica un brano potrebbe identificare l'utente (non come nome e cognome, ma come "la persona con ID xyz01". Così come magari il luogo in cui si trova (bar, ufficio, casa), associando così un pelo più di informazione.Insomma potrebbe benissimo essere un metodo di tracciamento.Quanto costa shazam? Ah, è gratis?E siamo sempre lì. Se è gratis, il prodotto sei tu. Basta guardare il modello di business del produttore per capirlo.
    • giaguarevol issimevolm ente scrive:
      Re: meh
      - Scritto da: bertuccia
      E siamo sempre lì. Se è gratis, il prodotto sei
      tu. Basta guardare il modello di business del
      produttore per
      capirlo.Quanto costa OSX?N.B. è su un baco OSX (noto e unpatched da 7 dico sette anni) che si appoggia quella "feature" di shazam...(normale vero che una "app acceda al microfonosenza chiedere all'OS? (rotfl)(rotfl) ).Intanto che ci pensi ... trovaci unaa fattura in cui ci sial il costo di OSX 8)
      • bertuccia scrive:
        Re: meh
        - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente

        Quanto costa OSX?Sei un bot?Capisci quello che leggi?"Basta guardare il modello di business del produttore per capirlo."Da dove prende i soldi Apple, per pagare gli sviluppatori di OS X?Dal ferro.Da dove li prende shazam?Boh, immagino dalla pubblicità mirata e dal tracking dell'utente
        N.B. è su un baco OSX (noto e unpatched da 7 dico
        sette anni) che si appoggia quella "feature" di
        shazam...quale bug di OS X?
        (normale vero che una "app acceda al
        microfonosenza chiedere all'OS? (rotfl)(rotfl)Veramente il permesso glielo da l'utente. Che poi nell'app ci sia un controllo che ti dice che fa una cosa e poi ne fa un'altra è un discorso diverso
        • giaguarevol issimevolm ente scrive:
          Re: meh
          - Scritto da: bertuccia
          "Basta guardare il modello di business del
          produttore per
          capirlo."Già quale è il "modellodibusiness OSX" vado in perdita?(rotfl)(rotfl)(rotfl)

          Da dove prende i soldi Apple, per pagare gli
          sviluppatori di OS
          X?
          Dal ferro.ah davvero?E allora perchè colleziona i tuoi dati?(rotfl)(rotfl)(rotfl)

          Da dove li prende shazam?
          Boh, immagino dalla pubblicità mirata e dal
          tracking
          dell'utenteBeh questo dovresti chiederlo all'Apple store!A proposito di "modellodibusiness"Loro lo sanno di certo! 8)
          quale bug di OS X?Privilege escalation!
          Veramente il permesso glielo da l'utente. Che poi
          nell'app ci sia un controllo che ti dice che fa
          una cosa e poi ne fa un'altra è un discorso
          diversoNo il permesso lo chiede per attivarsi la prima volta non per continuare ad avere accesso indefinito al microfono. 8)Una volta dato (una volta) è fatta! 8)
          • bertuccia scrive:
            Re: meh
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente

            Già quale è il "modellodibusiness OSX" vado in
            perdita?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Apple finanzia lo sviluppo di OS X tramite i ricavi che ottiene dalla vendita dei Mac (e due). Alla prossima disegnino?
            ah davvero?
            E allora perchè colleziona i tuoi dati?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Apple non ci fa un centesimo con lo sfruttamento dei miei (pochi) dati personali a cui ha accesso. La garanzia sulla mia privacy è scritta in ogni bilancio di Apple. Non ci sono voci riguardo lo sfruttamento dei miei dati personali.Google ad esempio, allo stesso modo delle app free come shazam, ha un modello di business basato al 90%+ sullo sfruttamento commerciali dei dati dei suoi utenti.
            Beh questo dovresti chiederlo all'Apple store!
            A proposito di "modellodibusiness"
            Loro lo sanno di certo!
            8)lo sanno loro, lo so io, lo sai tu.Le app free, al pari di google, campano grazie allo sfruttamento commerciali dei dati degli utenti.Che siano su app store o play store.

            Privilege escalation!Basta, sono stufo delle tue buffonate.https://objective-see.com/blog/blog_0x13.htmlNon c'è nessun bug di OS X e nessuna privilege escalation.C'è solo un'app che dice all'utente che sta facendo una cosa e in realtà non la fa.Sappi bene che quando abbandono la discussione con te è solo perchè mi hai stufato con le tue buffonate e la tua lentezza mentale/PLONK
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: meh
            - Scritto da: bertuccia
            Apple non ci fa un centesimo con lo sfruttamento
            dei miei (pochi) dati personali a cui ha accesso.
            La garanzia sulla mia privacy è scritta in ogni
            bilancio di Apple. Non ci sono voci riguardo lo
            sfruttamento dei miei dati
            personali.Lo sai, vero, che questo discorso vale se usi solo app made in Apple?Per tutte le altre app iOS (a pagamento e non), tu utente non puoi sapere se e quanto lo sviluppatore si appoggia a servizi Google dietro le quinte, con tutti i tuoi dati che circolano tra server Apple e server Google.Esempio: prova a capire quali app hai installato che sfruttano sta roba:https://developers.google.com/analytics/devguides/collection/ios/v3/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 novembre 2016 11.20-----------------------------------------------------------
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: meh
            - Scritto da: bertuccia
            Apple finanzia lo sviluppo di OS X tramite i
            ricavi che ottiene dalla vendita dei Mac (e due).
            Alla prossima
            disegnino?Si e allora perchè incassa soldi dai developers?Disegnino?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Apple non ci fa un centesimo con lo sfruttamento
            dei miei (pochi) dati personali a cui ha accesso.
            La garanzia sulla mia privacy è scritta in ogni
            bilancio di Apple.No sul bilancio ci sono solo le voci che ci mette (come per tutte le aziende) l'adv ad esempio non è obbligata a mettercelo può (per legge) accorparlo in altre voci se non è il suo core business!D'altra parte (sempre se non è il suo core business) lo stesso può fare il vendor di hardware!Ma se quella è l'unica fonte di guadagno deve (per legge) scriverlo a bilancio!Il che contrasta con le tue affermazioni!(e con la realtà e la legge se sei quotato in borsa)Cioè che i vendor hw (tranne sic... :( Apple ) stanno in piedi con l'advertising!Come la mettiamo?Faccio disegnino?(rotfl)(rotfl)(rotfl)La macacologica fa (forse) le pentole ma non i coperchi!
          • aphex_twin scrive:
            Re: meh
            Pensavo che sul fondo del barile ci fosse il "codardo" .... invece vedo te che addirittura scavi.Ma ti rendi conto delle minchiate assurde che stai scrivendo ?"Privilege escalation" ? :| :| :| :|
          • mura scrive:
            Re: meh
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente

            quale bug di OS X?
            Privilege escalation!Guarda dubito fortemente che una app che sta sul mac app store faccia uso di privilege escalation per funzionare, se non altro per il controllo a livello di api che fanno prima di approvare o meno la pubblicazione.
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: meh
            - Scritto da: mura
            Guarda dubito fortemente che una app che sta sul
            mac app store faccia uso di privilege escalation
            per funzionare, se non altro per il controllo a
            livello di api che fanno prima di approvare o
            meno la
            pubblicazione.Beh non è ne la prima ne l'ultima sul repository ufficiale che lo fa.http://punto-informatico.it/4306726/PI/News/ios-del-malware-sull-app-store.aspxAuguri (e tagliatelle almeno su quello siamo d'accordo) :D
          • bubba scrive:
            Re: meh
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            - Scritto da: mura


            Guarda dubito fortemente che una app che sta
            sul

            mac app store faccia uso di privilege
            escalation

            per funzionare, se non altro per il
            controllo
            a

            livello di api che fanno prima di approvare o

            meno la

            pubblicazione.
            Beh non è ne la prima ne l'ultima sul repository
            ufficiale che lo
            fa.
            http://punto-informatico.it/4306726/PI/News/ios-de
            Auguri (e tagliatelle almeno su quello siamo
            d'accordo)
            :Davevano fatto anche di peggio.. ricordi l'affaire "xcodeghost"? li' crollo' definitivamente il mito del "controllo accurato delle API blabla"
          • mura scrive:
            Re: meh
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            - Scritto da: mura


