Il costo improprio dei titoli di borsa

Dow Jones denuncia per appropriazione indebita di titolo degli articoli del suo servizio di aggiornamento in tempo reale sul mercato finanziario

Roma – Dow Jones fa causa a Briefing.com per “appropriazione indebita” di titolo: il servizio in tempo reale di analisi dei mercati finanziari, disponibile con un abbonamento o gratuitamente tramite Bloomberg, FactSet, Thomson Reuters, Yahoo Finance o altri distributori di informazione, avrebbe sfruttato le fonti e copiato titoli e parti sostanziali di articoli pubblicati sull’omologo servizio offerto da Dow Jones Newswires .

Per quanto una certa somiglianza fra titoli in alcuni casi, dato che i fatti da cui si parte dovrebbero esser uguali per tutti, può capitare , il sito di notizie finanziarie ha deciso di chiamare in causa il suo diritto d’autore perché la violazione da parte del diretto concorrente sarebbe costante: secondo l’accusa il sito sarebbe colpevole di “una sistematica e spesso istantanea appropriazione di titolo e articoli dal Dow Jones Newswires”.

Afferma infatti che in appena due settimane Briefing.com avrebbe copiato una parte sostanziale di almeno 100 articoli e ripubblicato più di 70 titoli entro tre minuti dalla prima pubblicazione su DJ Newswires.

Dai titoli il discorso si allarga dunque all’ appropriazione indebita di scoop , un principio della dottrina statunitense che estende la proprietà intellettuale ad alcuni tipo di notizie che altrimenti, in quanto derivanti da fatti reali non appartenenti a nessuno, non sarebbero coperti dal diritto d’autore: Dow Jones accusa il concorrente di non avere fonti proprie e di limitarsi a sfruttare quelle degli altri “tagliando e incollando i contenuti di Dow Jones includendo il materiale piratato nei suoi prodotti più a buon mercato”.

Il problema, naturalmente, è nella misura in cui Briefing.com faccia affidamento esclusivamente e sistematicamente sull’avversario diretto e la questione va altresì inquadrata nella battaglia portata avanti da Rupert Murdoch a difesa delle sue notizie: Dow Jones è parte di News Corp.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Gino Capannini scrive:
    Business Intelligence con Excel
    Se siete interessati a PowerPivot o ad utilizzare Excel per la Business Intelligence vi consiglio di provare anche Vizubi (http://vizubi.com).Io lo sto utilizzando da un po' è lo trovo molto intuitivo. Purtroppo è ancora in beta quindi sento la mancanza di alcune funzionalità. Ma a mio avviso ha grosse potenzialità.Gino
  • Davide scrive:
    Scelte Tecnologiche
    Diciamo che Sql Server è utilizzato spesso in contemporanea con sviluppi su piattaforma .Net.Questo perchè chi sceglie prodotti microsoft (dai CRM allo sviluppo custom) segue tutta la filiera microsoft per ovvi motivi.Sulla piazza di Torino, non c'è azienda medio/grande che non usi Sql Server insieme anche ad Oracle da fiat a san paolo alle varie assicurazioni etc etc.Negli ultimi anni Sql Server ha preso più fette di mercato (sempre su torino) rispetto ad Oracle, mi ricordo che nel 99/2000 Oracle era sinonimo di database robusto e professionale, ma negli ultimi dieci anni ha perso molto questo anche perche Sql Server ha migliorato molto la parte di interoperabilità (esporre tutto a WebService nativamente), Reporting services, Integration Services e via discorrendo.E' a detta di tutti un ottimo prodotto non vedo che critiche costruttive gli si possono muovere contro.
  • p4bl0 scrive:
    Re: Risate...
    - Scritto da: Il Profeta
    Attraverso di esse gli utenti business possono
    analizzare i dati, creare i propri report
    personalizzati e condividerli con gli altri
    colleghi di lavoro: tutto ciò senza possedere
    particolari skill tecnici e senza necessariamente
    rivolgersi a un esperto. Si tratta, per dirla con
    le parole di Microsoft, della "business
    intelligence
    fai-da-te".

    Ma certo... fai-da-te, drag&drop,
    clikka-qua-e-clikka-là... in perfetto stile M$!
    Così anche chi non ha le conoscenze informatiche
    potrà sviluppare, e possiamo già immaginarci i
    risulatati!qua parla di UTENTI, ANALIZZARE, creare REPORTdove hai visto lo sviluppare?e poi da utente mi aspetto che un software che USO si il più semplice possible da utilizzare


    Ma per godere dei nuovi strumenti offerti da
    PowerPivot le aziende dovranno necessariamente
    acquistare Office 2010, l'unica versione della
    suite per l'ufficio di Microsoft in grado di
    interfacciarsi alle nuove funzionalità di SQL
    Server 2008 R2. Per la parte web PowerPivot si
    appoggia invece a SharePoint
    2010.

    Ma guarda, non l'avrei detto... le aziende devono
    aggiornare tutto... e ovviamente gli
    aggiornamenti si
    pagano!
    e certo, è colpa loro che negli office/sharepoint precedenti non avevano già implementato il supporto alle feature di un prodotto che non era ancora in sviluppo
    • observer scrive:
      Re: Risate...
      - Scritto da: Ubunto
      - Scritto da: observer

      Guarda che comunque è solo una delle
      possibilità.

      Non so se hai mai provato a sviluppare su Sql

      Server, con T-sql, altro che mysql...

      Puoi argomentare meglio questa affermazione?
      Sono (sinceramente) interessato.Ad esempio, per dirne una: T-sql su Sql Server supporta delle clausole come "for xml". Su mysql devi usare i cursori per crearti un output xml in una stored procedure. Ad esempio io con T-sql, quando sviluppo un'aplicazione web, a quest0'ultima gli faccoi fare poco, in genere le operazoni le faccio svolgere al db direttamente, non alla pagina web. Si può fare anche con mysql certo, ma le api che mette a disposizione non sono confrontabili. Ad esempio in Sql Server una query dinamica si fa subito con exec, su mysql che io sappia bisogna scrivere una procedura apposta. Con T-sql il lavoro coi cursori è aggirabile quasi ssempre, su mysql non è così. Questo per me è un vantaggio, perchèp si tende a bilanciare meglio il carico tra web server e server dbms
      • p4bl0 scrive:
        Re: Risate...
        sì, io sono d'accordo, forse volevi rispondere a ubunto ;)
      • rfc1939 scrive:
        Re: Risate...

        Ad esempio io con T-sql, quando sviluppo
        un'aplicazione web, a quest0'ultima gli faccoi
        fare poco, in genere le operazoni le faccio
        svolgere al db direttamente, non alla pagina web.Così se il db va down l'applicazione web diviene totalmente inusabile?
        scrivere una procedura apposta. Con T-sql il
        lavoro coi cursori è aggirabile quasi ssempre, su
        mysql non è così. Questo per me è un vantaggio,
        perchèp si tende a bilanciare meglio il carico
        tra web server e server
        dbmsAi miei occhi lo svantaggio sono i più elevati costi di licenza.
        • Ittiointerp rete scrive:
          Re: Risate...

