IFA 2015/ Samsung SleepSense: dormiteci su

La coreana ha sviluppato un nuovo sistema di monitoraggio per il sonno. E lo ha nascosto sotto il materasso

Roma – Sul palco dell’ IFA 2015 di Berlino, Samsung ha presentato SleepSense , un tracker che promettere di vegliare sulla qualità del sonno dei propri utenti.

Samsung SleepSense

Il nuovo device della coreana per la salute personale si configura come uno strumento per monitorare i ritmi del sonno : il tutto è basato su una serie di tecnologie brevettate per analizzare la quantità e la qualità del sonno dell’utente ed offrire – tramite un’app ad esso collegata – report personalizzati e raccomandazioni per migliorare il riposo.

A differenza dei suoi predecessori, SleepSense non si aggancia al corpo dei dormienti: i suoi sensori vengono invece piazzati sotto il materasso e sono comunque in grado di rilevare il battito cardiaco, il ritmo del respiro ed i movimenti compiuti nel sonno .
Nonostante la distanza dall’utente il dispositivo assicura un’accuratezza del 97 per cento. Inoltre i suggerimenti forniti dall’app hanno il supporto del docente della Harvard Medical School Christos Mantzoros: consigli che vanno dagli esercizi fisici alle diete da seguire.

Più prosaicamente SleepSense può essere collegato ad altri dispositivi elettronici della casa e, per esempio, con la propria smart TV o con il condizionatore via Web in modo tale da spegnere i possibili fattori di disturbo nel momento in cui l’utente cadda addormentato.
Quotidianamente, poi, il dispositivo ha la funzione Smart Alarm : analizzando i dati raccolti durante le fasi del sonno identifica il momento migliore per svegliare l’utente in concomitanza con l’orario in cui desidera iniziare la giornata.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti