Il PC è il covo della sporcizia

Un altro rapporto conferma e aggrava le stime del passato: la postazione informatica sul piano igienico lascia a desiderare più di un gabinetto. E può diffondere malattie. Lo afferma una università americana

Phoenix (USA) – Sono ancora una volta i ricercatori dell’Università dell’Arizona a mettere in guardia la civiltà dei computer sul fatto che la tastiera e, più in generale, la scrivania di lavoro è fonte di germi e batteri , in tal numero e varietà da superare per problematiche igieniche un gabinetto.

A parlarne è l’ultima ricerca di un decano del settore, il microbiologo americano Charles Gerba , secondo cui si può affermare che sulle postazioni informatiche del lavoratore americano medio si trovano 400 volte i germi che si trovano in un gabinetto mediamente pulito.

Nel dettaglio, secondo gli studi di Gerba e del suo team, il nemico numero uno è il telefono , perché sulla sua superficie, per ogni pollice quadrato, si trovano la bellezza di 25.127 microbi. Nella classifica delle aree più sporche della postazione seguono la scrivania, con quasi 21mila microcosi viventi, e, molto più indietro, la tastiera del computer (3.300 germi circa per pollice quadrato). A seguire poi il mouse, il fax e altre periferiche. In un gabinetto medio i germi sono circa 49 per pollice quadrato.

C. Gerba Non è la prima volta che l’Università dell’Arizona annuncia al mondo che la sporcizia è spesso invisibile e si annida proprio dove si lavora. Ma i suoi risultati fanno in realtà da eco a quelli forse ancora più clamorosi pubblicati nel 2000 da America Online.

Uno studio di AOL UK, infatti, aveva messo in evidenza come nelle keyboard britanniche si annidassero ogni anno 300 quintali di sporcizia, in particolare resti di snack, cracker, merendine che gli impiegati mangiano e sgranocchiano durante il lavoro, nonché capelli, ciglia e residui di pelle.

Secondo Gerba una parte del problema è nel fatto che le scrivanie non vengono pulite con la stessa frequenza e cura che si dedica al bagno o ad altre aree di case ed uffici. “Senza pulirla – spiega Gerba – una piccola area sulla scrivania o sul telefono può ospitare milioni di batteri che potenzialmente possono provocare delle malattie”. Non solo. Gerba ha spiegato che in una situazione del genere, queste aree divengono veicolo ideale per il trasporto di influenze o altre patologie: un collega infetto, dunque, può generare un’area di infezione attiva entro 72 ore dal contagio e pronta a diffonderlo…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • netbsd scrive:
    Piccolo commento a tutti
    Considerando le ultime vicende (leggi sul diritto d'autore, sistemi e tecnologie di protezione, azioni legali della società di gestione collettiva come la RIAA, la chiusura di siti ordinata dalla finanza) il futuro per chi riserverà buone occasioni?    le major discografica e le lobby dell'industria dell'intrattenimento.... tanti auguri utenti...==================================Modificato dall'autore il 20/03/2004 5.04.40
  • netbsd scrive:
    Grande!!!!!!!!!!!!!
    È un punto di vista molto interessante che ha implicazioni su tutti i tipi di prodotti, non certo solo sul P2P. È bene che ne prendano atto anche i produttori di piedi di porco". "Naturalmente - ha continuato von Lohmann - si usano anche i browser per scaricare materiale illegale". "Insomma - ha concluso - è difficile considerare quanto scritto nella lettera come una questione da valutare sul piano giuridico(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Tesi p2p e diritto d'autore:
    - Scritto da: Anonimo
    Mi sto laureando con una tesi che riguarda
    la musica e il diritto d'autore nell'era
    digitale.

    Se avete tempo per un questionario di 3
    minuti mi fareste un favore immenso. Grazie
    a tutti quelli che parteciperanno.

    www.ideorama.it/questionario /Uffa, sono due giorni che voglio fare il questionario ed il sito risulta non accessibile.Cmq anche se non sono riuscito a compilarlo, posso fare un obiezione (che magari avrai già considerato) ?Usando questo sistema, ovvero il questionario online, introduci un errore sistematico nel tuo campione grande come una casa. Questo se ovviamente vuoi che i tuoi dati abbiano una qualche valenza statistica, se non è necessario è un modo molto economico e veloce per raccogliere un grosso quantitativo di dati
  • Anonimo scrive:
    Decreto Urbani salva Cicciolina
    Uahahahahahha
  • Anonimo scrive:
    La tua stampante non funge?!??!
    www.epson.itwww.canon.itwww.lexmark.itwww.hp.com/italySi scaricano gratuitamente driver....sharo quelli.... Urbani mi vuoi arrestare?tanto cmq nel peggiore dei casi la multa la pago con la vendita del contrabbando dei driver... :D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: plutocrazia: un'ulteriore prova...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: paulatz

    Plutocrazia? Intendi il governo degli
    inferi?

    Per plutocrazia si intende il governo dei
    poteri forti economici, oppure a scelta il
    governo di Pluto (quello di walt disney)

    Noi in italia siamo più avanti:
    abbiamo la plutocattocraziaBravo hai colto nel segno!E notasi bene i plutocattocratici dicono di credere ma credo di Fede gli sia rimasto soltanto:Emilio!
  • Anonimo scrive:
    Re: Tesi p2p e diritto d'autore:
    Piccolo particolare, il P2P non è solo musica, ma anche film software e libri, non fare l'errore ti Urbani :-). Cmq se correggi il questionario te lo compilo volentieri, purchè tu scriva esplicitamente su detta pagina che i dati raccolti saranno usati a solo scopo statistico, non so se mi spiego...:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Tesi p2p e diritto d'autore:
    Ciao, volevo dirti che ho risposto, ma...anch'io sto facendo una tesi sul p2p, o meglio l'ho proposta oggi al mio docente, sperando che me la accetti... ti andrebbe di collaborare? Grazie e ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Tesi p2p e diritto d'autore:
    Compilato, comunque c'è un errore:"16. Se si potesse pagare un prezzo più alto (fino al doppio) per avere un cd audio senza protezioni e con il diritto di farne legalmente copie (su cd e su hard disc), saresti disposto a pagarlo?"Per la legge italiana io devo poter creare una copia di riserva (per mio uso personale ovviamente) del cd che acquisto in qualsiasi forma. Quindi i sistemi di protezione succitati sono illegali, come affermano anche alcune denunce dell'associazione consumatori.Quindi la domanda è quanto meno mal posta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per chi si è spaventato ieri

    La "effettiva conoscenza" vuol dire che io
    provider SO per CERTO che il mio utente
    Pippo sta piduppando un file copyrightato.
    NON mi basta vedere che la sua banda e'
    satura per ore, basterebbe anche RossoAlice
    o una teleconferenza per questo.
    Allora? Detta "effettiva conoscenza" l'avrei
    solo SNIFFANDO i pacchetti, pistolandoci
    dentro fino a scoprire COSA c'e' dentro. E
    questo, meno male, e' ANCORA ILLEGALE.Tornando al discorso tuo.Ora, come tutti sanno, sniffare una comunicazione è reato.Pertanto, tutti pensano "se è reato, probabilmente qualcuno controlla... (tipico pensiero fatto dal nubbio medio), pertanto, se io voglio fare una videoconferenza ove devo parlare di segreti industriali con i miei colleghi o comunque di un qualcosa di legale che, però, se qualcun altro legge, sono cavoli amari, sapendo che nessuno può indagare sulle trasmissioni, tutto l'ambaradan viene fatto magari senza crypting".Ciò accade qualche volta, specie con gente che non è che se ne intenda molto più di usare il pacchetto Office e NetMeeting.Ora, l'ISP, oltre a commettere reato per questo nuovo decreto (e di certo, un avvocato, citando quest'ultimo, può tirar dentro pure lo stato), metti caso che, tra le varie controdenuncie, oltre alla violazione della privacy, c'è anche un qualcosa inerente alla divulgazione di segreti aziendali...L'ISP non aveva il diritto di annusare cosa passava e pertanto, è ancora più reato.Spero che abbiate capito cosa intendo.. sta di fatto che, in italia, le leggi, se notate, si elidono a vicenda.Pertanto, uno può dormire su due guanciali, perchè, dall'approvazione di questo decreto ai tempi precedenti, non è cambiato NULLA.
  • Anonimo scrive:
    Re: P2Porno!
    - Scritto da: Terra2
    Domande che mi assillano:

    Se il P2P e la duplicazione illegale di CD e
    Videocassette fossero davvero un danno
    rilevante per chi produce le opere
    originali, qualcuno mi spiega perchè
    il mercato della pornografia continua a
    godere di ottima salute?Devi capire che le case produttrici pornografiche (Vivid, ClubJenna, Hustler.. e chi più ne ha, più ne metta)..prima dell'avvento di Internet, con difficoltà, riuscivano a pubblicizzare i propri "prodotti". Ora, non esiste P2P ove non giri dei spezzoni tratti dai film di Jenna Jameson (ad esempio), e questo sarebbe riconducibile ad un qualcosa pari ad una DEMO di un videogioco.Il tizio scarica dal P2P di turno, vede quello che gli interessa vedere, colto dalla curiosità COMPRA (cosa che dovrebbero fare tutti quelli che scaricano dal P2P) e, come ovvio, oltre a far girare l'economia in tutti i termini, fanno arricchire chi produce.Piccolo particolare, sarà un caso per la pornografia (ma non credete, di robaccia, anche in questo campo, se ne vede molta), ma quello che tu vai a comprare te lo GODI tutto... non come un CD ove c'è una musica carina e tutto il resto è da buttare...
  • Anonimo scrive:
    Re: Si con l'antivirus
    - Scritto da: Anonimo
    In realta` esiste un programmino (anzi no,
    credo sia un plug-in di Word) che puoi
    scaricare dal sito della microsoft.
    Rimuove tutti i metadati da un file di Word.Prova con un anti-virus :D(troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: Tesi p2p e diritto d'autore:
    appena compilatoGrazie per aver compilato il questionario. I risultati della ricerca appariranno dopo il 17 aprile su
  • Anonimo scrive:
    Tesi p2p e diritto d'autore:
    Mi sto laureando con una tesi che riguarda la musica e il diritto d'autore nell'era digitale.Se avete tempo per un questionario di 3 minuti mi fareste un favore immenso. Grazie a tutti quelli che parteciperanno.http://www.ideorama.it/questionario/
  • Bruco scrive:
    Re: P2Porno!
    - Scritto da: Terra2
    Domande che mi assillano:
    qualcuno mi spiega perchè
    il mercato della pornografia continua a
    godere di ottima salute?Perché purtroppo ci sono ancora in giro tanti cretini che sono disposti a pagare quello che si riesce a trovare gratis. Anche su internet!
  • Rey_ scrive:
    Re: Per chi si è spaventato ieri
    La questione di fondo, io ritengo sia nel passaggio "i provider sono tenuti a denunciare qualora abbiano la effettiva conoscenza.. etc."La "effettiva conoscenza" vuol dire che io provider SO per CERTO che il mio utente Pippo sta piduppando un file copyrightato. NON mi basta vedere che la sua banda e' satura per ore, basterebbe anche RossoAlice o una teleconferenza per questo. Allora? Detta "effettiva conoscenza" l'avrei solo SNIFFANDO i pacchetti, pistolandoci dentro fino a scoprire COSA c'e' dentro. E questo, meno male, e' ANCORA ILLEGALE.Quindi, a mio avviso, il provider non puo' avere "effettiva conoscenza" se non commettendo REATO.ERGO, se io fossi un provider starei ben lontano dai racks, dai routers e -anzi- avessi mai in ufficio uno sniffer o un analizzatore correrei subito ad imboscarlo in garage.
  • JRoger scrive:
    Re: Spendi per protestare... hai troppi $?
    - Scritto da: Anonimo
    Stai dicendo che rubare e' etico? Guarda che
    non stai rubando pane per mangiare, stai
    rubando una stupida canzone, ne puoi fare a
    meno. Lascia stare l'etica e non renderti
    ridicolo con parole piu' grandi di te.Ma... ANCORA???? Che ORCHITE!!!!!!!!!!Si tratta di COPIA, non FURTO.Ergo, proprio a sottilizzare, ILLECITO e non REATO.E comunque -viste le premesse- moralmente giustificabile, IMHO.
  • Anonimo scrive:
    Re: "disseminare pornografia" embeh?
    - Scritto da: Anonimo
    stiamo parlando di un paese che ha discusso
    un mese per mezzo seno nudo della Jackson..
    ;)Ehi, era una tetta intera, e pure col piercing
  • Anonimo scrive:
    Re: P2Porno!
    - Scritto da: Terra2
    Domande che mi assillano:

    Se il P2P e la duplicazione illegale di CD e
    Videocassette fossero davvero un danno
    rilevante per chi produce le opere
    originali, qualcuno mi spiega perchè
    il mercato della pornografia continua a
    godere di ottima salute?Perché mentre della musica e del cinema possiamo fare a meno, delle seghe no
  • Anonimo scrive:
    Re: plutocrazia: un'ulteriore prova...
    - Scritto da: paulatz
    Plutocrazia? Intendi il governo degli inferi?Per plutocrazia si intende il governo dei poteri forti economici, oppure a scelta il governo di Pluto (quello di walt disney)Noi in italia siamo più avanti: abbiamo la plutocattocrazia
  • sigsegv scrive:
    Re: Evviva i metadati di Word
    - Scritto da: Anonimo
    Viene spontaneo domandarsi il perche' di
    questo immane data-collection, ed e' anche
    poco ragionevole credere che tutto sto
    data-collection sia solo per funzionalita'
    di Word stesso.
    Ma forse sono io che sono paranoico e
    giudico male gli americani e il loro
    apparato di intelligence (che non vuol dire
    intelligenza!!!)IMHO senza fare i complottisti basterebbe capire che il .doc di Word non è stato pensato per lo scambio dei dati, ma solo per fornire facilmente e esaurientemente tutte le informazioni di cui ha bisogno l'applicazione. Usarlo per scambiarsi documenti è, sempre IMHO, inutile e pericoloso.
  • Anonimo scrive:
    Re: Riflessione sul p2p

    Ammesso che non si torni all'epoca dei dcc
    su mirc e/o i siti ftp con il ratio...esistono gia' gruppi con reti di siti ftp senza ratio che funzionano benissimo
  • Terra2 scrive:
    P2Porno!
    Domande che mi assillano:Se il P2P e la duplicazione illegale di CD e Videocassette fossero davvero un danno rilevante per chi produce le opere originali, qualcuno mi spiega perchè il mercato della pornografia continua a godere di ottima salute?
  • Akiro scrive:
    Re: Non capisco lo scandalo

    In USA i lobbisti sono tutti conosciuti e
    agiscono alla luce del sole. In altre parole
    la corruzione dei politici è legale,
    normalissima e accettata dalla
    società.bhe ormai anke in italia mi pare evidente...solo che a poki sfortunati del popolo da ankora fastidio..ke illusi se pensano che si possa guarir da questo virus
  • Akiro scrive:
    Re: Per chi si è spaventato ieri

    E' bravo Attivissimo ma, come e' gia'
    successo, e' un articolo facilone. A suo
    dire che gli ISP non sappiano cosa fare vuol
    dire che non e' cambiato niente. Non credo
    proprio che si renda conto della cosa (vedi
    intervista a Nuti).anche secondo me Attivissimo riskia di prender una cantonata... ok che era illegale pure prima, ok che è difficile risalire da nickname ed ip all'utente (se non si è sicuri dell'illecito), ok tutto.. peccato che in America la RIAA fa quello che vuole.. colpisce nel mucchio ok, ogni tanto sbaglia...però quelli che pesca sono nei kazzi.E' vero che cmq deve far i propri conti... i dvd a 20? son ladrate, chi ha uno stipendio al di sopra dei 5000 euro al mese netto forse non se ne accorge....peccato che sono appunto loro a comandare.byez
  • Anonimo scrive:
    Re: Spendi per protestare... hai troppi $?
    - Scritto da: Anonimo
    solo (UE...), allora non solo non è
    sbagliato, anzi è eticamente giusto
    copiare.Stai dicendo che rubare e' etico? Guarda che non stai rubando pane per mangiare, stai rubando una stupida canzone, ne puoi fare a meno. Lascia stare l'etica e non renderti ridicolo con parole piu' grandi di te.
  • Tony Sarnano scrive:
    Re: Evviva i metadati di Word
    - Scritto da: Anonimo
    Bleah! l'ho usato ma mi ha
    deluso...xò tant'è, o office o
    lentoffice.org! :'(Non piangere! La versione 1.1 è molto più veloce delle precedenti (specialmente nel tempo di caricamento) su tutte le piattaforme. IMO si tratta di un ottimo prodotto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Evviva i metadati di Word
    - Scritto da: Anonimo
    Bleah! l'ho usato ma mi ha
    deluso...xò tant'è, o office o
    lentoffice.org! :'(Scommetto che M$Office non l'hai pagato!
  • Anonimo scrive:
    Re: Urbani e MS Word
    - Scritto da: Anonimo
    Purtroppo il min. Urbani non conosce il pc
    quindi fa ancora tutto con la "buona"
    vecchia macchina da scrivere. Altrimenti
    avremmo trovato che quella legge è
    stata scritta da un'altro :DE da chi? Ida Di Benedetto?:D
  • paulatz scrive:
    Re: plutocrazia: un'ulteriore prova...
    Plutocrazia? Intendi il governo degli inferi?
  • Anonimo scrive:
    Re: Per chi si è spaventato ieri
    - Scritto da: LordCasco
    www.apogeonline.com/webzine/2004/03/17/01/200

    tanto per continuare a dormire sonni
    tranquilli.E' bravo Attivissimo ma, come e' gia' successo, e' un articolo facilone. A suo dire che gli ISP non sappiano cosa fare vuol dire che non e' cambiato niente. Non credo proprio che si renda conto della cosa (vedi intervista a Nuti).
  • Anonimo scrive:
    Re: Evviva i metadati di Word
    Bleah! l'ho usato ma mi ha deluso...xò tant'è, o office o lentoffice.org! :'(
  • Anonimo scrive:
    Per chi si è spaventato ieri
    http://www.apogeonline.com/webzine/2004/03/17/01/200403170101tanto per continuare a dormire sonni tranquilli.
  • Anonimo scrive:
    Re: Evviva i metadati di Word
    - Scritto da: Anonimo




    Per chi vuole approfondire:


    www.computerbytesman.com/privacy/blair.htm



    Interessante il link, anche perche' rimanda
    alla pagina in cui M$ elenca i metadati
    raccolti da Word. E' ASSURDO!!!
    Ogni volta che ti muovi viene registrato e
    storicizzato dal documento Word.

    Addirittura gli ultimi 10 utenti che hanno
    modificato il documento e come si chiamava
    il file.
    Il nome dell'utente e' poi cercato con
    particolare cura, tra i dati di
    installazione e di connessione a qualsiasi
    rete.
    Per non parlare dell'ID univoco presente nei
    file di Office97.

    Viene spontaneo domandarsi il perche' di
    questo immane data-collection, ed e' anche
    poco ragionevole credere che tutto sto
    data-collection sia solo per funzionalita'
    di Word stesso.
    Ma forse sono io che sono paranoico e
    giudico male gli americani e il loro
    apparato di intelligence (che non vuol dire
    intelligenza!!!)

    Chi vuole ridere (o rabbrividire) legga
    l'articolo
    support.microsoft.com/default.aspx?scid=http:Soluzione?!?www.openoffice.org
  • Anonimo scrive:
    Re: @mericani.......
    - Scritto da: sammily76



    ti beccano in stato di ebberezza alla
    guida?

    ti fanno un culo come un capanno a 2

    piazze...



