Il netstrike affonda il sito di Urbani

Beniculturali.it è rimasto irraggiungibile a lungo, ben oltre i tempi previsti dagli organizzatori dell'evento, che però parlano di successone. Il commento di Massimo Mantellini


Roma – C’è soddisfazione tra gli organizzatori del netstrike che come noto ha avuto luogo ieri, fornendo visibilità agli utenti internet che si sono opposti al varo della Legge Urbani sull’uso di Internet.

La manifestazione elettronica che ha portato molti a collegarsi al sito del ministero dei Beni culturali, www.beniculturali.it , ha senz’altro sortito gli effetti sperati dai promotori, in quanto già nel primo pomeriggio il web del dicastero di Giuliano Urbani è stato preso d’assalto da una molteplicità contestuale di accessi che ha impegnato duramente i server, fino a rendere nei fatti irraggiungibili quelle pagine.

In realtà, l’accessibilità del sito risulta compromessa anche mentre scriviamo, e sono ormai passate ore dalla conclusione della manifestazione, segno probabile che lo strike, che ripete quanto già avvenuto nei giorni scorsi , viva ormai di una “vita propria” che sfugge al controllo degli organizzatori. Che, comunque, non danno segno di preoccuparsene, anzi. “Dalle 14,30 – si legge in una nota diffusa dai promotori dei Comitati Bo.Bi – non solo le pagine web del Ministro Urbani, ma anche i siti senato.it, governo.it e siae.it sono stati resi irraggiungibili”.

Gianfranco Mascia dei Comitati Bo.Bi, e candidato nelle liste DiPietro-Occhetto alle europee, nella nota ha anche rivendicato la legittimità del netstrike come forma di protesta: “il sottoscritto, con l’archiviazione delle indagini a suo carico per il Netsrike promosso nel 2002 contro il Ministro Castelli, ha dimostrato, esponendosi in prima persona, che l’iniziativa è perfettamente legale”. Secondo Mascia sarebbero stati addirittura un milione i partecipanti allo strike.

I promotori di quello che hanno definito girotondo telematico hanno anche dichiarato di sostenere l’iniziativa di Attac Italia che vuole inscenare per il 2 giugno, il giorno della Festa della Repubblica, una Festa elettronica della Repubblica , “intasando di email nell’intera giornata l’indirizzo della Presidenza del Consiglio”.

Il Comitato Bo.Bi ha comunque avvertito che il 7 giugno, se non cambierà la Legge Urbani, è in programma un altro netstrike , questa volta esteso ufficialmente ai siti che gli utenti ieri hanno preso comunque di mira, vale a dire, oltre a beniculturali.it, anche siae.it, governo.it, parlamento.it, senato.it e camera.it”.


Roma – In questo momento, è lunedì pomeriggio, sto provando ad accedere a www.beniculturali.it, il sito web del ministero diretto da Giuliano Urbani, annunciato bersaglio delle proteste degli utenti Internet. Il sito è down, come era facilmente prevedibile. Qualcuno domani dirà che una battaglia è stata vinta, che di un gesto simbolico ma significativo si è trattato, che in questa maniera i diritti dei navigatori vessati dal decreto che porta il nome del Ministro saranno fin da ora tenuti in maggior conto. Perdonatemi, ma secondo me si tratta – posso dirlo? – di sonore cretinate.

I netstrike sono cortei telematici sulla cui utilità si potrebbe discorrere a lungo. Talvolta hanno avuto in passato il merito di rendere note istanze importanti e poco note, nella stragrande maggioranza dei casi fanno invece parte di un retorica politica mutuata dal mondo reale con la quale hanno pero’ lontanissima quando non nulla parentela.

Non solo attaccare a colpi di reload un sito web (in genere siti web istituzionali che nessuno visita, dalle risorse di banda limitate che cadono immediatamente con un colpo di venticello estivo) è una pratica che puo’ essere facilmente automatizzata svuotandola così di qualsiasi significato di “mobilitazione di massa” (si veda al riguardo i giochetti a colpi di frame in questo sito di Gianfranco Mascia) ma si tratta anche di una scelta mediatica di contrapposizione forte sul cui utilizzo, su problematiche serie ed importanti per la libertà di tutti come il decreto Urbani, ci si dovrebbe interrogare un po’ di più.

Gli effetti mediatici degli attacchi ai siti web avvenuti in giorni scorsi sempre per protestare contro il decreto Urbani sono stati del tutto controproducenti. I giornalisti dei grandi media – si sa – trattano l’argomento con i dovuti preconcetti e nelle descrizioni apparse sui giornali rendere inservibile per qualche minuto un sito web che nessuno visita come www.siae.it viene rappresentato come un vero e proprio atto vandalico, i suoi anonimi autori sono dipinti come manifestanti dal volto coperto e dagli intenti poco chiari. Con i tempi che corrono non si tratta certamente di una buona pubblicità a meno che non si intenda legittimare ulteriormente il sillogismo utente internet = pirata.

Così sulla grande parte della opinione pubblica, quella per capirci che non legge questo commento o che usa Internet in maniera saltuaria (e sto parlando della maggioranza degli utenti Internet italiani) le manifestazioni di questi giorni hanno avuto come effetto principale proprio quello desiderato da chi la legge Urbani ha sostenuto ed ispirato.

L’effetto intimidatorio del decreto è ben espresso dai diagrammi del Mix che indicano come il traffico Internet italiano, dal momento in cui la legge sulla penalizzazione del P2P è balzata alla ribalta delle cronache, abbia subito un brusco calo. In questo contesto i netstrike non solo non aiutano la causa ma mettono in crisi un apparato informativo che ha difficoltà oggettive a comprendere simili eventi informatici.

Se tutto questo non bastasse esiste anche una perplessità di merito che riguarda simili iniziative. Gli utenti Internet italiani non sono riusciti negli anni a unirsi attorno a nessun progetto che avesse una qualche valenza rappresentativa. Hanno mostrato chiaramente la loro assoluta allergia a qualsiasi aggregazione positiva in grado di fare valere i diritti di una minoranza che col passare del tempo è diventata una fetta consistente della popolazione. Oggi si propongono come interlocutori ad un legislatore che sforna cattive leggi a ripetizione che li riguardano esclusivamente attraverso il click ripetuto sul tasto reload del loro browser? Andiamo, non è una cosa seria. La politica delle reti si fa, se davvero la si vuole fare, altrove.

Massimo Mantellini
Manteblog

gli ultimi interventi di M.M.:
Contrappunti/ Le truppe cammellate
Contrappunti/ I vermi e le macchine
Contrappunti/ Una serata mp3 senza SIAE

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tecnomaya scrive:
    Re: ma gli americani non intervengono?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: MadiC




    Ma finiscila...


    Neppure in serbia c'era il petrolio,

    eppure la liberazione dal
    regime di

    Milosevic l'hanno fatta !!!!


    Come te lo spieghi ????

    mhmm...

    forse per la posizione strategica verso

    l'oriente???

    altrimenti come la spieghi l'invasione
    dei

    sovietici dopo i bombardamenti che
    batte sul

    tempo quella americana??

    ;)




    in iraq c'è il petrolio
    in grecia c'è la posizione strategica
    in yugoslavia c'è la posizione
    strategica (per farci cosa poi lo sapete
    solo voi... visto che se volevano una
    posizione strategica potevano
    tranquillamente stare in grecia)
    in africa ci sono i diamanti (peccato che
    siano in sudafrica e gli americani siano
    intervenuti in centro-africa)
    .... ai tempi della seconda guerra mondiale
    in italia c'era la pizza !!!

    siete ridicoli ... la piantate di dire che
    gli amercani quando si muovono lo fanno per
    un secondo fine?... è dimostrato
    dalla storia che molte volte hanno
    combattuto e liberato popoli, alla fine se
    ne sono andati lasciando che i popoli
    liberati si autogovernassero... a volte ci
    hanno messo un po di piu ad andarsene perche
    c'era bisogno di dare aiuti alla
    popolazione... mi meraviglio di voi
    comunisti ... gli americani in parecchie
    circostanze hanno liberato popoli interi
    dall'oppressione di un regime imperialista
    ... hanno aiutato i popoli nella rivoluzione
    ... sostenendo il popolo ... lo stesso
    popolo che voi avreste lasciato sotto il
    regime (e per fortuna che voi siete
    comunisti... quelli che aiutano il popolo)
    ... credendo di liberarlo con le bandiere
    della pace!!! provate ad andare in un paese
    sotto regime a sventolare la bandiera della
    pace... cosi vediamo cosa vi fanno!!! :) ...
    Viva Ernesto Cheguevara ... lui i popoli li
    liberava (era infatti un pacificatore e non
    un pacificta) ... ha combattuto a Cuba e poi
    è andato in Bolivia perche anche li
    c'era un regime imperialista (peccato che
    sia morto... peccato che ora si debba
    rivoltare nella tomba sentendovi parlare)...

    ... in merito al "regime" cinese ... vi
    informo che il cina non è l'iraq...
    li non ci sono solo miliziani con il
    kalashnikov ... hanno anche l'atomica ... e
    quindi la questione è un po diversa
    ... e poi... tanto per informarvi un
    minimo... la cina è Comunista...
    lamentatevi voi con i vostri compagni!!!
    Sveglia!
  • Anonimo scrive:
    Re: e noi ci lamentiamo di urbani..
    ma anche di meglio....
  • Anonimo scrive:
    Re: ma gli americani non intervengono?
    - Scritto da: Anonimo

    -
    ... e poi... tanto per informarvi un

    minimo... la cina è Comunista...

    lamentatevi voi con i vostri compagni!!!







    Dì un po' ma è "komunista"
    sempre o solo tra un investimento e l'altro
    sulle fabbrichette in cina dove il povero
    cinese la piglia in quel posto e non si
    lamenta?Perchè ? Non sono la stessa cosa ?
  • Anonimo scrive:
    Re: ma gli americani non intervengono?
    - ... e poi... tanto per informarvi un
    minimo... la cina è Comunista...
    lamentatevi voi con i vostri compagni!!!


    Dì un po' ma è "komunista" sempre o solo tra un investimento e l'altro sulle fabbrichette in cina dove il povero cinese la piglia in quel posto e non si lamenta?
  • DaanPanik scrive:
    il modello cinese dimostra...
    che un capitalismo senza libertà politiche può tranquillamente esistere e prosperare anzi ne è la migliore realizzazione;un capitalismo dove tutte le energie fisiche e intellettuali sono al servizio della produzione,del lavoro,del guadagno e del consumo,dove libertà è la parola che indica il modo circolare di esprimersi di un uomo in quel sistema (ancora lavora-consuma..)Ma vi ricordate tutte quelle panzane neoliberiste sulla libertà di mercato che avrebbe portato le libertà politiche??!!....evvai commercia con la cina..con i fatturati arriveranno anche le libertà politiche e i diritti umani si diceva.E con i commerci fluenti e le visite diplomatiche per stringere nuovi accordi commerciali qualche politico dei nostri "occidentali" avrà anche pensato che alla fine questa cina capitalista-comunista và quasi bene...e i cinesi,dal canto loro, potrebbero dire agli americani: Diritti umani?! liberta dei media?! libertà civili?!....patrioct act! anche noi cinesi patrioct act!! alla fine siamo quasi come voi!e di questo passo c'avranno anche ragione i cinesi!!!!!...mentre Berlusconi aggiungerà alle sue numerose tenute,oltre alla utile villa alle bermuda(uno dei migliori paradisi fiscali),una utilissima propietà in qualche provincia cinese "paese che rispetta la libertà di intrapresa e con una giusta imposizione fiscale"==================================Modificato dall'autore il 02/06/2004 3.03.38
  • Tecnomaya scrive:
    Globalizzazione
    Sarà inevitabile anche per loro, i poteri finanziari stanno sostituendo quelli politici e il consumismo è inevitabilmente emancipazione (non nel senso elevato del termine purtroppo)ve li immaginate 2 miliardi di cinesi in automobile?
    • Anonimo scrive:
      Re: Globalizzazione
      - Scritto da: Tecnomaya
      Sarà inevitabile anche per loro, i
      poteri finanziari stanno sostituendo quelli
      politici e il consumismo è
      inevitabilmente emancipazione (non nel senso
      elevato del termine purtroppo)
      ve li immaginate 2 miliardi di cinesi in
      automobile?1 miliardo davanti e 1 miliardo di dietro? :D (troll)
      • Tecnomaya scrive:
        Re: Globalizzazione
        - Scritto da: Akaal
        1 miliardo davanti e 1 miliardo di dietro?
        :D (troll)Dove ho trollato sul numero?
  • Anonimo scrive:
    Re: LA STORIA DA UNA CAMPANA SOLA
    - Scritto da: Anonimo
    per la seconda guerra mondiale

    www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=Ne

    BWAAHAHAHAHAAHAHAAHAHAAHHH!!!! :D:D:D:DChe autorevolezza la fonte di qusta notizia!!!comedonchisciotte.net è veramente superpartes!!Hasta el ridiculo! Siempre!
  • Anonimo scrive:
    cina=dittatura però...
    tentano di difendersi da attacchi mediatici REALI degli usa.ecco un articolo di risiko :http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=530
    • Alessandrox scrive:
      Re: cina=dittatura però...
      - Scritto da: Anonimo
      tentano di difendersi da attacchi mediatici
      REALI degli usa.
      ecco un articolo di risiko :

      www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=NeAMEN
    • Tecnomaya scrive:
      Re: cina=dittatura però...
      - Scritto da: Anonimo
      tentano di difendersi da attacchi mediatici
      REALI degli usa.
      ecco un articolo di risiko :

      www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=NeImperialismo americano? sempre meglio di quello che c'è in Cina
      • Gunther scrive:
        Re: cina=dittatura però...
        Questa fonte mi pare un "tantinello" di parte:DComunque, che si parli di Cina (esempio scellerato di unioni fra capitalismo e comunismo), regime retto dalla fame e dallo sfruttamento economico di miseri schiavi (i Cinesi stessi) da gente che ha poco da invidiare ai mafiosi nostrani ( qualcuno ha detto l'Anno del Dragone?) o di USA (stessa cosa solo che li la gente la pagano un po di più e gli fanno credere di essere la patria della democrazia), c'è poca differenza.....Io penso che la Cina abbia una economia che soffre di gigantismo all'ultimo stadio. Ricordo un aneddoto che lessi in un articolo riguardante la Corea del Nord: esponenti delle migliori testate giornalistiche furono invitate ad un banchetto in loro onore dal dittatore coreano.Alla fine del pranzo gli fu offerta una grossa pera.Nel vederla, un giornalista disse al redattoredell'articolo: "Questo paese è come questa pera. E' cresciuta così tanto da sembrare che abbia una ghiandola malfunzionante".Inutile dire che fu cacciato dopo che la battuta fu capita dagli astanti coreani. Crado che la situazione in Cina sia simile, ma di solito che è ammalato di malattie del genere, muore un po prima di chi è normale....
  • Anonimo scrive:
    PIAZZA TIENAMMEN
    Ti ricordo davanti al carro armatoNon dimentico il tuo ardimentoLa tua voglia di libertàIl potere vanifica la morte ma io continuerò a crederti
  • Anonimo scrive:
    Vecchino aveva detto:
    "Dobbiamo prendere esempio dalla Cina per la lotta alla pirateria"Perche' non si trasferisce lui in Cina..e ci rimane?!Inoltre anche il presidente del consiglio aveva detto che "bisogna camminare al fianco della Cina"Direi che alla luce di questo proprio una bella caduta di stile...e qualcuno spieghi al tizio pelato che "abbiamo capito che vuole essere unico sovrano d'Italia...pero' non si deve dire che vuole far diventare l'italia come la cina...la gente non e' abbastanza rincoglionita ancora da Maria De Filippi...."
    • Tecnomaya scrive:
      Re: Vecchino aveva detto:
      - Scritto da: Anonimo
      Direi che alla luce di questo proprio una
      bella caduta di stile...e qualcuno spieghi
      al tizio pelato che "abbiamo capito che
      vuole essere unico sovrano d'Italia...pero'
      non si deve dire che vuole far diventare
      l'italia come la cina...la gente non e'
      abbastanza rincoglionita ancora da Maria De
      Filippi...."10 ore di lavoro al giorno x una ciotola di riso ed il tg4 alla sera ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: appunto ...
    - Scritto da: Anonimo
    c'è sempre di peggio Appunto per questo bisogna stare ben svegli per non finire passo dopo passo in una situazione cinese o iraniana ... Guarda che scherzi la storia, solo pochi anni fa si credeva che il marxismo fosse finito con il crollo del muro... ... oggi la Cina ed altri all'Onu fanno cacciare il partito radicale perche' ha parlato troppo ... ... oggi l'Unione Europea inserisce nel mandato di cattura europeo il "reato d'opinione", si esatto come la Svizzera, possono arrestarti per un libro, un articolo, un discorso in pubblico non gradito ... ... oggi l'Onu inserisce il reato di "diffamazione dell'Islam", e poco conta che i paesi Islamici siedano all'Onu con una falsa dichiarazione dei diritti in cui si stabilisce che solo il credente ha diritti (coranici pero') ... Come vedi mentre celebriamo la nostra liberta' ... la stiamo perdendo!
    • Tecnomaya scrive:
      Re: appunto ...
      - Scritto da: Anonimo

      Appunto per questo bisogna stare ben
      svegli per non finire passo dopo passo in
      una situazione cinese o iraniana ... Non puoi paragonare la nostra situazione con paese che non hanno mai conosciuto la democrazia

      Guarda che scherzi la storia, solo pochi
      anni fa si credeva che il marxismo fosse
      finito con il crollo del muro... infatti è finito anche prima del muro
      ... oggi la Cina ed altri all'Onu fanno
      cacciare il partito radicale perche' ha
      parlato troppo ...

      ... oggi l'Unione Europea inserisce nel
      mandato di cattura europeo il "reato
      d'opinione", si esatto come la Svizzera,
      possono arrestarti per un libro, un
      articolo, un discorso in pubblico non
      gradito ...

         ... oggi l'Onu inserisce
      il reato di "diffamazione dell'Islam", e
      poco conta che i paesi Islamici siedano
      all'Onu con una falsa dichiarazione dei
      diritti in cui si stabilisce che solo il
      credente ha diritti (coranici pero') ...

      Come vedi mentre celebriamo la nostra
      liberta' ... la stiamo perdendo! per il resto non so che dire, lo stai crivendo tu e non l'ho letto da nessun'altra parte, posso solo dirti riguardo l'islam; basta confondere la religione con la politica, o pensi che i crociati siano andati a Gerusalemme solo per liberare il santo sepolcro?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ignorante.
    Ignorante.
  • Anonimo scrive:
    ...stamattina a Hong Kong....
    ...moltissime bancarelle hanno messo Heart of Iron in bella vista :-)Oltretutto, si stanno preparando per la grande manifestazione del 5 giugno (15 anni dalla strage di Piazza Tienanmen) a favore della democrazia.Queste leggi assurde del regime cinese, derise dagli hongkonghesi, probabilmente non fanno altro che accelerare la caduta in picchiata del regime cinese, ormai costretto ad assurdi colpi di coda di questo tipo.Ho conosciuto qualche cinese che ha visitato Hong Kong per la prima volta e si è stupito incredibilmente della libertà dell'ex-colonia britannica, fra cartelloni che inneggiano alla libertà in Cina per Falun Gong e il Dalai Lama, e pubblicità gigantesche di Benetton e Sisley con modelle sexissime. E tutti erano stupiti ma al contempo affascinati, desiderosi di "aprire la mente", di vedere e provare "l'altro punto di vista".Oggi i visti si danno a tutti, basta pagare. Un visto annuale costa circa 100 euro, cioè circa tre stipendi di un ricco cinese dello ShenZhen. Se paghi, in albergo vedi anche la CNN. Ma chi è povero, cioè ancora un miliardino di persone, è costretto a rimanere nell'ignoranza e sotto il regime. Dicono che è importante non dare la libertà immediatamente a tutte quelle persone, perché potrebbero portare a una rivoluzione violenta e controproducente, e che la trasformazione dev'essere graduale e legata all'economia. Non so se hanno ragione, forse sì, ma un po' ci marciano, è chiaro. Vedremo... Nel frattempo, il 5 andrò a mangiare al ristorante cinese di fianco a casa mia e coi gestori commemoreremo i poveri ragazzi di Piazza Tienanmen. Sarebbe bello fare qualcosa di pubblico in Italia.-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Ad ogniuno il suo
    I cinesi hanno una dittatura feroce che sa bene che tenere il popolo nell'ignoranza gli da maggiori possibilità di governare all'infinito. I videogiochi aprono la mente, quindi vanno bloccati!Gli occidentali hanno Bush, le major e Bin Laden (con tutti gli Al-qualcuno). Che tentano di fare lo stesso ma arginando le informazioni e facendo credere che il mondo sia in guerra contro il terrorismo e che ci siano un mare di terroristi islamici pronti di sgozzare altri americani ed europei. E quelli che ci credono sono davvero tanti.In Italia abbiamo Burlusconi, che dice "votate per me perchè sono il più ricco e gli altri sono poveri" e c'è gente che l'ha votato e lo vota. Causa: questa gente è ignorante. Non per colpa loro, ma per colpa di un governo che controlla l'informazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ad ogniuno il suo
      ella graduatoria 2004 sulla libertà di stampa nel mondo compilata dall'organizzazione statunitense Freedom House, l'Italia si trova al 74° posto, dopo paesi come Giamaica (31°), Costa Rica (37°, Sloveni (41°), Cile (51°), Papua Nuova Guinea (58°), Uruguay (31°), Mali (63°), Israele (66°). La graduatoria è stata pubblicata insieme al Rapporto 2004 sulla libertà di stampa nel mondo, in cui l'Italia viene classificata come paese "parzialmente libero", retrocedendo rispetto al 2003 quando veniva ancora classificata come paese "libero".La situazione in Europa dell'Ovest vede quindi 23 paesi classificati come liberi e solo 2 classificati come parzialmente liberi: l'Italia e la Turchia. Freedom House è un'organizzazione fondata oltre 60anni fa da Eleanor Roosvelt; il suo consiglio di amministrazione è attualmente presieduto da James Wooley, ex direttore della CIA e vede la presenza di noti conservatori USA come Zbigniew Brzezinski e Samuel Huntington.Il 22 aprile 2004 il Parlamento Europeo ha approvato una relazione sui media in Europa che denuncia "i rischi di violazione nell'UE, e in particolare in Italia, della libertà di espressione e di informazione". Nal documento si afferma che "il sistema italiano presenta un'anomalia dovuta a una combinazione unica di poteri economico, politico e mediatico nelle mani di un solo uomo, l'attuale Presidente del Consiglio dei Ministri italiano, Silvio Berlusconi, e al fatto che il governo italiano è, direttamente o indirettamente, in controllo di tutti i canali televisivi nazionali".
    • Anonimo scrive:
      Re: Ad ogniuno il suo
      primadi dare dell'ignorante agli altri, togli la i da ogniuno
    • Anonimo scrive:
      Re: Ad ogniuno il suo
      Ma vai a studiare il sussidiario di prima elementare, ignorante come un mulo e presuntuoso come il Berlusca!assurdo!- Scritto da: Anonimo
      I cinesi hanno una dittatura feroce che sa
      bene che tenere il popolo nell'ignoranza gli
      da maggiori possibilità di governare
      all'infinito. I videogiochi aprono la mente,
      quindi vanno bloccati!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ad ogniuno il suo
      sono d'accordo...
  • Anonimo scrive:
    un miliardo e 200 mila persone ...
    senza diritti umani e nessuno si agita nelle piazze scandalizzato!Questo dovrebbe darci un'idea di quanto tutto il chiasso che si fa in Italia sia strumentale e falso.BASTA CAZZEGGIARE NELLE PIAZZE! Rimbocchiamoci utti le maniche e cominciamo a lavorare per fare un mondo più giusto e più sano!
    • Anonimo scrive:
      Re: un miliardo e 200 mila persone ...

      senza diritti umani e nessuno si agita nelle
      piazze scandalizzato!Caro mio, i Cinesi non vanno nelle piazze perché altrimenti li prendono a mitragliate!A Hong Kong infatti invece, dove c'è libertà, gli stessi cinesi scendono in piazza ogni anno per la pace e la democrazia. Ricordo il 5 giugno l'anniversario della strage di Piazza Tienanmen.
    • Gallone scrive:
      Re: un miliardo e 200 mila persone ...
      - Scritto da: Anonimo
      senza diritti umani e nessuno si agita nelle
      piazze scandalizzato!

      Questo dovrebbe darci un'idea di quanto
      tutto il chiasso che si fa in Italia sia
      strumentale e falso.

      BASTA CAZZEGGIARE NELLE PIAZZE!
      Rimbocchiamoci utti le maniche e cominciamo
      a lavorare per fare un mondo più
      giusto e più sano!Ciccio, io vivo in Italia e PRIMA mi preoccupo del governo che sta qua, POI per gli altri governi.Se il governo della Cina fa cose che tolgono libertà non influiscono su di me, se lo fa il governo italiani Sì...
  • Alessandrox scrive:
    Approposito di contaminazioni Occidental
    A proposito di pericolose contaminazioni Occidentali... Direi che il pensiero di Marx sia il primo della lista. Quello va bene ... gli altri no eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Approposito di contaminazioni Occide
      Il tuo e' un pensiero molto riduttivo e inutile.Inutile scagliarsi contro questa o quella ideologiaquando si sta facendo l'analisi di un regime.Un regime non ha colore, o meglio, tutti i regimihanno lo stesso triste colore.Quando si parla di un paese che nega i dirittiinalienabili della persona si deve solo averecompassione per il suo popolo e aiutarlo, per quantopossiamo, a liberarsi da questo giogo.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Approposito di contaminazioni Occide
        - Scritto da: Anonimo
        Il tuo e' un pensiero molto riduttivo e
        inutile.
        Inutile scagliarsi contro questa o quella
        ideologia
        quando si sta facendo l'analisi di un regime.
        Un regime non ha colore, o meglio, tutti i
        regimi
        hanno lo stesso triste colore.
        Quando si parla di un paese che nega i
        diritti
        inalienabili della persona si deve solo avere
        compassione per il suo popolo e aiutarlo,
        per quanto
        possiamo, a liberarsi da questo giogOForse non ci siamo capiti, o sono io che mi sono spiegato male...La mia era un' osservazione circa le dichiarazioni dei politici e degli ideologi comunisti cinesi secondo i quali le contaminazioni della "pericolosa cultura occidentale" (loro testuali parole) sono nocive addiriuttura alla salute mentale del loro popolo.. a questo proposito osservavo semplicemente che anche quella marxista e' un' ideologia mutuata dall' occidente... quella va bene mentre altre (democrazia, liberta' di pensiero, diritti umani ecc...) NON VANNO BENE?E' chiaramente un comportamento IPOCRITA OPPURE... in realta' il comunismo totalitario e oppressivo ce l' avevano gia' nel DNA (non in tutti chiaramente ma in parecchi evidentemente) e MARX gli ha fornito solo un pretesto ideologico intellettualmente ben strutturato evitandogli la pena di costruirselo da zero... Io non mi sto scagliando contro nessuna ideologia, osservavo solo questa incongruenza sul piano strettamente logico/razionalePoi con il tuo discorso sono abbastanza daccordo.
        • Gunther scrive:
          Re: Approposito di contaminazioni Occide
          L' ideologia di Karl Marx era fondamentalmente giusta ma ovviamente come tutte le rivoluzioni del popolo, vanno tappati i "buchi ideologici" diversi da popolo a popolo.Quindi ecco che dal marxismo nasce la sua forma di potere invasata detta leninismo o stalinismo, o dal fascismo (teoria di governo legittima nell' Italia del primo dopoguerra), il nazismo.Libertà, benessere e altre cose sono solo utopie che non appartengono all'uomo e popoli che non ne sono abituati rischiamo di farne indigestione ( vedesi ex Unione Sovietica).
  • Anonimo scrive:
    Re: ma gli americani non intervengono?
    - Scritto da: Akaal
    - Scritto da: Anonimo

    ma scusate, cosa aspettano ad
    intervenire

    per portare anche qua "libertà e

    democrazia"?

    Mica c'è il petrolio lì...no hanno solo qualche nuke di troppo.. ma torna nel tuo centro sociale va...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quante Cina ci sono?
    - Scritto da: carbonio
    C'e' una Cina che ha i grattaceli, compra le
    ferrari, i vestiti di armani e di valentino,
    ha una classe imprenditoriale che fara' le
    scarpe a tutti, e poi c'e' ne' un altra che
    decapita, censura, imprigiona.
    In cina sono riusciti a far rivivere i fasti
    del loro impero, i nobili che possono, i
    sudditi che subiscono, e gli altri ( noi ) a
    fare affari.

    LEGGE CINESE:
    i banbini cinesi possono produrre
    giocattoli, ma non possono giocarci.

    penso che riassuma il tutto

    ==================================
    Modificato dall'autore il 01/06/2004 0.51.25classe imprenditoriale che farà che cosa? se la smettessero di copiare a man bassa la nostra tecnologia sti maledetti ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quante Cina ci sono?
      -
      classe imprenditoriale che farà che
      cosa? se la smettessero di copiare a man
      bassa la nostra tecnologia sti maledetti ...se magari la smettessero tutti sti berlusca junior italiani di andare ad investire in cina,che ne dici? O la cina è comunista solo quando conviene?!
    • Tecnomaya scrive:
      Re: Ma quante Cina ci sono?
      - Scritto da: Anonimo
      classe imprenditoriale che farà che
      cosa? se la smettessero di copiare a man
      bassa la nostra tecnologia sti maledetti ...Non erano i giapponesi gli scopiazzoni?
  • Anonimo scrive:
    Re: ma gli americani non intervengono?
    - Scritto da: Akaal
    - Scritto da: Anonimo

    ma scusate, cosa aspettano ad
    intervenire

    per portare anche qua "libertà e

    democrazia"?

    Mica c'è il petrolio lì...Ma finiscila...Neppure in serbia c'era il petrolio, eppure la liberazione dal regime di Milosevic l'hanno fatta !!!!Come te lo spieghi ????
    • MadiC scrive:
      Re: ma gli americani non intervengono?

      Ma finiscila...
      Neppure in serbia c'era il petrolio, eppure la liberazione dal
      regime di Milosevic l'hanno fatta !!!!
      Come te lo spieghi ????mhmm...forse per la posizione strategica verso l'oriente???altrimenti come la spieghi l'invasione dei sovietici dopo i bombardamenti che batte sul tempo quella americana??;)==================================Modificato dall'autore il 01/06/2004 1.42.51
      • Anonimo scrive:
        Re: ma gli americani non intervengono?
        - Scritto da: MadiC


        Ma finiscila...

        Neppure in serbia c'era il petrolio,
        eppure la liberazione dal
        regime di
        Milosevic l'hanno fatta !!!!

        Come te lo spieghi ????
        mhmm...
        forse per la posizione strategica verso
        l'oriente???
        altrimenti come la spieghi l'invasione dei
        sovietici dopo i bombardamenti che batte sul
        tempo quella americana??
        ;)Beh, non mi pare che in Serbia regnino le truppe americane.... ora come ora la Serbia è uno stato indipendente che si avvia a diventare un paese democratico... mica è controllato dagli usa come lo è ad esempio l'iraq o l'afghanistan !
      • Anonimo scrive:
        Re: ma gli americani non intervengono?
        - Scritto da: MadiC


        Ma finiscila...

        Neppure in serbia c'era il petrolio,
        eppure la liberazione dal
        regime di
        Milosevic l'hanno fatta !!!!

        Come te lo spieghi ????
        mhmm...
        forse per la posizione strategica verso
        l'oriente???
        altrimenti come la spieghi l'invasione dei
        sovietici dopo i bombardamenti che batte sul
        tempo quella americana??
        ;)

        in iraq c'è il petrolioin grecia c'è la posizione strategicain yugoslavia c'è la posizione strategica (per farci cosa poi lo sapete solo voi... visto che se volevano una posizione strategica potevano tranquillamente stare in grecia)in africa ci sono i diamanti (peccato che siano in sudafrica e gli americani siano intervenuti in centro-africa).... ai tempi della seconda guerra mondiale in italia c'era la pizza !!!siete ridicoli ... la piantate di dire che gli amercani quando si muovono lo fanno per un secondo fine?... è dimostrato dalla storia che molte volte hanno combattuto e liberato popoli, alla fine se ne sono andati lasciando che i popoli liberati si autogovernassero... a volte ci hanno messo un po di piu ad andarsene perche c'era bisogno di dare aiuti alla popolazione... mi meraviglio di voi comunisti ... gli americani in parecchie circostanze hanno liberato popoli interi dall'oppressione di un regime imperialista ... hanno aiutato i popoli nella rivoluzione ... sostenendo il popolo ... lo stesso popolo che voi avreste lasciato sotto il regime (e per fortuna che voi siete comunisti... quelli che aiutano il popolo) ... credendo di liberarlo con le bandiere della pace!!! provate ad andare in un paese sotto regime a sventolare la bandiera della pace... cosi vediamo cosa vi fanno!!! :) ... Viva Ernesto Cheguevara ... lui i popoli li liberava (era infatti un pacificatore e non un pacificta) ... ha combattuto a Cuba e poi è andato in Bolivia perche anche li c'era un regime imperialista (peccato che sia morto... peccato che ora si debba rivoltare nella tomba sentendovi parlare)... ... in merito al "regime" cinese ... vi informo che il cina non è l'iraq... li non ci sono solo miliziani con il kalashnikov ... hanno anche l'atomica ... e quindi la questione è un po diversa ... e poi... tanto per informarvi un minimo... la cina è Comunista... lamentatevi voi con i vostri compagni!!!
  • Anonimo scrive:
    ma gli americani non intervengono?
    ma scusate, cosa aspettano ad intervenire per portare anche qua "libertà e democrazia"?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma gli americani non intervengono?
      - Scritto da: Anonimo
      ma scusate, cosa aspettano ad intervenire
      per portare anche qua "libertà e
      democrazia"?Beh, ci vorrebbe un po di democrazia anche li.... Tra l'altro solo una guerra può scardinare il regime di pechino... però iniziare una guerra con la Cina non è una scelta saggia!Visto come stanno le cose mi sa che i cinesi si terranno il loro governo ancora per molto.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma gli americani non intervengono?
      - Scritto da: Anonimo
      ma scusate, cosa aspettano ad intervenire
      per portare anche qua "libertà e
      democrazia"?Mica c'è il petrolio lì...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma gli americani non intervengono?
      - Scritto da: Anonimo
      ma scusate, cosa aspettano ad intervenire
      per portare anche qua "libertà e
      democrazia"?Forse perchè:- La cina ha 1,5 miliardi di abitanti, quindi immagina quanto è grosso l'esercito.- Lì hanno davvero la bomba atomica, e non ne hanno solo una... e credo che non si facciano nemmeno scrupoli ad usarla.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma gli americani non intervengono?
      - Scritto da: Anonimo
      ma scusate, cosa aspettano ad intervenire
      per portare anche qua "libertà e
      democrazia"?OhMMIODDIO NO!Anche se non e' che mi sono simpatici non vorrei che si mettessero a sterminare milioni di cinesi!!!!Certo..che in CIna c'e' il riso...poco frega agli americani....ma loro non lo fanno solo per interesse...lo fanno anche per divertimento...certo che contro miliardi e miliardi di persone voglio proprio vedere...quasi quasi...spero che ci scappi qualcosa...magari e' la volta giusta che gli americani lo prendono un po' dietro e la smettano di ammazzare in giro per il mondo la gente con la scusa della "liberta' e democrazia"
    • Anonimo scrive:
      Re: ma gli americani non intervengono?
      - Scritto da: Anonimo
      ma scusate, cosa aspettano ad intervenire
      per portare anche qua "libertà e
      democrazia"?Mannaggia quel porco di Marx che brutta razza i compagneros...Tutti a gridare contro Urbani, poi quando DAVVERO c'è qualcosa che va contro la libertà individuale... "si però gli americani"....Per fortuna la Storia vi ha già ridicolizzato...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma gli americani non intervengono?
      - Scritto da: Anonimo
      ma scusate, cosa aspettano ad intervenire
      per portare anche qua "libertà e
      democrazia"?Che domanda stupida, in Cina non c'è il petrolio :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma gli americani non intervengono?
      - Scritto da: Anonimo
      ma scusate, cosa aspettano ad intervenire
      per portare anche qua "libertà e
      democrazia"?Forse perche' i cinesi sono piu' di un miliardo ed hanno anche la bomba atomica... E' lo stesso motivo per cui le nazioni arabe si guardano ora molto bene dall'attaccare frontalmente Israele... Qualcuno lo chiama "equilibrio del terrore"....Salutoni da GiGiO
  • carbonio scrive:
    Ma quante Cina ci sono?
    C'e' una Cina che ha i grattaceli, compra le ferrari, i vestiti di armani e di valentino, ha una classe imprenditoriale che fara' le scarpe a tutti, e poi c'e' ne' un altra che decapita, censura, imprigiona.In cina sono riusciti a far rivivere i fasti del loro impero, i nobili che possono, i sudditi che subiscono, e gli altri ( noi ) a fare affari.LEGGE CINESE:i banbini cinesi possono produrre giocattoli, ma non possono giocarci.penso che riassuma il tutto==================================Modificato dall'autore il 01/06/2004 0.51.25
  • Anonimo scrive:
    REGIME CINESE = MERD@
  • Anonimo scrive:
    poveri cinesi
    :'(
  • Anonimo scrive:
    e noi ci lamentiamo di urbani..
    c'è sempre di peggio
Chiudi i commenti