Halt tedesco a Google Books

Berlino fa ricorso contro l'accordo di BigG da 125 milioni di dollari. Comporterebbe una violazione delle leggi tedesche. Mountain View: in USA valgono le leggi USA

Roma – Mentre in Italia è stata annunciata la digitalizzazione dei testi delle biblioteche da parte di BigG, il governo tedesco è sul piede di guerra contro Google Book Search.

Sarebbe stato depositato, infatti, un ricorso contro l’accordo firmato da Google e dagli autori ed editori statunitensi che permetterebbe la creazione di una mega biblioteca online.

Secondo il governo tedesco il patteggiamento firmato nel 2008 violerebbe le norme di Berlino sul copyright , non proteggendo gli autori ed editori tedeschi. In base a quanto dichiarato da Johannes Christian Wichard, dirigente del ministero della Giustizia tedesco, l’accordo avrebbe il drammatico effetto di creare una nuova gestione globale dei diritti d’autore, senza però prevedere alcun contributo degli editori tedeschi, interessati e colpiti dalla decisione della corte statunitense.

In una nota , Google ha già chiarito la sua posizione a riguardo. Il patteggiamento da 125 milioni riguarderebbe solo il territorio statunitense, sarebbe regolato da leggi statunitensi e solo i lettori d’oltreoceano potrebbero usufruire della biblioteca online. L’Europa, dunque, non verrebbe affatto toccata dall’iniziativa di BigG. Ma il governo tedesco non ne sarebbe del tutto certo.

La Germania diventa, così, il primo Paese ad opporsi all’iniziativa di Google, anche se già altre voci di protesta si sono alzate negli scorsi mesi. Il dipartimento di Giustizia degli States sta già analizzando l’accordo e le eventuali violazioni del copyright e anche i rivali di BigG Microsoft, Yahoo! e Amazon hanno dichiarato la loro contrarietà.

L’Unione Europea ha, poi, di recente annunciato un’interrogazione per approfondire gli effetti dell’accordo di BigG sul diritto d’autore in Europa.

Il patteggiamento, raggiunto dopo anni di battaglie legali, prevede il pagamento da parte di Mountain View di 125 milioni di dollari a favore delle associazioni degli editori, in cambio della creazione del registro di opere da mettere a disposizione del pubblico con il consenso degli autori.

Federica Ricca

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • SCORPIONE scrive:
    LE MEMORIE SI ESAURISCONO
    TUTTI SAPPIAMO CHE QUESTE MEMORIE HANNO UN NUMERO LIMITATO DI SCRITTUREQUANDO SI SARANNO ESAURITE CHE NE FACCIAMO DELLA MATHERBOARD LA BUTTIAMO
    • Maestro Miyagi scrive:
      Re: LE MEMORIE SI ESAURISCONO
      Concordo, piuttosto pensino ad aumentare la durata in cicli di scrittura (ma comunque il problema si porrebbe lo stesso) o almeno a creare una pennetta o aggeggio affine che sia attaccabile e staccabile dalla scheda madre
  • Eustorgio scrive:
    Hu Hu! Chissa` come...
    Ci gira Linux!!! In 16 Gb ci sta largo e ci girerebbe benissimo.Ottima idea!
  • ezio scrive:
    E il dual-boot?
    Avvio windows e mi formatta in NTFS la flash copiandosi i suoi Gb di dati.Riavvio e linux mi riformatta in ext4 copiandoci la root?Oppure il file-system è dettato dalla scheda madre con buona pace dei permessi NTFS e degli attributi ext4? E il character-set?l'idea è buona ma secondo me senza partizionare quei 16Gb si va poco lontano, con tutti i problemi annessi e connessi
    • fusion scrive:
      Re: E il dual-boot?
      Tu sei fuso come un caco.Niente ferie quest'anno eh?- Scritto da: ezio
      Avvio windows e mi formatta in NTFS la flash
      copiandosi i suoi Gb di
      dati.
      Riavvio e linux mi riformatta in ext4 copiandoci
      la
      root?
      Oppure il file-system è dettato dalla scheda
      madre con buona pace dei permessi NTFS e degli
      attributi ext4? E il
      character-set?

      l'idea è buona ma secondo me senza partizionare
      quei 16Gb si va poco lontano, con tutti i
      problemi annessi e
      connessi
  • bubu scrive:
    Domanda...
    Se la questione è tutta sul caching dei dati, mi chiedo cosa centri l'SSD.Non potrebbero essere cachati anche i dati da/a un normale disco magnetico?In fondo non si tratta solo del controller (S)ATA?
    • bigotto scrive:
      Re: Domanda...
      - Scritto da: bubu
      Se la questione è tutta sul caching dei dati, mi
      chiedo cosa centri l'SSD.forse non hai letto l'articolo?
      Non potrebbero essere cachati anche i dati da/a
      un normale disco magnetico?appunto... se questa soluzione si mostrasse soddisfacente, gli SSD potrebbero diventare inutili (viato che sono più costosi e meno capienti)
    • ezio scrive:
      Re: Domanda...

      Se la questione è tutta sul caching dei dati, mi chiedo cosa centri l'SSD.usano per la cache lo stesso tipo di memoria che usano per l'SSD
      Non potrebbero essere cachati anche i dati da/a un normale disco magnetico?esistono già le cache di cui parli ma sono molto più piccole (qualche Mb) e non sono persistenti, vengono azzerate al reset del disco o del controller.più che una cache trasparente come quelle attuali ha senso che il SO lo usi come deposito di dati (un disco supplementare molto veloce) ma a quel punto sorge il problema del dual-boot. Come coesistono più sistemi che vogliono usare quella flash?
  • maurooo scrive:
    Evviva gli elementi 'immobili'
    Non è solo questione di velocità, bensì di affidabilità; gli SSD ad oggi sembrerebbero comunque più solidi degli Hard Disk, evitando i continui backup dei dati agli utenti. Gli hd contengono parti che si muovono a velocità estrememente elevate, contribuendo a creare calore, rumore ed alta probabilità di rottura che nessun S.M.A.R.T. ad oggi ha mai potuto prevedere. Per me il futuro è negli elementi 'immobili' :)
    • Osvy scrive:
      Re: Evviva gli elementi 'immobili'
      - Scritto da: maurooo
      evitando i
      continui backup dei dati agli utentiCome no! Guarda che i backup vanno fatti comunque, perché il problema non è qual'è la probabilità di rottura, ma che SE si rompe e perdi dei dati, questo può essere un danno ben superiori ai costi di backup.Talvolta poi ci sono problemi di altro tipo, hai letto tempo addietro i problemi di firmware degli SSD Intel di seconda generazione? Che chi c'è intoppato ha perso i dati? Un'evenienza di questo tipo per un utente aziendale non è accettabile, dunque i backup si fanno sempre e comunque.
      contengono parti che si muovono a velocità
      estrememente elevate, contribuendo a creare
      calore, rumore ed alta probabilità di rottura che
      nessun S.M.A.R.T. ad oggi ha mai potuto prevedere.E' un parere di un tecnico? Perché io non lo sono, ma a logica credo poter scrivere che lo SMART ha una funzione predittiva "statistica", a mio parere non può prevedere la rottura, ma ti indica probabilmente in anticipo che inizia ad esserci una certa possibilità e dunque può di sicuro salvarti dall'evento infausto.Del resto non è che un HD non rotto significhi che sia perfetto: può tranquillamente avere anche settori danneggiati, è già previsto nella sua gestione che entro certi limiti dei settori vengano inibiti e sostituiti con altri di riserva.
      Per me il futuro è negli elementi 'immobili' :)Ma di sicuro, hai scoperto l'acqua calda :-) però al momento il fattore "costo" è troppo sbilanciato. Ciò non toglie che utenti che abbiano forti necessità possano ad esempio gestire i propri dati in maniera partizionata, ad es. i più importanti e ferquentementi usati su SSD di piccola taglia (e quindi costo accettabile), gli altri su HD normali. ciao
      • panda rossa scrive:
        Re: Evviva gli elementi 'immobili'
        - Scritto da: Osvy
        Come no! Guarda che i backup vanno fatti
        comunque, perché il problema non è qual'è la
        probabilità di rottura, ma che SE QUANDO si rompe e
        perdi dei dati, questo può essere un danno ben
        superiori ai costi di
        backup.Doverosa correzione.
        • Osvy scrive:
          Re: Evviva gli elementi 'immobili'
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Osvy

          Come no! Guarda che i backup vanno fatti

          comunque, perché il problema non è qual'è la

          probabilità di rottura, ma che SE QUANDO
          si rompe
          e

          perdi dei dati, questo può essere un danno ben

          superiori ai costi di

          backup.

          Doverosa correzione.Il QUANDO è fuori luogo a causa della presenza dell"e":"ma che SE QUANDO si rompe perdi dei dati"va bene, ma"ma che SE QUANDO si rompe e perdi dei dati"è chiaramente cacofonico, e nel contesto del discorso complessivo va bene come ho scritto, senza il QUANDO. Si accettano altri pareri... ciao
          • panda rossa scrive:
            Re: Evviva gli elementi 'immobili'
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Osvy


            Come no! Guarda che i backup vanno fatti


            comunque, perché il problema non è qual'è la


            probabilità di rottura, ma che SE
            QUANDO

            si rompe
            e


            perdi dei dati, questo può essere un danno ben


            superiori ai costi di


            backup.



            Doverosa correzione.

            Il QUANDO è fuori luogo a causa della presenza
            dell"e":

            "ma che SE QUANDO si rompe perdi dei dati"
            va bene, ma
            "ma che SE QUANDO si rompe e perdi dei dati"
            è chiaramente cacofonico, e nel contesto del
            discorso complessivo va bene come ho scritto,
            senza il QUANDO. Si accettano altri pareri...
            ciaoNon hai capito:Errata: ... ma che SE si rompe ...Corrige: ... ma che QUANDO si rompe ...Il fatto che una memoria di massa si possa rompere non e' una ipotesi, ma una certezza, tanto piu' repentina quanto piu' sono importanti i dati e quanto piu' tempo e' trascorso dall'ultimo backup (ammesso che sia stato fatto).
          • maroo scrive:
            Re: Evviva gli elementi 'immobili'
            Scusate se mi intrometto, ma vi dimenticate anche le leggi di Murphy, che il tro HD si rompera' proprio in quei 10 minuti in cui ancora non hai fatto un backup!!!!
          • panda rossa scrive:
            Re: Evviva gli elementi 'immobili'
            - Scritto da: maroo
            Scusate se mi intrometto, ma vi dimenticate anche
            le leggi di Murphy, che il tro HD si rompera'
            proprio in quei 10 minuti in cui ancora non hai
            fatto un
            backup!!!!E in quel caso perdi quei 10 minuti di dati, e non c'e' niente da fare.L'importante e' saperlo prima di venire a piangere in sala server.
          • maurooo scrive:
            Re: Evviva gli elementi 'immobili'
            eh eh si si 'QUANDO' non 'SE' .... condivido !Ovviamente sono convinto che 'gli elementi immobili' tra 3 o 4 anni saranno più convenienti, molto più affidabili e ci sarà la possibilità di gestire backup automatici e trasparenti tra due o più unità SSD: immagino semplicemente un'icona
            con la felicità di produttori ed utenti....tutto qui.S.M.A.R.T. ?! il mio primo pc fu uno ZX Spectrum 16kb e di hd smartati morti ne ho seppelliti sin troppi...nessuno di loro esimio statistico mi avvisò della sua prematura dipartita :)ad postera sententiam
          • Osvy scrive:
            Re: Evviva gli elementi 'immobili'
            - Scritto da: panda rossa
            Non hai capito:
            Errata: ... ma che SE si rompe ...
            Corrige: ... ma che QUANDO si rompe ...Ok, capito. E si tratta di un concetto che ho scritto più volte anche io, concordo
            Il fatto che una memoria di massa si possa
            rompere non e' una ipotesi, ma una certezza,
            tanto piu' repentina quanto piu' sono importanti
            i dati e quanto piu' tempo e' trascorso
            dall'ultimo backup (ammesso che sia stato
            fatto).Si, però il fatto che si rompa non comporta che per forza devi perdere dei dati: infatti ho scritto "se si rompe E perdi". Potresti avere un backup del tutto completo. ciao
    • ray scrive:
      Re: Evviva gli elementi 'immobili'
      nel futuro magari saremo tutti morti!!i dischi magnetici sono stati dati per morti gia parecchie volte, e invece sono ben strafloridi.
  • paolo scrive:
    Si sono dimenticati di una cosa
    Un disco SSD non è rumoroso quanto un hard disk tradizionale.
    • Luca69 scrive:
      Re: Si sono dimenticati di una cosa
      ...e consuma moooolto meno !
      • Osvy scrive:
        Re: Si sono dimenticati di una cosa
        - Scritto da: Luca69
        ...e consuma moooolto meno !ma consuma molto di più il conto in banca...
      • Frank scrive:
        Re: Si sono dimenticati di una cosa
        - Scritto da: Luca69
        ...e consuma moooolto meno !...guarda che consuma meno soltanto quando è "a riposo", mentre durante lo scambio dati (praticamente continuo in un server) consuma addirittura di più e scalda pure tanto!
    • Osvy scrive:
      Re: Si sono dimenticati di una cosa
      - Scritto da: paolo
      Un disco SSD non è rumoroso quanto un hard disk
      tradizionaleFinora questo ha impedito di mettere HD nei PC ovunque usati, compresi uffici, camere da letto, salotti?
      • XRay scrive:
        Re: Si sono dimenticati di una cosa
        - Scritto da: Osvy
        - Scritto da: paolo

        Un disco SSD non è rumoroso quanto un hard disk

        tradizionale
        Finora questo ha impedito di mettere HD nei PC
        ovunque usati, compresi uffici, camere da letto,
        salotti?Finora non c'era una soluzione conveniente e penso non ci sia ancora: non ci sarà fin quando i prezzi degli SDD o tecnologie equivalenti non saranno più competitivi. Escludendo il prezzo, un SDD fatto come si deve lo prenderei ad occhi chiusi. Intanto gli HDD non è che abbiano avuto tutto questo sucXXXXX sui lettori multimediali portatili e altri dispositivi. L'informatica è sempre più mobile e preferirei senza dubbio uno SDD su un portatile, perché oltre all'assenza di rumore (e di vibrazioni) hanno una maggiore resistenza agli urti.
  • pentolino scrive:
    Storage misto?
    Io francamente non vedo problemi se in futuro il pc avrà uno storage misto, parte ssd e parte magnetico; dalle prove sul campo fatte in questi anni si è visto che (escludendo i dischi ssd top di gamma che hanno prezzi improponibili) i dischi magnetici hanno ancora di gran lunga il vantaggio di un elevato transfer rate ed un costo a GB bassissimo (quindi adattissimi per contenere file di grandi dimensioni come quelli multimediali), mentre gli ssd hanno la caratteristica di avere tempo di acXXXXX bassissimo e dunque risultano adatti a caricare molti file piccoli (come è il caso tipico di avvio/utilizzo del sistema operativo o di programmi complessi tipo suite da ufficio - Open Office sul computer dual core dell' ufficio mi carica più o meno nello stesso tempo che ci mette l' eeepc 701 a caricarlo da scheda SSD classe 6).Quindi con un controller (nemmeno troppo) intelligente non sarebbe un problema stabilire una soglia sotto la quale i file vanno nell' ssd e sopra nell' hd classico; con file system tipo zfs entrerebbe tutto nello stesso pool e potrebbe anche essere del tutto trasparente all' utente.
  • Pedro scrive:
    Ci sta tutta /
    Con linux,dove i programmatori sanno fare il loro dovere e programmi mastodontici da diversi GB non esistono, in 16GB ci sta tutta la root del sistema.Io ho una root da 15GB e ne ho occupati 9, e di cavolate ne ho installate!
    • ipse dixit scrive:
      Re: Ci sta tutta /
      Concordo...Ma di questo, purtroppo, chi usa quel "pachiderma" di Windows (praticamente tutte le versioni) non se ne rende conto.Tanto poi uscirà Windows 8 che avrà bisogno di 50Gb per l'installazione, di 8Gb di RAM per accenderesi a mala pena, per far girare il suo vetusto "Notepad" :-)Eppure la fine di Microsof deve essere molto vicina. Appena i fornitori incominceranno a NON sottoscrivere + crontratti/accordi con M$, quando sui PC acquistati potrai scegliere quale SO installarci su... Apple è un corferma: http://it.wikipedia.org/wiki/Apple_DarwinQuindi i presupposti ci sono.Non ho nulla contro Microsoft ma contro la loro indole di "Assopugliatutto" si! senza dare nulla in cambio (agli utenti dico...)
      • Ramelov scrive:
        Re: Ci sta tutta /
        - Scritto da: ipse dixit
        Eppure la fine di Microsof deve essere molto
        vicina. Appena i fornitori incominceranno a NON
        sottoscrivere + crontratti/accordi con M$Sì, sono certo che accadrà senz'altro entro la fine del mese.
        • nauseato scrive:
          Re: Ci sta tutta /
          Sì, sono certo che accadrà senz'altro entro la fine del mese (il declino di M$). Sei troppo ottimista: è un proXXXXX inesorabile, già in atto, ma purtroppo non così veloce.
          • urrrr scrive:
            Re: Ci sta tutta /
            - Scritto da: nauseato
            Sì, sono certo che accadrà senz'altro entro la
            fine del mese (il declino di
            M$).

            Sei troppo ottimista: è un proXXXXX inesorabile,
            già in atto, ma purtroppo non così
            veloce.seee...sai che sento questa storia da quasi 10 anni?tutti gli anni si ripresnenta..SEMPRE! E tutti gli anni dite che è "l'anno buono"...Siete ridicoli...
  • vavava scrive:
    costa
    Sarebbe una scheda madre piuttosto costosa rispetto ad una soluzione tutta SSD!Ciao
    • Osvy scrive:
      Re: costa
      - Scritto da: vavava
      Sarebbe una scheda madre piuttosto costosa
      rispetto ad una soluzione tutta SSD!Ma funzionerebbe con tutti gli HD che gli attacchi (anche tradizionali), e non solo con l'SSD che ha la memoria Nand, sbaglio?
  • Enjoy with Us scrive:
    Semplice soluzione ponte...
    ... è evidente che servirà solo a traghettare gli utenti verso gli SSD!
    • bibop scrive:
      Re: Semplice soluzione ponte...
      o ancor piu' semplice a prolungare l'efficacia dei dischi a meccanica rotante e tutti i vantaggi che portano (tra tutti: costi, capacita' oltre che durata della capacita' di scrittura) attraverso una cache "ragionata" che permetta di ottimizzare l'acXXXXX ai dischi "classici" quindi velocizzare le operazioni e prolungare la durata delle batterie dei portatili.. drenate all'inverosimile dalle ultime versioni di windowsquindi a fare proprio l'opposto di quanto hai affermato-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 settembre 2009 00.16-----------------------------------------------------------
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Semplice soluzione ponte...
        - Scritto da: bibop
        o ancor piu' semplice a prolungare l'efficacia
        dei dischi a meccanica rotante e tutti i vantaggi
        che portano (tra tutti: costi, capacita' oltre
        che durata della capacita' di scrittura)
        attraverso una cache "ragionata" che permetta di
        ottimizzare l'acXXXXX ai dischi "classici" quindi
        velocizzare le operazioni e prolungare la durata
        delle batterie dei portatili.. drenate
        all'inverosimile dalle ultime versioni di
        windows

        quindi a fare proprio l'opposto di quanto hai
        affermatoNon esageriamo, avere una sorta di grande cache (grande poi fino ad un certo punto visto che si parla di 16 GB con Ram che ormai viaggiano sui 6 Gb!) può certo ridurre le latenze degli HD meccanici, ma è altrettanto evidente che non potranno mai raggiungere le performance di un reale SSD!Io la vedo così; già da fine 2010 ci sarà una discreta diffusione di SSD di piccole dimensioni (64-128 GB) al prezzo su strada sotto i 100 euro che verranno utilizzati come disco per SO e applicativi e un HD secondario di ampie dimensioni per i dati (foto, filmati ecc)
    • James Kirk scrive:
      Re: Semplice soluzione ponte...
      ... ammesso che non funzioni come la precedente 'TurboCache' ;)E comunque gli SSD si compreranno in massa solo a prezzi molto minori degli attuali.
    • Osvy scrive:
      Re: Semplice soluzione ponte...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      ... è evidente che servirà solo a traghettare gli
      utenti verso gli SSD!Letto bene l'articolo?... mi pare che invece allungherà la vita agli HD tradizionali. Che non saranno soppiantati fin quando costo di 100 GB SSD


      costo di 100 GB HD(


      sta per "molto superiore"... licenza matematica)
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Semplice soluzione ponte...
        - Scritto da: Osvy
        - Scritto da: Enjoy with Us

        ... è evidente che servirà solo a traghettare
        gli

        utenti verso gli SSD!

        Letto bene l'articolo?... mi pare che invece
        allungherà la vita agli HD tradizionali. Che non
        saranno soppiantati fin quando costo di 100 GB
        SSD


        costo di 100 GB
        HD

        (


        sta per "molto superiore"... licenza
        matematica)Non esageriamo, avere una sorta di grande cache (grande poi fino ad un certo punto visto che si parla di 16 GB con Ram che ormai viaggiano sui 6 Gb!) può certo ridurre le latenze degli HD meccanici, ma è altrettanto evidente che non potranno mai raggiungere le performance di un reale SSD!Io la vedo così già da fine 2010 ci sarà una discreta diffusione di SSD di piccole dimensioni (64-128 GB) al prezzo su strada sotto i 100 euro che verranno utilizzati come disco per SO e applicativi e un HD secondario di ampie dimensioni per i dati (foto, filmati ecc)
        • bibop scrive:
          Re: Semplice soluzione ponte...
          postare lo stesso testo in piu' sezioni del thread e' maleducati... e il fatto che lo scrivi piu' volte nn vuol dire che hai ragione...e quello che tu vedi nn e' quello di cui parla l'articolo... questo di intel non e' un tentativo di traghettare dai dischi a meccanica rotante a quelli allo stato solido... come tu hai affermato.. .e'ì il tentativo di prolungare la vita di una tecnologia vecchia ma economica e di fare i conti con quello che e' attualmente windows...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Semplice soluzione ponte...
            - Scritto da: bibop
            postare lo stesso testo in piu' sezioni del
            thread e' maleducati... e il fatto che lo scrivi
            piu' volte nn vuol dire che hai
            ragione...
            se la risposta si adatta perchè no?
            e quello che tu vedi nn e' quello di cui parla
            l'articolo... questo di intel non e' un tentativo
            di traghettare dai dischi a meccanica rotante a
            quelli allo stato solido... come tu hai
            affermato.. .e'ì il tentativo di prolungare la
            vita di una tecnologia vecchia ma economica e di
            fare i conti con quello che e' attualmente
            windows...Se lo dici tu!
          • bibop scrive:
            Re: Semplice soluzione ponte...
            non lo dico io.. si chiama comprensione del testo... hai scritto una emerita castroneria...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Semplice soluzione ponte...
            - Scritto da: bibop
            non lo dico io.. si chiama comprensione del
            testo... hai scritto una emerita
            castroneria...Certo certo solo tu sai comprendere il testo... Oh illuminato!379176
          • bibop scrive:
            Re: Semplice soluzione ponte...
            no.. pero' se uno da quello che e' scritto nell'articolo deduce o suppone quello che hai scritto tu.... con certezza assoluta posso affermare che non ci hai capito una emerita mazza... che poi tu nel 93% dei casi dica cippalippate e quel 7% rimanente ci becchi per puro caso non mi e' storia nuova...
      • DarkOne scrive:
        Re: Semplice soluzione ponte...
        - Scritto da: Osvy
        Letto bene l'articolo?... mi pare che invece
        allungherà la vita agli HD tradizionali. Che non
        saranno soppiantati fin quando costo di 100 GB
        SSD


        costo di 100 GB
        HD

        (


        sta per "molto superiore"... licenza
        matematica)Io ho letto bene che sono state dette una marea di ca**ate immonde."Gli analisti prevedono il soppianto degli SSD": ma che XXXXXXXte dite? Ma chi sono questi analisti, topolino e paperino? Quell'accrocco di simil-cache non sostituità mai una soluzione di basso livello con storage molto più veloce di un classico disco rigido. Ma ce lo vedete un server con quella schifezza sopra? Mah...io vedrei piuttosto una SAN composta interamente da SSD.
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Semplice soluzione ponte...
          - Scritto da: DarkOne
          - Scritto da: Osvy

