Google, verdoni per il photo sharing

Il colosso californiano acquisisce Nik Software, la società di sviluppo tedesca che ha lanciato la popolare applicazione per iOS Snapseed. Si accende la guerra della condivisione fotografica

Roma – Tra le applicazioni preferite da Apple, Snapseed ha guadagnato 9 milioni di utenti nel primo anno dalla sua comparsa tra i meandri mobile di iOS. Eletta iPad App Of The Year nel 2011, Snapseed è uno strumento di editing e condivisione di foto, con tanto di effetti vintage sulla scia dell’amatissimo Instagram.

Se alla Mela piace il fulmineo successo di Snapseed, ai vertici di Google è venuta l’idea per l’ennesima acquisizione . A cifre non meglio specificate, l’azienda di Mountain View ha praticamente definito le operazioni di rilevamento degli asset di Nik Software, la società di sviluppo tedesca che ha portato alla fama l’app per iPhone e iPad .

“Siamo lieti di annunciare che Google ha acquisito Nik Software – si legge in un comunicato sul sito della società tedesca – Per quasi 17 anni siamo stati guidati dal nostro motto, la fotografia prima di tutto, al lavoro per realizzare degli strumenti di qualità per l’editing dell’immagine digitale. Con il supporto di Google, speriamo di poter aiutare milioni di persone a scattare fotografie meravigliose”.

Scontato ipotizzare l’avvento di una versione per Android del popolare strumento di condivisione fotografica. Mentre Facebook ha rilevato Instagram, i colossi del web sembrano ormai consapevoli dell’immenso potenziale insito nelle piattaforme di editing e photo sharing. L’acquisizione di Nik Software aiuterà BigG a competere meglio con il sito in blu, grazie alle tecniche software di Snapseed per la visualizzazione di milioni di foto social .

Lo stesso vicepresidente di Google Vic Gundotra ha sfruttato l’annuncio per l’acquisizione di Nik Software ricordando che in quest’ultima settimana il social network Plus ha toccato quota 400 milioni di utenti registrati, sebbene con soli 100 milioni di utenti effettivamente attivi nell’arco di un mese . “Non avremmo mai immaginato un numero simile in appena 12 mesi”, ha concluso Gundotra.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • quindi scrive:
    Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
    quindi la prossima volta che cerchi un film con google aggiungi alla stringa di ricerca un bel-torrent, così te lo scarichi comodamente da un filehoster.se poi ti arriva un .exe lo cestini.
  • dontfeed in sciopero scrive:
    scommetto 100 euri
    Che quelli che scaricano gli exe per i torrent sono dei videotecari che fanno terrorismo psicologico.
  • LOL scrive:
    Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
    Vuoi fare una cosa giusta? Vendi il computer, non è fatto per te.
  • Free world scrive:
    Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
    Non è un troll è un tentativo di far apparire i torrent pericolosi.Sottile, ma fatto nel posto sbagliato.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
      Secondo me, è semplicemente uno che non è assolutamente capace di usare torrent, ma crede di esserlo.Ricordati che gli utonti sono molto più comuni dei troll, quindi le probabilità che un post del genere venga da un utonto sono abbastanza alte.
      • Free world scrive:
        Re: ragazzi non fidatevi dei torrent

        Ricordati che gli utonti sono molto più comuni
        dei troll, quindi le probabilità che un post del
        genere venga da un utonto sono abbastanza
        alte.Vero, ma se leggi anche occasionalmente fohe o videotecheforum sai che la loro paura è che la gente consideri normale e senza rischi il download. Nulla vieta che loro o fimi o altri inizino a inviare messaggi di questo genere per spaventare chi vorrebbe avvicinarsi ai torrent. Solo che venire a farlo qui...Certo sarebbe una strategia molto più fine dei post di allibito e carlo...
  • Young&Nerd scrive:
    Ma si può ancora
    scaricare bene dai torrent o ci sono novità??Io non voglio ritrovarmi a dover pagare !Stiamo scherzando?P.S.anche io scarico l'.exe dei torrent, e vanno benisssimo !!
    • aphex twin scrive:
      Re: Ma si può ancora
      Vanno talmente bene che manco te ne accorgi. :D
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Ma si può ancora
      I torrent sono file .torrent, non .exe.Un exe ... magari funziona, ma può veicolare anche altro (malware, virus, trojan); ed a volte porta solo quello (tu lo usi, ti becchi il virus, e nemmeno scarichi il file che volevi).
      • ho provato bittorrent scrive:
        Re: Ma si può ancora
        Infatti è quello che è sucXXXXX a me, anche se quando l'ho detto mi avete preso tutti per il cu1o...
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Ma si può ancora
          Certo, perchè hai fatto una grossa stupidaggine a scaricare degli exe per usare torrent. I file torrent veri hanno estensione .torrent, non .exe, e bisogna essere davvero ingenui per non riconoscere la differenza e cadere in un trucco del genere.
          • ho provato bittorrent scrive:
            Re: Ma si può ancora
            Premetto che non ho mai usato bittorrent, ma non essendo completamente cret1no ho pensato che il .exe fosse il programma per scaricare il video.Stai tranquillo che la prossima volta l'exe non lo filo di striscio.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ma si può ancora
            Allora: ti serve un client torrent (ce ne sono diversi), ma lo installi UNA VOLTA SOLA.Se non ce l'hai già, si scarica da qui:http://www.bittorrent.comPoi, puoi scaricare e usare i files .torrentTi ricordo che, mentre il download non viola la legge, condividere files sotto copyright è illegale, e che per default i programmi di torrent hanno anche la condivisione attivata.
          • ho provato bittorrent scrive:
            Re: Ma si può ancora
            ok grazie, abbiamo ripreso il notebook dall'assistenza. ho installato il client. Vedo che i siti di torrent cercano comunque di farti scaricare l'exe ma con un po' di attenzione e cercando bene ho trovato il file giusto .torren ed in effetti ora sta scaricando, anche se va un po' lentamente.Com'è invece questa storia della condivisione? Cosa devo cambiare?
          • ho provato bittorrent scrive:
            Re: Ma si può ancora
            tanto per la cronaca alla fine siamo riusciti a scaricare quello che volevamo. Devo però precisare che anche con i consigli che mi avete dato i primi tentativi non sono andati bene. La prima volta abbiamo scaricato un XXXXX (e vabbè ce lo siamo visti pure volentieri). La seconda il film era giusto ma si vedeva e sentiva malissimo. Poi abbiamo trovato quello del dvd che in effetti si vede e sente molto bene, anche se abbiamo dovuto poi masterizzare il dvd per vederlo.Insomma per ottenere il risultato ci sono volute quasi tre settimane... ok che sono gli errori del principiante però sinceramente lo trovo un po' scomodo (e non privo di incognite) questo bittorrent.Grazie a tutti ciao
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ma si può ancora
            Qualche dritta: guarda il titolo di cosa scarichi.Se c'è scritto MD o TS, non vale la pena di scaricarlo: infatti MD significa Microphone dubbed, e TS significa Telesync: indicano che il film è stato ripreso al cinema con una telecamera portatile, e quindi la qualità farà quasi certamente schifo.Un file DVDRip o BRRip, invece, sono file estratti rispettivamente da un dvd o un bluray, e di solito sono di qualità buona (di poco inferiore all'originale).Se il file è più grosso di 2 giga, di solito è un'immagine esatta del dvd (o del bluray): la qualità è esattamente uguale all'originale, ma devi masterizzarlo (o usare un programma che emula un lettore virtuale).
          • Passante scrive:
            Re: Ma si può ancora
            - Scritto da: ho provato bittorrent
            tanto per la cronaca alla fine siamo riusciti a
            scaricare quello che volevamo. Devo però
            precisare che anche con i consigli che mi avete
            dato i primi tentativi non sono andati bene. La
            prima volta abbiamo scaricato un XXXXX (e vabbè
            ce lo siamo visti pure volentieri). La seconda il
            film era giusto ma si vedeva e sentiva malissimo.
            Poi abbiamo trovato quello del dvd che in effetti
            si vede e sente molto bene, anche se abbiamo
            dovuto poi masterizzare il dvd per
            vederlo.
            Insomma per ottenere il risultato ci sono volute
            quasi tre settimane... ok che sono gli errori del
            principiante però sinceramente lo trovo un po'
            scomodo (e non privo di incognite) questo
            bittorrent.
            Grazie a tutti ciaoCerto che e' scomodo e non privo di incognite ! Ti infili in mezzo a un covo di pirati mica entri in un negozio di caramelle rosa !![img]http://cdn.blogosfere.it/economiaefinanza/images/piratisomali.jpg[/img][img]http://sphotos-b.xx.fbcdn.net/hphotos-prn1/44413_100794573313405_7850382_n.jpg[/img]
          • dontfeed in sciopero scrive:
            Re: Ma si può ancora
            - Scritto da: ho provato bittorrent
            Premetto che non ho mai usato bittorrent, ma non
            essendo completamente cret1no ah, no?
        • panda rossa scrive:
          Re: Ma si può ancora
          - Scritto da: ho provato bittorrent
          Infatti è quello che è sucXXXXX a me, anche se
          quando l'ho detto mi avete preso tutti per il
          cu1o...Te lo sei meritato: vieni qui a pretendere di insegnare, manifestando tutta la tua ignoranza.La prossima volta chiedi consigli invece di insegnare quello che non sai.
          • ho provato bittorrent scrive:
            Re: Ma si può ancora
            Non volevo offendere la sensibilità di nessuno ma solo portare il mio personale contributo. Non sono un esperto di pc o di download, mi occupo di tutt'altro. Però ho letto e sentito parecchio su bittorrent, proprio su questa rivista e poichè avendolo provato ho avuto un'esperienza tutt'altro che piacevole ho pensato (male credo) di condividerla sul forum della stessa rivista su cui avevo letto gli articoli. Tra l'altro faccio notare che su nessuno di quegli articoli si mette in guardia l'utente dallo scaricare esattamente il .torrent e non l'exe, come tutto sommato mi aspettavo che fosse. Visto che non si scaricava direttamente il .wmv ho pensato che si scaricasse il programma per poi scaricare il torrent.Comunque non volevo dare consigli a nessuno. Ora abbiamo portato il notebook della mia ragazza in assistenza e la prossima settimana ce lo riconsegnano rigenerato e siamo a posto così.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ma si può ancora
            contenuto non disponibile
          • dontfeed in sciopero scrive:
            Re: Ma si può ancora
            - Scritto da: ho provato bittorrent
            Non volevo offendere la sensibilità di nessuno ma
            solo portare il mio personale contributo. Non
            sono un esperto di pc o di download, mi occupo di
            tutt'altro.
            Non c'è bisogno di essere esperti: qualsiasi bambino anche in età prescolare sa benissimo che non si scaricano e soprattutto lanciano exe di provenienza non + che sicura.ORa d'accordo che la bieca pratica del presintallato di windows ha generato generazioni(!) di totali caproni che credono di saper usare il pc, ma qui siamo ben oltre il limite del credibile, la tua "testimonianza" è falsa al 99%.Nella malaugurata ipotesi, per te, che tu ricada in quell'1% l'unico consiglio che ti si può dare è quello di lasciar perder computer e rete, prima di ficcarti in qualche guaio serio.O al peggio utilizzare prodotti Apple.
            Però ho letto e sentito parecchio su bittorrent,Evidentemente avrei letto e sentito molto ma capito molto poco, allora.

            Tra l'altro faccio notare che su nessuno di
            quegli articoli si mette in guardia l'utente
            dallo scaricare esattamente il .torrent e non
            l'exe, come tutto sommato mi aspettavo che fosse.Esattamente come nessuna rivista che parla di autotrazione specifica che finendo sotto a un autobus ci si fa male.Cio' nonostante non solo il finire sotto a un autobus continua a fare male, ma nessuno che sia stato investito è andato su "quattoruote" a lamentarsi del mancato avvertimento.
  • aphex twin scrive:
    Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
    - Scritto da: ho provato bittorrent
    e cliccato sul direct download ed ho
    scaricato l'exe del torrent per avviare il
    download.Il fatto che l'estensione fosse .exe non ti ha detto nulla ?Come sempre PIBKAC
    • panda rossa scrive:
      Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
      - Scritto da: aphex twin
      - Scritto da: ho provato bittorrent

      e cliccato sul direct download ed ho

      scaricato l'exe del torrent per avviare il

      download.

      Il fatto che l'estensione fosse .exe non ti ha
      detto nulla
      ?Il fatto che l'estensione fosse .exe a noi ci dice che e' un troll.L'utonto winaro manco lo sa che cos'e' una estensione.
      Come sempre PIBKACSempre sia PIBKAC
      • utonto winaro scrive:
        Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
        - Scritto da: panda rossa
        L'utonto winaro manco lo sa che cos'e' una
        estensione.E l'utonto linux cosa sa?
        • panda rossa scrive:
          Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
          - Scritto da: utonto winaro
          - Scritto da: panda rossa



          L'utonto winaro manco lo sa che cos'e' una

          estensione.


          E l'utonto linux cosa sa?Inutile risponderti: non capiresti.Ti basti sapere che sa.
          • utonto winaro scrive:
            Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
            poveretto!
          • panda rossa scrive:
            Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
            - Scritto da: utonto winaro
            poveretto!Coraggio.Non c'e' solo l'informatica a questo mondo.Anzi, esiste da pochissimo, rispetto all'agricoltura.
          • utonto winaro scrive:
            Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
            se vuoi qualche lezione di informatica telefonami!
          • panda rossa scrive:
            Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
            - Scritto da: utonto winaro
            se vuoi qualche lezione di informatica telefonami!Sicuro.Lasciami pure il numero.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
          - Scritto da: utonto winaro
          - Scritto da: panda rossa



          L'utonto winaro manco lo sa che cos'e' una

          estensione.


          E l'utonto linux cosa sa?Che in linux l'estensione lascia il tempo che trova, perchè i files vengono riconosciuti dall'header, non dall'estensione.
          • panda rossa scrive:
            Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
            - Scritto da: uno qualsiasi
            - Scritto da: utonto winaro

            - Scritto da: panda rossa






            L'utonto winaro manco lo sa che cos'e'
            una


            estensione.





            E l'utonto linux cosa sa?

            Che in linux l'estensione lascia il tempo che
            trova, perchè i files vengono riconosciuti
            dall'header, non
            dall'estensione....e se non c'e' il permesso di esecuzione, anche se l'header dice che e' un eseguibile, hai vogli a doppiocliccarci sopra.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
      contenuto non disponibile
  • non sono uno scaricator e scrive:
    Non sono uno "scaricatore"
    se io fossi uno "scaricatore" allora man mano che "scarico" un file, alla fine il "contenitore" dei file da scaricare sarebbe vuoto, come una pila esaurita. E invece no, il contenitore e' sempre pieno, e piu' si "scarica" piu' e' facile "scaricare" di piu' e di piu'.Usiamo le parole adatte: chi fa in modo di avere un duplicato identico, indistinguibile dall'originale, crea in realta' un altro originale.Se il File A genera il file B identico in tutto e per tutto al file A , allra A e B sono intercambiabili, NON ESISTE PIU' il concetto di "originale" e di "copia", sono TUTTI originali.
    • Mark scrive:
      Re: Non sono uno "scaricatore"

      Se il File A genera il file B identico in tutto e
      per tutto al file A , allra A e B sono
      intercambiabili, NON ESISTE PIU' il concetto di
      "originale" e di "copia", sono TUTTI
      originali.Perfettamente d'accordo, dopotutto stiamo parlando di matematica.
      • Carlo scrive:
        Re: Non sono uno "scaricatore"
        - Scritto da: Mark

        Se il File A genera il file B identico in
        tutto
        e

        per tutto al file A , allra A e B sono

        intercambiabili, NON ESISTE PIU' il concetto
        di

        "originale" e di "copia", sono TUTTI

        originali.

        Perfettamente d'accordo, dopotutto stiamo
        parlando di
        matematica.No stiamo parlando di furto.
    • Carlo scrive:
      Re: Non sono uno "scaricatore"
      Infatti i pirati io non li chiamo scaricatori ma ladri!
      • Mark scrive:
        Re: Non sono uno "scaricatore"
        - Scritto da: Carlo
        Infatti i pirati io non li chiamo scaricatori ma
        ladri!Infatti sbagli pure qui, perché il ladro priva materialmente dell'oggetto, mentre la copia crea due originali.
      • non sono uno scaricator e scrive:
        Re: Non sono uno "scaricatore"
        - Scritto da: Carlo
        Infatti i pirati io non li chiamo scaricatori ma
        ladri!il ladro sottrae il bene. Invece qui abbiamo un raggio laser che legge gli "zeri" e gli "uni" presenti su un supporto che NON VIENE NEANCHE TOCCATO. la sequenza di 0/1 e' riproducibile, identica a se stessa, un numero virtualmente infinito di volte. Se qyuesto non ti sta bene, prenditela col Legislatore, non con chi duplica nel rispet5to della legge.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Non sono uno "scaricatore"
        - Scritto da: Carlo
        Infatti i pirati io non li chiamo scaricatori ma
        ladri!Non vedo niente di male, può capitare.Pensa c'è anche chi dice "I faraoni di Capri".
      • panda rossa scrive:
        Re: Non sono uno "scaricatore"
        - Scritto da: Carlo
        Infatti i pirati io non li chiamo scaricatori ma
        ladri!E noi si ride ogni volta che posti.
      • dontfeed in sciopero scrive:
        Re: Non sono uno "scaricatore"
        - Scritto da: Carlo
        Infatti i pirati io non li chiamo scaricatori ma
        ladri!Sì ma in genere la gente si vergogna della propria ignoranza e volgarità, tu, invece, te ne fai vanto.Siete tutti così voi veneti leghisti di provincia o c'è anche della gente civile da quelle parti?
      • Free world scrive:
        Re: Non sono uno "scaricatore"
        - Scritto da: Carlo
        Infatti i pirati io non li chiamo scaricatori ma
        ladri!Scelta tua. Io chiamo te troll noioso.
    • ziaberta scrive:
      Re: Non sono uno "scaricatore"
      - Scritto da: non sono uno scaricator e
      Se il File A genera il file B identico in tutto e
      per tutto al file A , allra A e B sono
      intercambiabili, NON ESISTE PIU' il concetto di
      "originale" e di "copia", sono TUTTI
      originali.tanti tanti tanti anni fa per fare una COPIA di un file il manuale del DOS dicevacopy A Bdove A era la SORGENTE e B era la COPIAle copie sono perfettamente identiche.eppure una è una copia e l'altro è l'originale.tutto semanticamente e logicamente corretto.se poi la sorgente contiene materiale sul quale non hai diritto e la copia finisce a casa tua, hai commesso un illecito.
  • Videotime scrive:
    ...
    Ci penserà ben l'FBI a fermare i download!
  • SEI UNA CAPRA scrive:
    Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
    Ti candidi ufficialmente per il premio 2012 Best Epic Fail.Ignorante! Se devi scaricare un torrent, il file evidentemente deve avere come estensione .torrent, e non .exeSe fossi io il tuo fornitore Internet, ti toglierei Internet a vita.È grazie alle capre come te che Internet è pieno di virus!
  • rico scrive:
    guadagno dei musicanti
    Parafrasando: "Si scarichi bene o male, purchè si scarichi".Così gli artisti acquistano notorietà, e possono fare concerti dal vivo che, a quanto scrivono, sono ormai il loro principale mezzo di sostentamento.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
    - Scritto da: ho provato bittorrent
    scartati i primi di pubblicità palese ho scelto
    torrentz e cliccato sul direct download ed ho
    scaricato l'exe del torrent per avviare il
    download.Perché hai scaricato un exe invece di un torrent? Cliccavi sul magnet link, la prossima volta.
  • quanto sono scemo scrive:
    ho provato bittorrent
    Quanto sono scemo!
  • CiccioQuant aCiccia scrive:
    Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
    I LOVE YOU MAN!!! :)Vinci il premio peggior trollata settembre 2012... pure in anticipo! Sulla fiducia!
    • bertuccia scrive:
      Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
      - Scritto da: CiccioQuant aCiccia

      I LOVE YOU MAN!!! :)

      Vinci il premio peggior trollata settembre
      2012... pure in anticipo! Sulla fiducia!l'idea non era gran che, non parliamo dell'esecuzione.. :s4/10 bocciato
  • ThEnOra scrive:
    Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
    Che trollone! Con affetto, ne!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • panda rossa scrive:
    Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
    - Scritto da: ho provato bittorrent
    ed ho
    scaricato l'exe del torrent per avviare il
    download.L'exe del torrent?I casi sono due, o sei un troll, o sei un ignorante.Nel primo caso trollata scarsa.Nel secondo caso, ti sta solo bene!
    • ThEnOra scrive:
      Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
      E' la prima! Troppo palese! :D
      • panda rossa scrive:
        Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
        - Scritto da: ThEnOra
        E' la prima! Troppo palese! :DAvrei sinceramente preferito la seconda: se ci fosse in giro veramente gente simile, le major non avrebbero di che lamentarsi e i videotecari potrebbero ancora fornire un servizio a qualcuno.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
          Per me è la seconda: è una semplice questione di numeri... gli ignoranti sono molto più comuni dei troll, quindi quando si vede un post che sembra scritto da un ignorante, la cosa più probabile è che sia davvero un ignorante.
          • panda rossa scrive:
            Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Per me è la seconda: è una semplice questione di
            numeri... gli ignoranti sono molto più comuni dei
            troll, quindi quando si vede un post che sembra
            scritto da un ignorante, la cosa più probabile è
            che sia davvero un
            ignorante.Ok, ma come spieghi che un ignorante winaro venga a parlare di .exe quando saranno almeno 5 o 6 versioni di winsozz che le estensioni vengono tenute rigorosamente nascoste all'utonto?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
            Quando clicchi su un file da scaricare, molti browser ti dicono l'estensione.
          • panda rossa scrive:
            Re: ragazzi non fidatevi dei torrent
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Quando clicchi su un file da scaricare, molti
            browser ti dicono
            l'estensione.Ah, non ci avevo mai fatto caso.Nel senso che sui miei sistemi le estensioni sono SEMPRE visibili, e quindi lo davo per scontato.
  • Basta Pirateria scrive:
    E' ora di finirla
    Direi che è ora di finirla con il dilagare della pirateria.E' evidente che le normative sul (C) non sono in grado di contenere un comportamento che - reso semplice dalla tecnologia - ormai non conserva neanche la connotazione dell'illecito.Un tempo, quando la pirateria era la bancarella dell'extracomunitario o il videotecaro che ti passava sottobanco la vhs o il dvd copiato, le persone avevano la _percezione_ dell'illecito. Lo scaricatore di oggi accoda i file in download senza nessun peso sulla coscienza. Si può fare. Lo fanno in tanti. Si fa.Probabilmente legalizzare questo comportamento e riconsiderare il diritto di copia e distribuzione alla luce delle nuove possibilità tecnologiche è un traguardo ineluttabile. Si può assecondare il cambiamento o morire sulle barricate, ma il percorso rimane ineluttabile.Questo per il (C). Sul diritto d'autore credo si sia universalmente d'accordo sulla sua sacralità ed incedibilità.Lo sfruttamento commerciale è un altro paio di maniche: non riguarda i circuiti p2p "legacy" ma piuttosto i vari mega[video|upload] (forse anche gli *tube?). Quest'ultimo dovrebbe essere tutelato. Per un tempo ragionevole, non per i secula seXXXXrum...
    • ThEnOra scrive:
      Re: E' ora di finirla
      Come principio, lo condivio, ma cerca di usare un'altra retorica!Sembra di leggere un manifesto di propaganda scarsa.
      • panda rossa scrive:
        Re: E' ora di finirla
        - Scritto da: ThEnOra
        Come principio, lo condivio, ma cerca di usare
        un'altra
        retorica!
        Sembra di leggere un manifesto di propaganda
        scarsa.Guarda che lui e' della tua parrocchia.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: E' ora di finirla
      - Scritto da: Basta Pirateria
      Direi che è ora di finirla con il dilagare della
      pirateria.Direi che è ora di finirla con le merde che pretendono di combattere la pirateria e giustificare chi vuol passare la vita a guadagnare vendendo copie.
      E' evidente che le normative sul (C) non sono in
      grado di contenere un comportamento che - reso
      semplice dalla tecnologia - ormai non conserva
      neanche la connotazione dell'illecito.Giusto. Quindi tanto vale depenalizzarlo, come il cartello di Churchill, e usare le poche risorse della giustizia per combattere i reati percepiti come tali dalla stragrande maggioranza della popolazione, e non le leggi ad personam fatte dal proprietario di Medusa per aumentare la quantità di fondi neri da mandare nelle sue 64 società off-shore.
      Un tempo, quando la pirateria era la bancarella
      dell'extracomunitario o il videotecaro che ti
      passava sottobanco la vhs o il dvd copiato, le
      persone avevano la _percezione_ dell'illecito.Perché dall'altra parte c'è chi LUCRAVA SU DELLE COPIE, esattamente ciò che pretendono di fare le major giustificandosi col fatto che il loro comportamento è legale perché si sono fatte fare delle leggi che non le mandano in galera per truffa come invece dovrebbe essere.
      Lo scaricatore di oggi accoda i file in download
      senza nessun peso sulla coscienza.Perché è giusto così.
      Si può fare. Lo fanno in tanti. Si fa.Esatto.
      Probabilmente legalizzare questo comportamento e
      riconsiderare il diritto di copia e distribuzione
      alla luce delle nuove possibilità tecnologiche è
      un traguardo ineluttabile.Dillo ai videotecari.
      Si può assecondare il
      cambiamento o morire sulle barricate, ma il
      percorso rimane ineluttabile.Dillo ai videotecari. Sono anni che cerchiamo di farglielo capire. E cosa ci siamo presi in cambio? Insulti, minacce, intimidazioni: veri e propri atteggiamenti mafiosi.
      Questo per il (C). Sul diritto d'autore credo si
      sia universalmente d'accordo sulla sua sacralità
      ed incedibilità.Il diritto d'autore (che è solo il diritto dell'autore a poter dire "questo l'ho fatto io e non tu") è una cosa completamente diversa e nessuno l'ha mai messo in discussione.
      Lo sfruttamento commerciale è un altro paio di
      maniche: non riguarda i circuiti p2p "legacy" ma
      piuttosto i vari mega[video|upload] (forse anche
      gli *tube?). Quest'ultimo dovrebbe essere
      tutelato.Non certo nelle forme attuali. Se si usa un sistema alla popcorntv per tutto va bene. Un sistema alla movie on demand non va bene.Come compromesso può andar bene un sistema alla Netflix, con un canone mensile basso (meno di 8 euro al mese).
      Per un tempo ragionevole, non per i
      secula seXXXXrum...Dove tempo ragionevole è il tempo medio che serve a realizzare l'opera (l'opera, non la sua copia) da zero. Per un film tale tempo equivale tra i 3 e i 5 anni, per un software tra 1 e 2 anni, per la musica leggera settimane o mesi, per un'opera di musica classica oppure un copione teatrale un paio di anni.Passato questo tempo, i diritti di sfruttamento (che comunque non devono essere mai più sulle copie) decadono da soli. Inoltre, la morte dell'autore estingue immediatamente i diritti anche se tale tempo non fosse ancora trascorso (gli eredi possono andare a lavorare come tutti).Questo per tutto ciò che è pubblicato dal singolo autore. Per le opere di molti autori (es. videogiochi, film) il tempo si calcola dalla prima data di pubblicazione nel primo Paese del mondo e non decadono se uno degli autori muore, durando quindi fino al termine del tempo sopraindicato, durante il quale tutti i soldi guadagnati attraverso la visione al cinema, attraverso la pubblicità sulle piattaforme legali, e attraverso i canoni fissi (non in base al numero di film) delle paytv e di netflix, vanno agli autori. Si presume che nel frattempo lavorino per fare altre opere, in modo che scaduti i diritti della prima possano guadagnare con la seconda.
    • Mark scrive:
      Re: E' ora di finirla
      - Scritto da: Basta Pirateria
      Un tempo, quando la pirateria era la bancarella
      dell'extracomunitario o il videotecaro che ti
      passava sottobanco la vhs o il dvd copiato, le
      persone avevano la _percezione_ dell'illecito. Lo
      scaricatore di oggi accoda i file in download
      senza nessun peso sulla coscienza. Si può fare.
      Lo fanno in tanti. Si
      fa.Esattamente, è una modalità che aiuta a comprendere che un numero è un numero. Una volta che un bene viene codificato in digitale, è un numero e come tale immediatamente copiabile e condivisibile.La matematica non è un'opinione, caro mio.
    • Izio01 scrive:
      Re: E' ora di finirla
      - Scritto da: Basta Pirateria
      Direi che è ora di finirla con il dilagare della
      pirateria.
      E' evidente che le normative sul (C) non sono in
      grado di contenere un comportamento che - reso
      semplice dalla tecnologia - ormai non conserva
      neanche la connotazione
      dell'illecito.
      Oh, stavolta sono completamente d'accordo con te.Io non ho mai speso tanti soldi per la musica come adesso, che sono iscritto a eMusic e occasionalmente compro dei pacchetti Esselunga Music Store. Brani senza DRM e a prezzo conveniente in entrambi i casi, s'intende. E giusto oggi ho acquistato l'ennesimo Humble Bundle (mannaggia, ho comprato su Steam uno dei giochi proprio due giorni fa) con cui acquisti n giochi Indie al prezzo che vuoi tu.DRM, EULA assurde e controllo remoto del MIO hardware su di me ha solo effetti negativi, perché nella migliore delle ipotesi riduce la quantità di soldi che sono disposto a pagare a chi ne è responsabile. Su chi scarica e non paga il DRM non ha effetto perché tanto giochi e musica scaricati non ce l'hanno.Per come la vedo io - è solo la mia opinione - puntare sulla qualità dell'offerta legale e sui prezzi competitivi apre il mercato e spinge la gente a pagare quello che usa; quanto agli scariconi irrecuperabili, bè, una certa percentuale è endemica, ma non sono affatto convinto che sia un male così apocalittico. Qualcuno ha nominato le vecchie musicassette: anche trent'anni fa si copiava la musica, eppure il mercato è andato avanti lo stesso.Infine, basta con le leggi fatte su misura per le major, in maniera più o meno esplicita. Estensione del copyright all'infinito, "equo" compenso sul cellulare o sulla SD Card che uno acquista e soprattutto le XXXXXte in salsa SIAE (http://snipurl.com/251msvk) che mi fanno stare simpatici i pirati.Certo, le major dovrebbero reinventarsi, cambiare il loro modo di ragionare e magari accettare una flessione dei loro guadagni (ma è impossibile quantificare realisticamente a priori il SE e il QUANTO) ma penso che siano eventualità che qualsiasi impresa deve prima o poi affrontare.
    • Free world scrive:
      Re: E' ora di finirla

      Direi che è ora di finirla con il dilagare della
      pirateria.Licenze collettive e il problema si risolve.
    • quindi scrive:
      Re: E' ora di finirla
      quindi ti arrendi? (rotfl)
  • . . . scrive:
    Ma ancora...
    ... la Pausini tra gli artisti più scaricati ? Ma dai... non ci credo !!! (rotfl)Ma sta storia della Pausini è vecchia... Secondo me ste ricerche lasciano un pò il tempo che trovano.
    • dalek scrive:
      Re: Ma ancora...
      notizia vera del 2007 poi si scarica altro
    • panda rossa scrive:
      Re: Ma ancora...
      - Scritto da: . . .
      ... la Pausini tra gli artisti più scaricati ?
      Ma dai... non ci credo !!! (rotfl)E' la prova provata che sono le stesse major ad alimentare il P2P per poi dare la colpa alla pirateria.Nessuno puo' essere cosi' idiota da scaricare la pausini, e quei pochi fan che ha (affetti evidentemente da sordita'), in quanto fan, acquistano i cd originali.
    • James Kirk scrive:
      Re: Ma ancora...
      - Scritto da: . . .
      ... la Pausini tra gli artisti più scaricati ?
      Questo la dice lunga sull'ipocrisia di chi giustifica lo scarico libero invocando la diffusione libera della cultura.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Ma ancora...
        - Scritto da: James Kirk
        - Scritto da: . . .

        ... la Pausini tra gli artisti più scaricati
        ?




        Questo la dice lunga sull'ipocrisia di chi
        giustifica lo scarico libero invocando la
        diffusione libera della
        cultura.Io scarico le opere Klingon.
        • panda rossa scrive:
          Re: Ma ancora...
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: James Kirk

          - Scritto da: . . .


          ... la Pausini tra gli artisti più
          scaricati

          ?








          Questo la dice lunga sull'ipocrisia di chi

          giustifica lo scarico libero invocando la

          diffusione libera della

          cultura.

          Io scarico le opere Klingon.Io ho scaricato tutte le poesie dei Vogon.
    • Worm scrive:
      Re: Ma ancora...
      Eccerto la Pausini una botta e poi la scarichi.. - Scritto da: . . .
      ... la Pausini tra gli artisti più scaricati ?
      Ma dai... non ci credo !!! (rotfl)

      Ma sta storia della Pausini è vecchia...
      Secondo me ste ricerche lasciano un pò il tempo
      che
      trovano.
  • Carlo scrive:
    uno scempio!
    Ci penserà la Finanza a fermare questo scempio!http://www.gdf.gov.it/GdF/it/Home/
    • Free world scrive:
      Re: uno scempio!
      - Scritto da: Carlo
      Ci penserà la Finanza a fermare questo scempio!

      http://www.gdf.gov.it/GdF/it/Home/Si, l'oggetto descrive correttamente lo spreco di risorse che post come questo rappresentano.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: uno scempio!
      E ci penserà la bancarotta a fermare te.
    • . . . scrive:
      Re: uno scempio!
      Lo scempi è acquistare brani da iTunes e accorgersi che alcuni di essi (tipo Dark Side of the Moon e altri) hanno i brano XXXXti.Per riparare alla cosa sono ricorso al torrent e ho ottenuto i file perfetti.
    • Carlo scrive:
      Re: uno scempio!
      Che fai, mi rubi il nome? Hai visto che bravi che siamo? Come LADRI siamo al terzo posto nella classifica mondiale. Ua gran bella soddisfazione, vero?
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: uno scempio!
        - Scritto da: Carlo
        Che fai, mi rubi il nome? Non potrebbe chiamarsi Carlo anche lui?
        Hai visto che bravi che
        siamo? Come LADRI siamo al terzo posto nella
        classifica mondiale. Ua gran bella soddisfazione,
        vero?Sono soddisfattissimo di sapere che alimentiamo meno di altri il mercato marcio del copyright.
        • Carlo scrive:
          Re: uno scempio!
          No, sono io il vero Carlo, mica Carlo o quello che si fa chiamare Carlo
          • Carlo Semprepandori scrive:
            Re: uno scempio!
            - Scritto da: Carlo
            No, sono io il vero Carlo, mica Carlo o quello
            che si fa chiamare
            CarloL'unico vero Carlo sono io. Tu sei solo un anonimo ladro di pandori.
      • becker scrive:
        Re: uno scempio!
        - Scritto da: Carlo
        Che fai, mi rubi il nome? lol lol lol lol (rotfl)(rotfl)(rotfl)Sei ossesionato!!! Ora non si possono copiare neache i nomi! (rotfl)Nelle tue frasi non deve mancare la parola ladro.Hai dato pure del ladro a chi usa il nick uguale al tuo, mica hai il copyright sul nome Carlo (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Carlo Semprepandori scrive:
        Re: uno scempio!
        - Scritto da: Carlo
        Che fai, mi rubi il nome? Hai visto che bravi che
        siamo? Come LADRI siamo al terzo posto nella
        classifica mondiale. Ua gran bella soddisfazione,
        vero?L'unico vero Carlo sono io. Tu sei solo un anonimo ladro di pandori.
    • dontfeed in sciopero scrive:
      Re: uno scempio!
      - Scritto da: Carlo
      Ci penserà la Finanza a fermare questo scempio!

      http://www.gdf.gov.it/GdF/it/Home/chissà cosa ne pensano del pvs?
    • utente scrive:
      Re: uno scempio!
      concordo dovrebbero arrestarli chi ha scaricato Laura pausinima come si fa ad ascoltarla dai!!siamo seri!! io manco nella radio appena sento la sua voce cambio stazione!!!
    • Carlo Semprepandori scrive:
      Re: uno scempio!
      - Scritto da: Carlo
      Ci penserà la Finanza a fermare questo scempio!

      http://www.gdf.gov.it/GdF/it/Home/L'unico vero Carlo sono io. Tu sei solo un anonimo ladro di pandori.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: uno scempio!
      - Scritto da: Carlo
      Ci penserà la Finanza a fermare questo scempio!

      http://www.gdf.gov.it/GdF/it/Home/La Finanza? Quella che verrà con l'ufficiale giudiziario a pignorarti tutta la videoteca perché non hai pagato il canone rai, ladro di soldi?
  • melomane scrive:
    attenti al watermarking
    mi piace molto che ci siano servizi legali, download senza drm, lossless eccetera, ma ricordatevi di controllare se fanno WATERMARKINGè semplice: acquistate e scaricate un brano.eseguite il check hash md5fate fare la stessa cosa ad un vostro amicocontrollate i due md5.se sono differenti, i brani sono marchiati con qualche dato che riconduce l'acquisto a voi.Fate le vostre debite considerazioni e pensate alle conseguenze di qualsiasi genere di azione, dalla più innocente a quella noncurante a quella imprevista fino a quella volutamente menefreghista.
    • Guybrush scrive:
      Re: attenti al watermarking
      - Scritto da: melomane
      mi piace molto che ci siano servizi legali,
      download senza drm, lossless eccetera, ma
      ricordatevi di controllare se fanno
      WATERMARKING

      è semplice:

      acquistate e scaricate un brano.
      eseguite il check hash md5

      fate fare la stessa cosa ad un vostro amico

      controllate i due md5.

      se sono differenti, i brani sono marchiati con
      qualche dato che riconduce l'acquisto a
      voi.A quel punto rileggi l'eula e vedi se, putacaso, hai accettato di essere responsabile dei file che scarichi e di impegnarti a NON CONDIVIDERLI con nessuno, neanche prestandoli o facendone ascoltare tutto o parte a terzi.A quel punto, se così fosse, fai una bella raccomandata e diffida il fornitore a cancellare tutti i tuoi dati così come tu farai con i suoi files, a norma di legge. Magari aggiungendo che, per i prossimi anni, eviterai i suoi servizi come la peste.Motivo dell'XXXXXXXtura messo bene in evidenza e cerchiato in rosso: la clausola (o la catena di clausole) che ti danno tutta la colpa in caso di diffusione online del brano.GT
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: attenti al watermarking
      Il watermarking nasconde una insidia: supponiamo che io tenga i files (regolarmente acquistati, e con il watermarking riconducibile a me) su un lettore mp3 portatile; ora, supponiamo che io smarrisca il lettore, e qualcuno me lo rubi. Il ladro potrebbe a questo punto condividere i brani online... e sarei io a prendermi la denuncia (perchè il watermark porta a me). Quindi, oltre al danno del furto del lettore mp3, sarei anche accusato ingiustamente; invece, chi ha messo sul lettore solo musica piratata, paradossalmente, dal punto di vista legale rischierebbe di meno: infatti, se gli rubano il lettore, e il ladro mette la musica online, per lo meno il derubato non rischia di vedersi arrivare una denuncia di pirateria, visto che i files che aveva non erano riconducibili a lui (magari avevano anche il watermark, ma di qualcun altro).Cosa fare se viene rubato un lettore mp3 con musica contenente watermark? In teoria, l'unica soluzione sarebbe di denunciare subito il furto e portare ai carabinieri un elenco di tutti i brani che erano caricati sopra il dispositivo: così si avrebbe in mano un documento ufficiale (il concetto è lo stesso che per il furto d'auto: se il ladro usa l'auto per commettere un crimine, il numero di targa ed il modello riconducono al legittimo proprietario, che se non ha sporto denuncia rischia di essere accusato)Ma proprio questa situazione rende il watermark inutile come protezione: infatti, se il pirata, prima di condividere i files, denunciasse lo smarrimento di un dispositivo mp3, e dicesse che tali files erano presenti sul dispositivo, sarebbe automaticamente al coperto da ogni azione legale: certo, scopriranno che i files sul p2p erano quelli comprati da lui, ma lui rifiuterà di pagare la multa o i danni dicendo "i files erano su un dispositivo che mi è stato rubato, e sono stati condivisi dopo il furto: quindi, il colpevole non sono io, ma chi mi ha preso il lettore mp3"Quindi, dubito che il watermark possa funzionare contro la condivisione (al massimo, può scoraggiare la condivisione tra amici, non il p2p); l'idea è di sicuro migliore rispetto al drm, ma può essere aggirata in ogni caso.L'unica nota positiva del watermark è che chiarisce meglio le condizioni di acquisto: indica che il prodotto è per uso di un certo utente, e che tale utente si impegna a non condividerlo (e se lo fa ha violato le condizioni del contratto)
      • panda rossa scrive:
        Re: attenti al watermarking
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Il watermarking nasconde una insidia: supponiamo
        che io tenga i files (regolarmente acquistati, e
        con il watermarking riconducibile a me) su un
        lettore mp3 portatile; ora, supponiamo che io
        smarrisca il lettore, e qualcuno me lo rubi.


        Il ladro potrebbe a questo punto condividere i
        brani online... e sarei io a prendermi la
        denuncia (perchè il watermark porta a me).
        Quindi, oltre al danno del furto del lettore mp3,
        sarei anche accusato ingiustamente;Funzionera' come per l'automobile: se te la rubano sporgi denuncia e in questo modo eviti responsabilita' penali nel caso in cui il ladro commetta crimini.Nel caso del lettore mp3, basta fare una denuncia preventiva, contro ignoti, di furto del lettore mp3, anche se non e' stato rubato, e poi si possono tranquillamente condividere i brani col watermark.Il giorno che verranno ad accusarti, gli sbatti in faccia la denuncia di furto del lettore mp3, e buonanotte.
        Cosa fare se viene rubato un lettore mp3 con
        musica contenente watermark? In teoria, l'unica
        soluzione sarebbe di denunciare subito il furto e
        portare ai carabinieri un elenco di tutti i brani
        che erano caricati sopra il dispositivo:Non credo che sia necessario, anche perche' oggettivamente uno mica puo' ricordarsi tutti i titoli di migliaia di brani.Basta far verbalizzare che il lettore conteneva un gran numero di files musicali e buonanotte.
        così si
        avrebbe in mano un documento ufficiale (il
        concetto è lo stesso che per il furto d'auto: se
        il ladro usa l'auto per commettere un crimine, il
        numero di targa ed il modello riconducono al
        legittimo proprietario, che se non ha sporto
        denuncia rischia di essere
        accusato)Ecco, appunto.
        Ma proprio questa situazione rende il watermark
        inutile come protezione: infatti, se il pirata,
        prima di condividere i files, denunciasse lo
        smarrimento di un dispositivo mp3, e dicesse che
        tali files erano presenti sul dispositivo,
        sarebbe automaticamente al coperto da ogni azione
        legale: certo, scopriranno che i files sul p2p
        erano quelli comprati da lui, ma lui rifiuterà di
        pagare la multa o i danni dicendo "i files erano
        su un dispositivo che mi è stato rubato, e sono
        stati condivisi dopo il furto: quindi, il
        colpevole non sono io, ma chi mi ha preso il
        lettore
        mp3"Curioso: siamo arrivati esattamente alla stessa conclusione.Il che dimostra che non siamo i soli a pensarla cosi'.Prevedo un consistente numero di denunce di furto di lettori mp3 in futuro.
        Quindi, dubito che il watermark possa funzionare
        contro la condivisione (al massimo, può
        scoraggiare la condivisione tra amici, non il
        p2p); l'idea è di sicuro migliore rispetto al
        drm, ma può essere aggirata in ogni
        caso.Come tutti i drm: non serve a niente.
        L'unica nota positiva del watermark è che
        chiarisce meglio le condizioni di acquisto:
        indica che il prodotto è per uso di un certo
        utente, e che tale utente si impegna a non
        condividerlo (e se lo fa ha violato le condizioni
        del
        contratto)e dove sarebbe la nota positiva?
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: attenti al watermarking


          L'unica nota positiva del watermark è che

          chiarisce meglio le condizioni di acquisto:

          indica che il prodotto è per uso di un certo

          utente, e che tale utente si impegna a non

          condividerlo (e se lo fa ha violato le
          condizioni

          del

          contratto)

          e dove sarebbe la nota positiva?Che l'utente si accorge che "comprare" un brano in realtà significa accettare un contratto vincolante, con clausole capestro.Insomma, che non è come comprare un pacchetto di caramelle (che diventano tue e puoi dare a chi vuoi); forse così ci penserà un attimo, prima di comprare (oltre tutto, non è come il DRM che cercano di nascondere: un watermark richiede che l'utente sappia che c'è)
          • panda rossa scrive:
            Re: attenti al watermarking
            - Scritto da: uno qualsiasi
            un watermark richiede che
            l'utente sappia che
            c'èPerche'?Se mettessero un watermark nascosto lasciando tutti all'oscuro, salvo poi tirarlo fuori come prova in un eventuale proXXXXX?Non sarebbe la prima volta.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: attenti al watermarking
            Perché lo scopo di un watermark è fungere da deterrente alla condivisione, non punire chi ha già condiviso. Se anche solo un utente condivide, ormai la frittata è fatta, perchè chiunque altro potrebbe scaricarlo e condividerlo senza più pericolo: tu magari non metti in condivisione un file con il tuo nome, ma non credo che ti faresti nessun problema a mettere in condivisione un file che hai scaricato (magari sopra c'è il watermark di mamma Jammie, ma cosa importa? Lei è già stata denunciata, non le cambierebbe molto).Gli autori beccherebbero uno ogni tanto, ma una volta che il file con watermark è in circolazione scoprire chi l'ha messo non serve a toglierlo.E nemmeno vale il discorso di chiedere i danni, perchè nella maggior parte dei casi il primo che ha condiviso non li paga perchè non ha soldi, o è minorenne, o simili.
          • panda rossa scrive:
            Re: attenti al watermarking
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Perché lo scopo di un watermark è fungere da
            deterrente alla condivisione, non punire chi ha
            già condiviso. Non mi pare che la politica adottata dalle major sia finalizzata a creare deterrenti, ma al "punirne uno per educarne 100".Per questo mi sono figurato un watermark nascosto.Un po' come il rootkit di sony.Va da se' che un tentativo di watermark nascosto verrebbe smascherato in tempo reale visto che basta un banale confronto di due files dello stesso brano di due utenti diversi per evidenziare differenze riconducibili ad un watermark o simili.Fermo restando che una bella denuncia di furto del lettore mp3 trovato in omaggio nel dixan, in cui sono stati inseriti tutti i propri brani, mette immediatamante al riparo da ogni ritorsione delle major, e l'inalienabile diritto di poter ascoltare la propria musica in pace con chi si vuole, viene salvaguardato.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: attenti al watermarking
            contenuto non disponibile
          • panda rossa scrive:
            Re: attenti al watermarking
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: panda rossa


            Fermo restando che una bella denuncia di
            furto

            del lettore mp3

            Da fare all'atto dell'acquisto di ogni brano.
            Giusto per non avere pensieri.Quindi ne basta una.Ognuno acquista un solo brano diverso dagli altri, e poi ce li scambiamo.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: attenti al watermarking

            Non mi pare che la politica adottata dalle major
            sia finalizzata a creare deterrenti, ma al
            "punirne uno per educarne
            100"."Educarne 100" non è proprio quello che si fa con un deterrente?Comunque, non può funzionare: infatti, mettiamo che esca un nuovo film: tizio lo compra, e lo mette sul p2p (visto che tizio è cretino, non adotta nessuna precauzione: non sa nulla di watermark o offuscamenti, e si fa beccare subito).A questo punto, tizio viene denunciato... ma ormai il film è sulla rete: se tu lo scarichi, puoi condividerlo senza rischi (il watermark che c'è sopra porta a tizio, non a te); e come te, milioni di altre persone possono farlo. Quindi, tanti saluti al concetto di "educarne 100". Anzi... se noti, tizio è l'unico che aveva COMPRATO il film, tutti quelli che l'hanno scaricato non hanno corso nessun rischio.Quindi, il messaggio che passa è che si rischia di meno a scaricare che a comprare.E ci sarà sempre qualcuno abbastanza imprudente da condividere il file comprato senza badare ai rischi (come ci sarà sempre chi guida la macchina senza cintura, o va in moto senza il casco); è impossibile educare gente del genere (non è possibile insegnare loro nè ad evitare il comportamento a rischio, nè ad adottare precauzioni per ridurre il rischio: non imparano nemmeno quando si fanno male); e basta una sola persona del genere per rendere del tutto inutile tutti gli sforzi per evitare la condivisione.
          • panda rossa scrive:
            Re: attenti al watermarking
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Non mi pare che la politica adottata dalle
            major

            sia finalizzata a creare deterrenti, ma al

            "punirne uno per educarne

            100".

            "Educarne 100" non è proprio quello che si fa con
            un deterrente?Si ma sarebbe un deterrente a valle e non a monte.
            Comunque, non può funzionare: infatti, mettiamo
            che esca un nuovo film: tizio lo compra, e lo
            mette sul p2p (visto che tizio è cretino, non
            adotta nessuna precauzione: non sa nulla di
            watermark o offuscamenti, e si fa beccare
            subito).

            A questo punto, tizio viene denunciato... ma
            ormai il film è sulla rete: se tu lo scarichi,
            puoi condividerlo senza rischi (il watermark che
            c'è sopra porta a tizio, non a te); e come te,
            milioni di altre persone possono farlo. Quindi,
            tanti saluti al concetto di "educarne 100".Vero.
            Anzi... se noti, tizio è l'unico che aveva
            COMPRATO il film, tutti quelli che l'hanno
            scaricato non hanno corso nessun
            rischio.Quindi quello che succedera' col prossimo film sara' che nessuno comprera' piu' neanche quell'unica copia, perche' chi compra sara' esposto in eterno al rischio di condanna per watermark.
            Quindi, il messaggio che passa è che si rischia
            di meno a scaricare che a
            comprare.

            E ci sarà sempre qualcuno abbastanza imprudente
            da condividere il file comprato senza badare ai
            rischi (come ci sarà sempre chi guida la macchina
            senza cintura, o va in moto senza il casco); è
            impossibile educare gente del genere (non è
            possibile insegnare loro nè ad evitare il
            comportamento a rischio, nè ad adottare
            precauzioni per ridurre il rischio: non imparano
            nemmeno quando si fanno male); e basta una sola
            persona del genere per rendere del tutto inutile
            tutti gli sforzi per evitare la
            condivisione.Eppure il videotecaro medio italico non arriva a comprendere questo ragionamento.E' grave!
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: attenti al watermarking

            Eppure il videotecaro medio italico non arriva a
            comprendere questo
            ragionamento.
            E' grave!Non è grave, è logico, se ci pensi.Infatti, il numero di noleggiatori è calato con il tempo: il videonoleggiatore medio capiva perfettamente questo ed altri concetti... e proprio perchè li capiva, si rendeva conto che il noleggio non aveva futuro, e perciò chiudeva o vendeva e cambiava lavoro.Dopo una tale selezione, sono rimasti solo quelli che non capivano tale concetto.
    • Padrone scrive:
      Re: attenti al watermarking
      - Scritto da: melomane
      mi piace molto che ci siano servizi legali,
      download senza drm, lossless eccetera, ma
      ricordatevi di controllare se fanno
      WATERMARKING

      è semplice:

      acquistate e scaricate un brano.
      eseguite il check hash md5

      fate fare la stessa cosa ad un vostro amico

      controllate i due md5.

      se sono differenti, i brani sono marchiati con
      qualche dato che riconduce l'acquisto a
      voi.

      Fate le vostre debite considerazioni e pensate
      alle conseguenze di qualsiasi genere di azione,
      dalla più innocente a quella noncurante a quella
      imprevista fino a quella volutamente
      menefreghista.usate torrent, non pagate e non avete problemi
  • crumiro scrive:
    Evviva!
    Finalmente l'Italia sul podio di qualcosa inerente l'Informatica...
    • melomane scrive:
      Re: Evviva!
      - Scritto da: crumiro
      Finalmente l'Italia sul podio di qualcosa
      inerente
      l'Informatica...ah beh, se riguarda in qualche modo il furto, l'illegalità, la corruzione, lo scrocco o la furberia, la relazione con qualsiasi altra materia è presto fatta per quanto riguarda il nostro paese dove essere un "furbo" è considerato positivo.e si vede a cosa ci sta portando...
      • dontfeed in sciopero scrive:
        Re: Evviva!
        - Scritto da: melomane
        - Scritto da: crumiro

        Finalmente l'Italia sul podio di qualcosa

        inerente

        l'Informatica...

        ah beh, se riguarda in qualche modo il furto,
        l'illegalità, la corruzione, lo scrocco o la
        furberia, la relazione con qualsiasi altra
        materia è presto fatta per quanto riguarda il
        nostro paese dove essere un "furbo" è considerato
        positivo.

        e si vede a cosa ci sta portando...A dei vecchi cafoni leghisti che vomitano bile nei forum?
    • Carlo scrive:
      Re: Evviva!
      Infatti e poi c'e gente che ancora si lamenta che in Italia non c'e la banda larga LOL
  • SuperMario scrive:
    dati articolo
    1) si parla di gennaio-maggio e poi di 6 mesi?2) il secondo ha 43 MILIONI di download e il terzo 33 MILA download?un articolo sui numeri dello studio che è poco chiaro sui numeri stessi...
    • n00b scrive:
      Re: dati articolo
      33 milioni, devono avere sbagliato
      • attonito scrive:
        Re: dati articolo
        - Scritto da: n00b
        33 milioni, devono avere sbagliatoBenvenuto su Punto "articoli-alla-XXXXX-di-cane" Informatico.per maruccia gli zeri non contano.Maruccia: un nome, una certezza!quanto a figure di XXXXX numeriche, maruccia is the number one!Annunsiata, no mandarlo mai via, maruccia ci fa sentire dei Geni!!!
      • attonito scrive:
        Re: dati articolo
        - Scritto da: n00b
        33 milioni, devono avere sbagliatoe' PI che pretendi? 1000 in piu', 1000 in meno, no nfa differenza...
  • Dottor Stranamore scrive:
    E c'è chi vuole la banda larga per tutti
    E meno male che c'è gente che vuole la banda larga per tutti. Spero che prima o poi i governi capiscano che Internet va regolamentata in modo serio. L'anarchia sta uccidendo il mercato e i posti di lavoro.Chi produce contenuti va tutelato.
    • Sgabbio scrive:
      Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
      la solita trollata trita e ritrita.
    • axl scrive:
      Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      E meno male che c'è gente che vuole la banda
      larga per tutti. Spero che prima o poi i governi
      capiscano che Internet va regolamentata in modo
      serio. L'anarchia sta uccidendo il mercato e i
      posti di
      lavoro.
      Chi produce contenuti va tutelato.ma se a fine articolo dicono che sono aumentati i profitti del download legale !!! che vuoi di più ?
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
        - Scritto da: axl
        ma se a fine articolo dicono che sono aumentati i
        profitti del download legale !!! che vuoi di più
        ?8% del download digitale che ha un mercato infinitivamente più misero rispetto a quello dei dischi di una volta. Poi sono i soliti dati interpretati in modo parziale da PI. Infatti non specifica che l'aumento NON RIGUARDA L'ITALIA cioè il paese che è TERZO AL MONDO per i download illegali. Ti ricordo che negli USA c'è quella mamma che deve pagare una bella cifra come sanzione per aver scaricato delle canzoni, quindi lì c'è la strizza di fare la stessa fine.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
          contenuto non disponibile
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            Basta sforzarsi.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            contenuto non disponibile
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Sforzarsi a capire che i tempi del vinile non
            esistono
            più?Si ci sono quelli dei pirati.
            Sforzarsi di capire che, <b
            a parità di
            torta </b
            , ora ci sono molte altre fette
            (videogames, apps, programmi, hardware,
            smartphones, consoles, abbonamwenti interent e
            telefonici, .... ) C'erano tante cose anche anni fa. Sin dai tempi dell'ATARI. E' diventato solo più facile piratare.
            IO DOVREI SFORZARMI?
            SEI SICURO?Non so, problemi tuoi. Se proprio non riesci prendi un po' di crusca.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            contenuto non disponibile
          • 1977 scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            Basta sforzarsi.

            Sforzarsi a capire che i tempi del vinile non
            esistono
            più?
            Sforzarsi di capire che, <b
            a parità di
            torta </b
            , ora ci sono molte altre fette
            (videogames, apps, programmi, hardware,
            smartphones, consoles, abbonamwenti interent e
            telefonici, .... ) e <b
            quindi la fetta
            dedicata alla musica è necessariamente più
            piccola di prima </b

            ?

            IO DOVREI SFORZARMI?
            SEI SICURO?ma perchè t'inXXXXX.hai ragione, tanto basta. chi non sa vedere delle cose così evidenti, non è che destinato ad estinguersi come i dinosauri, punt.
        • axl scrive:
          Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
          - Scritto da: Dottor StranamoreTi ricordo che negli USA c'è quella
          mamma che deve pagare una bella cifra come
          sanzione per aver scaricato delle canzoni, quindi
          lì c'è la strizza di fare la stessa
          fine.ma quando mai ? gli usa sono al primo posto per download illegali !!davvero, ma l'hai letto l'articolo?
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: axl
            ma quando mai ? gli usa sono al primo posto per
            download illegali
            !!
            davvero, ma l'hai letto l'articolo?Quindi USA e Italia hanno lo stesso numero di abitanti e lo stesso tipo di connessioni secondo te? O forse noi abbiamo molti meno abitanti e anche tra quelli una percentuale inferiore di gente connessa. E oltretutto delle connessioni che in media sono da terzo mondo.Eppure siamo i TERZI al mondo per download illegali.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            contenuto non disponibile
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Capirai... gli mp3 li scarichi anche col modem di
            vent'anni
            faq...Di 20 anni fa proprio no perché io l'avevo e col piffero che scaricavi velocemente un mp3 a parte che non c'erano neanche. Diciamo che con il 56k ci mettevi un po' però scaricavi, infatti un paio di anni dopo l'arrivo dei 56k è arrivata Napster. Ma non è come adesso che lo scarichi in un secondo. E comunque già ai tempi di Napster sono stati fatti grossi danni sul mercato.
          • Trollollero scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: Dottor StranamoreCut.....
            E comunque già ai tempi di Napster sono
            stati fatti grossi danni sul
            mercato.Quantificali.Sono "grossi" e "sono stati fatti" (al passato), quindi dati imparziali e verificati a supporto ne troverai quanti ne vuoi....
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            Cut.....

            E comunque già ai tempi di Napster sono

            stati fatti grossi danni sul

            mercato.
            Quantificali.
            Sono "grossi" e "sono stati fatti" (al passato),
            quindi dati imparziali e verificati a supporto ne
            troverai quanti ne
            vuoi....L'ho già fatto in passato e più volte, uno spreco di tempo. Tanto è inutile, sono i governi che devono modificare completamente Internet e rendere i provider come tante Sky che offrono l'acXXXXX ad alcuni bouquet di servizi e basta. Così si stimola l'industria dei contenuti(sia quella delle major che quella indie), si creano posti di lavoro e si fa aumentare il PIL del paese. Chiaro che a molti di voi non andrebbe bene, ma a me che me ne frega di quello che interessa a chi vuole tutto gratis?
          • Trollollero scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: Dottor Stranamore

            Cut.....


            E comunque già ai tempi di Napster sono


            stati fatti grossi danni sul


            mercato.

            Quantificali.

            Sono "grossi" e "sono stati fatti" (al
            passato),

            quindi dati imparziali e verificati a
            supporto
            ne

            troverai quanti ne

            vuoi....

            L'ho già fatto in passato e più volte, uno spreco
            di tempo. Tanto è inutile, sono i governi che
            devono modificare completamente Internet e
            rendere i provider come tante Sky che offrono
            l'acXXXXX ad alcuni bouquet di servizi e basta.
            Così si stimola l'industria dei contenuti(sia
            quella delle major che quella indie), si creano
            posti di lavoro e si fa aumentare il PIL del
            paese. Chiaro che a molti di voi non andrebbe
            bene, ma a me che me ne frega di quello che
            interessa a chi vuole tutto
            gratis?Provo un sincero schifo per chi vive per mercificare l'esistenza.
          • Izio01 scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: Dottor Stranamore

            Cut.....


            E comunque già ai tempi di Napster sono


            stati fatti grossi danni sul


            mercato.

            Quantificali.

            Sono "grossi" e "sono stati fatti" (al
            passato),

            quindi dati imparziali e verificati a
            supporto
            ne

            troverai quanti ne

            vuoi....

            L'ho già fatto in passato e più volte, uno spreco
            di tempo. Tanto è inutile, sono i governi che
            devono modificare completamente Internet e
            rendere i provider come tante Sky che offrono
            l'acXXXXX ad alcuni bouquet di servizi e basta.
            Così si stimola l'industria dei contenuti(sia
            quella delle major che quella indie), si creano
            posti di lavoro e si fa aumentare il PIL del
            paese. Chiaro che a molti di voi non andrebbe
            bene, ma a me che me ne frega di quello che
            interessa a chi vuole tutto
            gratis?Delirante, non trovo altri termini.E a noi che ce ne frega di chi vorrebbe trasformare internet in un'altra TV sotto il diretto controllo dei soliti noti, sulla base di fantasiose ipotesi tutte da verificare?Sì: in effetti non ce ne frega niente.
          • Sgabbio scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            come troll anti internet ti sai rinventare :D
          • easy scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            L'ho già fatto in passato e più volte, uno spreco
            di tempo. Tanto è inutile, sono i governi che
            devono modificare completamente Internet e
            rendere i provider come tante Sky che offrono
            l'acXXXXX ad alcuni bouquet di servizi e basta.
            Così si stimola l'industria dei contenuti(sia
            quella delle major che quella indie), si creano
            posti di lavoro e si fa aumentare il PIL del
            paese. Chiaro che a molti di voi non andrebbe
            bene, ma a me che me ne frega di quello che
            interessa a chi vuole tutto
            gratis?Ma tu stai male.Ci manca solo che anche su internet decidono loro cosa dobbiamo vedere/leggere.Tanto vale che ci lobotomizziamo tutti se devono togliendoci anche l'ultimo barlume di scelta.Roba da matti... spero davvero tu sia un troll, altrimenti mi fai solo tristezza.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti

            Ma tu stai male.Quoto
            Ci manca solo che anche su internet decidono loro
            cosa dobbiamo
            vedere/leggere.
            Tanto vale che ci lobotomizziamo tutti se devono
            togliendoci anche l'ultimo barlume di
            scelta.Il fatto è che lui è già lobotomizzato, e gli dà fastidio che gli altri non lo siano.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti

            L'ho già fatto in passato e più volte, uno spreco
            di tempo. Tanto è inutile, sono i governi che
            devono modificare completamente Internet e
            rendere i provider come tante Sky che offrono
            l'acXXXXX ad alcuni bouquet di servizi e basta.Perchè? Perchè lo vuoi tu?Indovina un po'... a nessuno importa quello che vuoi tu, se fai la fame il mondo continuerà ad andare avanti meglio di prima (perchè ci sarà un troll in meno)
            Così si stimola l'industria dei contenuti(sia
            quella delle major che quella indie)Ma non vogliamo stimolarla, vogliamo abbatterla.
            , si creano
            posti di lavoro e si fa aumentare il PIL del
            paese.E chi li vuole i posti di lavoro? Meno lavoro=meno spese e più tempo libero.
          • axl scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: axl

            ma quando mai ? gli usa sono al primo posto
            per

            download illegali

            !!

            davvero, ma l'hai letto l'articolo?

            Quindi USA e Italia hanno lo stesso numero di
            abitanti e lo stesso tipo di connessioni secondo
            te?

            O forse noi abbiamo molti meno abitanti e anche
            tra quelli una percentuale inferiore di gente
            connessa. E oltretutto delle connessioni che in
            media sono da terzo
            mondo.
            Eppure siamo i TERZI al mondo per download
            illegali.ma io ti ho criticato l'affermazione che in usa non scaricano perchè hanno paura..
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: axl
            ma io ti ho criticato l'affermazione che in usa
            non scaricano perchè hanno
            paura..Mica ho detto che non scaricano più. Secondo me qui c'è troppa gente che ragiona bianco o nero. Ma là qualche rischio lo puoi correre, da noi quasi zero.E comunque per me pure negli Stati Uniti dovrebbero regolamentare in modo molto più forte Internet.
          • Sgabbio scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            si vede lontano un kilometro, che trolli.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: axl
            ma io ti ho criticato l'affermazione che in usa
            non scaricano perchè hanno
            paura..Mica ho detto che non scaricano più. Secondo me qui c'è troppa gente che ragiona bianco o nero. Ma là qualche rischio lo puoi correre, da noi quasi zero.E comunque per me pure negli Stati Uniti dovrebbero regolamentare in modo molto più forte Internet.
          • Mark scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            E comunque per me pure negli Stati Uniti
            dovrebbero regolamentare in modo molto più forte
            Internet.E sentiamo, come regolamenteresti il file transfer tra due nodi privati? (ad esempio dal mio pc al tuo pc, o dal mio server al tuo pc)In precedenza tu hai parlato del vinile, bene, io invece ti parlo delle MC quando ancora Internet non c'era. Ti risulta che qualcuno sia riuscito ad arginare quel fenomeno di duplicazione domestica?
          • panda rossa scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: Mark
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            E comunque per me pure negli Stati Uniti

            dovrebbero regolamentare in modo molto più
            forte

            Internet.

            E sentiamo, come regolamenteresti il file
            transfer tra due nodi privati? (ad esempio dal
            mio pc al tuo pc, o dal mio server al tuo
            pc)

            In precedenza tu hai parlato del vinile, bene, io
            invece ti parlo delle MC quando ancora Internet
            non c'era. Ti risulta che qualcuno sia riuscito
            ad arginare quel fenomeno di duplicazione
            domestica?Mi pare che siano riusciti ad arginarlo semplicemente togliendo dalla vendita le cassette tdk e i mangiacassette.
          • Mark scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: panda rossa
            Mi pare che siano riusciti ad arginarlo
            semplicemente togliendo dalla vendita le cassette
            tdk e i
            mangiacassette.Sì, per passare ai Compact Disk, tagliandosi ancora di più le gambe. XDTra l'altro non so se ti ricordi; duplicando le cassette e condividendo tra amici io per lo meno non ho mai avuto la percezione di rubare. Culturalmente ricordo che non c'era proprio questa associazione istintiva, tuttalpiù era il contrario.
          • panda rossa scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: Mark
            - Scritto da: panda rossa

            Mi pare che siano riusciti ad arginarlo

            semplicemente togliendo dalla vendita le
            cassette

            tdk e i

            mangiacassette.

            Sì, per passare ai Compact Disk, tagliandosi
            ancora di più le gambe.
            XDChe c'entra.Non mischiare le cose.Stiamo parlando delle musicassette, e il fenomeno si e' azzerato semplicemente smettendo di mettere musicassette sul mercato.I CD sono tutto un altro film.E a dirla tutta, anche i CD ormai non vengono piu' duplicati e rimasterizzati.
            Tra l'altro non so se ti ricordi; duplicando le
            cassette e condividendo tra amici io per lo meno
            non ho mai avuto la percezione di rubare.Ma neanche duplicando CD ed MP3.
            Culturalmente ricordo che non c'era proprio
            questa associazione istintiva, tuttalpiù era il
            contrario.Esattamente come ora.
          • Mark scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: panda rossa
            Che c'entra.
            Non mischiare le cose.
            Stiamo parlando delle musicassette, e il fenomeno
            si e' azzerato semplicemente smettendo di mettere
            musicassette sul
            mercato.Guarda che stiamo dicendo la stessa cosa: per evitare la copia devi azzerare anche il mercato degli strumenti di copia (nonché dei supporti di memorizzazione). La regolamentazione non porta a nulla, al limite sposta solo il fenomeno. Ho fatto l'esempio dei CD non a caso; ne è stata l'ennesima dimostrazione.Dr.Stranamore vorrebbe regolamentare Internet? Capirai che novità, si passerebbe alle darknet e allo scambio materiale dei supporti.

            Culturalmente ricordo che non c'era proprio

            questa associazione istintiva, tuttalpiù era
            il

            contrario.

            Esattamente come ora.Beh, insomma. A forza di martellare con 'sta palla della pirateria tanti ci credono.
          • panda rossa scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: Mark
            - Scritto da: panda rossa

            Che c'entra.

            Non mischiare le cose.

            Stiamo parlando delle musicassette, e il
            fenomeno

            si e' azzerato semplicemente smettendo di
            mettere

            musicassette sul

            mercato.

            Guarda che stiamo dicendo la stessa cosa: per
            evitare la copia devi azzerare anche il mercato
            degli strumenti di copia (nonché dei supporti di
            memorizzazione).Basta anche azzerare le pubblicazioni.Per esempio, ad oggi non e' possibile trovare nessun dvd rip dell'ultimo film pixar Ribelle.E la cosa neppure mi sorprende.
            Dr.Stranamore vorrebbe regolamentare Internet?No, e' che all'assistenza sanitaria costa meno lasciarlo a casa con una tastiera sotto le dita, che ricoverarlo in sanatorio.


            Culturalmente ricordo che non c'era
            proprio


            questa associazione istintiva,
            tuttalpiù
            era

            il


            contrario.



            Esattamente come ora.

            Beh, insomma. A forza di martellare con 'sta
            palla della pirateria tanti ci
            credono.Tanti chi?Forse i vecchi.Per le nuove generazioni, che sono gli adulti di domani, scambiarsi i files e' una cosa normalissima.
          • n00b scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            C'è da dire che come rapporto download / abitanti li batteremmo.(Non di molto, però)
        • . . . scrive:
          Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
          Si infatti... un vero schifo cosa stanno facendo a quella donna per 4 canzonette del cavolo... e ne sei anche fiero ?... e mi fermo qui...
    • Cla scrive:
      Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
      Magari sei d' accordo anche con l' acta, con dare strumenti di censura in mano a Hollywood, ti ricordo che se si parla di 400 milioni di file musicali scaricati solo itunes ha venduto e quindi ha messo in tasca dei produttori 16 billioni ( NON MILIONI ) di canzoni.Quindi per il bene tuo e il bene della libertà di informazione prima di dire che bisogna dare in mano ai governi strumenti di censura su internet informati e ragiona su quello che dici.Critichiamo i livelli di censura cinesi su internet quando non ci rendiamo conto dei sistemi di controllo e di censura che ci circondano e che utilizziamo ogni giorno.E' scandaloso per il diritto alla privaci che attualmente siano stati costruiti modelli di business su infrastrutture come google o facebook che attualmente giocano un ruolo politico più che di servizio.Costruire il controllo di una cosa come internet e darla in mano ai governi???Chi costruisce contenuti va tutelato è vero ma ci sono diversi modi per farlo il meno indicato è affidare la decisione ai governi, riporto un altra volta l' esempio di Hollywood.Ricordati che il meccanismo di copia è nato dopo la rivoluzione industriale e non con internet ma da quando è nata la cultura del prodotto industriale , da quel momento copiare rivendere , modificare , rubare, rivendere è diventato il core business di centinaia di aziende che adesso lavorano e danno lavoro, quindi per favore informiamoci prima di parlare.
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
        - Scritto da: Cla
        Magari sei d' accordo anche con l' acta, con dare
        strumenti di censura in mano a Hollywood, ti
        ricordo che se si parla di 400 milioni di file
        musicali scaricati solo itunes ha venduto e
        quindi ha messo in tasca dei produttori 16
        billioni ( NON MILIONI ) di
        canzoni.
        Peccato che nel 1996 li mercato musicale fatturava 30 miliardi di dollari. capito TRENTA (non MILIONI)
        • axl scrive:
          Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: Cla

          Magari sei d' accordo anche con l' acta, con
          dare

          strumenti di censura in mano a Hollywood, ti

          ricordo che se si parla di 400 milioni di
          file

          musicali scaricati solo itunes ha venduto e

          quindi ha messo in tasca dei produttori 16

          billioni ( NON MILIONI ) di

          canzoni.



          Peccato che nel 1996 li mercato musicale
          fatturava 30 miliardi di dollari. capito TRENTA
          (non
          MILIONI)èio parlo solo per me, ho le spese limitate..credo che a parte i soliti italioti che stanno facendo finanziamenti per comprarsi l'iphone 5, ci siano effettivamente pochi soldi da spendere..i primi tagli che una persona normale fa sono sui beni di lusso..se vuoi puoi benissimo ridurre certi beni.. i film te li guardi in tv, la musica la ascolti per radio.. si certo, sono d'accordo che finchè c'è la possibilità del gratis, un bel po' di gente ne approfitta... ma il reale motivo del calo di vendite è la mancanza di denaro.. io sarei il primo a spenderne a palate potendo permettere.. ma non posso..il calo dei guadagni sta tutto li..
    • Sam.. scrive:
      Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
      Cina e Medio oriente hanno già seguito il tuo consiglio, sei tanto impaziente di eguagliarli?
    • tucumcari scrive:
      Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      E meno male che c'è gente che vuole la banda
      larga per tutti. Spero che prima o poi i governi
      capiscano che Internet va regolamentata in modo
      serio. L'anarchia sta uccidendo il mercato e i
      posti di
      lavoro.
      Chi produce contenuti va tutelato.Perchè?
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
        - Scritto da: tucumcari
        Perchè?Perché creano posti di lavoro, ricchezza e pagano le tasse quindi vanno tutelati.
        • Free world scrive:
          Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: tucumcari

          Perchè?

          Perché creano posti di lavoro, ricchezza e pagano
          le tasse quindi vanno
          tutelati.Anche chi scarica lavora, compra hw e servizi e paga le tasse.Si tutelano i poveri e i i lavoratori sottopagati!
        • tucumcari scrive:
          Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: tucumcari

          Perchè?

          Perché creano posti di lavoro, ricchezza e pagano
          le tasse quindi vanno
          tutelati.Francamente questo è vero per qualunque mestiereQuindi la domanda restaPerchè?
        • panda rossa scrive:
          Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: tucumcari

          Perchè?

          Perché creano posti di lavoro, ricchezza <b
          e pagano </b

          <b
          le tasse </b
          quindi vanno
          tutelati.http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo496147.shtml
    • 1977 scrive:
      Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      E meno male che c'è gente che vuole la banda
      larga per tutti. Spero che prima o poi i governi
      capiscano che Internet va regolamentata in modo
      serio. L'anarchia sta uccidendo il mercato e i
      posti di
      lavoro.
      Chi produce contenuti va tutelato.Chi produce contenuti di qualità e non XXXXX.Regalami il cd e vai in giro a portare la tua arte negli stadi, 50 euro te li do volentieri. Se sei un grande, ti ascolto, se non vali niente vai a lavorare.
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
        - Scritto da: 1977
        Chi produce contenuti di qualità e non XXXXX.Questo non c'entra niente. Se è XXXXX che ti frega che sia a pagamento? In realtà funziona così:chi lo trova gratis poi non compra, sia che gli piaccia o no. Il resto sono favole.
        Regalami il cd e vai in giro a portare la tua
        arte negli stadi, 50 euro te li do volentieri. Se
        sei un grande, ti ascolto, se non vali niente vai
        a
        lavorare.Sì certo, torna nel tuo mondo di sogni.
        • 1977 scrive:
          Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: 1977

          Chi produce contenuti di qualità e non XXXXX.

          Questo non c'entra niente. Se è XXXXX che ti
          frega che sia a pagamento?

          In realtà funziona così:
          chi lo trova gratis poi non compra, sia che gli
          piaccia o no. Il resto sono
          favole.


          Regalami il cd e vai in giro a portare la tua

          arte negli stadi, 50 euro te li do
          volentieri.
          Se

          sei un grande, ti ascolto, se non vali
          niente
          vai

          a

          lavorare.

          Sì certo, torna nel tuo mondo di sogni.Si ok ma rilassati, che ti parte un embolo.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            - Scritto da: 1977
            Si ok ma rilassati, che ti parte un embolo.Vedo che hai anche le allucinazioni.
          • gnammolo scrive:
            Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
            mi chiedo quanto cretino debba essere uno per difendere copyright & co.... a meno di essere impiegato in tale industria
        • axl scrive:
          Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          In realtà funziona così:
          chi lo trova gratis poi non compra, sia che gli
          piaccia o no. Il resto sono
          favole.io continuo a sentire sta storia.. ma non è vera, non per tutti almeno.. io conosco solo gente che scarica e compra quello che gli piace, e non scherzo..
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: 1977

          Chi produce contenuti di qualità e non XXXXX.

          Questo non c'entra niente. Se è XXXXX che ti
          frega che sia a pagamento?Frega perchè tu per continuare a produrla vuoi bloccare la condivisione del resto. Non produrla proprio, e vai a fare altro.
    • Free world scrive:
      Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti

      Chi produce contenuti va tutelato.Chi produce contenuti al momento guadagna fin troppo.Bisogna imporre un tetto sugli introiti e ciò che eccede trasferirlo automaticamente in fondi per le fasce sociali deboli.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti

      E meno male che c'è gente che vuole la banda
      larga per tutti. Spero che prima o poi i governi
      capiscano che Internet va regolamentata in modo
      serio. L'anarchia sta uccidendo il mercato e i
      posti di
      lavoro.
      Chi produce contenuti va tutelato.Internet potrebbe distruggere completamente il mercato discografico.Ma internet offre un mucchio di servizi utili: consultazione e comunicazione istantanea, ad esempio. Il mercato discografico cosa offre? Nulla di utile.Perciò, se le due cose non possono coesistere, è più logico distruggere il mercato discografico piuttosto che distruggere internet. Se il tuo lavoro è nel mercato discografico, pazienza: di te possiamo fare a meno, di internet no.
    • Padrone scrive:
      Re: E c'è chi vuole la banda larga per tutti
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      E meno male che c'è gente che vuole la banda
      larga per tutti. Spero che prima o poi i governi
      capiscano che Internet va regolamentata in modo
      serio. L'anarchia sta uccidendo il mercato e i
      posti di
      lavoro.
      Chi produce contenuti va tutelato.tranquillo che quando chiudi la videoteca un pezzo di panino te lo do come elemosina
  • attonito scrive:
    ale', siamo sul podio!
    po popopo popopo...po popopo popopo...po popopo popopo...po popopo popopo...
Chiudi i commenti