Google trapianta il social in Gmail?

Nelle prossime ore è previsto il lancio dell'ennesimo update dei servizi di comunicazione elettronica offerti da BigG. La webmail di Mountain View si prepara a fare concorrenza a Facebook e Twitter?

Roma – Per le 19 di questa sera, ora italiana, è prevista a Mountain View una conferenza stampa nella quale Google svelerà l’ennesima novità del 2010: secondo quanto appreso dal Wall Street Journal attraverso le solite voci anonime ben informate sui fatti, il colosso dell’advertising e del search presenterà una Gmail rinnovata che accanto alle email e alla chat offrirà una nuova funzionalità per l’aggregazione degli update di stato dei propri contatti in un unico stream, una simil-bacheca sul modello di quella già adottata da Facebook.

Google procede dunque sulla strada della “socializzazione” del suo multiforme ecosistema web già tracciata da tempo , e in attesa di verificare la tenuta mainstream di un servizio come Wave (che dovrebbe, nelle intenzioni, spazzare via posta elettronica e instant messaging in un colpo solo) prova a convertire la sua nota webmail in una sorta di raccoglitore di messaggi di stato, foto (Picasa) e video (YouTube) in concorrenza diretta con Twitter e (soprattutto) Facebook.

In effetti non è chiaro se la nuova funzionalità di “stream” unico degli status includerà aggiornamenti anche dal suddetto social network e portale di “cinguettii”, ed è un dettaglio non da poco perché l’eventuale assenza di Twitter e Facebook su Gmail configurerebbe un’accelerazione dello scontro sin qui di basso profilo tra chi, su Internet, controlla i dati degli utenti (i network sociali) e chi le ricerche web (Google).

Quello su cui si seguita a discutere in attesa della conferenza è però quanto un social network basato su Gmail potrà realmente funzionare: Google potrebbe certo approfittare della popolarità della sua webmail per mettere in piedi una rete potenzialmente in grado di competere ad armi pari con quella di Facebook, ma l’ambizioso obiettivo deve scontrarsi con il fatto che l’interfaccia di Gmail non è esattamente la più adatta alla fruizione di “amicizie” virtuali.

In quest’ottica la socializzazione di Gmail potrebbe preludere alla trasformazione della vecchia webmail in uno strumento di comunicazione collaborativa completo , in cui email, messaggi in tempo reale e chat sono fruibili su un’unica pagina . Un po’ come dovrebbe insomma essere il tutt’ora latitante Google Wave.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti