Halo 3, si decide il futuro delle console?

Luci stroboscopiche, musica assordante, tifo da stadio. Negli USA è il delirio per il nuovo capitolo dello sparatutto Microsoft. Un best-seller annunciato. Ecco i numeri

Roma – Se non si è rischiata la sommossa , poco ci è mancato: i giornalisti presenti ieri sulla Fifth Avenue a New York raccontano il delirio collettivo di gente in fila per accaparrarsi la prima copia di uno dei più acclamati, desiderati e anticipati videogame della storia. Halo 3 è finalmente arrivato, ed il suo sbarco promette di rimpinguare le casse di mamma Microsoft. Forse addirittura di segnare una svolta nella lotta per il predominio nel mondo delle console videoludiche.

La cronaca della serata di New York racconta di appassionati in fila da quasi 2 giorni, magliette e gadget distribuiti a destra e a manca, di una bibita chiamata Game Fluel , secondo qualcuno un po’ disgustosa, distribuita senza risparmio alla folla. Non mancano gli appassionati di cosplay travestiti da Master Chief (così si chiama il paladino protagonista della trilogia sci-fi), in una atmosfera che cresce di entusiasmo fino alla mezzanotte.

Tanta TV a riprendere l’evento: ci sono stelle dello spettacolo e dello sport ospiti della catena Best Buy che giocano in anteprima dentro il negozio, enormi schermi che rimandano ovunque ossessivamente in onda il trailer che anticipa l’uscita del videogame, spezzoni di trasmissioni televisive, interviste ai fan, immagini della strada. Finalmente a mezzanotte si aprono le porte e inizia la vendita: centinaia di gamers in fila da ore , che potranno ottenere la loro copia di Halo 3 e correre a casa a giocarci. Sempre che, dopo tanto tempo in piedi, ne abbiano ancora la forza.

Master Chief Ai veri appassionati interessa poco il comodo servizio offerto da molte catene, che consentiva di ordinare il gioco e passarlo a ritirare con calma: c’è persino chi ha ricevuto il suo disco di Halo 3 con parecchio anticipo, grazie alla disattenzione del venditore o scaricandolo . Ma la possibilità di ricevere la propria copia all’una del mattino dalle mani di Master Chief in persona (o meglio, dall’attore che lo impersona), giunto a bordo di una Hummer truccata per assomigliare ad un veicolo del gioco, non ha prezzo. C’è gente che ha saltato la scuola o il lavoro per esserci.

Un successo annunciato dunque: i numeri in campo sono di tutto rispetto, visto che sono stati già prenotati oltre un milione e mezzo di dischi e che si prevedono vendite per oltre 4 milioni di confezioni nei primi due mesi solo negli USA. Gli uomini Microsoft sperano di riuscire addirittura a bruciare il record di incassi di SpiderMan 3 , che nel primo weekend al botteghino ha incassato 151 milioni di dollari: ma con 10mila negozi aperti nella notte per il lancio, Halo 3 potrebbe aver polverizzato questo record. Il precedente capitolo aveva totalizzato 125 milioni di dollari nel primo weekend. E poi Natale è quasi alle porte , e sarà nella stagione natalizia che i numeri dovranno diventare da capogiro.

Per riuscire nell’impresa, la macchina del marketing ha raggiunto nuovi livelli di pervasività : Master Chief è ovunque , dai fast-food alla TV, nei fumetti, sulle bibite e c’è persino il pupazzetto LEGO . In gioco non c’è soltanto il primato di vendita: c’è anche la supremazia (definitiva?) nel settore delle console, rivoluzionato dall’arrivo della Wii e dal mezzo-flop della PlayStation3.

Xbox, giunta alla seconda generazione, fino ad oggi non ha fruttato molto alle casse di BigM: ma grazie alla scelta di titoli interessanti e ad un certo anticipo nell’arrivo sul mercato, le vendite sono state molto più lusinghiere che per la concorrente Sony . Nintendo, dal canto suo, è riuscita a raccogliere numeri importanti , grazie alla sua interfaccia innovativa e al suo costo inferiore.

Eppure, negli ultimi tempi, i numeri hanno ricominciato a girare per Microsoft: Xbox360 ha fatto segnare un aumento del 63% nelle vendite a luglio , contro un 5% in meno per la Wii. Ancora molto distante la PS3, che vende meno della metà di quanto faccia la Xbox, e circa 4 volte meno della console Nintendo. Ma ora, con l’arrivo di Halo 3 , tutte queste cifre sono destinate a cambiare : molti compreranno una Xbox solo per giocare con Halo 3 , e l’effetto novità della Wii potrebbe esaurirsi molto presto.

Nei prossimi mesi si giocherà dunque una partita importante nel settore dell’intrattenimento da salotto. Non bisogna neppure dimenticare che alla PS3, Sony ha affidato anche l’importante compito di promuovere il suo Blue-Ray : un eventuale flop potrebbe portarsi appresso ben più che una console e qualche videogioco.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • anonimo scrive:
    che strano
    Ieri in un articolo sul controllo AZIERNDALE sulla dichiarazione del sesso di partecipanti ad una game community c'era il tag censura, oggi per un controllo STATALE preventivo sui social network no.Che sia il fatto che in questo caso la Cina non c'entra ?
  • solite stronzate scrive:
    solite stronzate
    solite stronzate
  • nanashi san scrive:
    cuomo se la suona e se la canta
    vediamo di capirci.. hanno finto di essere predatore, preda e genitore. Se la cantanano e se la suonano da soli.Mancano solo tre particolari importanti: un vero predatore, una vera preda e un vero genitori. Manca tutto. Viva le "indagini preventive"Ricordo che incastrare dei colpevoli in questo modo, SPINGENDOLI a delinquere, tra l'ALTRO e' gia stato cassato dai tribunali.
Chiudi i commenti