I 45 nm di Intel sulla catena di montaggio

Una fabbrica in Arizona avvia la produzione in volumi dei primi processori a 45 nanometri. L'impianto è progettato per ridurre al minimo l'impatto ambientale. I dettagli

Santa Clara (USA) – Negli scorsi giorni Intel ha inaugurato un nuovo impianto di fabbricazione dei chip a Chandler, in Arizona, dov’è stata appena avviata la produzione in volumi dei suoi primi processori a 45 nanometri, noti con il nome in codice Penryn .

Costato 3 miliardi di dollari, e battezzato Fab 32 , il nuovo impianto produttivo viene definito da Intel “uno dei più ecocompatibili mai costruiti”.

“L’innovativa tecnologia di processo a 45 nm di Intel consente di ridurre del 15% le emissioni di gas serra, e l’implementazione – all’interno dell’impianto – di un programma all’avanguardia per il riutilizzo idrico, consente di risparmiare oltre il 70% di acqua”, si legge in un comunicato di Intel.

Nel nuovo impianto, Intel produrrà processori per PC, notebook e server, senza piombo e privi di alogeni , nonché CPU a bassissimo consumo energetico per i MID (Mobile Internet Device), l’elettronica di consumo e i PC a basso costo.

Grazie alla nuova tecnologia produttiva a 45 nm, Intel è stata in grado di ridurre del 25% il die di silicio dei suoi nuovi chip, portandolo a 107 mmq. Questo “dimagrimento” non avverrà a scapito della cache di secondo livello, che nei modelli non Extreme potrà essere di 6 MB: 2 MB in più rispetto agli attuali Core 2 Duo.

In base alla roadmap di Intel, il primo processore a 45 nm dovrebbe essere introdotto sul mercato il 12 novembre : si tratterà di Core 2 Extreme QX9650, una CPU con clock di 3 GHz che integrerà 12 MB di cache L2 e supporterà un front-side bus (FSB) a 1.333 MHz. Questo chip è destinato a rimanere il top di gamma fino all’introduzione, nella prima metà del prossimo anno, del modello QX9770, con frequenza di 3,2 GHz, FSB a 1.600 MHz e stessa dimensione della cache.

Pur impiegando circuiti a 45 nm, Penryn rappresenta un semplice aggiornamento dell’attuale architettura Core 2: le novità più importanti sono attese il prossimo anno, con il lancio dell’architettura Nehalem.

La Fab 32 è il sesto impianto di Intel per la produzione di wafer da 300 mm e la seconda struttura utilizzata per produrre chip a 45 nm. il chipmaker ha iniziato a produrre processori a 45 nm a gennaio nell’impianto di sviluppo situato nell’Oregon, denominato D1D . Per il prossimo anno è prevista l’apertura di altri due impianti di produzione da 45 nm e 300 mm, a Kiryat Gat, in Israele ( Fab 28 ) e a Rio Rancho, in New Mexico ( Fab 11x ). Con i wafer da 300 mm è possibile ridurre, oltre i costi di produzione per ogni chip, anche l’utilizzo complessivo di risorse.

La struttura della Fab 32 si estende per circa 93mila metri quadrati , di cui 17mila metri quadrati sono dedicati alla cleanroom , una superficie talmente ampia che sarebbe possibile inserirvi più di 17 campi da football americano. L’impianto occuperà oltre mille dipendenti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cooper scrive:
    COME DISDIRE L'abbonamento RAI !!!Marco
    E perchè dovrebbero portarsi il televisore che è stato acquistato dal cittadino ed è qualcosa di sua proprietà? Io trovo più ragionevole che il canone rai sia pagato da chi guarda i canali rai... e non da altri.La rai dovrebbe trasmettere un segnale codificato e chi è intenzionato a guardarsi i programmi rai paga l'apparecchietto e il canone rai che comprende il noleggio dello stesso.Io sono uno di quelli che non guarda nessun canale rai, e potrei fare a meno della rai, e non capisco perchè devo pagare qualcosa per un servizio che non mi interessa.E' pur vero che questa tassa è stata posta in essere ai tempi in cui non vi era alternativa tecnologica, ma adesso che le cose sono cambiate, dovrebbe essere altrettanto adeguata...OGNUNO DEVE PAGARE PER CIO' CHE USUFRISCE... che poi la rai come pubblicità non è da meno rispetto a quella di altre reti... e la qualità dei programmi rispetto alle altre reti non è il massimo; gusti chiaramente.
  • marco scrive:
    ADESSO BASTA
    Penso che sia arrivato il momento di scendere in piazza come hanno fatto i nostri antenati per far valere i nostri diritti.Penisiamo al futuro dei nostri figli...ci sarà un futuro per loro??Siamo diventati un popolo di conigli!!!!!Ci va bene tutto fra un po secondo me gli cederemo anche il c..o!!!
  • mmorselli scrive:
    Canone RAI nell'IRPEF
    Nella bolletta elettrica ? Da una follia all'altra...Il canone RAI, dato che finanzia un servizio pubblico, va messo nell'IRPEF, in questo modo:- lo pagano tutti (o comunque molti di più) e quindi può diminuire- è, cosa importantissima, proporzionale al reddito, e non uguale per tutti, dalla vecchietta con la pensione minima al presidente di multinazionale.Non ha senso, per altro, legarlo al possesso di un apparecchio televisivo. Se è un servizio pubblico ogni cittadino deve contribuire, come una tassa che pago per costruire una strada dove magari non passerò mai, ma che serve alla comunità.
  • Marco Marcoaldi scrive:
    COME DISDIRE L'abbonamento RAI !!!
    Invito tutti come me a disdire l'abbonamento RAI tramite la procedura che trovate qui : http://www.associttadini.org/canonerai/Questi ladroni hanno rotto le cosiddette a spennarci come polli grazie ad un REGIO DECRETO del 1938.Il Re non c'è più, la tv è diventata un bene del popolo e non solo del PAPA, del Re, o di qualche conte.La tassa "RAI" dovrebbe essere ripartita anche con le altre reti, e sopratutto la qualità dei programmi è diminuita e la pubblicità MASSACRA i POCHI film carini che trasmettono.Ergo : a mali estremi ... estremi rimedi !http://www.associttadini.org/canonerai/E' semplice e facile disdire l'abbonamento e sopratutto poi vi sentirete FELICI come non mai ;D
    • krane scrive:
      Re: COME DISDIRE L'abbonamento RAI !!!
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      Invito tutti come me a disdire l'abbonamento RAI
      tramite la procedura che trovate qui :
      http://www.associttadini.org/canonerai/
      E' semplice e facile disdire l'abbonamento e
      sopratutto poi vi sentirete FELICI come non maiSi ma a quanto leggo mi devo pure procurare un televisore per farmelo suggellare??Ma chi cel'ha una TV ?? E' da quando vivo da solo che non la possiedo... Ma chi la vuole ???Ma che si fott@$ !
  • anonimo scrive:
    Tutti contro?
    Ma che titolo è? Pensavo di trovare il parere contrario di chi conta e può non fare approvare questa proposta... Veltroni, Berlusconi, Fini, Prodi....Qui si parla di Storace e Nucara, che hanno percentuali da prefisso telefonico. Metteteci anche il parere di mia nonna che quanto a possibilità decisionale conta circa uguale
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Tutti contro?
      in democrazia anche il parere del singolo è importante.
      • anonimo scrive:
        Re: Tutti contro?
        - Scritto da: Nome e cognome
        in democrazia anche il parere del singolo è
        importante.Quindi? Chiama il titolo "qualcuno contro"
      • ndr scrive:
        Re: Tutti contro?
        - Scritto da: Nome e cognome
        in democrazia anche il parere del singolo è
        importante.importante per chi? per quel singolo forse. ecco perchè la democrazia non funziona.
  • mk3000 scrive:
    uhm---
    c ho capito ben poco dall articolo pero mi affido al titolo..:D
    • ryoga scrive:
      Re: uhm---
      - Scritto da: mk3000
      c ho capito ben poco dall articolo pero mi affido
      al
      titolo..:DNon ti preoccupare....verrà approvata.Finora non e' passata UNA legge a favore del popolo.Figurati se si fanno sfuggire l'ennesima imposizione.Di solito dopo una brutta notizia c'e' una notizia piacevole per addolcire la PESSIMA notizia che la segue....
      • Kling scrive:
        Re: uhm---
        Toglimi una curiosità: in questo caso, il diritto del "popolo" che questa legge danneggia qual è? Quello di evadere il canone RAI? Quanta demagogia inutile, quanta ipocrisia strisciante: tutti pronti a stigmatizzare, ma quando (giustamente) si obbliga chi fino ad oggi ha scroccato la televisione di stato a pagare, che scandalo! Andate a cattare le rane, vah...
        • Giampiero scrive:
          Re: uhm---
          bella televisione di stato, si prende il canoone + i soldi della pubblicità; se sei di stato ti prendi solo il canone, ok, ma allora voglio dei programmi decenti, non sulla falsa riga commerciale dei concorrenti, forse abbiamo perso un po' di vista lo scopo della tv come mezzo per la diffusione di cultura e altre conoscenze, non per il puro intrattenimento, scopo che dovrebbe essere proprio di una "tv di stato". A questo punto facessero dei canali criptati che si vedono solo quelli che pagnao il canone, ti sei chiesto perché non lo fanno?Piuttosto che pagare il canone RAI andrei "a cattare le rane" come dici te. Che evaderlo sia una cosa ingiusta poi hai pienamente ragione, ma è un'imposizione se ci pensi bene, è un prezzo che non vale la merce a mio avviso.Buona serata
        • Sono arrabbiato scrive:
          Re: uhm---
          Cioè?I primi a pretendere che vengano rispettati i nostri diritti non dovremmo essere noi?Con quale diritto hanno esteso il canone rai che non è più canone rai ma un tassa per il possesso di un apparecchio che potrebbe essere qualsiasi cosa e non si sa bene chi la deve pagare oltre a quelli che hanno una tv?La rai prima di pretendere dei soldi non dovrebbe togliere tutta la pubblicità che mette nei loro canali?Perchè se loro già guadagnano dalla pubblicità, noi i soldi che ce li diamo a fare?Prima di dare la colpa alla gente bisogna vedere come stanno le cose!
        • anonimo scrive:
          Re: uhm---
          - Scritto da: Kling
          Toglimi una curiosità: in questo caso, il diritto
          del "popolo" che questa legge danneggia qual è?
          Quello di evadere il canone RAI? Quanta demagogia
          inutile, quanta ipocrisia strisciante: tutti
          pronti a stigmatizzare, ma quando (giustamente)
          si obbliga chi fino ad oggi ha scroccato la
          televisione di stato a pagare, che scandalo!
          Andate a cattare le rane,
          vah...Allora, io ho due utenze con l'ENEL, una per la casa ed una per lo studio, dove non ho tv. Grazie a questa bella legge dovrò pagare due canoni televisivi al posto di uno. Chi è che scrocca? Io o questo governo?
          • ndr scrive:
            Re: uhm---


            Toglimi una curiosità: in questo caso, il
            diritto

            del "popolo" che questa legge danneggia qual è?

            Quello di evadere il canone RAI? Quanta
            demagogia

            inutile, quanta ipocrisia strisciante: tutti

            pronti a stigmatizzare, ma quando (giustamente)

            si obbliga chi fino ad oggi ha scroccato la

            televisione di stato a pagare, che scandalo!

            Andate a cattare le rane,

            vah...io ho la tv ma non guardo la rai. mi fa intellettualmente schifo quindi evito. che gli altri siano d'accordo o meno con le mie idee poco importa: non ho nemmeno sintonizzato i canali di rai 1 2 e 3...perchè dovrei pagare il canone?
        • seppia scrive:
          Re: uhm---
          - Scritto da: Kling
          Toglimi una curiosità: in questo caso, il diritto
          del "popolo" che questa legge danneggia qual è?
          Quello di evadere il canone RAI? Quanta demagogia
          inutile, quanta ipocrisia strisciante: tutti
          pronti a stigmatizzare, ma quando (giustamente)
          si obbliga chi fino ad oggi ha scroccato la
          televisione di stato a pagare, che scandalo!
          Andate a cattare le rane,
          vah...Se deve essere una tassa sulla proprietà/possesso di un apparecchio etc. etc. che lo sia, che confluisca nell'erario e che venga usata per scopi di pubblica utilità, non per gonfiare il conto di caprette che mostrano l'ombelico o di cialtroni che non ho capito come ci sono entrati in televisione.La norma attuale si rifà ad un contesto in cui il televisore era adatto esclusivamente al ricevimento dei programmi RAI e il concetto di canone in tal caso mi sta bene.Nel frattempo però è passata parecchia acqua sotto i ponti e questa tecnologia può servire per moltissimi scopi, di cui quello di ricevere i programmi RAI o televisivi in generale rappresentano solo una quota minimale.Se poi vogliamo ripristinare la servitù della gleba è un altro paio di maniche, in effetti la distanza temporale dal medioevo sta diventando insostenibile, perciò ben venga il suo agognato ritorno.
        • krane scrive:
          Re: uhm---
          - Scritto da: Kling
          Toglimi una curiosità: in questo caso, il diritto
          del "popolo" che questa legge danneggia qual è?
          Quello di evadere il canone RAI? Quanta demagogia
          inutile, quanta ipocrisia strisciante: tutti
          pronti a stigmatizzare, ma quando (giustamente)
          si obbliga chi fino ad oggi ha scroccato la
          televisione di stato a pagare, che scandalo!
          Andate a cattare le rane,
          vah...Io da quando vivo da sono (un po' di annetti) non possiedo una TV... Vacci tu a catturare rane, vendile e pagami il canone se proprio ci tieni.
Chiudi i commenti