          Ai miei occhi lo svantaggio sono i più elevati
          costi di
          licenza.Non capisco perchè ci si deve sempre attaccare sui costi di licenza. Le versioni del prodotto sono molteplici ognuna tagliata su misura per la fascia di mercato a cui può essere necessaria e ad un prezzo che può tranquillamente sostenere.Non si è costretti ad installare per forza la versione ENTERPRISE da 50.000 . Ci sono sistemi che girano ancora su SQL2000, fa un po' due conti con la cifra spalmata negli anni, ti costa meno di quello che la stessa azienda spende in sapone e carta igienica al giorno.
          • marco scrive:
            Re: Risate...
            metti il db in cluster.se non vuoi (giustamente! :-) ) spendere 50.000 euro di licenza, lo metti in mirroring con testimone, ed il tuo db sarà sempre on line.beh, quasi sempre :-)
  • machivuoich esia scrive:
    OTTIMO
    Finalmente... E' da un sacco che aspetto questa edizione. Dal 2005 sono passato a SQL Server e mi trovo molto meglio che con MySql. Costa qualcosina ma ne vale sicuramente pena: anche a meta pomeriggio quando tutta l'azienda accede a quel povero unico server sovrascaldato a 50° SQL Server riesce sempre a gestire tutto in meno di 3 secondi grazie agli index: veramente altroche MySql. E poi T-SQL è tutta un altra storia. Sembra di scrivere codice c# mentre si scrivono query ;)! E' in italiano quando ce lo troviamo?!
    • Antonio scrive:
      Re: OTTIMO
      L'intervento sembra una spot Microsoft. Comunque va confrontato con Postgresql e non con Mysql. Postgresql c'è in italiano ed è opensource..
      • machivuoich esia scrive:
        Re: OTTIMO
        - Scritto da: Antonio
        L'intervento sembra una spot Microsoft. Comunque
        va confrontato con Postgresql e non con Mysql.
        Postgresql c'è in italiano ed è
        opensource..Mi chiedo perchè ogni volta che esalto la mia esperienza con qualche suite a pagamento uscite voi openiani fuori a critticare: è la mia opinione: io non vado a commentare già molto coloriti argomenti su linux. Io non ce l'ho con Microsoft o Linux. Sto semplicemente dicendo che SQL Server è un grande prodotto e in quando ritengo la mia esperienza con l'amministrazione dei database è piutosto lunga. Inoltre non mi risulta che Postgresql, Mysql, Oracle o magari (diciamolo già che ci siamo) OLEDB, siano dei concorrenti al altezza. Ripeto: con tutte quelle imprese che ci mettono un sacco di soldi non perchè sono scemi (c'è alternativa free) ma perchè ne vale la pena. Non credi? ;)
        • supergino scrive:
          Re: OTTIMO
          - Scritto da: machivuoich esia
          Inoltre non mi
          risulta che Postgresql, Mysql, Oracle o magari
          (diciamolo già che ci siamo) OLEDB, siano dei
          concorrenti al altezza. uh, Oracle non è all'altezza di SQL Server? sicuro?
        • BSD_like scrive:
          Re: OTTIMO
          Oracle???perchè già che ci sei non citi anche DB2Server!!Forse è meglio che calmi la foga: fà scrivere cose fantasmagoriche.
        • Antonio scrive:
          Re: OTTIMO
          Probilmente parli così per conosci solo MSSQL, Io ho 20 anni di esperienza in ambito db e gli ho amministrati quasi (Oracle, MSSQL , DB2, Postregsql,ecc) tutti sui vari sistemi (AIX, AS/400, S/360, Win) e ti posso dire che MSSQl non è male ma da essere il miglio db al mondo c'è ne passa. Una grande pecca è qulle di essere diponibile solo su Windows..con problemi annessi e connessi...Immagino tu abbia un antivirus sul tuo Server win ...sul mio AS/400 ho sull'Aix di SAP ..ho investito in altro.
          • machivuoich esia scrive:
            Re: OTTIMO
            - Scritto da: Antonio
            Probilmente parli così per conosci solo MSSQL, Io
            ho 20 anni di esperienza in ambito db e gli ho
            amministrati quasi (Oracle, MSSQL , DB2,
            Postregsql,ecc) tutti sui vari sistemi (AIX,
            AS/400, S/360, Win) e ti posso dire che MSSQl non
            è male ma da essere il miglio db al mondo c'è ne
            passa. Una grande pecca è qulle di essere
            diponibile solo su Windows..con problemi annessi
            e connessi...Immagino tu abbia un antivirus sul
            tuo Server win ...sul mio AS/400 ho sull'Aix di
            SAP ..ho investito in
            altro.Non posso certo vantarmi di grandi conoscenze su Oracle anche perchè è da tanto che non ci lavoro su (dal 2003 cca siamo su MSSQL) ma comunque quando monto qualcosa ai clienti sotto stile redhat, ci mettiamo Oracle. Uno dei motivi principali per le quali ho preso tale opinione è la possibilità di creare facilmente report da parte dei clienti su MSSQL: per es.: nel nostro reparto le economiste continuavanno a fare pressione per i report di qua report di là e non c'era mai tempo di farlo. Ora basta mettere Business Inteligence sul pc della economista e una volta che ha imparato il proccedimento salta di gioia (può chicherare di più con altre economiste) e non rompe le scatole a noi che abbiamo ben altro da fare. Con Oracle ciò non è possibile (che io sappia). Comunque ritengo che il fatto di legarlo su windows è una cosa positiva: intanto per la sicurezza. I nostri server hanno: ms forefront, symantec, f-secure. Ovviamente uno per gateway, una per db, uno per exchange. Quando metto una chiavetta sul pc di qualche server del cliente: ecco che cominciano ad aparire autorun (i server: redhat), cosa poco gradita se poi cliente comincia a dirti che il server va lento. E poi in quanto usiamo .net exchange insomma tutto su windows server, mssql torna più utile di altri.
      • Pierino Lapeste scrive:
        Re: OTTIMO

        va confrontato con Postgresql e non con Mysql.
        Postgresql c'è in italiano ed è
        opensource..Concordo PostgreSQL è un gran prodotto al di la del fatto che sia open. Da quando ho investito nel suo apprendimento ho abbandonato quasi del tutto MySQL.Anche con AS400 mi sono trovato molto bene.
      • observer scrive:
        Re: OTTIMO
        Guarda che mysql è un ottimo database secondo me, solo che dipende dal contesto. Se il db viene usato per fare interrogazioni o per scriverci qualcosa, entrambi gfanno bene il loro lavoro. Però dal punto di vista della proogrammabilità Ms Sql per me è il top, ora pià che altro dipende da cosa devi farci col db. Io con Mssql ad esempio quando mi serve ricavarmi uno schema xml da una query, lo faccio fare al db con 1 sola istruzione
    • rfc1939 scrive:
      Re: OTTIMO
      - Scritto da: machivuoich esia
      Finalmente... E' da un sacco che aspetto questa
      edizione. Dal 2005 sono passato a SQL Server e mi
      trovo molto meglio che con MySql. Costa
      qualcosina ma ne vale sicuramente pena: anche aCerto, tanto il costo alla fine lo paga il cliente mica tu.Se tu usassi MySQL potresti chiedere meno oppure lo stesso ma guadagnare di più.
      Server riesce sempre a gestire tutto in meno di 3
      secondi grazie agli index: veramente altrocheQuesta frase fuori contesto non significa assolutamente niente...
      E' in italiano quando ce lo
      troviamo?!Cosa è in italiano? L'engine? Il software di gestione? La GUI? La guida?
  • Ubunto scrive:
    Re: Risate...
    - Scritto da: observer
    Guarda che comunque è solo una delle possibilità.
    Non so se hai mai provato a sviluppare su Sql
    Server, con T-sql, altro che mysql...Puoi argomentare meglio questa affermazione?Sono (sinceramente) interessato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 aprile 2010 19.24-----------------------------------------------------------
  • Alvaro Vitali scrive:
    Re: Risate...
    - Scritto da: observer

    Basta citare il Nasdaq, piuttosto trovami qualche
    applicazione di Mysql che sia Mission critical
    (no blog , no cms open source per
    bimbiXXXXXXX)Ci sono tonnellate di esempi in Rete (Yahoo, BBC, etc); basta cercare ...
  • Ittiointerp rete scrive:
    Re: Risate...
    Non aspettarti opinioni dettate dalla ragione da un Integralista Coranico come Il Profeta
Chiudi i commenti