Hawking: c'è vita là fuori

La colonizzazione dello spazio secondo Stephen Hawking. Che sogna avamposti spaziali, esplorazioni stellari e l'impegno dell'umanità per rendere questi sogni realtà

Roma – Mentre la NASA è tuttora impegnata a risolvere le difficoltà interne , Stephen Hawking torna a far sognare gli appassionati di fantascienza con nuove dichiarazioni a base di viaggi interstellari e stazioni orbitanti. Intervistato sul futuro dei progetti aerospaziali, il celebre fisico britannico ha fornito dettagli interessanti sulle prossime tappe da percorrere e sulle possibilità concrete di esplorare l’Universo .

Stephen Hawking In occasione del 50esimo anniversario della NASA, Hawking è stato invitato a partecipare a una conferenza presso la George Washington University , durante la quale ha sottolineato l’importanza di accelerare gli investimenti nelle future colonie spaziali. Il particolare, il professore di Cambridge ha sottolineato la necessità di completare alcuni obiettivi a breve termine, anticipando le spedizioni lunari al 2020 e quelle successive per Marte al 2025.

Secondo l’esperto, in entrambi i casi occorrerà concentrarsi su equipaggi umani piuttosto che investire fondi in operazioni con robot. Queste ultime, molto meno costose, non avrebbero lo stesso impatto nel catturare l’immaginazione popolare . Inoltre, solo con spedizioni umane si contribuirebbe a diffondere la razza umana nello spazio. La visione di Hawking in questo campo rifletterebbe essenzialmente la posizione del premio Nobel Steven Weinberg , convinto sostenitore delle esplorazioni umane nella programmazione spaziale.

L’umanità dovrebbe poi colonizzare altri pianeti con condizioni simili a quelle della Terra. Al momento, ha ribadito il fisico, non esistono le condizioni e la tecnologia in grado di supportare esplorazioni di questo tipo. Tuttavia egli ritiene possibili, nei prossimi 200-500 anni, viaggi interstellari che possano espandere la presenza umana nell’universo .

50 anni di NASA Riguardo ai fondi da investire nelle spedizioni, Hawking sostiene che l’umanità potrebbe continuare ad affrontare battaglie come quelle ambientali e contemporaneamente destinare una parte delle risorse avanzate nella colonizzazione spaziale. Anche se si aumentasse di 20 volte il budget attualmente destinato all’esplorazione dello spazio, le risorse internazionali sarebbero ancora poche rispetto a quelle necessarie.

Infine, il fisico ha espresso il suo parere anche a proposito del progetto SETI . Secondo lo scienziato, l’ assenza di segnali provenienti dallo spazio potrebbe dipendere da tre ipotesi: la prima prevede che le forme di vita nell’universo siano estremamente rare; la seconda è che ci siano molte forme di vita primitive, ma scarseggino quelle intelligenti; nell’ultima, la più inquietante, Hawking ammette che le civiltà intelligenti possano tendere a distruggersi velocemente tra di loro.

Alessandro Lucarelli

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Akiro scrive:
    giusto ripristinare ecocho, però...
    Non ho presente com'era la ricerca da ecocho con Google, fatto sta che con "Yahoo Ecocho" effettuando una ricerca ricevo come primi 2 risultati dei link sponsorizzati con lo sfondo tipo azzurrino (ad indicare il link a pagamento), poi 10 risultati attinenti alla ricerca, quindi altri 2 link a pagamento...2+10+2...la stessa ricerca su Yahoo non presenta link a pagamento.solo 10 link.Com'è 'sta storia??Aggiungono sponsor loro?
    • Akiro scrive:
      Re: giusto ripristinare ecocho, però...
      aggiungo che magari basterebbe spostare questi link a pagamento in una colonna a destra... come fa google di norma
  • fpc scrive:
    ...Google Green Commitment (?)
    Mi verrebbe da chiedere a Google: Perchè sul sito Corporate dai enfasi del tuo "Green Commitment" e del "Zero carbon impact" e poi non supporti un sito come Ecocho, ma ne supporti altri che utilizzano lo stesso metodo per acquisire crediti/soldi da devolvere?!?Rumble rumble... proprio non capisco...
    • Paolino scrive:
      Re: ...Google Green Commitment (?)
      - Scritto da: fpc
      Mi verrebbe da chiedere a Google: Perchè sul sito
      Corporate dai enfasi del tuo "Green Commitment" e
      del "Zero carbon impact" e poi non supporti un
      sito come Ecocho, ma ne supporti altri che
      utilizzano lo stesso metodo per acquisire
      crediti/soldi da
      devolvere?!?

      Rumble rumble... proprio non capisco...Basta leggere la policy e capisco...
  • bimbumbam scrive:
    il colore dei soldi
    ...la questione è al rovescio:se usi ecocho, non vedrai la pubblicità di google "link sponsorizzato" in cima al pr e "link sponsorizzati" che vedi sulla colonna a dx di google.........a google questa cosa non piace proprio...tutto quì, come al solito, nella "scala dei valori" in cima ci sono i "soldi", .....la vita e "assimilati" vale, per queste persone, meno!buon "termovalorizzatore" a tutti @^
    • marco scrive:
      Re: il colore dei soldi
      - Scritto da: bimbumbam
      ...la questione è al rovescio:
      se usi ecocho, non vedrai la pubblicità di google
      "link sponsorizzato" in cima al pr e "link
      sponsorizzati" che vedi sulla colonna a dx di
      google......confermo. eseguendo la stessa ricerca su yahoo e ecocho, i link sponsorizzati sono diversi, quindi ecocho utilizza il motore di ricerca di turno per i risultati "generali", mentre poi ci mette i propri link sponsorizzati. che vuol dire che google, ma anche yahoo, non ci guadagna (a meno di altri tipi di accordi fra ecocho e i motori di ricerca).
      ...a google questa cosa non piace proprio...tutto
      quì, come al solito, nella "scala dei valori" in
      cima ci sono i "soldi", .....la vita e
      "assimilati" vale, per queste persone,
      meno!non che la cosa che mi stupisca, ma non penso che ecocho possa essere così di massa da creare un problema..boh, a mio parere brutta figura da parte di google. un'azienda come tante altre.
  • Pino scrive:
    Non si diventa ricchi...
    Pagando ad altri. Anche se la causa per cui si paga è ottima e sostenibile.
  • barra78 scrive:
    ma sono fuori?
    A prescindere dall'iniziativa a scopo umanitario come si permettono di costringere gli utenti a cliccare sulle pubblicità?Giustissima la scelta di google. Devono tutelere non tanto i loro interessi ma quelli di chi investe in advertising con adsense. Obbligare al click significa che l'azienda che ha inserito l'annuncio visualizzato spende senza aver possibilità di avere un ritorno economico. Mi spiace xchè l'iniziativa è lodevole ma così si truffano gli inserzionisti
    • NetWorm scrive:
      Re: ma sono fuori?
      Perdonami, non sono d'accordo con te.Prima di tutto nessuno è obbligato a cliccare sugli annunci, infatti può tranquillamente utilizzare un altro motore di ricerca o direttamente Google sulla sua pagina ufficiale, in secondo luogo gli inserzionisti paganti non hanno mai la certezza che i click sui loro annunci portino automaticamente guadagni, come non è detto che chi clicca su quegli anunci poi non ne approfitti per acquistare il prodotto pubblicizzato :) Se poi non sbaglio i click aumentano il ranking del sito, ma qui potrei dire una cavolata, quindi non prendere troppo sul serio quest'ultima frase.
      • barra78 scrive:
        Re: ma sono fuori?
        Sul contratto degli inserzionisti ci sono norme che gli garantiscono l'evitare i clik fraudolendi. Ciaè forzati. Stando a quanto riporato da punto informatico x eseguire una ricerca c'era l'obbligo di cliccare su uno sponsor. Questo imho è illegito. I click poi non garantiscono miglior ranking. O meglio: 2.000.000 click si ma cavolo un SEO ti costerebbe molto molto -
    • Vitto scrive:
      Re: ma sono fuori?
      Io ho usato (ed us) ecocho ma non ho mai cliccato su nessun link sponsorizzato...A mio parere il sito non incoraggia a cliccare sui links sponsorizzati: come si legge qua (http://www.ecocho.it/lang_it/whats-ecocho.php) il sito pianterà due alberi ogni mille _ricerche_ non ogni mille click su link sponsorizzati. Quindi la presa di posizione del team di Adsense mi sembra un po' esagerata... anche Firefox viola la policy allora ("Firefox start", home page di default è un motore di ricerca di Google... più incentivati a ricercare di così?).Pazienza, userò le ricerche di Yahoo....
    • barra78 scrive:
      Re: ma sono fuori?
      ho controllato il sito e ritiro tutto. Non c'è affatto l'obbligo di cliccare su sponsor come invece scritto nell'articolo. Potrebbero esserci altri sotterfugi (codici malevoli o altro) oppure la barra che si può installare potrebbe fare porcherie non lo so. Vedremo la replica di google....
    • necosi scrive:
      Re: ma sono fuori?
      ma mi sa che tu non hai capito nulla cara barra78.rileggi l'iniziativa ecocho!
Chiudi i commenti