HP Moonshot, da ARM a Intel

Clamoroso cambio di strategia per il nuovo design di server ad alta efficienza energetica realizzati da HP: i nuovi rack dovevano essere ARM, saranno invece basati su CPU Intel Atom a 64-bit

Roma – Il Progetto Moonshot di Hewlett-Packard per i server ad alta efficienza energetica subisce un vero e proprio trapianto di “cuore”: se prima erano previsti processori basati su design ARM ora si parla solo ed esclusivamente di tradizionali CPU x86 realizzate da Intel. Che nella variante Atom saranno comunque in grado di offrire un notevole risparmio nell’uso della corrente elettrica e nell’ingombro dei singoli server.

I nuovi server low-power di HP saranno basati sulle CPU Atom “Centerton” realizzate su nodo tecnologico a 32 nanometri e dotate di indirizzamento di memoria a 64-bit, due core computazionali+Hyperthreading (quattro core logici totali), supporto alla correzione degli errori ECC, ipervisore hardware per la gestione delle virtual machine.

Il TDP delle CPU Centertron è di 6W, un valore non direttamente confrontabile con quelli dei processori ARM ma comunque estremamente contenuto per una CPU x86. HP chiama ora il suo server ultra-efficiente “Gemini”, giusto per restare in tema di razzi spaziali.

E per quanto riguarda il tanto atteso ma lungamente rimandato debutto di ARM come architettura per server e macchine per CED? Il colosso statunitense continua a dire di essere al lavoro su una macchina ARM-based (nome in codice “Redstone”), da presentare ufficialmente in un futuro non meglio definito.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Il padrone scrive:
    Bravi dipendenti
    Esitono padroni di XXXXX e vanno puniti!Ma esistono anche dipendenti di XXXXX, che rubano, che non si presentano al lavoro, che stanno su internet e usano il cellulare durante l'orario di lavoro, una persona timbra 5 cartellini per altri, fare dei danni alla ditta per cui si lavora è da stupidi e si danneggiano anche gli altri lavoratori, gli operai della fiat che montavano i pezzi delle macchine alla casso, hanno danneggiato la fiat, hanno daneggiato gli altri operai di tutta italia, a me piacciono le lotte di classe ma bisogna avere le palle di essere seri sul lavoro, allora si che quando un padrone sbaglia gliela fai pagare cara.Con la crimininalità al giorno d'oggi le telecamere aiutano e non tuti le montano per videosrvegliare i dipendenti, le montano per ragioni di sicurezza, ma in Italia non si può si deve sempre agevolare i criminali con norme che li tutelino, la maggior parte dei reati sono risolti grazie alle telecamere, vedi brindisi, se in città ce ne fosero state di piu si sarebbe saputo prima e piu chiaramente
  • filoberto scrive:
    sogni
    mi piacerebbe si potesse vivere normalmente, senza dare adito nè a lavoratori superfanca77isti nè a capi kapò mobber paranoici
    • Luigi scrive:
      Re: sogni
      - Scritto da: filoberto
      mi piacerebbe si potesse vivere normalmente,
      senza dare adito nè a lavoratori superfanca77isti
      nè a capi kapò mobber
      paranoicianche a me.ma credo che umanamente e con buon senso, produca molto meno danno umano un fanXXXXXsta in una fabbrica di 20 persone che si danno da fare e che ogni tanto gli dicno "e dai muovi il XXXX" ma in scioltezza, piuttosto che la gestione stile lager
  • filoberto scrive:
    fantozzi
    mi ricordo fantozzi... bisognerà passare a una versione più aggiornata, fantozzi 2.0, che mette un filmato preregistrato davanti alla telecamera :-)
  • CICCIO scrive:
    in germania
    http://print24.com/it/?sid=e23a3ca41a759cd2d4ccf93691155776&pg=about_us&about_part=factsad esempio.ma in italia guai a toccare il potere sindacale! anche a dispetto della volontà dei dipendenti.
    • webwizard scrive:
      Re: in germania
      - Scritto da: CICCIO
      http://print24.com/it/?sid=e23a3ca41a759cd2d4ccf93
      ad esempio.
      ma in italia guai a toccare il potere sindacale!
      anche a dispetto della volontà dei
      dipendenti.Forse perché in germania non ti fanno firmare dimissioni in bianco nel caso resti in cinta, ad esempio. Con imprenditori come i nostri, altro che telecamere...
    • Luigi scrive:
      Re: in germania
      - Scritto da: CICCIO
      http://print24.com/it/?sid=e23a3ca41a759cd2d4ccf93
      ad esempio.
      ma in italia guai a toccare il potere sindacale!
      anche a dispetto della volontà dei
      dipendenti.in effetti noi non sappiamo come si andata ... magari questi tipi sono stati obbligati con il potere contrattualeoppure non sai come si vive... tutti con la magliettina bianca per esempio... questo già me la dice lunga: sono trattati come pezzi di macchine, non da esseri umani.e ovviamente chi ha la postazione con le spalle alla telecamera sarà lo sfigato di turno, quelli con meno potere in azienda.
  • Cavallo Pazzo scrive:
    hmmmm
    Quando una cosa è definita "obiettiva e indiscussa"... gatta ci cova...
    • Luigi scrive:
      Re: hmmmm
      - Scritto da: Cavallo Pazzo
      Quando una cosa è definita "obiettiva e
      indiscussa"... gatta ci
      cova...indisccusso non è <i
      indiscutibile </i
  • ruttolo scrive:
    Insomma
    ma se i rappresentanti sindacli sono anche dipendenti, prima di firmare non potavano pensarci meglio? Cioe se come sindacalisti non erano d'accordo avrebbero dovuto agire tempestivamente quando le telecamere sono state installate, cosa che non mi sembra sia avvenuta.E chiaro che avere una telecamera che controlla quello che fai non e accettabile, perche si diventa ricattabili. Penso sia difficile trovare qualcuno che sul lavoro ogni tanto non si fa i fatti suoi, pur svolgendo bene il proprio lavoro.
    • HVR scrive:
      Re: Insomma
      - Scritto da: ruttolo
      E chiaro che avere una telecamera che controlla
      quello che fai non e accettabile, perche si
      diventa ricattabili.ah certo, invece fare i XXXXX propri invece di lavorare quello e'accettabile vero? beata ignoranza....
      • krane scrive:
        Re: Insomma
        - Scritto da: HVR
        - Scritto da: ruttolo

        E chiaro che avere una telecamera che controlla

        quello che fai non e accettabile, perche si

        diventa ricattabili.
        ah certo, invece fare i XXXXX propri invece di
        lavorare quello e' accettabile vero? beata
        ignoranza....Naturalmente la telecamera sul capo e sul suo capo viene mostrata dove ci sono i dipendenti vero ?
        • andrea scrive:
          Re: Insomma
          ti sembra simmetrico il rapporto?quando paghi qualcuno che lavora per te devi tu rendere conto a lui o lui a te?o siamo ad "avanti popolo"?...
          • krane scrive:
            Re: Insomma
            - Scritto da: andrea
            ti sembra simmetrico il rapporto?
            quando paghi qualcuno che lavora per te devi tu
            rendere conto a lui o lui a te?Giusto hai ragione, le telecamere verso i boss le facciamo vedere direttamente a quelli del fisco, che mi tutelino come consumatore.
          • andrea scrive:
            Re: Insomma
            mah... non sono telecamere ma qualcosa hanno già puntato contro... oltre ai controlli e le leggi capestro anche il dito accusatore, a prescindere, di chi ideologizza le gerarchie...avanti popolo, alla riscossa, bandiera rossa trionferà...dai, che così ti senti meglio, vero?
          • webwizard scrive:
            Re: Insomma
            - Scritto da: andrea
            mah... non sono telecamere ma qualcosa hanno già
            puntato contro... oltre ai controlli e le leggi
            capestro anche il dito accusatore, a prescindere,
            di chi ideologizza le
            gerarchie...
            avanti popolo, alla riscossa, bandiera rossa
            trionferà...
            dai, che così ti senti meglio, vero?Ti perdono perché devi essere giovane e certe cose non le hai passate, in caso contrario è meglio che chiudi il becco. Non è passato troppo tempo da quando, per andare in bagno, bisognava chiedere il permesso al caporeparto e ci si poteva andare solo uno alla volta.Quindi, lascia stare bandiera rossa, che manco sai di cosa parli.
          • webwizard scrive:
            Re: Insomma
            - Scritto da: andrea
            ti sembra simmetrico il rapporto?
            quando paghi qualcuno che lavora per te devi tu
            rendere conto a lui o lui a te?
            o siamo ad "avanti popolo"?...Come minimo mi aspetto che, se lui pretende di sorvegliare me, io possa sorvegliare lui, altrimenti si va avanti sulla fiducia. Non c'entra chi paga chi, lui mi da lo stipendio, io gli faccio guadagnare soldi, ma spiare la gente esula da questo discorso. Se queste cose non le capisci, forse è meglio che ti trasferisci in Cina: là ti troveresti a tuo agio.
          • andrea scrive:
            Re: Insomma
            non serve spiare, la telecamera può essere anche spenta, funziona uguale.non sono giovane e nonostante quasi trent'anni di lavoro non sono mai stato in grandi aziende, quelle dove probabilmente prosperano le conflittualità evidenziate... più è grande l'organizzazione più è difficile gestire la "varietà" umana e i provvedimenti "standard" danno sempre fastidio a qualcuno.però la prestesa di sorveglianza non può essere "la stessa". il lavoratore potrà pretendere la sorveglianza dei suoi diritti di legge, non la sorveglianza delle attività del datore di lavoro (che non riguardino i suoi diritti).in alternativa, può sempre pensare di rischiare tutto quello che ha e impegnare tutto se stesso giorno e notte diventando imprenditore.anche tu puoi farlo...auguri
          • krane scrive:
            Re: Insomma
            - Scritto da: andrea
            non serve spiare, la telecamera può essere anche
            spenta, funziona uguale.
            non sono giovane e nonostante quasi trent'anni di
            lavoro non sono mai stato in grandi aziende,
            quelle dove probabilmente prosperano le
            conflittualità evidenziate... più è grande
            l'organizzazione più è difficile gestire la
            "varietà" umana e i provvedimenti "standard"
            danno sempre fastidio a qualcuno.
            però la prestesa di sorveglianza non può essere
            "la stessa". il lavoratore potrà pretendere la
            sorveglianza dei suoi diritti di legge, non la
            sorveglianza delle attività del datore di lavoro
            (che non riguardino i suoi diritti).
            in alternativa, può sempre pensare di rischiare
            tutto quello che ha e impegnare tutto se stesso
            giorno e notte diventando imprenditore.
            anche tu puoi farlo...
            auguriE no ! Qua ci si sta chiedendo: chi controlla il controllore ?
          • andrea scrive:
            Re: Insomma
            questo è un altro discorso, un controllore dei controllori controllerà il controllore, non il controllato.la legge dispone le regole dei controlli di tutta la catena, inclusi gli organi deputati ad eseguirli e a farli rispettare.you know... viene fuori tutto dalla costituzione... potere esecutivo, legislativo e giudiziario, fino al presidente della repubblica, a loro volta (in qualche modo, nelle democrazie serie) controllati dal popolo...farsi le regole da soli funziona su piccola scala e per poco tempo, e spesso va contro la legge...
          • krane scrive:
            Re: Insomma
            - Scritto da: andrea
            questo è un altro discorso, un controllore dei
            controllori controllerà il controllore, non il
            controllato.E no caro, solo se io so chi controlla i controllori posso fidarmi ad essere controllato.
            la legge dispone le regole dei controlli di tutta
            la catena, inclusi gli organi deputati ad
            eseguirli e a farli rispettare.Che e' ben diverso da quello che diceva il tizio prima, a gia' eri tu ho controllato, che affermavi: "diventando imprenditore. anche tu puoi farlo..."
            you know... viene fuori tutto dalla
            costituzione... potere esecutivo, legislativo e
            giudiziario, fino al presidente della repubblica,
            a loro volta (in qualche modo, nelle democrazie
            serie) controllati dal popolo...Si, il Ministero della Pace, il Ministero della Verità, il Ministero dell'Amore, il Ministero dell'Abbondanza.
            farsi le regole da soli funziona su piccola scala
            e per poco tempo, e spesso va contro la legge...1) Le regole sono regole, perche' su grande scala funzionano ?2) Anche le leggi sono regole.
          • andrea scrive:
            Re: Insomma
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: andrea

            questo è un altro discorso, un controllore

            dei controllori controllerà il controllore, non

            il controllato.

            E no caro, solo se io so chi controlla i
            controllori posso fidarmi ad essere
            controllato.la polizia postale, la guardia di finanza... come organi esecutivi, e la legge in generale ti tutela. ma credo che le telecamere nei posti di lavoro non siano fatte per vedere chi si mette le dita nel naso. d'altra parte ci sono milioni di telecamere ovunque che ci riprendono ovunaue a nostra insaputa tutto il giorno e nessuno si preoccupa più di tanto.secondo me è solo una questione psicologica... ma se tu sei onesto e corretto, che ti frega della telecamera? non hai di che preoccuparti. quando vai in banca ti preoccupi della telecamera?

            la legge dispone le regole dei controlli di
            tutta

            la catena, inclusi gli organi deputati ad

            eseguirli e a farli rispettare.

            Che e' ben diverso da quello che diceva il tizio
            prima, a gia' eri tu ho controllato, che
            affermavi: "diventando imprenditore. anche tu
            puoi
            farlo..."dicevo a lui che mettendosi dall'altra parte le cose assumono significati diversi.

            you know... viene fuori tutto dalla

            costituzione... potere esecutivo,
            legislativo
            e

            giudiziario, fino al presidente della
            repubblica,

            a loro volta (in qualche modo, nelle
            democrazie

            serie) controllati dal popolo...

            Si, il Ministero della Pace, il Ministero della
            Verità, il Ministero dell'Amore, il Ministero
            dell'Abbondanza.siete per l'anarchia?io no. questi nostri "rappresentati" li manderei tutti a casa, ma qualcuno di serio (e onesto) dovremo riuscire e metterlo al loro posto.

            farsi le regole da soli funziona su piccola
            scala

            e per poco tempo, e spesso va contro la
            legge...

            1) Le regole sono regole, perche' su grande scala
            funzionano?a grande scala le regole (leggi) tengono conto degli interessi e dei diritti di un maggior numero di persone, rispetto alle regole che uno si fa per il proprio tornaconto personale. avevo infatti scritto "farsi" le regole.
            2) Anche le leggi sono regole.soprattutto le leggi!!! sono LE regole :O)
    • uhau au scrive:
      Re: Insomma
      - Scritto da: ruttolo
      E chiaro che avere una telecamera che controlla
      quello che fai non e accettabile, perche si
      diventa ricattabili. si è già ricattabili nel momento stesso in cui ti danno un lavoro e ti possono licenziare quando gli pare
  • Giulia scrive:
    A volte sembrano scemi...
    la cassazione e' la barzelletta d'italia (o comunque i giornalisti la riportano tale), e' ovvio che la richiesta di un accordo con la camera del lavoro era a tutela dei singoli che firmerebbero tutto quello che gli si chiede per timore di rappresaglie!!!
    • Luigi scrive:
      Re: A volte sembrano scemi...
      - Scritto da: Giulia
      la cassazione e' la barzelletta d'italia (o
      comunque i giornalisti la riportano tale), e'
      ovvio che la richiesta di un accordo con la
      camera del lavoro era a tutela dei singoli che
      firmerebbero tutto quello che gli si chiede per
      timore di
      rappresaglie!!!claro.ma la cosa idiota è che più spariscono gli "operai" e restano i "dipendenti" (che in maggior parte sono colletti bianchi) e più c'è desertificazione dei diritti: desindacalizzazione.I colletti bianchi si cagano sotto a far rispettare i diritti elementari, ad andare alle assemblee, ad iscriversi al sindacato.Poi si lamentano, magari fanno cause.E magari firmano ogni cosa senza guardare ... scena tipica "ma cosa sto firmando? Lo prendo, lo porto a casa, lo leggo con la calma necessaria e poi eventualmente lo firmo ok? ""cosa? su su, non mi faccia perdere tempo e firmi su"e firmano
  • Nessuno scrive:
    Consenso forzato?
    D'accordissimo con Frediani: già mi immagino il datore di lavoro un po' "spregiudicato" che annuncia l'installazione di un impianto di video sorveglianza e che comunica che per poter mantenere il posto di lavoro bisogna dare consenso allo stesso... Difficile la scappatoia per il dipendente.
    • krane scrive:
      Re: Consenso forzato?
      - Scritto da: Nessuno
      D'accordissimo con Frediani: già mi immagino il
      datore di lavoro un po' "spregiudicato" che
      annuncia l'installazione di un impianto di video
      sorveglianza e che comunica che per poter
      mantenere il posto di lavoro bisogna dare
      consenso allo stesso... Difficile la scappatoia
      per il dipendente.Spaccare tutto, torniamo ai tempi in cui il dipendente aveva la chiave inglese in mano. Poi diventa guerra e sfida tra dipendente e capo a fare cosi'.
      • Get Real scrive:
        Re: Consenso forzato?
        - Scritto da: krane
        Spaccare tutto, torniamo ai tempi in cui il
        dipendente aveva la chiave inglese in mano. Poi
        diventa guerra e sfida tra dipendente e capo a
        fare
        cosi'.E il capo assume qualche nerboruta guardia di sicurezza armata di spray al pepe e pistola. E se spacchi qualcosa vieni denunciato.Vuoi ancora fare il duro o vuoi capire che il tempo delle rivolte è finito, che loro hanno vinto e noi abbiamo perso?
        • krane scrive:
          Re: Consenso forzato?
          - Scritto da: Get Real
          - Scritto da: krane

          Spaccare tutto, torniamo ai tempi in cui il

          dipendente aveva la chiave inglese in mano. Poi

          diventa guerra e sfida tra dipendente e capo a

          fare cosi'.
          E il capo assume qualche nerboruta guardia di
          sicurezza armata di spray al pepe e pistola.Bene, altri sfigati sottopagati, arrabbiati con il capo e con la ditta.
          E se spacchi qualcosa vieni denunciato.E secondo te lo faccio in modo evidente ? No, uso le mie conoscenze tecniche.
          Vuoi ancora fare il duro o vuoi capire che il
          tempo delle rivolte è finito, che loro hanno
          vinto e noi abbiamo perso?Se lo pensi hai perso.
          • doc allegato velenoso scrive:
            Re: Consenso forzato?


            Vuoi ancora fare il duro o vuoi capire che il

            tempo delle rivolte è finito, che loro hanno

            vinto e noi abbiamo perso?

            Se lo pensi hai perso.Quoto.Pura e ovvia verita'
          • Get Real scrive:
            Re: Consenso forzato?
            - Scritto da: krane
            Bene, altri sfigati sottopagati, arrabbiati con
            il capo e con la
            ditta.
            Altri sfigati che vogliono lavorare perchè ci sono le bollette. C'è da mettere pane in tavola. Non preoccuparti, obbediranno e comunque essendo sotto una ditta esterna, non hanno motivo di prendersela con il TUO padrone.
            E secondo te lo faccio in modo evidente ? No, uso
            le mie conoscenze
            tecniche.
            Fallo. Ti sfido. Ho sentito queste rodomontate tante volte: "mandiamo in crash il sistema, non sapranno mai chi è stato!" Poi, quando c'è stato da passare ai fatti, niente. Capo chino. Resa.Usa pure le tue "conoscenze tecniche", vedrai che ti scopriranno lo stesso. Alla peggio, se la prenderanno con l'intero dipartimento. Qualcuno parlerà.Sai, le bollette da pagare. Il pane in tavola.
            Se lo pensi hai perso.ABBIAMO perso. Tu, io, tutti i cittadini che non hanno enormi disponibilità di capitali. La democrazia è morta.
          • krane scrive:
            Re: Consenso forzato?
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: krane

            Bene, altri sfigati sottopagati, arrabbiati con

            il capo e con la ditta.
            Altri sfigati che vogliono lavorare perchè ci
            sono le bollette. C'è da mettere pane in tavola.
            Non preoccuparti, obbediranno e comunque essendo
            sotto una ditta esterna, non hanno motivo di
            prendersela con il TUO padrone.

            E secondo te lo faccio in modo evidente ? No,

            uso le mie conoscenze tecniche.
            Fallo. Ti sfido. Ho sentito queste rodomontate
            tante volte: "mandiamo in crash il sistema, non
            sapranno mai chi è stato!" Poi, quando c'è stato
            da passare ai fatti, niente. Capo chino.
            Resa.

            Usa pure le tue "conoscenze tecniche", vedrai che
            ti scopriranno lo stesso. Alla peggio, se la
            prenderanno con l'intero dipartimento. Qualcuno
            parlerà.
            Sai, le bollette da pagare. Il pane in tavola.

            Se lo pensi hai perso.
            ABBIAMO perso. Tu, io, tutti i cittadini che non
            hanno enormi disponibilità di capitali. La
            democrazia è morta.Sono 10.000 anni che si dicono le stesse cose, che noia...
          • Get Real scrive:
            Re: Consenso forzato?
            - Scritto da: krane

            Sono 10.000 anni che si dicono le stesse cose,
            che
            noia...Esisteva la democrazia, 10000 anni fa? Quella come la intendiamo ora? Non mi sembra. E nemmeno l'economica di mercato.Esisteva invece lo schiavismo.E ora esiste di nuovo.Che ci piaccia o meno, l'idea di "libertà" è un'eccezione nella Storia, non la regola. A questa eccezione ora viene posto rimedio.Abituati.
          • krane scrive:
            Re: Consenso forzato?
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: krane

