HP, il PC è ancora lì

Hewlett-Packard presenta una valanga di nuovi computer desktop all-in-one e una nuova versione ultraportatile del laptop Pavillion

Roma – Scorporare tutta la divisione che gestisce il business dei PC o lasciare questa categoria all’interno del portfolio? I vertici HP meditano sul da farsi ma nel frattempo la società di Palo Alto ha presentato una moltitudine di nuovi PC dedicati alla fascia consumer e alle piccole imprese, insieme ad un super laptop.

Sette nuovi computer desktop andranno ad aggiungersi alla famiglia All-in-One , tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre. Anche in questo caso si tratta di sistemi piuttosto compatti, di facile installazione, che cercano di includere tutti i componenti all’interno dello schermo per sbarazzarsi del case.

I prodotti in uscita in America utilizzeranno Intel Sandy Bridge o processori AMD, a seconda della versione. I modelli dedicati all’utenza business, Elite 7320 e Pro 3420 metteranno a disposizione più potenza e più spazio per i dati, arrivando fino a 2 Terabyte di hard disk.
I tagli dei monitor oscilleranno da 20 a 23 pollici di diagonale ma i modelli della linea TouchSmart potranno anche contare sulla tecnologia touch-screen. I prezzi di listino spazieranno invece tra 400 e 850 dollari.

Contemporaneamente Hewlett-Packard ha anche messo in commercio la nuova versione “ultraportatile” del Pavilion DM1 con display da 11,6 pollici (1366×768 pixel). Anche in questo caso si potrà scegliere tra CPU Intel (Core i3 ULV) o processore AMD Zacate (e-300 o e-450) supportati da 4GB di memoria DDR3. Le altre caratteristiche tecniche del laptop includono hard disk da 320GB, WiFi, uscita video HDMI e slot per schede SD. I nuovi Pavillon saranno disponibili dal 21 settembre negli Stati Uniti con prezzi a partire da 399 dollari.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Rok scrive:
    Mha
    L'annuncio e' un po' fumoso. Ok l'haking di tutto quanto e' connesso al sistema infotainement (gps, radio cd, bluetooth, ecc.) e sicuramente fattible, anche perche' alla fine avendoci lavorato su posso dire che a volte le cose vengono fatte a c. di cane (magari raramente, pero' sicuramente sono pochi i guru di sicurezza che mettono mano sul codice, magari scritto da consulenti poco esperti o da software factory delocalizzate in India).Per le centraline abs, motore, airbag il discorso cambia sicuramente, ci sono standard molto rigidi e penso che lo sviluppo ed il test siano fatti con molta attenzione. Pero' da quello che ne so i sistemi di infotainement sono collegati alle varie centraline (per es. per misurare i consumi di carburante) attraverso un bus (per es. CAM) e li' chi mi dice che una certa sequenza di bit sul bus non fa bloccare la centralina?
    • Osvaldo scrive:
      Re: Mha
      - Scritto da: Rok
      L'annuncio e' un po' fumoso. Ok l'haking di tutto
      quanto e' connesso al sistema infotainement (gps,
      radio cd, bluetooth, ecc.) e sicuramente
      fattible, anche perche' alla fine avendoci
      lavorato su posso dire che a volte le cose
      vengono fatte a c. di cane (magari raramente,
      pero' sicuramente sono pochi i guru di sicurezza
      che mettono mano sul codice, magari scritto da
      consulenti poco esperti o da software factory
      delocalizzate in
      India).Di solito i collegamenti con navigatori gps e bluetooth vengono demandati al modulo autoradio incorporato di serie.E' da pazzi pensare di far gestire tali acXXXXXri dalla centralina di sistema della macchina, è un errore che nessuna casa automobilistica si è mai permessa di fare (e spero che non accadrà mai).Ricordo a tutti che le automobili si costruiscono almeno 60 anni prima dei PC, e in quanto ad esperienza le case automobilistiche non hanno certo bisogno di lezioni da nessuno.
      Per le centraline abs, motore, airbag il discorso
      cambia sicuramente, ci sono standard molto rigidi
      e penso che lo sviluppo ed il test siano fatti
      con molta attenzione. Pero' da quello che ne so i
      sistemi di infotainement sono collegati alle
      varie centraline (per es. per misurare i consumi
      di carburante) attraverso un bus (per es. CAM) e
      li' chi mi dice che una certa sequenza di bit sul
      bus non fa bloccare la
      centralina?Il rischio c'è ma è molto remoto, reso alquanto difficile dal fatto che ogni casa automobilistica adotta un proprio sistema di comunicazione CANBUS. E recentemente anche con sistemi di controllo molto rigidi come la telecodifica di ogni accessiorio collegato.Sarebbe come voler scrivere un malware per 100 sistemi operativi diversi, con tanto di certificazione bucata, possibile certo ma molto molto difficile a farsi.
      • Rok scrive:
        Re: Mha

        Di solito i collegamenti con navigatori gps e
        bluetooth vengono demandati al modulo autoradio
        incorporato di
        serie.
        E' da pazzi pensare di far gestire tali acXXXXXri
        dalla centralina di sistema della macchina, è un
        errore che nessuna casa automobilistica si è mai
        permessa di fare (e spero che non accadrà
        mai).
        Ricordo a tutti che le automobili si costruiscono
        almeno 60 anni prima dei PC, e in quanto ad
        esperienza le case automobilistiche non hanno
        certo bisogno di lezioni da
        nessuno.Io mi riferivo al caso in cui con la macchina ti vendono anche navigatore GPS, bluetooth, lettore DVD, ecc. ecc. Cioe' quando nel cruscotto hai un sistema embedded, piuttosto simile ad un computer, con un sistema operativo. Se poi auesto aggeggio e' anche collegato ad Internet, e' chiaro che i problemi esistono eccome. Come dicevo prima, questo aggeggio collegato in rete ha anche la spossibilita' di accedere ai dati delle centraline per es. per il consumo carburante o per assitere il GPS.Sull'esperienza delle case automobilistiche in ambito informatico non saprei... basta guardare ai navigatori GPS che costano 2000 euro e non sono all'altezza di un TomTom da 150 euro.
        • Osvaldo scrive:
          Re: Mha
          - Scritto da: Rok
          Io mi riferivo al caso in cui con la macchina ti
          vendono anche navigatore GPS, bluetooth, lettore
          DVD, ecc. ecc. Cioe' quando nel cruscotto hai un
          sistema embedded, piuttosto simile ad un
          computer, con un sistema operativo. Se poi auesto
          aggeggio e' anche collegato ad Internet, e'
          chiaro che i problemi esistono eccome. Come
          dicevo prima, questo aggeggio collegato in rete
          ha anche la spossibilita' di accedere ai dati
          delle centraline per es. per il consumo
          carburante o per assitere il
          GPS.Questi devices sono generalmente ben isolati dalle varie centraline di gestione del motore, dell'airbag, dell'ABS e dell'ESP.Puoi cracckare un autoradio di serie come vuoi, o anche il lettore DVD così come il cdb, ma difficilmente riuscirai ad accedere o ad interfacciarti a livelli di codice completamente diversi come le centraline su indicate.
          Sull'esperienza delle case automobilistiche in
          ambito informatico non saprei... basta guardare
          ai navigatori GPS che costano 2000 euro e non
          sono all'altezza di un TomTom da 150
          euro.Forse non mi sono spiegato bene, per esperienza delle case automobilistiche intendo dire che gli ingegneri meccanici conoscono bene i limiti dell'informatica e della sicurezza dei vari SO, e da buoni meccanici se ne guardano bene nel far diventare i loro prototipi su quattro ruote delle specie di computer software-dipendenti.Che poi il navigatore integrato sia una ciofega costosissima rispetto al Tom Tom è cosa risaputa, ma prova a cracckarlo se ci riesci...
  • Fesion scrive:
    Giusto ieri
    Parlavo con un collega dell'iterazione tra produttori di telefoni e compagnie informatiche: i telefonini si sono evoluti fino a diventare mini-pc, con il fatto che due contesti un tempo diversi si stanno unendo (google-motorola, hp-palm, apple che fa entrambe le cose già da sè... e scommetto che ne vedremo ancora... MS-nokia???).Dicevo appunto al mio collega che gli impianti delle auto evolveranno fino a interessare le compagnie informatiche: ci saranno quindi confronti/scontri tra compagnie automobilistiche ed informatiche, come è sucXXXXX per i telefonini: vedendo cosa sta accadendo in questo campo ultimamente, penso che userò la bici.
    • Osvaldo scrive:
      Re: Giusto ieri
      - Scritto da: Fesion
      Dicevo appunto al mio collega che gli impianti
      delle auto evolveranno fino a interessare le
      compagnie informatiche: ci saranno quindi
      confronti/scontri tra compagnie automobilistiche
      ed informatiche, come è sucXXXXX per i
      telefonini: vedendo cosa sta accadendo in questo
      campo ultimamente, penso che userò la
      bici.Come ho già detto in un altro intervento le industrie automobilistiche sono nate molto prima dei computer, e hanno almeno 60 anni di vantaggio in quanto ad esperienza.Credo che non si faranno infinocchiare così rendendo le automobili dei computer portabili pieni di bug e zozzerie varie. Sanno bene che chi viaggia su una automobile deve per prima cosa sentirsi sicuro, ed avere sotto al XXXX una eeprom o una centralina che gira sotto windows non è proprio il massimo della vita...
      • Fiber scrive:
        Re: Giusto ieri
        - Scritto da: Osvaldo
        - Scritto da: Fesion

        Dicevo appunto al mio collega che gli
        impianti

        delle auto evolveranno fino a interessare le

        compagnie informatiche: ci saranno quindi

        confronti/scontri tra compagnie
        automobilistiche

        ed informatiche, come è sucXXXXX per i

        telefonini: vedendo cosa sta accadendo in
        questo

        campo ultimamente, penso che userò la

        bici.

        Come ho già detto in un altro intervento le
        industrie automobilistiche sono nate molto prima
        dei computer, e hanno almeno 60 anni di vantaggio
        in quanto ad
        esperienza.
        Credo che non si faranno infinocchiare così
        rendendo le automobili dei computer portabili
        pieni di bug e zozzerie varie. Sanno bene che chi
        viaggia su una automobile deve per prima cosa
        sentirsi sicuro, ed avere sotto al XXXX una
        eeprom o una centralina che gira sotto windows
        non è proprio il massimo della
        vita...veramente se girano , girano sotto micro Linux et similia ..e non Windowssotto eeprom e/o centraline come hai scritto non gira nessun Windows che è un Os solo per computer-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 settembre 2011 11.25-----------------------------------------------------------
        • Osvaldo scrive:
          Re: Giusto ieri
          - Scritto da: Fiber
          veramente se girano , girano sotto Linux e non
          Windows

          sotto eeprom e/o centraline come hai scritto non
          gira nessun Windows che è un Os solo per
          computerLo so lo so, e viva Dio che sia così.Ho voluto solo estremizzare il concetto, anche se in futuro non si può certo escludere che si lasci a sistemi operativi diciamo "poco sicuri" la gestione dell'intera elettronica di un'auto.
          • Fiber scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: Osvaldo
            - Scritto da: Fiber


            veramente se girano , girano sotto Linux e
            non

            Windows



            sotto eeprom e/o centraline come hai scritto
            non

            gira nessun Windows che è un Os solo per

            computer

            Lo so lo so, e viva Dio che sia così.
            Ho voluto solo estremizzare il concetto, anche se
            in futuro non si può certo escludere che si lasci
            a sistemi operativi diciamo "poco sicuri" la
            gestione dell'intera elettronica di
            un'auto.perche' una distro Linux invece sarebbe sicura al 100% anche se qualcuno si accanisse per suo interesse e tornaconto a sviluppare del software malevolo per essa ?guarda che un software malevolo e' come un software <b
            non </b
            malevolo e utile , come quelli che usi quotidianamente sul computerl'unica cosa che cambia e' il fine che svolge non esiste sicurezza al 100% in niente
          • Osvaldo scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: Fiber
            guarda che un software malevolo e' come un
            software <b
            non </b
            malevolo e
            utile , come quelli che usi quotidianamente sul
            computer

            l'unica cosa che cambia e' il fine che svolge

            non esiste sicurezza al 100% in nienteE' vero che la sicurezza al 100% è pura utopia, ma se rendi il sistema difficilmente attaccabile per via dell'enorme potenza di calcolo richiesta per bucarlo, hai virtualmente un sistema che si può definire sicuro.E rimanendo nel mondo dell'automobile le possibilità sono ancora più remote, perché i sistemi di interfaccia sono limitati alla presa diagnosi, gestibile solo dalle officine autorizzate.
          • Fesion scrive:
            Re: Giusto ieri
            Fino a che non introdurranno maniere WiFi per collegarsi alle centraline...
          • Osvaldo scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: Fesion
            Fino a che non introdurranno maniere WiFi per
            collegarsi alle
            centraline...O sistemi di chiamata antipanico che quando sei rimasto in panne o non riesci ad aprire la macchina chiamano l'assistenza, si collegano tramite cellulare alla macchina e ti smanettano la centralina facendo quello che vogliono.I guai cominciano quando si lascia fare agli altri invece di usare il proprio cervello. Di questo passo le abilità manuali diventeranno roba del passato.
          • Fiber scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: Osvaldo
            - Scritto da: Fiber


            guarda che un software malevolo e' come un

            software <b
            non </b
            malevolo
            e

            utile , come quelli che usi quotidianamente

            sul

            computer



            l'unica cosa che cambia e' il fine che
            svolge




            non esiste sicurezza al 100% in niente

            E' vero che la sicurezza al 100% è pura utopia,
            ma se rendi il sistema difficilmente attaccabile
            per via dell'enorme potenza di calcolo richiesta
            per bucarlo, hai virtualmente un sistema che si
            può definire
            sicuro.
            <b
            E rimanendo nel mondo dell'automobile le
            possibilità sono ancora più remote, perché i
            sistemi di interfaccia sono limitati alla presa
            diagnosi, gestibile solo dalle officine
            autorizzate. </b
            questo lo dovresti dire a McAfee ..l'articolo dice:

            <i
            Maggiore è la percentuale di software che gira all'interno dei sistemi embedded presenti nelle automobili, avverte McAfee, maggiore è la possibilità che gli hacker e i cyber-criminali prendano di mira le vetture, riuscendo magari a scovare una vulnerabilità e a sfruttarla per compiere ogni genere di misfatto </i
            .<<il come non lo si sa..non sta scritto
          • krane scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: Fiber
            - Scritto da: Osvaldo

            - Scritto da: Fiber




            guarda che un software malevolo e' come
            un


            software <b
            non </b

            malevolo

            e


            utile , come quelli che usi
            quotidianamente



            sul


            computer





            l'unica cosa che cambia e' il fine che

            svolge







            non esiste sicurezza al 100% in niente



            E' vero che la sicurezza al 100% è pura
            utopia,

            ma se rendi il sistema difficilmente
            attaccabile

            per via dell'enorme potenza di calcolo
            richiesta

            per bucarlo, hai virtualmente un sistema che
            si

            può definire

            sicuro.

            <b
            E rimanendo nel mondo
            dell'automobile
            le

            possibilità sono ancora più remote, perché i

            sistemi di interfaccia sono limitati alla
            presa

            diagnosi, gestibile solo dalle officine

            autorizzate.
            </b



            questo lo dovresti dire a McAfee ..l'articolo
            dice:




            <i
            Maggiore è la percentuale di
            software che gira all'interno dei sistemi
            embedded presenti nelle automobili, avverte
            McAfee, maggiore è la possibilità che gli hacker
            e i cyber-criminali prendano di mira le vetture,
            riuscendo magari a scovare una vulnerabilità e a
            sfruttarla per compiere ogni genere di misfatto
            </i

            .<<


            il come non lo si sa..non sta scrittoGirellando un po' in web si trovano altre storielle interessanti in compenso:http://motoridiabolici.blogspot.com/2011/08/hacker-accendono-una-subaru-outback-con.html#axzz1XRuPTlHW
          • Osvaldo scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: krane
            Girellando un po' in web si trovano altre
            storielle interessanti in
            compenso:

            http://motoridiabolici.blogspot.com/2011/08/hackerPremesso che stiamo parlando di un'auto pluriacXXXXXriata con già abilitato il servizio di assistenza remota, che richiede navigatore satellitare, collegamento alla sim con acXXXXX internet e chiamata SOS.E' un caso limite questo perché la stragrande maggioranza delle auto fabbricate quando vanno in panne rimangono ferme... in attesa del meccanico o del carro attrezzi... e gli automobilisti non si vanno a complicare l'esistenza lasciando che in remoto qualcuno controlli il software della BSU aggiungendo danni a danni.Se un automobilista del ventunesimo secolo deve schiacciare un bottone quando l'auto è in panne e aspettare che intervengano in remoto ma che razza di automobilista è? Dio mio che mondo di scemi è diventato questo
          • krane scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: Osvaldo
            - Scritto da: krane

