IBM: il nostro comportamento è limpido

L'azienda reagisce con fermezza dopo l'annuncio della sospensione temporanea nell'accesso agli appalti pubblici negli USA. E sottolinea: collaboreremo con chi conduce l'inchiesta

Washington – Ci sono contratti da milioni forse miliardi di dollari in ballo in un procedimento che investe IBM in queste ore: in seguito ad una segnalazione di EPA, l’Agenzia statunitense per l’ambiente di cui IBM è fornitrice, Big Blue è stata temporaneamente interdetta dalla partecipazione a bandi pubblici di gara, quelli che enti pubblici ed agenzie federali utilizzano per acquistare prodotti e servizi anche nell’ICT.

Entro i prossimi 30 giorni IBM dovrà rispondere al procedimento illuminando EPA su una serie di punti che vengono ritenuti poco chiari nella fornitura da 80 milioni di dollari che la stessa IBM ha prodotto presso l’Agenzia, un contratto la cui esecuzione secondo EPA va chiarita.

Un portavoce di IBM ha spiegato che fino a due giorni fa non c’era alcune notizia di alcun problema con quel contratto, e ha sottolineato che collaborerà con chi conduce l’inchiesta, spiegando anche che intende limitare il più possibile questa sospensione. La sua durata potrebbe arrivare ad un anno qualora le spiegazioni che IBM fornirà ad EPA dovessero essere considerate insufficienti.

IBM da parte sua ha anche sottolineato che i propri comportamenti “sono ispirati ai più alti valori della business ethics “.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anal Intruder scrive:
    per me è il contrario
    Non so voi, ma io ricevo al 90% pubblicità di roba che mi interessa, solo che non mi va lo stesso, è troppa ed è martellante. Penso che sarebbe meglio ricevere pubblicità non mirata, così mi si apre la mente per comprare qualcosa di nuovo e non sempre le solite cose.
    • asvero panciatici scrive:
      Re: per me è il contrario
      Ciò che cercano di aprirti con la pubblicità NON è la mente.Diciamo che è il portafogli, va'... per non essere scurrili.- Scritto da: Anal Intruder
      Non so voi, ma io ricevo al 90% pubblicità di
      roba che mi interessa, solo che non mi va lo
      stesso, è troppa ed è martellante. Penso che
      sarebbe meglio ricevere pubblicità non mirata,
      così mi si apre la mente per comprare qualcosa di
      nuovo e non sempre le solite
      cose.
      • Anal Intruder scrive:
        Re: per me è il contrario
        D'accordo, è la pubblicità che crea il bisogno, questo lo so, ma in primo luogo io non sono certo uno che compra ogni sciocchezza che esiste. In secondo luogo se pure debbo vivere in questa società dei consumi tanto vale consumare le cose migliori, più belle o divertenti. Carpe diem! La pubblicità mi dà noia o quando sono cose che non mi interessano o quando martellano su cose che bene o male ho già. Fortunatamente sono un gran tirchio.
Chiudi i commenti