Il GPS civetta controlla il backup

Nastri con dati sensibili che spariscono? Camion che perdono la bussola nel tragitto tra data center e archivio? Non c'è problema, ci pensa Fujifilm

Roma – Non ci sono solo i laptop perduti . Un certo numero di dati, più o meno sensibili, sparisce anche quando i nastri contenenti il backup delle aziende si perdono sul percorso che unisce il luogo dove sono stati riempiti e quello in cui dovranno essere conservati. Come fare per tenerli sotto controllo?

Ci ha pensato Fujifilm, che ha sviluppato un sistema di tracciamento GPS per i suoi nastri: mediante un apparecchio nascosto in un package identico a quello di un dispositivo di archiviazione vero e proprio, il carico di dati può essere tenuto sotto controllo durante lo spostamento, verificando che il mezzo di trasporto non effettui deviazioni pericolose ed eventualmente permettendo di rintracciare i carichi sottratti.

Con 150 dollari al mese, gli admin più apprensivi potranno tenere sotto controllo i loro preziosi nastri via web : in una semplice interfaccia si potrà osservare lo spostamento dei camion, oppure fissare dei limiti al percorso da seguire, violati i quali si verrà informati immediatamente del potenziale problema.

Fujifilm Tape Tracker , così si chiama il nuovo programma, è il risultato della collaborazione tra Fujifilm e Supply Chain Integrity ( SCI ): oltre al tracciamento via satellite, il sistema consente anche la verifica della cosiddetta “catena di custodia”, volta a garantire l’integrità dei dati anche in sede legale.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • kkX scrive:
    Terms of Windows Live Messenge
    Una boiata del genere (Peggiore anche secondo me) c'è anche nei terms di Windows Live Messenger, dicendo più o meno che tutto ciò che viene scritto con/attraverso il loro software diventa automaticamente di loro proprietà.Se per assurdo io stessi scrivendo un libro e vorrei far leggere una piccola parte ad un amico scrivendogliela su WLM io alla pubblicazione violerei il mio copyright che però è diventato di un altro perchè io l'ho scritto bla bla bla...-.-
  • ugo ugo scrive:
    L'età per i contratti non è 18 anni!!!
    Se non ricordo male ciò che ho studiato di diritto privato alle superiori anche i minorenni possono tranquillamente stringere contratti.Ad esempio un minore può acquistare nei negozi e la compravendita è un contratto a tutti gli effetti.Quindi alla signora bottà consiglio, oltre che di farsi crescere i capelli, anche di ripassare un po' di diritto privato.
  • Anonimo scrive:
    Una domanda
    Come fa Google a verificare l'età legale dei suoi utenti?
    • gerry scrive:
      Re: Una domanda
      - Scritto da: Anonimo
      Come fa Google a verificare l'età legale dei suoi
      utenti?Non la verifica.
      • Bic Indolor scrive:
        Re: Una domanda
        - Scritto da: gerry
        - Scritto da: Anonimo

        Come fa Google a verificare l'età legale dei
        suoi

        utenti?

        Non la verifica.Se clicchi su I agree dichiari di avere i requisiti richiesti. Se non è vero sei tu ad aver fatto dichiarazione mendace.
        • Anonimo scrive:
          Re: Una domanda
          - Scritto da: Bic Indolor
          - Scritto da: gerry

          - Scritto da: Anonimo


          Come fa Google a verificare l'età legale dei

          suoi


          utenti?



          Non la verifica.

          Se clicchi su I agree dichiari di avere i
          requisiti richiesti. Se non è vero sei tu ad aver
          fatto dichiarazione
          mendace.Un po' come quei siti che ti chiedono di essere maggiorenne per poter entrare, nessuno controlla effettivamente l'età, è soltanto un modo per far ricadere la responsabilità sull'utente.
    • Number 6 scrive:
      Re: Una domanda
      - Scritto da: Anonimo
      Come fa Google a verificare l'età legale dei suoi
      utenti?Cerca il nome su Google, no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Una domanda
        - Scritto da: Number 6
        - Scritto da: Anonimo

        Come fa Google a verificare l'età legale dei
        suoi

        utenti?

        Cerca il nome su Google, no?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • MircoM scrive:
    abitudine
    siamo abituati ad acquistare software chiuso e non ispezionabile, venduto così com'è, senza nessuna garanzia. nemmeno quella di essere utili a qualcosa o di servire ad un qualche scopo (!!).quindi, di cosa stiamo a lamentarci?
  • pinco pallino qualunque scrive:
    Persone giuridiche? Non credo proprio.
    Una persona giuridica può essere una azienda ma non una singola persona fisicahttp://it.wikipedia.org/wiki/Persona_giuridicaNell'articolo si avrebbe dovuto dire che è necessaria l'acquisizione di "capacità giuridica".
    • fra martino scrive:
      Re: Persone giuridiche? Non credo proprio.
      sei una persona fisica maggiorenne? si? allora hai capacità giuridica. semmai viene concessa anche alle aziende, associazioni (non persone fisiche)
  • kattle87 scrive:
    beh richieste da nulla
    "il diritto mondiale, non esclusivo, perpetuo, irrevocabile, privo di royalty e trasferibile a terzi, di distribuire, trarre profitto o altre tipi di remunerazioni, riprodurre, modificare, adattare, pubblicare, tradurre, eseguire e esporre in pubblico" il contenuto prodotto dagli utenti.Poi cosa, patto di sangue?Eh sì che s'era indovinato allora!http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2236764&m=2237322#p2237322
    • MircoM scrive:
      Re: beh richieste da nulla
      cazzarola, irrevocabile!scientology si limitava ad un milione di anni, ma ad Adobe non bastano :)
  • Overture scrive:
    Gli utenti se ne fregano dell'eula
    Prima di tutto sono in 4 che la leggono (compreso chi l'ha scritta) e secondo pongono condizioni talmente esagerate che a confronto i contratti capestro sono perfettamente accettabili. E' palese che se adobe portasse qualcuno davanti ad un giudice perchè non vuole cedere i diritti d'uso delle foto delle proprie vacanze, finirebbe per prendersi tanti di quei calci in culo che neppure un miracolo del fotoritocco le potrebbe rifare il lifting.
    • .... scrive:
      Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula
      Basterebbe scagliarsi contro Adobe e Google con la stessa rabbia con cui ci si scaglia contro Microsoft...- Scritto da: Overture
      Prima di tutto sono in 4 che la leggono (compreso
      chi l'ha scritta) e secondo pongono condizioni
      talmente esagerate che a confronto i contratti
      capestro sono perfettamente accettabili. E'
      palese che se adobe portasse qualcuno davanti ad
      un giudice perchè non vuole cedere i diritti
      d'uso delle foto delle proprie vacanze, finirebbe
      per prendersi tanti di quei calci in culo che
      neppure un miracolo del fotoritocco le potrebbe
      rifare il
      lifting.
      • CCC scrive:
        Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula
        - Scritto da: ....
        Basterebbe scagliarsi contro Adobe e Google con
        la stessa rabbia con cui ci si scaglia contro
        Microsoft...non so se basterebbe...io comunque sono tra quelli che lo fanno :-)
      • Overture scrive:
        Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula
        Se ci fosse testa ed organizzazione per fare quello allora ci sarebbero testa ed organizzazione per creare os open source veramente super (mentre invece di super deve esserci sempre l'utente che ieri oggi e domani non dovrà mai staccarsi dal terminale)
    • cippa scrive:
      Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula

      Prima di tutto sono in 4 che la leggono (compreso
      chi l'ha scritta) e secondo pongono condizioni
      talmente esagerate che a confronto i contratti
      capestro sono perfettamente accettabili. 1. EULA è un contratto2. la legge non ammette ignoranza3. se vuoi usare quel software e accetti un contratto senza leggerlo, peggio per te; poi non lamentarti4. con la GNU GPL o le CreativeCommons questi problemi non ci sono, chissà perché!
      • pippo scrive:
        Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula


        Prima di tutto sono in 4 che la leggono
        (compreso

        chi l'ha scritta) e secondo pongono condizioni

        talmente esagerate che a confronto i contratti

        capestro sono perfettamente accettabili.

        1. EULA è un contratto
        2. la legge non ammette ignoranza

        3. se vuoi usare quel software e accetti un
        contratto senza leggerlo, peggio per te; poi non
        lamentarti
        4. con la GNU GPL o le CreativeCommons questi
        problemi non ci sono, chissà
        perché!Il punto 2 di origine fascista è stato tolto dall'ordinamento italiano. :DIl punto 3 saper leggere per fortuna no. ;)
      • Daniele scrive:
        Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula

        1. EULA è un contratto
        2. la legge non ammette ignoranza

        3. se vuoi usare quel software e accetti un
        contratto senza leggerlo, peggio per te; poi non
        lamentartiahah x'D eh maffigurati! La legge non ammette ignoranza ma neanche contratti vessatori!Se Google o Adobe scrivevano nell'EULA che in cambio dei loro servigi erano autorizzati a possedere tua sorella o in mancanza tua cugina... il contratto non sarebbe stato comunque valido.Come non e' valido quello di ADOBE in quanto non puo' provare che l'utente che uploada un contenuto sul suo fotosciopespress sia effettivamente il possessore dei diritti di quel contenuto e quindi non puo' pretendere quello che ha scritto nell'eula xD( per farti un esempio facile, se io ci uploado tutto il calendario della canalis scannerizzato adobe non puo' pretendere di farci quel che vuole solo perche' l'ho uppato io xD )
        • Sgabbio scrive:
          Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula
          ottimo esempio, però nelle propietà delle immagini, viene scritto con che programma è stato fatto, una cosa comunque facilmente editabile.
      • Overture scrive:
        Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula
        contratto è una parola grossa.Un contratto è tale quando c'è una firma manuale fatta da un individuo che è sicuramente in età ed in condizioni psicologiche di poter firmare.L'Eula così come i "contratti telefonici" è un qualcosa che se trovano l'avvocato buono, finiscono direttamente nel cassonetto dal quale sono usciti.
    • fra martino scrive:
      Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula
      se ne fregano? e fanno male. molto male. solo per il fatto che non c'è il pierino di turno, detentore dei diritti espressi dalla eula e lì pronto a bacchettare sistematicamente ad ogni violazione l'utente (superficialotto) che se ne frega della sua eula, non esime che l'utente distratto non possa subire pesanti conseguenze.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula
        a parte che tale cosa non sarebbe valida a priori comunque, perchè ti chiedono di possedere i diritti su cose fatte da te solo perchè usi quel programma. E un pò come se fai una base musicale con il music maker e ma Magix dice di avere i diritti della tua opera solo perchè l'hai realizato con il loro software.
        • Epimenide scrive:
          Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula
          io non sono un esperto in materia ma a quanto mi risulta la legge (perlomeno l'ordinamento europeo) fa differenza tra l'autore ed il detentore dei diritti; l'autore detiene la paternità dell'opera nonostante tutto ed in qualunque caso ma i diritti (ovvero i profitti che si possono ricavare da tali opere) possono essere venduti acquistati ceduti a terzi.a quato capisco io adobe propone l'uso del suo photoscioppe in cambio della cessione dei diritti. ovvero il senso immagino sia quello di definire che non puoi usar adobe photoscioppe online per editare una logo che poi venderai a soldoni perchè fai il grafico.attendo conferme/smentite
          • Overture scrive:
            Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula


            ovvero il senso immagino sia quello di definire
            che non puoi usar adobe photoscioppe online per
            editare una logo che poi venderai a soldoni
            perchè fai il
            grafico.

            attendo conferme/smentiteCapisco che l'italiano non è la lingua mondiale e che l'inglese è spesso soggetto ad interpretazioni per le quali servono sempre delle frasi di contorno ma in questo caso (almeno) non ci vuole molto a scrivere chiaro e tondo quello che uno può o non può fare a livello commerciale con il software utilizzato.
    • il signor rossi scrive:
      Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula
      - Scritto da: Overture
      Prima di tutto sono in 4 che la leggono (compreso
      chi l'ha scritta) e secondo pongono condizioni
      talmente esagerate che a confronto i contratti
      capestro sono perfettamente accettabili. E'
      palese che se adobe portasse qualcuno davanti ad
      un giudice perchè non vuole cedere i diritti
      d'uso delle foto delle proprie vacanze, finirebbe
      per prendersi tanti di quei calci in culo [...]Ma che dici???Quello è un contratto e non è assolutamente capestro.Per prima cosa, sarebbe l'utente a dover portare Adobe in tribunale. L'utente infatti non deve cedere nessun diritto: li ha già ceduti nel momento in cui usa il servizio.Per cui Adobe, se vede una foto che gli interessa, la prende e la usa come gli pare.A questo punto, voglio proprio vederlo l'utente che trascina Adobe davanti a un giudice e le dà tanti calci in culo...
      • Overture scrive:
        Re: Gli utenti se ne fregano dell'eula

        A questo punto, voglio proprio vederlo l'utente
        che trascina Adobe davanti a un giudice e le dà
        tanti calci in
        culo...La legge dice una cosa poi come va a finire con quegli avvoltoi degli avvocati è tutto un altro discorso
Chiudi i commenti