ICANN verso la censura globale dei domini?

Questo emerge da una proposta sulla registrazione delle nuove estensioni Internet. Registrare domini con riferimenti a crimine, violenza, sesso o razzismo sarà impossibile. L'ICANN si erge ad arbitro della moralità internazionale?

Roma – L’allarme lo diffonde la celebre organizzazione IP Justice ed in effetti inquieta molti quello che sta accadendo in ICANN : l’ente che sovraintende al sistema dei domini sembra puntare a divenire censore della pubblica moralità in un ambiente, quello dei domini appunto, che è globale .

In sostanza la Generic Names Supporting Organization (GNSO) in seno ad ICANN sta lavorando su una bozza che definirà le nuove regole di registrazione dei domini Internet , regole che saranno adottate per tutte le nuove estensioni di dominio via via approvate dallo stesso ICANN.

In quella proposta si prevede la possibilità di impedire la creazione di certi nomi a dominio , quelli destinati a fare a pugni con la “public policy”, una definizione vaga ma “codificata” in seno all’ICANN.

Lo spiega Ars Technica che racconta come quella definizione sia illustrata da un altro comitato di ICANN al quale partecipano delegati dei governi, il Governmental Advisory Committee (GAC) che in un proprio documento (disponibile qui in formato MS Word) si riferisce alla public policy come a qualcosa che renda “fuorilegge” tutto ciò che comprende: “odio, razzismo, discriminazione di qualsiasi genere, attività criminali o qualsiasi abuso di una religione o di una cultura specifiche”.

Come sottolinea IP Justice , il GAC prevede che “se il GAC o singoli membri esprimono preoccupazioni formali su nuove richieste di registrazione specifiche, ICANN dovrà bloccare il processo di registrazione fino a quando le preoccupazioni del GAC non siano state risolte in modo soddisfacente per il GAC stesso o per il governo relativo (quello che ha espresso preoccupazioni, ndr.)”.

Tutto questo si traduce nella possibilità per un qualsiasi paese aderente di impedire la registrazione di specifici domini a propria discrezione, una eventualità che IP Justice non può che considerare una forma gravissima di censura. A detta della celebre organizzazione guidata da Robin Gross, già nota ai lettori di Punto Informatico , questa impostazione potrà consentire a qualunque delegato di impedire la registrazione di un dominio che contenga “termini controversi” ma diffusissimi come “gay” o “aborto” in qualsiasi altro paese. Ciò significa, nei fatti, consentire alla somma delle diverse sensibilità dei diversi paesi di impedire la registrazione di questo o quel dominio in qualsiasi paese.

Di fatto, se verrà implementata in modo definitivo da ICANN, cosa probabile in assenza di una mobilitazione internazionale , la nuova policy di fatto impedirà la creazione di qualsiasi dominio “controverso”, con effetti a cascata sulla libera espressione.

Ad aggravare ulteriormente la questione, il fatto che la proposta pone ICANN al ruolo di giudice arbitro assoluto : nella nuova impostazione sarà dunque proprio l’organizzazione dei domini, nata allo scopo di gestire lo “spazio” dei domini, ad essere investita di un ruolo del tutto nuovo con un rilievo globale. Una situazione che ha allarmato anche l’ Internet Governance Project , che chiede agli utenti di stare con gli occhi aperti e di farsi sentire in ICANN.

Il segretario dell'organizzazione non profit “Si tratta – spiega Gross (nella foto) – di una prospettiva spaventosa per chiunque sostenga la democrazia e la libertà di espressione. La proposta darebbe ad ICANN l’enorme potere di regolamentare l’uso delle parole su Internet e porterebbe ad una censura di massa delle idee controverse”.

Per tentare di impedire tutto questo, l’organismo ICANN in cui si raccolgono gli utenti senza interessi commerciali, il Non-Commercial Users Constituency (NCUC) , ha presentato una proposta emendativa per la quale eventuali restrizioni saranno legate esclusivamente alle leggi in vigore nel paese nel quale viene presentata la richiesta di registrazione. In questo modo si ritiene che saranno le rispettive leggi nazionali e non l’ICANN a determinare i termini “registrabili”.

IP Justice riporta anche una dichiarazione del professor Milton Mueller della Syracuse University School of Information Studies, secondo cui “c’è sempre stato il pericolo che il controllo esclusivo di ICANN sui nomi identificativi in Internet potesse essere utilizzato per applicare policy estranee (al mandato ICANN, ndr.). ICANN deve attenersi al proprio ristretto ruolo di coordinamento tecnico, e noi dobbiamo proteggere Internet da una regolamentazione globale e centralizzata”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    donazioni SW?
    Bella roba: MS dona milioni di controvalore in SW alle organizzazioni no profit.Costi di produzione per MS: circa zero, in piu' ci sono le detrazioni alle tasse.Quale SW? Vista immagino, cosi' le suddette organizzazioni dovranno pure aggiornarsi tutto l'HW per farlo girare!
    • Anonimo scrive:
      Re: donazioni SW?
      - Scritto da: Funz
      Bella roba: MS dona milioni di controvalore in SW
      alle organizzazioni no
      profit.
      Costi di produzione per MS: circa zero, in piu'
      ci sono le detrazioni alle
      tasse.
      Quale SW? Vista immagino, cosi' le suddette
      organizzazioni dovranno pure aggiornarsi tutto
      l'HW per farlo
      girare!Fanno il paio con le donazioni di medicinali fatte dalle aziende americane ai paesi africani.Milioni e milioni di dollari (detratti al fisco...) in lozioni per la ricrescita dei capelli.Ma che si facciano rompere il c.... da King Kong!!!
  • soulista scrive:
    Molto onorevole ma...
    ... mi fa pensare a quelle aziende (ora mi viene in mente solo la Apple con l'iPod Nano rosso) che sfruttano il lavoro nei paesi sottosviluppati per poi mandare parte dei ricavati in beneficienza ad altri paesi sottosviluppati!Se da una parte Microsoft da soldi in beneficienza, dall'altra sostiene un governo che non ha fatto nulla in previsione di questo disastro!(paragone un po' azzardato... ma penso renda l'idea)
    • Anonimo scrive:
      Re: Molto onorevole ma...
      - Scritto da: soulista
      ... mi fa pensare a quelle aziende (ora mi viene
      in mente solo la Apple con l'iPod Nano rosso) che
      sfruttano il lavoro nei paesi sottosviluppati per
      poi mandare parte dei ricavati in beneficienza ad
      altri paesi
      sottosviluppati!
      Se da una parte Microsoft da soldi in
      beneficienza, dall'altra sostiene un governo che
      non ha fatto nulla in previsione di questo
      disastro!
      (paragone un po' azzardato... ma penso renda
      l'idea)Il governo Usa ha dirottato i pochi fondi destinati alla protezione civile ad altri fini, indovina quali...
      • soulista scrive:
        Re: Molto onorevole ma...
        - Scritto da:

        - Scritto da: soulista

        ... mi fa pensare a quelle aziende (ora mi viene

        in mente solo la Apple con l'iPod Nano rosso)
        che

        sfruttano il lavoro nei paesi sottosviluppati
        per

        poi mandare parte dei ricavati in beneficienza
        ad

        altri paesi

        sottosviluppati!

        Se da una parte Microsoft da soldi in

        beneficienza, dall'altra sostiene un governo che

        non ha fatto nulla in previsione di questo

        disastro!

        (paragone un po' azzardato... ma penso renda

        l'idea)
        Il governo Usa ha dirottato i pochi fondi
        destinati alla protezione civile ad altri fini,
        indovina
        quali...Salvare Bush da un altro pretzel-assassino?
  • Anonimo scrive:
    KATRINA TRUFFA COLOSSALE
    Molti hanno ricevuto finanziamenti e risarcimenti a seguito dell'uragano Katrina e non ne avevano diritto. Molti altri (minoranze etniche) che hanno perso tutto sono stati sfollati ed espropriati di quel poco che gli era rimasto per far posto agli speculatori edilizi. Come dire tutto il mondo è paese. Tralasciando lo scandalo dei soccorsi durante l'emergenza....
    • Anonimo scrive:
      Re: KATRINA TRUFFA COLOSSALE
      Almeno, ancora ancora (forse) l'uragano è una cosa della natura e non è stato (forse) provocato da nessun ente di speculatori
    • Anonimo scrive:
      Re: KATRINA TRUFFA COLOSSALE
      Sì e bandiera rossa la trionferà! Che c...o c'entra tutto questo con le donazioni Microsoft non capisco proprio. Ma avete il cervello malato?
      • Anonimo scrive:
        Re: KATRINA TRUFFA COLOSSALE
        - Scritto da:
        Sì e bandiera rossa la trionferà! Che c...o
        c'entra tutto questo con le donazioni Microsoft
        non capisco proprio. Ma avete il cervello
        malato?ha parlato il "comunistofobico" (ghost) ...ma tu vedi bandiere rosse da tutte le parti ?
        • Anonimo scrive:
          Re: KATRINA TRUFFA COLOSSALE
          Ho semplicemente fatto notare come le donazioni di privati e i risarcimenti pubblici che sono stati erogati siano finiti in mano a chi non meritava mentre le vere vittime non solo non hanno ricevuto quasi niente ma sono state cacciate via dalle loro terre per far posto alla speculazione edilizia.Spero che anche queste donazioni non facciano la stessa fine. Cosa c'entra poi il comunismo lo sa solo chi l'ha tirato in ballo
  • Anonimo scrive:
    le donazioni sono composte da.. software
    bella forza
    • Anonimo scrive:
      Re: le donazioni sono composte da.. soft

      bella forzasono soldi anche nostri, della pubblica amministrazione chenon ha avuto niente di meglio da fare che acquistare software proprietario
  • Anonimo scrive:
    Sì, sì... mai io ci credo!
    Da un lato queste multinazionali agiscono per sottrarre poteri di intervento economico allo stato (tagli pensioni, sanità, scuola... tutto con la scusa che occorre risanare e liberalizzare) poi, con mosse simboliche abilmente propagandate e amplificate dai media, intervengono a fare elemosina e apparendo come benefattori.
  • Anonimo scrive:
    VAI BILL !
    Lui si che è un grande, altro che quel macaco di Jobs! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: VAI BILL !
      Concordo!! Navigherà pure nell'oro ma beneficenza a go-go ed è sempre pronto a donare parte di quello che ha a chi ne ha bisogno..E nell'oro ci naviga pure Jobs, ma taccagno e lobbista crea lobbisti com'è, figurati se tira via dal portafoglio 10 dollari per qualcuno..E poi tutti che criticano zio Bill!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: VAI BILL !
        ahem...... la beneficenza si scarica dalle tasse.....
      • Mazinga@ scrive:
        Re: VAI BILL !
        - Scritto da: alexjenn
        - Scritto da:

        In ogni modo, se uno fa beneficienza sul serio,
        davvero senza secondi fini, questa azione non la
        pubblicizza.Quoto in pieno.Chi specula sulle donazioni che fa per trarne vantaggio (pubblicita', e soprattutto per dedurre le tasse) non puo' che farlo perche' alla fine ci guadagna.Tra l'altro e' storia nota che agli inizi di donazioni lo zio Bill non ne ha mai fatte. Poi un esperto del settore (e di leggi americane) gli insegna il giochetto delle deduzioni e tutto a un tratto diventa buono e misericordioso.Non bisogna ringraziare microzozz ma il sistema capitalista americano.E poi ci sono altre migliaia di ditte di grosso calibro che fanno beneficenza, magari non come microzozz, ma ci vogliamo sputare sopra a quei soldi (reali o virtuali che siano...) ?--------------Un saluto da Mazinga.
        • Anonimo scrive:
          Re: VAI BILL !
          Vai zio Bill, sei il migliore!! Non ascoltarli è tutta invidia!!
          • Anonimo scrive:
            Re: VAI BILL !
            - Scritto da:
            Vai zio Bill, sei il migliore!! Non ascoltarli è
            tutta
            invidia!!Ha parlato Arsenio Lupin....
          • Anonimo scrive:
            Re: VAI BILL !
            Mamma mia censurate solo perchè siete invidiosi come le merde!!Fate schifo al genere umano!VERGOGNA!
      • Cobra Reale scrive:
        Re: VAI BILL !


        In ogni modo, se uno fa beneficienza sul serio,

        davvero senza secondi fini, questa azione non la

        pubblicizza.

        Alberto Sordi santo subito!Albertone era grande davvero. :'( O)(non sono ironico)
    • Anonimo scrive:
      Re: VAI BILL !
      - Scritto da:
      Lui si che è un grande, altro che quel macaco di
      Jobs!
      ;)Dopo l'uragano la popolazione è stata "dimenticata" (Le critiche al governo infatti sono fortissime).Certi gruppi si sono attivati per la ricostruzione, e tra questi molti hanno messo in piedi un'infrastruttura informatica basata su Wireless aperto a tutti e macchine Linux.Questo esperimento ben riuscito è fumo negli occhi per Microsoft, la quale solo ora si attiva alla solita maniera: Offrendo i suoi prodotti "aggratis" per accaparrarsi una nicchia di mercato non occupata e per dare una lustrata alla sua immagine decisamente offuscata.
      • Anonimo scrive:
        Re: VAI BILL !
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Lui si che è un grande, altro che quel macaco di

        Jobs!

        ;)

        Dopo l'uragano la popolazione è stata
        "dimenticata" (Le critiche al governo infatti
        sono
        fortissime).
        Certi gruppi si sono attivati per la
        ricostruzione, e tra questi molti hanno messo in
        piedi un'infrastruttura informatica basata su
        Wireless aperto a tutti e macchine
        Linux.
        Questo esperimento ben riuscito è fumo negli
        occhi per Microsoft, la quale solo ora si attiva
        alla solita maniera: Offrendo i suoi prodotti
        "aggratis" per accaparrarsi una nicchia di
        mercato non occupata e per dare una lustrata alla
        sua immagine decisamente
        offuscata.Appunto!
Chiudi i commenti