            Sono 10.000 anni che si dicono le stesse

            cose, che noia...
            Esisteva la democrazia, 10000 anni fa ? Quella
            come la intendiamo ora? Non mi sembra. Dipende, va a tempo e luogo, in alcuni luoghi cen'era anche piu' di ora, in altri era esattamente come ora." Di fronte a tali episodi, a uomini siffatti che si occupavano di politica, a tali leggi e costumi, quanto più, col passare degli anni, riflettevo, tanto più mi sembrava difficile dedicarmi alla politica mantenendomi onesto. "" La politica, nella comune accezione del termine, non è altro che corruzione. "Sembra di sentire parlare del nostro parlamento no ?
            E nemmeno l'economica di mercato.E' qualcosa di simile a quello che facevano gia' i romani dai...
            Esisteva invece lo schiavismo.
            E ora esiste di nuovo.Semplicemente non ha mai smesso di esistere.
            Che ci piaccia o meno, l'idea di "libertà" è
            un'eccezione nella Storia, non la regola. A
            questa eccezione ora viene posto rimedio.
            Abituati.Ma abituati a cosa ? Sei tu che credi di essere al centro dello spazio tempo, in mezzo ad una qualche eccezione creata dagli dei solo per te, in realta' ci e' solo andata di cxlo a nasciere a coordinate spaziotemporali in cui ci e' andata bene per un po'.
          • Carletto scrive:
            Re: Consenso forzato?
            Ma perchè sei così pessimista? :(
          • krane scrive:
            Re: Consenso forzato?
            - Scritto da: Carletto
            Ma perchè sei così pessimista? :(Me le ricordo gia' nelle versioni di latino e greco frasi come le sue, non preoccuparti troppo.C'e' sempre gente cosi'.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Consenso forzato?
      - Scritto da: Nessuno
      D'accordissimo con Frediani: già mi immagino il
      datore di lavoro un po' "spregiudicato" che
      annuncia l'installazione di un impianto di video
      sorveglianza e che comunica che per poter
      mantenere il posto di lavoro bisogna dare
      consenso allo stesso... Difficile la scappatoia
      per il
      dipendente.Comunque in Inghilterra si possono mettere telecamere nascoste per spiare i dipendenti senza neanche avvisarli.
      • Marco Freddi scrive:
        Re: Consenso forzato?
        Per fortuna NON siamo in Inghilterra!Comunque sta tranquillamente continuando lo "smontaggio" sistematico dello Statuto dei lavoratori, avallato sia a destra che a sinistra (se mai si sia potuto definire "sinistra" il PD!)
        • uhau au scrive:
          Re: Consenso forzato?
          - Scritto da: Marco Freddi
          (se mai si sia potuto definire "sinistra" il
          PD!)il PD è chiaramente di destraprima ancora, il PDS è stato al più di centro-destrae il PCI, soprattutto negli ultimi anni, era (a essere generosi) di orientamento socialdemicratico...
      • harvey scrive:
        Re: Consenso forzato?
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        Comunque in Inghilterra si possono mettere
        telecamere nascoste per spiare i dipendenti senza
        neanche
        avvisarli.Se mi aumentano lo stipendio al livello di uno tedesco possono farlo :)
    • Luigi scrive:
      Re: Consenso forzato?
      - Scritto da: Nessuno
      D'accordissimo con Frediani: già mi immagino il
      datore di lavoro un po' "spregiudicato" che
      annuncia l'installazione di un impianto di video
      sorveglianza e che comunica che per poter
      mantenere il posto di lavoro bisogna dare
      consenso allo stesso... Difficile la scappatoia
      per il
      dipendente.non è che sia una ipotesi tanto fantasiosa: la dimostrazione che ogni desiderio del genere esiste e vuole essere realizzato è semplicemente Pomigliano.Ma succede ovunque. Anche nella mia ditta...gli obblighi alle ferie o al riposo (ai quali <b
      non si può </b
      rinunciare) sono fatti così proprio perché non esista la situazione "glielo dica, lo dica lei Fantozzi... non era lei che desiderava fare 90 ore di fila senza mai andare via? Lei AMA l'azienda, lei ha senso del dovere, lo dichi, lo dichi lei fantocci! lo dichi CHIARAMENTE che noi non le abbiamo chiesto niente ed è stato LEI che SPONTANEAMENTE, vero? Vero spontaneamente dicevamo ... LEI ha voluto lavorare sempre qui fino allo sfinimento e sotto la telecamera perché lei AMA far vedere che l'urina è solo un fatto di comunisti, lo dichi, su, lo dichi al giudice!"stiamo tornando indietro ogni giorno, ogni giorno di più
Chiudi i commenti