            Girellando un po' in web si trovano altre

            storielle interessanti in

            compenso:


            http://motoridiabolici.blogspot.com/2011/08/hacker
            Premesso che stiamo parlando di un'auto
            pluriacXXXXXriata con già abilitato il servizio
            di assistenza remota, che richiede navigatore
            satellitare, collegamento alla sim con acXXXXX
            internet e chiamata SOS.Una volta anche il servosterzo era solo in auto pluriacXXXXXriate se non sbaglio.
            E' un caso limite questo perché la stragrande
            maggioranza delle auto fabbricate quando vanno in
            panne rimangono ferme...Quindi secondo te non c'e' una tendenza nell'immediato futuro a portare informazioni dall'auto al cellulare ? Tipo dove diavolo ti ho posteggiata oppure inizia ad accendere il riscaldamento che sto arrivando ?
            in attesa del meccanico
            o del carro attrezzi... e gli automobilisti non
            si vanno a complicare l'esistenza lasciando che
            in remoto qualcuno controlli il software della
            BSU aggiungendo danni a danni.Mi sembra che invece sia proprio questa la tendenza a vedere qesto articolo.
            Se un automobilista del ventunesimo secolo deve
            schiacciare un bottone quando l'auto è in panne e
            aspettare che intervengano in remoto ma che razza
            di automobilista è? Dio mio che mondo di scemi è
            diventato questoSei OT.
          • Osvaldo scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: krane
            Quindi secondo te non c'e' una tendenza
            nell'immediato futuro a portare informazioni
            dall'auto al cellulare ? Tipo dove diavolo ti ho
            posteggiata oppure inizia ad accendere il
            riscaldamento che sto arrivandoLa tendenza purtroppo è questa. E lo dico con profondo rammarico, sarò della vecchia scuola ma penso che un automobilista debba avere una minima conoscienza tecnica del veicolo, ed essere in grado di capire più o meno da solo il perché una macchina si è fermata o quantomeno parcheggiarla e aspettare il carro attrezzi.Delegare tutto ad un pulsantino SOS con degli operatori che a 1000km ti fanno una diagnosi remota del veicolo mentre tu smadonni per strada è una cosa che non concepisco. Roba da femminucce insomma
          • Fiber scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: krane

            Girellando un po' in web si trovano altre
            storielle interessanti in
            compenso:

            http://motoridiabolici.blogspot.com/2011/08/hacker

            <i
            Usando una tecnica detta, in gergo, war texting, hanno usato una vulnerabilità <b
            di due sistemi (non menzionati) </b
            che permettono di controllare la vettura in remoto </i
            << :D :D :D :p-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 settembre 2011 14.54-----------------------------------------------------------
          • Deus Ex scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: krane
            Girellando un po' in web si trovano altre
            storielle interessanti in
            compenso:

            http://motoridiabolici.blogspot.com/2011/08/hackerLa Nissan GTR in vendita in Giappone monta un sistema di rilevamento automatico che gestisce un limitatore. Su strade normali la velocità massima è limitata a 180 km orari, mentre se la porti in pista, il sistema se ne accorge tramite il GPS e sblocca il limitatore, e allora supera agevolmente i 300 km orari...inutile dire che il sistema è stato crackato praticamente subito...
      • Fesion scrive:
        Re: Giusto ieri
        Sono d'accordo, ma cosa succederà in futuro se una Microsoft o una Google o una HP comprerà una casa automobilistica?Anche i telefoni sono nati prima dei computer...
        • Osvaldo scrive:
          Re: Giusto ieri
          - Scritto da: Fesion
          Sono d'accordo, ma cosa succederà in futuro se
          una Microsoft o una Google o una HP comprerà una
          casa
          automobilistica?
          Anche i telefoni sono nati prima dei computer...Sarebbe il grande sogno di BigG poterlo fare, e allo stesso tempo una tragedia per la libertà e la privacy individuale di ciascuno di noi.Un piccolo passo per la tecnologia e un grande passo verso il grande fratello
          • Fesion scrive:
            Re: Giusto ieri
            Già, considerando il fatto che Google ha ottenuto il permesso in Nevada di far circolare le sue macchine senza conducente... ho paura per la mia progenie...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 settembre 2011 11.52-----------------------------------------------------------
          • krane scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: Fesion
            Già, considerando il fatto che Google ha ottenuto
            il permesso in Nevada di far circolare le sue
            macchine senza conducente... ho paura per la mia
            progenie...Perche' mai ? Guarda le statistiche degli incidenti invece !Io prendo un'altra birra, che tanto la macchina mi porta a casa yeeeee....
          • Fesion scrive:
            Re: Giusto ieri
            Sinceramente preferirei che la macchina facesse quello che dico io, piuttosto che quello che dice Google: hai presente la scena di minority report in cui Tom Cruise è prigioniero dell'automobile? Ecco.
          • krane scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: Fesion
            Sinceramente preferirei che la macchina facesse
            quello che dico io, piuttosto che quello che dice
            Google: hai presente la scena di minority report
            in cui Tom Cruise è prigioniero dell'automobile?
            Ecco.Non serve un'auto automatica per questo: http://www.happyblog.it/post/5301/donna-chiusa-in-auto-polizia-suggerisce-di-aprire-la-portiera
          • Fesion scrive:
            Re: Giusto ieri
            Anche nel manuale della mia auto c'è scritto che si può restare chiusi dentro. Un conto è restare chiusi con l'auto ferma, un altro con l'auto che mi vuole portare chissà dove (come nella scena sopra citata).Cmq sapevo che si finiva con le donne e le auto ;)
          • krane scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: Fesion
            Anche nel manuale della mia auto c'è scritto che
            si può restare chiusi dentro. Un conto è restare
            chiusi con l'auto ferma, un altro con l'auto che
            mi vuole portare chissà dove (come nella scena
            sopra citata).Maglio lasciare che la gente guidi ubriaca che mettere un tasto di spegnimento ??
            Cmq sapevo che si finiva con le donne e le auto ;)Ora che hanno anche il tasto di spegnimento poi :D
          • Fesion scrive:
            Re: Giusto ieri
            Citando un altro film: la gente non sa guidare ubriaca perchè non ha preso la patente per guidare da ubriachi! :D
          • little magpie scrive:
            Re: Giusto ieri
            "Google ha ottenuto il permesso in Nevada"Non bisogna mica andare fino in california o in Nevada...21/02/2010 Parma http://www.gazzettadiparma.it/parmagiornonotte/dettaglio/8/35947/Presentati_in_California_i_veicoli_intelligenti_del_VisLab.html23/07/2010 Parma http://www.gazzettadiparma.it/parmagiornonotte/dettaglio/8/48374/I_veicoli_intelligenti_partono_verso_la_Cina.html27/10/2010 Parma http://www.gazzettadiparma.it/primapagina/dettaglio/1/60876/I_veicoli_senza_conducente_del_VisLab_sono_in_arrivo_a_Shanghai.html04/12/2010 Parma http://www.gazzettadiparma.it/primapagina/dettaglio/1/65888/Le_auto_senza_conducente_tornano_a_Parma_vittoriose.html02/03/2011 Parma http://www.gazzettadiparma.it/primapagina/dettaglio/1/76847/Veicoli_elettrici_e_intelligenti_Il_futuro_%C3%A8_sempre_pi%C3%B9_vicino.html15/05/2011 Parma http://www.gazzettadiparma.it/parmagiornonotte/dettaglio/8/35947/Presentati_in_California_i_veicoli_intelligenti_del_VisLab.html
          • Deus Ex scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: Osvaldo
            - Scritto da: Fesion

            Sono d'accordo, ma cosa succederà in futuro
            se

            una Microsoft o una Google o una HP comprerà
            una

            casa

            automobilistica?

            Anche i telefoni sono nati prima dei
            computer...

            Sarebbe il grande sogno di BigG poterlo fare, e
            allo stesso tempo una tragedia per la libertà e
            la privacy individuale di ciascuno di
            noi.

