IE7, terza (e ultima?) beta

Dopo un lungo cammino, il browser giunge alla terza beta, che lima le funzionalità esistenti e aggiunge alcune novità secondarie. Nel frattempo Microsoft ha chiuso il download pubblico della Beta 2 di Vista

Redmond (USA) – Sul finire della scorsa settimana Microsoft ha distribuito la terza beta di Internet Explorer 7, una versione che, se tutto filerà liscio, sarà seguita tra pochi mesi dalla prima release candidate.

Rispetto alla precedente beta , che Microsoft aveva già descritto come completa di tutte le funzionalità, IE7 Beta 3 non porta con sé novità sotanziali . La maggior parte dei cambiamenti, elencati nel dettaglio in questa pagina , riguarda la correzione di bug o il miglioramento delle caratteristiche preesistenti. Tra le poche funzionalità aggiunte alla Beta 3 vi è la possibilità di ordinare i tab mediante drag and drop , l’opzione per aggiornare simultaneamente tutti i feed RSS o segnarli come già letti, e la possibilità di aggiungere alla barra degli strumenti un bottone per le email.

Microsoft afferma poi di aver migliorato il motore di rendering, correggendo la maggior parte delle incompatibilità segnalate negli scorsi mesi da sviluppatori e utenti.

Per installare IE7 Beta 3 occorre disintallare eventuali versioni precedenti e superare l’ormai abituale controllo Windows Genuine Advantage (WGA) per la verifica dell’autenticità del sistema operativo. Il check WGA viene per altro effettuato anche da parte dell’installer del browser.

IE7 Beta 3 è disponibile qui in lingua inglese per Windows XP SP2 e Windows Server 2003 SP1. La versione per Vista, il cui beta testing sta procedendo in modo autonomo, verrà integrata nella prossima build del futuro Windows.

Quasi in contemporanea con il rilascio di IE7 Beta 3, negli scorsi giorni Microsoft ha chiuso il Customer Preview Program (CPP) di Windows Vista Beta 2 : da sabato non è più possibile scaricare od ordinare una copia dell’anteprima pubblica di Vista.

Il CPP è durato quasi tre settimane, un arco di tempo durante il quale Microsoft afferma di aver raggiunto il numero massimo di copie che si era prefissata di distribuire al pubblico. A chi ha registrato la propria beta di Vista verrà notificata la disponibilità della futura Release Candidate 1 (RC1), una versione il cui download potrebbe essere riservato solo a chi ha partecipato al CPP.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Office consumer? BWAHAHAHAHAH!
    E' finita la pacchia per i clienti business, che si trovavano la pappa fatta, beta testing e partecipazione alle spese di sviluppo da parte del gentile parco buoi consumer.Il "consumer" sapeva già di usare al massimo 1/3 delle potenzialità di Office, ma prima non aveva scelta, o piratava, o si pagava anche i 2/3 di Office che non gli servivano.Ora c'è OpenOffice, per il consumer è più che sufficiente e lui lo sa, quindi, cari clienti business, è finita la pacchia, il vostro Office lo pagherete caro, lo pagherete tutto.E il beta testing a pagamento fatevelo voi!(troll2)(troll2)(troll2) :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Office 2008 o Office Vista
    Penso alla fine che cambieranno nome:Office System Vista, Office Vista System, Office 2008 in Vista. Office AstalaVista
    • Anonimo scrive:
      Re: Office 2008 o Office Vista
      - Scritto da:
      Penso alla fine che cambieranno nome:
      Office System Vista, Office Vista System, Office
      2008 in Vista. Office
      AstalaVistaE non dimentichiamo il fantasmagorico Office CosìParlòBellaVista, disponibile anche nell'esclusiva Capisciammé Edition :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Office 2007 slitta?
    Questo articolo è presentato come una notizia. Ma dove sta la notizia? Non è una notizia come non lo è neanche dire che domani sorgerà il sole.
  • Anonimo scrive:
    Office 2007 slitta ancora...
    ...nel fango. (uff, eddai una battuta ;) automatica per di più...)
  • Anonimo scrive:
    vista e office ? tra un annetto
    a furia di rinvii si arriverà a primavera per le versioni business e a estate per le altrecassare le nuove features è un lavoro improboe prende molto tempo togliere il codice di tutte le novità sbandierate per anni da quell'accrocchio super integratoc'è poi da inserire drm e deretanium, se mai faranno questa sciocchezza: già in usa stanno partendo a a raffica cause per il ravanamento dei dati fatto da wga, figuriamoci che razza di class action si troveranno di fronte mettendo meccanismi che spostano il controllo macchina nelle loro mani togliendolo completamente all'utente ! D'altra parte questa blindatura della proprietà privata degli utenti sarebbe l'unico modo per avere una certa sicurezza e non mettere in circolazione l'ennesimo colabrodo penoso che costringe a spendere cifre pazzesche per cercare di tenerlo protetto alla meno peggio. le aziende, poi, staranno a guardare e, se e solo se andrà benino, inizieranno ad adottare questa roba nel tardo 2008: non per nulla la metà è ancor a w2k e office 2k
    • Anonimo scrive:
      Re: vista e office ? tra un annetto
      Occhio......la storia di OS/2 non ti ha insegnato nulla?? In tanti hanno perso il posto dopo la loro scellerata campagna di marketing...Se non capisci a cosa mi riferisco sei un po' troppo giovincello...- Scritto da:
      a furia di rinvii si arriverà a primavera per le
      versioni business e a estate per le
      altre

      cassare le nuove features è un lavoro improbo
      e prende molto tempo togliere il codice di tutte
      le novità sbandierate per anni da
      quell'accrocchio super
      integrato

      c'è poi da inserire drm e deretanium, se mai
      faranno questa sciocchezza: già in usa stanno
      partendo a a raffica cause per il ravanamento dei
      dati fatto da wga, figuriamoci che razza di class
      action si troveranno di fronte mettendo
      meccanismi che spostano il controllo macchina
      nelle loro mani togliendolo completamente
      all'utente ! D'altra parte questa blindatura
      della proprietà privata degli utenti sarebbe
      l'unico modo per avere una certa sicurezza e non
      mettere in circolazione l'ennesimo colabrodo
      penoso che costringe a spendere cifre pazzesche
      per cercare di tenerlo protetto alla meno peggio.


      le aziende, poi, staranno a guardare e, se e solo
      se andrà benino, inizieranno ad adottare questa
      roba nel tardo 2008: non per nulla la metà è
      ancor a w2k e office
      2k
      • Anonimo scrive:
        Re: vista e office ? tra un annetto

        Se non capisci a cosa mi riferisco sei un po'
        troppo giovincello...capisco, capiscotu però in tanti anni devi ancora imparare a quotare
        • Anonimo scrive:
          Re: vista e office ? tra un annetto
          io non ho imparato a quotare? e tu che hai scordato di quotare?- Scritto da:

          Se non capisci a cosa mi riferisco sei un po'

          troppo
          giovincello...

          capisco, capisco
          tu però in tanti anni devi ancora imparare a
          quotareOcchio......la storia di OS/2 non ti ha insegnato nulla?? In tanti hanno perso il posto dopo la loro scellerata campagna di marketing...Se non capisci a cosa mi riferisco sei un po' troppo giovincello...- Scritto da:
          a furia di rinvii si arriverà a primavera per le
          versioni business e a estate per le
          altre

          cassare le nuove features è un lavoro improbo
          e prende molto tempo togliere il codice di tutte
          le novità sbandierate per anni da
          quell'accrocchio super
          integrato

          c'è poi da inserire drm e deretanium, se mai
          faranno questa sciocchezza: già in usa stanno
          partendo a a raffica cause per il ravanamento dei
          dati fatto da wga, figuriamoci che razza di class
          action si troveranno di fronte mettendo
          meccanismi che spostano il controllo macchina
          nelle loro mani togliendolo completamente
          all'utente ! D'altra parte questa blindatura
          della proprietà privata degli utenti sarebbe
          l'unico modo per avere una certa sicurezza e non
          mettere in circolazione l'ennesimo colabrodo
          penoso che costringe a spendere cifre pazzesche
          per cercare di tenerlo protetto alla meno peggio.


          le aziende, poi, staranno a guardare e, se e solo
          se andrà benino, inizieranno ad adottare questa
          roba nel tardo 2008: non per nulla la metà è
          ancor a w2k e office
          2k
          • Anonimo scrive:
            Re: vista e office ? tra un annetto

            io non ho imparato a quotare?
            e tu che hai scordato di quotare?no, sei tu che non hai mai imparato a farlonon è mai troppo tardihttp://it.geocities.com/usenetitalia/quoting.html
          • Anonimo scrive:
            Re: vista e office ? tra un annetto
            adesso che ti ha postato il link delle regole di usenet è contento...peccato che PI non è usenetmah
          • Anonimo scrive:
            Re: vista e office ? tra un annetto

            desso che ti ha postato il link delle
            regole di usenet è contento.il quoting e' uguale dappertuttoe vale dovunque per un semplicefatto di correttezza
Chiudi i commenti