Google suggerisce, Yahoo! risponde

Il nuovo strumento in beta del motore più celebre suggerisce agli utenti le parole da ricercare. Yahoo! intanto presenta il suo motore da desktop


Roma – Si chiama “Google suggest” ed è l’ultima opzioncina messa in piedi da Google per far parlare di sé e stuzzicare l’enorme quantità di utilizzatori che tutti i giorni si collegano al suo sito.

Usare il nuovo giochino è molto semplice. Recandosi sulla pagina in beta del servizio è sufficiente iniziare a scrivere una parola o una frase di ricerca per veder apparire una tendina di suggerimento con termini di ricerca.

Ad esempio, scrivendo “punto”, il quarto suggerimento è al sito di “punto informatico”, per arrivarci è sufficiente spostare il cursore. Accanto all’indicazione delle varie keyword anche il numero di risultati che per ciascuna keyword sono forniti dall’engine di Google. Una sorta di “history” della ricerca, se così si può dire, pensato evidentemente per coprire le ricerche più frequenti o, come maligna qualcuno, per consentire a tutti di cercare qualcosa di interessante anche se non sanno cosa cercare.

Battute a parte, proprio nelle scorse ore Yahoo! , impegnata a battagliare con Google su pressoché ogni fronte del mercato del search, ha annunciato il suo “Yahoo Desktop Search”, la risposta al Google Desktop Search lanciato ad ottobre dal rivale.

Una versione preview del nuovo software di ricerca in locale, sviluppata assieme a X1 Technologies , sarà presentata da Yahoo! ai primi di gennaio.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Tanto Windows Xp lo trovano
    Tranquilli che in cina il settore MMORPG e` avanti anni luce confronto a quello europeo.,,,con oltre 150 titoli all attivo (mmorpg) e oltre 50 milioni giocatori paganti! non mi sembra che sia noccioline.www.17173.comguardate un po se non credete, il maggior portale mondiale di mmorpg e` cinese.
  • Sandro kensan scrive:
    Mi pare rischioso
    Quello che fa HP mi pare rischioso, IBM abbandona il mercato e ha sicuramente dei buoni motivi, HP cerca di espandersi in Cina e si mette nelle mani delle gerarchie cinesi che con un dazietto o con delle regole interne potrebbe bloccare l'ascesa della ditta americana.Non mi pare una mossa intelligente, meglio espandersi su mercati più tranquilli come l'India o altri asiatici, competere in Cina mi pare troppo azzardato, qui non c'è il governo americano o il WTO che può proteggerli.Comunque potrebbero accontentarsi di posizioni secondarie nel mercato cinese e essere lasciati lavorare in pace per questo.
  • Anonimo scrive:
    Un dubbio.....macroscopico!
    IBM ha venduto la sezione PC alla Lenovo.Dato che il settore PC sarà in crisi quanto volete, ma tira comunque, cosa sa IBM che gli altri non sanno?Scusate ma il dubbio è forte.....
  • The Raptus scrive:
    Non lo compreranno
    .. Preferiranno che denaro loro rimanga a casa loro: anche perchè la differenza di prezzo sarà esigua!Noi cercheremo di combattere ad armi pari, loro no.P.S.: Anche io, al loro posto, comprerei a pari prestazioni qlc di "casa" !
  • HotEngine scrive:
    Re: Tanto Windows Xp lo trovano
    - Scritto da: Anonimo

    ..nelle patatine in Cina, visto che la
    pirateria del
    software non e' reato, e si comprano
    copie pirata di Windows XP ai supermercati
    a 2 dollari.E sono STAMPATI, mica masterizzati, con tanto di confezione e patinatura. LOL...
  • Anonimo scrive:
    Re: Tanto Windows Xp lo trovano
    - Scritto da: Anonimo
    Nessuno sente odore di esplosione del
    settore
    di videogiochi online in lingua cinese, per
    caso?
    Visto l'esempio della vicina Korea, io
    consiglierei
    ai produttori italiani di andare a vendere
    MMORPG
    in cina, invece che scarpe...E come la metteranno con lo scambio di opinioni in quelle che sarebbero vere e proprie sottoreti "criptate".
  • Anonimo scrive:
    Tanto Windows Xp lo trovano
    ..nelle patatine in Cina, visto che la pirateria del software non e' reato, e si comprano copie pirata di Windows XP ai supermercati a 2 dollari. Il che significa che con computer a cosi' basso prezzo, i cinesi avranno a milioni l'accesso ad internet e avranno bisogno di contenuti. Nessuno sente odore di esplosione del settore di videogiochi online in lingua cinese, per caso? Visto l'esempio della vicina Korea, io consiglierei ai produttori italiani di andare a vendere MMORPG in cina, invece che scarpe...
  • Anonimo scrive:
    Re: FreeDOS?:s
    - Scritto da: Anonimo
    :s, ma a questo punto non era meglio usare
    una distro' linux?
    red flag linux per esempioa differenza dell'europa dove praticamente 99% dei laptop arrivano con windows, in cina il 60% arriva con linux, gli altri decidi tu.loro lo danno con freeDos nella confezione (acer, dell, sony, lenovo, adesso anche hp), poi quando lo compri puoi decidere se acquistare una licenza windows, oppure se vuoi loro ti installano linux (la distro che vuoi), o te lo tieni cosi'..lo trovo meglio che non arrivare con RH che poi tanto me lo devo rifare con debian ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: FreeDOS?:s
    Tecnicamente,vista con ottica cliente, sì, commercialmente dipende.Con il dos puoi aggiornare un firmware senza problema e quindi puoi dare assistenza al cliente per quello che vendi,l'hardware, senza problema e da questo punto di vista sei a posto. Venendo all'aspetto commerciale se non ti leghi a un OS specifico puoi fare un'offerta più ampia senza avere le mani legate con contratti di esclusiva o inimicandoti qualcuno ;) inoltre il cliente non ti viene a chiedere assistenza per l'os xyz che gli hai venduto e l'assistenza la scarichi sulla software house.
  • Anonimo scrive:
    FreeDOS?:s
    :s, ma a questo punto non era meglio usare una distro' linux?red flag linux per esempio
  • Anonimo scrive:
    tanto lo censureranno
    bloccheranno gli ingressi, ti pare che li faranno entrare in Cina
Chiudi i commenti