            Un piccolo passo per la tecnologia e un grande
            passo verso il grande
            fratelloQueste preoccupazioni mi fanno un po' ridere vedendo Facebook...cosa c'è di più grande fratello del sito in blu? Ho amici che so dove sono praticamente ad ogni ora del giorno e della notte...
          • Osvaldo scrive:
            Re: Giusto ieri
            - Scritto da: Deus Ex
            Queste preoccupazioni mi fanno un po' ridere
            vedendo Facebook...cosa c'è di più grande
            fratello del sito in blu? Ho amici che so dove
            sono praticamente ad ogni ora del giorno e della
            notte...Facebook è il più grande regalo che la CIA abbia mai avuto, a costo zero.Facebook è la banca dati per eccellenza degli internauti, e probabilmente del mondo intero visto che è possibile risalire alla rete di relazioni sociali di ogni individuo del mondo grazie anche alla rilevazione facciale delle numerose fotografie pubblicate.Google è il braccio operativo del grande fratello, tu citizen cosa vuoi fare oggi? Andare a fare la spesa? Uscire fuori a cena? Cercare qualcosa di particolare? Digita quello che ti serve e sarà cercato e prenotato, apri la tua macchina e spingi un tasto.Sarà BigG a portarti al luogo di destinazione, il grande fratello metà autista e metà faccendiere
    • Funz scrive:
      Re: Giusto ieri
      - Scritto da: Fesion
      Dicevo appunto al mio collega che gli impianti
      delle auto evolveranno fino a interessare le
      compagnie informatiche: ci saranno quindi
      confronti/scontri tra compagnie automobilistiche
      ed informatiche, come è sucXXXXX per i
      telefonini: vedendo cosa sta accadendo in questo
      campo ultimamente, penso che userò la
      bici.Visto che tra le prime sinergie c'era quella Fiat - Microsoft, fai bene :p
  • James Kirk scrive:
    Non esageriamo
    Premesso che la modifica dei chip delle auto la fanno da anni, più che altro per aumentare la potenza dei motori, la parte relativa alla gestione delle sicurezze (es ABS e sterzo) e delle funzioni dell'automobile è indipendente dall'elettronica usate per navigazione ed intrattenimento.In quest'ultima non ho dubbi che ci sia da aspettarsi dei problemi di malware, hacking cracking etc, cosa peraltro già iniziata con le mappe piratate dei navigatori e che a seguito dell'adozione di sistemi basati su Android e consimili, non potrà che peggiorare.Se quindi i costruttori di auto non saranno così folli da integrare tutta la gestione dell'auto in un solo sistema (per ora mi risulta di no) la sicurezza è (relativamente) garantita.Piuttosto ultimamente vedo nervosismo tra le software house degli antivirus che seminano FUD dicendo tutto ed il contrario di tutto pur di farsi notare; non è che cominciano a ridursi i loro fatturati a causa di soluzioni free che funzionano bene?
    • pentolino scrive:
      Re: Non esageriamo
      Mi sembra ragionevole tenere una giusta separazione, ma sai com'è, ci sono sistemi operativi che richiedono il riavvio per l'aggiornamento del browser o del lettore multimediale... non mi stupisco più di nulla ormai :-)
    • Fiber scrive:
      Re: Non esageriamo
      - Scritto da: James Kirk
      Piuttosto ultimamente vedo nervosismo tra le
      software house degli antivirus che seminano FUD
      dicendo tutto ed il contrario di tutto pur di
      farsi notare; non è che cominciano a ridursi i
      loro fatturati a causa di soluzioni free che
      funzionano
      bene?pensa se come Os nei sistemi sempre piu' computerizzati della auto per gestire di tutto e di piu' come scritto nell'articolo ci fossero delle micro distro Linux ...come nei router etc etcle tue soluzioni free anche in microsistemi inizierebbero e non essere tutto quel "bene" di cui parli ..un po' come quella storia del malware per router ADSL Dlink.....e che al loro interno montano un Os Linux
      • Healty scrive:
        Re: Non esageriamo
        Ehi fib, aspetta ;)Se leggi la storia del malware, noti anche che è iniettabile a causa di una password facilmente crackabile, o completamente inesistente...e li ci fosse anche un SO alieno, ci sarebbe poco da fare :PTu prova a metterci qualc'altra cosa, anche un SO proprietario, e vediamo se riesci a ottenere una sicurezza maggiore e una scalabilità migliore di un sistema che su queste soluzioni ci campa :P
      • James Kirk scrive:
        Re: Non esageriamo
        - Scritto da: Fiber

