I filtri assediano il P2P italiano?

Lo sostengono moltissimi utenti e lo si legge in decine di email giunte in redazione: la scarsezza di banda ha scatenato una guerra non dichiarata ai sistemi di sharing? La situazione e le prime risposte dei provider

Roma – Molti, moltissimi sono gli utenti che segnalano a Punto Informatico – ma se ne parla anche su Usenet e sui blog ormai da tempo – quella che ritengono una situazione intollerabile, secondo cui i propri provider filtrerebbero eMule e più in generale le applicazioni P2P, rendendo sempre più difficile il loro utilizzo.

L’accusa è vecchia, di nuovo c’è il numero delle segnalazioni e la sensazione, che emerge tra le righe, che vi sia una sorta di guerra non dichiarata a quei protocolli di sharing che succhiano una enorme quantità di banda, banda che i fornitori di servizi Internet sempre più vorrebbero poter utilizzare per servizi a valore aggiunto, dal VoIP alla IPTV passando per la NetTV. E non si parla solo di prioritizzazione dei pacchetti, ma anche di veri e propri filtri, e qualcuno si spinge persino a parlare di censura .

L’accusa, come accennato, è vecchia. Interrogata a questo proposito da Punto Informatico nel novembre del 2005, Wind (fornitore del servizio Libero ADSL ) a suo tempo spiegava di aver attivato “un engine” che, in caso di traffico elevato, dava priorità a Web, posta e VoIP. Questo meccanismo entra in gioco per brevi periodi di tempo, e si limita a dare priorità ai servizi “più preziosi per l’utenza domestica” senza bloccare del tutto il file sharing. Già allora però erano tanti gli utenti che su forum e newsgroup sostenevano che il P2P era praticamente bloccato per gran parte della giornata . Da qui si è arrivati l’anno scorso ad una seconda ondata di proteste contro Libero, che ha spinto Wind a dettagliare meglio il sistema in questa nota , relativa alla propria politica di quality of service (QoS).

Da allora le rimostranze degli utenti non sono mai cessate, interessando non soltanto Wind, ma praticamente tutti i provider nazionali, inclusi Tele2 , Telecom Italia (la cui offerta consumer, come noto, è Alice ADSL ), Tiscali o, più sporadicamente, MC-link e Fastweb . Solo negli ultimi mesi sono decine e decine le missive di protesta giunte in redazione, e a queste si aggiungono le testimonianze pubblicate quotidianamente su forum, gruppi di discussione e blog. Qualcuno sta tentando di stilare una lista degli utenti che sperimentano problemi con eMule imputabili ai filtri P2P, altri si appellano agli sviluppatori di eMule affinché implementino sistemi più efficaci dell’offuscamento per bypassare i controlli dei provider. Modi, insomma, per impedire ai provider di bloccare con facilità i pacchetti P2P.

“In rete di ipotetici blocchi, filtraggi, rallentamenti, limitazioni e decadimento della velocità delle reti P2P usando presunti nuovi software in dotazione ai vari ISP, o legati a poco credibili malware o attacchi DoS, se ne parla dal 2005, ma avendo provato personalmente il problema (su linea Alice 2 Mbit), effettuando test di ogni genere con Emule, BiTorrent ed altri software P2P, con varie configurazioni software e hardware, settaggi e tutto il possibile e provabile, effettivamente il dubbio, o la quasi certezza che qualcosa stia avvenendo, ti assale”, scrive “zangtumtum” in una delle tante email giunte in redazione. “Notte insonne dopo notte insonne, i dubbi si fanno granitiche certezze, e la banda degrada fino a bloccarsi”.

Federico, utente di Libero ADSL, sostiene che “quando un programma P2P (Emule, Direct Connect++, Bitorrent…) è in funzione la linea ADSL risulta inutilizzabile e il programma stesso viene paralizzato”. “Queste limitazioni – prosegue Federico – vanno contro il libero uso che una persona fa della propria ADSL, e non per ultimo risulta infranto anche il diritto alla privacy, visto che analizzare il flusso dati di un cliente per capire quale programma è in esecuzione e di conseguenza rallentarlo è come spiare nella posta del vicino di casa”.

Wind è stato il primo provider a confermare l’uso di un engine di rete capace di filtrare selettivamente il traffico P2P, ma dell’esistenza di sistemi di questo tipo i lettori di PI già sapevano da tempo : i maggiori fornitori di apparati di networking dispongono già da anni di funzionalità avanzate di traffic shaping e le propongono ai propri clienti, tra cui anche i maggiori provider. In alcuni documenti, come questo , tali grandi fornitori spiegano come consentire ai provider di “identificare e classificare tutto il traffico P2P in modo che possa essere accuratamente stimato e controllato” e “identificare quegli abbonati che stanno consumando un illimitato ammontare di banda”. Abbonati talvolta identificati come “abusive users”, gente insomma che esagera (?) nell’uso della risorsa-banda.

E l’occhio di questi sistemi può arrivare molto in profondità , rendendo poco utili il protocollo di offuscamento di eMule o le connessioni cifrate di certi client BitTorrent: tecniche come la Stateful Deep Packet Inspection di fornitori come Cisco , unite a sofisticati meccanismi di analisi statistica, sono in grado di fiutare il traffico P2P meglio di quanto un segugio possa fare con la cacciagione. E se i filtri di alcuni provider possono essere bypassati semplicemente cambiando porta o attivando il protocollo offuscato, è solo perché il provider non vuole o non sa sfruttare a fondo le caratteristiche dei moderni software di controllo del traffico.

Appare ormai evidente come, in epoca di televisione online e di servizi a valore aggiunto dalle forti richieste di banda, queste tecnologie siano impiegate da pressoché tutti i provider , specie quelli più grandi. Il problema è che tali meccanismi di monitoraggio e controllo possono essere utilizzati per fare un sacco di cose, ed i provider sono in genere restii a fornire dettagli in merito. Un ISP può infatti usarli per filtrare tutto il traffico P2P o solo una sua parte, andando ad agire selettivamente su tipo di applicazione, traffico in upstream (dall’utente verso il provider) o in downstream (dal provider verso l’utente), porte TCP/IP, tipo di pacchetto, numero di connessioni, account utente, indirizzo di destinazione, orario ecc. Gli interventi possono inoltre essere più o meno pesanti, e andare da una lieve diminuzione nella priorità dei pacchetti P2P al blocco totale degli stessi.

Se a ciò si aggiungono le lentezze e le congestioni croniche di cui sembrano soffrire molte ADSL italiane (indipendentemente dall’applicazione utilizzata), l’eventuale utilizzo da parte dei provider di differenti tipi di shaping del traffico a seconda del nodo di rete, il cattivo funzionamento di certi apparati di networking (lato utente o lato provider), e le configurazioni non ottimali utilizzate da certi utenti del file sharing, si può ben capire quanto sia difficile sapere chi viene filtrato e quanto viene filtrato, chi filtra e quanto filtra . L’unica certezza, come si è detto, è che tutti i provider adottano politiche di QoS: quanto esse siano aggressive nei confronti del P2P ai consumatori però non viene detto.

In questi giorni PI sta contattando i principali ISP nazionali proprio per approfondire l’argomento. I primi feedback sono interessanti: Fastweb e Telecom Italia hanno già sottolineato di non aver applicato alcun genere di filtro al P2P . Grande la disponibilità a parlarne di Tele2, con cui abbiamo realizzato una piccola intervista grazie a Filippo Galbiati, business manager voce e ADSL di Tele2 Italia. Eccola qui di seguito.
Ecco qui di seguito come la vede Filippo Galbiati, business manager voce e ADSL di Tele2 Italia, che ha voluto rispondere nei dettagli sulla delicata questione dei filtri e del traffic shaping. Ecco cosa è emerso.

Punto Informatico : Che tipo di strategie di traffic shaping adottate? Viene in qualche modo penalizzato il traffico P2P e se sì, come? Quali applicazioni di file sharing sono eventualmente filtrate?
Filippo Galbiati : Stiamo iniziando ad applicare dei filtri per ottimizzare la banda dedicata al P2P. Le connessioni P2P non vengono bloccate, ma solo limitate in particolari momenti della giornata, quando l’utilizzo della rete è particolarmente intenso (le ore pre-serali e serali). Desideriamo infatti evitare che il massiccio utilizzo di banda tipico dei programmi P2P possa danneggiare chi usa la rete per attività più tradizionali, come ad esempio il web browsing e la consultazione della posta elettronica.

PI : Tra gli utenti del P2P c’è chi sospetta che certi provider non si limitino ad applicare politiche di quality of service sui pacchetti, ma restringano anche il numero massimo di connessioni TCP/IP che ogni singolo utente può stabilire, magari al superamento di una certa soglia di traffico. È possibile? Voi lo fate?
FG : È tecnicamente possibile, ma non rientra nelle limitazioni di banda che applichiamo sul P2P.

PI : La tecnica di offuscamento del protocollo utilizzata dalle più recenti versioni di eMule è realmente efficace per bypassare i vostri sistemi di gestione del traffico?
FG : In generale, i sistemi di filtraggio e di limitazione della banda P2P possono agire anche sulle connessioni offuscate.

PI : Nel 2005 Cisco confidò a PI che alcuni grossi provider nazionali avrebbero implementato il suo Service Control Engine, che permette di discriminare e filtrare con particolare efficacia il traffico proveniente dalle varie applicazioni P2P. Anche voi utilizzate questo servizio o uno simile?
FG : Sì, è il tipo di servizio che stiamo utilizzando.

PI : Secondo la vostra esperienza, oggi quali sono le applicazioni che generano il maggior traffico su Internet?
FG : Le applicazioni P2P per loro natura tendono a saturare la banda ADSL disponibile con il rischio di creare problemi di lentezza di navigazione. Il massiccio utilizzo di connessioni P2P, anche da parte di pochi utenti, può generare un generale abbassamento della qualità del servizio: questo è il motivo per cui si è deciso di limitare, per alcune ore nella giornata, la banda dedicata al P2P.

PI : In prospettiva, pensate che il continuo crescere del traffico P2P rischi di mettere in ginocchio l’attuale infrastruttura della Internet italiana?
FG : No, anche se può essere necessario limitare l’utilizzo della banda P2P in particolari situazioni.

a cura di Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • farmajet scrive:
    somatoline
    http://www.farmajet.it/
  • farmajet scrive:
    somatoline
    http://www.farmajet.it/
  • Anonimo scrive:
    Ora è al primo posto!
    ahahahahahah è proprio vero che è una m...a!!!
  • Anonimo scrive:
    Ora è al primo posto!
    ahahahahahah è proprio vero che è una m...a!!!
  • Guybrush scrive:
    Alle 11:46 del 19/03
    la ricerca di adrem (al contrario) da italia.it primo in classifica.A parte le considerazioni sul bottone "mi sento fortunato" e il dubbio portafortuna che, di tanto in tanto, si calpesta accidentalmente per strada, mi viene in mente qualche numero... uno in particolare:4545.000.000 eurovvero il costo approssimativo di quel coso.Rimango dell'idea che si poteva spendere uno zero di meno e in 1/4 del tempo, maremma schifa.45.000.000 (circa 2 eur a contribuente).
    GT
    • Anonimo scrive:
      Re: Alle 11:46 del 19/03
      Il punto è che c'è chi crede alle scimmie a tre teste che stiano dietro di lui.
      • Guybrush scrive:
        Re: Alle 11:46 del 19/03
        - Scritto da:
        Il punto è che c'è chi crede alle scimmie a tre
        teste che stiano dietro di
        lui....e c'e' chi butta comunque un'occhiata alle sue spalle, non si sa mai.Hai provato a cercar "merda" su google?Il risultato e' illuminante.
        GT
      • Guybrush scrive:
        Re: Alle 11:46 del 19/03
        - Scritto da:
        Il punto è che c'è chi crede alle scimmie a tre
        teste che stiano dietro di
        lui....e c'e' chi butta comunque un'occhiata alle sue spalle, non si sa mai.Hai provato a cercar "merda" su google?Il risultato e' illuminante.
        GT
    • Anonimo scrive:
      Re: Alle 11:46 del 19/03
      Il punto è che c'è chi crede alle scimmie a tre teste che stiano dietro di lui.
  • Uby scrive:
    Tanta voglia di...
    ... pubblicità.È questo a mio avviso ciò che sta dietro a googlebombing.In realtà tutti quei link a italia.it associati alla parola "merda" sono generati da un passaparola. Se io leggo su qualche forum di un bombing sul sito italia.it, non penso realmente che il sito sia una "merda". Voglio solo adeguarmi alla moda del momento.La cosa fondamentale secondo me è che in realtà se io non sapessi del bombing non metterei mai un link del genere sul mio sito. Quindi è una cosa forzata, non "spontanea". Ed in quanto tale andrebbe evitata (compito che spetterebbe a Google).Tutto questo ovviamente IMHO :P
  • Anonimo scrive:
    ITALIA.IT AL TAPPETO
    come da titolo
  • Anonimo scrive:
    Vergognatevi...
    Coloro che hanno provocato questo googlebombing devono solo vergognarsi, ora chi cerca anche dall'estero la parola merda vede comparire il nostro paese al secondo posto! Italia.it non è certo un capolavoro ma così si fa più male al nostro paese che altro.... I panni sporchi li dovremmo lavare in casa nostra. Senza contare il fatto che le sedicenti alternative a italia.it fanno tutte più che cagare dell'originale, quindi sarebbe il caso di smetterla con questa farsa... :@ :@ :@ :@ :@ :@
    • outkid scrive:
      Re: Vergognatevi...
      boh.. anzi.. io farei anche del googlebombing su la piu' internazionale shit che punta ad italia.it cosi' si spera che per salvare la faccia venga creato qualcosa di piu' decente.. oppure qualche genio decida di eliminare l'indicizzazione di google.. cmq io comincio sul mio portale http://sconosciuto.wordpress.com e spero di reclutare seguaci.va anche bene lavare i panni in casa ma questi son panni piu' grossi di te ed una volta tanto che hai la possibilita' di farti sentire contro chi ti estorce le tasse.. vuoi lasciar perdere? ma anche no.
      • outkid scrive:
        Re: Vergognatevi...
        http://sconosciuto.wordpress.com/2007/03/12/perche-no-googlebombing-shititaliait/ why? why not.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vergognatevi...
      Ehi amico, ma l'Italia è un paese di merda! Finiamola con i nazionalismi da quattro soldi e cerchiamo di aprire gli occhi e raffrontarci con altri paesi che avranno mille difetti ma che a noi hanno molto da insegnare...sempre che si voglia imparare.L'epoca dell'impero romano è finita da un pezzo, il Rinascimento pure. Ora ci sono altri imperi e in futuro ce ne saranno altri ancora. O lo si capisce o si fa una brutta fine
      • Anonimo scrive:
        Re: Vergognatevi...
        - Scritto da:
        Ehi amico, ma l'Italia è un paese di merda!
        Finiamola con i nazionalismi da quattro soldi e
        cerchiamo di aprire gli occhi e raffrontarci con
        altri paesiL'Italia ha davvero molto da insegnare agli altri, mi spiace deluderti, ma è così.E se le cose vanno male da voi è perché gentaglia come te spara merda sul proprio Paese. Forse TU dovresti aprire gli occhi ed apprezzare quel che hai e, magari, cominciare a migliorare quel che non va.
        • Anonimo scrive:
          Re: Vergognatevi...
          sono un altro.- Scritto da:

          - Scritto da:

          Ehi amico, ma l'Italia è un paese di merda!

          Finiamola con i nazionalismi da quattro soldi e

          cerchiamo di aprire gli occhi e raffrontarci con

          altri paesi
          L'Italia ha davvero molto da insegnare agli
          altri, mi spiace deluderti, ma è
          così.
          E se le cose vanno male da voi è perché gentaglia
          come te spara merda sul proprio Paese. Forse TU
          dovresti aprire gli occhi ed apprezzare quel che
          hai e, magari, cominciare a migliorare quel che
          non
          va.amico mio, io porto l'Italia nel (love) come te e di più di molti altri qui dentro.il perchè è ovvio (we are the best ;)). però: l'Italia ha moltissimi difetti.uno tra tutti l' IPOCRISIA .quel sito fa cagare! chiedi ad un web master!oppure, mostra quelli della finlandia, germania, svezia etc alla classica casalinga di voghera (qualcuno mi spieghi dov'è!) e poi mostrale quello dell'italia:ti dirà che fa cagare!(se poi gli dici quanto ci è costato resta così: :| )è perfettamente inutile fare finta che vada tutto bene se poi non è così!italiani svegliamociiiiiiii!sig :'(
          • Anonimo scrive:
            Nuova Italia, nuova mentalità

            amico mio, io porto l'Italia nel (love) come te e
            di più di molti altri qui
            dentro.
            il perchè è ovvio (we are the best ;)).
            però:
            l'Italia ha moltissimi difetti.
            uno tra tutti l' IPOCRISIA .
            quel sito fa cagare! chiedi ad un web master!
            oppure, mostra quelli della finlandia, germania,
            svezia etc alla classica casalinga di voghera
            (qualcuno mi spieghi dov'è!) e poi mostrale
            quello
            dell'italia:
            ti dirà che fa cagare!Ma io non discuto se faccia schifo o meno, nemmenoa me piace molto.Quanto ai soldi, non sn stati spesi tutti e 45 mln di euro, ma molto molto meno. Gran parte, a quanto avevo letto, per l'attrezzaura e l'interconnessione, non certo per i contenuti veri e propri.In ogni caso, pure facesse schifo, non mi pare il caso di fare googlebombing su ste cose.Si può impiegare meglio il tempo.Proprio ora mi trovo all'estero e faccio di tutto per far apprezzare la nostra Italia.E ti assicuro che l'apprezzano, nonostante tanti problemi che possiamo avere.Non piace quel sito, facciamo altro, ma che sia promozione dell'Italia, non cazzate.Odio il googleboombing, ma se dovessi farne uno non sarebbe per associare merda a Italia, bensì a beautiful o wonderful... non so se qualcuno abbia capito il punto.
          • Anonimo scrive:
            Nuova Italia, nuova mentalità

            amico mio, io porto l'Italia nel (love) come te e
            di più di molti altri qui
            dentro.
            il perchè è ovvio (we are the best ;)).
            però:
            l'Italia ha moltissimi difetti.
            uno tra tutti l' IPOCRISIA .
            quel sito fa cagare! chiedi ad un web master!
            oppure, mostra quelli della finlandia, germania,
            svezia etc alla classica casalinga di voghera
            (qualcuno mi spieghi dov'è!) e poi mostrale
            quello
            dell'italia:
            ti dirà che fa cagare!Ma io non discuto se faccia schifo o meno, nemmenoa me piace molto.Quanto ai soldi, non sn stati spesi tutti e 45 mln di euro, ma molto molto meno. Gran parte, a quanto avevo letto, per l'attrezzaura e l'interconnessione, non certo per i contenuti veri e propri.In ogni caso, pure facesse schifo, non mi pare il caso di fare googlebombing su ste cose.Si può impiegare meglio il tempo.Proprio ora mi trovo all'estero e faccio di tutto per far apprezzare la nostra Italia.E ti assicuro che l'apprezzano, nonostante tanti problemi che possiamo avere.Non piace quel sito, facciamo altro, ma che sia promozione dell'Italia, non cazzate.Odio il googleboombing, ma se dovessi farne uno non sarebbe per associare merda a Italia, bensì a beautiful o wonderful... non so se qualcuno abbia capito il punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Vergognatevi...
            Io concordo parzialmente con entrambi: l'italia ha pure lati positivi, quel sito fa schifo in relazione ai milioni di euro spesi, però è vero che con il googlebombing si rovina ancora di più l'immagine dell'italia all'estero. Intasare di lettere di protesta, quelle vere che fanno volume fisico, Rutelli e il precedente ministro IMHO sarebbe più efficace e non danneggia ulteriormente l'immagine dell'italia.Anzi, domani scrivo proprio a rutelli.- Scritto da:
            sono un altro.

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Ehi amico, ma l'Italia è un paese di merda!


            Finiamola con i nazionalismi da quattro soldi
            e


            cerchiamo di aprire gli occhi e raffrontarci
            con


            altri paesi

            L'Italia ha davvero molto da insegnare agli

            altri, mi spiace deluderti, ma è

            così.

            E se le cose vanno male da voi è perché
            gentaglia

            come te spara merda sul proprio Paese. Forse TU

            dovresti aprire gli occhi ed apprezzare quel che

            hai e, magari, cominciare a migliorare quel che

            non

            va.

            amico mio, io porto l'Italia nel (love) come te e
            di più di molti altri qui
            dentro.
            il perchè è ovvio (we are the best ;)).
            però:
            l'Italia ha moltissimi difetti.
            uno tra tutti l' IPOCRISIA .
            quel sito fa cagare! chiedi ad un web master!
            oppure, mostra quelli della finlandia, germania,
            svezia etc alla classica casalinga di voghera
            (qualcuno mi spieghi dov'è!) e poi mostrale
            quello
            dell'italia:
            ti dirà che fa cagare!
            (se poi gli dici quanto ci è costato resta così:
            :|
            )
            è perfettamente inutile fare finta che vada tutto
            bene se poi non è
            così!

            italiani svegliamociiiiiiii!

            sig :'(
          • Anonimo scrive:
            Re: Vergognatevi...
            - Scritto da:
            Io concordo parzialmente con entrambi:
            l'italia ha pure lati positivi, quel sito fa
            schifo in relazione ai milioni di euro spesi,
            però è vero che con il googlebombing si rovina
            ancora di più l'immagine dell'italia all'estero.
            Intasare di lettere di protesta, quelle vere che
            fanno volume fisico, Rutelli e il precedente
            ministro IMHO sarebbe più efficace e non
            danneggia ulteriormente l'immagine
            dell'italiaEfficace? Ma stai scherzando? Ma ti rendi conto che a questi politici non frega assolutamente niente di cio' che viene prodotto e dei soldi spesi? Come ti spieghi il fatto che abbiano fatto conferenze stampa trionfalistiche invitando giornalisti e sbandierando un insignificante logo, PAGATO CENTOMILA EURO! Una persona accorta, onesta e a contatto con la realta' fa una cosa del genere? Una conferenza stampa per UN LOGO? Un logo (sorvolando sulla bruttezza epocale di questo) per un sito istituzionale? Un logo pagato quanto il lavoro di 4 anni di un grafico web con esperienza decennale? Ma come si fa a credere ancora a questi politici?Un sito come quello di Italia.it, per giustificare 45 milioni di spesa, avrebbe dovuto avere contenuti enormi, tecnologie efficienti ed avanzate (mi viene in mente ad esempio un "trip planning" completo), invece si tratta di un sito triste, trito e ritrito, limitato, inutile, pieno di errori nei contenuti, lento, piccolo, senza futuro, con scelte stilistiche ignobili.E' ora di finirla!!! :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Vergognatevi...
            - Scritto da:
            Io concordo parzialmente con entrambi:
            l'italia ha pure lati positivi, quel sito fa
            schifo in relazione ai milioni di euro spesi,
            però è vero che con il googlebombing si rovina
            ancora di più l'immagine dell'italia all'estero.
            Intasare di lettere di protesta, quelle vere che
            fanno volume fisico, Rutelli e il precedente
            ministro IMHO sarebbe più efficace e non
            danneggia ulteriormente l'immagine
            dell'italiaEfficace? Ma stai scherzando? Ma ti rendi conto che a questi politici non frega assolutamente niente di cio' che viene prodotto e dei soldi spesi? Come ti spieghi il fatto che abbiano fatto conferenze stampa trionfalistiche invitando giornalisti e sbandierando un insignificante logo, PAGATO CENTOMILA EURO! Una persona accorta, onesta e a contatto con la realta' fa una cosa del genere? Una conferenza stampa per UN LOGO? Un logo (sorvolando sulla bruttezza epocale di questo) per un sito istituzionale? Un logo pagato quanto il lavoro di 4 anni di un grafico web con esperienza decennale? Ma come si fa a credere ancora a questi politici?Un sito come quello di Italia.it, per giustificare 45 milioni di spesa, avrebbe dovuto avere contenuti enormi, tecnologie efficienti ed avanzate (mi viene in mente ad esempio un "trip planning" completo), invece si tratta di un sito triste, trito e ritrito, limitato, inutile, pieno di errori nei contenuti, lento, piccolo, senza futuro, con scelte stilistiche ignobili.E' ora di finirla!!! :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Vergognatevi...
            Io concordo parzialmente con entrambi: l'italia ha pure lati positivi, quel sito fa schifo in relazione ai milioni di euro spesi, però è vero che con il googlebombing si rovina ancora di più l'immagine dell'italia all'estero. Intasare di lettere di protesta, quelle vere che fanno volume fisico, Rutelli e il precedente ministro IMHO sarebbe più efficace e non danneggia ulteriormente l'immagine dell'italia.Anzi, domani scrivo proprio a rutelli.- Scritto da:
            sono un altro.

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Ehi amico, ma l'Italia è un paese di merda!


            Finiamola con i nazionalismi da quattro soldi
            e


            cerchiamo di aprire gli occhi e raffrontarci
            con


            altri paesi

            L'Italia ha davvero molto da insegnare agli

            altri, mi spiace deluderti, ma è

            così.

            E se le cose vanno male da voi è perché
            gentaglia

            come te spara merda sul proprio Paese. Forse TU

            dovresti aprire gli occhi ed apprezzare quel che

            hai e, magari, cominciare a migliorare quel che

            non

            va.

            amico mio, io porto l'Italia nel (love) come te e
            di più di molti altri qui
            dentro.
            il perchè è ovvio (we are the best ;)).
            però:
            l'Italia ha moltissimi difetti.
            uno tra tutti l' IPOCRISIA .
            quel sito fa cagare! chiedi ad un web master!
            oppure, mostra quelli della finlandia, germania,
            svezia etc alla classica casalinga di voghera
            (qualcuno mi spieghi dov'è!) e poi mostrale
            quello
            dell'italia:
            ti dirà che fa cagare!
            (se poi gli dici quanto ci è costato resta così:
            :|
            )
            è perfettamente inutile fare finta che vada tutto
            bene se poi non è
            così!

            italiani svegliamociiiiiiii!

            sig :'(
        • Anonimo scrive:
          Re: Vergognatevi...
          sono un altro.- Scritto da:

          - Scritto da:

          Ehi amico, ma l'Italia è un paese di merda!

          Finiamola con i nazionalismi da quattro soldi e

          cerchiamo di aprire gli occhi e raffrontarci con

          altri paesi
          L'Italia ha davvero molto da insegnare agli
          altri, mi spiace deluderti, ma è
          così.
          E se le cose vanno male da voi è perché gentaglia
          come te spara merda sul proprio Paese. Forse TU
          dovresti aprire gli occhi ed apprezzare quel che
          hai e, magari, cominciare a migliorare quel che
          non
          va.amico mio, io porto l'Italia nel (love) come te e di più di molti altri qui dentro.il perchè è ovvio (we are the best ;)). però: l'Italia ha moltissimi difetti.uno tra tutti l' IPOCRISIA .quel sito fa cagare! chiedi ad un web master!oppure, mostra quelli della finlandia, germania, svezia etc alla classica casalinga di voghera (qualcuno mi spieghi dov'è!) e poi mostrale quello dell'italia:ti dirà che fa cagare!(se poi gli dici quanto ci è costato resta così: :| )è perfettamente inutile fare finta che vada tutto bene se poi non è così!italiani svegliamociiiiiiii!sig :'(
        • Anonimo scrive:
          Re: Vergognatevi...

          L'Italia ha davvero molto da insegnare agli
          altri, mi spiace deluderti, ma è
          così.
          E se le cose vanno male da voi è perché gentaglia
          come te spara merda sul proprio Paese. Forse TU
          dovresti aprire gli occhi ed apprezzare quel che
          hai e, magari, cominciare a migliorare quel che
          non
          va.Quoto in pieno....
        • Anonimo scrive:
          Re: Vergognatevi...

          L'Italia ha davvero molto da insegnare agli
          altri, mi spiace deluderti, ma è
          così.
          E se le cose vanno male da voi è perché gentaglia
          come te spara merda sul proprio Paese. Forse TU
          dovresti aprire gli occhi ed apprezzare quel che
          hai e, magari, cominciare a migliorare quel che
          non
          va.Quoto in pieno....
        • Anonimo scrive:
          Re: Vergognatevi...
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Ehi amico, ma l'Italia è un paese di merda!

          Finiamola con i nazionalismi da quattro soldi e

          cerchiamo di aprire gli occhi e raffrontarci con

          altri paesi
          L'Italia ha davvero molto da insegnare agli
          altri, mi spiace deluderti, ma è
          così.Tipo? Tirami fuori UNA COSA!!! :@
        • Anonimo scrive:
          Re: Vergognatevi...
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Ehi amico, ma l'Italia è un paese di merda!

          Finiamola con i nazionalismi da quattro soldi e

          cerchiamo di aprire gli occhi e raffrontarci con

          altri paesi
          L'Italia ha davvero molto da insegnare agli
          altri, mi spiace deluderti, ma è
          così.Tipo? Tirami fuori UNA COSA!!! :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Vergognatevi...
        - Scritto da:
        Ehi amico, ma l'Italia è un paese di merda!
        Finiamola con i nazionalismi da quattro soldi e
        cerchiamo di aprire gli occhi e raffrontarci con
        altri paesiL'Italia ha davvero molto da insegnare agli altri, mi spiace deluderti, ma è così.E se le cose vanno male da voi è perché gentaglia come te spara merda sul proprio Paese. Forse TU dovresti aprire gli occhi ed apprezzare quel che hai e, magari, cominciare a migliorare quel che non va.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vergognatevi...
      Ehi amico, ma l'Italia è un paese di merda! Finiamola con i nazionalismi da quattro soldi e cerchiamo di aprire gli occhi e raffrontarci con altri paesi che avranno mille difetti ma che a noi hanno molto da insegnare...sempre che si voglia imparare.L'epoca dell'impero romano è finita da un pezzo, il Rinascimento pure. Ora ci sono altri imperi e in futuro ce ne saranno altri ancora. O lo si capisce o si fa una brutta fine
  • Anonimo scrive:
    sempre meglio
    http://www.google.it/custom?q=merda&cof=LH%3A130%3BLW%3A150%3BL%3Ahttp%3A%2F%2Fbret.altervista.org%2F_altervista_ht%2Fmerda.JPG
  • Anonimo scrive:
    L'alternativa Open: OpenItaly.NET
    L'alternativa ad italia.it c'è ed è viva e vegeta: OpenItaly.NET, il primo Portale Collaborativo Turistico Italiano !!!! (love) http://www.openitaly.net (love)Grazie e ciao,Luigi
    • Anonimo scrive:
      Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
      - Scritto da:
      L'alternativa ad italia.it c'è ed è viva e
      vegeta: OpenItaly.NET, il primo Portale
      Collaborativo Turistico Italiano !!!!


      (love) http://www.openitaly.net (love)

      Grazie e ciao,Luigiin pratica fate gli intere$$i di aziende turistiche e strutture varie e il tutto gratuitamente per salvare l'umanità dal capitalismo informatico... (rotfl)voi non siete normali
      • Sgabbio scrive:
        Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
        - Scritto da:

        in pratica fate gli intere$$i di aziende
        turistiche e strutture varie e il tutto
        gratuitamente per salvare l'umanità dal
        capitalismo informatico...
        (rotfl)

        voi non siete normaliBhe bello offendere delle persone che cercano di fare un buon lavoro....... :@
        • Anonimo scrive:
          Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
          - Scritto da: Sgabbio

          - Scritto da:




          in pratica fate gli intere$$i di aziende

          turistiche e strutture varie e il tutto

          gratuitamente per salvare l'umanità dal

          capitalismo informatico...

          (rotfl)



          voi non siete normali



          Bhe bello offendere delle persone che cercano di
          fare un buon lavoro.......
          :@no, OpenItaly è un pessimo portale che però riesce a spargere la falsa voce che avere pubblicità su internet da parte di strutture turistiche sia qualcosa di per se gratuito, danneggiando il mercatoè un po' come quelle aziende che si rivolgono ai ragazzini di 16 anni per il sito ecommerce gratis fatto con oscommerce che non funzionerà mai e con una grafica a dir poco infantileè arrivato il momento che i veri professionisti del web facciano sentire la propria voce e le proprie intenzioni: l'open source sta distruggendo la qualità e la professionalità, nonchè un mercato che avrebbe portato vantaggi a tuttino all'open source, no ai fanatici del software, i quali non ci rappresentano
          • Anonimo scrive:
            Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
            Non sono d'accordo con entrambi. In medio stat virtus, se non scrivo male, ma in tal caso chiedo venia :)
          • Anonimo scrive:
            Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
            Non sono d'accordo con entrambi. In medio stat virtus, se non scrivo male, ma in tal caso chiedo venia :)
          • Epimenide scrive:
            Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
            - Scritto da:
            è un po' come quelle aziende che si rivolgono ai
            ragazzini di 16 anni per il sito ecommerce gratis
            fatto con oscommerce che non funzionerà mai e con
            una grafica a dir poco infantileIl committente è re, nell'economia di mercato, vedi... Se vuole pagare poco e avere un prodotto scadente, che faccia pure! Semmai, il problema è insegnare al cliente le differenze di qualità quando si traducono in differenza di costo: se il paragone diventa www.italia.it, le aziende avranno sempre l'impressione di aver fatto un affare a pagare poco per avere lo stesso.
            è arrivato il momento che i veri professionisti
            del web facciano sentire la propria voce e le
            proprie intenzioni: l'open source sta
            distruggendo la qualità e la professionalità,
            nonchè un mercato che avrebbe portato vantaggi a
            tuttiStai trollando, vero? No, perché se parli sul serio di web professionale, ti zittisco con una sola parola:Apache
            no all'open source, no ai fanatici del software,
            i quali non ci rappresentanoHmmmm... lasciami indovinare... rivenditore M$?Allora no, l'open source non ti rappresenta, certo. Che se poi tu presumi l'equazione(software proprietario) = (qualità + affidabilità), beh, fattelo dire da chi ci lavora dentro, ti sbagli alla grande.Per gli altri, l'open source rappresenta un'opportunità: scartare il peggio può essere faticoso, ma di qualità ce n'è in abbondanza.
          • riccardosl45 scrive:
            Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
            Mi pare una bella idea quel openitaly.net ma è solo in due lingue..Bisognerebbe perlomento sviluppare altre lingue per fare vera concorrenza e ridicolizzare italia.itSpero un giorno si possa dimostrare che gli italiano per il loro sito sanno far meglio collaborando ..
          • riccardosl45 scrive:
            Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
            Mi pare una bella idea quel openitaly.net ma è solo in due lingue..Bisognerebbe perlomento sviluppare altre lingue per fare vera concorrenza e ridicolizzare italia.itSpero un giorno si possa dimostrare che gli italiano per il loro sito sanno far meglio collaborando ..
          • Epimenide scrive:
            Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
            - Scritto da:
            è un po' come quelle aziende che si rivolgono ai
            ragazzini di 16 anni per il sito ecommerce gratis
            fatto con oscommerce che non funzionerà mai e con
            una grafica a dir poco infantileIl committente è re, nell'economia di mercato, vedi... Se vuole pagare poco e avere un prodotto scadente, che faccia pure! Semmai, il problema è insegnare al cliente le differenze di qualità quando si traducono in differenza di costo: se il paragone diventa www.italia.it, le aziende avranno sempre l'impressione di aver fatto un affare a pagare poco per avere lo stesso.
            è arrivato il momento che i veri professionisti
            del web facciano sentire la propria voce e le
            proprie intenzioni: l'open source sta
            distruggendo la qualità e la professionalità,
            nonchè un mercato che avrebbe portato vantaggi a
            tuttiStai trollando, vero? No, perché se parli sul serio di web professionale, ti zittisco con una sola parola:Apache
            no all'open source, no ai fanatici del software,
            i quali non ci rappresentanoHmmmm... lasciami indovinare... rivenditore M$?Allora no, l'open source non ti rappresenta, certo. Che se poi tu presumi l'equazione(software proprietario) = (qualità + affidabilità), beh, fattelo dire da chi ci lavora dentro, ti sbagli alla grande.Per gli altri, l'open source rappresenta un'opportunità: scartare il peggio può essere faticoso, ma di qualità ce n'è in abbondanza.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
          - Scritto da: Sgabbio

          - Scritto da:




          in pratica fate gli intere$$i di aziende

          turistiche e strutture varie e il tutto

          gratuitamente per salvare l'umanità dal

          capitalismo informatico...

          (rotfl)



          voi non siete normali



          Bhe bello offendere delle persone che cercano di
          fare un buon lavoro.......
          :@no, OpenItaly è un pessimo portale che però riesce a spargere la falsa voce che avere pubblicità su internet da parte di strutture turistiche sia qualcosa di per se gratuito, danneggiando il mercatoè un po' come quelle aziende che si rivolgono ai ragazzini di 16 anni per il sito ecommerce gratis fatto con oscommerce che non funzionerà mai e con una grafica a dir poco infantileè arrivato il momento che i veri professionisti del web facciano sentire la propria voce e le proprie intenzioni: l'open source sta distruggendo la qualità e la professionalità, nonchè un mercato che avrebbe portato vantaggi a tuttino all'open source, no ai fanatici del software, i quali non ci rappresentano
      • Sgabbio scrive:
        Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
        - Scritto da:

        in pratica fate gli intere$$i di aziende
        turistiche e strutture varie e il tutto
        gratuitamente per salvare l'umanità dal
        capitalismo informatico...
        (rotfl)

        voi non siete normaliBhe bello offendere delle persone che cercano di fare un buon lavoro....... :@
      • outkid scrive:
        Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
        quoto.l'idea e' carina.. ma per cose come questa tu paghi le tasse.non e' come creare un sistema operativo o qualcosa di opensource.tu hai gia' pagato per italia.it sono LORO che dovrebbero renderlo decente.non e' che se windows e' buggato mi metto a creare patch da regalare a microsoft.. non nel mondo vero.. e la filantropia la farei con qualcuno di piu' meritevole.
      • outkid scrive:
        Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
        quoto.l'idea e' carina.. ma per cose come questa tu paghi le tasse.non e' come creare un sistema operativo o qualcosa di opensource.tu hai gia' pagato per italia.it sono LORO che dovrebbero renderlo decente.non e' che se windows e' buggato mi metto a creare patch da regalare a microsoft.. non nel mondo vero.. e la filantropia la farei con qualcuno di piu' meritevole.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
      - Scritto da:
      L'alternativa ad italia.it c'è ed è viva e
      vegeta: OpenItaly.NET, il primo Portale
      Collaborativo Turistico Italiano !!!!


      (love) http://www.openitaly.net (love)

      Grazie e ciao,Luigiin pratica fate gli intere$$i di aziende turistiche e strutture varie e il tutto gratuitamente per salvare l'umanità dal capitalismo informatico... (rotfl)voi non siete normali
    • zerouno scrive:
      Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
      Visto che il sito riguarda l'Italia, sarebbe il caso di sostituire il "we want you" dell'esercito unionista americano che non centra nulla con il contesto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 marzo 2007 12.28-----------------------------------------------------------
    • zerouno scrive:
      Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
      Visto che il sito riguarda l'Italia, sarebbe il caso di sostituire il "we want you" dell'esercito unionista americano che non centra nulla con il contesto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 marzo 2007 12.28-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
      - Scritto da:
      L'alternativa ad italia.it c'è ed è viva e
      vegeta: OpenItaly.NET, il primo Portale
      Collaborativo Turistico Italiano !!!!


      (love) http://www.openitaly.net (love)

      Grazie e ciao,LuigiQuesta sarebbe l'alternativa a italia.it? Ma per favore... fa ridere! Mi pare l'ennesimo modo per guadagnare quattro lire con Google AdSense... Fate un pò voi!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
      - Scritto da:
      L'alternativa ad italia.it c'è ed è viva e
      vegeta: OpenItaly.NET, il primo Portale
      Collaborativo Turistico Italiano !!!!


      (love) http://www.openitaly.net (love)

      Grazie e ciao,LuigiQuesta sarebbe l'alternativa a italia.it? Ma per favore... fa ridere! Mi pare l'ennesimo modo per guadagnare quattro lire con Google AdSense... Fate un pò voi!
    • Anonimo scrive:
      CHE BRUTTO questo OpenItaly.NET
      E' veramente brutto. Fa rimpiangere italia.it :'(
    • Anonimo scrive:
      CHE BRUTTO questo OpenItaly.NET
      E' veramente brutto. Fa rimpiangere italia.it :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
      - Scritto da:
      L'alternativa ad italia.it c'è ed è viva e
      vegeta: OpenItaly.NET, il primo Portale
      Collaborativo Turistico Italiano !!!!


      (love) http://www.openitaly.net (love)

      Grazie e ciao,LuigiE questa roba sarebbe "viva e vegeta"? Quattro linee in croce, una maschera di login, dei banner e una map rubata a google maps? Ma chi volete prendere in giro?
    • Anonimo scrive:
      Re: L'alternativa Open: OpenItaly.NET
      - Scritto da:
      L'alternativa ad italia.it c'è ed è viva e
      vegeta: OpenItaly.NET, il primo Portale
      Collaborativo Turistico Italiano !!!!


      (love) http://www.openitaly.net (love)

      Grazie e ciao,LuigiE questa roba sarebbe "viva e vegeta"? Quattro linee in croce, una maschera di login, dei banner e una map rubata a google maps? Ma chi volete prendere in giro?
  • fante1998 scrive:
    Spero che ora si ricredano gli altri!
    Sono fortemente contrario al google bombing e l'ho scritto più volte, anche qui.Solo che fintanto che si trattava di combatterlo quando rovesciava letame sui Berlusconi e sui Bush era troppo difficile riuscire a farne capire a tutti la pericolosità. Spero che ora anche l'altra metà del cielo (cioé la sinistra, detto papale papale) apra gli occhi e si renda conto che il google bombing mette in pericolo uno strumento utilissimo e fondamentale quale google!SalutiG. Sanna
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero che ora si ricredano gli altri
      - Scritto da: fante1998
      Sono fortemente contrario al google bombing e
      l'ho scritto più volte, anche
      qui.
      Solo che fintanto che si trattava di combatterlo
      quando rovesciava letame sui Berlusconi e sui
      Bush era troppo difficile riuscire a farne capire
      a tutti la pericolosità. Spero che ora anche
      l'altra metà del cielo (cioé la sinistra, detto
      papale papale) apra gli occhi e si renda conto
      che il google bombing mette in pericolo uno
      strumento utilissimo e fondamentale quale
      google!
      Saluti
      G. SannaNessuno ha mai detto il contrario. Non esistono destra e sinistra su questo argomento.Sarebbe compito di Google evitare queste pagliacciate.E per favore, evitiamo di buttarla sempre in politica...
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero che ora si ricredano gli altri

        Nessuno ha mai detto il contrario. Non esistono
        destra e sinistra su questo
        argomento.

        Sarebbe compito di Google evitare queste
        pagliacciate.

        E per favore, evitiamo di buttarla sempre
        in
        politica...Hai usato la definizione giusta : PAGLIACCIATE questo è l'aggettivo per il googlebombing su italia.it, e pagliacci anche coloro che lo hanno messo in atto...
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero che ora si ricredano gli altri

        Nessuno ha mai detto il contrario. Non esistono
        destra e sinistra su questo
        argomento.

        Sarebbe compito di Google evitare queste
        pagliacciate.

        E per favore, evitiamo di buttarla sempre
        in
        politica...Hai usato la definizione giusta : PAGLIACCIATE questo è l'aggettivo per il googlebombing su italia.it, e pagliacci anche coloro che lo hanno messo in atto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero che ora si ricredano gli altri
      - Scritto da: fante1998
      Sono fortemente contrario al google bombing e
      l'ho scritto più volte, anche
      qui.
      Solo che fintanto che si trattava di combatterlo
      quando rovesciava letame sui Berlusconi e sui
      Bush era troppo difficile riuscire a farne capire
      a tutti la pericolosità. Spero che ora anche
      l'altra metà del cielo (cioé la sinistra, detto
      papale papale) apra gli occhi e si renda conto
      che il google bombing mette in pericolo uno
      strumento utilissimo e fondamentale quale
      google!
      Saluti
      G. SannaNessuno ha mai detto il contrario. Non esistono destra e sinistra su questo argomento.Sarebbe compito di Google evitare queste pagliacciate.E per favore, evitiamo di buttarla sempre in politica...
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Spero che ora si ricredano gli altri
      - Scritto da: fante1998
      era troppo difficile riuscire a farne capire
      a tutti la pericolosità.Pericolosità de che? (newbie) Ma tornare con i piedi per terra? (newbie)
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero che ora si ricredano gli altri
        Lo scrivo due righe sotto, bastava continuare a leggere.Per me falsare i risultati di google cercando di indirizzarli dove si vuole in maniera fraudolenta è un danno alla comunità. Per me goggle è uno strumento di lavoro e se venisse dopato col google bombing per me in prima persona sarebbe un danno. Ma credo per tutti.G. Sanna
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Spero che ora si ricredano gli altri
          - Scritto da:
          Per me falsare i risultati di google cercando di
          indirizzarli dove si vuole in maniera fraudolenta
          è un danno alla comunità.Falsare? Nessuno è entrato sui server di Google per falsare alcunché. Google sta solo facendo il suo lavoro, ossia indicizzare parole e associarle a siti e informazioni. _Questo_ è l'obiettivo di un search-engine, non quello di fornire a te i risultati che preferisci e dire "sono stati falsati" quando non sei d'accordo con essi.
          Per me goggle è uno
          strumento di lavoro e se venisse dopato col
          google bombing per me in prima persona sarebbe un
          danno. Ma credo per
          tutti.Ci sono centinaia di altri search-engine che puoi usare se ritieni che i risultati che ti fornisce Google siano inattendibili.Non c'è scritto poi da nessuna parte che Google sia uno strumento di lavoro né che Google e i suoi risultati ti appartengano... se Google domani decidesse di chiudere tu che faresti? Causa a Google perché ti ha portato via uno "strumento di lavoro"?Benvenuto su Internet.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ora si ricredano gli altri
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            Per me falsare i risultati di google cercando di

            indirizzarli dove si vuole in maniera
            fraudolenta

            è un danno alla comunità.

            Falsare? Nessuno è entrato sui server di Google
            per falsare alcunché. Google sta solo facendo il
            suo lavoro, ossia indicizzare parole e associarle
            a siti e informazioni. _Questo_ è l'obiettivo di
            un search-engine, non quello di fornire a te i
            risultati che preferisci e dire "sono stati
            falsati" quando non sei d'accordo con
            essi.chi fa google bombing generalmente e professionalmente è in conflitto con Italia.itnon nascondiamoci dietro a un dito, per favoreil risultato di google di fatto non rappresenta l'opinione della massa ma solo di alcuni addetti ai lavori capaci di condizionare la macchina googlequeste cose le scrivo non tanto per farti cambiare idea, tu sei peggio di tutti quelli che stanno nella stanza dei bottoni e il tuo urlare è solo frutto di invidia a frustrazionele figure sovvertive come te sono vecchie come il mondo, sei un banale film già visto
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ora si ricredano gli altri
            Meglio tornare a spalare letame su Berlusconi e Bush allora. Quello sì che è un bel film già visto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ora si ricredano gli altri
            Meglio tornare a spalare letame su Berlusconi e Bush allora. Quello sì che è un bel film già visto.
          • ryoga scrive:
            Re: Spero che ora si ricredano gli altri
            - Scritto da:
            chi fa google bombing generalmente e
            professionalmente è in conflitto con
            Italia.itAspetta.Che "QUESTO" google-bombing faccia schifo, ne sono concorde anche io.Che il sito italia.it sia un sito che segua i canoni della legge sull'accessibilità e che sia un punto di riferimento per il turismo, ho i miei forti dubbi e penso che tutti, come me ne hanno.Che il fatto che sia costato tanti "MILIONI" di euro quando in giro c'e' gente che fa portali per poco meno di 1000 euro è un qualcosa di assurdo e poco chiaro.
            il risultato di google di fatto non rappresenta
            l'opinione della massa ma solo di alcuni addetti
            ai lavori capaci di condizionare la macchina
            googleNon indica neanche che la massa è felice di tale sito. Anzi.... la massa di utenti internet, non sanno neanche dell'esistenza del portale "Italia.it" e ciò è assurdo per i soldi spesi.
            le figure sovvertive come te sono vecchie come il
            mondo, sei un banale film già
            vistoInvece le pecore al pascolo, sono cose viste già millenni fa.
          • ryoga scrive:
            Re: Spero che ora si ricredano gli altri
            - Scritto da:
            chi fa google bombing generalmente e
            professionalmente è in conflitto con
            Italia.itAspetta.Che "QUESTO" google-bombing faccia schifo, ne sono concorde anche io.Che il sito italia.it sia un sito che segua i canoni della legge sull'accessibilità e che sia un punto di riferimento per il turismo, ho i miei forti dubbi e penso che tutti, come me ne hanno.Che il fatto che sia costato tanti "MILIONI" di euro quando in giro c'e' gente che fa portali per poco meno di 1000 euro è un qualcosa di assurdo e poco chiaro.
            il risultato di google di fatto non rappresenta
            l'opinione della massa ma solo di alcuni addetti
            ai lavori capaci di condizionare la macchina
            googleNon indica neanche che la massa è felice di tale sito. Anzi.... la massa di utenti internet, non sanno neanche dell'esistenza del portale "Italia.it" e ciò è assurdo per i soldi spesi.
            le figure sovvertive come te sono vecchie come il
            mondo, sei un banale film già
            vistoInvece le pecore al pascolo, sono cose viste già millenni fa.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Spero che ora si ricredano gli altri
            - Scritto da:
            chi fa google bombing generalmente e
            professionalmente è in conflitto con
            Italia.itLOL!Quindi tutti quelli che hanno definito italia.it un sito che fa schifo o una "merda" sono "professionalmente è in conflitto con italia.it".(rotfl)
            non nascondiamoci dietro a un dito, per favoreNascondere cosa? (newbie)
            il risultato di google di fatto non rappresenta
            l'opinione della massa ma solo di alcuni addetti
            ai lavori capaci di condizionare la macchina
            googleLo puoi dimostrare? (newbie)
            queste cose le scrivo non tanto per farti
            cambiare idea, tu sei peggio di tutti quelli che
            stanno nella stanza dei bottoni e il tuo urlare è
            solo frutto di invidia a
            frustrazioneInvidia de che? (newbie)
            le figure sovvertive come te sono vecchie come il
            mondo, sei un banale film già
            vistoDai, non piangere su... :'(
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Spero che ora si ricredano gli altri
            - Scritto da:
            chi fa google bombing generalmente e
            professionalmente è in conflitto con
            Italia.itLOL!Quindi tutti quelli che hanno definito italia.it un sito che fa schifo o una "merda" sono "professionalmente è in conflitto con italia.it".(rotfl)
            non nascondiamoci dietro a un dito, per favoreNascondere cosa? (newbie)
            il risultato di google di fatto non rappresenta
            l'opinione della massa ma solo di alcuni addetti
            ai lavori capaci di condizionare la macchina
            googleLo puoi dimostrare? (newbie)
            queste cose le scrivo non tanto per farti
            cambiare idea, tu sei peggio di tutti quelli che
            stanno nella stanza dei bottoni e il tuo urlare è
            solo frutto di invidia a
            frustrazioneInvidia de che? (newbie)
            le figure sovvertive come te sono vecchie come il
            mondo, sei un banale film già
            vistoDai, non piangere su... :'(
          • Anonimo scrive:
            Re: Spero che ora si ricredano gli altri
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            Per me falsare i risultati di google cercando di

            indirizzarli dove si vuole in maniera
            fraudolenta

            è un danno alla comunità.

            Falsare? Nessuno è entrato sui server di Google
            per falsare alcunché. Google sta solo facendo il
            suo lavoro, ossia indicizzare parole e associarle
            a siti e informazioni. _Questo_ è l'obiettivo di
            un search-engine, non quello di fornire a te i
            risultati che preferisci e dire "sono stati
            falsati" quando non sei d'accordo con
            essi.chi fa google bombing generalmente e professionalmente è in conflitto con Italia.itnon nascondiamoci dietro a un dito, per favoreil risultato di google di fatto non rappresenta l'opinione della massa ma solo di alcuni addetti ai lavori capaci di condizionare la macchina googlequeste cose le scrivo non tanto per farti cambiare idea, tu sei peggio di tutti quelli che stanno nella stanza dei bottoni e il tuo urlare è solo frutto di invidia a frustrazionele figure sovvertive come te sono vecchie come il mondo, sei un banale film già visto
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Spero che ora si ricredano gli altri
          - Scritto da:
          Per me falsare i risultati di google cercando di
          indirizzarli dove si vuole in maniera fraudolenta
          è un danno alla comunità.Falsare? Nessuno è entrato sui server di Google per falsare alcunché. Google sta solo facendo il suo lavoro, ossia indicizzare parole e associarle a siti e informazioni. _Questo_ è l'obiettivo di un search-engine, non quello di fornire a te i risultati che preferisci e dire "sono stati falsati" quando non sei d'accordo con essi.
          Per me goggle è uno
          strumento di lavoro e se venisse dopato col
          google bombing per me in prima persona sarebbe un
          danno. Ma credo per
          tutti.Ci sono centinaia di altri search-engine che puoi usare se ritieni che i risultati che ti fornisce Google siano inattendibili.Non c'è scritto poi da nessuna parte che Google sia uno strumento di lavoro né che Google e i suoi risultati ti appartengano... se Google domani decidesse di chiudere tu che faresti? Causa a Google perché ti ha portato via uno "strumento di lavoro"?Benvenuto su Internet.
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero che ora si ricredano gli altri
        Lo scrivo due righe sotto, bastava continuare a leggere.Per me falsare i risultati di google cercando di indirizzarli dove si vuole in maniera fraudolenta è un danno alla comunità. Per me goggle è uno strumento di lavoro e se venisse dopato col google bombing per me in prima persona sarebbe un danno. Ma credo per tutti.G. Sanna
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero che ora si ricredano gli altri


        era troppo difficile riuscire a farne capire

        a tutti la pericolosità.

        Pericolosità de che? (newbie)
        Ma tornare con i piedi per terra? (newbie)Straquoto l'animaniac. Esistono decine di agenzie di SEO che non fanno altro che googlebombing legalizzato e a scopo di lucro: se non ci si potesse prendere qualche rivincita gratis ogni tanto, sarebbe davvero ora di iniziare a preoccuparsi....
      • Anonimo scrive:
        Re: Spero che ora si ricredano gli altri


        era troppo difficile riuscire a farne capire

        a tutti la pericolosità.

        Pericolosità de che? (newbie)
        Ma tornare con i piedi per terra? (newbie)Straquoto l'animaniac. Esistono decine di agenzie di SEO che non fanno altro che googlebombing legalizzato e a scopo di lucro: se non ci si potesse prendere qualche rivincita gratis ogni tanto, sarebbe davvero ora di iniziare a preoccuparsi....
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Spero che ora si ricredano gli altri
      - Scritto da: fante1998
      era troppo difficile riuscire a farne capire
      a tutti la pericolosità.Pericolosità de che? (newbie) Ma tornare con i piedi per terra? (newbie)
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero che ora si ricredano gli altri
      - Scritto da: fante1998
      Sono fortemente contrario al google bombing e
      l'ho scritto più volte, anche
      qui.
      Solo che fintanto che si trattava di combatterlo
      quando rovesciava letame sui Berlusconi e sui
      Bush era troppo difficile riuscire a farne capire
      a tutti la pericolosità. Spero che ora anche
      l'altra metà del cielo (cioé la sinistra, detto
      papale papale) apra gli occhi e si renda conto
      che il google bombing mette in pericolo uno
      strumento utilissimo e fondamentale quale
      google!
      Saluti
      G. SannaQuoto anche se sono di sinistra.... :s
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero che ora si ricredano gli altri
      - Scritto da: fante1998
      Sono fortemente contrario al google bombing e
      l'ho scritto più volte, anche
      qui.
      Solo che fintanto che si trattava di combatterlo
      quando rovesciava letame sui Berlusconi e sui
      Bush era troppo difficile riuscire a farne capire
      a tutti la pericolosità. Spero che ora anche
      l'altra metà del cielo (cioé la sinistra, detto
      papale papale) apra gli occhi e si renda conto
      che il google bombing mette in pericolo uno
      strumento utilissimo e fondamentale quale
      google!
      Saluti
      G. SannaQuoto anche se sono di sinistra.... :s
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero che ora si ricredano gli altri
      - Scritto da: fante1998
      fintanto che si trattava di combatterlo [il googlebombing]
      quando rovesciava letame sui Berlusconi e sui
      Bush era troppo difficile riuscire a farne capire
      a tutti la pericolosità. Spero che ora anche
      l'altra metà del cielo (cioé la sinistra, detto
      papale papale) apra gli occhi e si renda contoper favore, che c'entra la politica con google?
      il google bombing mette in pericolo uno
      strumento utilissimo e fondamentale quale
      google!non so se conosci il funzionamento di googleil googlebombing si basa sui link che la gente fa sui propri siti ad altri sitiin questo caso tante persone hanno linkato italia.it con il testo "merda", non specificando se al fine del googlebombing oppure se fosse la loro opinione. in ogni caso queste persone avevano tutto il diritto di linkare italia.it con qualunque testo desiderassero, e se secondo loro è una merda allora google indicizzerà di conseguenzale ricerche su google molto spesso mostrano ciò che la gente pensa di un sito, non i contenuti del sito in sè (e ciò lo porta sicuramente un gradino più su degli altri motori di ricerca)
    • Anonimo scrive:
      Re: Spero che ora si ricredano gli altri
      - Scritto da: fante1998
      fintanto che si trattava di combatterlo [il googlebombing]
      quando rovesciava letame sui Berlusconi e sui
      Bush era troppo difficile riuscire a farne capire
      a tutti la pericolosità. Spero che ora anche
      l'altra metà del cielo (cioé la sinistra, detto
      papale papale) apra gli occhi e si renda contoper favore, che c'entra la politica con google?
      il google bombing mette in pericolo uno
      strumento utilissimo e fondamentale quale
      google!non so se conosci il funzionamento di googleil googlebombing si basa sui link che la gente fa sui propri siti ad altri sitiin questo caso tante persone hanno linkato italia.it con il testo "merda", non specificando se al fine del googlebombing oppure se fosse la loro opinione. in ogni caso queste persone avevano tutto il diritto di linkare italia.it con qualunque testo desiderassero, e se secondo loro è una merda allora google indicizzerà di conseguenzale ricerche su google molto spesso mostrano ciò che la gente pensa di un sito, non i contenuti del sito in sè (e ciò lo porta sicuramente un gradino più su degli altri motori di ricerca)
    • Guybrush scrive:
      Re: Spero che ora si ricredano gli altri
      - Scritto da: fante1998
      Sono fortemente contrario al google bombing e
      l'ho scritto più volte, anche
      qui.
      Solo che fintanto che si trattava di combatterlo
      quando rovesciava letame sui Berlusconi e sui
      Bush era troppo difficile riuscire a farne capire
      a tutti la pericolosità. Spero che ora anche
      l'altra metà del cielo (cioé la sinistra, detto
      papale papale) apra gli occhi e si renda conto
      che il google bombing mette in pericolo uno
      strumento utilissimo e fondamentale quale
      google!
      Saluti
      G. SannaInnanzitutto grazie per aver firmato il 'post'.Quale pericolosità?Il fatto che -milioni- di persone, nel mondo (ma soprattutto in italia) hanno detto "il logo di italia.it e' una merda" o "il sito italia.it e' una merda" o tante altre tenere frasi di apprezzamento in cui le parole "italia.it" e "merda" sono relativamente vicine?Google s'e' limitato a fare un calcolo, complesso quanto si vuole, e in base ha questo calcolo ha trovato che, al momento, alla parola "merda" invece del concime organico più facile da produrre, abbiamo l'indirizzo del portalone nostrano.Quindi qual'e' il pericolo?E' forse che l'opinione pubblica diventi, effettivamente, pubblica? E' forse scoprire che giornali, TV e siti "istituzionali" riportino solo la propria versione della realtà?Il sito e' lento e pesante, è pieno di animazioni inutili, riporta link a servizi già esistenti e si vede male con Mozilla, se poi scendiamo a dare un'occhiata al codice sorgente si scopre che proprio sotto al tag [code] ... ecc[/code]cioe', scherziamo vero? Nella mia ingenuità spero che sia stato usato html2.0 per la compatibilità con mozilla, ma che aprendolo con ie si scopra che in realta' non c'è traccia di tabelle.Niente da fare.Il codice e' lo stesso per tutti i browser.Peccato che nel frattempo siano uscite altre DUE VERSIONI dell'Hyper Text Markup Language e che attualmente siamo alla V. 4.0.Forse si poteva fare di meglio?Da buon webmaster vedo 'sta cosa e mi ritrovo a commentare con i miei amici su un forum, su un newsgroup o dove mi capita:"certo che il portalone e' proprio una M..."; come me anche altri esprimono il loro punto di vista. Alcuni concordano, altri no, ma la maggioranza, a quanto pare... Perciò mi dica, qual'è il pericolo?Il pericolo, forse, è che si sappia in giro che un certo gentiluomo, scherzosamente soprannominato CICCIOBBELLO dai suoi concittadini, si vanti di aver speso "appena" 45.000.000 euro in "appena" due anni per realizzare un sito che... be', risulta primo in classifica sebbene non come avrebbe voluto lui.Chi considera la libertà di espressione un pericolo, caro signore, be' a mio modesto parere andrebbe indirizzato presso un bravo psicologo: evidentemente ha un problema da risolvere.Un caro saluto.A. Venturo
      • fante1998 scrive:
        Re: Spero che ora si ricredano gli altri
        Le cose sono due, o non capisce o fa finta di non capire.Tralasciando tutta la seconda parte della mail (senz'altro condivisibile), mi concentro sul primo punto.Il fatto che in molti siti si scriva che italia.it è merda, che vale merda, che odora di merda, se è frutto di libere opinioni è sacrosanto! Ed è giustissimo che allora google tenga in consioderazione questo e faccia salire di rank il sito con la parola chiave merda.Se invece tutta la "merda sparsa in giro" su italia.it è frutto di ragionamenti del tipo: 'cerchiamo di scrivere su più pagine possibile che è una merda, di modo che google lo faccia salire di posizione con questa determinata parola chiave' allora secondo me questo è assolutamente scorretto e negativo.Se non capisce questa sottile (e chiamala sottile!!!) differenza eviti anche di rispondermi.Senza rancoreGianni Sanna
      • fante1998 scrive:
        Re: Spero che ora si ricredano gli altri
        Le cose sono due, o non capisce o fa finta di non capire.Tralasciando tutta la seconda parte della mail (senz'altro condivisibile), mi concentro sul primo punto.Il fatto che in molti siti si scriva che italia.it è merda, che vale merda, che odora di merda, se è frutto di libere opinioni è sacrosanto! Ed è giustissimo che allora google tenga in consioderazione questo e faccia salire di rank il sito con la parola chiave merda.Se invece tutta la "merda sparsa in giro" su italia.it è frutto di ragionamenti del tipo: 'cerchiamo di scrivere su più pagine possibile che è una merda, di modo che google lo faccia salire di posizione con questa determinata parola chiave' allora secondo me questo è assolutamente scorretto e negativo.Se non capisce questa sottile (e chiamala sottile!!!) differenza eviti anche di rispondermi.Senza rancoreGianni Sanna
    • Guybrush scrive:
      Re: Spero che ora si ricredano gli altri
      - Scritto da: fante1998
      Sono fortemente contrario al google bombing e
      l'ho scritto più volte, anche
      qui.
      Solo che fintanto che si trattava di combatterlo
      quando rovesciava letame sui Berlusconi e sui
      Bush era troppo difficile riuscire a farne capire
      a tutti la pericolosità. Spero che ora anche
      l'altra metà del cielo (cioé la sinistra, detto
      papale papale) apra gli occhi e si renda conto
      che il google bombing mette in pericolo uno
      strumento utilissimo e fondamentale quale
      google!
      Saluti
      G. SannaInnanzitutto grazie per aver firmato il 'post'.Quale pericolosità?Il fatto che -milioni- di persone, nel mondo (ma soprattutto in italia) hanno detto "il logo di italia.it e' una merda" o "il sito italia.it e' una merda" o tante altre tenere frasi di apprezzamento in cui le parole "italia.it" e "merda" sono relativamente vicine?Google s'e' limitato a fare un calcolo, complesso quanto si vuole, e in base ha questo calcolo ha trovato che, al momento, alla parola "merda" invece del concime organico più facile da produrre, abbiamo l'indirizzo del portalone nostrano.Quindi qual'e' il pericolo?E' forse che l'opinione pubblica diventi, effettivamente, pubblica? E' forse scoprire che giornali, TV e siti "istituzionali" riportino solo la propria versione della realtà?Il sito e' lento e pesante, è pieno di animazioni inutili, riporta link a servizi già esistenti e si vede male con Mozilla, se poi scendiamo a dare un'occhiata al codice sorgente si scopre che proprio sotto al tag [code] ... ecc[/code]cioe', scherziamo vero? Nella mia ingenuità spero che sia stato usato html2.0 per la compatibilità con mozilla, ma che aprendolo con ie si scopra che in realta' non c'è traccia di tabelle.Niente da fare.Il codice e' lo stesso per tutti i browser.Peccato che nel frattempo siano uscite altre DUE VERSIONI dell'Hyper Text Markup Language e che attualmente siamo alla V. 4.0.Forse si poteva fare di meglio?Da buon webmaster vedo 'sta cosa e mi ritrovo a commentare con i miei amici su un forum, su un newsgroup o dove mi capita:"certo che il portalone e' proprio una M..."; come me anche altri esprimono il loro punto di vista. Alcuni concordano, altri no, ma la maggioranza, a quanto pare... Perciò mi dica, qual'è il pericolo?Il pericolo, forse, è che si sappia in giro che un certo gentiluomo, scherzosamente soprannominato CICCIOBBELLO dai suoi concittadini, si vanti di aver speso "appena" 45.000.000 euro in "appena" due anni per realizzare un sito che... be', risulta primo in classifica sebbene non come avrebbe voluto lui.Chi considera la libertà di espressione un pericolo, caro signore, be' a mio modesto parere andrebbe indirizzato presso un bravo psicologo: evidentemente ha un problema da risolvere.Un caro saluto.A. Venturo
  • 1185di471009 scrive:
    Ecco cosa dicono i quelli di Italia.it
    Il 5 marzo si è tenuta l'assemblea dell'Osservatorio sulle ICT della Margherita.L'argomento all'ordine del giorno era proprio il portale Italia.it e, tra gli altri, sono stati invitati:- Roberto Falavolti, amministratore delegato di Innovazione Italia- Valerio Imperatori - direttore editoriale di Italia.it Tutti i lavori sono stati registrati e possono essere ascoltati qui:http://www.radioradicale.it/schede/view/id=219493/assemblea-nazionale-dellosservatorio-ict-dl-margheritaUna sintesi degli interventi e' sul sito della Margherita ICT:http://www.margheritaict.it/index.php?pagina=articolo&idarticolo=5075&blog=661&mess=1dove si legge che:"il portale non è costato (...) 45 milioni di euro. Non 45 milioni di euro, infatti, sono stati destinati a www.italia.it, bensì solo 7, che per altro non sono stati ancora nemmeno erogati".
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.

      dove si legge che:
      "il portale non è costato (...) 45 milioni di
      euro. Non 45 milioni di euro, infatti, sono stati
      destinati a www.italia.it, bensì solo 7, che per
      altro non sono stati ancora nemmeno erogati".
      ... e ti sembrano pochi? :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.


        dove si legge che:

        "il portale non è costato (...) 45 milioni di

        euro. Non 45 milioni di euro, infatti, sono
        stati

        destinati a www.italia.it, bensì solo 7, che per

        altro non sono stati ancora nemmeno erogati".



        ... e ti sembrano pochi? :|zitto, lavora, fatti lavare il cervello da tg e grande fratello e paga le tasse,servo della gleba:)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.


        dove si legge che:

        "il portale non è costato (...) 45 milioni di

        euro. Non 45 milioni di euro, infatti, sono
        stati

        destinati a www.italia.it, bensì solo 7, che per

        altro non sono stati ancora nemmeno erogati".



        ... e ti sembrano pochi? :|zitto, lavora, fatti lavare il cervello da tg e grande fratello e paga le tasse,servo della gleba:)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.
        - Scritto da:


        dove si legge che:

        "il portale non è costato (...) 45 milioni di

        euro. Non 45 milioni di euro, infatti, sono
        stati

        destinati a www.italia.it, bensì solo 7, che per

        altro non sono stati ancora nemmeno erogati".



        ... e ti sembrano pochi? :|Considerando che si deve pagare una piattaforma IBM per intero non mi sembrano neanche tanti!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.


          Considerando che si deve pagare una piattaforma
          IBM per intero non mi sembrano neanche
          tanti!scusate l'ignoranza, cos'è una piattaforma IBM per intero?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.
            - Scritto da:



            Considerando che si deve pagare una piattaforma

            IBM per intero non mi sembrano neanche

            tanti!

            scusate l'ignoranza, cos'è una piattaforma IBM
            per
            intero?una serie di mainframe nei quali ci gira linux (server web, firewall, routers e molte cose inutili)hai capito perchè a ibm piace tanto linux? gli costa in totale qualche decina di migliaia di dollari annui per donazioni "controlla-linari" e può farne ciò che vuole :@adesso dovrebbe essere chiaro perchè l'azienda informatica più ricca e potente del mondo è proprio IBM
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            Considerando che si deve pagare una
            piattaforma


            IBM per intero non mi sembrano neanche


            tanti!



            scusate l'ignoranza, cos'è una piattaforma IBM

            per

            intero?

            adesso dovrebbe essere chiaro perchè l'azienda
            informatica più ricca e potente del mondo è
            proprio
            IBMDE IH IH OH...(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            Considerando che si deve pagare una
            piattaforma


            IBM per intero non mi sembrano neanche


            tanti!



            scusate l'ignoranza, cos'è una piattaforma IBM

            per

            intero?

            adesso dovrebbe essere chiaro perchè l'azienda
            informatica più ricca e potente del mondo è
            proprio
            IBMDE IH IH OH...(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            Considerando che si deve pagare una
            piattaforma


            IBM per intero non mi sembrano neanche


            tanti!



            scusate l'ignoranza, cos'è una piattaforma IBM

            per

            intero?

            una serie di mainframe nei quali ci gira linux
            (server web, firewall, routers e molte cose
            inutili)Si' certo, perche' dietro a Italia.it c'e' "una serie di mainframe"... ma ROTFL... una serie di mainframe per un sito web che avra' un DB che se arriva a 1 giga e' tanto...E lo si vede specialmente dalla velocita'... ma lascia perdere se non conosci le cose, per la miseria!!! :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            Considerando che si deve pagare una
            piattaforma


            IBM per intero non mi sembrano neanche


            tanti!



            scusate l'ignoranza, cos'è una piattaforma IBM

            per

            intero?

            una serie di mainframe nei quali ci gira linux
            (server web, firewall, routers e molte cose
            inutili)Si' certo, perche' dietro a Italia.it c'e' "una serie di mainframe"... ma ROTFL... una serie di mainframe per un sito web che avra' un DB che se arriva a 1 giga e' tanto...E lo si vede specialmente dalla velocita'... ma lascia perdere se non conosci le cose, per la miseria!!! :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.
            - Scritto da:



            Considerando che si deve pagare una piattaforma

            IBM per intero non mi sembrano neanche

            tanti!

            scusate l'ignoranza, cos'è una piattaforma IBM
            per
            intero?una serie di mainframe nei quali ci gira linux (server web, firewall, routers e molte cose inutili)hai capito perchè a ibm piace tanto linux? gli costa in totale qualche decina di migliaia di dollari annui per donazioni "controlla-linari" e può farne ciò che vuole :@adesso dovrebbe essere chiaro perchè l'azienda informatica più ricca e potente del mondo è proprio IBM
        • Anonimo scrive:
          Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.


          Considerando che si deve pagare una piattaforma
          IBM per intero non mi sembrano neanche
          tanti!scusate l'ignoranza, cos'è una piattaforma IBM per intero?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco cosa dicono i quelli di Italia.
        - Scritto da:


        dove si legge che:

        "il portale non è costato (...) 45 milioni di

        euro. Non 45 milioni di euro, infatti, sono
        stati

        destinati a www.italia.it, bensì solo 7, che per

        altro non sono stati ancora nemmeno erogati".



        ... e ti sembrano pochi? :|Considerando che si deve pagare una piattaforma IBM per intero non mi sembrano neanche tanti!
  • Anonimo scrive:
    Hanno copiato la Nuova Zelanda!!!
    Vedete un po' se www.italia.it non assomiglia a questo: http://www.newzealand.com/travel/International/Non solo non sanno fare siti, ma li copiano pure!!Io direi di avvertire quelli del sito di newzealand e avvertirli che ce' in corso un plagio :)Che schifo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Hanno copiato la Nuova Zelanda!!!
      - Scritto da:
      Vedete un po' se www.italia.it non assomiglia a
      questo:
      http://www.newzealand.com/travel/International/
      Non solo non sanno fare siti, ma li copiano pure!!
      Io direi di avvertire quelli del sito di
      newzealand e avvertirli che ce' in corso un
      plagio
      :)

      Che schifo...Ma se sono completamente diversi! :|L'unica cosa simile è il filmato flash dell'header...
    • Anonimo scrive:
      Re: Hanno copiato la Nuova Zelanda!!!
      - Scritto da:
      Vedete un po' se www.italia.it non assomiglia a
      questo:
      http://www.newzealand.com/travel/International/
      Non solo non sanno fare siti, ma li copiano pure!!
      Io direi di avvertire quelli del sito di
      newzealand e avvertirli che ce' in corso un
      plagio
      :)

      Che schifo...Ma se sono completamente diversi! :|L'unica cosa simile è il filmato flash dell'header...
    • outkid scrive:
      Re: Hanno copiato la Nuova Zelanda!!!
      che deficiente.. dove lo vedi il cetriolo sul sito della Nuova Zelanda? quello possiamo averlo solo noi.. l'abbiam anche pagato un occhio..
    • outkid scrive:
      Re: Hanno copiato la Nuova Zelanda!!!
      che deficiente.. dove lo vedi il cetriolo sul sito della Nuova Zelanda? quello possiamo averlo solo noi.. l'abbiam anche pagato un occhio..
  • Anonimo scrive:
    Ma i NOMI dei responsabili di ITALIA.IT
    Ancora non si sa :CHI ha preso i soldi.QUANTI soldi sono stati, CON PRECISONE, spesi.CON QUALI CRITERI sono stati assegnati gli incarichi.CHI ha fatto le assegnazioni (gli appalti, visto che e' un lavoro Statale).Ragazzi di P.I., Voi che siete onniscenti e onniveggeti, e soprattutto non temete di finire morti-ammazzati per aver fatto la domanda sbagliata all'On. sbagliato, informatevi e fateci sapere.Noi cittadini Italiani ne saremmo lieti :)(sto scherzando, ovviamente... so che facendo questo genere di domande si finisce semplicemente con l'esser privati del posto di lavoro... ormai ammazzare non va piu' di moda).
  • Anonimo scrive:
    la democrazia digitale.
    E' curioso notare come in rete ogni errore non passi inosservato ed oltretutto non ci sia riverenza nei confronti di chicchessia.Questo che piaccia o no e' un segno di democrazia,in risposta a quell'accozzaglia oligarchica che ci pretende ubbidienti e rispettosi a priori.Grazie Internet.
    • Anonimo scrive:
      Re: la democrazia digitale.
      - Scritto da:
      E' curioso notare come in rete ogni errore non
      passi inosservato ed oltretutto non ci sia
      riverenza nei confronti di chicchessia.Questo che
      piaccia o no e' un segno di democrazia,in
      risposta a quell'accozzaglia oligarchica che ci
      pretende ubbidienti e rispettosi a priori.Grazie
      Internet.Aspetta a ringraziare...Quando, tra qualche anno, i nostri Disonorevoli avranno finalmente capito che gli conviene assumere gente "informatizzata" per governare la rete (invece di applicare filtri su filtri..) vedrai che tutti i siti piu' interessanti finiranno silurati da attacchi Ddos, deindicizzati, etc... e poi le opinioni favorevoli e i forum di supporto per i siti "merda" fioriranno, sponsorizzati da questo e quel candidato.Ancora internet non e' abbastanza diffuso tra la popolazione italiana VOTANTE...per questo lasciano correre...
      • Anonimo scrive:
        Re: la democrazia digitale.
        Infatti... internet è libero perchè di gente ignorante come i parlamentari sull'informatica è la maggioranza!! Grazie a questo il voto è assicurato... appena gli Italiani si sveglieranno un pò (forse con la prossima generazione) vedrete come questo internet sarà come quello cinese.....
      • Anonimo scrive:
        Re: la democrazia digitale.

        Quando, tra qualche anno, i nostri Disonorevoli
        avranno finalmente capito che gli conviene
        assumere gente "informatizzata" per governare la
        rete (invece di applicare filtri su filtri..)
        vedrai che tutti i siti piu' interessanti
        finiranno silurati da attacchi Ddos,
        deindicizzati, etc... e poi le opinioni
        favorevoli e i forum di supporto per i siti
        "merda" fioriranno, sponsorizzati da questo e
        quel
        candidato.

        Ancora internet non e' abbastanza diffuso tra la
        popolazione italiana VOTANTE...per questo
        lasciano
        correre...quoto
    • Anonimo scrive:
      Re: la democrazia digitale.
      - Scritto da:
      E' curioso notare come in rete ogni errore non
      passi inosservato ed oltretutto non ci sia
      riverenza nei confronti di chicchessia.Questo che
      piaccia o no e' un segno di democrazia,in
      risposta a quell'accozzaglia oligarchica che ci
      pretende ubbidienti e rispettosi a priori.Grazie
      Internet.c'è anche il rispetto per gli altri e le buone maniere, cose che ormai tornano in ballo solo quando convienequesta democrazia non fa altro che dimostrare la viltà di milioni di individui che si nascondono dietro l'anonimatoper il resto italia.it andrebbe rifatto daccapo
      • Wakko Warner scrive:
        Re: la democrazia digitale.
        - Scritto da:
        c'è anche il rispetto per gli altri e le buone
        maniere, cose che ormai tornano in ballo solo
        quando
        convieneQui non si parla di questo... italia.it è un sito _pubblico_ pagato con i soldi _pubblici_ (anche con i miei e con i tuoi). È un diritto dei cittadini poterlo definire "merda". Personalmente non sono del tutto d'accordo con questa definizione, ci sono molte cose che vanno migliorate ma il sito non è certo peggiore di molti altri e anche se ci sono molti errori (non solo a livello tecnico) e molte cose che non funzionano come dovrebbero si può sempre aggiustare.Detto questo però, visto che trattasi di un lavoro pubblico, i cittadini hanno tutto il diritto di criticarlo, e questo si riflette nelle ricerche su Google.
        questa democrazia non fa altro che dimostrare la
        viltà di milioni di individui che si nascondono
        dietro
        l'anonimatoCome è loro sacrosanto diritto.
        • Anonimo scrive:
          Re: la democrazia digitale.
          - Scritto da: Wakko Warner
          - Scritto da:

          c'è anche il rispetto per gli altri e le buone

          maniere, cose che ormai tornano in ballo solo

          quando

          conviene

          Qui non si parla di questo... italia.it è un sito
          _pubblico_ pagato con i soldi _pubblici_ (anche
          con i miei e con i tuoi). È un diritto dei
          cittadini poterlo definire "merda". Personalmente
          non sono del tutto d'accordo con questa
          definizione, ci sono molte cose che vanno
          migliorate ma il sito non è certo peggiore di
          molti altri e anche se ci sono molti errori (non
          solo a livello tecnico) e molte cose che non
          funzionano come dovrebbero si può sempre
          aggiustare.
          Detto questo però, visto che trattasi di un
          lavoro pubblico, i cittadini hanno tutto il
          diritto di criticarlo, e questo si riflette nelle
          ricerche su
          Google.



          questa democrazia non fa altro che dimostrare la

          viltà di milioni di individui che si nascondono

          dietro

          l'anonimato

          Come è loro sacrosanto diritto.l'anonimato è un diritto e non abusarne è un dovere (brutta parola per te questa)anch'io sto scrivendo in anonimato ma mi vergognerei a dare giudizi e attributi a chi mi pare, dal momento che questo "chi mi pare" si troverebbe a dover affrontare un nemico invisibile e vilechi offende e giudica in anonimato è un vigliacco, e nemmeno mille come te potranno mai farmi cambiare idea su questo
          • Wakko Warner scrive:
            Re: la democrazia digitale.
            - Scritto da:
            l'anonimato è un diritto e non abusarne è un
            dovere (brutta parola per te
            questa)E chi stabilisce quando qualcuno ne abusa? Tu? Con quale autorità?
            anch'io sto scrivendo in anonimato ma mi
            vergognerei a dare giudizi e attributi a chi mi
            pare, dal momento che questo "chi mi pare" si
            troverebbe a dover affrontare un nemico
            invisibile e
            vileMi ritorna in mente quello che hai detto poco sopra parlando di doveri: "brutta parola per te questa". Non stai forse con questa tua stessa frase esprimendo un _giudizio_ nei miei confronti _da anonimo_?Ora vergognati pure, l'hai detto tu stesso che ti vergogneresti a farlo, bé, lo hai appena fatto.
            chi offende e giudica in anonimato è un
            vigliacco, e nemmeno mille come te potranno mai
            farmi cambiare idea su
            questoGià, ma come hai dimostrato tu stesso in questo tuo stesso post non è possibile a priori stabilire quando qualcuno "abusa" dell'anonimato... secondo la tua definizione (ossia colui che giudica da anonimo sta abusando dell'anonimato) tu stesso ne hai abusato proprio nel post in cui affermi che non si dovrebbe fare.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 marzo 2007 11.58-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: la democrazia digitale.
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da:

            l'anonimato è un diritto e non abusarne è un

            dovere (brutta parola per te

            questa)

            E chi stabilisce quando qualcuno ne abusa? Tu?
            Con quale
            autorità?


            anch'io sto scrivendo in anonimato ma mi

            vergognerei a dare giudizi e attributi a chi mi

            pare, dal momento che questo "chi mi pare" si

            troverebbe a dover affrontare un nemico

            invisibile e

            vile

            Mi ritorna in mente quello che hai detto poco
            sopra parlando di doveri: "brutta parola per te
            questa". Non stai forse con questa tua stessa
            frase esprimendo un _giudizio_ nei miei confronti
            _da
            anonimo_?
            Ora vergognati pure, l'hai detto tu stesso che ti
            vergogneresti a farlo, bé, lo hai appena
            fatto.


            chi offende e giudica in anonimato è un

            vigliacco, e nemmeno mille come te potranno mai

            farmi cambiare idea su

            questo

            Già, ma come hai dimostrato tu stesso in questo
            tuo stesso post non è possibile a priori
            stabilire quando qualcuno "abusa"
            dell'anonimato... secondo la tua definizione
            (ossia colui che giudica da anonimo sta abusando
            dell'anonimato) tu stesso ne hai abusato proprio
            nel post in cui affermi che non si dovrebbe
            fare.quindi riconosci l'abuso dell'anonimato ?vedi come caschi come un pollo quando in ballo ci sei tu..?comunque il mio "vile" non era un giudizio ad una persona o ente identificabile, ma in generale era una mia teoria su chi fa il figo dietro una mascheraitalia.it è il prodotto di una azienda (persona giuridica con tanto di amministratori e soci)verificare e capire prima di spalare "merda", dopodicchè pretendiamo pure i diritti e un mondo migliore
          • Anonimo scrive:
            Re: la democrazia digitale.
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:


            l'anonimato è un diritto e non abusarne è un


            dovere (brutta parola per te


            questa)



            E chi stabilisce quando qualcuno ne abusa? Tu?

            Con quale

            autorità?




            anch'io sto scrivendo in anonimato ma mi


            vergognerei a dare giudizi e attributi a chi
            mi


            pare, dal momento che questo "chi mi pare" si


            troverebbe a dover affrontare un nemico


            invisibile e


            vile



            Mi ritorna in mente quello che hai detto poco

            sopra parlando di doveri: "brutta parola per te

            questa". Non stai forse con questa tua stessa

            frase esprimendo un _giudizio_ nei miei
            confronti

            _da

            anonimo_?

            Ora vergognati pure, l'hai detto tu stesso che
            ti

            vergogneresti a farlo, bé, lo hai appena

            fatto.




            chi offende e giudica in anonimato è un


            vigliacco, e nemmeno mille come te potranno
            mai


            farmi cambiare idea su


            questo



            Già, ma come hai dimostrato tu stesso in questo

            tuo stesso post non è possibile a priori

            stabilire quando qualcuno "abusa"

            dell'anonimato... secondo la tua definizione

            (ossia colui che giudica da anonimo sta abusando

            dell'anonimato) tu stesso ne hai abusato proprio

            nel post in cui affermi che non si dovrebbe

            fare.

            quindi riconosci l'abuso dell'anonimato ?

            vedi come caschi come un pollo quando in ballo ci
            sei
            tu..?

            comunque il mio "vile" non era un giudizio ad una
            persona o ente identificabile, ma in generale era
            una mia teoria su chi fa il figo dietro una
            maschera

            italia.it è il prodotto di una azienda (persona
            giuridica con tanto di amministratori e
            soci)

            verificare e capire prima di spalare "merda",
            dopodicchè pretendiamo pure i diritti e un mondo
            miglioreHai scassato il cazzo.Anonimo.
          • Anonimo scrive:
            Re: la democrazia digitale.
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:


            l'anonimato è un diritto e non abusarne è un


            dovere (brutta parola per te


            questa)



            E chi stabilisce quando qualcuno ne abusa? Tu?

            Con quale

            autorità?




            anch'io sto scrivendo in anonimato ma mi


            vergognerei a dare giudizi e attributi a chi
            mi


            pare, dal momento che questo "chi mi pare" si


            troverebbe a dover affrontare un nemico


            invisibile e


            vile



            Mi ritorna in mente quello che hai detto poco

            sopra parlando di doveri: "brutta parola per te

            questa". Non stai forse con questa tua stessa

            frase esprimendo un _giudizio_ nei miei
            confronti

            _da

            anonimo_?

            Ora vergognati pure, l'hai detto tu stesso che
            ti

            vergogneresti a farlo, bé, lo hai appena

            fatto.




            chi offende e giudica in anonimato è un


            vigliacco, e nemmeno mille come te potranno
            mai


            farmi cambiare idea su


            questo



            Già, ma come hai dimostrato tu stesso in questo

            tuo stesso post non è possibile a priori

            stabilire quando qualcuno "abusa"

            dell'anonimato... secondo la tua definizione

            (ossia colui che giudica da anonimo sta abusando

            dell'anonimato) tu stesso ne hai abusato proprio

            nel post in cui affermi che non si dovrebbe

            fare.

            quindi riconosci l'abuso dell'anonimato ?

            vedi come caschi come un pollo quando in ballo ci
            sei
            tu..?

            comunque il mio "vile" non era un giudizio ad una
            persona o ente identificabile, ma in generale era
            una mia teoria su chi fa il figo dietro una
            maschera

            italia.it è il prodotto di una azienda (persona
            giuridica con tanto di amministratori e
            soci)

            verificare e capire prima di spalare "merda",
            dopodicchè pretendiamo pure i diritti e un mondo
            miglioreHai scassato il cazzo.Anonimo.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: la democrazia digitale.
            - Scritto da:
            quindi riconosci l'abuso dell'anonimato ?Eh?Non ti rendi conto che ho solo ed unicamente usato le tue stesse parole contro di te? (newbie)
            vedi come caschi come un pollo quando in ballo ci
            sei
            tu..?Uh? (newbie)
            italia.it è il prodotto di una azienda (persona
            giuridica con tanto di amministratori e
            soci)Italia.it è pagato con i soldi dei contribuienti e i contribuenti hanno il diritto di:1) criticare il lavoro svolto2) criticare l'elevato costo del lavoro svoltoDa anonimi o meno.
            verificare e capire prima di spalare "merda",
            dopodicchè pretendiamo pure i diritti e un mondo
            miglioreIo ho verificato, e ho verificato che Italia.it:1) è tecnicamente mal realizzato [se non mi credi basta che ti leggi le "recensioni" comparse anche qui su PI di altri tecnici]2) ha avuto un costo ben superiore (di molte magnitudini) al suo valore effettivo3) usabilità e accessibilità non sono chiaramente state le priorità di chi lo ha realizzatoDetto questo, come ho già detto ma ripeto, non credo che sia un brutto lavoro, di certo però per 7 milioni di euro uno si aspetta qualcosa di qualità decisamente superiore e sicuramente ci sono molti punti in cui va aggiustato. Non sono quindi d'accordo che sia una "merda" quanto forse un lavoro fatto in modo veloce "all'ultimo momento" ma ciò non toglie che chiunque ha il diritto di dire la sua visto che è stato pagato con soldi pubblici.
          • Anonimo scrive:
            Re: la democrazia digitale.
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da:

            l'anonimato è un diritto e non abusarne è un

            dovere (brutta parola per te

            questa)

            E chi stabilisce quando qualcuno ne abusa? Tu?
            Con quale
            autorità?


            anch'io sto scrivendo in anonimato ma mi

            vergognerei a dare giudizi e attributi a chi mi

            pare, dal momento che questo "chi mi pare" si

            troverebbe a dover affrontare un nemico

            invisibile e

            vile

            Mi ritorna in mente quello che hai detto poco
            sopra parlando di doveri: "brutta parola per te
            questa". Non stai forse con questa tua stessa
            frase esprimendo un _giudizio_ nei miei confronti
            _da
            anonimo_?
            Ora vergognati pure, l'hai detto tu stesso che ti
            vergogneresti a farlo, bé, lo hai appena
            fatto.


            chi offende e giudica in anonimato è un

            vigliacco, e nemmeno mille come te potranno mai

            farmi cambiare idea su

            questo

            Già, ma come hai dimostrato tu stesso in questo
            tuo stesso post non è possibile a priori
            stabilire quando qualcuno "abusa"
            dell'anonimato... secondo la tua definizione
            (ossia colui che giudica da anonimo sta abusando
            dell'anonimato) tu stesso ne hai abusato proprio
            nel post in cui affermi che non si dovrebbe
            fare.quindi riconosci l'abuso dell'anonimato ?vedi come caschi come un pollo quando in ballo ci sei tu..?comunque il mio "vile" non era un giudizio ad una persona o ente identificabile, ma in generale era una mia teoria su chi fa il figo dietro una mascheraitalia.it è il prodotto di una azienda (persona giuridica con tanto di amministratori e soci)verificare e capire prima di spalare "merda", dopodicchè pretendiamo pure i diritti e un mondo migliore
          • Wakko Warner scrive:
            Re: la democrazia digitale.
            - Scritto da:
            l'anonimato è un diritto e non abusarne è un
            dovere (brutta parola per te
            questa)E chi stabilisce quando qualcuno ne abusa? Tu? Con quale autorità?
            anch'io sto scrivendo in anonimato ma mi
            vergognerei a dare giudizi e attributi a chi mi
            pare, dal momento che questo "chi mi pare" si
            troverebbe a dover affrontare un nemico
            invisibile e
            vileMi ritorna in mente quello che hai detto poco sopra parlando di doveri: "brutta parola per te questa". Non stai forse con questa tua stessa frase esprimendo un _giudizio_ nei miei confronti _da anonimo_?Ora vergognati pure, l'hai detto tu stesso che ti vergogneresti a farlo, bé, lo hai appena fatto.
            chi offende e giudica in anonimato è un
            vigliacco, e nemmeno mille come te potranno mai
            farmi cambiare idea su
            questoGià, ma come hai dimostrato tu stesso in questo tuo stesso post non è possibile a priori stabilire quando qualcuno "abusa" dell'anonimato... secondo la tua definizione (ossia colui che giudica da anonimo sta abusando dell'anonimato) tu stesso ne hai abusato proprio nel post in cui affermi che non si dovrebbe fare.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 marzo 2007 11.58-----------------------------------------------------------
          • Guybrush scrive:
            Re: la democrazia digitale.
            - Scritto da:
            [...]

            Come è loro sacrosanto diritto.

            l'anonimato è un diritto e non abusarne è un
            dovere (brutta parola per te
            questa)

            anch'io sto scrivendo in anonimato ma mi
            vergognerei a dare giudizi e attributi a chi mi
            pare, dal momento che questo "chi mi pare" si
            troverebbe a dover affrontare un nemico
            invisibile e
            vile[...]
            farmi cambiare idea su
            questoEhrr... non vorrei sembrarti polemico, ma dei due quello che sta sparando credendosi anonimo sei te, non Wakko che invece proprio perche' ha un nickname registrato su PI e' tutt'altro che anonimo.Registrati su PI usando un indirizzo e-mail raggiungibile, come noialtri, e poi torna a farci la lezioncina sull'anonimato, vuoi?
            GT
          • Guybrush scrive:
            Re: la democrazia digitale.
            - Scritto da:
            [...]

            Come è loro sacrosanto diritto.

            l'anonimato è un diritto e non abusarne è un
            dovere (brutta parola per te
            questa)

            anch'io sto scrivendo in anonimato ma mi
            vergognerei a dare giudizi e attributi a chi mi
            pare, dal momento che questo "chi mi pare" si
            troverebbe a dover affrontare un nemico
            invisibile e
            vile[...]
            farmi cambiare idea su
            questoEhrr... non vorrei sembrarti polemico, ma dei due quello che sta sparando credendosi anonimo sei te, non Wakko che invece proprio perche' ha un nickname registrato su PI e' tutt'altro che anonimo.Registrati su PI usando un indirizzo e-mail raggiungibile, come noialtri, e poi torna a farci la lezioncina sull'anonimato, vuoi?
            GT
        • Anonimo scrive:
          Re: la democrazia digitale.
          - Scritto da: Wakko Warner
          - Scritto da:

          c'è anche il rispetto per gli altri e le buone

          maniere, cose che ormai tornano in ballo solo

          quando

          conviene

          Qui non si parla di questo... italia.it è un sito
          _pubblico_ pagato con i soldi _pubblici_ (anche
          con i miei e con i tuoi). È un diritto dei
          cittadini poterlo definire "merda". Personalmente
          non sono del tutto d'accordo con questa
          definizione, ci sono molte cose che vanno
          migliorate ma il sito non è certo peggiore di
          molti altri e anche se ci sono molti errori (non
          solo a livello tecnico) e molte cose che non
          funzionano come dovrebbero si può sempre
          aggiustare.
          Detto questo però, visto che trattasi di un
          lavoro pubblico, i cittadini hanno tutto il
          diritto di criticarlo, e questo si riflette nelle
          ricerche su
          Google.



          questa democrazia non fa altro che dimostrare la

          viltà di milioni di individui che si nascondono

          dietro

          l'anonimato

          Come è loro sacrosanto diritto.l'anonimato è un diritto e non abusarne è un dovere (brutta parola per te questa)anch'io sto scrivendo in anonimato ma mi vergognerei a dare giudizi e attributi a chi mi pare, dal momento che questo "chi mi pare" si troverebbe a dover affrontare un nemico invisibile e vilechi offende e giudica in anonimato è un vigliacco, e nemmeno mille come te potranno mai farmi cambiare idea su questo
      • Wakko Warner scrive:
        Re: la democrazia digitale.
        - Scritto da:
        c'è anche il rispetto per gli altri e le buone
        maniere, cose che ormai tornano in ballo solo
        quando
        convieneQui non si parla di questo... italia.it è un sito _pubblico_ pagato con i soldi _pubblici_ (anche con i miei e con i tuoi). È un diritto dei cittadini poterlo definire "merda". Personalmente non sono del tutto d'accordo con questa definizione, ci sono molte cose che vanno migliorate ma il sito non è certo peggiore di molti altri e anche se ci sono molti errori (non solo a livello tecnico) e molte cose che non funzionano come dovrebbero si può sempre aggiustare.Detto questo però, visto che trattasi di un lavoro pubblico, i cittadini hanno tutto il diritto di criticarlo, e questo si riflette nelle ricerche su Google.
        questa democrazia non fa altro che dimostrare la
        viltà di milioni di individui che si nascondono
        dietro
        l'anonimatoCome è loro sacrosanto diritto.
    • Anonimo scrive:
      Re: la democrazia digitale.
      - Scritto da:
      E' curioso notare come in rete ogni errore non
      passi inosservato ed oltretutto non ci sia
      riverenza nei confronti di chicchessia.Questo che
      piaccia o no e' un segno di democrazia,in
      risposta a quell'accozzaglia oligarchica che ci
      pretende ubbidienti e rispettosi a priori.Grazie
      Internet.c'è anche il rispetto per gli altri e le buone maniere, cose che ormai tornano in ballo solo quando convienequesta democrazia non fa altro che dimostrare la viltà di milioni di individui che si nascondono dietro l'anonimatoper il resto italia.it andrebbe rifatto daccapo
  • leonardo() scrive:
    GoogleBombing aggiornamento
    italia.it e' ora (00:42) al terzo posto tra i risultati di merda .
    • Anonimo scrive:
      Re: GoogleBombing aggiornamento
      - Scritto da: leonardo()
      italia.it e' ora (00:42) al terzo posto tra i
      risultati di
      merda .ma vi divertite a parlar male di un sito che deve pubblicizzare il vs paese??????ma vi pare normale?
      • Anonimo scrive:
        Re: GoogleBombing aggiornamento
        No no per carità.. quel sito ci rappresenta benissimo.. è una merda proprio come noi!!! E' pieno di furbate (vedi meteo e impostazioni come il sito della Zelanda) come lo siamo noi!! Speriamo non lo cambino mai.. perchè quello è il nostro specchio!!! Lo specchio della nostra società!!!
        • outkid scrive:
          Re: GoogleBombing aggiornamento
          che poi se cerchi italia www.italia.it e' tipo in fondo alla pagina.. quindi c'e' piu' gente che lo ritiene merda di quanta non lo ritenga una degna vetrina del nostro paese.. secondo google eh..
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            - Scritto da: outkid
            che poi se cerchi italia www.italia.it e' tipo in
            fondo alla pagina.. quindi c'e' piu' gente che lo
            ritiene merda di quanta non lo ritenga una degna
            vetrina del nostro paese.. secondo google
            eh..Secondo google, che è stato ingannato allo scopo.E' il solito problema della minoranza rumorosa/ostile che pretende di voler contare più di una maggiornza non rumorosa/ostile ed usa strumenti al limite dell'illecito (sicuramente immorali).
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            - Scritto da:

            - Scritto da: outkid

            che poi se cerchi italia www.italia.it e' tipo
            in

            fondo alla pagina.. quindi c'e' piu' gente che
            lo

            ritiene merda di quanta non lo ritenga una degna

            vetrina del nostro paese.. secondo google

            eh..

            Secondo google, che è stato ingannato allo scopo.
            E' il solito problema della minoranza
            rumorosa/ostile che pretende di voler contare più
            di una maggiornza non rumorosa/ostile ed usa
            strumenti al limite dell'illecito (sicuramente
            immorali).certo bravo hai ragione.invece di star qui a fere niente perchè non fai un controbombing?troppo difficile?cavoli vostri.ah, e se fosse solo per questo, la democrazia è un sistema vecchio che NON funziona.africa docet.
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            - Scritto da:
            certo bravo hai ragione.lo so.
            invece di star qui a fere niente perchè non fai
            un
            controbombing?perchè è moralmente aberrante imporre la propria visone sugli altri.
            troppo difficile?'cazzo ci vuole...
            cavoli vostri.vostri?Io sono da solo, voi quanti siete la' dietro?E soprattutto in quanti pensate?
            ah, e se fosse solo per questo, la democrazia è
            un sistema vecchio che NON
            funziona.Bravo.
            africa docet.Infatti ha un ottimo sviluppo.
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            - Scritto da:
            certo bravo hai ragione.lo so.
            invece di star qui a fere niente perchè non fai
            un
            controbombing?perchè è moralmente aberrante imporre la propria visone sugli altri.
            troppo difficile?'cazzo ci vuole...
            cavoli vostri.vostri?Io sono da solo, voi quanti siete la' dietro?E soprattutto in quanti pensate?
            ah, e se fosse solo per questo, la democrazia è
            un sistema vecchio che NON
            funziona.Bravo.
            africa docet.Infatti ha un ottimo sviluppo.
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            - Scritto da:

            - Scritto da: outkid

            che poi se cerchi italia www.italia.it e' tipo
            in

            fondo alla pagina.. quindi c'e' piu' gente che
            lo

            ritiene merda di quanta non lo ritenga una degna

            vetrina del nostro paese.. secondo google

            eh..

            Secondo google, che è stato ingannato allo scopo.
            E' il solito problema della minoranza
            rumorosa/ostile che pretende di voler contare più
            di una maggiornza non rumorosa/ostile ed usa
            strumenti al limite dell'illecito (sicuramente
            immorali).certo bravo hai ragione.invece di star qui a fere niente perchè non fai un controbombing?troppo difficile?cavoli vostri.ah, e se fosse solo per questo, la democrazia è un sistema vecchio che NON funziona.africa docet.
          • outkid scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            immorali ma non illegali.la moralita' e' opinabile e soggettiva.. io, ad esempio, non ne ho.. non tirarla in mezzo.le leggi esistono per quelli squallidi come me.. fai una legge anti bombing e mi impegnero' a rispettarla.
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            - Scritto da: outkid
            immorali ma non illegali.
            la moralita' e' opinabile e soggettiva.. io, ad
            esempio, non ne ho.. non tirarla in
            mezzo.
            le leggi esistono per quelli squallidi come me..
            fai una legge anti bombing e mi impegnero' a
            rispettarla.Bene.Ora sappiamo di chi è la colpa quando la faranno.E sai che la faranno immensamente restrittiva e totalmente inutile.
          • outkid scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            che differenza fa tra il non doverla fare per coscienza, che ripeto di non avere, e non doverla fare per legge?se per te il fine e' importante tanto vale tutelarlo con tutti i mezzi no? magari mandandomi il sismi a casa..pero' magari un'altra volta vorrai protestare per qualcosa che ferisce di piu' la tua sensibilita' e farlo con un mezzo legittimissimo (che altro non e' che il pensiero di qualcuno che indicizza) e subirai la stessa pena.quindi sta sempre al cittadino che sa far rumore ed impedire leggi liberticide in ogni caso.. non e' che perche' il googlebombing e' sbagliato (ed in cosa poi? e' una feature di google accettare il feedback utente, feature che l'ha reso a misura di uomo) che va punito.. e se tu sei disposto ad accettare tale limitazione della tua liberta' di espressione ti stai inesorabilmente mettendo a 90..
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            - Scritto da: outkid
            che differenza fa tra il non doverla fare per
            coscienza, che ripeto di non avere, e non doverla
            fare per
            legge?Nel primo caso sei punito dal rimorso.Nel secondo dallo stato.
            se per te il fine e' importante tanto vale
            tutelarlo con tutti i mezzi no? magari mandandomi
            il sismi a
            casa..mai scritto questo.L'hai auspicato tu, però. Coscienza sporca?
            pero' magari un'altra volta vorrai protestare per
            qualcosa che ferisce di piu' la tua sensibilita'
            e farlo con un mezzo legittimissimo (che altro
            non e' che il pensiero di qualcuno che indicizza)
            e subirai la stessa
            pena.Quale pena?Quella che ti stai inventando?*TU* hai auspicato nuove leggi.
            non
            e' che perche' il googlebombing e' sbagliato (ed
            in cosa poi? e' una feature di google accettare
            il feedback utente, feature che l'ha reso a
            misura di uomo) che va punito.. Rispondi a questa domanda: se adesso il governo stanziasse un milione di euro per fare googlebombing in grande stile a favore di italia.it, tu cosa diresti?" non vale, loro hanno i soldi e possono indirizzare i riultati di google molto meglio di me e della mia cricca di perdenti ", immagino.Lo vedi che il rank non è a misura d'uomo, ma è a misura di risorse impegnate, adesso?Finchè la manipolazione è a tuo vantaggio ti ergi paladino della libertà di manipolazione dle rank, quando il vento cambierà ti lamenterai chiedendo per te *GLI STESSI* diritti che oggi non vuoi dare agli altri.
            e se tu sei
            disposto ad accettare tale limitazione della tua
            liberta' non scrivere di me quello che non dico e quello che non sai, prego.Quello che io auspico è semplicemente che il rank di google non sia manipolabile.
          • outkid scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            "non vale, loro hanno i soldi e possono indirizzare i riultati di google molto meglio di me e della mia cricca di perdenti", immagino.io uso soldi e risorse mie, sito o blog, gratis o a pagamento ma cmq che mi son procacciato.lo stato usa i soldi di tutti.e cmq il googlebombing e' quello che awiene ogni giorno con lo scambio di link quindi non c'e' niente di illecito.per quanto riguarda il resto non commento.. e' evidente che sei ubriaco se mi hai messo parole in bocca che non stanno ne in piedi ne in terra. :) era in risposta a chi diceva, non so se tu dal momento che non sei registrato, che questo porge il fianco a nuove leggi o fandonie del generePUNTO.
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            - Scritto da: outkid
            e' evidente che sei ubriaco ok.Addio.
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            - Scritto da: outkid
            e' evidente che sei ubriaco ok.Addio.
          • outkid scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            "non vale, loro hanno i soldi e possono indirizzare i riultati di google molto meglio di me e della mia cricca di perdenti", immagino.io uso soldi e risorse mie, sito o blog, gratis o a pagamento ma cmq che mi son procacciato.lo stato usa i soldi di tutti.e cmq il googlebombing e' quello che awiene ogni giorno con lo scambio di link quindi non c'e' niente di illecito.per quanto riguarda il resto non commento.. e' evidente che sei ubriaco se mi hai messo parole in bocca che non stanno ne in piedi ne in terra. :) era in risposta a chi diceva, non so se tu dal momento che non sei registrato, che questo porge il fianco a nuove leggi o fandonie del generePUNTO.
          • outkid scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            il rank di google e' manipolabile per definizione.altrimenti non sarebbe il motore di ricerca piu' utilizzato se non prendesse in considerazione proprio i fattori che lo rendono vulnerabile ma sarebbe uno dei tanti che non fanno un utente al mese se fosse vincolato a parametri tecnici e svincolato da quelli sociali.e cmq perdente sei tu e tua madre quella sera che giocava a strip poker e che ti ha concepito.
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            è evidente che sei ubriaco (cit.)
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            è evidente che sei ubriaco (cit.)
          • outkid scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            il rank di google e' manipolabile per definizione.altrimenti non sarebbe il motore di ricerca piu' utilizzato se non prendesse in considerazione proprio i fattori che lo rendono vulnerabile ma sarebbe uno dei tanti che non fanno un utente al mese se fosse vincolato a parametri tecnici e svincolato da quelli sociali.e cmq perdente sei tu e tua madre quella sera che giocava a strip poker e che ti ha concepito.
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            - Scritto da: outkid
            che differenza fa tra il non doverla fare per
            coscienza, che ripeto di non avere, e non doverla
            fare per
            legge?Nel primo caso sei punito dal rimorso.Nel secondo dallo stato.
            se per te il fine e' importante tanto vale
            tutelarlo con tutti i mezzi no? magari mandandomi
            il sismi a
            casa..mai scritto questo.L'hai auspicato tu, però. Coscienza sporca?
            pero' magari un'altra volta vorrai protestare per
            qualcosa che ferisce di piu' la tua sensibilita'
            e farlo con un mezzo legittimissimo (che altro
            non e' che il pensiero di qualcuno che indicizza)
            e subirai la stessa
            pena.Quale pena?Quella che ti stai inventando?*TU* hai auspicato nuove leggi.
            non
            e' che perche' il googlebombing e' sbagliato (ed
            in cosa poi? e' una feature di google accettare
            il feedback utente, feature che l'ha reso a
            misura di uomo) che va punito.. Rispondi a questa domanda: se adesso il governo stanziasse un milione di euro per fare googlebombing in grande stile a favore di italia.it, tu cosa diresti?" non vale, loro hanno i soldi e possono indirizzare i riultati di google molto meglio di me e della mia cricca di perdenti ", immagino.Lo vedi che il rank non è a misura d'uomo, ma è a misura di risorse impegnate, adesso?Finchè la manipolazione è a tuo vantaggio ti ergi paladino della libertà di manipolazione dle rank, quando il vento cambierà ti lamenterai chiedendo per te *GLI STESSI* diritti che oggi non vuoi dare agli altri.
            e se tu sei
            disposto ad accettare tale limitazione della tua
            liberta' non scrivere di me quello che non dico e quello che non sai, prego.Quello che io auspico è semplicemente che il rank di google non sia manipolabile.
          • outkid scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            che differenza fa tra il non doverla fare per coscienza, che ripeto di non avere, e non doverla fare per legge?se per te il fine e' importante tanto vale tutelarlo con tutti i mezzi no? magari mandandomi il sismi a casa..pero' magari un'altra volta vorrai protestare per qualcosa che ferisce di piu' la tua sensibilita' e farlo con un mezzo legittimissimo (che altro non e' che il pensiero di qualcuno che indicizza) e subirai la stessa pena.quindi sta sempre al cittadino che sa far rumore ed impedire leggi liberticide in ogni caso.. non e' che perche' il googlebombing e' sbagliato (ed in cosa poi? e' una feature di google accettare il feedback utente, feature che l'ha reso a misura di uomo) che va punito.. e se tu sei disposto ad accettare tale limitazione della tua liberta' di espressione ti stai inesorabilmente mettendo a 90..
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            - Scritto da: outkid
            immorali ma non illegali.
            la moralita' e' opinabile e soggettiva.. io, ad
            esempio, non ne ho.. non tirarla in
            mezzo.
            le leggi esistono per quelli squallidi come me..
            fai una legge anti bombing e mi impegnero' a
            rispettarla.Bene.Ora sappiamo di chi è la colpa quando la faranno.E sai che la faranno immensamente restrittiva e totalmente inutile.
          • outkid scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            immorali ma non illegali.la moralita' e' opinabile e soggettiva.. io, ad esempio, non ne ho.. non tirarla in mezzo.le leggi esistono per quelli squallidi come me.. fai una legge anti bombing e mi impegnero' a rispettarla.
          • Anonimo scrive:
            Re: GoogleBombing aggiornamento
            - Scritto da: outkid
            che poi se cerchi italia www.italia.it e' tipo in
            fondo alla pagina.. quindi c'e' piu' gente che lo
            ritiene merda di quanta non lo ritenga una degna
            vetrina del nostro paese.. secondo google
            eh..Secondo google, che è stato ingannato allo scopo.E' il solito problema della minoranza rumorosa/ostile che pretende di voler contare più di una maggiornza non rumorosa/ostile ed usa strumenti al limite dell'illecito (sicuramente immorali).
        • outkid scrive:
          Re: GoogleBombing aggiornamento
          che poi se cerchi italia www.italia.it e' tipo in fondo alla pagina.. quindi c'e' piu' gente che lo ritiene merda di quanta non lo ritenga una degna vetrina del nostro paese.. secondo google eh..
        • Anonimo scrive:
          Re: GoogleBombing aggiornamento
          - Scritto da:
          No no per carità.. quel sito ci rappresenta
          benissimo.. è una merda proprio come noi!!! E'
          pieno di furbate (vedi meteo e impostazioni come
          il sito della Zelanda) come lo siamo noi!!
          Speriamo non lo cambino mai.. perchè quello è il
          nostro specchio!!! Lo specchio della nostra
          società!!!Sottoscrivo in pieno
        • Anonimo scrive:
          Re: GoogleBombing aggiornamento
          - Scritto da:
          No no per carità.. quel sito ci rappresenta
          benissimo.. è una merda proprio come noi!!! E'
          pieno di furbate (vedi meteo e impostazioni come
          il sito della Zelanda) come lo siamo noi!!
          Speriamo non lo cambino mai.. perchè quello è il
          nostro specchio!!! Lo specchio della nostra
          società!!!Sottoscrivo in pieno
      • Anonimo scrive:
        Re: GoogleBombing aggiornamento

        - Scritto da: leonardo()

        italia.it e' ora (00:42) al terzo posto tra i

        risultati di

        merda .
        ma vi divertite a parlar male di un sito che deve
        pubblicizzare il vs
        paese??????
        ma vi pare normale?tu hai capito tutto eh?a te pare normale quel sito?soprattutto, a te pare normale il nostro paese?sviluppa un po' di senso critico e scarica nel cesso la merda che ti propinanoaggiornamento:ora è al secondo posto12/03/2007 10.20
        • Anonimo scrive:
          Re: GoogleBombing aggiornamento

          aggiornamento:
          ora è al secondo posto
          12/03/2007 10.20Ma te che ci guadagni a parlarne male?Pensi da fare bella figura all'estero parlando male di chi promuove, seppur malamente, il Paese in cui vivi? Non te ne vergogni?Pensi di saper far meglio di quel sito, bene, fanne uno tu. Mettiti in collaborazione con tutti sti coglioni che fanno sto google bombing e aprite voi un sito sull'Italia, fate voi promozione.Ma non fare l'idiota che invece di promuovere spara sentenze e butta merda sul suo Paese. L'Italia è già piena di tipi come te. E all'Italia non servono. Mi spiace.
        • Anonimo scrive:
          Re: GoogleBombing aggiornamento

          aggiornamento:
          ora è al secondo posto
          12/03/2007 10.20Ma te che ci guadagni a parlarne male?Pensi da fare bella figura all'estero parlando male di chi promuove, seppur malamente, il Paese in cui vivi? Non te ne vergogni?Pensi di saper far meglio di quel sito, bene, fanne uno tu. Mettiti in collaborazione con tutti sti coglioni che fanno sto google bombing e aprite voi un sito sull'Italia, fate voi promozione.Ma non fare l'idiota che invece di promuovere spara sentenze e butta merda sul suo Paese. L'Italia è già piena di tipi come te. E all'Italia non servono. Mi spiace.
      • leonardo() scrive:
        Re: GoogleBombing aggiornamento
        - Scritto da:

        - Scritto da: leonardo()

        italia.it e' ora (00:42) al terzo posto tra i

        risultati di

        merda .
        ma vi divertite a parlar male di un sito che deve
        pubblicizzare il vs
        paese??????Dimostrami che ho detto qualcosa di male e ti diro' che hai ragione. Ho solo riportato un dato, niente di piu'.
        ma vi pare normale?Ti sembra piu' normale spendere 7 miliardi e tre anni per un sito di turismo (di cui una buona parte solo per quel graffio che si ostinano a chiamare logo), infarcito di applet java, filmati in flash e che ogni due o tre sezioni spunta un internal server error? Finche' scherziamo va bene, Ma almeno sul lato tecnico e' un fiasco; ti sentiresti di parlare bene di un televisore pagato uno stonfo di quattrini che ogni tanto si spegne da solo? Almeno per quello c'e' la garanzia, per un sito come italia.it direi che almeno non ci va tolta la soddisfazione di dire le cose come stanno.
      • leonardo() scrive:
        Re: GoogleBombing aggiornamento
        - Scritto da:

        - Scritto da: leonardo()

        italia.it e' ora (00:42) al terzo posto tra i

        risultati di

        merda .
        ma vi divertite a parlar male di un sito che deve
        pubblicizzare il vs
        paese??????Dimostrami che ho detto qualcosa di male e ti diro' che hai ragione. Ho solo riportato un dato, niente di piu'.
        ma vi pare normale?Ti sembra piu' normale spendere 7 miliardi e tre anni per un sito di turismo (di cui una buona parte solo per quel graffio che si ostinano a chiamare logo), infarcito di applet java, filmati in flash e che ogni due o tre sezioni spunta un internal server error? Finche' scherziamo va bene, Ma almeno sul lato tecnico e' un fiasco; ti sentiresti di parlare bene di un televisore pagato uno stonfo di quattrini che ogni tanto si spegne da solo? Almeno per quello c'e' la garanzia, per un sito come italia.it direi che almeno non ci va tolta la soddisfazione di dire le cose come stanno.
  • Anonimo scrive:
    CONTRIBUENTI AL TAPPETO
    come da titolo
  • outkid scrive:
    cos'e' cambiato?
    intanto mi sponsorizzo il blog:http://sconosciuto.wordpress.com/2007/02/28/28-febbraio-2007/:)dicevo.. li ho linkato una immagine di italia.it fatta il 28 febbraio.. e guardate oggi.. speciale moda.. speciale neve.. tutto uguale.. e' uguale anche il meteo con le sue temperature.. guardate diavolo.. e' una gif.. non e' collegata a nulla a quanto pare.. oppure E' UN CASO?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 marzo 2007 00.09-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: cos'e' cambiato?
      ma dai... non lamentiamoci sempre...ad esempio, le previsioni non e` che la gif non sia collegata a nulla... e` che e` stata studiata cosi`... hanno messo un po di sole e un po di nuvole... cosi` non si sbalia mai e dai la temperatura, come fai a dimostrare che e` sbagliata ? sicuramente trovarai qualche luogo ad esempio in cui la temperatura al centro italia e` 0 gradi... magari qualche frizer... e sara` cosi` anche in agosto... insomma non e` mail sbaliata!!!E` stato fatto tutto per risparmiare!!!dai, non perdiamoci d'animo... rifacciamolo!!!br1
    • aistu scrive:
      Re: cos'e' cambiato?
      Scandalosa la questione Meteo... non ci avevo fatto caso, e pensare che dietro quella porcheria di portale c'è IBM... BigBlue!? E poi mi mettono una GIF come meteo... ma soprattutto 45mila euro... con 45mila euro potevano costruire un TOT di case per gli sfollati sparsi nelle baraccopoli, altro che italia.it ... che bella sola che ci hanno appioppato.
      • teddybear scrive:
        Re: cos'e' cambiato?
        - Scritto da: aistu
        ma soprattutto 45mila
        euro... con 45mila euro potevano costruire un TOT
        di case per gli sfollati sparsi nelle
        baraccopoli,Una o due, oforse nessuna... a seconda di dove... con 45 mila euro.Con 45milioni di euro invece... ne facevi tante.Ma tante tante...Vedo che l'errore 45mila 45milioni e` sempre diffuso, si vede che la gente non riesce ancora a ricordarsi una quantita` monetaria cosi` alta.Sembra alle volte che si sta parlando dei megafantastilioni di Paperon de Paperoni...
        • aistu scrive:
          Re: cos'e' cambiato?
          AHAHAHAH vero... ^_^ non avevo notato l'errore :-P Beh effettivamente non vedrò mai tanti soldi tutti insieme .. :-D su questo non ci piove!
          • Anonimo scrive:
            Re: cos'e' cambiato?
            - Scritto da: aistu
            AHAHAHAH vero... ^_^ non avevo notato l'errore
            :-P

            Beh effettivamente non vedrò mai tanti soldi
            tutti insieme .. :-D su questo non ci
            piove!ma scherzi?avevano promesso più figa e più soldi per tutti.a te non hanno dato niente? possibile?
Chiudi i commenti