            Guarda dubito fortemente che una app che sta
            sul

            mac app store faccia uso di privilege
            escalation

            per funzionare, se non altro per il
            controllo
            a

            livello di api che fanno prima di approvare o

            meno la

            pubblicazione.
            Beh non è ne la prima ne l'ultima sul repository
            ufficiale che lo
            fa.
            http://punto-informatico.it/4306726/PI/News/ios-de
            Auguri (e tagliatelle almeno su quello siamo
            d'accordo)
            :DHai perfettamente ragione di falle ce ne sono state come ce ne saranno sempre in ogni software, l'importante è che vengano chiuse e non si verifichino più, resta il fatto che di casi ce ne sono stati pochi per cui il livello di sicurezza secondo me resta comunque alto.Ah buone tagliatelle pure a te :D
      • prova123 scrive:
        Re: meh
        - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
        shazam...
        (normale vero che una "app acceda al
        microfonosenza chiedere all'OS? (rotfl)(rotfl)
        ).Come i programmi MSDos diegli anni 80 ! Un OS veramente vintage!! :D
    • F Type scrive:
      Re: meh
      E tu parlavi di spyware ? La tua amata apple nel suo store neanche si era accorta di nulla,vatti a fidare (rotfl)
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: meh
        - Scritto da: F Type
        E tu parlavi di spyware ? La tua amata apple nel
        suo store neanche si era accorta di nulla,vatti a
        fidare
        (rotfl)Forse non avete capito che il più paraculo delle tre scimmie macache e il bertuccia, mentirebbe pure a sua nadre se potesse trarne beneficio da papple se pur è un beneficio placebo!
    • bubba scrive:
      Re: meh
      - Scritto da: bertuccia
      "Shazam cattura solo campioni in alcuni punti
      dell'onda sonora per creare un'impronta
      identificativa da utilizzare nel confronto con
      quelle presenti nel database musicale della
      società", aggiungendo che "tali campioni non
      possono essere decodificati per ricostruire
      l'audio
      originale"

      Però nello stesso modo in cui identifica un brano
      potrebbe identificare l'utente (non come nome e
      cognome, ma come "la persona con ID xyz01". Così
      come magari il luogo in cui si trova (bar,
      ufficio, casa), associando così un pelo più di
      informazione.
      Insomma potrebbe benissimo essere un metodo di
      tracciamento.

      Quanto costa shazam? Ah, è gratis?

      E siamo sempre lì. Se è gratis, il prodotto sei
      tu. Basta guardare il modello di business del
      produttore per
      capirlo.ma ancora li' stai? maronna. Quella e' una TUA pippa mentale per farti piacere di piu' l'ecosistema apple, che paghi a caro prezzo. Ma non e' la realta'. Lo stesso shazam esiste in ver free e in ver a pagamento. E profila gli utenti allo stesso modo :P Come apple e tutte le app sullo store (puo' variare un po' sul CHI/QUANTI detengono le info e se ti sparano ads in-app o meno... ma la sostanza varia poco.) Ormai anche per vedere l'Ora serve(o e' fortemente suggerita) una connessione a internet... non te ne sei accorto?. Si, ovviamente vale anche per g.play e M$ store, ecc ecc
      • bertuccia scrive:
        Re: meh
        - Scritto da: bubba

        ma ancora li' stai? maronna. Quella e' una TUA
        pippa mentale per farti piacere di piu'
        l'ecosistema apple, che paghi a caro prezzo. Ma
        non e' la realta'. Lo stesso shazam esiste in ver
        free e in ver a pagamento. E profila gli utenti
        allo stesso modo :P Come apple e tutte le app
        sullo storee allora fammi vedere nel bilancio pubblico di apple il profitto generato dai dati degli utentiio posso fartelo vedere per google, ad esempio. E queste app hanno lo stesso modello di business di google
        • bubba scrive:
          Re: meh
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: bubba



          ma ancora li' stai? maronna. Quella e' una
          TUA

          pippa mentale per farti piacere di piu'

          l'ecosistema apple, che paghi a caro prezzo.
          Ma

          non e' la realta'. Lo stesso shazam esiste
          in
          ver

          free e in ver a pagamento. E profila gli
          utenti

          allo stesso modo :P Come apple e tutte le app

          sullo store

          e allora fammi vedere nel bilancio pubblico di
          apple il profitto generato dai dati degli
          utentise vuoi ti faccio vedere il profitto generato dalla vendita dei pneumatici sulle Ferrari 458. In % sul valore dell'auto e' basso. Pero' TUTTE le auto le hanno.u understand?
    • Shiba scrive:
      Re: meh
      - Scritto da: bertuccia
      <i
      "Shazam cattura solo campioni in alcuni punti
      dell'onda sonora per creare un'impronta
      identificativa da utilizzare nel confronto con
      quelle presenti nel database musicale della
      società", aggiungendo che "tali campioni non
      possono essere decodificati per ricostruire
      l'audio
      originale" </i


      Però nello stesso modo in cui identifica un brano
      potrebbe identificare l'utente (non come nome e
      cognome, ma come "la persona con ID xyz01". Così
      come magari il luogo in cui si trova (bar,
      ufficio, casa), associando così un pelo più di
      informazione.
      Insomma potrebbe benissimo essere un metodo di
      tracciamento.

      Quanto costa shazam? Ah, è gratis?

      E siamo sempre lì. Se è gratis, il prodotto sei
      tu. Basta guardare il modello di business del
      produttore per capirlo.Ovviamente questo tipo di problema si ha solamente con il software proprietario... :)
      • bertuccia scrive:
        Re: meh
        - Scritto da: Shiba

        Ovviamente questo tipo di problema si ha
        solamente con il software proprietario...
        :)Certo, non ci sono mai state falle sfruttate per anni nel software open. Chissà se quei bug eran intenzionali o meno. Chissà se proprio in questo momento ce n'è altri, che verranno scoperti tra 10 anniTu che passi le notti a leggere i sorgenti, com'è che non ti sei mai accorto di heartbleed e dirty cow? Ma non era sicuro? (cit.)
        • Shiba scrive:
          Re: meh
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: Shiba



          Ovviamente questo tipo di problema si ha

          solamente con il software proprietario...

          :)

          Certo, non ci sono mai state falle sfruttate per
          anni nel software open. Chissà se quei bug eran
          intenzionali o meno. Chissà se proprio in questo
          momento ce n'è altri, che verranno scoperti tra
          10 anniUn conto è una falla, un conto è inviare intenzionalmente informazioni a un server specifico. Non far finta di non sapere la differenza :)
          Tu che passi le notti a leggere i sorgenti, com'è
          che non ti sei mai accorto di heartbleed e dirty
          cow? Ma non era sicuro? (cit.)Che carino, si butta sulle falle perché non riesce a darmi torto! :)Ad ogni modo quello che cerco io è l'intenzionalità malevola, bug se ne continueranno a trovare dappertutto finché esisterà un chip funzionante sulla terra.
          • bertuccia scrive:
            Re: meh
            - Scritto da: Shiba

            Ad ogni modo quello che cerco io è
            l'intenzionalità malevola, bug se ne
            continueranno a trovare dappertutto finché
            esisterà un chip funzionante sulla terra.Sono completamente d'accordo.La mia domanda, che forse ti è sfuggita, era: chi ti garantisce che quelle falle non fossero intenzionali?No, questo tipo di problema non si ha solo con il software closed.Come dimostrato, una falla può rimanere nel codice per anni. E, sebbene possa essere generata da un normale errore di programmazione, ci sono altrettante probabilità che quell'errore venga appositamente inserito
          • Shiba scrive:
            Re: meh
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: Shiba



            Ad ogni modo quello che cerco io è

            l'intenzionalità malevola, bug se ne

            continueranno a trovare dappertutto finché

            esisterà un chip funzionante sulla terra.

            Sono completamente d'accordo.

            La mia domanda, che forse ti è sfuggita, era: chi
            ti garantisce che quelle falle non fossero
            intenzionali?

            No, questo tipo di problema non si ha solo con il
            software closed.

            Come dimostrato, una falla può rimanere nel
            codice per anni. E, sebbene possa essere generata
            da un normale errore di programmazione, ci sono
            altrettante probabilità che quell'errore venga
            appositamente inseritoLa domanda l'ho capita, ma ti rendi conto che stai equiparando una speculazione e un dato di fatto? Della malignità del free software puoi fare complottismo (cappello di stagnola, come dici tu), della malignità del software proprietario puoi metterci una mano sul fuoco.
      • 10713 scrive:
        Re: meh
        - Scritto da: Shiba
        - Scritto da: bertuccia

        <i
        "Shazam cattura solo campioni in
        alcuni
        punti

        dell'onda sonora per creare un'impronta

        identificativa da utilizzare nel confronto
        con

        quelle presenti nel database musicale della

        società", aggiungendo che "tali campioni non

        possono essere decodificati per ricostruire

        l'audio

        originale" </i




        Però nello stesso modo in cui identifica un
        brano

        potrebbe identificare l'utente (non come
        nome
        e

        cognome, ma come "la persona con ID xyz01".
        Così

        come magari il luogo in cui si trova (bar,

        ufficio, casa), associando così un pelo più
        di

        informazione.

        Insomma potrebbe benissimo essere un metodo
        di

        tracciamento.



        Quanto costa shazam? Ah, è gratis?



        E siamo sempre lì. Se è gratis, il prodotto
        sei

        tu. Basta guardare il modello di business del

        produttore per capirlo.

        Ovviamente questo tipo di problema si ha
        solamente con il software proprietario...
        :)Qualcuno sano di mente si metterebbe a cercare la folla nel deserto?
        • Shiba scrive:
          Re: meh
          - Scritto da: 10713
          Qualcuno sano di mente si metterebbe a cercare la
          folla nel deserto?Il deserto dell'utenza che usa un kernel Linux (non voglio neanche sapere di quanti dispositivi stiamo parlando...)? Se hai qualche articolo circa malware iniettato direttamente nel repo git da sviluppatori di Linux, posta pure.
Chiudi i commenti