        le tue soluzioni free anche in microsistemi
        inizierebbero e non essere tutto quel "bene" di
        cui parli ..Premesso che io quando sento 'free' incomincio ad insospettirmi (spesso anche a torto, beninteso) posso essere d'accordo con te.Tuttavia quel che volevo dire è che questi seminano FUD perchè, nel mondo PC, che è quello sui cui campano, le soluzioni 'free' gli stanno facendo concorrenza minando i fatturati. Alludo, tanto per fare un esempio, a MS Security Essentials, che (ero molto diffidente) funziona molto bene tanto che l'ho sostituito al Nod32 regolarmente pagato.Ora, che le minacce in altri sistemi esistano (vedi gli smartphone) è vero, capisco anche che debbano cercare nuovi mercati ma gli annunci, i report regolari di McAfee, Symantec &C (che spesso poi si smentiscono tra di loro) mi sembrano un poco pretestuosi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 settembre 2011 21.05-----------------------------------------------------------
        • Ghostdog scrive:
          Re: Non esageriamo
          credo che il termine corretto sia freeware non free, free è più da attribuire a libero , in quanto per intendere un programma gratuito ma chiuso esiste di già il termine freeware appunto :)
    • Osvaldo scrive:
      Re: Non esageriamo
      - Scritto da: James Kirk
      Premesso che la modifica dei chip delle auto la
      fanno da anni, più che altro per aumentare la
      potenza dei motori,Quello che si chiama "rimappare" la EPU
      la parte relativa alla
      gestione delle sicurezze (es ABS e sterzo) e
      delle funzioni dell'automobile è indipendente
      dall'elettronica usate per navigazione ed
      intrattenimento.Difatti ABS e ESP hanno una scheda hardware separata dalla BSD.Nel mondo automotive vale il motto "dividi et impera", ogni dispositivo è quindi modulare e non capisco tutta questa preoccupazione da parte di McAfee.Certo che fino a quando le funzioni dei navigatori si limiteranno a dei semplici suggerimenti al conducente tutto va bene, ma quando un domani si lascerà decidere ai navigatori, ai cruise control intelligenti disseminando sensori di prossimità a 360° la questione hacking e sicurezza sarà senz'altro preminente rispetto a quella di oggi.Google è il grande fratello del terzo millennio, il sogno di BigG non è solo quello di influenzare i gusti e le preferenze ma anche quello di guidare fisicamente i propri internauti verso la destinazione scelta.Non è un caso che è stata proprio Google ad investire soldi per sperimentare l'automobile che viaggia da sola senza conducente, movimentata da sistemi di rilevamento e sensori, primo esperimento al mondo del genere che pare abbia avuto anche sucXXXXX.
      • krane scrive:
        Re: Non esageriamo
        - Scritto da: Osvaldo
        - Scritto da: James Kirk

        Premesso che la modifica dei chip delle auto
        la

        fanno da anni, più che altro per aumentare la

        potenza dei motori,

        Quello che si chiama "rimappare" la EPU



        la parte relativa alla

        gestione delle sicurezze (es ABS e sterzo) e

        delle funzioni dell'automobile è indipendente

        dall'elettronica usate per navigazione ed

        intrattenimento.

        Difatti ABS e ESP hanno una scheda hardware
        separata dalla
        BSD.
        Nel mondo automotive vale il motto "dividi et
        impera", ogni dispositivo è quindi modulare e non
        capisco tutta questa preoccupazione da parte di
        McAfee.
        Certo che fino a quando le funzioni dei
        navigatori si limiteranno a dei semplici
        suggerimenti al conducente tutto va bene, ma
        quando un domani si lascerà decidere ai
        navigatori, ai cruise control intelligenti
        disseminando sensori di prossimità a 360° la
        questione hacking e sicurezza sarà senz'altro
        preminente rispetto a quella di
        oggi.
        Google è il grande fratello del terzo millennio,
        il sogno di BigG non è solo quello di influenzare
        i gusti e le preferenze ma anche quello di
        guidare fisicamente i propri internauti verso la
        destinazione
        scelta.
        Non è un caso che è stata proprio Google ad
        investire soldi per sperimentare l'automobile che
        viaggia da sola senza conducente, movimentata da
        sistemi di rilevamento e sensori, primo
        esperimento al mondo del genere che pare abbia
        avuto anche sucXXXXX.Sempre a guardare agli usa... Una macchina automatica italiana e' partita mesi fa destinazione cina, perfettamente funzionante, lo sa tutto il mondo a parte noi...
        • Osvaldo scrive:
          Re: Non esageriamo
          - Scritto da: krane
          Sempre a guardare agli usa... Una macchina
          automatica italiana e' partita mesi fa
          destinazione cina, perfettamente funzionante, lo
          sa tutto il mondo a parte
          noi...Non credo che questo fatto cambi di una virgola il discorso sicurezza.Sei OT
          • krane scrive:
            Re: Non esageriamo
            - Scritto da: Osvaldo
            - Scritto da: krane


            Sempre a guardare agli usa... Una macchina

            automatica italiana e' partita mesi fa

            destinazione cina, perfettamente
            funzionante,
            lo

            sa tutto il mondo a parte

            noi...
            Non credo che questo fatto cambi di una virgola
            il discorso
            sicurezza.
            Sei OTAllora lo sei anche tu, visto che rispondevo alla tua affermazione: Non è " un caso che è stata proprio Google ad investire soldi per sperimentare l'automobile che viaggia da sola senza conducente, movimentata da sistemi di rilevamento e sensori, primo esperimento al mondo del genere che pare abbia avuto anche sucXXXXX "Forse ho quotato troppo.
Chiudi i commenti