I DVD-RAM si friggono a 12x

Una piccola azienda giapponese stupisce il mercato svelando un masterizzatore che scrive il formato DVD-RAM alla velocità di 12x


Nagoya (Giappone) – L’azienda giapponese Buffalo ha recentemente svelato un nuovo masterizzatore da corsa capace di scrivere sui DVD-RAM all’impressionante velocità di 12x. Nonostante il resto dei formati DVD-R/RW e Dual Layer venga masterizzato con velocità del tutto nella norma, stupisce il fatto che l’azienda sia riuscita ad arrivare a dei risultati di questa sostanza con i supporti RAM, quasi il doppio rispetto agli altri marchi concorrenti .

Assieme al masterizzatore viene fornito un ricco bundle di programmi a corredo per l’editing video, la gestione della propria collezione di fotografie e il player MyDVD della Sonic . Il dispositivo di Buffalo verrà reso disponibile sia in formato interno che esterno. Per quest’ultima opzione è presente uno chassis dotato di porta USB 2.0 e FireWire a 4 e 6 pin. Il masterizzatore verrà commercializzato inizialmente in Giappone e non vi sono ancora conferme per una sua possibile sortita sui mercati stranieri, come quello americano ed europeo. In caso dovesse mai arrivare anche sui nostri scaffali, informiamo che il suo prezzo di listino si aggira sui 20.000 yen, poco più di 150 euro .

Dario Panzeri

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sarà
    Io comunque continuo a tenermi stretto il mio CRT a 19 pollici 109/B4 della Philips. Per vedere i film e giocare i monitor a tubo catodico sono ancora insuperati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarà
      - Scritto da: Anonimo
      Io comunque continuo a tenermi stretto il mio CRT
      a 19 pollici 109/B4 della Philips. Per vedere i
      film e giocare i monitor a tubo catodico sono
      ancora insuperati.Quoto, odio gli LCD e il loro costo sporpositato in confronto dei CRT!!!
  • Anonimo scrive:
    Il concetto sbagliato delle aziende
    "I tassi di aumento annuo sono infatti bassi, nell'ordine del 4 o 5%"cioè se ho capito bene si lamentano perché rispetto all'anno precedente hanno migliorato la produzione "solo" del 4-5%....ma dove vogliono arrivare?Una volta un'azienda andava male se vendeva meno dell'anno precedente, ora anche se vende uguale o addirittura un po' di più ci si lamenta lo stesso...ma non c'è limite all'avidità umana?Metteremo un lcd anche in ogni cesso italiano?Bah.....
Chiudi i commenti