Il Duron riparte da 1 GHz

Con il nuovo modello a 1 GHz, AMD lancia sul mercato Morgan, la nuova generazione di CPU Duron


Sunnyvale (USA) – A quasi tre mesi di distanza dal rilascio del modello a 950 MHz, la scorsa settimana AMD ha lanciato sul mercato il nuovo Duron a 1 GHz, un chip che rappresenta un traguardo non tanto per i mille megahertz di clock – che fanno sempre il loro effetto – quanto semmai per il fatto che si tratta del primo modello della nuova generazione di Duron conosciuta con il nome in codice di Morgan.

Rispetto alla precedente generazione, nota come Spitfire, il nuovo core Morgan porta con sé diverse migliorie strutturali mutuate in gran parte dal cuore Palomino degli Athlon 4: fra queste il supporto alle estensioni multimediali SSE (che AMD chiama 3DNow! Professional) ed il pre-fetch hardware, un sistema con cui la CPU tenta di prevedere quali dati saranno necessari ai programmi per memorizzarli nella veloce cache integrata su chip.

Morgan ha un numero di transistor di poco superiore a quello di Spitfire ed una dimensione del die di silicio maggiore di 6 mmq. La sua tensione di funzionamento è passata da 1,6 V a 1,75 V: ne consegue che i nuovi Duron consumano più energia elettrica rispetto ai loro predecessori e, di conseguenza, disperdono più calore.

I primi benchmark mostrano come le prestazioni del nuovo Duron 1 GHz possano avvalersi dello spunto offerto dalla nuova architettura, soprattutto dove possono entrare in gioco le nuove estensioni SSE.

Per il momento, il costo per l’utente finale del Duron 1 GHz è di circa 100$, un po’ troppo vicino ai 120$ dell’Athlon a 1,4 GHz; ma non appena i prezzi si abbasseranno, il nuovo Duron potrebbe divenire il punto di riferimento, come rapporto prezzo/prestazioni, nella fascia di mercato low-end.

Durante la prima metà del 2002 Morgan arriverà anche in una versione adatta per il mercato low-end dei server e delle workstation.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    importante divulgate questa pagina in tutto il web
    secondome bisogna divulgare queste pagina in più lingue in modo che prima o dopo arrivi alle arocchie di quelle povere vittime degli Afgani e sappiano ribbellarsi al tiranno che li sottomette ormai da 400 anni.casper
    • Anonimo scrive:
      Re: importante divulgate questa pagina in tutto il web
      - Scritto da: casper
      secondome bisogna divulgare queste pagina in
      più lingue in modo che prima o dopo arrivi
      alle arocchie di quelle povere vittime degli
      Afgani e sappiano ribbellarsi al tiranno che
      li sottomette ormai da 400 anni.

      casperAROCCHIE??ma che te sei preso?
  • Anonimo scrive:
    Purtroppo ciò che ho detto si è rivelato vero...
    ... Alla luce di quanto accaduto ieri negli U.S.A., dopo l'attacco terroristico, penso che dobbiamo tutti aprire gli occhi e renderci conto che l'integralismo religioso NON APPARTIENE AL MONDO MODERNO.A chi lo sostiene, tirando in ballo il No-Globalism e altre cazzate, suggerisco di provare ad andare a vivere un po' in tali paesi: se riesce a tornare e se è stato contento della sua esperienza... un suggerimento: si trasferisca lì!E mi raccomando, non giustifichiamo la violenza con la violenza: tutto ciò non può che portare ad una escalation di dolore al quale nessuno di noi è preparato.Un ultima cosa: a chi paragona l'Islam al Cristianesimo sui contenuti di pace rispondo: mentre il credo di noi cristiani dice fondamentalmente "perdona a noi i ns. debiti COME NOI dovremmo rimetterli ai ns. nemici" (preghiera del Padre Nostro) il credo dell'Islam richiama ad un paradiso raggiunto se il nemico viene ucciso con la propria morte.A questo punto scegliete un po' voi la religione che vi lascia più liberi...Un augurio di pace a tutti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Purtroppo ciò che ho detto si è rivelato vero...
      - Scritto da: Mauro
      ... Alla luce di quanto accaduto ieri negli
      U.S.A., dopo l'attacco terroristico, penso
      che dobbiamo tutti aprire gli occhi e
      renderci conto che l'integralismo religioso
      NON APPARTIENE AL MONDO MODERNO.Okkey, sono in parte daccordo: che l'integralismo faccia male, ma non perche' religioso, perche' integralismo.
      A chi lo sostiene, tirando in ballo il
      No-Globalism e altre cazzate, suggerisco di
      provare ad andare a vivere un po' in tali
      paesi: se riesce a tornare e se è stato
      contento della sua esperienza... un
      suggerimento: si trasferisca lì!
      E mi raccomando, non giustifichiamo la
      violenza con la violenza: tutto ciò non può
      che portare ad una escalation di dolore al
      quale nessuno di noi è preparato.
      Un ultima cosa: a chi paragona l'Islam al
      Cristianesimo sui contenuti di pace
      rispondo: mentre il credo di noi cristiani
      dice fondamentalmente "perdona a noi i ns.
      debiti COME NOI dovremmo rimetterli ai ns.
      nemici" (preghiera del Padre Nostro) il
      credo dell'Islam richiama ad un paradiso
      raggiunto se il nemico viene ucciso con la
      propria morte.Il padre nostro che citi vale solo per l'ultimo periodo: e' stato stimato da alcuni storici che la religione cattolica, dai tempi di Gesu' Cristo a oggi ha provocato la morte di almeno 500 milioni di persone !!!!!Naturalmente Crociate ed inquisizione comprese.Sono riportati dalle cronache dell'epoca alcune dichiarazioni di coloro che rappresentavano la chiesa, alcuni poi fatti santi, e non erano molto diverse da quelle degli attuali Talebani.
      A questo punto scegliete un po' voi la
      religione che vi lascia più liberi...
      Un augurio di pace a tutti...Preferisco nessuna, grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Purtroppo ciò che ho detto si è rivelato vero...

      A questo punto scegliete un po' voi la
      religione che vi lascia più liberi...La religione della libertà, cioè il non avere religione e affrontare i problemi della vita e della società senza paraocchi religiosi di alcun genere. Le religioni sono tutte più o meno avverse alla libera determinazione dell'individuo.
  • Anonimo scrive:
    Basta al fanatismo!
    Sono personaggi del genere che riducono un paese in rovina e quel che peggio uccidono.Non esiste un Dio che vuole soggetti del genere!
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta al fanatismo!
      - Scritto da: Marforio
      Sono personaggi del genere che riducono un
      paese in rovina e quel che peggio uccidono.
      Non esiste un Dio che vuole soggetti del
      genere! Arioch ????
  • Anonimo scrive:
    Internet = Libertà = Satana
    Niente di cui meravigliarsi. Tutti gli integralismi religiosi contemporanei nascono come reazione alla modernità e a tutto ciò che questa si porta dietro in termini di trasformazione della struttura economico-sociale e di cambiamenti di costume.L'uomo è condannato ad essere libero diceva J.P. Sarte, ma c'è gente che questa "condanna" non ce la fa proprio a sopportarla: meglio la più rassicurante tradizione che ti dice cosa devi o non devi fare, e che ha già pronta la risposta per ogni domanda. Spento ogni dubbio, la vita diventa più semplice: è questa la forza di tutti i tradizionalismi e di tutti i regimi totalitari.Comunque non credo che andranno molto lontano: nemmeno Khomeini in Iran aveva imposto una simile cappa di piombo. Prima o poi finirà di nuovo tutto nel sangue, come succede spesso in quei disgraziati Paesi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet = Libertà = Satana
      - Scritto da: perfortunasononatoqui

      Comunque non credo che andranno molto
      lontano: nemmeno Khomeini in Iran aveva
      imposto una simile cappa di piombo. Prima o
      poi finirà di nuovo tutto nel sangue, come
      succede spesso in quei disgraziati Paesi.L'avevo detto io che avrebbero fatto una brutta fine! E l'avevo detto ben prima dei tragici avvenimenti dell'11/9.Oggi a Kabul la televisione ha ripreso a trasmettere dopo sei anni di silenzio e i talebani in rotta di fronte all'avanzata delle milizie dell'Alleanza del Nord si suicidano per non cadere vivi nelle loro mani.La storia insegna che la libertà alla fine trionfa sempre.
  • Anonimo scrive:
    e-mail del mullah ;-)
    Questi avanzi millenaristici avranno una casellina di posta da spammare con foto oscene, turpiloquoio, insulti, eccetera ...?Ma si, anche proteste serie...Che soddisfazione intasargliela.
    • Anonimo scrive:
      Re: e-mail del mullah ;-)
      - Scritto da: robuzz
      Questi avanzi millenaristici avranno una
      casellina di posta da spammare con foto
      oscene, turpiloquoio, insulti, eccetera ...?

      Ma si, anche proteste serie...

      Che soddisfazione intasargliela.accontentatoafghangovernment@afghangovernment.orgpresident@afghangovernment.comattento a cosa scrivi tagliano il dito!
      • Anonimo scrive:
        Re: e-mail del mullah ;-)
        - Scritto da: ppp/slip

        - Scritto da: robuzz

        Questi avanzi millenaristici avranno una

        casellina di posta da spammare con foto

        oscene, turpiloquoio, insulti, eccetera
        ...?



        Ma si, anche proteste serie...



        Che soddisfazione intasargliela.

        accontentato
        afghangovernment@afghangovernment.org
        president@afghangovernment.com

        attento a cosa scrivi tagliano il dito!
        Solo il dito?...pensavo peggio !;-)
  • Anonimo scrive:
    Dittatura Religiosa
    Logico! Ovunque l'Islam impera, la libertà di parola finisce... è un peccato che nessuno scenda in piazza (vedi "donne in nero" e altre simili manifestazioni di sx...) a difendere i poveri bambini e le donne di tale regione...Ah, a proposito, in questo caso dove sono i manifestanti anti-G8? Non hanno niente da distruggere, probabilmente sono a farsi qualche spinello da qualche parte...
    • Anonimo scrive:
      Re: Dittatura Religiosa

      Logico! Ovunque l'Islam impera, la libertà
      di parola finisce... è un peccato che
      nessuno scenda in piazza (vedi "donne in
      nero" e altre simili manifestazioni di
      sx...) a difendere i poveri bambini e le
      donne di tale regione...Guarda, non e' l'Islam ad essere sbagliato. L'Islam e' una religione molto tollerante e moderna. Sono gli integralisti ad essere pazzi, come lo erano i conquistadores che nel nome di Cristo sono andati a sterminare gli Indios con il Vaiolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dittatura Religiosa
      - Scritto da: Mauro
      Logico! Ovunque l'Islam impera, la libertà
      di parola finisce... è un peccato che
      nessuno scenda in piazza (vedi "donne in
      nero" e altre simili manifestazioni di
      sx...) a difendere i poveri bambini e le
      donne di tale regione...Calcolando che i nostri militari andrebbero li ad aprofittare dei suddetti bambini credo che da quelle parti preferiscano la gente che va al bar.
      Ah, a proposito, in questo caso dove sono i
      manifestanti anti-G8? Non hanno niente da
      distruggere, probabilmente sono a farsi
      qualche spinello da qualche parte...e dove sono i governatori del mondo sempre pronti a intervenire su stati dove c'e' petrolio oppure persone a cui vendere qualcosa?E' la TUA globalizzazione che porta a questi risultati.President: "Sovenzionare i talebani per togliere potere a sovietici"VicePresident: "I Talebani sono al potere e i Soviet non ci sono piu'"President: "Ahhh bene, possiamo guadagnare qualcosa?"VicePresident: "No Sire, a meno che lei non apprezzi il latte di capra"President: "Allora niente piu' fondi, e cerchiamo di farci rstituire i soldi che gli abbiamo prestato".......questa e' la tua globalizzazione. Non vedo differenze con i talebani, tutti agiscono nel nome di un Dio.
      • Anonimo scrive:
        globalizzazione
        Beh, ognuno nel suo piccolo può fare qualcosa. Magari puoi cominciare tu, dixie, ad andare a rompere qualche vetrina e a incendiare qualche auto in nome dei poveri afghani (che sicuramente apprezzeranno il tuo gesto) e contro questa cattivissima globalizzazione che è la colpa di tutti i mali dell'universo.
        • Anonimo scrive:
          Re: globalizzazione
          - Scritto da: stufo
          Beh, ognuno nel suo piccolo può fare
          qualcosa. Magari puoi cominciare tu, dixie,
          ad andare a rompere qualche vetrina e a
          incendiare qualche auto in nome dei poveri
          afghani (che sicuramente apprezzeranno il
          tuo gesto) e contro questa cattivissima
          globalizzazione che è la colpa di tutti i
          mali dell'universo.Rompere vetrine non porta a niente.Rompere le scatole a gente come te e al tizio che ha iniziato il tread potrebbe convincervi a pensare prima di parlare.E a informarvi.
          • Anonimo scrive:
            Re: globalizzazione
            Tranquillo, sono già informato abbastanza. Qui se c'è qualcuno che dovrebbe pensare prima di parlare, sei tu.Si fa presto a dire "la TUA globalizzazione". E tu non ne fai forse parte? Non stai usando un computer per scrivere in questo forum? Un computer i cui componenti magari sono stati costruiti da lavoratori-bambini-schiavizzati in qualche paese asiatico? Non sei anche tu un utente di internet, che in un certo senso può essere considerato frutto di quella stessa globalizzazione che tu tanto condanni? Questi non sono che esempi.Hai perfettamente ragione quando sottolinei che i potenti della terra intervengono solo dove ci sono interessi economici in gioco. E' tutto vero ed è molto triste. Guarda che anch'io sono contro le ingiustizie del mondo. Solo che, diversamente da te, non faccio prediche a nessuno, tanto meno prediche ipocrite come le tue. Invece di darci lezioni sulla globalizzazione, se proprio vuoi renderti utile, perché non ti rimbocchi le maniche e vai in terra di missione a dare una mano a chi cerca di fare veramente del bene? Sicuramente otterresti risultati migliori e più concreti di quelli che ottieni stando qui a "rompere le scatole a gente come me e al tizio che ha iniziato il tread". Il quale tizio non ha fatto altro che osservare il bizzarro fenomeno per cui quelli che si professano paladini dei poveri e dei deboli del pianeta, per chissà quale "oscuro" motivo, scendono in piazza per manifestare solo contro alcune ingiustizie e non contro altre.
          • Anonimo scrive:
            Re: globalizzazione
            - Scritto da: stufo
            Tranquillo, sono già informato abbastanza.
            Qui se c'è qualcuno che dovrebbe pensare
            prima di parlare, sei tu.illustrami o maestro...
            Si fa presto a dire "la TUA
            globalizzazione". E tu non ne fai forse
            parte? Non stai usando un computer per
            scrivere in questo forum? Un computer i cui
            componenti magari sono stati costruiti da
            lavoratori-bambini-schiavizzati in qualche
            paese asiatico? Non sei anche tu un utente
            di internet, che in un certo senso può
            essere considerato frutto di quella stessa
            globalizzazione che tu tanto condanni?
            Questi non sono che esempi.Beh posso sempre ammazzarmi. Hai ragione.
            Hai perfettamente ragione quando sottolinei
            che i potenti della terra intervengono solo
            dove ci sono interessi economici in gioco.
            E' tutto vero ed è molto triste. Guarda che
            anch'io sono contro le ingiustizie del
            mondo. Solo che, diversamente da te, non
            faccio prediche a nessuno, tanto meno
            prediche ipocrite come le tue. Non mi sembra di essere ipocrtita
            Invece di darci lezioni sulla
            globalizzazione, se proprio vuoi renderti
            utile, perché non ti rimbocchi le maniche e
            vai in terra di missione a dare una mano a
            chi cerca di fare veramente del bene?
            Sicuramente otterresti risultati migliori e
            più concreti di quelli che ottieni stando
            qui a "rompere le scatole a gente come me e
            al tizio che ha iniziato il tread". Il quale
            tizio non ha fatto altro che osservare il
            bizzarro fenomeno per cui quelli che si
            professano paladini dei poveri e dei deboli
            del pianeta, per chissà quale "oscuro"
            motivo, scendono in piazza per manifestare
            solo contro alcune ingiustizie e non contro
            altre.Io manifesto contro quelle che secondo me sono ingiustizie. Hai deciso che sono un ipocrita, senza sapere chi sono, dove sono e cosa faccio nella vita e nel tempo libero.Ti stai arrogando anche il diritto di decidere cosa secondo devo pensare.Grazie. Avevo bisogno di un grillo parlante.Grazie.
          • Anonimo scrive:
            Re: globalizzazione

            Hai deciso che sono un ipocrita, senza sapere
            chi sono, dove sono e cosa faccio nella vita e
            nel tempo libero.
            Ti stai arrogando anche il diritto di decidere
            cosa secondo devo pensare.Perché, tu cosa avevi fatto nel tuo intervento precedente? Ti riferivi a me dicendomi in modo spregiativo "gente come te...", senza neanche sapere chi sono, dove sono e cosa faccio nella vita e nel tempo libero. Mi esortavi a pensare prima di parlare e a informarmi. Io ho solo fatto la stessa cosa con te, ripagandoti con la stessa moneta. Solo che evidentemente se lo fai tu, va tutto bene. Ma se lo faccio io, no. Alla faccia della coerenza.Ciao, senza rancore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dittatura Religiosa

        President: "Sovenzionare i talebani per
        togliere potere a sovietici"
        VicePresident: "I Talebani sono al potere e
        i Soviet non ci sono piu'"
        President: "Ahhh bene, possiamo guadagnare
        qualcosa?"
        VicePresident: "No Sire, a meno che lei non
        apprezzi il latte di capra"
        President: "Allora niente piu' fondi, e
        cerchiamo di farci rstituire i soldi che gli
        abbiamo prestato"
        no falso ora li aiutano in funzione antiiraniana


        .......questa e' la tua globalizzazione. Non
        vedo differenze con i talebani, tutti
        agiscono nel nome di un Dio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dittatura Religiosa
        - Scritto da: Dixie

        .......questa e' la tua globalizzazione. Non
        vedo differenze con i talebani, tutti
        agiscono nel nome di un Dio.Vedi, si tratta sempre di punti di vista e di opinioni. Io per esempio non vedo differenze fra te ed una testa di cazzo. Ma potrei sempre sbagliarmi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dittatura Religiosa

      Logico! Ovunque l'Islam impera, la libertà
      di parola finisce... è un peccato cheNon confondere l'islam col fanatismo . L'islam e' una religione giovane nata ,se non erro 600 anni dopo il cristianesimo. Nel 1400 qui da noi si bruciava la gente nel nome di dio... A parte questo nel corano non c'e' scritto da nessuna parte di ammazzare gli infedeli. E il "non avrai altro dio all'infuori di me" non e' un'invenzione islamica.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dittatura Religiosa
        - Scritto da: Ciao

        Logico! Ovunque l'Islam impera, la libertà

        di parola finisce... è un peccato che

        A parte questo nel corano non c'e' scritto
        da nessuna parte di ammazzare gli infedeli.E la guerra santa?
        • Anonimo scrive:
          Re: Dittatura Religiosa
          - Scritto da: :-x


          - Scritto da: Ciao


          Logico! Ovunque l'Islam impera, la
          libertà


          di parola finisce... è un peccato che



          A parte questo nel corano non c'e' scritto

          da nessuna parte di ammazzare gli
          infedeli.


          E la guerra santa?Che vuol dire? Anche la chiesa cattolica ha fatto le sue belle ,sanguinose, guerre sante (crociate) ... questo non vuol dire che nella bibbia ci sia scritto "ammazza il prossimo tuo nel nome di dio" .
          • Anonimo scrive:
            Re: Dittatura Religiosa
            - Scritto da: Ciao


            - Scritto da: :-x





            - Scritto da: Ciao



            Logico! Ovunque l'Islam impera, la

            libertà



            di parola finisce... è un peccato
            che





            A parte questo nel corano non c'e'
            scritto


            da nessuna parte di ammazzare gli

            infedeli.





            E la guerra santa?

            Che vuol dire? Anche la chiesa cattolica ha
            fatto le sue belle ,sanguinose, guerre sante
            (crociate) ... questo non vuol dire che
            nella bibbia ci sia scritto "ammazza il
            prossimo tuo nel nome di dio" .Beh, il Corano parla ESPLICITAMENTE di paradiso guadagnato a chi muore in una guerra di carattere religioso.Tranne che per la prima crociata, tutte le altre hanno ragioni puramente economiche (saccheggio/conquista).
          • Anonimo scrive:
            Re: Dittatura Religiosa

            Beh, il Corano parla ESPLICITAMENTE di
            paradiso guadagnato a chi muore in una
            guerra di carattere religioso.
            Tranne che per la prima crociata, tutte le
            altre hanno ragioni puramente economiche
            (saccheggio/conquista).A me non risulta che ci sia scritto quello nel corano ma potrei sbagliarmi ,non sono un esperto . Tuttavia c'e' scritto esplicitamente NON UCCIDERE ,c'e' scritto amare e rispettare i propri simili e infine perdonare i colpevoli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dittatura Religiosa

            A me non risulta che ci sia scritto quello
            nel corano ma potrei sbagliarmi ,non sono un
            esperto . Tuttavia c'e' scritto esplicitamente
            NON UCCIDERE ,c'e' scritto amare e rispettare i
            propri simili e infine perdonare i colpevoli.Anch'io non sono un esperto, ma credo proprio che per "propri simili" nel corano si intendano solo i fedeli, cioè i musulmani. Gli infedeli sono considerati inferiori.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dittatura Religiosa


            Beh, il Corano parla ESPLICITAMENTE di
            paradiso guadagnato a chi muore in una
            guerra di carattere religioso.dice esplicitamente di non convertire con la forza ebrei e cristiani perche credono nello stesso dio... spiegalo ai cristiani e agli ebrei
            Tranne che per la prima crociata, tutte le
            altre hanno ragioni puramente economiche
            (saccheggio/conquista).
          • Anonimo scrive:
            Re: Dittatura Religiosa
            - Scritto da: Luca

            Beh, il Corano parla ESPLICITAMENTE di

            paradiso guadagnato a chi muore in una

            guerra di carattere religioso.
            dice esplicitamente di non convertire con la
            forza ebrei e cristiani perche credono nello
            stesso dio... spiegalo ai cristiani e agli
            ebrei

            Tranne che per la prima crociata, tutte le

            altre hanno ragioni puramente economiche

            (saccheggio/conquista).Allora spiega anche perche' nei paesi islamici non e' possibile professare alcun credo all'infuori di quello musulmano? Prova te a costruire una chiesa cattolica in Libia (paese di questi tempi molto occidentalizzato) e poi dimmi se ottieni il permesso. Non voglio stabilire un migliore ed un peggiore ma solo dire che tutte le religioni monoteiste sono in un certo modo "intolleranti" se mal interpretate.L'islam solo, pero', viene interpretato in maniera integralista. E questo non perche' alcune persone abbiano dei problemi nella comprensione del Corano ma perche' chi non e' musulmano non e' considerato un fedele e come tale e' un nemico. Da li puoi solo dedurre che se le crociate cristiane erano dettate dal potere temporale dei papi e dalla loro grande influenza ma sono finite piu' di 600 anni fa, le guerre sante islamiche continuano tutt'oggi perche' giustificabili in via religiosa.Trovani un integralista cattolico e dimmi un po' se va in giro con un mitra a sparare in aria durante un funerale; se va in giro con una bomba a far saltare in aria una moschea.Ai tanti che si imbestialiscono per le sparate della Chiesa in Italia, io risponderi: provate a vivere 5 anni in un paese islamico e poi fatemi sapere come vi trovate da non musulmani. Poi invece chiedete ad un musulmano praticante che vive in Italia come si trova da 5 anni e fate il raffronto......Secondo me i cattolici praticanti, e ripeto non la Chiesa, sono piu' tolleranti (in tutti gli aspetti) dei musulmani praticanti. Poi ognuno e libero di pensare quello che vuole.Ma cerchiamo di ricordarci che Giorano Bruno fu arso nel 1500 e che in altri paesi si lapida ancora nel 2001.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dittatura Religiosa

            Allora spiega anche perche' nei paesi
            islamici non e' possibile professare alcun
            credo all'infuori di quello musulmano? ProvaAssolutamente NON vero , stai confondendo l'estremismo di alcuni paesi con l'islam.
            te a costruire una chiesa cattolica in Libia
            (paese di questi tempi molto
            occidentalizzato) e poi dimmi se ottieni ilQualcuno ci ha provato? Credo proprio di no.
            religioni monoteiste sono in un certo modo
            "intolleranti" se mal interpretate.Esattamente. Prova a costruire una moschea di fianco a una chiesa nella civilissima Italia e vedrai cosa succede...
            L'islam solo, pero', viene interpretato in
            maniera integralista. E questo non perche'Scherzi vero? Devo ricordarti le bombe alle cliniche abortiste negli USA o la perenne guerra tra cristiani e protestanti in Irlanda? Quando c'e' integralismo non e' piu' religione c'e' SEMPRE sotto politica e la religione diventa una semplice scusa.
            dalla loro grande influenza ma sono finite
            piu' di 600 anni fa, le guerre sante
            islamiche continuano tutt'oggi perche'
            giustificabili in via religiosa.L'islam e' nato 600 anni dopo il cristianesimo... tutto sommato sono gia molto piu' avanti.
            Trovani un integralista cattolico e dimmi un
            po' se va in giro con un mitra a sparare in
            aria durante un funerale; se va in giro con
            una bomba a far saltare in aria una moschea.Fatti un giretto in Irlanda del Nord.
            Ai tanti che si imbestialiscono per le
            sparate della Chiesa in Italia, io
            risponderi: provate a vivere 5 anni in un
            paese islamico e poi fatemi sapere come vi
            trovate da non musulmani. Poi inveceProva a vivere da musulmano in Italia... non e' mica di tanti mesi fa l'ordinanza di un sindaco che vietava ai non cristiani lo stazionamento vicino alla chiesa e l'Italia si definisce paese civile. Senza contare che se vai nelle grandi citta' dei paesi islamici (Tunisi , Marrakesh , Qwait City , Istambul ) neanche noti la differenza con Milano o Londra a parte qualche donna con il velo ,qualche minigonna in meno (neanche poi tante) .
            praticanti, e ripeto non la Chiesa, sono
            piu' tolleranti (in tutti gli aspetti) dei
            musulmani praticanti. Poi ognuno e libero di
            pensare quello che vuole.Il musulmano praticante e' tollerante quanto un cristiano praticante .
            Ma cerchiamo di ricordarci che Giorano Bruno
            fu arso nel 1500 e che in altri paesi si
            lapida ancora nel 2001.Cerchiamo di ricordarci che nel 2001 , la tanto illuminata chiesa cattolica vieta il sacerdozio alle donne.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dittatura Religiosa
            - Scritto da: Ciao


            Allora spiega anche perche' nei paesi

            islamici non e' possibile professare alcun

            credo all'infuori di quello musulmano?
            Prova

            Assolutamente NON vero , stai confondendo
            l'estremismo di alcuni paesi con l'islam. Allo stesso modo con il quale te confondi le leggi dello stato italiano con la religione cattolica. Ne piu' ne meno.

            te a costruire una chiesa cattolica in
            Libia

            (paese di questi tempi molto

            occidentalizzato) e poi dimmi se ottieni
            il

            Qualcuno ci ha provato? Credo proprio di no.Il provare non indicare riuscirci. Il fatto che non esistano credo denoti un'impossibilita' burocratica dettata dal fatto che il paese ha tradizione religiosa di un certo orientamento. E' come se in Italia fosse vietato costruire moschee o chiese anglicane, etc. Ne esistono anche nella stessa Roma, citta' che dovrebbe esser considerata un po' come La Mecca.

            religioni monoteiste sono in un certo modo

            "intolleranti" se mal interpretate.

            Esattamente. Prova a costruire una moschea
            di fianco a una chiesa nella civilissima
            Italia e vedrai cosa succede... C'e' eccome. Roma, ha una moschea (la piu' grande dell'Europa occidentale con il suo bel minareto visibile da molto lontano), un ghetto ebreo datato storicamente molto lontano nel tempo dove solo in un'occasione ci fu un attentato ma non FU DI MATRICE CATTOLICA. Nonostate cio' i carabinieri ancora presidiano h24 l'entrata per evitare altri attentati simili. Roma ha anche chiese anglicane, e protestanti in genere. Eppure Roma e' la citta' che contiene piu' chiese cattoliche al mondo e che forse la Chiesa vorrebbe tenere il piu' possibile "pura" ma invece non si arroga nessun diritto di proprieta' adesso che ne ha perso il controllo. Prima era un altro paio di maniche.

            L'islam solo, pero', viene interpretato in

            maniera integralista. E questo non perche'

            Scherzi vero? Devo ricordarti le bombe alle
            cliniche abortiste negli USA o la perenne
            guerra tra cristiani e protestanti in
            Irlanda? Quando c'e' integralismo non e'
            piu' religione c'e' SEMPRE sotto politica e
            la religione diventa una semplice scusa.Si sono d'accordo che ogni forma di fanatismo puo' portare all'intolleranza ma la diatriba Irlandese e' da tempo uscita fuori dai ranghi della semplice teologia, quindi non fa assolutamente testo nel dibattito tra tolleranza espressa dai dettami della religione cattolica verso quelli islamici.

            dalla loro grande influenza ma sono finite

            piu' di 600 anni fa, le guerre sante

            islamiche continuano tutt'oggi perche'

            giustificabili in via religiosa.

            L'islam e' nato 600 anni dopo il
            cristianesimo... tutto sommato sono gia
            molto piu' avanti.Ma ancora continua ad affermare che la morte nella difesa del nome di Allah porta al paradiso. Tale affermazione non e' presente in altre religioni monoteiste. La salvezza dell'anima si raggiunge senza la violenza.

            Trovani un integralista cattolico e dimmi
            un

            po' se va in giro con un mitra a sparare
            in

            aria durante un funerale; se va in giro
            con

            una bomba a far saltare in aria una
            moschea.

            Fatti un giretto in Irlanda del Nord.Ripeto che la guerra in Irlanda ha da tempo perso i connotati teologici ed ha assunto quelli di pura lotta politica. E' come se un gruppetto di cardinali domani entrasse direttamente a Montecitorio con un proprio partito politico.

            Ai tanti che si imbestialiscono per le

            sparate della Chiesa in Italia, io

            risponderi: provate a vivere 5 anni in un

            paese islamico e poi fatemi sapere come vi

            trovate da non musulmani. Poi invece

            Prova a vivere da musulmano in Italia... non
            e' mica di tanti mesi fa l'ordinanza di un
            sindaco che vietava ai non cristiani lo
            stazionamento vicino alla chiesa e l'Italia
            si definisce paese civile. Senza contare che
            se vai nelle grandi citta' dei paesi
            islamici (Tunisi , Marrakesh , Qwait City ,
            Istambul ) neanche noti la differenza con
            Milano o Londra a parte qualche donna con il
            velo ,qualche minigonna in meno (neanche poi
            tante).Ripeto anche qui: il sindaco ha nulla a che spartire con la Chiesa? Il Papa stesso credi rappresenti la religione cattolica? Credi che sia Dio in terra? No, non lo e' assolutamente perche' nulla ha carattere assoluto nel crisitanesimo all'infuori dei dogmi. Se un sindaco fa un ordinanza avra' sbagliato pure ma di certo non significa che la religione cristiana sia intollerante.

            praticanti, e ripeto non la Chiesa, sono

            piu' tolleranti (in tutti gli aspetti) dei

            musulmani praticanti. Poi ognuno e libero
            di

            pensare quello che vuole.

            Il musulmano praticante e' tollerante quanto
            un cristiano praticante . Va bene, allora dimmi se tollera il fatto che io mangio carne di maiale e bevo una bottiglia di vino mentre mi trovo a soggiornare per lavoro nel suo paese...diciamo l'Arabia Saudita. Sai io ci ho vissuto e ti dico che non avevi proprio la possibilita'.

            Ma cerchiamo di ricordarci che Giorano
            Bruno

            fu arso nel 1500 e che in altri paesi si

            lapida ancora nel 2001.

            Cerchiamo di ricordarci che nel 2001 , la
            tanto illuminata chiesa cattolica vieta il
            sacerdozio alle donne. E lo vietera' sempre perche' cosi' e' stato deciso dall'inizio, ma non considera le donne in maniera diversa dagli uomini. Perche' secondo te l'eguaglianza esiste solo con la possibilita' di ricevere il sacramento del sacerdozio? Le donne che fanno parte della comunita' non hanno nulla da ridire e non sono in nessun modo discriminate.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dittatura Religiosa

            Allo stesso modo con il quale te confondi le
            leggi dello stato italiano con la religione
            cattolica. Ne piu' ne meno.Quando le leggi dello stato italiano vengono pesantemente influenzate dalla chiesa e' dura non confonderle. Se una legge di un paese islamico proibisce a chiunque di mangiare maiale e' ingerenza dell'islam e il paese e' fondamentalista ,se una legge italiana punisce la bestemmia o obbliga lo studente all'ora di religione (cosa sono neanche 10 anni che e' stata resa facoltativa) no?
            Il provare non indicare riuscirci. Il fatto
            che non esistano credo denoti
            un'impossibilita' burocratica dettata dalIo piu' che altro credo che il numero di cattolici praticanti in paesi come Libia e Arabia sia talmente esiguo da non giustificare la costruzione di una chiesa. Non mi sembra di aver visto templi buddisti a Milano onestamente.
            fatto che il paese ha tradizione religiosa
            di un certo orientamento. E' come se in
            Italia fosse vietato costruire moschee o
            chiese anglicane, etc. Ne esistono anche
            nella stessa Roma, citta' che dovrebbe esser
            considerata un po' come La Mecca.Beh Roma non ha alcun motivo valido per essere la capitale del cristianesimo. Al massimo la Mecca dovrebbe essere Gerusalemme , o Betlemme. Un'altra strana contraddizione...
            Roma e' la citta' che contiene piu' chiese
            cattoliche al mondo e che forse la Chiesa
            vorrebbe tenere il piu' possibile "pura" ma
            invece non si arroga nessun diritto di
            proprieta' adesso che ne ha perso il
            controllo. Prima era un altro paio di
            maniche.Certo e pian piano avverra' la stessa cosa nei paesi islamici , per ora non credo che ci siano molti europei cattolici che emigrano nei paesi dell'islam mentre e' vero il contrario. Comunque io non parlavo di costruire una moschea nella stessa citta' , dicevo proprio di fronte... mi piacerebbe vedere cosa capiterebbe.
            Ma ancora continua ad affermare che la morte
            nella difesa del nome di Allah porta al
            paradiso. Tale affermazione non e' presente
            in altre religioni monoteiste. La salvezza
            dell'anima si raggiunge senza la violenza.Non so se questa cosa e' scritta nel corano onestamente ne dubito . Di certo viene spesso utilizzata da alcuni loro capi religiosi come scusa per farli ammazzare.
            Ripeto che la guerra in Irlanda ha da tempo
            perso i connotati teologici ed ha assunto
            quelli di pura lotta politica. E' come se un
            gruppetto di cardinali domani entrasse
            direttamente a Montecitorio con un proprio
            partito politico.Tutte le lotte "di religione" che ci sono al mondo hanno un motivo politico. Persino i talebani si sa benissimo che usano la religione come scusa per fare quello che vogliono in un paese... e compiono piu' violazioni al corano che altro.
            Ripeto anche qui: il sindaco ha nulla a che
            spartire con la Chiesa? Il Papa stesso credi
            rappresenti la religione cattolica? Credi
            che sia Dio in terra? No, non lo e'E allora perche' pensi che i Talebani rappresentino tutto l'islam? O il volere di Allah?
            sbagliato pure ma di certo non significa che
            la religione cristiana sia intollerante.Allo stesso modo se qualche paese islamico diventa integralista non significa che l'islam stesso sia intollerante. La prova sta in molti paesi in cui l'islam viene vissuto come da noi viene vissuta la religione cattolica in maniera assolutamente tranquilla , tenuto conto che si tratta spesso e volentieri di paesi in via di sviluppo.
            Va bene, allora dimmi se tollera il fatto
            che io mangio carne di maiale e bevo una
            bottiglia di vino mentre mi trovo a
            soggiornare per lavoro nel suo
            paese...diciamo l'Arabia Saudita. Sai io ci
            ho vissuto e ti dico che non avevi proprio
            la possibilita'.Io sono stato in Marocco e ho mangiato maiale servito nell'albergo cucinato da cuochi del luogo mentre i miei compagni di tavolo marocchini mangiavano pollo scherzando tranquillamente con me , a Tunisi mi sono tranquillamente comprato una birra locale (alcolica) in un supermercato e me la sono bevuta per strada, ne ho offerta una a un ragazzo del posto che l'ha gentilmente rifiutata. Certo e' impossibile trovare maiale dai macellai o nei supermercati.Del resto se io in Italia volessi mangiare un cane in un ristorante non lo troverei... anche se questo non e' "colpa" della religione cattolica ma delle abitudini europee.
            E lo vietera' sempre perche' cosi' e' stato
            deciso dall'inizio, ma non considera le
            donne in maniera diversa dagli uomini.E allora perche' decide che le donne non possono essere sacerdoti se sono uguali?
            Perche' secondo te l'eguaglianza esiste solo
            con la possibilita' di ricevere il
            sacramento del sacerdozio? Le donne che
            fanno parte della comunita' non hanno nulla
            da ridire e non sono in nessun modo
            discriminate.Mi sembra che un'affermazione neghi l'altra . Se impedisci a una donna di fare quello che fa un uomo la stai discriminando. Il fatto che non si lamentino e' dovuto al fatto che una donna cattolica ovviamente crede che sia giusto non poter essere sacerdote. Allo stesso modo in cui le donne musulmane non si lamentano di dover portare il velo o della bigamia dei mariti.Per loro e' giusto cosi'. Per noi occidentali no. Un'ipotetica religione completamente paritaria potrebbe trovare barbaro da parte della chiesa non permettere il sacerdozio alle donne. Dipende tutto dal punto di vista. Io che sono perfettamente ateo lo trovo discriminante , se fossi cattolico penso lo troverei giusto cosi come troverei giusto il non usare il preservativo cosa che invece da ateo trovo assurda e criminale quando si parla di Africa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dittatura Religiosa
            - Scritto da: Ciao


            Allo stesso modo con il quale te confondi
            le

            leggi dello stato italiano con la
            religione

            cattolica. Ne piu' ne meno.

            Quando le leggi dello stato italiano vengono
            pesantemente influenzate dalla chiesa e'
            dura non confonderle. Se una legge di un
            paese islamico proibisce a chiunque di
            mangiare maiale e' ingerenza dell'islam e il
            paese e' fondamentalista ,se una legge
            italiana punisce la bestemmia o obbliga lo
            studente all'ora di religione (cosa sono
            neanche 10 anni che e' stata resa
            facoltativa) no? Si ma al di la' della legge del paese e' anche legge religiosa. Questo dicevo io, poi sul problema della mancanza di laicita' dello stato italiano (nel nostro caso) mi trovi d'accordissimo con te. Questo credo di averlo gia' detto :-)

            Il provare non indicare riuscirci. Il
            fatto

            che non esistano credo denoti

            un'impossibilita' burocratica dettata dal

            Io piu' che altro credo che il numero di
            cattolici praticanti in paesi come Libia e
            Arabia sia talmente esiguo da non
            giustificare la costruzione di una chiesa.
            Non mi sembra di aver visto templi buddisti
            a Milano onestamente.Si certo, ma si stava facendo un raffronto tra islam e cattolicesimo che sono le due religioni piu' diffuse nel mondo.

            fatto che il paese ha tradizione religiosa

            di un certo orientamento. E' come se in

            Italia fosse vietato costruire moschee o

            chiese anglicane, etc. Ne esistono anche

            nella stessa Roma, citta' che dovrebbe
            esser

            considerata un po' come La Mecca.

            Beh Roma non ha alcun motivo valido per
            essere la capitale del cristianesimo. Al
            massimo la Mecca dovrebbe essere Gerusalemme
            , o Betlemme. Un'altra strana
            contraddizione... Non ho detto che Roma e' la capitale del cristianesimo. Ho tirato in ballo Roma perche' e' li che i Papi hanno esercitato in maniera tangibile il loro potere temporale ed e' li' che risiedono le basiliche piu' importanti ed i luoghi di pellegrinaggio ritenuti sacri.
            Certo e pian piano avverra' la stessa cosa
            nei paesi islamici , per ora non credo che
            ci siano molti europei cattolici che
            emigrano nei paesi dell'islam mentre e' vero
            il contrario.
            Comunque io non parlavo di costruire una
            moschea nella stessa citta' , dicevo proprio
            di fronte... mi piacerebbe vedere cosa
            capiterebbe.Appunto per questo! Come dici te' ci sono molti islamici che riescono a vivere tranquillamente in paesi che per secoli sono stati profondamente influenzati dal cristianesimo, grazie al fatto che questa religione e' piu' tollerante.
            Tutte le lotte "di religione" che ci sono al
            mondo hanno un motivo politico. Persino i
            talebani si sa benissimo che usano la
            religione come scusa per fare quello che
            vogliono in un paese... e compiono piu'
            violazioni al corano che altro.Concordo.

