I LUG tentano il balzo europeo

I gruppi di utenti Linux che in questi anni si sono moltiplicati nei paesi europei, Italia compresa, stanno cercando la via ad una collaborazione continentale. Ecco di che si tratta


Roma – Si chiamano Linux User Group (LUG) e sono i gruppi che promuovono Linux e, più in generale, l’open source a livello locale in molti paesi: in Italia la definizione di LUG è ormai molto nota grazie alle numerose iniziative messe in campo dagli aderenti, come il Linux Day . E ora i LUG tentano una via “europea”.

I gruppi di utenti Linux, infatti, sono una realtà in molti paesi europei ed ora un primo coordinamento dei LUG ha deciso di mettere in piedi il progetto Euro LUGs , unione dei Linux User Group europei.

In questo senso a metà aprile, in occasione della mobilitazione anti-brevetti , alcuni rappresentanti dei LUG si sono incontrati a Bruxelles e hanno raccolto le idee per realizzare una rete dei LUG e, più in generale, delle associazioni che in Europa promuovono Linux e il software libero.

Sulle pagine dedicate al Progetto si legge che non esiste un manifesto del Progetto, in quanto ciò che si vuole creare non è un “movimento” ma un coordinamento, sebbene non si esclude che in futuro da tutto questo possa derivare dell’altro. Gli obiettivi, dunque, sono la condivisione delle idee e delle iniziative nonché lo scambio di informazioni, consigli e suggerimenti per meglio portare avanti a livello locale la promozione del software libero.

Sono anche elencati una serie di “possibili progetti” di Euro LUGs, per esempio quello di rappresentare gli interessi di Linux a livello europeo e internazionale oppure ottenere l’accreditamento come ONG presso l’UNESCO.

Per sviluppare il progetto è stata lanciata anche una mailing list alla quale possono partecipare i rappresentanti dei LUG europei e delle associazioni legate al software libero.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Lo so, e' inutile, ma lo ripeto.
    Vabbo' ... volete a-battere la pirateria? fate concorrenza sleale vendere gli originali a 5 euro dei film che a botteghino( il pieno nelle sale cinematografiche) vi hanno fatto straguadagnare (vedi Mel con the passion)..... a gia' e perche' mai non spremere il parco buoi!!!!???Allora voi continuate a vendere i dvd a 30 euro che io continuo a non comprarli e a non vederli i vostri film ... al massimo li noleggio e li riverso sul mio vecchio VHS stereo HiFI insensible alle votre protezioni (il C.A.G. sulle testine di lettura non era ancora implementato).Bye
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma andate a...
    QUOTOLoro a mangiare caviale e fare conferenze in multicasting su schermi digitali rompendo le balle a ....e io che me devo accontenta' di un panino con la porchetta e vedemme un film in divxScr :@:@:@:@:'(:
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma andate a...
    - Scritto da: nessuno53
    Ma guardateli, poverini, li stiamo
    dissanguando, li stiamo mandando in rovina,
    la P2P li danenggia talmente tanto fino a
    indurli   a chiedere aiuto ai
    governi e cosa fanno? si riuniscono sul
    lungomare di Cannes con troie e troiette a
    seguito per prendere coscienza??
    Ma fate il favore..... spendete meglio i vs
    soldi ... sistemate i conti delle vs..
    aziende messe in piedi negli anni d'oro
    quando a voi tutto era permesso.
    Non siete altro che idrovoreConcordo...dicono di non avere soldi poi vedi che vanno in giro con la ferrari...azzo...I LOVE NESSUNO53:$
  • Anonimo scrive:
    che festival del caxxo!
  • sandman scrive:
    Re: E' sempre la vecchia storia!!
    ehm... maari paragoni un po' piu' a tono non ci starebbero male...- Scritto da: Anonimo
    Questo articolo è inquitante!
    Si, davvero, non scherzo, è proprio
    vero che l'uomo non impara mai dai propri
    errori.
    I capi dellle grandi case cinematografiche
    vogliono evitare lo sviluppo di internet
    perchè è troppo pericoloso
    (per i loro gonfissimi portafogli), ora vi
    ricordate la chiesa cattolica che torturava
    e uccideva chi diceva che il mondo era
    rotondo e girava intorno a sole?
  • Anonimo scrive:
    Ma andate a...
    Ma guardateli, poverini, li stiamo dissanguando, li stiamo mandando in rovina, la P2P li danenggia talmente tanto fino a indurli a chiedere aiuto ai governi e cosa fanno? si riuniscono sul lungomare di Cannes con troie e troiette a seguito per prendere coscienza?? Ma fate il favore..... spendete meglio i vs soldi ... sistemate i conti delle vs.. aziende messe in piedi negli anni d'oro quando a voi tutto era permesso. Non siete altro che idrovore
  • Anonimo scrive:
    Re: Lo so, e' inutile, ma lo ripeto.
    il commento più rulezzoso che abbia mai letto ... +100!!!! :))))))))
  • Anonimo scrive:
    Re: Lo so, e' inutile, ma lo ripeto.
    mi sa che per lor signori oltre che un ladro sei pure un comunista eversivo a sto punto.
  • LockOne scrive:
    Lo so, e' inutile, ma lo ripeto.
    allora, lo so che non serve a nulla, ma lo dico lo stesso.ho scaricato bowling for a columbine (moore) sui canali P2P. mi e' piaciuto. e ora sto cercando il VHS per comprarlo.e sto pensando di andare a vedere il prossimo film di moore al cinema, appena posso.e' chiaro il concetto? o devo farvi un disegno?macche', no, io resto un ladro, per lorsignori.
  • Anonimo scrive:
    povere stelle !
    Si sono riuniti tutti a Cannes per parlare di pirateria ... o, ma come sono preoccupati ... hanno talmente tanto danaro da poter far campare di rendita tutti gli abitanti del mio condominio per i prossimi cinquanta anni, eppure stanno lì a lamentarsi ...Io, un po' di questi, avrei piacere a vederli LAVORARE sul serio.Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    E' sempre la vecchia storia!!
    Questo articolo è inquitante!Si, davvero, non scherzo, è proprio vero che l'uomo non impara mai dai propri errori.I capi dellle grandi case cinematografiche vogliono evitare lo sviluppo di internet perchè è troppo pericoloso (per i loro gonfissimi portafogli), ora vi ricordate la chiesa cattolica che torturava e uccideva chi diceva che il mondo era rotondo e girava intorno a sole?
  • Anonimo scrive:
    Insistono...
    Queste penosi personaggi continuano a chiedere aiuti e risorse agli Stati (quindi a tutti noi) e si rifiutano di proporre delle forme legali di distribuzione via Internet.
  • Anonimo scrive:
    e i soldi delle proizioni nelle sale...?
    sono forse bruscolini quelli! Sembra quasi che esistano solo i DVD! Non moriranno certo di fame anche se vendono meno DVD!
  • Anonimo scrive:
    hanno paura di morire di fame.
    gnam gnam
  • Anonimo scrive:
    Re: Sperate che non passi il decreto Urb
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Se no tantissimi compratori di opere

    originali che a volte scaricano dal p2p
    per

    valutare cosa acquistare , per protesta
    non

    compreranno più nulla e non si

    recheranno più ne al cinema ne al

    video noleggio.

    Quindi se dovesse passare iniziate a

    prepararvi a guadagnare molto meno.

    se'
    aspetta e spera....

    io dvd originali non li comprero' mai in
    nessun caso... ho ben altro a cui pensare
    che buttare nel cesso i miei soldi... il
    cinema oggi fa vomitare e perdipiu' in
    italia è pagato coi soldi dei
    cittadini.... informatevi un po...ti do una mano altrimenti non capisce nessuno:http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=188concordo in pieno!
  • Anonimo scrive:
    Re: Sperate che non passi il decreto Urb
    - Scritto da: Anonimo
    Se no tantissimi compratori di opere
    originali che a volte scaricano dal p2p per
    valutare cosa acquistare , per protesta non
    compreranno più nulla e non si
    recheranno più ne al cinema ne al
    video noleggio.
    Quindi se dovesse passare iniziate a
    prepararvi a guadagnare molto meno.se'aspetta e spera....io dvd originali non li comprero' mai in nessun caso... ho ben altro a cui pensare che buttare nel cesso i miei soldi... il cinema oggi fa vomitare e perdipiu' in italia è pagato coi soldi dei cittadini.... informatevi un po...
  • Anonimo scrive:
    Sperate che non passi il decreto Urbani
    Se no tantissimi compratori di opere originali che a volte scaricano dal p2p per valutare cosa acquistare , per protesta non compreranno più nulla e non si recheranno più ne al cinema ne al video noleggio. Quindi se dovesse passare iniziate a prepararvi a guadagnare molto meno.
Chiudi i commenti