HADOPI, inizio zoppicante

Sono in media 2mila al giorno le notifiche inviate agli utenti sospetti: delusione degli aventi diritto e dell'Eliseo

Roma – Primi dati sull’operato dell’ Haute Autorité pour la diffusion des ?uvres et la protection des droits sur Internet  ( HADOPI ): circa 100 mila le email inviate ai cittadini della rete sospettati di pirateria .

Eric Walter, segretario generale di HADOPI, ha divulgato questi numeri preliminari della strategia dei tre colpi attiva in Francia da ottobre: “Si va dalle 4mila alle 550 email al giorno”.
La media quotidiana si aggira intorno ai 2mila avvisi: si è insomma lontani dalle cifre invocate prima che la misura entrasse in vigore (si parlava di 10mila notifiche al giorno).

La delusione ha spinto i rappresentanti dei detentori dei diritti, con la Société civile des producteurs de phonogrammes en France  (SPPF) in testa, a dichiararsi del tutto insoddisfatti: i casi che meriterebbero secondo loro l’email d’ammonizione sarebbero circa 25mila al giorno. Con un meccanismo più automatico che permetta alle email di avere davvero un effetto dissuasivo sui comportamenti lesivi del diritto d’autore e senza considerare i possibili errori connaturati ad un elevato numero di indirizzi sospetti trattati in poche ore.

Anche il Governo sarebbe peraltro spinto a pensare ad un modifica con decreto per automatizzare il meccanismo di invio delle notifiche.

Numeri non entusiasmanti anche per l’iniziativa con cui l’Eliseo vuole mettere a disposizione dei giovani una carta prepagata per incentivare l’acquisto legale di musica online e che ha esordito da appena tre settimane: nonostante lo strumento manchi dei controlli necessari ad evitare abusi (e può dunque essere utilizzato anche per l’acquisto di app da App Store o essere acquistata da coloro che superano il limite dei 25 anni) la domanda è rimasta debole , tanto che il budget stabilito dal Governo sempre essere molto più che sufficiente.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • stefano marchi scrive:
    daccoridssimo
    grande HUGO CHAVEZ!!!!! HASTA SIEMPRE
  • Sandro kensan scrive:
    Hub? dove lo avete letto?
    Che ci sia apologia di reato come in Italia è grave ma che si faccia un hub è gravissimo e sarebbe la situazione cinese, quindi mi chiedo dove lo avete letto? Da quali fonti vi abbeverate?Io ho letto la BBC che non riporta per nulla questa questione dell'Hub e poi ho letto questo:http://www.philstar.com/Article.aspx?articleId=641456&publicationSubCategoryId=200che afferma:It also says electronic media must establish procedures to "allow the restricting, without delay" of content deemed objectionable. Violators may be punished with fines, though questions remain about how enforcement will be carried out.Il mio scarso inglese mi suggerisce che questo hub non c'è:«Si dice anche che i media elettronici devono stabilire le procedure per "consentire la limitazione, senza ritardo " dei contenuti ritenuti discutibili. I trasgressori possono essere puniti con multe, anche se permangono dubbi sulla modalità di esecuzione.»Non ho letto molte fonti ma mi pare che i trasgressori saranno multati e quindi suppongo e spero che l'hub non ci sia.
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Hub? dove lo avete letto?
      Si mi pare ci sia ma non adesso e non è chiaro se effettivamente ci sarà:«According to article 212 of the law's amended version, the state will create an interconnection or access point for Internet Service Providers with the aim of regulating traffic within or into Venezuela in order to more effectively use the country's networks because of the sector's strategic nature.Does this access point mean the introduction of a state monopoly of Internet access and regulation? Will ISPs be obliged to provide information about activities that are subject to regulation? In other words, will such a mechanism open the way to Internet content filtering at the expense of online freedom of information?»http://www2.emmegipress.it/blog/2010/12/17/venezuela-free-speech-defender-assaulted-in-parliament-as-more-gag-laws-are-voted/
  • Franco scrive:
    Giustamente.
    Giustamente le apologie di reato, l'incitamento alla violenza ed il materiale volgare od osceno non ristretto ad un utenza maggiorenne non può essere giustificato; però, si spera che questa azione di censura non riguardi con invenzioni giudiziarie od altro anche quello che non rientra nei detti parametri.
  • panda rossa scrive:
    Venezuela, stiamo arrivando!
    Almeno in Venezuela, Chavez non ha tanti peli sulla lingua.Dice chiaramente che praticano la censura sulla rete.E tra le motivazioni della censura non vengono neppure nominati i contenuti sotto copyright.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Venezuela, stiamo arrivando!
      "Il governo di Chavez ha quindi rifiutato qualsiasi accusa di censura da parte degli attivisti. Le nuove disposizioni sarebbero perfettamente in linea con i diritti garantiti dalla Costituzione, aiutando i netizen locali a tutelarsi meglio da spacciatori di droga, prostituzione e crimini assortiti."dove l'avrebbe detto ? Semmai vedo la solita favoletta per giustificarla.
      • Franky scrive:
        Re: Venezuela, stiamo arrivando!
        - Scritto da: Sgabbio
        "Il governo di Chavez ha quindi rifiutato
        qualsiasi accusa di censura da parte degli
        attivisti. Le nuove disposizioni sarebbero
        perfettamente in linea con i diritti garantiti
        dalla Costituzione, aiutando i netizen locali a
        tutelarsi meglio da spacciatori di droga,
        prostituzione e crimini
        assortiti."

        dove l'avrebbe detto ? Semmai vedo la solita
        favoletta per
        giustificarla.I censori dicono tutti cosi'...vi censuriamo per il vostro bene per proteggervi per tutelare l'ordine pubblico..."ecco prego...signor blogger noi la vogliamo tutelare da se stesso si accomodi in galera assieme ad i suoi colleghi"...
        • Vindicator scrive:
          Re: Venezuela, stiamo arrivando!
          - Scritto da: Franky
          noi la vogliamo tutelare da se stesso si accomodi
          in galera assieme ad i suoi
          colleghi"...stanza 101, Ministero dell'Amore.
Chiudi i commenti