Il 22 febbraio tutti al parto di Joshua

Il nuovo processore uscirà dalla pancia di Via Technologies ormai tra pochi giorni. Il suo arrivo ufficializza le ambizioni del terzo incomodo tra AMD e Intel


Web (internet) – I genitori hanno già da tempo deciso di chiamarlo Joshua ma solo ieri si è saputo che il 22 febbraio vedrà la luce sotto i riflettori di tutto il mondo. Si tratta del nuovo processore di Via Technologies , ambiziosissima azienda che dopo l’acquisto di Cyrix ha intenzione di rompere i giochini miliardari di AMD e Intel , i due colossi del processore.

Il parto, lungamente atteso, consentirà finalmente di vedere un chip pensato per costare poco e aggredire, come fece AMD all’inizio della sua folgorante ascesa contro Intel, il mercato dei processori a basso costo. Da quanto si apprende, Joshua è fabbricato con tecnologie a 0.18 micron, è dotato di cache di primo livello da 64KB con una cache di secondo livello integrata da 256KB. Non contento, mangia anche istruzioni 3DNow! e MMX e si agiterà a frequenze comprese tra i 433 e i 566 MHz.

Se Joshua avrà successo, come pronosticano i visionari del settore, Via potrà finalmente sperare di non essere più conosciuta solo perché costruisce le motherboard dell’Athlon, il processore di AMD che fa tremare Intel.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti