I 3 vantaggi d'uso dei servizi di SMTP dedicato

La posta elettronica svolge un ruolo chiave nel business di ogni azienda. Scegliere il miglior servizio possibile è cruciale per garantirsi il perfetto funzionamento di questo strumento.

Hosting Solutions Che le email siano un mezzo maturo e destinato a regnare sulle strategie di comunicazione Internet per qualche altro anno è un dato di fatto dimostrato da diverse ricerche condotte in merito all’uso della posta elettronica. Al contrario, il perché sia meglio utilizzare un sistema di invio professionale tramite SMTP dedicato non è sempre chiaro.

Giusto per citare alcuni dati statistici, uno degli ultimi studi pubblicati da The Radicati Group , una società di ricerca di Palo Alto in California, indica un incremento nell’uso della posta elettronica per il quadriennio che va dal 2014 al 2018 .

Secondo il report, il numero di account email rilevato nel 2014, pari a oltre 4 miliardi , è destinato a crescere fino al 2018 con un tasso percentuale del 6 per cento , giungendo così a superare gli oltre 5 miliardi di account email al mondo .

Se il numero di account può risultare fuorviante (in quanto molti account vengono attivati e poi non utilizzati) a far capire l’importanza dell’invio email professionale è il numero totale di email scambiate per giorno pari a 196,3 miliardi , con un totale di email business pari a 108,7 miliardi di pezzi . Questo numero è in crescita fino al 2018, con percentuali medie che sfiorano l’oltre 3 per cento in generale e circa il 6 per cento per le email business.

L’invio email professionale tramite SMTP dedicato
Certo è che in questo conteggio entrano anche a far parte le email di spam correttamente consegnate e non bloccate da opportuni filtri, ma ciò da cui non si può distrarre è l’importanza che le missive elettroniche assumono nella vita quotidiana e professionale .

Soprattutto dal punto di vista business, l’invio email assume connotazioni di non poco conto per le attività di ogni dimensione, dalla grande enterprise che ha diversi dipendenti con uno o più account associati e un’intensa attività di email marketing fino alla piccola attività a conduzione familiare, che raggiunge la propria clientela per comunicare iniziative, promozioni e quant’altro.

E, purtroppo, sono proprio le PMI che affidano le email alle infrastrutture di invio degli operatori telefonici, ignorando i limiti di invio a cui vanno incontro e per cui farebbero meglio a optare per un servizio di SMTP dedicato.

Infatti, chi decide di mantenere newsletter e/o approntare campagne di email marketing non può certo pensare di affidarsi a un protocollo di spedizione non ottimizzato per l’invio massivo, perdendosi così i 3 vantaggi derivanti dall’utilizzo di un servizio di invio professionale.

Primo vantaggio nell’uso di un SMTP dedicato: nessun limite di invio
Per quanto molti non lo sappiano, in realtà gli SMTP messi a disposizione dagli operatori che offrono connettività hanno limiti ben specifici a cui non ci si può sottrarre.

Hanno una potenza di elaborazione limitata, un numero di messaggi in uscita al giorno predefinito, superati i quali non sono consentiti ulteriori invii e hanno un ciclo di lavorazione in best effort che può anche ritardare l’invio e la consegna delle email in base al carico a cui l’infrastruttura è sottoposta.

A volte, poi, si adottano politiche di Greylisting , ritardando l’invio email, con tutte le conseguenze che questo comporta in un mondo dove la velocità comunicazionale è tutto.

L’uso di un SMTP dedicato risolve queste questioni . Ad esempio, il servizio di Hosting Solutions si basa su un’infrastruttura pensata, progettata e ottimizzata per l’invio massivo di email e, a seconda del taglio di invio scelto, l’utente viene ospitato su un hardware bilanciato e ridondato che garantisce la massima celerità di invio e consegna in ogni situazione operativa.

Secondo vantaggio nell’uso di un SMTP dedicato: nessuna blacklist per gli indirizzi IP
Qualunque smanettone con un minimo di conoscenza IT può avviare un proprio server dedicato o una VPS e abilitarlo all’invio della posta elettronica. La parte complicata, infatti, non è tanto nelle fasi di startup, quanto nelle fasi di monitoraggio del funzionamento e soprattutto di mantenimento della validità degli indirizzi IP di invio.

Molti filtri antispam, infatti, classificano come spam la posta elettronica inviata, anche perché proviene da un indirizzo IP che è stato incluso in un elenco di indirizzi presumibilmente utilizzati dagli spammer (blacklist).

Questo accade spesso con i servizi di invio di posta elettronica non professionale e, soprattutto, con i servizi offerti dagli operatori di connettività. In quest’ultimo caso, infatti, non è raro vedersi assegnare un indirizzo IP di invio condiviso, che è in blacklist perché usato da altri account che inviano spam, volontariamente o involontariamente (attacchi hacker e reclutamento bot).

Senza considerare poi che gli stessi operatori per affrontare il dilagante problema dello spam dovuto spesso all’incuria degli utenti rafforzano le difese e rendono più selettivi i filtri , evitando che anche le email innocue possano giungere alla propria destinazione (falsi positivi). E le stesse tecniche di Graylisting su citate sono un potente mezzo usato dai provider contro lo spam.

Questa situazione è deleteria per chi pratica l’invio email professionale ed è per questo che rivolgersi a un SMTP dedicato permette di avere a disposizione un team di tecnici che monitorano di continuo la situazione di invio e l’instradamento delle email, la salute degli indirizzi IP di invio e la parametrizzazione del servizio in modo che sia sempre in regola con i dettami antispam dei grandi operatori destinatari delle missive in uscita, come Gmail, Yahoo!, Libero, Alice e via discorrendo.

Terzo vantaggio nell’uso di un SMTP dedicato: portabilità
Da quando i provider obbligano gli utenti a usare il proprio servizio SMTP, la vita degli utenti che si dividono fra connessione casalinga, business e mobile è diventata un incubo. Bisogna usare diversi profili di invio a seconda dell’operatore a cui si è connessi e questo moltiplica i problemi già citati.

Bisogna poi modificare le impostazioni dei software di invio email e non è sempre possibile sfruttare l’invio da VPS, server dedicati o da installazioni WordPress, Joomla e di altri CMS.

Con il servizio SMTP dedicato, tutto questo si risolve in un baleno. Si ha un solo provider con cui dialogare indipendentemente dalla connessione e dal dispositivo utilizzato e lo stesso servizio è utile anche per l’invio da VPS, server dedicati, CMS o per ospitare gli account dei propri clienti, offrendo al proprio business e a loro la certezza di invio e consegna.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Almand Truccat scrive:
    CHINESE SOLUTION...
    Prima o poi andranno in conflitto con la Cina e la Cina vincerà in maniera molto cruenta
  • prova123 scrive:
    Al telefono?
    Con tutte le piantagioni in sudamerica ed i satelliti che fotografano anche i peli del cul* hanno bisogno delle intercettazioni telefoniche? :|
    • bubba scrive:
      Re: Al telefono?
      - Scritto da: prova123
      Con tutte le piantagioni in sudamerica ed i
      satelliti che fotografano anche i peli del cul*
      hanno bisogno delle intercettazioni telefoniche?
      :|hei, qui siamo nel 1992[*] e si tratta di meri tabulati (records of telephone calls )....[*] e poi e' proseguito per molti anni a venire... :P
      • prova123 scrive:
        Re: Al telefono?
        ah già! Ogni tanto devo guardare il calendario per evitare di parlare al passato di eventi che non accaddero nel 2015, un pò come Doctor Who!!! :P :D[img]http://yourhitech.altervista.org/wp-content/uploads/2014/12/Exclusive_Doctor_Who_50th_anniversary_artwork_available_on_Radio_Times_DiscoverTV_app.jpg[/img]
        • bubba scrive:
          Re: Al telefono?
          - Scritto da: prova123
          ah già! Ogni tanto devo guardare il calendario
          per evitare di parlare al passato di eventi che
          non accaddero nel 2015, un pò come Doctor Who!!!
          :P
          :D

          http://yourhitech.altervista.org/wp-content/uin italia al tempo non c'era... e non amo i reboot (aka non l'ho MAI seguito). Ma mi piaceva questo http://en.wikipedia.org/wiki/Kang_the_Conqueror , come time traveler :) ... (incidentalmente sempre del 1963... )
          • prova123 scrive:
            Re: Al telefono?
            A me piacque molto questa serie televisiva:http://it.wikipedia.org/wiki/Zaffiro_e_Acciaio... molto più recente ... 1979
          • Leguleio scrive:
            Re: Al telefono?
            - Scritto da: prova123
            A me piacque molto questa serie televisiva:

            http://it.wikipedia.org/wiki/Zaffiro_e_Acciaio

            ... molto più recente ... 1979Sì, ma è stata massacrata dai tagli della RAI! Meno male che ci sono dei cultori che hanno fatto un sito per segnalare ogni taglio:http://www.serietv.net/guide/zaffiro_e_acciaio/avventura_2.htmLa serie era interessante soprattutto per l'originalità dell'idea: non la trita e ritrita macchina del tempo che fa viaggiare avanti e indietro il protagonista, ma il tempo passato che irrompe nel presente, e gli sforzi per impedire che accada.
          • Un altro scrive:
            Re: Al telefono?
            - Scritto da: prova123
            A me piacque molto questa serie televisiva:

            http://it.wikipedia.org/wiki/Zaffiro_e_Acciaio

            ... molto più recente ... 1979Bella bellissima, fantastica !!!
  • xcaso scrive:
    Comodino
    DEA che intercetta i cellulari messicani. Non succederà mai.
  • Alea scrive:
    nihil subsoli novi...
    Se non sei marcio non arrivi al potere e ai soldi, e tantomeno li puoi mantenere, questo è sicuro e ogni giorno, fatti non parole, ne abbiamo la dimostrazione.Ogni notizia non fa che riconfermare questa verità.Ormai ci abbiamo fatto il callo; sappiamo di vivere in una post-democrazia e quindi essendo queste le radici, il resto della pianta si sviluppa di conseguenza.Inutile stupirsi per ogni ramo o per ogni foglia: è segno di stoltezza.
  • sbrubbul scrive:
    capre
    comunque 2013 - 1992 = 21 non 10
  • ... scrive:
    Ma siete idioti?
    Che cos'è 'sto refresh che avete messo che fa perdere il messaggio?Ma siete idioti?
    • ... scrive:
      Re: Ma siete idioti?
      - Scritto da: ...
      Che cos'è 'sto refresh che avete messo che fa
      perdere il
      messaggio?

      Ma siete idioti?serve a ricaricare il contorno bianco dell'articolo 8)
      • aphex_twin scrive:
        Re: Ma siete idioti?
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: ...

        Che cos'è 'sto refresh che avete messo che fa

        perdere il

        messaggio?



        Ma siete idioti?

        serve a ricaricare il contorno bianco
        dell'articolo
        8)Si ma é da idioti , l'una e l'altra. @^
        • 6 giaguar scrive:
          Re: Ma siete idioti?
          Per una volta sono d'accordo.Dici che è grave? :D
        • Leguleio scrive:
          Re: Ma siete idioti?


          serve a ricaricare il contorno bianco

          dell'articolo

          8)

          Si ma é da idioti , l'una e l'altra. @^A me avere il contorno bianco fresco ogni volta fa piacere. È come con le lenzuola. (rotfl)
          • 6 giaguar scrive:
            Re: Ma siete idioti?
            Detto tra noi se ne può fare a meno (se non piace) dipende da come si setta il client....Ma de gustibus...
  • whitemagic scrive:
    sotto a chi tocca
    Non vedo il problema, ormai gli unici che non potranno più permettersi di fare intercettazione di massa saranno le agenzie a marchio USA, tutti gli altri andranno tranquilli... e lo zio Sam gliele pagherà profumatamente.
  • bubba scrive:
    perche "molto piu grave"?
    l'NSA impiega MASSIVE risorse per cyberattacchi (e non mera acquisizione tabulati) i cui scopi sono molto piu 'shady' della DEA.La DEA ha bersagli molto concreti, molto cattivi e con grandi $$ (traffico di droga) e sovente ha armi spuntate...spuntate ANCHE perche' il sistema e' schizofrenico.... ad un certo livello il traffico e' ufficiosamente favorito (es afghanistan), ad altro ufficialmente combattuto ma con agenti corrotti, ad altro ancora e' seriamente perseguito.....Nel 1992 l'uso delle cabine e dei cellulari clonati, poi, era massivo... e l'ideona di ammassare tabulati non e' certo un azione segreta di qualcuno della DEA.... ma c'e il marchio di bush padre, telco compiacenti, e a vario titolo dei feds nsa e DOJ.....
Chiudi i commenti