Il progetto scova-ET non finirà

Il progetto SETI@home, la cui durata prevista era di soli due anni, potrà tirare avanti grazie all'arrivo di nuovi e più cospicui finanziamenti


Pasadena (USA) – Per tutti gli amanti del notissimo screen saver scova-UFO di SETI@home arriva la buona novella che il progetto non morirà il prossimo anno, come era stato inizialmente previsto, ma potrà essere prolungato grazie a nuovi apporti finanziari da parte della Planetary Society , ora divenuta primo sponsor del progetto.

SETI@home conta ormai su una rete di calcolo distribuita su Internet composta da oltre 2 milioni di persone di ogni nazionalità, accomunate dalla speranza di contribuire a trovare segnali di intelligenza extraterrestre nella nostra galassia.
Al momento attuale il progetto SETI@home vanta una potenza di calcolo superiore a quella di qualsiasi altro computer al mondo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti