Hardware, le brevissime di oggi

Chiave USB ricorda-password - Nuovi masterizzatori DVD 16x DL da Lite-On - Analizzatore di rete portatile Linux-based - L'home theatre di Jepssen corre sul filo - Appliance per la sicurezza perimetrale - Altoparlanti Creative da viaggio

Una chiave USB MetaPass M500
Ultimobyte distribuisce in Italia MetaPass M500 , una chiave USB che consente di effettuare il login automatico a tutti i sistemi protetti da password, senza dover introdurre le differenti password che proteggono ogni sito Web o applicazione. E’ sufficiente inserire la chiave nella porta USB del personal computer, digitare il PIN (anche detto “master password”) e verrà visualizzata la lista dei sistemi protetti da password ai quali accedere con un solo clic del mouse. MetaPass M500, infatti, non si limita a custodire le password ma, attraverso la funzione “One-Click Login”, effettua il login automatico. Con un clic sull’icona del sistema a cui si vuole accedere, MetaPass andrà automaticamente alla schermata di login, compilerà opportunamente i campi ID e password ? anche se il processo richiede più di una pagina – e permetterà l’accesso all’utente. Le password memorizzate sulla chiave USB sono cifrate con l’algoritmo Blowfish a 448 bit. MetaPass è dotata di 16 MB di memoria, sufficienti per memorizzare più di 1.000 password o, in alternativa, per archiviare file di piccole dimensioni. Il prezzo è di 119 euro.

Masterizzatori DVD 16x da Lite-On
Lite-On ha lanciato sul mercato due nuovi modelli di masterizzatore DVD interno, il SOHW 1633s e il SOHW 1653S , capaci di scrivere i DVD+R 16x e i DVD+R double-layer (DVD+R9). I due modelli hanno prestazioni identiche tranne per quel che riguarda la velocità massima di scrittura dei DVD-R, che è di 12x per il 1653s e di 8x per il 1633s, e quella dei DVD+R9, di 2,4x per il 1633s e di 4x per il 1653s. La velocità massima di scrittura dei CD è invece di 48x per i registrabili e di 24x per i riscrivibili. I due drive sono equipaggiati con una funzione integrata di risparmio energetico, un buffer di memoria da 2 MB e la funzione SMART-BURN per la protezione contro i rischi di buffer underrun. Il modello 1633S (con in bundle Ahead Nero Express 6) è disponibile da subito a un prezzo stimato di vendita di 95 euro, mentre il 1653s sarà disponibile a novembre ad un prezzo ancora da definire.

Analizzatore di rete portatile
Fluke Networks ha annunciato la disponibilità di EtherScope Network Assistant , un analizzatore portatile progettato per facilitare la rapida installazione, manutenzione e risoluzione dei problemi delle reti enterprise da 10/100/gigabit. Basato su Linux, l’analizzatore è in grado di identificare automaticamente lo switch, l’interfaccia e la VLAN relative al collegamento del dispositivo rilevato, semplificando la risoluzione dei problemi e il monitoraggio delle modifiche alla configurazione. Inoltre, i dispositivi rilevati possono essere organizzati comodamente in subnet IP, domini NetBIOS e reti IPX. L’utility Switch Scan, invece, pone i tecnici di rete nella condizione di “guardare all’interno” degli switch, portando alla luce statistiche sul traffico, errori e device collegati a ciascuna porta. Il sistema è dotato di uno schermo LCD a colori touch-screen attraverso cui è possibile monitorare ogni dispositivo e consultare statistiche di rete come mix di protocolli, fonti di errori e principali sender e broadcaster. EtherScope, che ha dimensioni di 20 x 16,5 x 5 cm e pesa 900 grammi, ha porte audio e USB, memoria espansibile e slot di espansione CF e PCMCIA. Il suo prezzo di listino è di 6.000 euro.

Jepssen Wireless Home Theatre System
Jepssen ha presentato i nuovi moduli Wave RTX HTS , studiati per risolvere il problema dei fili antiestetici su pareti e pavimenti derivanti dai collegamenti via cavo degli speaker anteriori, laterali o posteriori negli impianti home theatre (2.1, 5.1, 7.1, ecc.), in particolare quelli posti a maggiore distanza rispetto all’amplificatore o subwoofer amplificato. I moduli wireless di Jepssen consentono la trasmissione via etere (2,4 GHz) dell’audio ad alta fedeltà fino a 100 metri. Il kit Wave RTX HTS è composto da 1 modulo trasmettitore Wave TX HTS (fino a 4 canali selezionabili) e 1 modulo ricevitore Wave RX HTS in grado di controllare fino a 2 speaker. Aggiungendo ulteriori moduli è possibile, quindi, controllare un numero pressoché illimitato di speakers. I moduli Wave RTX HTS possono essere abbinati a tutti gli Home Theatre Systems Jepssen o alla stragrande maggioranza degli speaker presenti sul mercato. Il prezzo di un kit Wave RTX HTS è di 143,88 euro.

Appliance di sicurezza Firebox X Edge
WatchGuard Technologies ha ampliato la propria famiglia di appliance di sicurezza integrate con la nuova linea Firebox X Edge , per rispondere alle esigenze di uffici remoti e di telelavoro e piccole imprese. Le appliance Firebox X Edge sono progettate per offrire alle piccole e medie imprese sicurezza a livello perimetrale della rete a prezzi accessibili. Utilizzando Firebox X Edge in connessione con un’appliance Firebox X installata nella sede centrale, le aziende possono gestire e monitorare la rete in modo centralizzato. Questo dispositivo gestisce in un’unica soluzione integrata funzioni firewall, VPN, sicurezza wireless, filtraggio Web e capacità antivirus desktop. Le aziende che, in futuro, desiderassero accedere alle funzionalità presenti nei modelli superiori, possono farlo introducendo nell’appliance degli appositi codici di attivazione. L’appliance Firebox X Edge è disponibile in tre distinti modelli, sia wireless che cablati, caratterizzati da differenti livelli di capacità e prestazioni: Firebox X5 / X5w, Firebox X15 / X15w e Firebox X50 / X50w. I modelli cablati saranno disponibili per la fine del mese attraverso i rivenditori WatchGuard autorizzati di tutto il mondo, mentre il rilascio dei modelli wireless è previsto per l’ultimo trimestre dell’anno. I prezzi suggeriti variano dai 498 euro + IVA del modello Firebox X5 ai 1.088 euro + IVA del modello Firebox X50.

