IBM e Sun inciampano nello stesso buco

Le due avversarie si sono ritrovate ad affrontare un male comune che affligge i rispettivi sistemi operativi. Molti i server coinvolti


Web – Ironia della sorte, le due più acerrime nemiche nel campo dei server Unix, IBM e Sun, si sono ritrovate loro malgrado unite nell’affrontare una grave vulnerabilità di sicurezza che colpisce i loro sistemi operativi Unix.

La falla, annunciata la scorsa settimana dalla firma di sicurezza Internet Security Systems (ISS), affligge le versioni 4.3 e 5.1 di IBM AIX e le versioni 8 e successive di Sun Solaris. La vulnerabilità è contenuta nel programma di login utilizzato in entrambe le piattaforme per permettere l’autenticazione degli utenti in alcuni servizi di accesso remoto, fra cui Telnet ed Rlogin.

“Il problema può potenzialmente interessare un bel po’ di persone”, ha dichiarato un portavoce di ISS.

La gravità della falla, che secondo gli esperti di sicurezza può consentire ad un cracker di prendere il controllo di un sistema, è accentuata dal fatto che, a quanto pare, la comunità hacker ne era a conoscenza già da qualche tempo e aveva già sviluppato un exploit.

Sia IBM che Sun hanno approntato una patch di sicurezza che corregge il problema.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    MA ALMENO E MULTIPIATTAFORMA ?
    O funiziona (male) solo sotto windstronz....
    • Anonimo scrive:
      Re: MA ALMENO E MULTIPIATTAFORMA ?
      Lo stanno portando anche sotto Lincazz.- Scritto da: open
      O funiziona (male) solo sotto windstronz....
      • Anonimo scrive:
        Re: MA ALMENO E MULTIPIATTAFORMA ?
        Non grazie ad M$ sicuramente; che detenendo il 90% dei PC-Home, almeno come o.s. principale, si chiude a riccio e chiude a riccio i propri ut. ulteriormente con questa mossa (.net).
        • Anonimo scrive:
          Re: MA ALMENO E MULTIPIATTAFORMA ?

          Non grazie ad M$ sicuramente; che detenendo
          il 90% dei PC-Home, almeno come o.s.
          principale, si chiude a riccio e chiude a
          riccio i propri ut. ulteriormente con questa
          mossa (.net).Bello, e la standardizzazione Ecma dove la metti ? Mi sembra che la mossa si proprio verso l'apertura.
          • Anonimo scrive:
            Re: MA ALMENO E MULTIPIATTAFORMA ?
            Scambiare quello che è un "obbligo" per M$ se vuole che il suo C# venga usto da quello che vuole e che lascia intravedere, è un'errore.Ancora si devono vedere l'aiuto che M$ fornisce anche per soc. private, anche a pagamento, per portare C# (linguaggi simili diventeranno indispensabili nell'e-commerce con l'avvento di piattaforme simil .net) su altre piattaforme.
          • Anonimo scrive:
            Re: MA ALMENO E MULTIPIATTAFORMA ?
            In buona sostanza: qualsiasi cosa faccia MS sbaglia. Se la fa sbagliata è perché voleva farla sbagliata. Se la fa giusta è perché si è sbagliata e in realtà voleva farla sbagliata ma non ci è riuscita.Siete patetici.- Scritto da: BSD_like
            Scambiare quello che è un "obbligo" per M$
            se vuole che il suo C# venga usto da quello
            che vuole e che lascia intravedere, è
            un'errore.
            Ancora si devono vedere l'aiuto che M$
            fornisce anche per soc. private, anche a
            pagamento, per portare C# (linguaggi simili
            diventeranno indispensabili nell'e-commerce
            con l'avvento di piattaforme simil .net) su
            altre piattaforme.
          • Anonimo scrive:
            Re: MA ALMENO E MULTIPIATTAFORMA ?
            Non credo, scusa che faccia beneficienza; in generale.Non credo che la faccia neanche Sun, che difatti non ha mai dato lo standard Java, e che ha reso "open source" con lic. Sun, Solaris solo per rendere Solaris il più performante ed a basso costo (visti i progressi nell'open source).Ma neanche lo crdo di IBM, etc. anche se investono nell'open source; ma per l'appunto quello è un'investimento.Però, vedi tra tutte queste società che hanno comportamenti analoghi, la peggiore in generale resta M$.E lo affermo non essendo particolarmente anti-M$; ma anti-win*.
          • Anonimo scrive:
            SU LINUX ESISTE MONO
            il C# e tutto .NET sta in porting su linux daun bel po.unica pecca e' che a capo del progetto di trovaIcaza lo stronzetto che ha fatto ximian per poi vendere il suo red cazzetCiao
  • Anonimo scrive:
    Perche' C# a confronto con Java?
    Java e' un linguaggio interpretato/precompilato (a seconda delle opinioni) che gira ovunque.C# girera' solo su Microsoft o forse Linux, ma non e' ancora sicuro.Che senso ha allora compararli? Che senso ha dire che Java e' piu' lento? E' un trade-off, si sa, gira ovunque ma non e' il piu' veloce (interessante pero' vedere i benchmarks pubblicati da IBM sulla differenze di efficienza tra Java e C++).Perche' allora si desidera fare una differenza tra i due linguaggi?Java ha rappresentato una rivoluzione e si studia nelle Universita'. C# e' appena arrivato ma non ha nessun elemento di attrazione al momento.Certo, a parte un'orda di fanatici che gia' lo usano ... (vorrei avere del tempo per andarmi a fare delle belle risate sui vari bugs di .NET, ma non posso adesso, troppo impegnato).
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' C# a confronto con Java?
      Si, hai ragione.Anch'io quando sono troppo impegnato scrivo cazzate sul Punto Informatico.Ah, si si.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' C# a confronto con Java?

      Java ha rappresentato una rivoluzione e si
      studia nelle Universita'. C# e' appena
      arrivato ma non ha nessun elemento di
      attrazione al momento.Java una rivoluzione?si studia nelle universita, si, e' vero..allora?non vuol dire nulla, anzi, forse e' un male!Di didattico non ha nulla.Di rivoluzionario neanche, si basa su concetti vecchi di anni.Come C# d'altronde.Sono due evoluzioni dello stesso concetto, ma non delle rivouzioni.L'unico punto di forza di Java e' Sun.Se java fosse nato in qualche universita' come ML, sarebbe rimasto confinato.
      Certo, a parte un'orda di fanatici che gia'
      lo usano ... (vorrei avere del tempo per
      andarmi a fare delle belle risate sui vari
      bugs di .NET, ma non posso adesso, troppo
      impegnato).la volpe quando non arriva all'uva dice che e' acerba :)ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' C# a confronto con Java?


        Java ha rappresentato una rivoluzione e si

        studia nelle Universita'. C# e' appena

        arrivato ma non ha nessun elemento di

        attrazione al momento.

        Java una rivoluzione?Non una rivoluzione, vero, ma una bella riforma che ha significato molto, questo sì.
        si studia nelle universita, si, e' vero..
        allora?
        non vuol dire nulla, anzi, forse e' un male!Non vuol dire nulla? Non credo...Un male? Perchè? Dipende dai corsi. Per certi corsi è un toccasana, e lo è anche per la sua logicità.
        Di didattico non ha nulla.Sono del parere esattamente contrario.
        Di rivoluzionario neanche, si basa su
        concetti vecchi di anni.Vero.
        Come C# d'altronde.Vero anche questo. Java, però, è stato il primo ad offrire un certo tipo di mix, infarcito poi con idee nuove che derivano effettivamente dall'unire quelle vecchie.C#, invece, ripropone lo stesso mix, più una salsetta nuova e qualche cambio qua e là.Non fraintendermi, non credo C# sia un male, anzi..! Mi piace abbastanza, salvo per alcune cose che mi hanno fatto storcere il naso (ma anche jva, inizialmente, mi ha dato lo stesso effetto). Diamo a Cesare quel che è di Cesare, però...
        Se java fosse nato in qualche universita'
        come ML, sarebbe rimasto confinato.Ne sei sicuro? Io per nulla.Poi una domanda di carattere generico.Sappiamo tutti quanto la nascita di C# sia stata influenzata da Java. Se Java non fosse mai esistito, C# sarebbe mai stato ideato? Questa, ovviamente, è una domanda retorica. Quello che volevo chiedere è: data tale premessa, perché nella pagina linkata come riferimento della storia di ECMA, Microsoft parla di C# in termini di un figlio di C e C++? A me sembra più un nipote. Non che non vada bene, ma non ci vedo nulla di male illustrando quanto Java abbia influenzato C#. Perché non lo scrivono chiaramente? Quale è il problema? Mica c'è nulla di male, anzi, per fortuna che ogni volta non viene riscoperta l'acqua calda! E' ovvio che il motivo è di marketing, però leggendo certe cose io, come programmatore, mi sento deriso. Questa è la cosa che rimprovero a Microsoft.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' C# a confronto con Java?
      - Scritto da: Fred
      Java e' un linguaggio
      interpretato/precompilato (a seconda delle
      opinioni) che gira ovunque.
      C# girera' solo su Microsoft o forse Linux,
      ma non e' ancora sicuro.Gira ovunque ci sia una CLI (che è standard per cui potrà essere implementata anche su altre piattaforme). Si chiama .NET.
      Java ha rappresentato una rivoluzione e si
      studia nelle Universita'. Rivoluzione? Per cosa scusa? Perché è multipiattaforma? Quando andavo all'università io scrivevo moduli in C, Fortran o in Basic e poi li facevo girare sulle diverse piattaforme (VMS, PC, PDP etc.). Certo se volevo qualcosa che girasse un po' più veloce dovevo ottimizzare per la piattaforma e... ehi, ma sto descrivendo proprio Java.C# e' appena
      arrivato ma non ha nessun elemento di
      attrazione al momento.Tranne il fatto di essere standard mentre Java no? Tranne il fatto di essere compilato JIT e quindi più veloce? Tranne il fatto di prendere il meglio delle caratteristiche di Java e di Delphi? Tranne il fatto di permettere di scrivere codice richiamabile da uno qualunque degli altri 10 linguaggi con i quali si può scrivere sotto .NET? Be' hai ragione. Tranne questo nulla di particolare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' C# a confronto con Java?
        - Scritto da: Darth Vader
        Tranne il fatto di essere standard mentre
        Java no?Ti abbiamo gia' detto cosa e' importante e cosa no.
        Tranne il fatto di essere compilato
        JIT e quindi più veloce?HotSpot cos'e' allora?Aspetto studi piu' approfonditi per discutere la cosa.
        Tranne il fatto di
        prendere il meglio delle caratteristiche di
        Java e di Delphi?Certamente. E' arrivato dopo e quindi si avvantaggia dell'esperienza accumulata in precedenza. Nulla di male in cio'. Vorrei solo aggiungere che java e' un linguaggio in evoluzione. La 1.4 presenta' la novita' delle asserts. Ci si potrebbe aspettare altre novita' in futuro.
        Tranne il fatto di
        permettere di scrivere codice richiamabile
        da uno qualunque degli altri 10 linguaggi
        con i quali si può scrivere sotto .NET?Ti do raggione solo se parli della virtual machine. Quella di java e' pensata solo per eseguire java, purtroppo. Altrimenti, il binding tra java ed altri linguaggi non eseguiti nella VM puo' essere fatto in vari modi. Faccio un esempio, sul MacOSX di apple le applicazioni Cocoa possono essere scritte usando contemporaneamente linguaggi differenti: Objective C, C++, AppleScript e java.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' C# a confronto con Java?
      Dimenticate una differenza fondamentale: Java nasce come linguaggio puramente ad oggetti, C# scopiazza dal C (fra le ire dei puristi) ed è quindi un linguaggio procedurale che implementa gli oggetti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' C# a confronto con Java?
        Altro che ire, la M$ non ha nessun diritto (moralmente) di prendere dal C, che è nato su altre piattaforme, usato per i kernel di altre piattaforme, e i cui creatori hanno lavorato e lavorano sempre su piattaforme UNIX (Bell Labs.).Purtroppo è di proprietà dell'umanità intera ormai da decenni (AT&T ci poteva pensare a liberarlo solo su piattaforme UNIX, allora; avremmo evitato simili distorsioni dal purismo); e quindi a disposizione anche di M$.Ah, già chi dice ciò è un'ortodosso, del purismo tecnico informatico, cioè talebano (ultima definizione dei seguaci M$ per chi professa il purismo tecnico), secondo i fans M$, ovvio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' C# a confronto con Java?
          Stai dimostrando la tua più completa incopemtenza nel campo della programmazione e superficialità nell'affrontare nuove tematiche tecnologiche.Il C non è OO mentre C# si. Se poi dichiari che hanno copiato dal C solo perchè ci sono le parentesi graffe, allora il C ha copiato dalla matematica !
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' C# a confronto con Java?

        Dimenticate una differenza fondamentale:
        Java nasce come linguaggio puramente ad
        oggetti, C# scopiazza dal C (fra le ire dei
        puristi) ed è quindi un linguaggio
        procedurale che implementa gli oggetti.Ma tu hai studiato C# ? C# è component oriented puro (se vuoi una specializzazione della OOP). Ma forse dovresti prima informarti e non fermarti a qualche riga di codice letto qua e la.
  • Anonimo scrive:
    A proposito dello standard C#
    Questa e' bella:[...] That means that C# and the CLI are now officially standards administered by ECMA. But Microsoft will retain control over who gets to license the technology and how it will be distributed, a company spokesman said. http://news.cnet.com/news/0-1003-200-8166213.html
    • Anonimo scrive:
      Re: A proposito dello standard C#

      [...] That means that C# and the CLI are now
      officially standards administered by ECMA.
      But Microsoft will retain control over who
      gets to license the technology and how it
      will be distributed, a company spokesman
      said. AUHUAHUHA e se l'ECMA alza troppo la voce billgayts se la compra licenzia il presidente e ci mette uno dei suoi geek.
  • Anonimo scrive:
    Java e standard
    Come forse molti sapranno Java NON è uno standard (Sun ha ritirato la richiesta di standardizzazione per poterlo mantenere proprietario e fare causa a chiunque tentasse di estenderlo: vale a dire Microsoft e IBM).Ora vediamo se qualcuno tra i supporter dell'anti-MS avrà l'onestà intellettuale di dire che questa volta Microsoft ha agito meglio di Sun e che C#, per questo motivo, è preferibile rispetto a Java.(By the way, personalmente non mi tange in quanto ho sempre ritenuto più significativi gli standard de facto rispetto a quelli de iure; ma visto che c'è chi fino a ieri squalificava le tecnologie Microsoft in quanto non standard de iure...)
    • Anonimo scrive:
      Re: Java e standard

      standardE ringraziamo Microsoft per aver esercitato in senso negativo le dovute pressioni presso gli organi che si sarebbero dovuti preoccupare della sua standardizzazione. Storia di qualche anno fa.
      (Sun ha ritirato la richiesta di
      standardizzazione per poterlo mantenere
      proprietario e fare causa a chiunque
      tentasse di estenderlo: vale a dire
      Microsoft e IBM).Sun si e' rotta i ******** e ha deciso di continuare fregandosene della standardizzazione.Per me avrebbe dovuto insistere.
      (By the way, personalmente non mi tange in
      quanto ho sempre ritenuto più significativi
      gli standard de facto rispetto a quelli de
      iure...By the way, per me e' importante che le specifiche siano pubbliche e che siano rispettate.
      • Anonimo scrive:
        Re: Java e standard (precisazione)
        - Scritto da: FDG
        E ringraziamo Microsoft per aver esercitato
        in senso negativo le dovute pressioni presso
        gli organi che si sarebbero dovuti
        preoccupare della sua standardizzazione.
        Storia di qualche anno fa.Mi riferisco al tentativo di standardizzazione operato con ISO, non quello di ECMA.
    • Anonimo scrive:
      Re: Java e standard
      il problema non e' che uno standard sia de facto o de iure ma se sia proprietario o no, a me non importa del resto ma se uno standard e' accessibile solo a pochi allora non va bene!
    • Anonimo scrive:
      Re: Java e standard
      - Scritto da: Darth Vader
      Ora vediamo se qualcuno tra i supporter
      dell'anti-MS avrà l'onestà intellettuale di
      dire che questa volta Microsoft ha agito
      meglio di Sun e che C#, per questo motivo, è
      preferibile rispetto a Java.Eccomi!Beh se C# e CLI non avessero avuto specifiche riconosciute come std avrebbe avuto qualche difficolta` in piu` ad attirare sviluppatori.Comunque su C# e CLI sono il primo a dire che M$ forse l'ha fatta giusta (a meno di "monevre" in stile M$ in futuro..). Pensa che la Ximian (che produce Gnome) sta sviluppando Momo, che contiene un compilatore C# (JIT) e se non sbaglio una versione della CLI, tutto open source. La M$ avendo rilasciato le specifiche, ha reagito piu` che bene. (Darth, non rabbrividire!)In fondo a M$ non inporta piu` controllare solo il Desktop, ma il suo primo obbiettivo e` la rete! Anche Momo puo` essere una buona cosa per M$.. (Infatti io odio Momo e secondo me questo portera` Gnome alla rovina..)La parte brutta della storia non sono 'sti linguaggi piu` o meno standard (un altro molto bello e` l'Internet C++), e quanto saranno adottati: e` invece la faccenda dei "nuovi servizi" Internet, Passport, .Net etc. M$ non mi sembra in grado di garantire sicurezza sufficiente (non dico perfetta, che e` impossibile) per i dati degli utenti. Poi non mi piace il controllo ancora troppo centralizzato dei sistemi di raccolta/gestione dati.. e poi in mano ad un privato! E non credo che DotGNU o la Liberty Alliance avranno spazio..E infine non mi piace l'idea dei "servizi" in se: sono veramente indispensabili??? Ciao! S.
      • Anonimo scrive:
        Re: Java e standard
        - Scritto da: S.L.
        - Scritto da: Darth Vader


        Ora vediamo se qualcuno tra i supporter

        dell'anti-MS avrà l'onestà intellettuale
        di

        dire che questa volta Microsoft ha agito

        meglio di Sun e che C#, per questo
        motivo, è

        preferibile rispetto a Java.

        Eccomi!Mi associo alla prima parte (a malincuore), ma dissento sulla seconda (c# preferibile).

        In fondo a M$ non inporta piu` controllare
        solo il Desktop, ma il suo primo obbiettivo
        e` la rete!
        Infatti ci avevano provato nel 95 con MSN, con i risultati che tutti sappiamo, poi ha mantenuto un saldo controllo con IE, ed ora il take-off di c# e correlati.
        La parte brutta della storia non sono 'sti
        linguaggi piu` o meno standard (un altro
        molto bello e` l'Internet C++), e quanto
        saranno adottati: e` invece la faccenda dei
        "nuovi servizi" Internet, Passport, .Net
        etc.
        Concordo: anche se non sono ferrato in materia, a livello di strategia penso che stiano facendo i passi giusti.P.S.Un anno fa durante il JIA a Padova chiedemmo scherzosamente a Puliti un suo parere su come serebbe andato il processo dell'antitrust contro Microsoft, e la sua risposta (altrettanto spiritosa) fu "dipendera' da chi vince le elezioni".Questo per dimostrare di come sia anche piu' facile muoversi in terreni non ostili.CiaoK.
  • Anonimo scrive:
    Bill il migliore
    come da titolo cosa dire di più.C# e il linguaggio mix con la potenzialità di diventare veramente grande, in se contiene tutti i preggi dei migliori linguaggi e nessun difetto.Un altro punto per MS
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill il migliore
      Che C# sia un linguaggio molto bello (sviluppo in C# da 11 mesi) è fuor di dubbio.Più che di difetti, parlerei di mancanze. La programmazione generica impone l'uso di templates (sempre molto utili in certi contesti). In ogni caso, è un ottimo linguaggio...disponibile già all'80% su linux.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill il migliore
        - Scritto da: Antibufala
        Che C# sia un linguaggio molto bello
        (sviluppo in C# da 11 mesi) ?fuor di
        dubbio.
        Pi?che di difetti, parlerei di mancanze. La
        programmazione generica impone l'uso di
        templates (sempre molto utili in certi
        contesti). se lo usi da cosi tanto tempo dovresti sapere che i templates come l'ereditarieta multipla non sono mancanze sono state evitate di proposito(infatti non verranno mai introdotte) questo perchè il c# e nato per evitare i principali problemi a runtime che si verificano in c++ e altri linguaggi e per fare ciò non sono state introdotte queste due funzionalita.
        In ogni caso, ?un ottimo
        linguaggio...disponibile gi?all'80% su
        linux.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bill il migliore

          se lo usi da cosi tanto tempo dovresti
          sapere che i templates come l'ereditarieta
          multipla non sono mancanze sono state
          evitate di proposito(infatti non verranno
          mai introdotte) questo perchè il c# e nato
          per evitare i principali problemi a runtime
          che si verificano in c++ e altri linguaggi e
          per fare ciò non sono state introdotte
          queste due funzionalita. L'ereditarietà multipla di implementazione non è stata presa in considerazione perchè pone più problemi che soluzioni. So invece che per quanto riguarda i templates è una cosa che volevano mettere ma mancava il tempo per farlo con giudizio (non alla C++). La programmazione generica lo richiede.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bill il migliore
            - Scritto da: Antibufala

            se lo usi da cosi tanto tempo dovresti

            sapere che i templates come l'ereditarieta

            multipla non sono mancanze sono state

            evitate di proposito(infatti non verranno

            mai introdotte) questo perch?il c# e nato

            per evitare i principali problemi a
            runtime

            che si verificano in c++ e altri
            linguaggi e

            per fare ci?non sono state introdotte

            queste due funzionalita.

            L'ereditariet?multipla di implementazione
            non ?stata presa in considerazione perch?
            pone pi?problemi che soluzioni. So invece
            che per quanto riguarda i templates ?una
            cosa che volevano mettere ma mancava il
            tempo per farlo con giudizio (non alla C++).
            La programmazione generica lo richiede.e inutile se hai un oggetto comune da cui derivare tutti gli altri, comunque a parte lotte di religione sui template STL ecc... non è stata inserita perche non necessaria e i pochi vantaggi che da (tutti illusori) sono superiori agli svantaggi.i peggiori buchi ha runtime li ho avuti con i template, ed infatti MS non li ha inseriti in c#.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bill il migliore

            e inutile se hai un oggetto comune da cui
            derivare tutti gli altri, comunque a parte
            lotte di religione sui template STL ecc...La nascita delle STL deriva dal fatto che la gestione delle liste, collezioni, ecc. in C/C++ era sempre come reinventare l'acqua calda. In .NET le STL ci sono già in quanto tutti gli oggettji derivano da object e quindi i contenitori non hanno problemi.
            non è stata inserita perche non necessaria e
            i pochi vantaggi che da (tutti illusori)
            sono superiori agli svantaggi.Non è detto. Nella programmazione generica (target limitato ma non inesistente) sono assolutamente necessari.
            i peggiori buchi ha runtime li ho avuti con
            i template, ed infatti MS non li ha inseriti
            in c#.Sono previsti per il futuro, pare...
        • Anonimo scrive:
          Re: templates il meglio
          A me piaciono i template, generano codice velocissimo rispetto a classi virtuali e altre mode di questo tipo (anche se vengono sfornati dei eseguibili belli lunghi). In ogni modo, penso che il linguaggio piu flessibile ed elegante (se usato con cognizione di causa ovviamente) rimane il C++.
          • Anonimo scrive:
            Re: templates il meglio
            - Scritto da: fredi
            A me piaciono i template, generano codice
            velocissimo rispetto a classi virtuali e
            altre mode di questo tipo (anche se vengono
            sfornati dei eseguibili belli lunghi). In
            ogni modo, penso che il linguaggio piu
            flessibile ed elegante (se usato con
            cognizione di causa ovviamente) rimane il
            C++.vedi a me piacciono gli esplosivi però non li posso usare perche un'autorità superiore per mettere a riparo me ed altri a detto che sono fuorilegge e li puoi comprare e usare solo se ai il patentino.infatti i template sono belle eleganti ecc.. ma sono pericolosi ecco perche la ms non li ha messi nel c#
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill il migliore
      - Scritto da: ok
      C# e il linguaggio mix con la potenzialità
      di diventare veramente grande, in se
      contiene tutti i preggi dei migliori
      linguaggi e nessun difetto.Non esistono soluzioni universali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill il migliore
        - Scritto da: FDG
        - Scritto da: ok


        C# e il linguaggio mix con la potenzialit?

        di diventare veramente grande, in se

        contiene tutti i preggi dei migliori

        linguaggi e nessun difetto.

        Non esistono soluzioni universali.ai raggione ma csharp ci si avvicina molto
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill il migliore
      - Scritto da: ok
      come da titolo cosa dire di più.
      C# e il linguaggio mix con la potenzialità
      di diventare veramente grande, in se
      contiene tutti i preggi dei migliori
      linguaggi e nessun difetto.
      Un altro punto per MS Già e farà buttare nel cesso tutto il resto. Il suo solito sistema. Creare cose fuori standard che poi diventano standard per miracolo. Se Bill non avesse i soldi che ha lo avrebbero già silurato.Ma fammi il picere, và!
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill il migliore

        Il suo solito sistema. Creare cose fuori
        standard che poi diventano standard per
        miracolo. Se Bill non avesse i soldi che ha
        lo avrebbero già silurato.Ma tu hai mai guardato C# ? Se non lo hai fatto dovresti startene a cuccia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill il migliore

        Già e farà buttare nel cesso tutto il resto.
        Il suo solito sistema. Creare cose fuori
        standard che poi diventano standard per
        miracolo. Se Bill non avesse i soldi che ha
        lo avrebbero già silurato.
        Ma fammi il picere, và!adesso in Sun sono dei poveracci?ma fammi il piacere...una cosa non diventa standard per miracolo, ma solo tramite richiesta.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill il migliore
        - Scritto da: Hydra
        - Scritto da: ok
        Già e farà buttare nel cesso tutto il resto.
        Il suo solito sistema. Creare cose fuori
        standard che poi diventano standard per
        miracolo. Se Bill non avesse i soldi che ha
        lo avrebbero già silurato.Sottoscrivo al 100%K.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill il migliore
      Pur essendo rivolto ad ambiti particolari e non generici, ti posso rispondere che davanti al C è nulla, anzi il nulla.Con ciò nessuna pretesa di paragone, il linguaggio C# tende ad ambiti più ristretti ed a facilitare la programmazione in quegli stessi ambiti (tec. .net, o più propriamente è nato per quel tipo di tecnologie/tecnologia). La potenza ed il controllo generati dal C, bè non c'è paragone.Una sola pecca del C#: il nome. La pretesa infatti di Bill di metterci davanti quella C non è casuale, sarebbe stato più corretto una parola o lettera che riprendesse il Java, ma lui niente con sfrontatezza ha messo il C ad illudere che quel linguaggio fosse sullo stesso piano.E non lo è; alla M$ non hanno mai dato nulla che fosse sul piano del C; anzi hanno solo usato il C (nato in UNIX).Già è molto concedere che win* abbia il C (nato su/per UNIX); che quell'abbinamento di lettere (per puri intenti M$) C, C# equivale ad una bestemmia per i credenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill il migliore

        Pur essendo rivolto ad ambiti particolari e
        non generici, ti posso rispondere che
        davanti al C è nulla, anzi il nulla.ma parliamo di purezza formale dei linguaggio di quello che ti fanno fare?certo che un motore anni 80, magari di una macchina da gruppo B dei rally, con due turbine e' piu' potente di un motore moderno, a 16 valvoe, aspirato etc. etc..Ma i consumi?C# e' un linguaggio ottimizzato per la produttivita', che prende il meglio dei linguaggi esistenti oggi.C e' inutile, o perlomeno non e' indispensabile, se non in ambiti come l'embedded o dove la memoria e'(ra) poca e i processori lenti.Ma forse oggi anche li' un compilatore C++ ci gira bene.
        E non lo è; alla M$ non hanno mai dato nulla
        che fosse sul piano del C; anzi hanno solo
        usato il C (nato in UNIX).
        Già è molto concedere che win* abbia il C
        (nato su/per UNIX); che quell'abbinamento di
        lettere (per puri intenti M$) C, C# equivale
        ad una bestemmia per i credenti.Ma che dici??????????mo il c e' nato per unix!!!il c e' nato li', perche' nelle universita' si usava unix.Non e' il contrario ci'!!!Il C e' nato da Kernighan e Ritchie, non da unix.Cosi' come il pascal e' figlio di Wirth, non del sistema operativo che lui usava.daiiiiiiiial massimo poi c# lo paragoni a c++, non a c che come linguaggio per fare design e applicazioni da piu' di un milione di righe e' controproducente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bill il migliore
          Il C non è nato per lo UNIX, dove l'ho scritto?Ho detto che è nato in UNIX.E' nato nei lab. di AT&T (Bell) nel 71 (o.s. UNIX) e venne subito dopo la nascita usato per creare il kernel dello UNIX e ricompilarlo.Quando dici più produttivo leggi più facile; cioè essendo più facile è più velocemente "imparabile" e quindi può "entrare in produzione" prima.Ma onestamente, pur rimanendo nell'ambito del C# tu ci faresti applicazioni mission-critical? No, perchè il controllo che genera il codice C non è euguagliabile.Ciò non vuol dire molto, sono rivolti ad ambiti diversi; anche se col C ci puoi fare tutto. Il C# è adatto ad esigenze nate oggi, domani non lo sarà più, il C è li da 30 anni, e puoi ancora programmarci e soddisfare ogni esigenza.Il paragone macchina anni 80-anni 2000, è fuori luogo, il C è attualissimo.La risposta era ed è a chi dice che Bill (M$) è bravo perchè ha tirato fuori dal cappello il C# (enorme bestemmia il C davanti, mica è lì per caso).Poi, io non paragonerei il C# neanche al C++, non cederei a quest'altra "bestemmia".In definitiva, non diamo al C# quello che del C# non è.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bill il migliore
            - Scritto da: BSD_like
            Il C non è nato per lo UNIX, dove l'ho
            scritto?cito"Già è molto concedere che win* abbia il C (nato su/per UNIX); che quell'abbinamento di lettere ^^^^^^(per puri intenti M$) C, C# equivale ad una bestemmia per i credenti."qui non si parla di credenti, ma di professionisti.In c puoi fare tutto quello che fai in fortran (per esempio) ma il fortran lo fa meglio.Il c e' un linguaggio poco tipizzato, che si e' mantenuto ai vertici solo perche' in molti lo usano e in pochi lo lascerebbero.Ma non mi dire che e' un linguaggio comodo da usare.Se sai programmare, il C spesso ti costringe a compromessi che veramente farebbero bestemmiare qualsiasi credente.Non so, penso a un contenitore generico, la miglior soluzione e' il puntatore a void...se questa e' la miglior soluzione, figurati la peggiore.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Bill il migliore
            - Scritto da: maks


            - Scritto da: BSD_like

            Il C non è nato per lo UNIX, dove l'ho

            scritto?

            cito
            "Già è molto concedere che win* abbia il C
            (nato su/per UNIX); che quell'abbinamento di
            lettere
            ^^^^^^
            (per puri intenti M$) C, C# equivale ad una
            bestemmia per i credenti."
            Scusa, ma se fino a qualche riga sopra avevo scritto che il C è nato su UNIX, l'aver scritto una volta per, mi pare evidentemente un'errore.
            qui non si parla di credenti, ma di
            professionisti.
            In c puoi fare tutto quello che fai in
            fortran (per esempio) ma il fortran lo fa
            meglio.
            Troppo specializzato, il Fortran, più adatto alla programmazione in ambito tecnico/scientifico, dove si è meglio; anche se attualmente il nuovo Rebocol per programmazione tecnica/scientifica si è rivelato meglio del Fortran.
            Il c e' un linguaggio poco tipizzato, che si
            e' mantenuto ai vertici solo perche' in
            molti lo usano e in pochi lo lascerebbero.
            Ma non mi dire che e' un linguaggio comodo
            da usare.
            Se sai programmare, il C spesso ti costringe
            a compromessi che veramente farebbero
            bestemmiare qualsiasi credente.

            Non so, penso a un contenitore generico, la
            miglior soluzione e' il puntatore a void...
            se questa e' la miglior soluzione, figurati
            la peggiore.I kernel degli o.s. dagli UNIX anche a win* (che ha "rapito" buona parte del codice a pezzi qua e là dai *BSD), sono creati in max con C, poi vi è anche una parte d'assembler (Linux 10%).Che cmq difficoltà e lunghezza a parte è veramente (l'assembler), il migliore.Poi, scusa ma il Fortran se non sbaglio non è tra i linguaggi del 2° livello, ma del 3° (intesi linguaggi del 2° liv. quelli dopo l'assembler 1° liv.).

            Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Bill il migliore




            Non so, penso a un contenitore generico,
            la

            miglior soluzione e' il puntatore a
            void...

            se questa e' la miglior soluzione,
            figurati

            la peggiore.

            Allora dammi un buon esempio di linguaggio
            fortemente tipizzato che ti lascia
            implementare in maniera decente un
            contenitore generico. A me pare proprio una
            contraddidizione in termini.
            finora l'unico era C++ con i template.Java costringe a continui casting da e verso il tipo base object.C# introduce il boxing, che e' una sorta di cast implicito a oggetto.E' meno efficente del casting C e dei template, ma e' type safe al 100%.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Bill il migliore

            E' meno efficente del casting C e dei
            template, ma e' type safe al 100%.in che modo? Java lancia TypeCastException in caso di cast illecito. C# fa qualcosa di diverso? In che modo? A che prezzo? Altra domanda: come tratta C# i tipi nativi (int, float & co)? Esistono? Li posso infilare in un contenitore generico? ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill il migliore
        Ma vai a cagare!- Scritto da: BSD_like
        Pur essendo rivolto ad ambiti particolari e
        non generici, ti posso rispondere che
        davanti al C è nulla, anzi il nulla.
        Con ciò nessuna pretesa di paragone, il
        linguaggio C# tende ad ambiti più ristretti
        ed a facilitare la programmazione in quegli
        stessi ambiti (tec. .net, o più propriamente
        è nato per quel tipo di
        tecnologie/tecnologia). La potenza ed il
        controllo generati dal C, bè non c'è
        paragone.
        Una sola pecca del C#: il nome. La pretesa
        infatti di Bill di metterci davanti quella C
        non è casuale, sarebbe stato più corretto
        una parola o lettera che riprendesse il
        Java, ma lui niente con sfrontatezza ha
        messo il C ad illudere che quel linguaggio
        fosse sullo stesso piano.
        E non lo è; alla M$ non hanno mai dato nulla
        che fosse sul piano del C; anzi hanno solo
        usato il C (nato in UNIX).
        Già è molto concedere che win* abbia il C
        (nato su/per UNIX); che quell'abbinamento di
        lettere (per puri intenti M$) C, C# equivale
        ad una bestemmia per i credenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill il migliore
        calp clap clap daccordissimo, sottoscrivo :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill il migliore
      ...ma quando la smetteremo di considerare Microsoft la panacea per tutti i mali del mondo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill il migliore
      ma stiamo scherzando???Premetto che non conosco il c#, sono un programmatore c e c++, ma penso di avere sufficienti conoscenze per dire la mia. Ogni linguaggio nasce con una idea, cioè cosa deve essere portato a fare. Premesso che comunque tutti i linguaggi sono equipotenti (cioè con uno puoi fare quello che fai con qualsiasi altro, anche se non è detto che ti riesca altrettanto bene), il c# è stato evidentemente progettato per applicazioni web-based. Non si può fare un paragone del tipo il c# è meglio del c++ (o del c). Semplicemente è adatto a fare qualcos'altro. E' come se si volesse paragonare il c stesso al fortran o al java, ci riesci (sudando sette camicie) a fare quello che potresti fare utilizzando quei due linguaggi, ma alla fine ne è veramente valsa la pena? Non ci saresti stato 5 minuti con quelli? Sono d'accordo col dire che quella c davanti a c# non significa assolutamente niente, non è una ulteriore evoluzione del c++, è solo una manovra della microsoft per cercare di conquistare favori, quegli stessi favori che il visual basic e il vbscript non hanno mai saputo raggiungere. Quindi il c# potrebbe (e sottolineo potrebbe) essere buono sotto certi punti di vista, e forse anche meglio del java (che personalmente odio, come credo ogni programmatore c), ma a tutti i detrattori del c e del c++ faccio notare che i sistemi che stanno usando sono stati scritti in questi linguaggi, perchè questi linguaggi al momento della loro creazione sono stati "puntati" verso l'obiettivo delle prestazioni e dell'efficienza migliori. Pensate che un sistema operativo in java sarebbe molto gradito ai vostri bei computerini? A maggior ragione il c è più che vivo, perchè in alcuni casi anche il c++ è troppo, e bisogna scendere a livelli sempre più bassi, fino ad arrivare all'assembler talvolta quando se ne presenta la necessità. A tutti quegli pseudoprogrammatori che dicono che la semplicità di programmazione è più importante dell'efficienza finale del codice rispondo questo: è colpa di gente come voi che le richieste di configurazione del sistema salgono sempre di più, e se dove ho lavorato io si fosse adottata una tale politica il nostro capo ci avrebbe preso a frustate! Per quel che mi riguarda la vera informatica è morta da tempo, di preciso con la nascita di tutti questi linguaggi in cui chiunque scrive due righe di codice e ti ritrovi con programmi che ti scolano la pasta... grazie a quel pentium 4 biprocessore che hanno di dietro!!!
  • Anonimo scrive:
    Eppure non è difficile....
    da capire: Microsoft (al di là di giudizi passionali) sta mirando decisamente, sfacciatamente e chiaramente al monopolio.E, per chi non l'avesse capito, il monopolio dell'informazione oggi e domani, significa il controllo del mondo.Spiace vedere che nemmeno la politica (che dovrebbe veder minacciati i suoi poteri) si sia accorta di questo e che organi ufficiali continuino a sostenere MS in un modo o nell'altro.MS va combattuta e spezzata prima che diventi troppo potente e sia impossibile farlo.E' così difficile da capire?
    • Anonimo scrive:
      Re: Eppure non è difficile....
      La standardizzazione permette a chiunque di sviluppare C# o qualsiasi linguaggio CLI compliant su qualunque piattaforma. Il progetto mono ne è la conferma (C# su Linux).Il modo migliore per combattere pratiche monopolistiche è la definizione dello standard con specifiche pubbliche.Bravo asino, hai capito tutto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Eppure non è difficile....
        - Scritto da: Antibufala
        La standardizzazione permette a chiunque di
        sviluppare C#..."DotGNU will be a complete replacement for the .NET strategy - it will not be a Free Software implementation of .NET. At the core of Microsoft's .NET is Hailstorm (recently renamed ".NET My Services"), which is in fact Microsoft's attempt to gain control of the internet and its users. In contrast, the goal of DotGNU is to give computer users full freedom to use the internet as they want. For example, the DotGNU approach to "web services" will make it possible for end users to run webservice software on their own PC, so that the users are not forced to migrate their data to the webservice servers."http://www.dotgnu.org/auth.htmlA Microsoft interessa poco il linguaggio o la piattaforma specifica. A Microsoft interessano piu' gli utenti di internet, e gli fa comodo uno standard supportato da tutti che gli permetta di avvicinarli ai suoi servizi internet. Insomma, vuole riesumare, in una nuova forma, la vecchia MicrosoftNet.Non attribuire appellativi a caso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Eppure non è difficile....
          Mi sa che sei tu a parlare a vanvera e fuori tema. "Ximian announced the launch of the Mono project, an effort to create an Open Source implementation of the .NET Development Framework."http://www.go-mono.com/index.html
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....
            - Scritto da: Antibufala
            Mi sa che sei tu a parlare a vanvera e fuori
            tema.

            "Ximian announced the launch of the Mono
            project, an effort to create an Open Source
            implementation of the .NET Development
            Framework."Hai capito quello che ho detto? Ripeto, di per se il C# non sarebbe un problema se non fosse un componente basilare per l'infrastruttura di servizi sulla quale .NET si fondera' e che saranno controllati tutti da Microsoft. Insomma, per ogni riga di codice che scrivi in C# usando il framework di .NET, supporti i servizi di Microsoft (es.: Hailstorm) e metti la rete internet nelle sue mani. Se il C# fosse solo un linguaggio a se stante sarebbe solo uno sgarbo fatto da Microsoft a Sun. Ma non mi pare questo il caso.Ximian e' stata criticata perche' con la scelta di supportare .NET fa il gioco di microsoft.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....

            Hai capito quello che ho detto? Ripeto, di
            per se il C# non sarebbe un problema se non
            fosse un componente basilare perDimostri proprio di non conoscere il framework .NET. Informati prima.
            da Microsoft. Insomma, per ogni riga di
            codice che scrivi in C# usando il framework
            di .NET, supporti i servizi di Microsoft
            (es.: Hailstorm) e metti la rete internet
            nelle sue mani. Se il C# fosse solo unCerto che in fatto di bufale sei il primo. Programmo da 11 mesi in C# e non ho mai usato i .Net Services (ex "Hailstorm") ne ho intenzione di usarli.
            linguaggio a se stante sarebbe solo uno
            sgarbo fatto da Microsoft a Sun. Ma non mi
            pare questo il caso.Ma che sgarbo. Sono entrambe aziende commerciali.
            Ximian e' stata criticata perche' con la
            scelta di supportare .NET fa il gioco di
            microsoft.E' sta criticata solo perchè ci sono in giro tante persone che non hanno idea di come gira il mondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....
            - Scritto da: Antibufala
            Dimostri proprio di non conoscere il
            framework .NET. Informati prima. Puoi sostituire C# con qualsiasi linguaggi, lo so bene. Ma non e' questo il punto. Io parlo di come siano usate queste cose da microsoft per spostare i programmatori (e quindi gli utenti) verso i suoi servizi. Anche se non sei obbligato ad usare CLI e C# per scrivere applicativi che sfruttano i .Net services, quanti programmatori dell'area MS lo faranno? E comunque, la disponibilta' della CLI e del C# per altre piattaforme non avvantaggera' Microsoft nel suo progetto? A Microsoft interessa che il linguaggio (ma parliamo pure della CLI e di qualsiasi altro linguaggio ci giri su) sia supportato e diffuso perche' i suoi servizi di rete abbiano un terreno fertile su cui crescere. E' questo che mi preoccupa. Ximian puo' pure limitarsi ad implementare la CLI ed il compilatore C#, ma questo e' solo un favore fatto a Microsoft che cosi' si ritrova un'altro spazio tramite il quale proporre i suoi servizi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....

            Anche se non sei obbligato ad usare CLI e C#
            per scrivere applicativi che sfruttano i
            .Net services, quanti programmatori
            dell'area MS lo faranno? A pare mio tanti non li useranno. Per un motivo molto semplice. L'uso dei .Net services richiede la connettività e qeusto è ancora un tasto dolente.
            A Microsoft interessa che il
            linguaggio (ma parliamo pure della CLI e di
            qualsiasi altro linguaggio ci giri su) siaA Microsoft interessa vendere i suoi servers. Che vantaggio ha avere una versione per Linux ?Ritengo i .Net Services non adatti al mercato europeo (sinceramente non mi convincono).
    • Anonimo scrive:
      Re: Eppure non è difficile....
      - Scritto da: Orsogrigio
      da capire: Microsoft (al di là di giudizi
      passionali) sta mirando decisamente,
      sfacciatamente e chiaramente al monopolio.Tra C# e Java scelgo il secondo: intanto e' una tecnologia piu' matura; poi, gode di ampio supporto su molte piattaforme; infine, non e' di microsoft, e di sun mi preoccupo molto meno.
      Spiace vedere che nemmeno la politica (che
      dovrebbe veder minacciati i suoi poteri) si
      sia accorta di questo e che organi ufficiali
      continuino a sostenere MS in un modo o
      nell'altro.ECMA un organismo politico? Sicuro?
      • Anonimo scrive:
        Re: Eppure non è difficile....
        - Scritto da: FDG
        Tra C# e Java scelgo il secondo: intanto e'
        una tecnologia piu' matura; poi, gode di
        ampio supporto su molte piattaforme; infine,
        non e' di microsoft, e di sun mi preoccupo
        molto meno.Bel ragionamento. Fino a ieri si sbraitava che Microsoft uccide la concorrenza con delle specifiche non standard.Oggi, invece, tu vieni a dire che preferisci andare su qualcosa di non-standard (Java) piuttosto che su uno standard proposto da Microsoft e accettato da un comitato composto da molte aziende tra cui alcune rivali di Microsoft.Cioè: qualsiasi cosa basta che non sia Microsoft. Complimenti per l'obiettività. Sei un Talebano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Eppure non è difficile....
          - Scritto da: Darth Vader
          Bel ragionamento. Fino a ieri si sbraitava
          che Microsoft uccide la concorrenza con
          delle specifiche non standard.E che Microsoft proponga standard mi sta bene. Non mi stanno bene la finalita' di certi standard.
          Oggi, invece, tu vieni a dire che preferisci
          andare su qualcosa di non-standard (Java)Java non e' diventato standard per l'opposizione di Microsoft.
          Cioè: qualsiasi cosa basta che non sia
          Microsoft. Complimenti per l'obiettività.
          Sei un Talebano.Leggi il messaggio di risposta a  "Antibufala". Chiarisce uno dei perche' di tale scelta. Un altro e' che io personalmente boicotto Microsoft in quanto Microsoft, con i suoi atteggiamenti, e' un Problema: mira alla conquista di tutti gli spazi in cui mette piede con la distruzione degli avversari, utilizzando qualsiasi mezzo lecito e non, tra cui il peso del monopolio acquisito in altri mercati. La concorrenza e' un'altra cosa.Farei la stessa cosa per una qualsiasi altra azienda che si comportasse allo stesso modo. E se Microsoft domani mostrasse di acquisire una coscienza del rispetto delle regole del mercato, io cambierei atteggiamento nei suoi confronti. Finora non l'ha fatto, quindi continuo nel boicottaggio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: Darth Vader


            Bel ragionamento. Fino a ieri si sbraitava

            che Microsoft uccide la concorrenza con

            delle specifiche non standard.

            E che Microsoft proponga standard mi sta
            bene. Non mi stanno bene la finalita' di
            certi standard.
            uno standard ha delle finalita'?e da quando?uno standard non e' solo un documento che indica le linee guida per produrre qualcosa?la finalita' e', semmai, fare in modo che ogni prodotto/servizio adrente ad uno standard sia uguale a qualsiasi altro aderente allo stessos tandard.Non vedo altre finalita'....

            Oggi, invece, tu vieni a dire che
            preferisci

            andare su qualcosa di non-standard (Java)

            Java non e' diventato standard per
            l'opposizione di Microsoft.
            sara'...

            Cioè: qualsiasi cosa basta che non sia

            Microsoft. Complimenti per l'obiettività.

            Sei un Talebano.

            Leggi il messaggio di risposta a
             "Antibufala". Chiarisce uno dei perche' di
            tale scelta. Un altro e' che io
            personalmente boicotto Microsoft in quanto
            Microsoft, con i suoi atteggiamenti, e' un
            Problema: mira alla conquista di tutti gli
            spazi in cui mette piede con la distruzione
            degli avversari, utilizzando qualsiasi mezzo
            lecito e non, tra cui il peso del monopolio
            acquisito in altri mercati. La concorrenza
            e' un'altra cosa.
            libero di boicottare.Ma se dici "io boicotto a priori" non ti giudico una persona affidabile, ne giudichero' mai i tuoicommenti obbiettivi.Scusami se non credero' ad una parola di quello che scrivi.
            Farei la stessa cosa per una qualsiasi altra
            azienda che si comportasse allo stesso modo.
            E se Microsoft domani mostrasse di acquisire
            una coscienza del rispetto delle regole del
            mercato, io cambierei atteggiamento nei suoi
            confronti. Finora non l'ha fatto, quindi
            continuo nel boicottaggio.Sun, IBM, Sony ti dicono niente questi nomi?Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....
            - Scritto da: maks
            uno standard ha delle finalita'?
            e da quando?Da quando si adottano gli standard solo quando fa comodo. Perche' allora non adottare per lo streaming video il formato standard di MPEG-4?
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....
            Non e' forse piu' semplice dire che uno preferisce usare Java perche' C# al momento gira solo su MS e per quanta pubblicita' sia stata fatta:-Niente puo' fermare Win2000--Nessuno puo' violare Win2000-i sistemi operativi MS sono lontani miglia dalla stabilita' di qualsiasi Unix disponibile sul mercato?
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....
            Mi sa che leggi troppi fumetti. Windows 2000 è stabile quanto un qualunque server Unix, sempre che, il server Windows non sia fatto gestire dalle solite mezze tacche solo perché esiste un Control Panel con una interfaccia a prova di scimmia.- Scritto da: Fred
            i sistemi operativi MS sono lontani miglia
            dalla stabilita' di qualsiasi Unix
            disponibile sul mercato?
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....
            L'aggressivita' delle tue risposte denota un'insicurezza di fondo. Non mi interessa tentare di capire in cosa tu ti senta insicuro, quello che pero' e' importante e' che tu mantenga un livello "decente" di comunicazione.
            Windows 2000
            è stabile quanto un qualunque server UnixNe ho lette tante. Probabilmente questa nemmeno il marketing di MS avrebbe il coraggio di scriverla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....
            Perfettamente d'accordo. Cercare di paragonare un server win 2k con un server unix è una vera eresia. I sistemi microsoft vanno bene solo per piccole reti senza troppi applicativi che facciano un uso somodato di accesso ai server, altrimenti unix rimane l'unica scelta per garantirsi un minimo di sicurezza nella stabilità dei servizi, stile l'accesso ai database oracle. E' pero anche vero che la configurazione di questi sistemoni necessità di gente veramente in gamba (io, almeno attualmente, non mi ritengo fra questi), mentre i server microsoft li saprebbe configurare anche un bambino.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....
            - Scritto da: Lion
            Perfettamente d'accordo. Cercare di
            paragonare un server win 2k con un server
            unix è una vera eresia. I sistemi microsoft
            vanno bene solo per piccole reti senza
            troppi applicativi che facciano un uso
            somodato di accesso ai server, altrimenti
            unix rimane l'unica scelta per garantirsi un
            minimo di sicurezza nella stabilità dei
            servizi, stile l'accesso ai database oracle.Io ogni giorno vedo, nelle enterprise, server Windows 2000 fare lavori anche mission critical. Probabilmente sono dei server Unix cammuffati.
            E' pero anche vero che la configurazione di
            questi sistemoni necessità di gente
            veramente in gamba (io, almeno attualmente,
            non mi ritengo fra questi), mentre i server
            microsoft li saprebbe configurare anche un
            bambino.Eccolo qui! Ecco come si fa a rendere instabile un'applicazione che gira su Windows 2000NON E' VERO che i server Microsoft sono facili da configurare per gestire applicazioni mission critical. Sono facili da configurare per fare da server dipartimentale. Sono coloro che mettono in pratica questa frase sconsiderata che hai appena scritto che rendono un cattivo servizio alle aziende e creano una cattiva reputazione a Windows 2000.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....
            - Scritto da: Darth Vader
            - Scritto da: Lion

            Perfettamente d'accordo. Cercare di

            paragonare un server win 2k con un server

            unix è una vera eresia. I sistemi

            microsoft vanno bene solo per piccole reti

            senza troppi applicativi che facciano un uso

            somodato di accesso ai server, altrimenti

            unix rimane l'unica scelta per garantirsi

            un minimo di sicurezza nella stabilità dei

            servizi, stile l'accesso ai database

            oracle.
            Io ogni giorno vedo, nelle enterprise,
            server Windows 2000 fare lavori anche
            mission critical. Probabilmente sono dei
            server Unix cammuffati.La M$ sta aspettando per per cambiare i server di hotmail ?

            E' pero anche vero che la configurazione

            di questi sistemoni necessità di gente

            veramente in gamba (io, almeno

            attualmente, non mi ritengo fra questi),

            mentre i server microsoft li saprebbe

            configurare anche un bambino.
            Eccolo qui! Ecco come si fa a rendere
            instabile un'applicazione che gira su
            Windows 2000Lo dice M$ no ? ?? User frendly si chiama.
            NON E' VERO che i server Microsoft sono
            facili da configurare per gestire
            applicazioni mission critical. Sono facili
            da configurare per fare da server
            dipartimentale. Sono coloro che mettono in
            pratica questa frase sconsiderata che hai
            appena scritto che rendono un cattivo
            servizio alle aziende e creano una cattiva
            reputazione a Windows 2000.Cioe' i pubblicitari della M$.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....
            - Scritto da: Darth Vader

            Eccolo qui! Ecco come si fa a rendere
            instabile un'applicazione che gira su
            Windows 2000

            NON E' VERO che i server Microsoft sono
            facili da configurare per gestire
            applicazioni mission critical. Sono facili
            da configurare per fare da server
            dipartimentale.Non entro nel merito della guerra di religione.Rilevo solo che anche a me è capitato di vedere installazioni W2k Datacenter perfettamente comparabili con quelle basate sui migliori brand Unix (linux ha ancora qualche "difettuccio" di troppo per poter essere considerato uno snap-in replacement per HP-UX, AIX, True64 o iRIX nelle applicazioni enterprise).Di certo, dal punto di vista dell'amministratore-tipo "punta-e-clicca" di piccole reti NT-based, qualsiasi cosa diventa ardua su una macchina *BSD o SysV-style. La questione è comunque simmetrica, non è detto che lo "smanettone" abituato a ravanare in /etc sia in grado di trovare al volo i settaggi più criptici di NT/2k e di configurarli al meglio: le GUI rendono facile tutto ciò che si vede, ma le omissioni, come si dice, non fanno rumore. E spesso bisogna andare a cercarsele nelle pieghe del registry, ovvero sapere che esistono etc. etc. etc. Ciò non toglie che un buon amministratore sappia mettere in piedi un'ottima infrastruttura con qualsiasi sistema, scegliendo SOLUZIONI e non convinzioni fondamentaliste di stampo pseudoreligioso, spesso utili solo a nascondere l'impreparazione su certe piattaforme. La realtà è che i sistemi eterogenei multivendor sono molto più diffusi di quanto si pensi, le aziende spesso sopravvivono all'informatizzazione fatta a pezzi e bocconi dal fornitore più appetibile di turno ed integrata "in qualche maniera". Solo le installazioni grandissime ed accuratamente pianificate nascono sostanzialmente monomarca, dal cluster di server fino all'ultimo terminale... ma qui la questione è da markettari, non da tecnici.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eppure non è difficile....
            Ma che cazzo stai vaneggiando?Se sai leggere, vai a vedere qui:http://news.cnet.com/news/0-1003-200-1484834.htmlCosa c'entra Microsoft? Per favore se non riesci a giustificare in altro il tuo fondamentalismo da talebano, almeno evita di scivolare nella paranoia.- Scritto da: FDG

            Java non e' diventato standard per
            l'opposizione di Microsoft.
Chiudi i commenti