    E secondo te su questo han torto?A spedirti in galera per motivi simili si'.
  • Anonimo scrive:
    Re: Evviva i metadati di Word


    Per chi vuole approfondire:
    www.computerbytesman.com/privacy/blair.htm
    Interessante il link, anche perche' rimanda alla pagina in cui M$ elenca i metadati raccolti da Word. E' ASSURDO!!!Ogni volta che ti muovi viene registrato e storicizzato dal documento Word. Addirittura gli ultimi 10 utenti che hanno modificato il documento e come si chiamava il file.Il nome dell'utente e' poi cercato con particolare cura, tra i dati di installazione e di connessione a qualsiasi rete.Per non parlare dell'ID univoco presente nei file di Office97.Viene spontaneo domandarsi il perche' di questo immane data-collection, ed e' anche poco ragionevole credere che tutto sto data-collection sia solo per funzionalita' di Word stesso. Ma forse sono io che sono paranoico e giudico male gli americani e il loro apparato di intelligence (che non vuol dire intelligenza!!!)Chi vuole ridere (o rabbrividire) legga l'articolohttp://support.microsoft.com/default.aspx?scid=http://support.microsoft.com:80/support/kb/articles/Q223/7/90.ASP&NoWebContent=1
  • Anonimo scrive:
    Riflessione sul p2p
    Prima del p2p c'era napster, ovvero una serie di nodi su cui ci si connetteva per condividere files.Contrastare napster è stato semplice. È bastato minacciare di chiudere i pochi nodi e tutto è finito. Ma non il filesharing.Adesso, con il p2p, il potere lo detengono i provider. Sono loro che possono loggare le connessioni e decidere se chiudere determinate porte.La pressione è forte sui provider, si cerca di far leva su di loro chiamandoli in causa come corresponsabili o come guardiani.Se dopo napster lo scambio dei file non è cessato, difficilmente far morire il p2p sarà un rimedio efficace.Una possibile soluzione potrebbe essere di cifrare il traffico p2p in modo da evitare sniffing da parte dei provider.Se si mette su un programma che crea un tunnel cifrato da host ad host usando un range di porte tcp variabili la situazione diventa più difficile per i provider-cop.Resta difficile la gestione dei nodi che svolgono da ricerca, o meglio sarà sempre un punto debole in cui i cops possono ottenere informazioni sugli utenti connessi.Probabilmente si arriverà a camuffare i nomi dei file condivisi (già visto alla fine di napster) o a creare cerchie di amici con cui condividere file altrimenti non raggiungibili. Ammesso che non si torni all'epoca dei dcc su mirc e/o i siti ftp con il ratio...Ma difficilmente ammazzeranno la condivisione dei file!
  • Anonimo scrive:
    Certo che sì...
    Certo che sì.... ti pare che la M$ non correva subito ai ripari dopo le figuracce con i grossi?Se a lamentarsi erano 3 milioni di piccoli avrebbero giurato sulla loro madre che non si potevano eliminare i metadati perché erano pilastri portanti dell'architettura di un .docOgni riferimento a fatti realmente accaduti è puramente strumentale.
  • Anonimo scrive:
    Re: "disseminare pornografia" embeh?
    - Scritto da: Anonimo
    stiamo parlando di un paese che ha discusso
    un mese per mezzo seno nudo della Jackson..
    ;)ottima scusa per criminializzare il P2P, così come qui da noi si usa la pedofilia come ottimo pretesto...
  • Anonimo scrive:
    Re: Non capisco lo scandalo
    - Scritto da: Anonimo
    In USA i lobbisti sono tutti conosciuti e
    agiscono alla luce del sole. In altre parole
    la corruzione dei politici è legale,
    normalissima e accettata dalla
    società.Perchè, qui da noi no?Un ministro dell'attuale governo ha detto che "con la mafia bisogna conviverci" :| non dimenticarteloE poi lo stesso capo del governo ha decine di aziende miliardarie (in euro), vuoi che non abbia interessi di lobby lui da solo? Aggiungi tutti gli altri e vedi che bel ritratto dell'italia attuale :(:'(:@
  • Anonimo scrive:
    i link?
    Qualcuno sa dirmi il nome del file o il suo link? Sicuramente sul p2p c'è :D :p
  • Sandino scrive:
    Re: @mericani.......

    Voui una pistola ?
    vai e la compri :"Con 18 eres un nio para un trago en algun barPero ya eres todo un hombre pa' la guerra y pa' matar"canta cosi in una canzone dedicata agli USA Ricardo Arjonaun cantautore latinoamericano
  • Anonimo scrive:
    Urbani e MS Word
    Purtroppo il min. Urbani non conosce il pc quindi fa ancora tutto con la "buona" vecchia macchina da scrivere. Altrimenti avremmo trovato che quella legge è stata scritta da un'altro :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Evviva i metadati di Word
    In realta` esiste un programmino (anzi no, credo sia un plug-in di Word) che puoi scaricare dal sito della microsoft. Rimuove tutti i metadati da un file di Word.
  • Anonimo scrive:
    Re: "disseminare pornografia" embeh?
    stiamo parlando di un paese che ha discusso un mese per mezzo seno nudo della Jackson.. ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Non capisco lo scandalo
    - Scritto da: Anonimo
    In USA i lobbisti sono tutti conosciuti e
    agiscono alla luce del sole. In altre parole
    la corruzione dei politici è legale,
    normalissima e accettata dalla
    società.Beata ingenuita'. Diciamo che li' le lobby sono LEGALI e trasparenti, mentre da noi ci sono lo stesso, solo che sono ILLEGALI e nessuno sa niente di chi finanzia chiVedi tu cosa e' meglio
  • Anonimo scrive:
    Non capisco lo scandalo
    In USA i lobbisti sono tutti conosciuti e agiscono alla luce del sole. In altre parole la corruzione dei politici è legale, normalissima e accettata dalla società.
  • TBJ61898 scrive:
    Re: @mericani.......
    - Scritto da: sammily76



    ti beccano in stato di ebberezza alla
    guida?

    ti fanno un culo come un capanno a 2

    piazze...



    E secondo te su questo han torto?Ma hai capito il senso del messaggio?Andrè
  • Anonimo scrive:
    Re: @mericani.......


    ti beccano in stato di ebberezza alla guida?
    ti fanno un culo come un capanno a 2
    piazze...
    E secondo te su questo han torto?
  • Anonimo scrive:
    Re: @mericani.......
    - Scritto da: Anonimo
    Voi un pacchetto di sigarette ?
    costano molto e praticamente non le puoi
    fumare...

    ti beccano in stato di ebberezza alla guida?
    ti fanno un culo come un capanno a 2
    piazze...

    Vui produrre SW P2P ?
    devi istruire l'utente finale su come
    usarlo...

    *
    *
    *

    Voui una pistola ?
    vai e la compri :No no, la pistola richiede il porto d'armi, solo i fucili li puoi comprare liberamente.
  • Anonimo scrive:
    Spendi per protestare... hai troppi $?
    Fino a quando le mayor avranno potere e risorse per far pressione su stati e non solo (UE...), allora non solo non è sbagliato, anzi è eticamente giusto copiare.I soldi che non vanno a loro finiranno sicuramente a qualcuno di più degno!
  • Anonimo scrive:
    Re: @mericani.......
    mi sono dimenticato un [OT]scusate....del P2P in fin dei conti non mi frega un *BIIIP* e' solo che volevo far notare che cio' che fa e disfa le leggi e' solo il "vil danaro"
  • Anonimo scrive:
    @mericani.......
    Voi un pacchetto di sigarette ?costano molto e praticamente non le puoi fumare...ti beccano in stato di ebberezza alla guida?ti fanno un culo come un capanno a 2 piazze...Vui produrre SW P2P ?devi istruire l'utente finale su come usarlo...***Voui una pistola ?vai e la compri :
  • Anonimo scrive:
    fonti, documenti
    mi interessava sapere qualcosa sulle basi di questa notizia; praticamente si dice che wired è riuscita ad ottenere questa letterariuscita?la lettera è stata spedita o no?e i produttori sono consapevoli del rischio di spedire un .DOC invece di usare formati più adeguati alle comunicazioni elettroniche?come si fa a dire che il documento sia vero?
  • Anonimo scrive:
    "disseminare pornografia" embeh?
    è un crimine "disseminare pornografia" ?se fosse un crimine la gente non ci perderebbe ore ed ore per VOLERLA scaricare.che diavolo dice il puritanone?
  • Anonimo scrive:
    Tanto...
    cmq vada io i CD non li compro... (e questo ormai da anni).Gia pago la tassa per quelli vergini...
  • Anonimo scrive:
    plutocrazia: un'ulteriore prova...
    Un'ulteriore prova che le cosiddette democrazie occidentali sono in realtà plutocrazie dove comandano le multinazionali e i governi sono solo fantocci di facciata per illudere la popolazione/bestiame da mungere e governare col bastone e la carota.
  • TPK scrive:
    Re: Evviva i metadati di Word
    - Scritto da: Anonimo
    Grazie ai metadati di Word la Verità
    vince sempre: dopo il governo Blair sgamate
    anche le majors! Quasi meglio che a SoresinaConcordo al 100%.Se almeno sta gente riuscisse a fare un copia&incolla quando scrive documenti per altri...
  • Anonimo scrive:
    suggerito dalle major ???
    altro che lieve suggerimento !!!praticamente - e parlo solo dell'estratto pubblicato da PI - tuttoil documento è scritto dalle major che poverine non contente diaverci scassato le beeep ! a più non posso vuoi con le leggi cul copymerd vuoi con le loro teorie scaricatore p2p=nazistavolgliono pure educare i politici e oh oh lo fanno scrivendoglitutto dall'a alla zeta costringendo solo i poverini a mettere la loro riverita firma in calce - meno male che L'USA è il Paesedella Libertà !!!!!!!!!Altrimenti avrei pure pututo preoccuparmi !!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Evviva i metadati di Word
    Grazie ai metadati di Word la Verità vince sempre: dopo il governo Blair sgamate anche le majors! Quasi meglio che a Soresina :DQuesti benedetti metadati sono il miglior contributo tecnologico mai ricevuto da Micro$oft (suo malgrado).Per chi vuole approfondire:http://www.computerbytesman.com/privacy/blair.htm
  • Anonimo scrive:
    Leggete..
    da una accusa ad alcuni giovani canadesi rei di aver copiato roba protetta... The music industry's ?war against file sharing,? if successful, will mean ?significant collateral damage? to the rights and interests of Internet users, a federal court was told Monday. ?These folks are civilians, not commercial pirates,? Howard Knopf, a lawyer representing an Ottawa Internet rights advocacy group, told the Federal Court of Canada. Sharing music via the Net is ?clearly not illegal,? he said, adding that the court should ?apply the [copyright] law as it is today.? Last month, the Canadian Recording Industry Association (CRIA) asked the court to order five of Canada's largest communications firms to identify 29 so-called uploaders who they allege posted hundreds of songs illegally. The industry says cyberspace song theft has led to job losses and an estimated $425-million in lost sales over the past five years. The Ottawa-based Canadian Internet Policy and Public Interest Clinic claims a court order would strip away the important anonymity the Internet guarantees. If identified, alleged uploaders ?can never regain their privacy rights. Once breached, those rights are gone forever,? said CIPPIC lawyer Alex Cameron. CRIA's bid for a court order is ?a private dispute between private parties? with no impact on personal freedoms, replied lawyer Ronald Dimock. Each alleged uploader agreed to disclose personal information if required when they signed a service contract with their high-speed Internet provider, he said. ?There's really no privacy rights ... to be balanced here.?
  • Anonimo scrive:
    MPAA avete paura e.....
    Mpaa avete paura eh?Bei film che fate vero?Troy..... più che un film un polpettone di effetti speciali! :D
Chiudi i commenti