Google: Washington vuole davvero la nostra fine?

Perentori i legali del motore di ricerca: se consegnassimo i nostri dati al Dipartimento di Giustizia perderemmo la fiducia dei navigatori. BigG si sente sotto minaccia e teme la cecità dell'amministrazione americana


San Jose (USA) – Google non ha alcuna intenzione di cedere senza combattere i dati dei propri utenti, reclamati dal Dipartimento di Giustizia . Nei giorni scorsi il colosso di Mountain View è stato protagonista di una difesa a tutto campo delle proprie libertà come motore di ricerca, e del rapporto fiduciario con i propri utenti.

“Se continuassero ad incalzarci con ingiunzioni e richieste per ottenere l’archivio delle ricerche effettuate sul motore di ricerca”, ipotizzano i legali di Google, “la nostra azienda dovrebbe incassare un durissimo colpo ed i nostri utenti potrebbero perdere fiducia nei nostri confronti”. Le autorità federali hanno già convocato i rappresentanti di Google per un’ udienza in tribunale , fissata per il prossimo 13 marzo.

Gli attivisti di ACLU , impegnati sul fronte delle libertà civili, denunciano l’atteggiamento del governo statunitense: “Finora non si sono degnati di motivare o giustificare le richieste nei confronti di moltissimi motori di ricerca”, fanno sapere i portavoce dell’associazione. “Google si è giustamente opposto alle richieste del governo”, aggiungono, “perché immotivate ed apparentemente senza ragione”.

L’obiettivo apparente del Dipartimento di Giustizia è la riesumazione del controverso Child Online Protection Act , un insieme di norme per ridurre la proliferazione di siti web con contenuti osceni. Una legge già considerata incostituzionale da parte della Corte Suprema.

A differenza di Yahoo! e Microsoft , Google collaborerà col governo americano solo se costretto da ulteriori provvedimenti – come ad esempio un mandato di perquisizione. La difesa della privacy degli utenti , stando ai rappresentanti del colosso californiano, è centrale per il futuro del brand più noto della rete.

Una posizione corroborata da prospettive anzitutto economiche: “Se gli utenti iniziassero a pensare che le loro ricerche effettuate su Google fossero a disposizione delle autorità”, continuano i rappresentanti legali, “smetterebbero certamente di usare i nostri strumenti”. Nell’occhio di un ciclone di polemiche , a partire dall’accusa di collaborare col regime cinese , Google ha già subito un pesante contraccolpo sui mercati azionari statunitensi.

Non solo: la reputazione di good company , che Brin e Page hanno sempre voluto associare alla propria creatura, sembra drammaticamente a repentaglio. “Ci teniamo alla privacy degli utenti perché vogliamo essere seri”, si legge in un altro rapporto consegnato ai giudici, “pertanto dobbiamo garantire l’anonimato e la sicurezza di chiunque riponga la sua fiducia nelle nostre mani”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • GIUSEPPE ROSSANO scrive:
    AMORE
    TI AMO
  • Anonimo scrive:
    Re: Giusto
    Infatti al pari di un maglione lo posso mettere in discoteca senza problemi...trova un altro paragone razza di furbone
  • Anonimo scrive:
    ho già disdetto il mio contratto
    - 1avevo giorno e notte. a che mi serve?ora non compro dvd, cd, ecc perchè li odio e odio i prezzi che impongono al mercato. non compro dvd cd vergini perchè non mi servono, non spendo soldi per internet.in tutta sincerità...che se la vadano a prendere tutti nel ...
  • Anonimo scrive:
    Re: L'unico diritto
    Si...voglio vedere quanti cd vergini venderanno tra un pò. quanti contratti per la linea veloce (cn tutte le conseguenze: le opportunità che grazie a queste nascono. -traffico,-pubblicità-opportunità di guadagno, -tutto), ecc.Mi viene quasi da ridere se penso che la cura si rivelerà essere peggio del male.
  • Anonimo scrive:
    Re: pagate: è solo l'inizio, tra un po i
    All'architetto no...ma lì interviene lo stato. Evvai con la tassa sulla proprietà (e prima casa su tutte).La verità è che si dovrebbero andare tutti a nascondere e invece si ostinano a mettere le loro facce di cazzo persino sui manifesti.Complimenti.40000 anni di evoluzione. davvero ben fatto!
  • Anonimo scrive:
    alla fine vinceranno
    Certo prima o poi riusciranno a far chiudere tutti i server in cui sharano i file e fanno uso del p2p. Infatti dopo di chè non avranno + server che rilasciano link di p2p, a questo punto avranno risolto il loro problema.Dopo di chè con chi prendersela ,se non si vendo + har, softw, supporti, pc e cosi via xchè parliamo chiaro alla gente non servirà neppure una linea veloce x andare a vedere qualche pagina web o l'e-mail. Dpo che avranno vinto spiegheranno a tutti i fornitori di telefonia le disdette dei contrattiecc. ecc. già di lamentelle ci sono adesso figuriamoci poi .Mi viene proprio da ridere.Cmq occhio xchè la telefonia moblie stà faccendo passi da gigante x quanto riguarda i video sui cell. allora si che rideremmo in molti. Non comprate niente tanto i soldi son nostri e nostra copyright.
  • Anonimo scrive:
    Che senso ha?
    Mi chiedo che senso ha acquistare? Vale a dire che sono sempre loro i proprietari? Allora tanto vale npon copmprare , io so che ciò che compro e mio e ne faccio ciò che voglio, e come se mi impedissero di prestare l'auto a mio fratello o chi voglio.Credo che cosi faccendo la pirateria la invogliano di + invece di cercare di abbassare prezzi e cosi via
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    Gente, la situazione non fara' che peggiorare. Il sistema operativo Vistasara' il paladino del trusted computing, e con NGSCB (che poi si leggepalladium...) dal suo secondo service pack (vogliamo scommettereche conterra' anche qualche fix importantissimo ed unico) aggirerannopure il divieto all'identificazione univoca a suo tempo applicato alle CPUIntel (che avevano dentro un numero univoco condannato come illegaleperche' violazione della privacy).HD-DVD e Blueray sono inoltre il colpo di grazia: per guardare un filmsul computer si dovranno cambiare scheda madre, scheda video e monitor con quelli che vogliono loro.....Buon multimedia a tutti, torno su Democracy.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma ce l'hanno con gli utenti?
    Non comprate più niente, e andate a prendere le cose dove costano meno.L'altro giorno passavo davanti a Blockbuster, ho visto che vendevano giochi usati. Mi han detto che quelli per pc però, visto che non li affittavano, li compravano da utenti che volevano rivenderli.Pensando di portargliene alcuni dei miei gli ho chiesto quanto li pagassero, mi han risposto: "99 CENTESIMI:::PREZZO UNICO:::NON IMPORTA IL GIOCO!!!"GTA lo vendevano a 23euro (nuovo costa 36) ed era un dvd combinato a pietà, soprattutto la custodia. Sembrava avesse un secolo.Fate voi...
  • Anonimo scrive:
    Re: Possono dire quello che vogliono.
    Perchè sappiamo chi è che poi decide queste cose...purtroppo. E visto che siamo stanchi (ma stanchi) forse è meglio se riusciamo a fargli capire di non esagerare prima che lo facciano. Nei loro stessi interessi. Altrimenti possono anche provare ad andare a cercarsi un lavoro, chissà che non capiscano quant'è bello sentirsi dire: "Sì, ma ti facciamo un contratto di tre mesi", oppure, "E a noi che ci importa se solo di affitto paghi 600 euro al mese, più di 1000 non possiamo dartene...hai solo da mangiare meno, così risparmi putre sulla carta igenica".
  • Anonimo scrive:
    Re: Copia: ma quale diritto di RIAA ?
    - Scritto da: Anonimo
    MA certo che no!!!!
    Loro cambiarti un prodotto rovinato?!?
    Peggio per te.
    Questo alla fine secondo la RIAA
    La domanda è questa : valgono le leggi e il
    diritto, oppure devidono le aziende in nome non
    si sa bene di che cosa?!?
    E queste affermazioni, non è una spinta per noi a
    non comprare piu' cd in segno di protesta fino a
    quando non cambieranno qualcosa?!?
    Forse è questo che dovremmo organizzare : degli
    scioperi per non comprare piu i cd di chi afferma
    queste cose.
    Nel nome nostro e delle leggi di diritto.
    Lo stesso vale anche per il palladium e tante
    altre coseEd è quello che faremo. Ma non sarà uno dei soliti scioperi di un giorno, io ad esempio ho già cominciato da un pò (e credetemi, sono uno di quelli che ha contribuito a farli ricchi, difatti chi è che consuma più arte? Proprio chi è più attento e sensibile al diritto, alla libertà, e all'amore per l'arte... ma questo non l'hanno capito. E pagheranno per questo!), e invito altri a fare lo stesso.Quando poi si chiederanno: "Ma come mai non arrivano più soldini?", allora forse cominceranno ad usare il cervello non solo per i loro interessi...o meglio...proprio per i loro interessi, perchè si renderanno conto che siamo noi i loro interessi, ed è a noi e al nostro bene che devono pensare. Altrimenti che facciano e se li vendano tra di loro i loro prodotti.Scemi sì, ma con nesquick
  • Anonimo scrive:
    In tutta sincerità. Nuove scelte?
    Alla lunga mi rendo conto che poi sono i radicali quelli che sono più vicino alle problematiche che ci colpiscono. E di fatto, danno dimostrazione con ogni loro scelta di essere sempre lontani da chi pensa solo ai soldi.Non voglio fare esempi perchè è giusto che ognuno veda da sè, ma provate a vedere cosa dicono sulla questione, e poi su altre questioni che sono palesemente in rapporto con le multinazionali, le major, ecc (insomma, dove ci sono i soldi) e poi decidete.Da parte mia, si stanno guadagnando tutta la mia fiducia,
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    I soldi no, ma il valore sì. Io non compro il cd in quanto tale (visto che non lo scelgo in base al cd, ma in base alla musica.ovvio no?), ma il diritto di ascoltare una canzone ed esserne padrone (dell'ascolto).Quindi, me la devo poter ascoltare come piace e dove piace a me. La tecnologia mi permette di avere la comodità dei lettori mp3, li devo poter usare! Mi piacciono 2 canzoni di un disco, non devo essere obbligato ad ascoltarmele tutte, ma devo poter farmi una compilation di musica che piace a me e che HO PAGATO!Qui non si parla di cd, ma di OPERE D'AUTORE, di MUSICA.Ora, la canzone rimane tale (quella che ho acquistato) ovunque io la metta. e ovunque io la metta, rimane quella che ho acquistato!Il mio diritto non ha limiti temporali, quindi neanche quelli della durata del supporto, quindi se mi rubano l'originale devo poter ascoltarmela su una copia.Se perdo il portafoglio non devo esser costretto a buttare i soldi che ci sono stati dentro!Parliamo di canzoni, non di cd.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non compriamoli
    Avranno già preso l'ip di tutti quelli che hanno scaricato. Se non compriamo denunceranno tutti e si faranno pagare 60000000 di euro per canzone scaricata, copiata, imparata a memoria, e sentita per caso. Che è ciò che stanno facendo ora, visto che la merda che vendono oggi (scusate ma è il mio vero parere visto che si è passati da Genesis, Pink Floyd, Led Zeppelin, Bob Dilan, Joni Mitchell, Jethro Tull, Miles Davis, Beatles, Rolling Stones, Deep Purple, Crosby Still e Nash and Neil J.,Bob Marley, Doors, Van der graaf generator, Gentle Giant, Elvis, B.B.King, Roy Harper, P. Gabriel, Chuck Berry, Frank Zappa, ecc ecc ecc -ho toccato un pò di generi ma sarebbero un'infinità- a ... chi c'è ora che potrebbe passare alla storia a parte qualche reduce che comunque seguiva la scia, tipo U2, Marillion e Rem?)Non hanno più niente da dare, ma non vogliono rinunciare alle loro piscine e ridere di noi che ci facciamo il culo per arrivare a fine mese.A già, a loro importa il lavoro di chi è alle loro dipendenze. Mi piacerebbe vedere che tipi di contratti hanno questi. E come venivano trattati da questi encomiabili datori di lavoro. Se veramente tutto questo amore è così palese al di là delle chiacchere.
  • Anonimo scrive:
    La colpa è nostra
    Abbiamo seguito certi artisti perchè affascinati dal fatto che fossero ribelli e drogati.Abbiamo seguito videoclip solo perchè erano pieni di puttanelle in piscina.Ora che pretendiamo da una banda di tossici,pervertiti e sfruttatori di prostituzione?Hanno bisogno di soldi per la droga, e forse l'hanno fatta assaggiare anche a qualche politico ... visto che gli danno corda
  • Angelone scrive:
    Re: backup negato?

    se la cosa non ti piace smetti di comprarli,
    altrimenti accetti le loro condizioni di vendita.Ma infatti chi li compera?Piuttosto di dare un solo euro a quella banda di ladri mi ascolto la musica nelle radio su internet senza label.
  • Anonimo scrive:
    iniziera una guerra?
    bene quando questa notizia sara conosciuta da tutti nessuno comprera poi ne IPod ne lettori MP3, secondo voi i grandi costruttori di questi oggetti come la prenderanno?voglio vedere quando le vendite caleranno di % altissime la RIAA cosa fara, visto che tutti se la prenderanno con lei per le perdite, voglio godermi il tutto, vediamo fino a che punto arrivano sti pazzi, sono ridicoli
  • Anonimo scrive:
    L'unico modo di agire...
    Di fronte a prese di posizione estreme, quali quelle descritte non c'è che una soluzione, altrettanto estrema pur se assolutamente legale e concessa dalla costituzione. La disobbedienza civile nella forma più corretta, leggi... ci imponi di agire ed essere come vuoi tu unicamente per salvaguardare i tuoi profitti e non te ne frega nulla se chi ti da da mangiare siamo noi..perfetto, chiudiamo i rubinetti e vai a zappare la terra, che è notoriamente bassa, e lì perlomeno non puoi fare danni !.Siamo daccordo che nell'indotto tante persone perderebbero il lavoro, si creerebbe una situazione di crisi temporanea etc etc, ma non c'è altra soluzione. Diversamente se fino ad ora non lo hanno fatto perchè qualche legge non sono ancora riusciti a modificarla a loro uso e consumo, si prenderanno la vostra vita dal momento della nascita e ....a voi le conclusioni. Bisogna agire per far capire che chi regge il gioco siamo noi e se diciamo BASTA ...BASTA E ' !.NottePer quello che mi ha detto che dovevo firmarmi.... xdi più..nin zò !
  • nelchael81 scrive:
    Re: L'unico diritto
    Per fortuna che di cd vergini neuso pochissimi.Per lo spostamento dei dati ho un paio di chiavette usb, anche se la tassa ci dovrebbe essere anche li, a almeno la pago una volta sola !
  • Akiro scrive:
    con i soldi si fa tutto...
    ...e la legge non è uguale per tutti.banalità?io son dell'idea che ad esser troppo potenti si rinc*********e.
  • Anonimo scrive:
    AH, i vecchi tapes
    Chiedo scusa... ma chi di voi ha qualche anno in più come il sottoscritto avrà da qualche parte (se non le ha buttate via) decine o centinaia di cassette di musica non originali, registrate da vinile, da radio, ai concerti, duplicate, regalate o ricevute in regalo, ecc...Il fatto che non si potesse duplicare su cassetta musica per rivenderla giustamente c'è sempre stata ma questo accanimento contro il possesso, l'uso e l'accesso all'arte... mi sembra che ci sia solo da quando questa arte (in alcuni casi, scusate, la parola è un po' esagerata...) viene digitalizzata.Certo, un prodotto digitale (musica ma anche immagini, filmati, ecc) può essere riprodotto perfettamente, può essere trasformato, può essere utilizzato per produrre qualcosa di diverso...Si parla sempre di diritti di autore, diritti degli editori, dei produttori... ma i diritti di chi vuole usufruire di questi prodotti (e paga anche per questo) dove sono? Se pensano che sia arte devono facilitare l'accesso (tenendo i prezzi molto più bassi, per esempio), se non è arte ce la devono far pagare ancora meno (visto che fra l'altro produrre il supporto costa poco o nulla), se è considerato un prodotto come un altro allora dobbiamo poterci fare quello che ci pare una volta che l'abbiamo acquistato, visto che la tecnologia ce lo consente....e questa tecnologia... non ce l'hanno venduta sempre loro? con tanto di costi per i brevetti e tasse per autori ed editori... che si paga anche sul supporto... cosa pensano, che si compri per far figura? Si compra per utilizzarla per fare ciò per cui l'hanno creata.Insomma, alla fine, abbiamo dato loro un sacco di soldi per poi farsi dire che ciò per cui abbiamo pagato non è nostro e lo dobbiamo usare solo in parte... allora che mi ridiano i soldi! Tom
  • Anonimo scrive:
    Re: DIciamolo, CHE SCHIFO
    Non è che hanno paura dell'utente, hanno pura che gli artisti faccino a meno di case discografiche e simili, cioè che coloro i quali contribuiscono alla loro ricchezza, sfuggano al loro controllo. Per arginare il tutto allora cercano di impedire l'uso dellla Rete, perchè per sua natura è senza controllo, spaventando, facendo leva sui governi mondiali, ecc... .Un'organizzazione che si muove in modo simile è il WTO...
  • Anonimo scrive:
    Io invece Riaa ho un diritto....
    Di mandarvi tutti a vaffanbeeplo e fare quel che cavolo mi pare : alla faccia vostra mafiosi ! :@
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho io la soluzione!
    anche perchè potranno ottenere dai vari governi una legge sull'obbligo di acquisto di alcuni CD/DVD all'anno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    Controllare gli utenti via internet... calma calma... non è proprio così facileSe non ci credi prova ad analizzare il traffico che generi quando sei connesso con Ethereal o uno sniffer un po' più serio per un paio di minuti (ovviamente devi fare qualcosa nel frattempo tipo scaricare da fonti e con programmi diversi). Stoppa l'analisi e mettiti a verificare con carta e penna quello che hai "catturato" e ti accorgerai che è tutto meno che una cosa da niente. Se le major pensano che le forze dell'ordine o i provider si mettano lì a verificare 24h su 24 cosa fa ogni utente sulla rete stanno veramente fresche
  • Anonimo scrive:
    Re: E a siamo a -999...
    Quella gente delle proteste legittime se ne frega
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche in Italia, di fatto, è già cos
    - Scritto da: AlessioC
    Senza tirare in ballo il "fair use", dottrina
    giuridica che nel nostro paese non esiste, anche
    in Italia la "riproduzione privata" di fatto si
    configura come una gentile concessione dei
    titolari dei diritti (connessi) nei confronti
    degli utenti.

    L'articolo di riferimento (71-sexies LDA) infatti
    subordina il diritto alla copia privata al
    rispetto delle "misure tecnologiche di
    protezione" ex articolo 102-quater LDA.
    Questo in pratica viene interpretato nel senso
    che, se sul CD o sul DVD sono poste protezioni
    anticopia (come nella grande maggioranza dei casi
    e ad esclusiva discrezionalità del produttore!)
    il poter "prendere il CD acquistato, caricarlo
    sul proprio computer e inserirlo nel proprio
    iPod" (vedi articolo) è compartamento:
    - materialmente inibito e
    - legalmente illecito nel momento in cui si
    violassero le protezioni.

    Con buona pace di chi crede ancora che la "copia
    privata" sia un *diritto*... :-(

    Saluti
    Alessio Canova
    www.cano.itPiccolo dettaglio il 71-sexies OBBLIGA il produttore a concederti almeno la copia analogica. qualsiasi sistema che lo impedisca è illegittimo....con buona pace di chi pensa ci siano solo doveri.
  • sgembo scrive:
    Re: NON COMPRATE + MUSICA E FILM RIAA
    Più facile a dirsi che a farsi.Dovremmo rinunciare a tutto, anche ai concerti, ai libri , ai fumetti, ai videogiochi e chi più ne ha più ne metta. La siae è ovunque.Per me il boicottaggio sarà possibile solo quando la massa avrà valide alternative open e free a cui aggrapparsi.
  • Anonimo scrive:
    se ci pensate..
    ..sono molto più tolleranti di M$, infatti Vi concedono di copiare su ipod o altro e solo ad uso personale le ciofeche che Vi vendono.la M$ invece.. una licenza per ogni pc (che poi la gente fa quello che vuole è un altro discorso).
  • Anonimo scrive:
    e i lettori MP3?
    A quella gentaglia della RIAA & Co nessuno è mai andato a chiedere cosa ne pensano degli Ipod e dei vari lettori mp3 che tanto traino il mercato tecnologico? Cos'e', rappresentano il male assoluto al pari del terrorismo?Secondo me dovrebbero LORO per primi proporre i prodotti (cd) in formato sia CD audio che in formato MP3, in modo tale da poterli direttamente copiare nei lettori che tante persone utilizzano per non portarsi più dietro gli ingombranti lettori cd portatili.Diritto di copia? Se ti si rompe il supporto te ne compri un altro? Ma porca miseria, un pò di fantasia di mercato per attrarre i clienti, del tipo:- trovare dentro al libretto del cd un codice per accedere al sito dell'artista per scaricarti la versione in mp3, così sei legale tu e la casa discografica ha idea di chi ha sti file;- poter tornare dal negoziante a ricomprare il cd che ti si è rotto a metà/un terzo del prezzo;- Più rapporto tra artista e fan: iterazione con siti internet, video, immagini, suonerie e boiate varie scaricabili che tanti si buttano sia sul cell che sul pc (tutta quella gente che pensa che sia questo il vero l'utilizzo delle nuove tecnologie...sono tantissimi!!!);- e infine meno minacce ed intimidazioni: basta vedere ad ogni angolo di strada "vietate le copie se no sei un ladro", "non scaricare, è illegale", "attento a quello che fai...sei comunque un delinqueste"! Gli psicologi insegnagno che i genitori, ai propri bambini piccoli, devono assolutamente evitare di dire che sono stupidi se no si autoconvincono e in futuro credono di esserlo.Mi sembra quindi che dovrebbero smetterla di dirci che siamo tutti dei delinquenti a priori!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    mi raccomando.. in macchina lo ascolti quando sei solo ehse no mi inkappio- Scritto da: Spectrum
    adesso comprerò 3 album di britney spears...
    così uno lo tengo incartato .. uno in macchina,
    uno nello stereo....

    sisi
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    speriamo inventino un rfid commestibile nei tortellini da cucinare in una trusted pentola (ovviamente da usare con una trusted scavolini)così potrò inziare lo sciopero della fame(troll4)- Scritto da: Anonimo
    ti stramegaquoto

    se voglio i gnocchetti di giovanni rana li posso
    usare per fare a guerra di gnocchi ( in mancanza
    di neve... ), non mi possono obbligare a
    cucinarli in un certo modo! tra un po' mi
    obbligheranno anche a cucinarli in una certa
    padella!
  • Anonimo scrive:
    Re: backup negato?

    Ohhh ... un altro diplomato con lode all'
    accademia del non capire una sega ...
    Se tu avessei seguito il discorso e ci avessi
    capito qualche cosa sapresti che questi tizi
    della RIAA, MPAA e compagnia bella ti stanno
    dicendo che il CD che ti sei appena comperato
    pagandolo una FOLLIA non è tuo ma loro e che tu
    non hai comprato nulla se non la licenza ad
    ascoltarlo, quindi seguendo il loro stesso
    ragionamento se il CD non è mio ma io sono
    titolare di una licenza allora se il CD se
    deperisce per qualsivoglia ragione ho il diritto
    ad averne un altra copia, dato che è il CD (che
    non è mio) che si è deteriorato non la mia
    licenza, quindi al massimo ti pago il prezzo del
    supporto grezzo, ma tu me lo devi ridare.
    E questo il fulcro della questione che dentota
    che alla base di questo c'è solo l' avidità,
    ovvero tu PAGHI per una cosa e questa cosa non è
    tua ma mia ... ma se si rompe ... be è tua !se la cosa non ti piace smetti di comprarli, altrimenti accetti le loro condizioni di vendita.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma ce l'hanno con gli utenti?
    Hai proprio inquadrato la questione: sembra si stiano ingegnando a mettere in croce proprio quelli che ancora danno loro fior di quattrini.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma ce l'hanno con gli utenti?
    sono veramente convinti che uno comprerebbe tutti i cd che scarica da internet?Gli piacerebbe ....
  • Anonimo scrive:
    A me mi foraggia la Mercedes
    Con i Mixed Tape! Per un uso privato si possono duplicare e distribuire a chi vuoi. Chi ha detto che le multinazionali sono tutte cattive? Coi soldi risparmiati 2 cerchioni della macchina son già miei!Grassie Merciedes! I (love) Merciedes!Fine pibblicità.
  • Anonimo scrive:
    Re: Concessione? Autorizzazione? Tollera
    - Scritto da: Anonimo
    Beh, dopotutto stiamo parlando di gente come quel
    tale (non ricordo + se era Jack Valenti della
    RIAA oppure un pezzo grosso della MPAA) che ha
    dichiarato qualcosa tipo:
    "La copia di backup in caso di
    smarrimento/distruzione del supporto esiste già,
    si chiama comprarne un'altra copia"Giusto. E la mia alternativa al filmetto del sabato esiste anche quella. Si chiama: "stermina la famiglia di Jack Valenti."
  • Anonimo scrive:
    Re: L'unico diritto
    se è per questo quando uno compra un cd vergine, inevitabilmente dà soldi alla siae... quindi se non compri i cd musicali, comunque la siae prende soldi.
  • nelchael81 scrive:
    L'unico diritto
    Per fortuna ci rimarrà sempre un diritto, quello di non comprare!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: NON COMPRATE + MUSICA E FILM RIAA
    appunto.. abbiamo il coltello dalla parte del manico, perchè bisogna ancora continuare a leggere ste cose?fuck riaa e amica siae
  • Anonimo scrive:
    Re: Un'Offesa a Dio
    E' un problema di leggi, non di giudici;sono sicuro che ai giudici dispiace comminare certe pene ma ci sono costretti;Ricordate il caso di quella persona condannata a una maximulta negli usa per pochi mp3? Il giudice disse che ha applicato la pena minima possibile applicata in quel caso e che non ci poteva fare nulla;purtroppo se non ci sono anomalie o casi particolari e la legge e' chiarissima in quel tipo di caso il giudice non puo' far altro che applicarla a prescindere dalle preferenze personali ed e' quello che sta accadendo.Una delle porcate fatte da questo governo e' proprio quella di varare leggi ingiuste e impopolari poi quando queste vengono si tratta di applicarle il giudice ci e' costretto, questo rende impopolare il giudice ma non e' colpa sua; e' tutto un gioco per rendere la giustizia impopolare...........
  • autor scrive:
    io sono del'idea che..
    io sono del'idea che ci si sbaglia anche a fare una coppia di fatto o convivenza da molti anni per colpa del'uomo possesivo e strano.Voi che ne pensate..
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando compro il vino
    Perchè mi vuoi dire che se acquisti la bottiglia di vino al supermaket e salendo le scale di casa inciampi e la rompi, pretendi la sostituzione ? Ma dai....
  • Anonimo scrive:
    Re: Utopia
    - Scritto da: Anonimo
    solo a pensarci mi viene voglia di chiudere tutto
    e andarmene a pesca... o scaricarmele "non" a
    pagamento.la realtà è che il drm non funziona ancora.quando avranno blindato davvero per bene tutto, allora si che la gente non comprerà più nulla, perchè finalmente avrà capito ESATTAMENTE cosa ha ignorato fino a quel momento.e il mercato avrà un bucorettale talmente aperto che ci passerà il traffico dell'A4
  • Anonimo scrive:
    Re: Copia: ma quale diritto di RIAA ?
    MA certo che no!!!!Loro cambiarti un prodotto rovinato?!?Peggio per te.Questo alla fine secondo la RIAALa domanda è questa : valgono le leggi e il diritto, oppure devidono le aziende in nome non si sa bene di che cosa?!?E queste affermazioni, non è una spinta per noi a non comprare piu' cd in segno di protesta fino a quando non cambieranno qualcosa?!?Forse è questo che dovremmo organizzare : degli scioperi per non comprare piu i cd di chi afferma queste cose.Nel nome nostro e delle leggi di diritto.Lo stesso vale anche per il palladium e tante altre cose
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma che vadino a quel paese
    - Scritto da: Anonimo
    Faccio quello che mi pare e piace nella mia villa e
    nella mia Ferrari che ho rubato ad un discografico
    mandando il mulo a manetta :D .
  • Anonimo scrive:
    Re: NON COMPRATE + MUSICA E FILM RIAA
    ma soprattutto: STOP ALLE MAIUSCOLE!!!! :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma che vadino a quel paese
    - Scritto da: Anonimo
    Faccio quello che mi pare e piace a casa mia e
    nella mia auto con la musica degli altri.
  • Anonimo scrive:
    Ma che vadino a quel paese
    Faccio quello che mi pare e piace a casa mia e nella mia auto. Crepino le Riaee e tutti quelli che se le filano!Ora stanno spaccando i maroni :@
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche in Italia, di fatto, è già cos
    Per questo si copia o si scarica, ancora meglio :)La RIAA non ha capito emai capira' che chi scarica non compra e non ha mai comprato, chi compra ancora, lo perdera' a breve se continua in quest crociate.Sono degli idioti, inutile continuare a parlarne, la pirateria da come la vedo io, si diffondera' sempre di piu', ben gli sta' d'altro canto :=)
  • Anonimo scrive:
    Re: Copia: ma quale diritto di RIAA ?
    credo che per alcune cose esista la licenza d uso e non di proprietà :-(se un gg il mio cd/dvd pagato con euro buono su "licenza" e non su 2proprietà" si rovina me lo cambiano con un altro? ...Nemis
  • DonChuck scrive:
    Re: pagate: è solo l'inizio, tra un po i
    - Scritto da: Anonimo
    evviva, finalmente è sempre piu chiaro a tutti
    dove si va a parare: pagare tutto, pagare caro

    non abbiate illusioni: tra un pò la stessa cosa
    succederà per il software. Vedremo a quel punto
    quanti continueranno a usare sistemi che costano
    migliaia di euro e a installare photoshop23 per
    vedere le foto fatte ai lidi ferraresiBè, ma photoshop già costa un pacco di soldi...Il discorso qui non è se pagare o meno. Io sono disposto a pagare (non le migliaia di euro che costa ps)... ma quando pago non ho più niente a che spartire con sti tizi!!!Scusa, uno compra casa... e che deve rendere conto tutta la vita all'architetto perchè è stato lui a progettarla??? Sai i calci nel culo
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho registrato dalla radio..
    si se lo facevi mentre guidavi ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Non compriamoli
    ... son convinto che pur di sopravvivere ci aumentato il canone di ricezione... con la scusa che se non compriamo da qualche parte l'ascoltiamo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Utopia
    dimentichi i costi aggiunti, del tipoADSL o simili, percentuale del tuo PC o mac che sia, percentuale del sw (se originale costa parecchio) + percentuale di tutto il tempo che ti fanno perdere per essere aggiornato per poi poter fare un download in tutta sicurezza... se sommi una parte di questi costi che ti permettono di scaricare musica a pagamento.....lasciamo perdere!solo a pensarci mi viene voglia di chiudere tutto e andarmene a pesca... o scaricarmele "non" a pagamento.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mah, dipende...
    - Scritto da: DonChuck
    E proprio questo il punto.

    Perchè oltre che acquisto, devo anche chinare la
    testa?E lo "ius primae noctis" dove lo lasci? :D .
  • otacu scrive:
    Re: Mi chiedo dove stia il problema
    L'utentequalunque anonimo però dice una cosa molto giusta in fondo.... finchè ci sarà gente che compra alle condizioni dell'industria musicale la ragione sarà dalla loro parte.Come tu dici a lui che non esiste solo lui a questo mondo lo stesso discorso vale per te: sei (siamo) in minoranza schiacciante.Loro non obbligano nessuno a comprare musica evidentemente la maggioranza della gente ritiene che va bene così... il prezzo sarà alto ma compra lo stesso... e allora come dare torto alle major? Se la gente compra nonostante limitazioni legali/tecnologiche, qualità scadente, prezzi, pubblicità offensive.... beh! il problema non sta solo dalla parte delle major....Io non compro cd o dvd da anni. Mi hanno regalato dei dvd a natale (e che dovevo spararargli a chi mi ha fatto il regalo?) ma l'idea di fondo mia e anche della persona a cui hai risposto è:queste sono le condizioni? A me non va bene , non compro.Non posso certo biasimare le major se cercano di fare più soldi possibile... dopotutto alla gente va bene...
    Perchè devo relegarmi a fare l' austerity, in
    fondo non è che si stia chiedendo la luna, si sta
    cercando semplicemente di dire che se pago un CD
    questo è MIO punto e basta !
    Se voglia comperarmi il CD che chicchessia me lo
    devo potere comperare e devo avere il diritto di
    fruirne nel più ampio modo possibile, punto e
    basta.
    E finiamola con i discorsi del piffero : "Ah ! Io
    il cd di $Cantante_Famoso non lo compero neppure
    morto"
    Lo volevo ? Si
    Lo coimperato ? Si
    E' mio ? No
    E a te questa cosa sta bene ?Stessa cosa possono dirla le majorVuoi il cd? sìLo vuoi alle nostre condizioni?1) sì2) no (beh affari tuoi)Finchè la maggioranza sceglie 1) c'è poco da fare.
  • GaMe oVeR scrive:
    Re: Concessione? Autorizzazione? Tollera
    ahhh Radiomaria: mi sembri mia nonna.Non è che magari sei davvero mia nonna?
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi chiedo dove stia il problema
    E' il tipico ragionamento che fanno i topi prima di finire nella trappola.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    - Scritto da: Anonimo
    Questa è CRIMINALIZZAZIONE dell'utente che
    acquista legalmente. Certo! E' anche per questo che non bisogna acquistare.
  • Anonimo scrive:
    il mio acquisto è mio
    voglio precisare a questi signori del RIAA che qulunque prodotto da me acquistato legalmente è esclusivamente di mia proprietà. Per cui delle mie stesse credo di avere il diritto di farne l'uso che voglio, anche copie di cd dato che in commercio esistono apparecchiature per masterizzare e poi le posso gettare al macero. Sono fatti miei.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi chiedo dove stia il problema
    Certo che c'e' la pubblicità. E' proprio grazie a quella che ascolto gratis (per ora). Ma sono punti di vista diversi. Se a te va bene cosi' continua pure. Ma la legge ti è contro. Al massimo ai diritto alla garanzia di qualche anno, come su tutti gli articoli acquiastati, ma non esiste un vero diritto di copia. Comunque ho già perso abbastanza tempo qui. Finchè spenderai decine di euro per un pezzo di sabbia trattato con aree bruciate e non per produrre musica, beh, come puoi non essere in mano loro? Salutiunoqualunquenelweb
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma ce l'hanno con gli utenti?
    - Scritto da: DonChuck

    - Scritto da: Anonimo



    Da una notizia letta alcuni giorni fa su una

    pagina news non italiana.



    la Warner ha previsto di incrementare il proprio

    fattutrato del 105% (ovvero superare il
    raddoppio

    del fatturato), in realta' l'incremento e' stato

    del 97% quindi si e' arrivato a un forte aumento

    a un passo del raddoppio;

    ora piagono e si strappano i capelli perche' la

    pirateria gli ha fregato quell'incremento di

    fatturato dell'8% e reclamano nuove leggi;



    questa e' la gente con cui abbiamo a che fare.
    Poverini...Portagli un paio d'uova che altrimenti muoiono di fame :D .
  • The_GEZ scrive:
    Re: Mi chiedo dove stia il problema
    Ciao Anonimo !
    Ho quasi 40 anni. In tutta la mia vita ho
    ascoltato musica semplicemente attraverso la
    radio (e non solo pop, rap, tendenza, ma ancheAllora, visto sei arrivato alla soglia dei quarante e non te ne sei ancora accorto te lo dico io : Nel mondo non esisti solo tu.Shockato, eh ?Se una cosa può andare bene a te non vuole dire che vada bene a tutti.Ascoltare la radio ? Visto quello che scrivi dubito seriamente che tu lo faccia, la radio è assolutamente inascoltabile, è un susseguirsi di pubblicità raramente intercalata dalle solite 3 canzoni ... pure troncate.
    comperato si e no qualche cassetta, qualche
    semplice vinile, e una decina di cd (l'ultimo dueInsomma, a te va bene per il semplice fatto che la musica non ti interessa.Perchè devo relegarmi a fare l' austerity, in fondo non è che si stia chiedendo la luna, si sta cercando semplicemente di dire che se pago un CD questo è MIO punto e basta ! Se voglia comperarmi il CD che chicchessia me lo devo potere comperare e devo avere il diritto di fruirne nel più ampio modo possibile, punto e basta.E finiamola con i discorsi del piffero : "Ah ! Io il cd di $Cantante_Famoso non lo compero neppure morto"Lo volevo ? SiLo coimperato ? SiE' mio ? No E a te questa cosa sta bene ?
  • The_GEZ scrive:
    Re: Ho registrato dalla radio..
    Ciao Anonimo !
    Sono un PIRATA????Bè ... si !Infatti questi galantuomini RIAA e soci (che il vento li disperda) spingono per l' introduzione nelle trasmissioni digitali (chi è il comunista che ha detto "digitale terrestre" ?) per l' introduzione del "broadcsting flag" che inibirà la registrazione di determinati eventi televisivi ...
  • soulista scrive:
    Re: Ma ce l'hanno con gli utenti?
    - Scritto da: Anonimo
    Immagina un lettore con collegamento internet a
    sede SIAE necessario per farlo funzionare come
    lettore multimediale, con rilevatore di persone,
    calcolo orecchie e quindi tariffe da pagare per
    poter procedere con l'ascolto, e in caso di
    mancato pagamento niente musica o film che sia.A questo punto sarebbe più semplice tassare ogni cervello in quanto "supporto per la memorizzazione di possibili dati protetti da copyright"...Minghia se sarei il sindaco del mondo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi chiedo dove stia il problema
    Ma non è che non vedo il problema, ma è il metodo di affrontarlo che è sbagliato. Di certo non si risolve "piratando" o facendo copie, anzi, si aggrava perché la legge sembra, anzi, lo è, sempre dalla loro parte. Finchè ti troveranno in giro, sul pc, su un lettore mp3, in auto, qualsiasi cosa non originale o solo che abbia il sentore di non esserlo, tu, utente, sei sempre sospettato e probabilmente contro la legge. Ma se invece tu non comperi piu' musica, non duplichi piu' cd, non scarichi piu' mp3, eccetera, eccetera, la legge che questi tanto sbandierano non puo' essere attuata perchè mai ti troveranno con qualcosa di sospettabile. La Legge a questo punto non puo' essere utilizzata, quelli che girano nella SIAE non hanno piu' nulla da fare e da mangiare e nemmeno soldi da buttare in campagne giudiziarie/giuridiche/legislative/pubblicitarie, e gli ARTISTI, se vorranno campare, dovranno tornare a suonare nelle piazze con il piattino per raccogliere gli spiccioli.Solo cosi' il sistema esploderà. Non comperando nulla! Boicottare completamente tutti gli eventi organizzati! Scordarsi che esistano! QUesto scardinerà il sistema, ma finchè fai una copia di un singolo mp3, beh, il sistema resterà in piedi e si rafforzerà sempre.A meno che un giorno non ci obbligheranno a comperare musica. Quel giorno ci penserò, ma mentre pensero' andro' in giro con i tappi alle orecchie :)devo andaresalutiunoqualunquenelweb
  • Anonimo scrive:
    Le parrocchie sono fuorilegge
    Le canzoni "esci dalla tua terra" e "tu sei la mia vita" cantate con la chitarra alle messe domenicali sono soggette alla siae ed al relativo obolo.Problemi anche per le canzoni cantate dagli scout durante i raduni periodici.Attenzione anche alle schitarrate sulla spiaggia: è ventilato un emendamento che vieterà anche questo.Le canzoni sotto la doccia infine verranno consentite dietro obolo nella apposita gettoniera prima del lavacro quotidiano. :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :)
  • DonChuck scrive:
    Re: Mi chiedo dove stia il problema
    - Scritto da: Anonimo
    Il mio punto di vista invece mi fa capire che
    finché ci saranno milioni di persone che, non
    solo comperano i cd/dvd con quattro canzonette
    sopra a prezzi spropositati, ma fanno a botte per
    partecipare ad un concerto o simili, comperano
    gadgets, poster, eccetera, eccetera, beh, quelli
    che ruotano attorno a tutto questo (quelli della
    SIAE, non di certo i musicisti che fanno il loro
    lavoro e la loro arte) di certo faranno di tutto
    per tenersi stratta questa gallina dalle uova
    d'oro. Se vuoi uccidere un tumore forse è meglio
    cercare di staccargli l'alimentazione che
    sparargli atomi. Una volta tolta l'alimentazione
    tutte le cellule reagiranno in qualche modo. I
    primi saranno gli Artisti, che vedendosi ormai
    all'oblio spingeranno per un vero mercato libero
    della musica, ma purtroppo mi sa che per ora ci
    sia una pax economica e di prestigio tra SIAE e
    Artisti.
    Finchè non si capisce questo ...

    saluti

    unoqualunquenelwebNon dico che il tuo discorso è sbagliato, io saranno 5 anni che non compro un cd musicale, proprio perchè 24 euro da me se li possono scordare, ma dire che non vedi il problema, tanto c'è ancora chi offre le cose gratis, anche questo è fare il loro gioco.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi chiedo dove stia il problema
    Il mio punto di vista invece mi fa capire che finché ci saranno milioni di persone che, non solo comperano i cd/dvd con quattro canzonette sopra a prezzi spropositati, ma fanno a botte per partecipare ad un concerto o simili, comperano gadgets, poster, eccetera, eccetera, beh, quelli che ruotano attorno a tutto questo (quelli della SIAE, non di certo i musicisti che fanno il loro lavoro e la loro arte) di certo faranno di tutto per tenersi stratta questa gallina dalle uova d'oro. Se vuoi uccidere un tumore forse è meglio cercare di staccargli l'alimentazione che sparargli atomi. Una volta tolta l'alimentazione tutte le cellule reagiranno in qualche modo. I primi saranno gli Artisti, che vedendosi ormai all'oblio spingeranno per un vero mercato libero della musica, ma purtroppo mi sa che per ora ci sia una pax economica e di prestigio tra SIAE e Artisti. Finchè non si capisce questo ...salutiunoqualunquenelweb
  • Anonimo scrive:
    Giusto
    Giusto, non è roba vostra chi credete d'essere ? non avete acquistato un maglione o un paio di guanti !
  • Anonimo scrive:
    libertà di comunicare e scambiare idee
    programmi aperti, non quelli dei monopolisti che hanno in mano anche la scuola italiana, musica che circola senza la mediazione di sanguisughe, aumento della banda di upload per poter partecipare alla produzione di contenuti, internet senza censureQUESTO DEVE ESSERE IL NOSTRO OBIETTIVO !!!
  • Anonimo scrive:
    pagate: è solo l'inizio, tra un po il sw
    evviva, finalmente è sempre piu chiaro a tutti dove si va a parare: pagare tutto, pagare caronon abbiate illusioni: tra un pò la stessa cosa succederà per il software. Vedremo a quel punto quanti continueranno a usare sistemi che costano migliaia di euro e a installare photoshop23 per vedere le foto fatte ai lidi ferraresi
  • DonChuck scrive:
    Re: Ma ce l'hanno con gli utenti?
    - Scritto da: Anonimo

    Da una notizia letta alcuni giorni fa su una
    pagina news non italiana.

    la Warner ha previsto di incrementare il proprio
    fattutrato del 105% (ovvero superare il raddoppio
    del fatturato), in realta' l'incremento e' stato
    del 97% quindi si e' arrivato a un forte aumento
    a un passo del raddoppio;
    ora piagono e si strappano i capelli perche' la
    pirateria gli ha fregato quell'incremento di
    fatturato dell'8% e reclamano nuove leggi;

    questa e' la gente con cui abbiamo a che fare.Poverini...
  • Anonimo scrive:
    SI STANNO APRENDO LA STRADA....
    ...In modo che, quando il meccanismo del trusted computing sarà attivo, non potremmo prorpio fare un cazzo, e anche se ci riuscissimo, sarebbe illegale.Si stanno facendo fare le leggi dalla loro parte, così magari, se li denunceremo per aver violato la nostra privacy con il chip fritz, non avremmo ragione...Si è messa in moto una macchina terribile. CAZZO!
  • Anonimo scrive:
    Possono dire quello che vogliono.
    In verità, è un diritto dell'acquirente quello di poter effettuare copie di backup, anche in considerazione del fatto che il supporto cd non è eterno, ma è caratterizzato da una durata limitata nel tempo. Naturalmente la RIAA può dire quello che vuole per cercare di tutelare i propri interessi, ma non tutto quello che dice può essere preso per oro colato. Sinceramente non capisco il perché dello scalpore suscitato dalla notizia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se non posso fare il BackUp...

    E se mi si striscia l'originale di cui non ho
    potuto fare copie che faccio? Ti si striscia ?????? :D :D :D Io ho dei cd originali mai stricsiati che ormai sono illegibili a causa della squallida qalita' dei materiali con cui sono stati prodotti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho registrato dalla radio..
    AaaaghhhhhhNon si puo`!!!!!!!!!!!!!;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: backup negato?
    regalate il cavolo se ci vendono il diritto di ascoltare la musica e non il cd visto come supporto , pretendo , ripeto pretendo che ogni qual volta mi si graffi il cd originale me ne mandino a casa un'altra ORIGINALE.Ed estendento , ho diversi dischi in vinile di mio padre armstrong morricone e centinaia di altri che ormai sono deteriorati dal tempo , mi mandino dei dischi nuovi GRAZIE!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ti stramegaquoto



    se voglio i gnocchetti di giovanni rana li posso

    usare per fare a guerra di gnocchi ( in mancanza

    di neve... ), non mi possono obbligare a

    cucinarli in un certo modo! tra un po' mi

    obbligheranno anche a cucinarli in una certa

    padella!


    E non provarti a comprare i gnocchetti e poi
    invitare a cena qualcuno!
    Ti arriva la finaza a casa e arresta te e la tua
    ragazza mentre siete a tavola a lume di candela
    (flagranza di reato).
    Tu li hai comprati e tu li devi mangiare.
    Tutti, mi raccomando!
    E non provare a dire che non ti piacciono! ;)
    hehehehe :DEcco perche' Giovanni Rana arriva nelle case a fare le improvvisate con i tortellini : in realta' vuole controllare che non infracciamo le condizioni sul modo di cottura !!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    - Scritto da: Anonimo
    ti stramegaquoto

    se voglio i gnocchetti di giovanni rana li posso
    usare per fare a guerra di gnocchi ( in mancanza
    di neve... ), non mi possono obbligare a
    cucinarli in un certo modo! tra un po' mi
    obbligheranno anche a cucinarli in una certa
    padella!E non provarti a comprare i gnocchetti e poi invitare a cena qualcuno! Ti arriva la finaza a casa e arresta te e la tua ragazza mentre siete a tavola a lume di candela (flagranza di reato).Tu li hai comprati e tu li devi mangiare. Tutti, mi raccomando! E non provare a dire che non ti piacciono! ;) hehehehe :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    Hai perfettamente ragione, bisogna comportarsi da persone oneste, oppure bisogna dire obbedienti?Bisogna smettere di comprare CD/DVD solo così le Major saranno più propositive.Ai bei tempi del vinile non esistevano le denunce ai privati, tutti circolavano con le cassette registrate dal disco acquistato o prestato dagli amici.La causa di tutto sono i download da internet che permettono di controllare gli utenti senza andare di casa in casa.Per il resto la legge c'è ma è difficile da applicare.
  • Anonimo scrive:
    Utopia
    Se i prezzi fossero onesti il fatto di riacquistare un disco per ogni uso diverso mi starebbe anche bene.Esempio:Album su CD = 10 dollariAlbum per Download trasferibile su 3 PC e 3 lettori = 3 dollariCerto il DRM è sempre una scocciatura in più ma così sarebbe acettabile.Invece si vuole far pagare il CD 18,90 dollari (parlo di USA, in Italia è ancora peggio) e il download dell'album 9,90. Beh... assurdo.Nel circuito della musica indipendente gli album costano spesso tra i 10 ed i 15 dollari (e niente copy protection) mentre i download si assestano tra i 3 ed i 5 dollari.A queste condizioni mi capita anche di acquistare un nuovo disco su vinile (che preferisco al CD) e poi di acquistare anche il download per risparmiare il tempo di fare il rip da analogico a digitale da solo.
  • DonChuck scrive:
    Re: Mah, dipende...
    E proprio questo il punto. Perchè oltre che acquisto, devo anche chinare la testa?
  • Anonimo scrive:
    Re: E a siamo a -999...
    999x18 (mi tengo basso)=17.982 ? Li avresti sicuramente spesi.... beato chi ci crede. :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    La pecora mannara
    E' sempre peggio, la RIAA è il pastore, e noi il gregge, non è bello dirlo ma è così. Il problema, della RIAA più che nostro, è che questi idioti non hanno capito che a forza di bastonate anche la pecora più mite, se messa alle strette, si incazza e carica. Io sono pecora mannara da un pezzo (cioè ho smesso di comprare musica), e come me a questo punto lo siano in tanti, ma quando la massa di pecore mannare diverrà critica penso che l'impero crollerà.
  • Spectrum scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    adesso comprerò 3 album di britney spears... così uno lo tengo incartato .. uno in macchina, uno nello stereo....sisi
  • Anonimo scrive:
    Re: Concessione? Autorizzazione? Tollera

    Mah,se andiamo avanti così,si finirà per non
    essere più sicuri di poter usufruire di quello
    che si compra nemmeno dopo averlo pagato(e aver
    pagato 300 tasse "preventive").Secondo me siamo già in questa posizione. Infatti negli ultimi tempi non solo ho paura a comprare, ma ho smesso di ascoltare anche i cd che ho già comprato! Mi limito ad ascoltare http://www.radiomaria.org. L'unica che mi fa sentire relativamente tranquillo di non infrangere qualche copyright, perchè le altre radio trasmettono musica e purtroppo la mente fissa in memoria anche i ritornelli della Pausini e io non voglio che nessuno se ne abbia a male per questo abusivo possesso di note che sono costate tanta fatica a chi le ha messe insieme.Ora vado che trasmettono il Santo Rosario...... non è che è protetto da copyright pure quello, eh? (newbie)
  • Anonimo scrive:
    Re: backup negato?
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Buzz

    - Scritto da: Anonimo



    ROTFL!! :)

    Si, il raggiolaser di superman! :D

    Bwhaahah!



    Ma non dire fesserie, l'usura dei cd dipende da

    altri fattori.

    maccheglielodiciafa?Così, passavo di qua :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 aprile 2006 23.05-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    NON COMPRATE + MUSICA E FILM RIAA
    NON COMPRATE PIÙ MUSICA E FILM COPERTI DA COPYRIGHT... E VEDREMO LA RIAA SCOMPARIRE LENTAMENTE... EHEHEHEHEHEHEH :D TANTO GLI ARTISTI (QUELLI VERI) SI RIORGANIZZERANNO... L'ARTE E LA CULTURA NON POSSONO SCOMAPRIRE... GLI SPECULATORI SI!STOP USA - STOP RIAA! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: backup negato?
    - Scritto da: Buzz
    - Scritto da: Anonimo

    ROTFL!! :)
    Si, il raggiolaser di superman! :D
    Bwhaahah!

    Ma non dire fesserie, l'usura dei cd dipende da
    altri fattori.maccheglielodiciafa?
  • Anonimo scrive:
    Re: backup negato?
    - Scritto da: AnonimoROTFL!! :)Si, il raggiolaser di superman! :DBwhaahah!Ma non dire fesserie, l'usura dei cd dipende da altri fattori.
  • Anonimo scrive:
    Mah, dipende...
    ...da come si interpreta un acquisto.Se ciò che acquisto è mio ci faccio quello che voglio (posso pensare di acquistare la discografia di "briznei strears" e bruciarli dopo averci svuotato sopra la mia vescica - ).Certo, se lo faccio in pubblico posso essere tacciato di reati connessi (atti osceni in luogo pubblico, ecc) ma nessuna major (ricordo che RIAA è un organismo creato dalle major per non esporsi in prima persona...) può vietarmi di fare un'azione simile.Certo chi acquista files (dai vari iPunes et simila) china la testa al DRM, quindi... se proprio dovete scaricare, scaricate musica licenziata su creative commons !http://www.jamendo.com/Marco Ravich
  • Anonimo scrive:
    Re: Concessione? Autorizzazione? Tollera
    Jack ValentiIl nome è tutto un programma! Non faceva prima a dire che abbiamo bisogno della sua protezione perchè altrimenti potrebbe succederci qualcosa di brutto? :|
  • Anonimo scrive:
    Non compriamoli
    :@ Secondo me il metodo migliore per sconfiggere l'arroganza della riaa e delle case discografiche è quella di non comprare più musica, organizzare un periodo di tempo dove nessuno di noi acquisti la loro musica, sicuramente non vedendo entrare soldi si preoccuperanno. Sò che è solo un sogno ma sarebbe bello, come bello la diminuzione dei prezzi dei cd sai quanti ne venderebbero.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??

    In parole povere nel mondo che si sognano questi
    mentecatti nessuno potrebbe più fare un cazzo,
    solo andare in giro con la carta di credito ad
    acquistare quello che gli serve, compresa l'aria.Cattivone, cattivone! Quelli delle major sono dei romantici sognatori e tu già spari a zero sul mondo che stanno cercando di creare per noi!Ingrato!
    • DonChuck scrive:
      Re: Ma chi si credono di essere??
      - Scritto da: Anonimo


      In parole povere nel mondo che si sognano questi

      mentecatti nessuno potrebbe più fare un cazzo,

      solo andare in giro con la carta di credito ad

      acquistare quello che gli serve, compresa
      l'aria.

      Cattivone, cattivone! Quelli delle major sono dei
      romantici sognatori e tu già spari a zero sul
      mondo che stanno cercando di creare per noi!
      Ingrato!E si, è vero... sono proprio un uomo senza cuore... povere Major...
  • Anonimo scrive:
    Re: Bene, quindi adesso...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: THe_ZiPMaN

    ... togliamo dai coglioni quell'ingiusto
    balzello

    che grava sulle memorie di massa.



    Se non è lecito fare le copie non deve nemmeno

    essere lecito che si paghi per qualcosa di

    illegale.