          Letto bene l'articolo?... mi pare che invece

          allungherà la vita agli HD tradizionali. Che non

          saranno soppiantati fin quando costo di 100 GB

          SSD


          costo di 100 GB

          HD



          (


          sta per "molto superiore"... licenza

          matematica)

          Io ho letto bene che sono state dette una marea
          di ca**ate
          immonde.
          "Gli analisti prevedono il soppianto degli SSD":
          ma che XXXXXXXte dite? Ma chi sono questi
          analisti, topolino e paperino?

          Quell'accrocco di simil-cache non sostituità mai
          una soluzione di basso livello con storage molto
          più veloce di un classico disco rigido. Ma ce lo
          vedete un server con quella schifezza sopra?
          Mah...io vedrei piuttosto una SAN composta
          interamente da
          SSD.Infatti, come già detto è solo una proposta (poi bisognerà vedere se avrà sucXXXXX) per mediare l'enorme differenza di prestazioni fra un SSD (vedi gli OZC sotto i 100 euro già oggi) e un HD classico. Come detto penso che già per fine 2010 ci sarà la diffusione di soluzioni miste SSD piccolo ma veloce per SO e applicativi e HD tradizionale di ampie dimensioni per i dati.
  • Giggetto scrive:
    nessun problema per gli SSD
    16 Gb saranno appena sufficienti per il SO.. e i dati dell'utente dove li mettiamo?E' chiaro e ovvio che gli SSD un futuro ce l'avranno eccome, i dischi attuali sono dei residuati paleozoici dal punto di vista tecnologico.
    • Notevole scrive:
      Re: nessun problema per gli SSD
      Capito tutto eh...
      • Giggetto scrive:
        Re: nessun problema per gli SSD
        sì.. questa memoria montata su disco è la versione aggiornata della cache su CPU.. affianca e coadiuva la memoria di sistema, non la sostituisce, quindi spazio agli SSD o come li vorrano chiamare in futuro, mi basta non avere più quei piatti rotanti tra le scatole.
    • vavava scrive:
      Re: nessun problema per gli SSD
      - Scritto da: Giggetto
      16 Gb saranno appena sufficienti per il SO.. e i
      dati dell'utente dove li
      mettiamo?
      E' chiaro e ovvio che gli SSD un futuro ce
      l'avranno eccome, i dischi attuali sono dei
      residuati paleozoici dal punto di vista
      tecnologico.Bè questo se usi Windows. Se usi un altro OS puoi mettere solo i dati che vengono aggiornati o ricercati spesso come la FAT e poi ricopiarli per sicurezza sul disco.CiaoNDR: Caro PI mettete ad posto il codice antispam che ho le P piene!
    • Osvy scrive:
      Re: nessun problema per gli SSD
      - Scritto da: Giggetto
      E' chiaro e ovvio che gli SSD un futuro ce
      l'avranno eccome, i dischi attuali sono dei
      residuati paleozoici dal punto di vista
      tecnologicoFunzionano e costano poco (rispetto agli SSD). E considerato come funzionano (con quella testina ad un micro dal piatto), le densità di magazzinaggio dei dati ecc., il fatto che funzionino pure negli aggeggi che ci portiamo a giro tutti i giorni, mi pare che ci sia dentro tanta tecnologia, altroché! Viva i residuati paleozoici :-) che mi salvaguardano il portafoglio...
    • Rover scrive:
      Re: nessun problema per gli SSD
      Anche il fucile è un residuato....ma viene tuttora utilizzato.Oppure l'automobile. 4 ruote erano e 4 son rimasteOppure parliamo di treni, ecc ecc ecc
Chiudi i commenti