            Ripeto anche qui: il sindaco ha nulla a
            che

            spartire con la Chiesa? Il Papa stesso
            credi

            rappresenti la religione cattolica? Credi

            che sia Dio in terra? No, non lo e'

            E allora perche' pensi che i Talebani
            rappresentino tutto l'islam? O il volere di
            Allah?Non mi limitavo ai Talebani nella maniera piu' assoluta. In Iraq, Iran, Algeria, Siria, Arabia Saudita, Libia, la componente integralista e' quasi nulla ma i dettami religiosi sono gli stessi. Non dico nella maniera piu' assoluta che la vita e' la stessa. Lungi da me.
            Allo stesso modo se qualche paese islamico
            diventa integralista non significa che
            l'islam stesso sia intollerante. La prova
            sta in molti paesi in cui l'islam viene
            vissuto come da noi viene vissuta la
            religione cattolica in maniera assolutamente
            tranquilla , tenuto conto che si tratta
            spesso e volentieri di paesi in via di
            sviluppo.La tollerenza per me sta nel permettere all'altro di professare il proprio credo senza che cio' comporti reato. Che ne dici di fare una ricerca e vedere in quali paese e' reato professare un credo per un Dio diverso da quello riconosciuto dalla stato?
            Io sono stato in Marocco e ho mangiato
            maiale servito nell'albergo cucinato da
            cuochi del luogo mentre i miei compagni di
            tavolo marocchini mangiavano pollo
            scherzando tranquillamente con me , a Tunisi
            mi sono tranquillamente comprato una birra
            locale (alcolica) in un supermercato e me la
            sono bevuta per strada, ne ho offerta una a
            un ragazzo del posto che l'ha gentilmente
            rifiutata. Certo e' impossibile trovare
            maiale dai macellai o nei supermercati.
            Del resto se io in Italia volessi mangiare
            un cane in un ristorante non lo troverei...
            anche se questo non e' "colpa" della
            religione cattolica ma delle abitudini
            europee.Si ma il cane non e' indicato dalla religione cattolica come animale proibito e come tale non viene venduto nel paese. E' qui la profonda differenza....
            E lo vietera' sempre perche' cosi' e'
            stato

            deciso dall'inizio, ma non considera le

            donne in maniera diversa dagli uomini.

            E allora perche' decide che le donne non
            possono essere sacerdoti se sono uguali?Perche' la missione delle donne e' un'altra. La funzione del sacerdote fu assegnata da Cristo agli Apostoli ed a loro solamente. Ed essendo loro tutti uomini solo agli uomini di sesso maschile e' concesso di ricevere il sacramento del sacerdozio.
            Mi sembra che un'affermazione neghi l'altra
            . Se impedisci a una donna di fare quello
            che fa un uomo la stai discriminando.La discriminazione e' supportata da ragioni non e' arbitraria ed infatti di discriminazione non si puo' parlare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dittatura Religiosa
            - Scritto da: XP
            Non mi limitavo ai Talebani nella maniera
            piu' assoluta. In Iraq, Iran, Algeria,
            Siria, Arabia Saudita, Libia, la componente
            integralista e' quasi nulla ma i dettami
            religiosi sono gli stessi. Non dico nella
            maniera piu' assoluta che la vita e' la
            stessa. Lungi da me.
            La tollerenza per me sta nel permettere
            all'altro di professare il proprio credo
            senza che cio' comporti reato. Che ne dici
            di fare una ricerca e vedere in quali paese
            e' reato professare un credo per un Dio
            diverso da quello riconosciuto dalla stato?sicuramente non in IraqE nemmeno in Giordania(visto che hanno rispettivamente un ministro e una regina cristiani)

            Io sono stato in Marocco e ho mangiato

            maiale servito nell'albergo cucinato da

            cuochi del luogo mentre i miei compagni di

            tavolo marocchini mangiavano pollo

            scherzando tranquillamente con me , a
            Tunisi

            mi sono tranquillamente comprato una birra

            locale (alcolica) in un supermercato e me
            la

            sono bevuta per strada, ne ho offerta una
            a

            un ragazzo del posto che l'ha gentilmente

            rifiutata. Certo e' impossibile trovare

            maiale dai macellai o nei supermercati.

            Del resto se io in Italia volessi mangiare

            un cane in un ristorante non lo
            troverei...

            anche se questo non e' "colpa" della

            religione cattolica ma delle abitudini

            europee.

            Si ma il cane non e' indicato dalla
            religione cattolica come animale proibito e
            come tale non viene venduto nel paese. E'
            qui la profonda differenza....


            E lo vietera' sempre perche' cosi' e'

            stato


            deciso dall'inizio, ma non considera le


            donne in maniera diversa dagli uomini.



            E allora perche' decide che le donne non

            possono essere sacerdoti se sono uguali?

            Perche' la missione delle donne e' un'altra.
            La funzione del sacerdote fu assegnata da
            Cristo agli Apostoli ed a loro solamente. Ed
            essendo loro tutti uomini solo agli uomini
            di sesso maschile e' concesso di ricevere il
            sacramento del sacerdozio.


            Mi sembra che un'affermazione neghi
            l'altra

            . Se impedisci a una donna di fare quello

            che fa un uomo la stai discriminando.

            La discriminazione e' supportata da ragioni
            non e' arbitraria ed infatti di
            discriminazione non si puo' parlare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dittatura Religiosa
      - Scritto da: Mauro
      Logico! Ovunque l'Islam impera, la libertà
      di parola finisce... è un peccato che
      nessuno scenda in piazza (vedi "donne in
      nero" e altre simili manifestazioni di
      sx...) a difendere i poveri bambini e le
      donne di tale regione...Incredibile, una persona che ragiona in questo paese!
      Ah, a proposito, in questo caso dove sono i
      manifestanti anti-G8?Stanno viaggiando tra Napoli e Roma cercando di capire dove potranno sfasciare le prossime macchine e i prossimi negozi dei coglioni che lavorano
      Non hanno niente da
      distruggere, probabilmente sono a farsi
      qualche spinello da qualche parte...appunto, tra napoli e roma.Piuttosto, dove trovano tutto il tempo per spostarsi e manifestare tra Genova, Roma e Napoli o dove faranno la prossima manifestazione? Mi sorge il dubbio di lavorare soprattutto per mantenere loro anziche la mia famiglia
      • Anonimo scrive:
        Re: Dittatura Religiosa
        - Scritto da: Vasco
        - Scritto da: Mauro

        Logico! Ovunque l'Islam impera, la libertà

        di parola finisce... è un peccato che

        nessuno scenda in piazza (vedi "donne in

        nero" e altre simili manifestazioni di

        sx...) a difendere i poveri bambini e le

        donne di tale regione...
        Incredibile, una persona che ragiona in
        questo paese!Be', dal momento che si parlava delle ragioni politiche alla base delle diatribe religiose, e' ovvio che essendo questa una diatriba che tocca le componenti comuniste, nessuno si fara' avanti in piazza per difendere queste persone. Se fosse successo qualcosa in Cile con la dittatura di destra sarebbe *OVVIO* che manifestazioni ininterrotte seguivano nelle piazze italiane...

        Ah, a proposito, in questo caso dove sono
        i

        manifestanti anti-G8?Stanno preparando la prossima manifestazione.
        Stanno viaggiando tra Napoli e Roma cercando
        di capire dove potranno sfasciare le
        prossime macchine e i prossimi negozi dei
        coglioni che lavoranoPerche' non fanno fare manifestazioni a Palermo almeno la prima macchina che toccano voglio vedere come si giustificano agli occhi della mafia locale?

        Non hanno niente da

        distruggere, probabilmente sono a farsi

        qualche spinello da qualche parte...
        appunto, tra napoli e roma.Non e' vero, e' a Milano il Leonkavallo, giusto?
        Piuttosto, dove trovano tutto il tempo per
        spostarsi e manifestare tra Genova, Roma e
        Napoli o dove faranno la prossima
        manifestazione? Mi sorge il dubbio di
        lavorare soprattutto per mantenere loro
        anziche la mia famigliavero vero
  • Anonimo scrive:
    TERRA DESOLATA
    Sito ufficialehttp://www.afghangovernment.org/l'estensione .af che e' assegnata all'afghanistanper adesso non risulta utilizzata.http://www.afghangovernment.org/president.htmlche ne dite...
    • Anonimo scrive:
      Re: TERRA DESOLATA
      Guardate le meta KeyWords che danno in pasto al motore di ricerca!------------------------in explorer Visualizza
      HTML
      • Anonimo scrive:
        Re: TERRA DESOLATA
        - Scritto da: ppp/slip
        Guardate le meta KeyWords che danno in pasto
        al motore di ricerca!
        ------------------------ human rights ????boooh! :-((
  • Anonimo scrive:
    il web surfer Mullah Mohammad Omar
    "Solo una postazione nell'ufficio del capo dei Talebani può connettersi legalmente ad internet dall'Afghanistan".Sarei curioso di sapere quali siti visita Mullah Mohammad Omar dal suo ufficio. Io un'idea ce l'avrei... ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: il web surfer Mullah Mohammad Omar

      Sarei curioso di sapere quali siti visita
      Mullah Mohammad Omar dal suo ufficio. Io
      un'idea ce l'avrei... ;-)www.trafficanti.com/scambio/droga_con_armi/
    • Anonimo scrive:
      Re: il web surfer Mullah Mohammad Omar
      Mmmmm fammi pensare... www.bruzzi.com?
  • Anonimo scrive:
    Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
    -NO COMMENT- siamo nel medioevo o nel 2001 ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
      La Nato interviene solo quando ci sono interessi economici in gioco.Dei diritti umani non gliene frega un ca%%0
      • Anonimo scrive:
        Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
        - Scritto da: protoss
        La Nato interviene solo quando ci sono
        interessi economici in gioco.

        Dei diritti umani non gliene frega un ca%%0Se la nato intervenisse in afganistan quei deficenti degli antig8 sarebbero a manifestare pro-talebani.
        • Anonimo scrive:
          Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
          - Scritto da: Ciao


          - Scritto da: protoss

          La Nato interviene solo quando ci sono

          interessi economici in gioco.



          Dei diritti umani non gliene frega un
          ca%%0

          Se la nato intervenisse in afganistan quei
          deficenti degli antig8 sarebbero a
          manifestare pro-talebani.Chissa'.Comunque un paio di domande:1. Con quale autorita' la NATO decide cosa e' bene e cosa e male?IMHO: "con la stesso ragionamento dei talebani, io sono piu bello e grosso e faccio quello che voglio"2. Quante operazioni realmente umanitarie (e senza interessi di schiavismo economico) sono state fatte dalla nato?IMHO: una: un militare che ha aiutato un cane trovato ferito sulla strada e lo ha curato a proprie spese.E giusto per precisare...Non trovo i Talebani troppo differenti dai cinesi, a parte un dettaglio: la cina (insieme a India e Bangladesh) probabilmente entrera' nel G8 nel 2005 (e' una di quelle cose decise a genova mentre tutti erano distratti)In questo mondo da te difeso contano i diritti economici. Non importa chi sei o cosa fai, basta che porti soldi a chi governa il mondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....

            1. Con quale autorita' la NATO decide cosa
            e' bene e cosa e male?La nato e' un'organizzazione preposta alla difesa dei paesi membri e ne difende sia i confini che gli interessi.
            IMHO: "con la stesso ragionamento dei
            talebani, io sono piu bello e grosso e
            faccio quello che voglio"Se la nato usasse questo criterio avrebbe gia da un pezzo conquistato militarmente i paesi produttori di petrolio.
            2. Quante operazioni realmente umanitarie (e
            senza interessi di schiavismo economico)
            sono state fatte dalla nato?Nessuna , la NATO non e' la FAO. E' un'organizzazione militare non umanitaria.
            Non trovo i Talebani troppo differenti dai
            cinesi, a parte un dettaglio: la cina
            (insieme a India e Bangladesh) probabilmente
            entrera' nel G8 nel 2005 (e' una di quelle
            cose decise a genova mentre tutti erano
            distratti)Si vede che eravate distratti , infatti la Cina non entrera' nel G8 ma nel WTO. Questa e' la famosa globalizzazione dei mercati ,tutti ...anche i paesi meno sviluppati come Cina e India potranno dire la loro.
            In questo mondo da te difeso contano i
            diritti economici. Non importa chi sei o
            cosa fai, basta che porti soldi a chi
            governa il mondo.Bravo e ci hai pensato che noi italiani siamo tra quelli che governano il mondo? Che l'Italia vanta moltissimi crediti dai paesi in via di sviluppo? E che con gli interessi che questi paesi ci pagano noi paghiamo gli interessi sul nostro ,piccolo ,debito pubblico (2 milioni di miliardi di lire) ? E che il debito pubblico italiano al contrario degli altri paesi e' contratto per la maggior parte con gli stessi italiani? Pero' dubito che gli antiglobal tipo Agnoletto siano disposti a rinunciare al loro gruzzoletto investito in BOT.
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
            - Scritto da: Ciao

            1. Con quale autorita' la NATO decide cosa

            e' bene e cosa e male?

            La nato e' un'organizzazione preposta alla
            difesa dei paesi membri e ne difende sia i
            confini che gli interessi. Tu invece sembri ignorare come è finita la seconda guerra mondiale e il contenuto del Patto Atlantico. Gli americani, in quanto "alleati" e liberatori dei dittatori fascisti e nazisti dell'Europa, dettarono i nuovi confini delle loro "zone d'influenza": la cosiddetta "logica di Yalta", dal nome di quella specie di G8 che fecero. La NATO nasce col patto Atlantico allo scopo di costituire una zona di controllo per sedare eventuali rivolte. Ti ricordo che la Germania verrà per questo divisa in due, una parte sotto gli USA, l'altra sotto l'USSR.Attualmente la NATO sarebbe pertanto un elemento obsoleto nell'area geopolitica europea, area che mira ad espandersi economicamente e riprendere, almeno negli intenti dichiarati, il possesso della propria potenza economica e pertanto politica. Il fatto è che però ci troviamo nel paradosso che nell'istituendo esercito militare europeo, sottolineo "eurpoeo", i dirigenti militari sono proprio gli STESSI della NATO.Te la senti ancora di dire che la NATO ci difende?Ma lo sai cos'è l'ONU?Conosci l'art.14 della Carta delle Nazioni Unite?

            IMHO: "con la stesso ragionamento dei

            talebani, io sono piu bello e grosso e

            faccio quello che voglio"

            Se la nato usasse questo criterio avrebbe
            gia da un pezzo conquistato militarmente i
            paesi produttori di petrolio. ùHahaha. Gheddafi chi lo paga?Tu?


            2. Quante operazioni realmente umanitarie
            (e

            senza interessi di schiavismo economico)

            sono state fatte dalla nato?

            Nessuna , la NATO non e' la FAO. E'
            un'organizzazione militare non umanitaria.


            Non trovo i Talebani troppo differenti dai

            cinesi, a parte un dettaglio: la cina

            (insieme a India e Bangladesh)
            probabilmente

            entrera' nel G8 nel 2005 (e' una di quelle

            cose decise a genova mentre tutti erano

            distratti)

            Si vede che eravate distratti , infatti la
            Cina non entrera' nel G8 ma nel WTO. Questa
            e' la famosa globalizzazione dei mercati
            ,tutti ...anche i paesi meno sviluppati come
            Cina e India potranno dire la loro. Niente di ciò che viene deciso in questo tipo di conferenze potrà mai avere la forza cogente della legge. Si tratta di mere dichiarazioni di princìpio, che vengono recepite come raccomandazioni, esattamente come le parole al vento della mamma. Diventa legge, di rango costituzionale la consueudine e le decisioni del CONSIGLIO dell'ONU: pacta servanda sunt. Nel Consiglio ci sono solo 5 membri permanenti, che godono del diritto di veto in caso non siano d'accordo con una decisione. Il restodegli stati del globo non ha nessun potere decisionale nè in capo all'ONU nè altrove. La realtà è questa, se non ti piace, arrangiati.


            In questo mondo da te difeso contano i

            diritti economici. Non importa chi sei o

            cosa fai, basta che porti soldi a chi

            governa il mondo.

            Bravo e ci hai pensato che noi italiani
            siamo tra quelli che governano il mondo? Che
            l'Italia vanta moltissimi crediti dai paesi
            in via di sviluppo? E che con gli interessi
            che questi paesi ci pagano noi paghiamo gli
            interessi sul nostro ,piccolo ,debito
            pubblico (2 milioni di miliardi di lire) ? E
            che il debito pubblico italiano al contrario
            degli altri paesi e' contratto per la
            maggior parte con gli stessi italiani? Pero'
            dubito che gli antiglobal tipo Agnoletto
            siano disposti a rinunciare al loro
            gruzzoletto investito in BOT. Tu, italiano, non governi niente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....

            Te la senti ancora di dire che la NATO ci
            difende?Certo. Se non fosse per l'intervento NATO in kosovo a quest'ora sulle nostre coste non si riverserebbero 300 clandestini per volta ma 30.000 . Se non fosse stato per l'intervento NATO in Qwait a quest'ora la benzina non costerebbe 2000 lire al litro ma 10.000 . Se non fosse stato per la logica di Yalta a quest'ora l'Italia sarebbe una regione della Yugoslavia ,tu ed io parleremmo Serbo e probabilmente alleveremmo capre.
            Ma lo sai cos'è l'ONU?
            Conosci l'art.14 della Carta delle Nazioni
            Unite?Si quello dove si dice che l'onu puo' "raccomandare" misure per ecc,ecc... infatti l'onu e' una cosa la NATO un'altra. Credo sia inutile spiegarti la differenza . Contro i talebani dovrebbe intervenire l'onu ,magari imponendo sanzioni cosa che probabilmente gia fa per la violazione dei diritti umani. Ma l'onu non e' nato con compiti militari anche se si tenta di farglieli svolgere e i caschi blu alla fine sono solo carne da macello e si e' visto che fino a quando non interviene la NATO che ha ben altri poteri le cose non cambiano.

            Se la nato usasse questo criterio avrebbe

            gia da un pezzo conquistato militarmente i

            paesi produttori di petrolio. ù
            Hahaha. Gheddafi chi lo paga?
            Tu?Bravo. Tu , io e gli italiani tutti. Non abbastanza ancora visto che Gheddafi oltre a venderci petrolio e gas vuole che gli paghiamo i debiti di guerra e che gli spieghiamo dove sono finiti 300.000 libici deportati da Mussolini e spariti nel nulla.
            Niente di ciò che viene deciso in questo
            tipo di conferenze potrà mai avere la forza
            cogente della legge. Si tratta di mere
            dichiarazioni di princìpio, che vengonoSecondo te se gli 8 paesi piu' industrializzati del mondo dettano una dichiarazione di principio non ha valore ?
            dell'ONU: pacta servanda sunt. Nel Consiglio
            ci sono solo 5 membri permanenti, che godono
            del diritto di veto in caso non siano
            d'accordo con una decisione. Il restodegliLe decisioni dell'onu riguardano solo i paesi membri , quando Hitler decise di attaccare la Polonia ne usci (allora non si chiamava ONU) ... come vedi le leggi valgono solo se vengono fatte rispettare e finche' l'onu non avra' un organismo militare degno di tale nome potra' limitarsi a sanzioni che fino ad ora non hanno MAI avuto l'effetto sperato. Solo ed esclusivamente le azioni di forza hanno risolto le crisi internazionali e le azioni di forza le ha condotte sempre e solo la NATO .
            La realtà è questa, se non ti piace,
            arrangiati.Guarda che a me va benissimo , io a Genova al massimo andavo a fare il bagno.

            dubito che gli antiglobal tipo Agnoletto

            siano disposti a rinunciare al loro

            gruzzoletto investito in BOT.
            Tu, italiano, non governi niente.Io no , ma 55 milioni di italiani , 5ta potenza industriale nel mondo governano eccome.
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
            - Scritto da: Ciao


            Te la senti ancora di dire che la NATO ci

            difende?

            Certo. Se non fosse per l'intervento NATO in
            kosovo a quest'ora sulle nostre coste non si
            riverserebbero 300 clandestini per volta ma
            30.000 . Se non fosse stato per l'intervento
            NATO in Qwait a quest'ora la benzina non
            costerebbe 2000 lire al litro ma 10.000 . Se
            non fosse stato per la logica di Yalta a
            quest'ora l'Italia sarebbe una regione della
            Yugoslavia ,tu ed io parleremmo Serbo e
            probabilmente alleveremmo capre.Senti, senza offesa: anche ammettendo per assurdo che la NATO, come Superman, sia stata la vera e propria forza impediente della migrazione in massa dei kossovari sulle nostre spiagge e del rincaro della benzina ( è questo che intendi dire quando dici che ci difende?), vorrei che tu ti chiedessi:a) chi prende le decisioni strategiche che guidano l'azione di governo militare della NATO e conseguentemente chi ha potere disciplinare sulle azioni dei generali i comandanti;b) perchè l'Unione Europea non riesce mai a far fronte ai focolai di guerra senza dover ricorrere all'aiuto degli USA ( se la memoria non ti inganna, ti ricorderai anche che l'operazione Desert Storm la guidava Schwarzkopf, l'Orso del deserto. Era quella con i missili intelligenti, che seguivano il culo di un iracheno per tutti i corridoi dell'albergo...quelle armi non le costruiscono gli europei);Guarda che non sto difendendo il Patto di Varsavia,nè disconoscendo il valore di quello Atlantico. Affermo che le cose sono cambiate, che i presupposti che hanno determinato l'assetto dell'Europa e del mondo nel '45 stanno venendo a mancare e che credo sia giusto restituire ai paesi che hanno perso la guerra la porzione di sovranità che per motivi di sicurezza internazionale gli è stata tolta.Comunque è un discorso di principio perchè nessuno stato europeo, compresa un'eventuale federazione degli stati europei, si potrà mai permettere l'investimento degli Stati Uniti in materia di politica estera-affari internazionali e in materiale bellico.Del trattato di Kyoto ne hai sentito parlare?


            Ma lo sai cos'è l'ONU?

            Conosci l'art.14 della Carta delle Nazioni

            Unite?

            Si quello dove si dice che l'onu puo'
            "raccomandare" misure per ecc,ecc...
            infatti l'onu e' una cosa la NATO un'altra.
            Credo sia inutile spiegarti la differenza .Perchè inutile? Ti assicuro che ci vogliono due parole, tanto che l'ho capita da sola e te lo dimostro. La NATO è un ente sovranazionale giuridicamente dipendente e subordinato al trattato ONU, definito come "organizzazione regionale". Il che vuol dire che ne accetta i principi fondamentali, come il ripudio della guerra quale mezzo di risoluzione delle controversie internazionali ( guardati il preambolo del trattato ONU). Il che vuol dire che risponde a richieste, interrogazioni, istanze che le alte autorità dell'ONU gli pongono, compreso il fatto di poter disporre delle forze armate facenti perte dell'organico della stessa NATO.L'art 14 fu usato in un caso _isolato_ come valvola di sblocco: in via sussidiaria alla paralisi del Consiglio di Sicurezza ( UNICO organo ONU dotato di effettivo potere esecutivo, leggi" potere di emanare decisioni cogenti per tutti gli stati membri"), per via del potere di veto dei membri permanenti, sopperì l'Assemblea delle Nazioni Unite. Ti ricordo che è solo in seno all'Assemblea che tutti chi stati membri dell'ONU sono rappresentati. Dall'articolo sembrerebbe quindi che il veto degli stati più potenti potrebbe essere superato attraverso l'azione politica del resto del mondo. La prassi però si è orientata in senso contrario: l'unico caso in cui l'Assemblea ha esercitato i poteri propri del Consiglio è stato nel 1953, per risolvere il conflitto del canale di Suez, stante il veto della Cina. La missione fu chiamata "Uniting for peace", se non ricordo male. Le successive azioni del Consiglio furono volte a sottolineare l'eccezionalità del caso, al fine di evitare che l'attribuzione di tali poteri all'assemblea potesse diventare consuetudine, ossia prassi costante ed uniformemente riconosciuta. Ti ricordo che la convenzione di Vienna sul diritto dei trattati del 1969 riconosce quali fonti del diritto internazionale le norme contenute nei patti COSI' COME VENGONO INTERPRETATE ossia attuate dagli stati. Scordati i criteri legislativi tradizionali: nel diritto internazionale non è quello che viene scritto bensì quello che viene FATTO a diventare norma.
            Contro i talebani dovrebbe intervenire l'onu
            ,magari imponendo sanzioni cosa che
            probabilmente gia fa per la violazione dei
            diritti umani. Ma l'onu non e' nato con
            compiti militari anche se si tenta di
            farglieli svolgere e i caschi blu alla fine
            sono solo carne da macello e si e' visto che
            fino a quando non interviene la NATO che ha
            ben altri poteri le cose non cambiano. Non credo che il tuo interventismo possa essere supportato nè dall'ONU nè dalla NATO. Ti ricordo che una delle norme principali del diritto internazionale è il principio di non ingerenza negli affari interni di un altro paese, che letto in combinato disposto con l'altro principio dell'autodeterminazione dei popoli implica che: 1)la politica interna di uno stato è affar suo, sinchè non lede gli interessi di un altro stato, tipo Hitler che invade il territorio polacco;2)prima di passare alle vie di fatto, si tenta la via diplomatica: embargo, contromisure, ritorsioni, negoziazioni etc.;3) leggi l'art.2 numero 4 della Carta ONU;4)fondamentalmente, tutti i soldati SONO carne da macello, tanto quanto i civili che attendono la liberazione dagli oppressori. Non esiste NIENTE, cioè niente di ciò che esiste è in grado di eliminare l'ingiustizia dal mondo.



            Se la nato usasse questo criterio
            avrebbe


            gia da un pezzo conquistato
            militarmente i


            paesi produttori di petrolio. ù

            Hahaha. Gheddafi chi lo paga?

            Tu?

            Bravo. Tu , io e gli italiani tutti. Non
            abbastanza ancora visto che Gheddafi oltre a
            venderci petrolio e gas vuole che gli
            paghiamo i debiti di guerra e che gli
            spieghiamo dove sono finiti 300.000 libici
            deportati da Mussolini e spariti nel nulla.Qui nè tu nè io potremo mai avere notizie certe, ma solo congetture sul perchè e sotto ordine di chi certe cose vengano permesse.


            Niente di ciò che viene deciso in questo

            tipo di conferenze potrà mai avere la
            forza

            cogente della legge. Si tratta di mere

            dichiarazioni di princìpio, che vengono

            Secondo te se gli 8 paesi piu'
            industrializzati del mondo dettano una
            dichiarazione di principio non ha valore ? Non ne ha per definizione perchè conformarsi a una dichiarazione di principio è un POTERE DISCREZIONALE degli stati: se uno stato infrange una raccomandazione , nessuno lo può punire nè costringerlo ad adeguarsi. Se m
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
            La nato ha già conquistatio i paesi produttori di petrolio. La benzina che compri dai distributori secondo te da dove arriva? forse dagli USA?La NAto è l'esercito degli USA, in cui combattono tutti tranne per americani. Lo sai che sono anni che gli Stati Uniti non mettono una lira nella Nato?
        • Anonimo scrive:
          Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
          - Scritto da: Ciao


          - Scritto da: protoss

          La Nato interviene solo quando ci sono

          interessi economici in gioco.



          Dei diritti umani non gliene frega un
          ca%%0

          Se la nato intervenisse in afganistan quei
          deficenti degli antig8 sarebbero a
          manifestare pro-talebani.Deficenti quelli anti g8? Sinceramente mi sembrano gli unici ad offrire una via alternativa credibile (certo, se le tue informazioni in merito vengono dalla TV....).Peccato, un altro lobotomizzato è approdato in rete...Cmq la Nato non mi sembra molto interessata ai diritti umani. Ci sono interessi ben più importanti da difendere
      • Anonimo scrive:
        Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
        - Scritto da: protoss
        La Nato interviene solo quando ci sono
        interessi economici in gioco.

        Dei diritti umani non gliene frega un ca%%0se poi gli yankee passano i soldi ai taleban
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
      A MORTE i TALEBANI!!!Via dalla faccia della Terra!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
      - Scritto da: dadox
      -NO COMMENT- siamo nel medioevo o nel 2001 ?Semmai l'ONU, forse. Ma con tutte le guerre che ci sono, con tutte le dittature, cosa importa se non si possono collegare ad internet.Ed in ogni caso, adducendo motivazioni religiose, sarebbe un grave atto di abuso quello di interferire nella gestione di uno stato estero, e soprattutto con il diritto di uno stato ad esercitare la religione che vuole.La violazione dei diritti umani è perseguita da un'organizzazione che si chiama amnesty international.L'ONU interviene quando all'interno degli stati membri ci sono delle violazioni delle norma stabilite. Non so se l'Afganistan appartiene all'ONU.La NATO, invece, è un'alleanza nata ai tempi della guerra, ed è, in pratica, un esercito plurinazionale, in cui il fatto di intervenire o meno è deciso da pochi stati. Nata per proteggersi dagli attacchi, in pratica, come si è visto molte volte, per difendere gli interessi economici di questi stati.
      • Anonimo scrive:
        Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
        - Scritto da: l


        La violazione dei diritti umani è perseguita
        da un'organizzazione che si chiama amnesty
        international.Che oltre a perseguire i talebani se la prende anche con la pena di morte negli USA.Perche la NATO non interviene anche la'?
        L'ONU interviene quando all'interno degli
        stati membri ci sono delle violazioni delle
        norma stabilite. Non so se l'Afganistan
        appartiene all'ONU.Ininfluente. L'ONU e' nato in tempi di guerra fredda e in guerra fredda era ascoltato.Ora che non c'e' piu' la guerra fredda conta quanto il 2 di picche.Il WTO e l'FMI invece....
        La NATO, invece, è un'alleanza nata ai tempi
        della guerra, ed è, in pratica, un esercito
        plurinazionale, in cui il fatto di
        intervenire o meno è deciso da pochi stati.ovvero i paesi membri... anche se in realta' e' uno stato che decide e gli altri che obbediscono.
        Nata per proteggersi dagli attacchi, in
        pratica, come si è visto molte volte, per
        difendere gli interessi economici di questi
        stati....secondo il volere del WTO e dell'FMI.
        • Anonimo scrive:
          Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
          Dixie, ma te capisci quello che ti pare, oppure non hai compreo il senso delle parole di MCfc?

          La violazione dei diritti umani è
          perseguita

          da un'organizzazione che si chiama amnesty

          international.

          Che oltre a perseguire i talebani se la
          prende anche con la pena di morte negli USA.
          Perche la NATO non interviene anche la'?La NATO non ha assolutamente nessuna giurisdizione al di fuori dei suoi stati membri perche' la sua funzione e' quella di garantire la sicurezza degli stati membre stessi. Quindi l'intervento in Macedonia e' solo giustificato dal fatto che: 1) La NATO ha una struttura organizzativa e logistica adeguata ad un intervento del genere; 2) Un confronto bellico cosi' vicino all'Italia, la Grecia, e la Turchia (stati membri) mette a repentaglio la sicurezza di questi stati.La NATO non puo' fiatare in altre circostanze. Meno che mai su questioni di diritti umani. Ripeto, alla NATO puo' esser chiesto di intervenire la parte della EC (per dirne una) in quanto ha potere di comando su alcune forze armate degli stati membri, cosa che la comunita' europea non ha'.

          L'ONU interviene quando all'interno degli

          stati membri ci sono delle violazioni
          delle

          norma stabilite. Non so se l'Afganistan

          appartiene all'ONU.

          Ininfluente. L'ONU e' nato in tempi di
          guerra fredda e in guerra fredda era
          ascoltato.
          Ora che non c'e' piu' la guerra fredda conta
          quanto il 2 di picche.
          Il WTO e l'FMI invece....Per inciso se dici WTO allora devi dire IMF (se una sigla e' in inglese anche l'altra va messa in inglese). Ad ogni modo non e' vero perche' si occupano di cose diverse. Secondo te allora dovrebbe esserci una sola mega-organizzazione, oppure nessuna? A mio modo di vedere una sola organizzazione sarebbe lo stesso una forma di globalizzazione e quindi non dovrebbe essere accettata dai movimenti anti-global....quindi che facciamo ci mettiamo i paraocchi e ce ne infischiamo alla grande?Secondo te l'UN dovrebbe intervenire in Argentina per risolvere la crisi economica? Oppure e' di responsabilita' del IMF ? Secondo me la seconda....pero' vorrei saper cosa ne pensi.

          La NATO, invece, è un'alleanza nata ai
          tempi

          della guerra, ed è, in pratica, un
          esercito

          plurinazionale, in cui il fatto di

          intervenire o meno è deciso da pochi
          stati.

          ovvero i paesi membri... anche se in realta'
          e' uno stato che decide e gli altri che
          obbediscono.E quale sarebbe questo stato che decide? Gli USA? Allora mi spieghi perche' la Francia ha avuto la possibilita' di "slegarsi parzialmente" pur mantenendo potere di voto? O e' tutta una messa in scena?

          Nata per proteggersi dagli attacchi, in

          pratica, come si è visto molte volte, per

          difendere gli interessi economici di
          questi

          stati.

          ...secondo il volere del WTO e dell'FMI.Ma te la sai proprio tutta.....nun te se po' di' proprio niente. Sai tutto. Convinto te, convinti tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui sì che la Nato dovrebbe intervenire....
      Sul perche' la NATO non interviene, leggere il post qui sotto di ElenaCiaoAlessandro
  • Anonimo scrive:
    Preservare dal vizio
    Il gioco dei talebani non è molto diverso da quello che accade nell' "occidente civilizzato".I metodi che si usano in Italia sono molto simili. Io mi trovo a difendere un mezzo di comunicazione che sembra aver inventato la pedofilia. Ma con il passare del tempo i media stanno raffinando il concetto.Internet porta con se una specie di fungo, un parassita un qualche cosa di dannoso: il male. Da questo male solo le autorità ci potranno difendere. Solo controllandoci ci potranno salvare, solo fornendoci tutto ciò di cui abbiamo bisogno ci potranno tutelare, solo impedendo il libero scambio di idee potremo avere una vita serena e sana.Questi sono gli stessi discorsi che si sentivano nella prima metà del secolo scorso.Da quel tempo non c'è mai stato nessuno che abbia detto:"Attenti, ci sono delle cose pericolose. Ascoltatemi, vi farò capire, vi farò crescere e vi darò una cultura e tutte le informazioni necessarie per essere in grado di valutare con la vostra testa"Nessun uomo politico o leader civile o religioso che sia ha mai fatto una simile affermazione.Un popolo pensante non lo vuole nessuno.Amatevi sinceramente per sconfiggere i potenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Preservare dal vizio
      - Scritto da: un deluso dell'acquisto
      "Attenti, ci sono delle cose pericolose.... e chi sei tu, il mio angelo custode???
      Ascoltatemi, vi farò capire, vi farò
      crescere e vi darò una cultura e tutte le
      informazioni necessarie per essere in grado
      di valutare con la vostra testa"... ah no, sei Dio in persona!!!

      Nessun uomo politico o leader civile o
      religioso che sia ha mai fatto una simile
      affermazione.... e meno male--------------------------------------ama il tuo nemico
      • Anonimo scrive:
        Re: Preservare dal vizio
        Capisco che tu reagisca così, non viviamo in un paese in cui il cittadino è educato a pensare, ma ad accettare quello che gli altri ci dicono di fare.Immagino che sia anche tu per la libertà di scelta, chi non lo è?Ma forse non hai mai pensato che per essere liberi di scegliere bisogna conoscere tutte le opzioni.Se ti vengono celate delle informazioni la tua scelta non è libera, la tua scelta è pilotata.Dare informazioni, cultura (quindi libertà) è compito primo di qualsiasi leader (politico o religioso, appunto) che desideri veder crescere il proprio popolo. Pilotare la scuola, l'informazione, la cultura è invece il mezzo più usato per sottomettere i popoli. Se pensi che quest'ultima opzione sia la migliore puoi sempre chiedere asilo in Afghanistan. io Dio? solo perchè voglio che tutti abbiano un'istruzione? L'amore per il prossimo è l'arma più temuta, perchè la possiedono tutti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Preservare dal vizio
          - Scritto da: un deluso dell'acquisto
          Dare informazioni, cultura (quindi libertà)
          è compito primo di qualsiasi leader
          (politico o religioso, appunto) che desideri
          veder crescere il proprio popolo. ... mah, pensaci bene ... ne sei proprio sicuro? Sei ancora in tempo per rientrare da questa situazione ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Preservare dal vizio
            Aho Glob! Ma ci sei o ti fai?!?
          • Anonimo scrive:
            Re: Preservare dal vizio
            A Nosfera', se permetti, quando uno mi viene a dire che "dare informazione e' compito di qualsiasi leader politico", io prima di bastonarlo gli do la possibilita' di ripensarci.Quindi ricapitoliamo:Mi dice che i politici hanno il compito di gestire l'informazione (e' per questo che Berluskaiser ha 3 reti televisive?)Mi dice che lo fanno (evidentemente) per veder crescere il proprio popolo (allora devo pure ringraziarlo!)Mi dice inoltre che pero' pilotare l'informazione e' il mezzo piu' usato per sottometere i popoli (e questa mi pare l'affermazione piu' sensata, peccato che pero' sia in contraddizione con i due precedenti concetti)Allora, chi ci e' e chi si fa??? Fine della polemicaciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Preservare dal vizio

      Il gioco dei talebani non è molto diverso da
      quello che accade nell' "occidente
      civilizzato".
      I metodi che si usano in Italia sono molto
      similiAh si'? In Italia una donna adultera viene lapidata?
      • Anonimo scrive:
        Re: Preservare dal vizio
        - Scritto da: Protoss


        Il gioco dei talebani non è molto diverso
        da

        quello che accade nell' "occidente

        civilizzato".

        I metodi che si usano in Italia sono molto

        simili

        Ah si'? In Italia una donna adultera viene
        lapidata?In Italia fino al 1974 una donna non poteva abortire senza commettere il reato di omicidio? E ti parlo di 27 anni fa non di 3 secoli... Sai che bestemmiare era un reato (reato!!) fino pochissimo tempo fa? Cioe' come se io dicessi "porco alieno" e mi ficcassero in gabbia...Sai che ancora ora in molte regioni del sud (e del nord),grazie al fondamentalismo religioso cristiano ,molte ragazzine si rovinano la vita perche' il preservativo e' male? E che ancora oggi non ci sono in giro distributori automatici di profilattici mentre ci sono quelli di sigarette e siringhe? Che pochissimi anni fa un opuscoletto per la prevenzione dell'aids venne bloccato dal nostro "laico" governo perche' spiegava l'uso del preservativo usando la parola "cappuccetto" ?Tutto questo per dire che prima di pensare a quello che fanno negli altri paesi forse sarebbe meglio guardare bene cosa succede da noi. Perche'ci sono tanti altri modi di rovinare una vita non solo con le pietre.
        • Anonimo scrive:
          Re: Preservare dal vizio
          - Scritto da: Ciao
          In Italia fino al 1974 una donna non poteva
          abortire senza commettere il reato di
          omicidio? E ti parlo di 27 anni fa non di 3
          secoli... E questo secondo te era unicamente un problema di tipo religioso? Allora perche' anche in altri paesi (non religiosamente influenzati come l'Italia) l'aborto era lo stesso considerato illegale? Non mi sembra che il Germania o in Francia, o in Inghilterra l'aborto fosse legale fino a prima del 1970.
          Sai che bestemmiare era un reato (reato!!)
          fino pochissimo tempo fa? Cioe' come se io
          dicessi "porco alieno" e mi ficcassero in
          gabbia...Su quello hai ragione e piu' volte mi sono scontrato con i miei in quanto non credo che sia possibile legiferare in base ad un credo religioso. Se una persona offende il mio "Dio" credo solo mi debba delle scuse ma non deve nulla alla societa' perche' il mio credo non ha nulla a che fare con la societa' tutta.
          Sai che ancora ora in molte regioni del sud
          (e del nord),grazie al fondamentalismo
          religioso cristiano ,molte ragazzine si
          rovinano la vita perche' il preservativo e'
          male? E che ancora oggi non ci sono in giro
          distributori automatici di profilattici
          mentre ci sono quelli di sigarette e
          siringhe? Che pochissimi anni fa un
          opuscoletto per la prevenzione dell'aids
          venne bloccato dal nostro "laico" governo
          perche' spiegava l'uso del preservativo
          usando la parola "cappuccetto" ?Anche qui credo che non si possa parlare di integralismo perche' semplicemente manca la componente violenta che inveve e' quella responsabile di tanti attacchi in paesi islamici. L'uso o meno del preservativo e' contro i dettami cattolici ma non per questo coloro che lo usano vengono lapidati in pubblica piazza o evirati dagli integralisti cattolici. Almeno io non ne ho mai avuto notizia. Io sono contro perche' credo le persone debbano autoregolarsi e non fare affidamente sul preservativo. Essere coscienti del fatto che un atto sessuale puo' portare ad una gravidanza sarebbe utite a far crescere la responsabilita' delle persone..pero' ognuno poi puo' scegliere quello che fare non sta a me proibirne l'uso in generale.
          Tutto questo per dire che prima di pensare a
          quello che fanno negli altri paesi forse
          sarebbe meglio guardare bene cosa succede da
          noi. Perche'ci sono tanti altri modi di
          rovinare una vita non solo con le pietre.Io avendo vissuto anche in altri paesi posso dire che pur non condividendo alcune esternazioni della chiesa (che per altro sono indirizzate esclusivamente alla comunita' di fedeli e come tali vanno trattate) vivere a Roma e' stato meglio che vivere in Libia o in Arabia Saudita dove 4 volte al giorni ti chiudevano i negozi e non potevi comprare maiale o alcolici da nessuna parte. A Roma i preservaiti credo si possano comprare come credo sia possibile andare in moschea e pregare 4 volte al giorno....
          • Anonimo scrive:
            Re: Preservare dal vizio

            E questo secondo te era unicamente un
            problema di tipo religioso? Allora perche'
            anche in altri paesi (non religiosamente
            influenzati come l'Italia) l'aborto era lo
            stesso considerato illegale? Non mi sembra
            che il Germania o in Francia, o in
            Inghilterra l'aborto fosse legale fino a
            prima del 1970.In Irlanda ad esempio e' ancora illegale ,a meno che qualcosa non sia cambiato negli ultimi mesi.Cmq in generale nei paesi anglosassoni ,dove la chiesa influisce meno ma e' comunque molto potente, l'aborto e' diventato legale attorno agli anni 60 , in Italia ci sono voluti 10/15 anni in piu'. Che fosse un problema di tipo religioso e' ovvio ,lo vedi anche oggi ...ogni partito cattolico ,ccd ,cdu ,ecc non perde occasione per ribadire che la legge 174 va "rivista"... gia il fatto che esistano partiti "cattolici" e' ingerenza nella vita politica di uno stato che per definizione dovrebbe essere laico.
            Anche qui credo che non si possa parlare di
            integralismo perche' semplicemente manca la
            componente violenta che inveve e' quella
            responsabile di tanti attacchi in paesi
            islamici. L'uso o meno del preservativo e'La componente violenta manca in Italia ma esiste altrove e comunque la violenza non e' solo quella che si fa col mitra. Quante persone in Africa muoiono perche' 1) il papa quando sbarca in terra d'Africa li esorta a fare figli (come se ce ne fosse bisogno) e 2) i missionari cattolici si oppongono a ogni forma di contraccezione ? E' violenza anche questa. E comunque le componenti violente "reali" ad andarle a cercare ci sono ,e sono in paesi molto piu' progrediti di quelli islamici (Irlanda ,USA).
            contro i dettami cattolici ma non per questo
            coloro che lo usano vengono lapidati in
            pubblica piazza o evirati dagli integralisti
            cattolici. Almeno io non ne ho mai avutoC'e' anche una discreta disinformazione riguardo a queste cose , nella stragrande maggioranza dei paesi islamici non viene lapidato o evirato proprio nessuno. In quelli piu' ricchi non ti accorgi nemmeno di essere in un paese islamico se non per le urla che provengono dalle moschee durante le ore di preghiera. Per il resto bevono alcol,mangiano maiale ,le donne vestono in minigonna e cosi' via. Nei paesi piu' arretrati c'e' ancora forte la tradizione ma ti basta andare in Sicilia nei paesini per sentir parlare ancora di fuitina , ragazze disonorate ,ecc...e siamo nella civilissima Italia ,anno 2001.
            persone..pero' ognuno poi puo' scegliere
            quello che fare non sta a me proibirne l'uso
            in generale.Esatto. Tu devi essere libero di rischiare di mettere incinta la tua ragazza , io pero' devo essere libero di non dover girare alle due di notte per 300 farmacie perche' il papa non vuole vedere per le strade italiane i distributori automatici ...tanto per dire.
            sono indirizzate esclusivamente alla
            comunita' di fedeli e come tali vanno
            trattate) vivere a Roma e' stato meglio cheEh no.. se la chiesa si limitasse alle esternazioni sarei daccordo con te ,ma la diplomazia pontificia , piu' o meno sommersa la conosciamo tutti. Il fatto che in Italia ci siano 4 (o 5 ormai ho perso il conto) partiti politici di stampo cattolico ,il fatto che la DC abbia vinto per quarant'anni le elezioni grazie alla propaganda e al potere di persuasione dei preti (la frase "di ai tuoi genitori di votare dc" l'abbiamo piu' o meno sentita tutti da piccoli) non mette la chiesa al di fuori della politica italiana come invece dovrebbe essere.Prova ne e' che qui da noi le varie pillole abortive , so che uso sempre lo stesso argomento ma e' quello che ricorre piu' spesso sui giornali, non sono ancora in commercio mentre sono disponibili (e spesso passate dal ssn) in tutto il resto d'Europa.
            vivere in Libia o in Arabia Saudita dove 4
            volte al giorni ti chiudevano i negozi e nonIn Spagna i negozi chiudono dalle 13 alle 17 ... sono abitudini del paese . Al Cairo e a Tunisi i negozi fanno i nostri stessi identici orari e sono chiusi di Domenica e non di Venerdi' .
            potevi comprare maiale o alcolici da nessunaBeh nel paesino in cui vado io in vacanza non posso dormire MAI oltre le 6 per colpa delle campane che suonano praticamente ininterrottamente dalle 6 di mattina alla mezzanotte . Questo non e' un abuso al pari di non venderti maiale?
            parte. A Roma i preservaiti credo si possano
            comprare come credo sia possibile andare in
            moschea e pregare 4 volte al giorno....Certo cosi' come a Tunisi puoi mangiare carne d maiale (non dappertutto) e comprare la birra (c'e' persino una marca locale) ,mi chiedo se sia possibile comprarli nello sperduto paesino della Sicilia (anche qui senza offesa e' solo perche' sono stato per tanti anni) dove l'unica farmacia e' del fratello del prete del paese.
          • Anonimo scrive:
            Re: Preservare dal vizio
            - Scritto da: Ciao
            In Irlanda ad esempio e' ancora illegale ,a
            meno che qualcosa non sia cambiato negli
            ultimi mesi.
            Cmq in generale nei paesi anglosassoni ,dove
            la chiesa influisce meno ma e' comunque
            molto potente, l'aborto e' diventato legale
            attorno agli anni 60 , in Italia ci sono
            voluti 10/15 anni in piu'. Che fosse un
            problema di tipo religioso e' ovvio ,lo vedi
            anche oggi ...ogni partito cattolico ,ccd
            ,cdu ,ecc non perde occasione per ribadire
            che la legge 174 va "rivista"... gia il
            fatto che esistano partiti "cattolici" e'
            ingerenza nella vita politica di uno stato
            che per definizione dovrebbe essere laico. Scusa ma vedi che te continui a tirare in ballo la politica. A me non interessa questa questione dal momento che sono fermamente convinto che bisogna solo analizzare la dottrina religiosa cosi' come fu delineata dal profeta principale dell'una e dell'altra religione. Quelle che poi accadde nei seguenti secoli ed accade tutt'ora va messo in relazione con la dottrina ma non usato per indicare l'intolleranza della dottrina stessa.L'esistenza di partiti politici inspirati agli insegnamenti religisiosi del cattolicesimo e' indice di confusione da parte di certi esponenti dell'una e dell'altra parte. D'accordissimo con te: stonano e sono in contrasto con la definizione di stato laico come e' l'Italia. Se fosse per me non l'avrei mai creati.
            La componente violenta manca in Italia ma
            esiste altrove e comunque la violenza non e'
            solo quella che si fa col mitra. Quante
            persone in Africa muoiono perche' 1) il papa
            quando sbarca in terra d'Africa li esorta a
            fare figli (come se ce ne fosse bisogno) e
            2) i missionari cattolici si oppongono a
            ogni forma di contraccezione ? E' violenza
            anche questa. E comunque le componenti
            violente "reali" ad andarle a cercare ci
            sono ,e sono in paesi molto piu' progrediti
            di quelli islamici (Irlanda ,USA).Beh, insomma non puoi mettere sullo stesso piano una persona che piazza una bomba su di un autobus per uccidere intenzionalmente ed una predica rivolta a fedeli da parte di un missionario. Soprattutto poi vedo che fai confusione tra l'operato di alcuni singoli (tipo Monsignor Milingo et company) e quello che la dottrina richiede a coloro che vogliono professare una religione.
            C'e' anche una discreta disinformazione
            riguardo a queste cose , nella stragrande
            maggioranza dei paesi islamici non viene
            lapidato o evirato proprio nessuno. In
            quelli piu' ricchi non ti accorgi nemmeno di
            essere in un paese islamico se non per le
            urla che provengono dalle moschee durante le
            ore di preghiera. Per il resto bevono
            alcol,mangiano maiale ,le donne vestono in
            minigonna e cosi' via. Nei paesi piu'
            arretrati c'e' ancora forte la tradizione ma
            ti basta andare in Sicilia nei paesini per
            sentir parlare ancora di fuitina , ragazze
            disonorate ,ecc...e siamo nella civilissima
            Italia ,anno 2001. E quali sono questi paesi piu' moderni? Non sono forse quelli che hanno subito per secoli il dominio di culture occidentali? Non sono per esempio Instanbul, capitale dell'impero Ottomano, ex Constantinopoli? Non sono per esempio la Tunisia, per lungo tempo colonia Francese? E poi ripeto once again che fai l'esempio di capitali dalle grandi dimensioni che sfuggono a regole ferre e precise. Anche io ho parlato di Roma, semplicemente perche' e' l'unica citta' italiana della quale conosco bene la realta'. Tre anni vicino Bengasi e 1 anno vicino Jeddah posso assicurati che ho avuto impressioni molto diverse. E non che l'Arabia Saudita sia un paese non-moderno o integralista cosi' come la Libia, nella maniera piu' assoluta. Cio' che rimane vero e' che per la dottrina islamica il maiala rappresenta un animale "sporco" e come tale non va mangiato...non c'entra che poi in Tunisia si possa comprare. Se sei Islamico praticante non dovresti mangiarlo cosi' come non dovresti bere alcool....Cosi' come dovresti considerare gli altri infedeli e quindi non dovresti mai mischiarti a loro.

            persone..pero' ognuno poi puo' scegliere

            quello che fare non sta a me proibirne
            l'uso

            in generale.

            Esatto. Tu devi essere libero di rischiare
            di mettere incinta la tua ragazza , io pero'
            devo essere libero di non dover girare alle
            due di notte per 300 farmacie perche' il
            papa non vuole vedere per le strade italiane
            i distributori automatici ...tanto per dire.


            sono indirizzate esclusivamente alla

            comunita' di fedeli e come tali vanno

            trattate) vivere a Roma e' stato meglio
            che

            Eh no.. se la chiesa si limitasse alle
            esternazioni sarei daccordo con te ,ma la
            diplomazia pontificia , piu' o meno sommersa
            la conosciamo tutti. Il fatto che in Italia
            ci siano 4 (o 5 ormai ho perso il conto)
            partiti politici di stampo cattolico ,il
            fatto che la DC abbia vinto per quarant'anni
            le elezioni grazie alla propaganda e al
            potere di persuasione dei preti (la frase
            "di ai tuoi genitori di votare dc" l'abbiamo
            piu' o meno sentita tutti da piccoli) non
            mette la chiesa al di fuori della politica
            italiana come invece dovrebbe essere.
            Prova ne e' che qui da noi le varie pillole
            abortive , so che uso sempre lo stesso
            argomento ma e' quello che ricorre piu'
            spesso sui giornali, non sono ancora in
            commercio mentre sono disponibili (e spesso
            passate dal ssn) in tutto il resto d'Europa.Anyway la legge sull'aborto e' la 194. Sulla disponibilita' delle pillole io non mi pronuncio perche' sono contrario per ragioni etiche. Sarebbe giusto averla anche in Italia? Non mi sembra che vada stabilito solo in base al fatto che e' disponibile in altri paesi altrimenti perche' allora non ripristinare la pena di morte, anche'ssa presente in altri paese? Solo un esempio del ragionamento.Io rimango dell'idea che un cattolico professante e' piu' incline alla tolleranza di quanto non lo sia un islamico perche' la storia insegna come le comunita' cattoliche sia presenti in quasi tutto il territorio del pianeta anche in area di cultura diversa da quella occidentale. Cosa non vera per comunita' di musulmani. I musulmani stessi tendono ad isolarsi in comunita' ristrette perche' quando in minoranza per loro questo e' l'unico modo per sopravvivere. Opinioni personali, ovviamente.

            vivere in Libia o in Arabia Saudita dove 4

            volte al giorni ti chiudevano i negozi e
            non

            In Spagna i negozi chiudono dalle 13 alle 17
            ... sono abitudini del paese . Al Cairo e a
            Tunisi i negozi fanno i nostri stessi
            identici orari e sono chiusi di Domenica e
            non di Venerdi' . Sempre esempi di Capitali di stati che sono stati soggetti a dominio inglese e francese. Vai in altri posti e beccati la chiusura oraria per le 4 preghiere giornaliere senza dire ne A ne B. A me non cr
          • Anonimo scrive:
            Re: Preservare dal vizio - scusate l'intromissione
            Ho un amico che lavora nel campo petrolifero ed è stato per diverso tempo negli Emirati Arabi Uniti per lavoro.Sto stato è uno dei più "occidentilizzati".Uno dei primi giorni stava girando per la città con un collega arabo.Il collega per prima cosa gli dice di rimettersi il crocifisso dentro la camicia (pendeva fuori) che se lo vedeva così qualcuno gli avrebbe causato un pò di "rogne".Per la cronaca questo mio amico diceva che non trovava alcolici neanche a pagarli a peso d'oro.
  • Anonimo scrive:
    chi li appoggia ?
    quelli non hanno che capre. non tieni in piedi una dittatura del genere senza appoggi esterni.
    • Anonimo scrive:
      Re: chi li appoggia ?
      Gli Stati Uniti avevano incominciato ad appoggiare,organizzare, ed addestrare sin daiprimi anni 80 gruppi di guerriglieri in funzioneanti sovietica.Probabilmente non li hanno foraggiati direttamente, ma quelli problemi di soldi nonne hanno mai avuti (con tutti gli sceicchi disposti a pagare per la causa dell'islam).Sta di fatto che ancora in anni recenti alcune ditte statunitensi hanno costruito una rete di cellulari per i talebani.Questo punto e' interessante: la tecnologia avanzata e' Satana, ma loro la possono usare.Ora come ora gli Stati Uniti probabilmente non aiutano piu' direttamente il regime perche'sarebbe troppo: il principale partner dei talebanie' probabilmente il Pakistan (il quale e' a suavolta aiutato dalla Cina in funzione anti indiana).Insomma e' risiko da far girare la testa: quello che resta e' una popolazione allo stremo in cuile donne sono ridotte al rango di animali.Come donna e come persona mi sento nauseata e depressa perche' non vedo spiragli.Elena
      • Anonimo scrive:
        Re: chi li appoggia ?

        Probabilmente non li hanno foraggiati
        direttamente, ma quelli problemi di soldi
        non
        ne hanno mai avuti (con tutti gli sceicchi
        disposti a pagare per la causa dell'islam).Vorrei aggiungere che in afganistan la principale risorsa è la Droga. Milioni di ettari coltivati a papaveri da oppio.E penso che tutta quella roba non sia ad uso e consumo interno.Ricordiamoci che la droga è lo strumento più usati per avere i fondi per le armi e mantenere una dittatura.Nessuno stato civile commercia alla luce del sole con un regime dittatoriale.Pensiamo al Venezuela, o all'Equador.
      • Anonimo scrive:
        Re: chi li appoggia ?
        - Scritto da: Elena
        Gli Stati Uniti avevano incominciato ad
        appoggiare,organizzare, ed addestrare sin
        dai
        primi anni 80 gruppi di guerriglieri in
        funzione
        anti sovietica.

        Probabilmente non li hanno foraggiati
        direttamente, ma quelli problemi di soldi
        non
        ne hanno mai avuti (con tutti gli sceicchi
        disposti a pagare per la causa dell'islam).

        Sta di fatto che ancora in anni recenti
        alcune ditte statunitensi hanno costruito
        una rete di cellulari per i talebani.
        Questo punto e' interessante: la tecnologia
        avanzata e' Satana, ma loro la possono
        usare.

        Ora come ora gli Stati Uniti probabilmente
        non aiutano piu' direttamente il regimemi risulta che sia appoggiato anche se non apertamente dagli states in funzione antiiraniana..
        perche'
        sarebbe troppo: il principale partner dei
        talebani
        e' probabilmente il Pakistan (il quale e' a
        sua
        volta aiutato dalla Cina in funzione anti
        indiana).

        Insomma e' risiko da far girare la testa:
        quello che resta e' una popolazione allo
        stremo in cui
        le donne sono ridotte al rango di animali.

        Come donna e come persona mi sento nauseata
        e
        depressa perche' non vedo spiragli.io come uomo...mi chiedo che cazzo di uomini sonose per sentirsi tali devono schiavizzare le donne

        Elena
    • Anonimo scrive:
      Re: chi li appoggia ?
      Berlusconi.
  • Anonimo scrive:
    Nuclear launch detected...
    biiiiiiiiiiiiiipBOOOOOOOOOOM ps: era una battuta, non lo penso realmente. Solo che questi Caprai sottosviluppati mi stanno proprio sulle balle.
    • Anonimo scrive:
      Re: Nuclear launch detected...
      - Scritto da: Protoss
      biiiiiiiiiiiiiip

      BOOOOOOOOOOM



      Appoggio, vaporizziamoli.




























      ps: era una battuta, non lo penso realmente.
      Solo che questi Caprai sottosviluppati mi
      stanno proprio sulle balle.
      • Anonimo scrive:
        Re: Nuclear launch detected...
        Guarda, è veramente un peccato che gli americani non hanno interessi a farlo, perche' davvero.. una bella "lezione militare" li.. ci starebbe proprio bene.. Povera popolazione..
        • Anonimo scrive:
          Re: Nuclear launch detected...

          Povera popolazione..Vero, povera popolazione oppressa da un regime religioso del cazzo.Sono morti di fame, non hanno ancora capito il principio dell'aratro e guai a chi gli vuol far capire che la luna non e' sorretta dalle tartarughe.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuclear launch detected...
            Il tutto grazie agli americani,non dimentichiamolo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuclear launch detected...

            Il tutto grazie agli americani,non
            dimentichiamolo.Se non erano gli Americani a dargli gli M16 erano i russi o i cinesi a dargli i Kalashnikov.Se nessuno gli dava armi andavano avanti a sassate e machete.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuclear launch detected...
            Cmq sono d'accordo.Dove c'e' gioco sporco spunta sempre la bandiera a stelle e strisce.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuclear launch detected...
            - Scritto da: Protoss
            Cmq sono d'accordo.

            Dove c'e' gioco sporco spunta sempre la
            bandiera a stelle e strisce.Si perche' la droga chi pensi che gliela compri? Stai tranquillo che c'e' una bella fetta di bandiera tricolore li in mezzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuclear launch detected...
            - Scritto da: Protoss
            Sono morti di fame, non hanno ancora capito
            il principio dell'aratro e guai a chi gli
            vuol far capire che la luna non e' sorretta
            dalle tartarughe.La Luna E' sorretta dalle Tartarughe.Te lo dice una tartaruga.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuclear launch detected...
            E le tartarughe su cosa appoggiano?
      • Anonimo scrive:
        Re: Nuclear launch detected...
        Ancora con questa storia?!?Ma lo volete lasciar stare?Se nessun talebano sente il diritto o il dovere di cambiare le cose,forse gli staranno bene così,no?Perkè ci dobbiamo sempre ergere a giudici di tutto il mondo?Ci siamo arrivati noi,da soli,con le nostre forze a questo punto.Ci arriveranno pure loro,se ne sontono il bisogno.Non ci mettiamo a distribuire cdrom e hard disk ad un popolo che chiede pane,per favore...Faggiano
        • Anonimo scrive:
          Re: Nuclear launch detected...

          Ancora con questa storia?!?Ma lo volete
          lasciar stare?Se nessun talebano sente il
          diritto o il dovere di cambiare le
          cose,forse gli staranno bene così,no?Ma sei fuori di testa o cosa?Capisci di cosa stiamo parlando o cosa? Taleban = integralismo, violenza, oppressione delle donne, distruzione, intolleranza.
          Perkè
          ci dobbiamo sempre ergere a giudici di tutto
          il mondo?Non essere ingenuo. Te li do' io qualche motivi.Solo perche' hanno distrutto delle opere d'arte importantissime perche' rappresentavano una divinita'? Solo perche ' trattano le donne da bestie? Solo perche' chi osa dire qualcosa contro le loro idee viene ammazzato? Solo perche' sono fonte di oppressione, e per il loro paese non fanno un ca%%0, vanno in giro con i mitra e basta?
          Non ci mettiamo a distribuire cdrom e hard
          disk ad un popolo che chiede pane,per
          favore...Un popolo che chiede il pane? Sicuramente il popolo chiede il pane, le donne di essere trattate meglio (anzi lo pensano ma non lo dicono se no vengono frustate), gli studenti di poter usufruire di un'informazione non censurata.Ma i Taleban no, questo non lo permettono. L'unica cosa che sanno fare e' frenare TUTTE le idee che non sono testualmente riportate nel Corano, con la violenza e le armi.Capisci? L'individuo non ha il diritto di poter liberamente scegliere tra il bene e il male: i Taleban decidono per tutti. Chi e' contro viene messo al muro o frustato o mutilato o lapidato.Prima di fare tanto lo scandalizzato vedi di informarti. Forse non sai chi sono i Taleban.
  • Anonimo scrive:
    ? --
    Quando si dice uno stato evoluto...
    • Anonimo scrive:
      Re: ?
      concordo.Non è possibile che nel 2001 possano succedere ancora cose di questo genere.E' paradossale
      • Anonimo scrive:
        Re: ?
        - Scritto da: antialiasing
        concordo.
        Non è possibile che nel 2001 possano
        succedere ancora cose di questo genere.
        E' paradossaleNel 2001 succede anche che vengano oscurati i telefonini durante una manifestazione.....Noi non siamo poi molto distanti come pensiamo.....La repressione inizia sempre con il controllo sull'informazione
        • Anonimo scrive:
          Re: ?

          Nel 2001 succede anche che vengano oscurati
          i telefonini durante una manifestazione.....Ti riferisci per caso al G8 di Genova???
          • Anonimo scrive:
            Re: ?
            - Scritto da: CiccioCiccio

            Nel 2001 succede anche che vengano
            oscurati

            i telefonini durante una
            manifestazione.....

            Ti riferisci per caso al G8 di Genova???SI
    • Anonimo scrive:
      Re: ?
      - Scritto da: Anonymous
      Quando si dice uno stato evoluto...evoluto de cheee ??Si parla dell'Afghanistan, e non di Stati evoluti: bestia!questi Talebani sono, credo, i peggiori integralisti che il mondo contemporaneo possa conoscere.
      • Anonimo scrive:
        RE: Re: ?
        Aò, e ti moderi ?Anonymous era ironico, BESTIA !PS: anche il "BESTIA" era ironico, non prendertela :P
        • Anonimo scrive:
          Re: RE: Re: ?
          - Scritto da: Antonio Kokoko
          Aò, e ti moderi ?
          Anonymous era ironico, BESTIA !
          PS: anche il "BESTIA" era ironico, non
          prendertela :Pma anche io mio "bestia" era ironico: e a manetta!AHahahah! :-))pero' devo ammettere che non avevo coltopero' purtroppo scrivendo non si puo' percepire lo stato d'animo altrui..vorrei segnalare l'ultima frase di questo articolo, che ho appena letto suhttp://it.news.yahoo.com/010826/58/16eat.html___________________________________________ISLAMABAD (reuters) Il capo supremo dei Talebani, il mullah Mohammed Omar, ha emesso ieri un decreto che riafferma il divieto all'utilizzo di Internet in Afghanistan.Il decreto, letto alla radio del regime islamico, precisa che la sola connessione autorizzata sarà quella nell'ufficio dello stesso mullah, e che sul web potrà navigare soltanto un "uomo di fudicia". I gabinetti ministeriali che vorranno consultare Internet dovranno indirizzare una richiesta scritta all'ufficio del capo supremo."L'ufficio delle comunicazioni ha ricevuto l'ordine di trovare mezzi per garantire che l'utilizzazione di Internet sia resa impossibile", precisa il decreto. "Il ministero per la Promozione della Virtù e la Prevenzione del Vizio (cioè la polizia religiosa, ndr) ha l'ordine di far applicare il decreto e punire chi vi contravvenga".Nel luglio scorso, i Talebani avevano già vietato l'uso di Internet allo scopo di impedire l'accesso a tutti i contenuti "volgari, immorali e anti-islamici".************************************************Il numero di possibili internauti afghani è sconosciuto, visto anche che le infrastrutture del paese sono in rovina dopo almeno vent'anni di guerra. La maggior parte del Paese è priva di energia elettrica, e le rare connessioni passano attraverso le linee telefoniche e fornitori di accesso residenti nel vicino Pakistan. ************************************************---
          Ergo: ma c'era davvero bisogno di questo decreto del mullah ?? :(Mi par di capire che gli afghani (la gente comune) siano messi mooooolto peggio di molti altri disgraziati della Terra: quando mai potranno pensare all'Internet, quando non hanno la casa, il cibo, il lavoro, ecc ??mah..
          • Anonimo scrive:
            Re: RE: Re: ?

            ---
            Ergo: ma c'era davvero bisogno di
            questo decreto del mullah ?? :(
            Mi par di capire che gli afghani (la gente
            comune) siano messi mooooolto peggio di
            molti altri disgraziati della Terra: quando
            mai potranno pensare all'Internet, quando
            non hanno la casa, il cibo, il lavoro, ecc
            ??
            mah..Il fatto che non hanno cibo, acqua, ecc... ecc... soprattutto grazie a questa dittatura. La religione, come al solito, serve solo a tenere buona la popolazione.Internet, nonostante comunque sarebbe stato poco diffuso, avrebbe portato possibili contenuti, ma soprattutto, sarebbe diventato un pericolosissimo mezzo di comunicazione per gli eventuali gruppi sovversivi.Lo scopo, come detto, non è certo vietare i contenuti anti-islam......questa è solo una scusa come un'altra per imbavagliare la popolazione.....
          • Anonimo scrive:
            Re: RE: Re: ?
            - Scritto da: l

            ---
            Ergo: ma c'era davvero bisogno di

            questo decreto del mullah ?? :(
            ... ma soprattutto, sarebbe diventato
            un pericolosissimo mezzo di comunicazione
            per gli eventuali gruppi sovversivi.
            Lo scopo, come detto, non è certo vietare i
            contenuti anti-islam......
            questa è solo una scusa come un'altra per
            imbavagliare la popolazione.....questo, purtroppo, e' fin troppo chiaro.Io mi riferivo alla popolazione "normale": quello "Stato" e' in guerra da 20 anni e continuo a non capire che cosa se ne farebbero della Rete i suoi malridotti abitanti, quando non c'e' (per la maggior parte del territorio e delle persone)elettricita', occupazione, medicine, cibo, acqua, case, ecc ... :-(
    • Anonimo scrive:
      Re: ?
      Mi spiace solo per la popolazione che deve stare soggiogata da un regime che probabilmente non hanno scelto... ma questo è ciò a cui porta il fanatismo religioso. Vedere medioevo...
    • Anonimo scrive:
      Re: ?
      ....Tutta colpa delle religioni.Ringraziamo Galileo, Copernico, Giordano Brunoe tutti gli altri scienziati e pensatoriarrostiti nei roghi inquisitori e marcitiin galera se adesso siamo (quasi) liberi dipensare e di "navigare"...
      • Anonimo scrive:
        Re: ?
        Questo e' il punto. Credo che tutti le nazioni passino verso delle fasi storiche. L'Afganistan sta vivendo lo stesso periodo che i nostri antenati si sono sorbiti qualche secolo fa. Ad ogni modo dovrebbe far riflettere che al giorno d'oggi ci sono partiti non laici che di tanto intanto propongono qualche legge estremista (vedi aborto, cellule staminali, fecondazione assistita eterologa, anticoncezionali etc...).Personalmente vedo bene la religione in chiesa, molto meno quando sconfina nella politica.Chi ci dice che le molte scuse fatte dal nostro pontefice ai grandi scienziati del passato non siano dovute ad una societa' che e' in grado di dire che la chiesa dice cavolate e falsita' senza essere arrostita viva?P.S.Anche al religone cattolica non si mostra tenerissima con le donne, visto che non possono celebrare messa e non possono fare carriera in ambito ecclesiastico. Piano piano anche questi ostacoli verranno superati, ma ancora ne dovra' passare di acqua sotto i ponti.VIVA LA BRECCIA DI PORTA PIA!!!!!!!!!- Scritto da: stoka
        ....Tutta colpa delle religioni.
        Ringraziamo Galileo, Copernico, Giordano
        Bruno
        e tutti gli altri scienziati e pensatori
        arrostiti nei roghi inquisitori e marciti
        in galera se adesso siamo (quasi) liberi di
        pensare e di "navigare"...
      • Anonimo scrive:
        Re: ?
        - Scritto da: stoka
        ....Tutta colpa delle religioni.
        Ringraziamo Galileo, Copernico, Giordano
        Bruno
        e tutti gli altri scienziati e pensatori
        arrostiti nei roghi inquisitori e marciti
        in galera se adesso siamo (quasi) liberi di
        pensare e di "navigare"...Quel "(quasi) liberi" mi piace molto :)
Chiudi i commenti