    Pssss parlano degli Stati Uniti la copia privata
    ad uso personale da loro non esiste e non è mai
    esistita.E fra l'altro il balzello è in realtà, non volendo, un ottimo alleato. Avendo pagato la tassa per la copia sui CD vergini, da noi siamo e saremo a postissimo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    Santo Subito :D Hai espresso esattamente il mio pensiero.
  • Anonimo scrive:
    Ho registrato dalla radio..
    Sono un PIRATA???? :|
  • Anonimo scrive:
    I verdi hanno abbracciato la causa
    Mi aspetto la pubblicazione in articolo apposito di PI di questo;Cortiana e' stato inserito in lista in Lombardia in seconda posizione dopo il capopartito, quindi probabilita' molto elevata ma dipendente anche dal totale dei voti.Sul programma dei Verdi e' stato inserito come importante la parte riguardante internet che prevede la soppressione della Urbani e delle sue evoluzioni, quello che il centrosinistra ha praticamente dimenticato.....Speriamo bene, pero' bisogna diffondere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma ce l'hanno con gli utenti?
    Da una notizia letta alcuni giorni fa su una pagina news non italiana.la Warner ha previsto di incrementare il proprio fattutrato del 105% (ovvero superare il raddoppio del fatturato), in realta' l'incremento e' stato del 97% quindi si e' arrivato a un forte aumento a un passo del raddoppio;ora piagono e si strappano i capelli perche' la pirateria gli ha fregato quell'incremento di fatturato dell'8% e reclamano nuove leggi;questa e' la gente con cui abbiamo a che fare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Concessione? Autorizzazione? Tollera

    "La copia di backup in caso di
    smarrimento/distruzione del supporto esiste già,
    si chiama comprarne un'altra copia"a spese mie immagino, vero? :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    ti stramegaquotose voglio i gnocchetti di giovanni rana li posso usare per fare a guerra di gnocchi ( in mancanza di neve... ), non mi possono obbligare a cucinarli in un certo modo! tra un po' mi obbligheranno anche a cucinarli in una certa padella!
  • Anonimo scrive:
    Re: backup negato?

    quando compri 1 libro mica te ne danno altri 5,
    quando compri un giornale mica te ne devono dare
    un altro nel caso si rovini quello.anche quando comperavo un disco in vinile me ne davano solo uno.Mentre quelli di 30 anni fa posso ancora usarli, non posso dire lo stesso per i CD di 15 anni fa.
    si chiamano beni di consumo, se non ti piace non
    consumare, non sei obbligato.sorry, ma stai dicendo m*nchia*e
    • Anonimo scrive:
      Re: backup negato?
      - Scritto da: Anonimo

      quando compri 1 libro mica te ne danno altri 5,

      quando compri un giornale mica te ne devono dare

      un altro nel caso si rovini quello.

      anche quando comperavo un disco in vinile me ne
      davano solo uno.

      Mentre quelli di 30 anni fa posso ancora usarli,
      non posso dire lo stesso per i CD di 15 anni fa.si vede che ti ci sei pulito il c... con quei cd i miei funzionano ancora tutti, mentre al contrario certi lp su vinile con il tempo si sono rovinati, la puntina fa piu' danni del laser sul cd
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando compro il vino
    è per questo che non vogliono neanche che tu ne beva troppo ... se no si duplica tutto... =;o)
  • xWolverinex scrive:
    [OT] Re: Ma chi si credono di essere??
    Pero' vuoi mettere.... una fioriera di DVD ? :D (rotfl) p)
  • Anonimo scrive:
    Poi arriveranno nuovi supporti...
    che marciranno in 2 anni, così la gente sarà costretta a comperare di nuovo tutta la propria collezione di musica :(
  • Anonimo scrive:
    Facciano come vogliono
    tanto io non mi pongo più il problema.In tutta la mia vita ho acquistato pochissimi CD originali e solo perchè erano delle particolari e rare combinazioni "artista preferito+prezzo offerta" ma queste deliranti affermazioni non fanno che confermare in me l'idea che non comprerò più niente da loro neanche se costasse un'euro.Questa gente vuole piegare le leggi civili e di mercato per i loro esclusivi interessi, non meritano un soldo da me!Più fanno così e più mi sento autorizzato a scaricare, crakkare, masterizzare e diffondere ciò che proviene da questi signori!Per il resto, crittografia pesante!GdF: cos'é questo HD da 300GB installato nel computer non formattato?IO: sa, è da poco che l'ho comprato, è ancora da formattare....:-)Ciaxx
  • TheMad77 scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    io però ho trovato una soluzione:musica gratutita su music.download.com.E se divetanto famosi e vogliono dei soldi no problemi. Scarico altro ;)Non compro più niente, neanche i cd con le riviste, non vado più al cinema.I miei soldi li do solo a chi merita
  • TheMad77 scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    Concordo in tutto al 100%
  • Anonimo scrive:
    Caproni e pecore !!!
    Comprati un televisore o una radio con un canale solo e che funziona a metà... bel televisore, bella radio... bel software (anche quello) !!! ti vendono una cosa per nuova, tu la comperi per nuova, cioè funzionante a dovere o almeno dovrebbe... i canali? li avrai con il SP1 o il SP2 o SP3 a settembre 2008, 300 Mb da scaricarti con il tuo modem a 56k... ma nooo devi fare l'adsl, il tempo è tuo.... flat, flop, caproni !!!! adesso una RIAA mi dice cosa posso fare o non fare con quello che io o pagato e che non funziona neanche bene !!! ma andate a CAGARE !!! qui è vera e propria truffa seguita da estorsione e danni morali !!!! truffa = non ti vendono quanto promessoestorsione=ti obbligano a pagare cose che non hai chiestodanni morali=quanto costi all'ora? qual'è il tuo prezzo in qualità di privato cittadino? tutto il tempo che devi passare dietro ad aggiornamenti, protezioni, e cazzi vari, che tu hai acquistato regolarmente?Non accetto piu sentirmi dire, ma tu hai aquistato XP o che sia, te lo potevi sapettare, no non accetto piu!!!Oggi ti vendo la farina , fra un po di tempo ti vendo l'acqua e fra qualche mese ti faccio il pane.A che ora la puntiamo la sveglia ????????Pecoroni che siete (me compreso) che seguite l'andazzo dietro a ste multinazionali.... altro che XP, altro che RIAA e copie private... altro che democrazia !!! qui è abuso di potere, abuso di forza, abuso d'ignoranza altrui... abuso e basta, e questo va gridato ai 4 venti, perché finché si segue in balia delle onde... non sempre si arriva sull'isola felice.(è lunedi e sono moooolto incazzato !!!!)
  • xWolverinex scrive:
    Re: Ma chi si credono di essere??
    Quoto in pieno. Visto che i miei soldi li vogliono TUTTI sull'unghia quando vado a pagare.... con quello che acquisto voglio poterci fare cio' che voglio. Posso anche farmi una fioriera con i loro cd e dvd. SONO MALEDETTAMENTE STRAKA##I MIEI.Sti' signori non capiscono come hai giustamente detto che chi ci va' di mezzo alla fine e' chi compra che deve sorbirsi le loro pippe mentali (a partire dallo spot antipirateria.. cazzo pago un dvd un botto di soldi e poi mi becco uno spot criminoso che nno posso evitare di vedere... 5 minuti minimi di pubblicita'... ma col caPPIo che ne compro un altro !)
  • Anonimo scrive:
    Re: backup negato?
    mmm.... che io sappia i libri durano secoli... i cd dopo qualche anno iniziano a perdere dati invece...- Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Angelone


    Ok allora regalate insieme al cd originale

    almeno


    5 backup dello stesso cd.

    quando compri 1 libro mica te ne danno altri 5,
    quando compri un giornale mica te ne devono dare
    un altro nel caso si rovini quello.

    si chiamano beni di consumo, se non ti piace non
    consumare, non sei obbligato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Un'Offesa a Dio
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    La pedofiRIAA sputa sulla Bibbia. Infatti, Dio
    ha

    concesso a tutti il diritto di scegliere tra il

    bene ed il male, in quest'ultimo caso se ne

    pagano le conseguenze; basti pensare alla mela

    nell'Eden, oppure all'uccisione di Abele ad
    opera

    di Caino. Dato che le opere d'arte protette
    dalla

    pedofiRIAA parlano spesso di temi di attualità,

    del disagio giovanile, etc., perché non vietare

    la vendita delle armi e di tutto ciò che
    potrebbe

    diventarlo? Perché la pedofiRIAA fa sempre di

    testa sua, invece di sentire gli Artisti? I
    primi

    ad avere il diritto di decidere cosa fare o non

    fare della musica dovrebbero esere loro, non dei

    perversi imprenditori succhiasangue!

    Una cosa è certa: limitare il diritto di

    proprietà su ciò che si compra rende quel

    prodotto INDEGNO DI ESSERE COMPRATO.

    E poi, il fatto che vedano nel consumatore un

    nemico vuol dire OFFENDERE LA LORO FONTE DI

    GUADAGNO, che si vede SOFFOCATA e non può

    ovviamente premiare un simile comportamento. Ciò

    sarà un boomerang: la pedofiRIAA stessa avrà
    così

    limitato la diffusione della musica e le vendite

    della stessa.


    Vedere il consumatore come nemico è ormai prassi
    comune... il dramma è quando i giudici danno
    ragione a questi vaneggiamentiMa nessun giudice può imporci di consumare. Quindi se possiamo fare a meno di un certo prodotto (e della musica, almeno di quella della RIAA, possiamo farne a meno) allora non consumiamolo più. Basta. Ci hanno dichiarato guerra? combattiamo con le armi che abbiamo!
  • AlessioC scrive:
    Anche in Italia, di fatto, è già così...
    Senza tirare in ballo il "fair use", dottrina giuridica che nel nostro paese non esiste, anche in Italia la "riproduzione privata" di fatto si configura come una gentile concessione dei titolari dei diritti (connessi) nei confronti degli utenti.L'articolo di riferimento (71-sexies LDA) infatti subordina il diritto alla copia privata al rispetto delle "misure tecnologiche di protezione" ex articolo 102-quater LDA. Questo in pratica viene interpretato nel senso che, se sul CD o sul DVD sono poste protezioni anticopia (come nella grande maggioranza dei casi e ad esclusiva discrezionalità del produttore!) il poter "prendere il CD acquistato, caricarlo sul proprio computer e inserirlo nel proprio iPod" (vedi articolo) è compartamento:- materialmente inibito e- legalmente illecito nel momento in cui si violassero le protezioni.Con buona pace di chi crede ancora che la "copia privata" sia un *diritto*... :-(SalutiAlessio Canovawww.cano.it
  • Anonimo scrive:
    Re: backup negato?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Angelone

    Ok allora regalate insieme al cd originale
    almeno

    5 backup dello stesso cd.quando compri 1 libro mica te ne danno altri 5, quando compri un giornale mica te ne devono dare un altro nel caso si rovini quello.si chiamano beni di consumo, se non ti piace non consumare, non sei obbligato.
    • Anonimo scrive:
      Re: backup negato?
      - Scritto da: Anonimo
      quando compri 1 libro mica te ne danno altri 5,
      quando compri un giornale mica te ne devono dare
      un altro nel caso si rovini quello.
      si chiamano beni di consumo, se non ti piace non
      consumare, non sei obbligato.A) Definizione di Beni di Consumo da Wikipedia: Per consumo si intende qualsiasi attività di fruizione di beni e servizi da parte di individui, di imprese o della pubblica amministrazione che ne implichi il possesso o la distruzione materiale o la distruzione figurata (nel caso dei servizi).Si suole distinguere tra consumi intermedi e consumi finali. I primi si verificano quando i beni e i servizi prodotti vengono impiegati da una impresa nella produzione di altri beni e servizi. I consumi finali comportano un uguale impiego con relativa distruzione di beni da parte di singoli individui.Se tiudivori un libro in senso non figurato, allora puoi chiamarlo bene di consumo, altrimenti direi che ti confondi... il mio diritto a fruire del testo scritto sul libro si estende oltre la prima lettura.I diritti d'uso hanno mal retto l'evoluzione della tecnologia: se non parliamo di proprietà del supporto ma di diritto a fruire dell'opera d'ingegno su di esso ospitata, allora il mio diritto a fruirne dovrebbe estendersi oltre la mera durata del supporto stesso.B) Il problema del diritto al backup è non aprire la porta a centinaia di copie illegali del contenuto (tanto il supporto lo si paga comunque, sia un CD, un DVD, la carta della fotocopia... o no?).Se le copie illegali, qualora fatte circolare parallelamente, aggirano un diritto dell'autore ne possiamo (e dobbiamo) parlare con altre fondamenta giuridiche e sociali. Il negare il prestito personale mi ricorda tanto le polemiche di secoli fa sul prestito di denaro a usura rispetto al prestito gratuito tra galantuomini. Non a caso si vuole imporre una tassa sul prestito delle biblioteche (e mediateche), in spregio ai concetti più elevati di diffusione della cultura abbattendo le soglie economiche di accesso (che per i soliti faciloni ricordo NON essere un concetto comunista, basta leggersi documenti quali la costituzione degli U.S.A.). Spostandomi ai tempi moderni, rimane la follia collettiva di spremere le categorie dei clienti oltre la loro capacità di spesa, anche tenendo un piede in due scarpe (la Sony vende lettori audio, masterizzatori di CD e DVD, supporti... ma è pure una Major degli audiovideo che criminalizza conversioni di formato, masterizzazioni, ecc. : i soldi non puzzano mai, vero?).
    • The_GEZ scrive:
      Re: backup negato?
      Ciao Anonimo !
      quando compri 1 libro mica te ne danno altri 5,
      quando compri un giornale mica te ne devono dare
      un altro nel caso si rovini quello.Ohhh ... un altro diplomato con lode all' accademia del non capire una sega ...Se tu avessei seguito il discorso e ci avessi capito qualche cosa sapresti che questi tizi della RIAA, MPAA e compagnia bella ti stanno dicendo che il CD che ti sei appena comperato pagandolo una FOLLIA non è tuo ma loro e che tu non hai comprato nulla se non la licenza ad ascoltarlo, quindi seguendo il loro stesso ragionamento se il CD non è mio ma io sono titolare di una licenza allora se il CD se deperisce per qualsivoglia ragione ho il diritto ad averne un altra copia, dato che è il CD (che non è mio) che si è deteriorato non la mia licenza, quindi al massimo ti pago il prezzo del supporto grezzo, ma tu me lo devi ridare.E questo il fulcro della questione che dentota che alla base di questo c'è solo l' avidità, ovvero tu PAGHI per una cosa e questa cosa non è tua ma mia ... ma se si rompe ... be è tua !
      si chiamano beni di consumo, se non ti piace non
      consumare, non sei obbligato.'notte.
  • Sparrow scrive:
    Copia: ma quale diritto di RIAA ?
    ma quale diritto ha la RIAA di dire cosa poter backuppare e cosa no ? Semmai è compito del Diritto, stabilito equamente in modo da contemperare le esigenze degli autori e degli acquirenti, non certo in modo da sottostare agli interessi esclusivi dell'industria dell'entertainment.Siamo arrivati al punto: ciò che acquistiamo è nostro e ne facciamo l'uso che meglio ci aggrada, nel rispetto delle Leggi e a tutela del diritto di usufruirne al 100% e per almeno 100 anni di fila.Se ciò non è possibile, che se le tengano le loro porcherie medial-drmmate-multimedial-simil-musical-popolari !
  • Anonimo scrive:
    Re: Concessione? Autorizzazione? Tollera
    Beh, dopotutto stiamo parlando di gente come quel tale (non ricordo + se era Jack Valenti della RIAA oppure un pezzo grosso della MPAA) che ha dichiarato qualcosa tipo:"La copia di backup in caso di smarrimento/distruzione del supporto esiste già, si chiama comprarne un'altra copia"
  • Anonimo scrive:
    molto bene, evidenziamo.
    sono molto contento che venga posta in evidenza questa "concessione".un certo tipo di personaggio vive solo "facendo concessioni"non nutro speranze in merito, però
  • Anonimo scrive:
    Re: Un'Offesa a Dio
    - Scritto da: Anonimo
    La pedofiRIAA sputa sulla Bibbia. Infatti, Dio ha
    concesso a tutti il diritto di scegliere tra il
    bene ed il male, in quest'ultimo caso se ne
    pagano le conseguenze; basti pensare alla mela
    nell'Eden, oppure all'uccisione di Abele ad opera
    di Caino. Dato che le opere d'arte protette dalla
    pedofiRIAA parlano spesso di temi di attualità,
    del disagio giovanile, etc., perché non vietare
    la vendita delle armi e di tutto ciò che potrebbe
    diventarlo? Perché la pedofiRIAA fa sempre di
    testa sua, invece di sentire gli Artisti? I primi
    ad avere il diritto di decidere cosa fare o non
    fare della musica dovrebbero esere loro, non dei
    perversi imprenditori succhiasangue!
    Una cosa è certa: limitare il diritto di
    proprietà su ciò che si compra rende quel
    prodotto INDEGNO DI ESSERE COMPRATO.
    E poi, il fatto che vedano nel consumatore un
    nemico vuol dire OFFENDERE LA LORO FONTE DI
    GUADAGNO, che si vede SOFFOCATA e non può
    ovviamente premiare un simile comportamento. Ciò
    sarà un boomerang: la pedofiRIAA stessa avrà così
    limitato la diffusione della musica e le vendite
    della stessa.Vedere il consumatore come nemico è ormai prassi comune... il dramma è quando i giudici danno ragione a questi vaneggiamenti
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando compro il vino
    - Scritto da: Anonimo
    Non pretendo di poterne fare una copia......Forse non ne compri tanto....ma in compenso ne bevi assai......per favore smettila di dire c*****e.......
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Tu ovviamente non sai che per fare una
    festicciola con più di 15 amici dovresti
    teoricamente pagare la SIAE... mai stato ad un
    matrimonio con piano bar?
    Io chiamo l'ispettore SIAE anche per una festa con 5 amici. Poi lo torturiamo a morte e mandiamo il video su Internet. DRM-locked, of course.
  • citrullo scrive:
    Re: Concessione? Autorizzazione? Tollera
    Questi sono matti. Hanno mercificato la musica & Co. e di conseguenza si devono applicare le regole del mercato. Un oggetto diventa mio una volta che l'ho comprato e ci faccio ciò che voglio.Inoltre se come sostengono sti geni si paga il diritto all'ascolto, allora non gliene deve importare del supporto o del formato fintanto che io utente posso usufruire del "prodotto".Vogliono troppe botti piene e mogli ubriache.
  • Anonimo scrive:
    soluzione
    io ho risolto. da oltre 20 anni non acquisto nè musica, nè film (ho fatto solo un'eccezione nel 1999 per "il mio nome è mai più", in quanto era una forma di protesta contro l'unica cosa che fa più schifo di autori ed editori: la guerra)
  • Anonimo scrive:
    Un'Offesa a Dio
    La pedofiRIAA sputa sulla Bibbia. Infatti, Dio ha concesso a tutti il diritto di scegliere tra il bene ed il male, in quest'ultimo caso se ne pagano le conseguenze; basti pensare alla mela nell'Eden, oppure all'uccisione di Abele ad opera di Caino. Dato che le opere d'arte protette dalla pedofiRIAA parlano spesso di temi di attualità, del disagio giovanile, etc., perché non vietare la vendita delle armi e di tutto ciò che potrebbe diventarlo? Perché la pedofiRIAA fa sempre di testa sua, invece di sentire gli Artisti? I primi ad avere il diritto di decidere cosa fare o non fare della musica dovrebbero esere loro, non dei perversi imprenditori succhiasangue!Una cosa è certa: limitare il diritto di proprietà su ciò che si compra rende quel prodotto INDEGNO DI ESSERE COMPRATO.E poi, il fatto che vedano nel consumatore un nemico vuol dire OFFENDERE LA LORO FONTE DI GUADAGNO, che si vede SOFFOCATA e non può ovviamente premiare un simile comportamento. Ciò sarà un boomerang: la pedofiRIAA stessa avrà così limitato la diffusione della musica e le vendite della stessa.
  • Anonimo scrive:
    Ma chi si credono di essere??
    Questa è CRIMINALIZZAZIONE dell'utente che acquista legalmente. E' ora di finirla, io compro un cazzo di cd, costa 80 centesimi alla produzione, lo pago 24 euro perchè se non ci guadagnano in 20 tra persone fisiche e società non sono contenti. Lo porto a casa e devo avere paura ogni volta che lo uso.Ci dicono cosa possiamo fare con quello che compriamo, e quello che possiamo fare è sempre meno, negli anni la lista dei divieti su un normale dvd (l'elenco dei posti dove puoi vedero o no) si allunga sempre più, ora c'è anche "vietato prestare il dvd". MAFATTEICAZZITUA!!! Se io voglio prestare un dvd alla stregua di un libro, o di un telefonino, o di una penna SONO SOLO CAZZI MIEI. Pensate voi se tutto il mondo funzionasse come vogliono sti idioti.Sto a scuola o in ufficio, ho la penna sul tavolo e se un altro mi chiede "me la presti" , dandogliela andrei contro la legge.Se, appassionato di libri, decidessi di riscrivermi i versi più belli in una sorta di diario personale (elettronico o cartaceo) andrei contro la legge.Se, appassionato di pittura, decidessi di fare una copia di un quadro famoso andrei contro la legge.Se appassionato di cucina decidessi di sperimentare gli gnocchi col pomodoro dentro andrei contro la legge.In parole povere nel mondo che si sognano questi mentecatti nessuno potrebbe più fare un cazzo, solo andare in giro con la carta di credito ad acquistare quello che gli serve, compresa l'aria.E non dite che la copia di un cd non c'entra niente con gli esempi che ho portato, io un cd lo devo poter prestare come una penna,lo devo poter convertire e copiare come un quadro (certo, non per rivenderlo)e, se voglio, posso anche divertirmi a ricantare le canzoni incise, come posso rifare gli gnocchi col pomodoro dentro.La matita è un oggetto, la pago e la uso come mi pareIl libro è un oggetto, lo pago e lo uso come mi pareGli gnocchi di giovanni rana sono un oggetto, lo pago e lo uso come mi parei cd/dvd ecc... sono oggetti quindi li pago, quindi ci faccio quel che cazzo voglio.Secondo me sti tizi trombano poco. E gli avvocati e i capi di governo che gli danno retta pure (ao...qui in Italia rischiamo grosso :D )
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando compro il vino
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ..oltre al fatto che il vino è un bene FISICO
    che

    quindi non può essere copiato

    Sbagli, si può fare tutto, specie in Giappone per
    queste cose sono molto avanti.E' di pochi giorni fa l'uscita del nuovo masterizzatore di vini 24x (un litro di vino in 3 secondi circa) con funzionalità labeltext (stampa direttamente l'etichetta uguale all'originale)...ma che vi bevete?!?! Secondo me non è vino....
  • Anonimo scrive:
    Re: Bene, quindi adesso...
    Quindi? Gli stati uniti sono il paese più arretrato dell'intero pianeta!Un paese dove l'ipocrisia trova il suo più grande significato.Ostentano ricchezze oltre ogni dire, consumano l'80% delle risorse mondiali, e ogni città è per il 70% della sua estensione una baraccopoli.Sonio stato 8 mesi a miami e m'è sembrato di vivere in una città italiana al contrario. Qui non vi sono che piccoli accampamenti zingari, lì non vè che un piccolo accampamento di grattacieli. Tutto il resto è poverta a perdita d'occhio.Senza contare che tutti si riempiono la bocca con Dio e poi non garantiscono neanche l'aiuto sanitario a qualcuno che sta male se per caso non ha due soldi per pagare(quasi fosse una colpa. bhe, certo, a tutti piace essere poveri).Scusate la forma, ma l'incazzatura è veramente tanta, sia per la notizia, sia perchè il pensare a certe cose non mette certo allegria. Se poi penso che qualcuno li prende ad esempio... (parlo di qualche politico)
  • Anonimo scrive:
    Ma perchè non si tagliano le vene?
    Ora ci stanno veramente spappolando 3/4 di m...Ma in che mondo si credono di vivere?Sta storia sta diventando veramente ridicola. Non ci sono parole per descrivere l'assurdità di una simile affermazione. Quindi mi devono persino dire con che apparecchio devo ascoltare la canzone? E dove e mentre faccio cosa no?Ma c..., io compro il diritto di ascoltare una canzone, sta a me decidere come dove e con cosa ascoltarmela, e se per farlo la devo passare su un altro supporto sono cazzi assolutamente miei.Oltretutto l'ascolto della canzone che compro è mio di diritto è non deve avere limiti di tempo, quindi nemmeno quelli della durata del supporto, da qui il diritto alla copia.Altrimenti che cambino le cose alla base.Mi danno il diritto di ascoltare la canzone 2 mesi, tipo Juke Box? bhè, che lo dicano, voglio vedere quanti comprano i prodotti scadenti che stanno sfornando.Chi troppo vuole nulla stringe. Ancora non gliel'hanno insegnato?Hanno voluto risparmiare sugli artisti, tagliandoli fuori e mettendo al loro posto bambolotti che fanno finta di cantare porcherie e canzoni riciclate, hanno voluto esagerare con i prezzi obbligando (OBBLIGANDO) chi voleva ascoltare musica a trovarsi sistemi alternativi e illegali (hai tempi miei era bello avere l'originale, ma con sti prezzi è facile capire perchè non esiste più una simile bellezza), e ora stanno facendo di tutto per farsi odiare.Mi auguro che la ribellione insita nei ragazzi porti la moda di non comprare più simili prodotti. Forse allora l'arte riprenderà vigore, permettendo ai veri artisti di risorgere e guadagnare come è giusto che sia: lavorando (concerti, ecc). E forse le cose tornerebbero ad essere un pò più...normali. Perchè ora non è che un incubo questa situazione. Una vergogna, per l'arte, per la società, e per la classe politica che permette a simili pagliacci di esistere!
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] ah ah ah io non ho problemi
    Vedrai che quando se ne accorgono vengono a casa tua a lobotomizzarti via questo tuo media player illegale   :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho io la soluzione!
    Questa non è la soluzione, bensì, semplicemente, stare alle loro regole. Regole che van cambiate.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Eh? Fammi capire: se voglio rispondere ad
    un'affermazione particolare,non posso farlo
    perchè altrimenti tu ti confondi?
    Starai scherzando spero.
    In ogni caso,non è un problema mio.
    Buona serata.Potresti specificare, io lo faccio sempre, dico: scusa non sono la persona a cui stai rispondendo ma... ecc..ecc..
  • Anonimo scrive:
    Re: Se non posso fare il BackUp...
    Fanno veramente schifo!E poi quando ci "concedono" qualcosa sembrano il Papa che ci concede la grazia!Fortunatamente sappiamo come regolarci in merito;per i due soliti interessati:hQkLxWrQfFcKuND5q1yPs1nUbIs4p8aHkTf9bXs8hZDQeSkIBYeUlYg6aMtKjYBRbOk4qVy2g3b2mEBUzYEVxPxTr3bJBMo0bYl0f6bJu4EEi9iVjPp4pKlHm5b3mFkSzJtTB4g4m4a9i3g8fFl6AJA2t8AWAND3rEjHuKcPi9fEtUvRvIbUt0h6zSaNdUg8mUi7cFxKlZf8jEd7uGg1z@^ .. e cercate di non fare troppo danno..
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Mi pare... non mi pare. Se volevi rispondere ti
    conveniva partire dal thread principale. Ovvio
    che poi si genera confusione nel discorso.Eh? Fammi capire: se voglio rispondere ad un'affermazione particolare,non posso farlo perchè altrimenti tu ti confondi?Starai scherzando spero.In ogni caso,non è un problema mio.Buona serata.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    E quindi? Non costano miliardi. Se si rovinano li
    cambi. Ah-ah, ecco! Vuoi dire che li devo COMPRARE DI NUOVO, beh spiacente, mi faccio una copia di backup.A proposito, come va il negozio di dischi?
    Comunque io ho cd da una vita e si sentono
    ancora benissimo. Se uno è distratto sono cavoli
    suoi.Guarda che non è questione di distrazione ma di semplice usura. Non è questione di SE si rovinano, ma QUANDO.
    No perché i DVD e i VHS non sono una moneta,
    perché c'è l'esempio dei soldi non è che puoi
    portare il discorso chissà dove. E invece è calzantissimo: io ho pagato per poter ascoltare quella canzone, ma se in futuro esce un nuovo supporto ho due possibilita': o passarla sul nuovo supporto, oppure ricomprarla con il nuovo supporto.Io preferisco la prima, sorry. Buonanotte.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Non dare via del tuo,grazie: se avessi scritto
    l'esempio sulle fotocopie,ti pare che mi sarei
    risposto da solo smontando lo stesso esempio?Mi pare... non mi pare. Se volevi rispondere ti conveniva partire dal thread principale. Ovvio che poi si genera confusione nel discorso.
  • Anonimo scrive:
    Re: backup negato?
    - Scritto da: Angelone
    Ok allora regalate insieme al cd originale almeno
    5 backup dello stesso cd.Si, così poi te le regali agli amici. Furbone.:-)
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Peccato che quell'esempio non l'abbia scritto
    io.

    Allora stai solo caotizzando il discorso.Non dare via del tuo,grazie: se avessi scritto l'esempio sulle fotocopie,ti pare che mi sarei risposto da solo smontando lo stesso esempio?
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Peccato che quell'esempio non l'abbia scritto io.Allora stai solo caotizzando il discorso.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Veramente quello che si arrampica sei tu, la
    tassa sul portafoglio non c'entrava niente e non
    hai dimostrato il contrario.Peccato che quell'esempio non l'abbia scritto io.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Non esiste nessun corrispettivo in nessun altro
    ambito,quindi vediamo di non arrampicarci sugli
    specchi visto che anche l'esempio delle fotocopie
    non c'entrava niente.Veramente quello che si arrampica sei tu, la tassa sul portafoglio non c'entrava niente e non hai dimostrato il contrario.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Le tasse colpiscono un uso generale. Anche se tu
    poi usi quei cd per le foto di famiglia come in
    tutte le comunità che si rispettino devi lo
    stesso contribuire, perché l'uso consueto per
    quei cd è proprio per duplicare materiale coperto
    da diritto d'autore.
    E' un po' come nel mio palazzo dove pago le spese
    dell'ascensore anche se abito al piano terra.Ma proprio no: questa è una tassa a favore di un ente privato,l'esempio dell'ascensore non c'entra proprio niente.Non esiste nessun corrispettivo in nessun altro ambito,quindi vediamo di non arrampicarci sugli specchi visto che anche l'esempio delle fotocopie non c'entrava niente.
  • Crazy scrive:
    Re: Se non posso fare il BackUp...
    - Scritto da: jackoverfull
    che dire?sono perfettamente d'accordo con te!
    anch'io faccio sempre ALMENO due copie dei miei
    dischi e uso una di quelle.

    ma guarda tu?

    senza contare che ho parecchie playlist in itunes
    dei miei dischi.
    cioé?dovremmo tornare al lettore cd secondo loro?Io di Itunes proprio non comprerei nulla: se dopo aver acquistato un brano non me lo lasciano masterizzare su tutti i CD che voglio... che me ne faccio?Il brano lo ho acquistato e se lo voglio in mettere su tutti i miei CD come canzone n1 perche` mi piace tanto, e` un mio diritto farlo, punto e stop.Sta al buon senso poi non vendere copie pirata di quella canzone, e non sta certo alla Major il diritto di fare la parte della Guardia di Finanza, altrimenti, dovrebbero ridurci di non poco le tasse e mandare a casa tanta gente.Siccime non mi permettono di fare cio`, non compero nemmeno Musica di Itunes, perche` e` strablindata da DRM.La Musica quando la comperi, deve essere tua e ne devi poter fare cio` che vuoi, fatta eccezione di rivenderla o ridistribuirla GratisSALUTI
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Per quanto riguarda i supporti,invece,la tassa la
    paghi a prescindere dall'uso che ne fai.
    La differenza è abissale ed evidente.Le tasse colpiscono un uso generale. Anche se tu poi usi quei cd per le foto di famiglia come in tutte le comunità che si rispettino devi lo stesso contribuire, perché l'uso consueto per quei cd è proprio per duplicare materiale coperto da diritto d'autore.E' un po' come nel mio palazzo dove pago le spese dell'ascensore anche se abito al piano terra.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    No caro, c'entra eccome. Non puoi portare gli
    esempi che ti pare e poi dire che non c'entrano
    niente.Se non lo motivi e lo tieni nella tua testa cosa vuoi che ti dica la gente? Posso sparare che tu ovviamente non sai ballare il tip tap e poi lasciare lì la frase.
    Adesso fa l'offeso...Se offendi non ti sorprendere che la gente si offenda.

    Non è forse vero, allora, che i cd con il tempo
    si rovinano? O che con il tempo diveranno
    obsoleti?E quindi? Non costano miliardi. Se si rovinano li cambi. Comunque io ho cd da una vita e si sentono ancora benissimo. Se uno è distratto sono cavoli suoi.
    Con il tuo paragone, allora, io dovrei poter
    presentarmi in un negozio di dischi e pretendere
    un cd originale per ogni LP originale che ho a
    casa, e un DVD per ogni VHS?No perché i DVD e i VHS non sono una moneta, ora perché c'è l'esempio dei soldi non è che puoi portare il discorso chissà dove. Cosa mi chiederai dopo, come mai non c'è la firma del presidente della banca d'italia?
  • Anonimo scrive:
    Ma ce l'hanno con gli utenti?
    Ma io mi chiedo, la RIAA sta combattendo una crociata a favore della musica o semplicemente contro gli utenti?Ogni due giorni si scaglia contro noi poveri utenti (sia che facciamo cose legali, sia che facciamo cose illegali), dicendoci che non possiamo far questo ,questo e quest'altro, e che dovremo pagare o finire in prigione per aver arrecato un danno.Non è controproducente tutto ciò? E' vero che "there's no such publicity as bad publicity", però qui stiamo veramente toccando il fondo della credibilità.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ce l'hanno con gli utenti?
      Più esagerate sono le richieste meno vengono prese sul serio.Ciò che si intuisce dalle loro parole è che non ne avranno mai abbastanza.Se gli viene lasciato margine d'azione si arriva alla situazione in cui paghi effettivamente per ogni volta che ascolti e ogni persona che ascolta paga, visto che compri una licenza d'ascolto, ma se si guasta il supporto di memorizzazione, compri un originale nuovo, perchè in questo caso la licenza è legata alla sopravvivenza del supporto, come se questo fosse un contratto "deperibile".Immagina un lettore con collegamento internet a sede SIAE necessario per farlo funzionare come lettore multimediale, con rilevatore di persone, calcolo orecchie e quindi tariffe da pagare per poter procedere con l'ascolto, e in caso di mancato pagamento niente musica o film che sia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ce l'hanno con gli utenti?
      Finchè lo possono fare..non comprargli un cazzo e non andare nemmeno ai concerti.- Scritto da: Anonimo
      Ma io mi chiedo, la RIAA sta combattendo una
      crociata a favore della musica o semplicemente
      contro gli utenti?

      Ogni due giorni si scaglia contro noi poveri
      utenti (sia che facciamo cose legali, sia che
      facciamo cose illegali), dicendoci che non
      possiamo far questo ,questo e quest'altro, e che
      dovremo pagare o finire in prigione per aver
      arrecato un danno.

      Non è controproducente tutto ciò? E' vero che
      "there's no such publicity as bad publicity",
      però qui stiamo veramente toccando il fondo della
      credibilità.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Esatto, se vai a fare fotocopie di libri ora c'è
    da pagare qualcosa alla SIAE. Mi pare il costo di
    un bollino.Sbagliato,e te lo sei detto da solo: la tassa la paghi sulla fotocopia di un libro,non sulla carta.Per quanto riguarda i supporti,invece,la tassa la paghi a prescindere dall'uso che ne fai.La differenza è abissale ed evidente.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare

    - Scritto da: Anonimo

    Tu ovviamente non sai che per fare una

    festicciola con più di 15 amici dovresti

    teoricamente pagare la SIAE... mai stato ad un

    matrimonio con piano bar?

    L'ovvio tientelo per te, visto che lo so
    benissimo e non c'entra niente col discorso.No caro, c'entra eccome. Non puoi portare gli esempi che ti pare e poi dire che non c'entrano niente.

    Su non diciamo cazzate, i cd si rovinano,

    Rispetta le opinioni altrui prima e poi si parla.Adesso fa l'offeso...Non è forse vero, allora, che i cd con il tempo si rovinano? O che con il tempo diveranno obsoleti?Ti faccio una domanda allora: quando è entrato l'euro, la lira è andata progressivamente fuori corso e tutti abbiamo avuto l'euro. In cambio di lire, però.Con il tuo paragone, allora, io dovrei poter presentarmi in un negozio di dischi e pretendere un cd originale per ogni LP originale che ho a casa, e un DVD per ogni VHS?Non succede, però, vero? E perchè mai? Ho pagato per il contenuto, o no?Allora è davvero illegale se passo il contenuto su supporti nuovi?
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Beh, allora mettiamo la tassa sulla carta, visto
    che potrebbe essere utilizzata per stampare
    soldi..Esatto, se vai a fare fotocopie di libri ora c'è da pagare qualcosa alla SIAE. Mi pare il costo di un bollino.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Tu ovviamente non sai che per fare una
    festicciola con più di 15 amici dovresti
    teoricamente pagare la SIAE... mai stato ad un
    matrimonio con piano bar?L'ovvio tientelo per te, visto che lo so benissimo e non c'entra niente col discorso.
    Su non diciamo cazzate, i cd si rovinano, Rispetta le opinioni altrui prima e poi si parla.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Però nessuno mi rompe le scatole se tiro fuori 50
    ? ed offro da bere a 10 amici...Certo puoi tirare fuori 50 cd e regalarli ai tuoi 10 amici. Quando dai i soldi ai tuoi amici per pagare da bere mica ti rimangono in tasca i soldi.
    Se è troppo rovinata te la cambiano in banca...Dipende quanto.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo

    Inoltre non è certo illegale prestare soldi ad
    un

    amico.

    Anche il cd non è illegale prestarlo, era nata
    una discussione qua ed era emerso che era vietato
    il prestito solo a biblioteche non autorizzate e
    enti simili.Tu ovviamente non sai che per fare una festicciola con più di 15 amici dovresti teoricamente pagare la SIAE... mai stato ad un matrimonio con piano bar?
    Inoltre se è troppo rovinata o la perdi non è
    affatto usabilissima, non te l'accettano e basta.Prova a scrivere sopra una banconota e sopra un cd, vedi se la banconota te la prendono e se il cd ti funziona...Su non diciamo cazzate, i cd si rovinano, non è questione di SE si rovinano, ma QUANDO si rovinano. Oppure di quando il cd diverrà obsoleto.La banconota non ha questo problema perchè il denaro gira in continuazione, inoltre se lo metti in banca assume un concetto virtuale. Tu hai $tot soldi, ma non è che se fai un prelievo ti ridanno le stesse banconote che hai versato... e le banconote vecchie dopo tot vanno al macero.E siccome io ho pagato per il diritto a usufruire del CONTENUTO, come tu dici, e non del supporto in sè, ho diritto a farmi un copia di backup.Il resto sono solo palle, è ovvio che se tu vendi musica hai tutto l'interesse che io debba ri-acquistare il cd rovinato, oppure la versione nuova in DVD Blue-Ray, etc....
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    La musica dove la metti ? I soldi dove li metti ?C'è la tassa sulla custodia? NoC'è la tassa sui supporti.Per lo stesso motivo la tassa sui portafogli non ha senso.I cd li stampi, i soldi li stampi.
    • Anonimo scrive:
      Re: I soldi non li posso duplicare
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo


      La musica dove la metti ? I soldi dove li metti
      ?

      C'è la tassa sulla custodia? NoE neppure sulla tasca dei pantaloni.
      C'è la tassa sui supporti.Per lo stesso motivo la
      tassa sui portafogli non ha senso.
      I cd li stampi, i soldi li stampi.Beh, allora mettiamo la tassa sulla carta, visto che potrebbe essere utilizzata per stampare soldi...
  • Anonimo scrive:
    Re: Concessione? Autorizzazione? Tollera
    - Scritto da: Anonimo
    Ma sono matti? Io capisco che ognuno debba fare i
    suoi interesseiI propri
    talmente accecate dalla loro cupidigia,da non
    vedere oltre il proprio naso.Vedi che lo sai ?
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Una banconota rovinata è usabilissima, un cd

    graffiato no.



    Inoltre non è certo illegale prestare soldi ad
    un

    amico.

    Anche il cd non è illegale prestarlo, era nata
    una discussione qua ed era emerso che era vietato
    il prestito solo a biblioteche non autorizzate e
    enti simili.Però nessuno mi rompe le scatole se tiro fuori 50 ? ed offro da bere a 10 amici...
    Inoltre se è troppo rovinata o la perdi non è
    affatto usabilissima, non te l'accettano e basta.Se è troppo rovinata te la cambiano in banca...
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Giusto. Però allora perchè nessuno pensa ad una

    tassa sull'acquisto dei portafogli al pari della

    tassa sull'acquisto dei supporti informatici ?

    Al massimo mi sembra più adatto come paragone la
    tassa sulle fotocopie, anzi mi pare l'abbiano
    introdotta.La musica dove la metti ? I soldi dove li metti ?E comunque prova a rifilare a qualcuno 50 ? fotocopiati e vedi come finisce...
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Perché dovrei poter duplicare la musica?

    Ma che cazzo di domanda e' ?

    Cosa cavolo c'entrano le banconote (sai cos'e'
    una banconota e a cosa serve) con la duplicazione
    di un mp3 ?Te lo spiego subito. Hai mai sentito che i soldi hanno un valore virtuale? Tu non paghi certo il valore della carta, ma il valore virtuale che le è stato dato.Stesso discorso per i CD musicali, tu non paghi in realtà il valore del grezzo cd. Ma il diritto d'autore che c'è sopra. E si tratta di un diritto virtuale.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Una banconota rovinata è usabilissima, un cd
    graffiato no.

    Inoltre non è certo illegale prestare soldi ad un
    amico.Anche il cd non è illegale prestarlo, era nata una discussione qua ed era emerso che era vietato il prestito solo a biblioteche non autorizzate e enti simili.Inoltre se è troppo rovinata o la perdi non è affatto usabilissima, non te l'accettano e basta.
  • Angelone scrive:
    backup negato?
    Ok allora regalate insieme al cd originale almeno 5 backup dello stesso cd.
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Giusto. Però allora perchè nessuno pensa ad una
    tassa sull'acquisto dei portafogli al pari della
    tassa sull'acquisto dei supporti informatici ?Al massimo mi sembra più adatto come paragone la tassa sulle fotocopie, anzi mi pare l'abbiano introdotta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando compro il vino
    - Scritto da: Anonimo
    Non pretendo di poterne fare una copia.Però lo puoi offrire a più di 15 amici, vero? Oppure travasarlo in un'altra bottiglia se la bottiglia si sta rovinando?Non devi pagare una tassa alla confagricoltura, vero?
  • Anonimo scrive:
    Re: I soldi non li posso duplicare
    - Scritto da: Anonimo
    Perché dovrei poter duplicare la musica?Giusto. Però allora perchè nessuno pensa ad una tassa sull'acquisto dei portafogli al pari della tassa sull'acquisto dei supporti informatici ?
  • jackoverfull scrive:
    Re: Se non posso fare il BackUp...
    che dire?sono perfettamente d'accordo con te!anch'io faccio sempre ALMENO due copie dei miei dischi e uso una di quelle.ma guarda tu?senza contare che ho parecchie playlist in itunes dei miei dischi.cioé?dovremmo tornare al lettore cd secondo loro?
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando compro il vino
    - Scritto da: Anonimo
    ..oltre al fatto che il vino è un bene FISICO che
    quindi non può essere copiatoSbagli, si può fare tutto, specie in Giappone per queste cose sono molto avanti.
  • Anonimo scrive:
    I soldi non li posso duplicare
    Perché dovrei poter duplicare la musica?
    • Anonimo scrive:
      Re: I soldi non li posso duplicare
      - Scritto da: Anonimo
      Perché dovrei poter duplicare la musica?Una banconota rovinata è usabilissima, un cd graffiato no.Inoltre non è certo illegale prestare soldi ad un amico.
    • Anonimo scrive:
      Re: I soldi non li posso duplicare
      - Scritto da: Anonimo
      Perché dovrei poter duplicare la musica?Ma che cazzo di domanda e' ?Cosa cavolo c'entrano le banconote (sai cos'e' una banconota e a cosa serve) con la duplicazione di un mp3 ?Ma sei *BEEP* ?
    • Anonimo scrive:
      Re: I soldi non li posso duplicare
      - Scritto da: Anonimo
      Perché dovrei poter duplicare la musica?Mi sembra ovvio: perchè sono le uniche cose al mondo,insieme ai dvd e al software,per cui non esiste nessuna garanzia,nonostante il fatto che vengano venduti su supporti fragilissimi e con l'aggravante del fatto che tu non compri il supporto.
    • HotEngine scrive:
      Re: I soldi non li posso duplicare
      - Scritto da: Anonimo
      Perché dovrei poter duplicare la musica?A parte l'illogicità dell'accostamento banconota - cd che nulla hanno a che vedere tra di loro, ti rivolto la fritatta a tuo svantaggio:Prova a farti cambiare un cd usato rotto a metà e una banconota identicamente rotta a metà poi torna qui a spiegare quale dei due ti hanno cambiato senza sovrapprezzo.
    • gattosiamese scrive:
      Re: I soldi non li posso duplicare
      - Scritto da: Anonimo
      Perché dovrei poter duplicare la musica?buongiorno Dottoredormito bene?mi auguro di no................
    • Anonimo scrive:
      Re: I soldi non li posso duplicare
      - Scritto da: Anonimo
      Perché dovrei poter duplicare la musica?Una volta che ti ho dato le banconote ne puoi fare quello che vuoi, fotocopiarle, guardartele quante volte vuoi e con chi vuoi, spenderle per quello che vuoi, ecc.Perche' allora non mettiamo un chip DRM nelle banconote in modo che possa decidere io come le spendi e fin quando le puoi spendere?
    • Anonimo scrive:
      Re: I soldi non li posso duplicare

      Perché dovrei poter duplicare la musica?Perchè:Se rompi i soldi, vai in Banca d'Italia e per ogni banconota rovinata te ne danno una nuova.Prova a fare lo stesso con un CD ...
  • Anonimo scrive:
    Re: E a siamo a -999...
    - Scritto da: Anonimo
    ...CD/DVD che avrei potuto comprare e che invece
    scaricherò...Mi sembra ovvio , a parte non c'è mica tanto da fidarsi dei nostri politici e legislatori europei !
  • Anonimo scrive:
    Re: Bene, quindi adesso...
    - Scritto da: Anonimo
    cioe' negli stati uniti bob e' lecito fare una
    copia di backup di roba di cui hai regolarmente
    acquistato licenza d'uso? e quando mi si rovina
    il cd? lo devo ricomprare? SCHERZIAMO????
    loop-aes ed amule a manettaIn sostanza sì negli States non hai neanche diritto alla copia di backup che è cosa diversa dalla copia privata ad uso personale che c'è in Europa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando compro il vino
    - Scritto da: Anonimo
    Non pretendo di poterne fare una copia.No ? http://www.tigulliovino.it/blog/2005/12/attenzione_largentina_sceglie.html
  • Anonimo scrive:
    Re: Bene, quindi adesso...
    cioe' negli stati uniti bob e' lecito fare una copia di backup di roba di cui hai regolarmente acquistato licenza d'uso? e quando mi si rovina il cd? lo devo ricomprare? SCHERZIAMO???? loop-aes ed amule a manetta
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho io la soluzione!
    fatto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bene, quindi adesso...
    - Scritto da: THe_ZiPMaN
    ... togliamo dai coglioni quell'ingiusto balzello
    che grava sulle memorie di massa.

    Se non è lecito fare le copie non deve nemmeno
    essere lecito che si paghi per qualcosa di
    illegale.Pssss parlano degli Stati Uniti la copia privata ad uso personale da loro non esiste e non è mai esistita.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando compro il vino
    ..oltre al fatto che il vino è un bene FISICO che quindi non può essere copiato, ma imitato al max, mentre un'opera informatica è un bene VIRTUALE non legata al supporto fisico dove viene memorizzata. Inoltre il vino lo posso travasare dove mi pare, non vedo perchè non possa travasare dove mi pare anche un file.
  • Anonimo scrive:
    Concessione? Autorizzazione? Tolleranza?
    Ma sono matti? Io capisco che ognuno debba fare i suoi interessei,ma queste persone mi sembrano talmente accecate dalla loro cupidigia,da non vedere oltre il proprio naso.E' chiaro che della legittima copia di back up ne usufruiscono solo quelli che comprano(perchè gli altri se ne fregano allegramente,visto che spessissimo le copie pirata non hanno nemmeno più le protezioni),quindi prima di tutto vanno a colpire i loro clienti(mossa geniale colpire sempre chi compra e farlo sentire come un pezzente che non ha mezzo diritto,e che deve ringraziare se gli viene consentito di fare qualcosa,dopo che ha pagato fior di quattrini)e già qui non ci siamo; peggio ancora,qui si nega in toto che possa esistere una garanzia su cd/dvd e altri contenuti analoghi registrati su supporti ottici: se rompi o smarrisci un cd(e vista la fragilità del supporto,non è affatto difficile),sono cavoli tuoi.Mi sembra inaccettabile: tutte le cose vendute sono soggette a garanzia tranne le cose di cui sopra.Altra riflessione: ma non si dice sempre che dei software,della musica e dei film si acquista solo il diritto all'ascolto o all'uso e non il supporto? Allora perchè se si rovina il supporto si perde il diritto all'uso? E perchè chi compra la licenza deve essere vincolato al supporto?Ripeto,capisco che si tutelino i propri interessi,ma non può essere che le norme siano sempre interpretate a favore degli stessi soggetti,soggetti che ormai hanno accumulato una mole spropositata di diritti a fronte di una sproporzione notevolissima degli altri soggetti in gioco(e questo è un mostro giuridico unico nel suo genere,dato che anche nei contratti,molto liberi nella forma,non è cosentita una spoporzione eccessiva che comporti un eccessivo sacrificio di una delle parti).Mah,se andiamo avanti così,si finirà per non essere più sicuri di poter usufruire di quello che si compra nemmeno dopo averlo pagato(e aver pagato 300 tasse "preventive").
  • Crazy scrive:
    Se non posso fare il BackUp...
    CIAO A TUTTIse non mi verra` permesso di farmi quante copie voglio di BackUp di un Disco che ho comperato pagandolo regolarmente, vorra` dire che non me lo comprero`.Dopo che ho speso dei $oldi per comperarmi un CD, non posso nemmeno farmi delle copie di BackUp da utilizzare nel caso in cui mi si strisci un disco???Ma stiamo scherzando?E se mi si striscia l'originale di cui non ho potuto fare copie che faccio?Me lo devo ricomprare?Ma che pensano che la gente sia tutta scema?Io, mi comper un CD, me ne faccio subito 2 copie.Uso solo le copie, un CD se ne va nell'Autoradio, dove, come si sa, si usura presto, e l'altro me lo tengo in casa da ascoltare sullo stereo o sul Computer.Se la possibilita` di fare cio` mi sara` negata, io Boicottero` l'acquisto del Disco originale in questione ed al massimo, mi accontentero` di quello che verra` trasmesso per Radio, e consiglio a tutti di fare lo stesso, cosi` faremo arrivare un messaggio chiaro e forte a queste Major: quello che paghiamo, e` nostro!!!DISTINTI SALUTI
  • Anonimo scrive:
    ma non era...
    ma come?!?! come?!?!ma se qualcuno diceva "ma no non sarà come credete potrete fare come fate di solito tutte balle dei Linari" e qualcuno si divertiva a trollare che il DRM era tutta una farsa..
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] ah ah ah io non ho problemi
    - Scritto da: rock and troll
    io non rippo i cd...

    io non ho ipod....

    io non ho mp3....

    Mi basta sentire una volta una canzone per
    ricordarla a memoria...e riprodurla nella mina
    mente malata infinite vole... ah ah ah ah ah ah
    ah ah aha h

    riaa 0

    troll 10

    ah ah ah ahmaledetto.. ti infileremo un chip fritz nel cervello!
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando compro il vino
    - Scritto da: Anonimo
    Non pretendo di poterne fare una copia.Diciamo che non dovresti berne moltoAltrimenti scrivi queste cazzate
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando compro il vino
    - Scritto da: Anonimo
    Non pretendo di poterne fare una copia.No. Però nessun produttore di vino ti fa pagare una tassa sull'acquisto dei bottiglioni vuoti...
  • THe_ZiPMaN scrive:
    Bene, quindi adesso...
    ... togliamo dai coglioni quell'ingiusto balzello che grava sulle memorie di massa.Se non è lecito fare le copie non deve nemmeno essere lecito che si paghi per qualcosa di illegale.
  • rock and troll scrive:
    [OT] ah ah ah io non ho problemi
    io non rippo i cd...io non ho ipod....io non ho mp3....Mi basta sentire una volta una canzone per ricordarla a memoria...e riprodurla nella mia mente malata infinite volte... ah ah ah ah ah ah ah ah ah NON CE LIMITE ALLA MIA PAZZIA!!!!riaa 0 ---
    troll 10ah ah ah ah sono proprio furbo!!!==================================Modificato dall'autore il 20/02/2006 0.24.12
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando compro il vino
    - Scritto da: Anonimo
    Non pretendo di poterne fare una copia.Si ma tu copri il diritto d'uso del dato in esso contenuto, non del supporto. Quindi puoi avere tutto il diritto di fartene una copia..perchè se ti si rompe il supporto..tu non debba ripagare per un diritto che hai già pagato.Il paragone col vino non regge.
  • Anonimo scrive:
    DIciamolo, CHE SCHIFO
    Gli utenti devono comprare piu' copie dello stesso CD per garantire il fatturato ?
  • Anonimo scrive:
    E a siamo a -999...
    ...CD/DVD che avrei potuto comprare e che invece scaricherò...
  • Anonimo scrive:
    Quando compro il vino
    Non pretendo di poterne fare una copia.
  • Anonimo scrive:
    Ho io la soluzione!
    Non comprargli più un cazzo. Non copiare o scaricare perchè non ha senso rischiare la galera per una canzonetta ma non comprare più un cazzo.
Chiudi i commenti