Creative TravelSound 200
I TravelSound 200 sono la versione rinnovata della linea di altoparlanti ultracompatti di Creative dedicati ai dispositivi mobili, come lettori MP3, lettori di CD e notebook. La nuova versione ha lo stesso design ripiegabile a libro costruito attorno a due sottili coni in titanio e, secondo il produttore, è sufficientemente piccola da poter stare nella tasca di una giacca. L’alimentazione è data da quattro pile di tipo AA. Oltre alla funzione “Wide Effect”, che aumenta la resa stereo complessiva, TravelSound 200 è dotato di funzione Normalizer, che consente di mantenere costante il volume di riproduzione di brani musicali provenienti da varie fonti. I TravelSound 200, che contengono anche una custodia da viaggio, hanno un prezzo di 49,90 euro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mechano scrive:
    Siemens e Linux
    E' da un po' che Siemens ha abbracciato Linux. Ma in Europa non e' la sola.Io a casa ho un access point bluetooth e un router ADSL Wireless entrambi con Linux e interfaccia web di programmazione.Inutile dire che funzionano benissimo, con ottime prestazioni, e ad un prezzo molto basso. Su ebay li ho trovati a 16 euro l'access point bluetooth e 87 euro il router ADSL con modem integrato e wireless 802.11g+ a 108Mbit/s. Sono entrambi basati su CPU PowerPC embedded e Linux embedded.Siemens e' l'unica vera azienda innovatrice europea insieme a ST Microelectronics.E stanno applicando alla lettera quella regola che vuole Linux come "zona franca" dal quale e' possibile prendere tante nozioni, buon codice e tecnologie di networking da riapplicare a prodotti di consumo e buon hardware.Una diffusione cosi' costante rendera' quasi ogni hardware intorno a noi linux based e alla fine molte altre aziende closed, da Microsoft a Symbian a Palm e VxWorks o si adegueranno o chiuderanno (almeno il settore embedded e dell'elettronica di consumo).Anche nel settore dei palmari M$ e' ancora tutto fumo e poco arrosto, instabilita' incredibile, macchine che si resettano e perdono dati, browser mozzati di molte funzioni, campanellini e lucette colorate ma sotto sotto tecnicamente anni luce indietro a PalmOS e SymbianOS.--Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it==================================Modificato dall'autore il 12/10/2004 13.52.48
    • Anonimo scrive:
      Re: Siemens e Linux
      quanto vorrei che fosse vero.Softunatamente ad oggi gli unici che comprano palamar usano M$ o palm in congiunzione ad applicativi di navigazione cartografica tipo tomtom, applicativo che per linux magari anche zaurus non esiste.nello specifico m$ sta mangiando palm, ma moolto lentamente.gli altri utenti sono telefonini, per i quali la maggior parte sono sembyan fino a quando nokia deterrà il potere.ad oggi linux nel settore emebedded è molto diffuso solo in router ed affini, mercato che storicamente ha usato spessissimo BSD ,ovvero chi usava già unixanche se con amarezza,mi dispiace ammetterlo ma la realtà è questa
  • mailfabio scrive:
    solo per sviluppatori linux embedded
    script di connessione linux con umts per datacard e modem bluetooth:http://www.delorenzo.info/phpBB2/per chi fosse interessato a dispositivi embedded/linux/umts:NOSPAM_fabio@delorenzo.info_NOSPAMPS: ringrazio h3g per i modem e le SIM fornite
    • Anonimo scrive:
      Re: solo per sviluppatori linux embedded
      - Scritto da: mailfabio
      script di connessione linux con umts per
      datacard e modem bluetooth:

      www.delorenzo.info/phpBB2 /

      per chi fosse interessato a dispositivi
      embedded/linux/umts:

      NOSPAM_fabio@delorenzo.info_NOSPAM

      PS: ringrazio h3g per i modem e le SIM
      forniteMolto utile,Grazie di cuore :-)
  • Anonimo scrive:
    Max Headroom è quasi realtà
    Qualcuno di voi avrà sicuramente visto la serie TV Max Headroom del 1984 dove il protagonista è un giornalista televisivo che utilizzava una telecamera wireless per le sue riprese.La cosa più sconvolgente è la seguente frase che ho trovato sul primo sito che mi è capitato al riguardo:Incidentally, from the birthdate and age given for Bryce Lynch (in the novelisation by Steve Roberts), it can be deduced that "Max Headroom" (at least the British version) takes place in the year 2004.http://www.public.iastate.edu/~spires/max.htmlhttp://www.public.iastate.edu/~spires/Max/maxguide.html
    • Anonimo scrive:
      [OT] gran programma!
      Era un gran telefilm. :DTra l'altro la figura di Max Headroom e' citata nel film Nirvana (il gestore del distributore di benzina) ;)CoD
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] gran programma!
        Praticamente tutte le tecnologie fantasticate in Max Headroom per il 2004 sono effettivamente disponibili:1) Telecamere wireless 2) Televoto (vedi MHP e decoder digitale terrestre)3) Borsellino elettronico4) Altre che non ricordoPer fortuna al momento non siamo ancora nella situazione sociale sceneggiata in Max Headroom.Chissà se ci arriviamo o su questo aspetto si sono sbagliati ?
  • Anonimo scrive:
    Meglio il buon vecchio metodo
    SE NON CI SARA UNA FLAT UMTS PEnso che ssara troppo costoso un sistema di tal genere..penmsate ai falsi allarmi per esempiomeglio una vecchia cam cha fa foto ogni 5 secondi e le spedisce in gprs solo se suona l allarme..efficace e meno costoso...ue!dobbiamo solo scovare dei ladri!
  • sinadex scrive:
    costi e funzioni?
    ma avrà anche bluetooth? e (domanda retorica) avrà costi umani?
Chiudi i commenti