Il prosciutto crudo è taggato

Il Consorzio San Daniele lavora ad una mappatura in radiofrequenza della sua produzione. Per garantire la tracciabilità e combattere la contraffazione

Roma – Garantire al consumatore la bontà e la autenticità di quello che mangia. Senza sorprese spiacevoli sulla provenienza del cibo. È quanto si propone di fare il Consorzio San Daniele , l’ente che riunisce i produttori del salume a marchio DOP di origine friulana : per riuscirci punta sulla tecnologia, con l’introduzione dei tag RFID nella filiera di produzione.

Una serie di splendidi esempi di prosciutto San Daniele Il progetto è nato nel 2005, e ha iniziato le sperimentazioni nel 2006 in due fabbriche del Consorzio. Nel corso dell’anno successivo i tecnici hanno attentamente vagliato i dati raccolti, e dimostrato l’efficacia del sistema. Con l’utilizzo di tag ISO 15693 operanti a 13,56 megahertz è possibile tenere traccia del prodotto lungo l’intero iter di produzione : ciò garantisce al produttore la completa osservanza delle regole di lavorazione, e permette al consumatore di avere maggiore fiducia nel marchio.

Gli RFID, infatti, si sarebbero dimostrati un valido strumento per prevenire la contraffazione . Ora, tuttavia, si pensa già di estendere il loro impiego all’analisi dei flussi produttivi, al fine di ottimizzare il processo di lavorazione e migliorare la qualità complessiva degli stabilimenti.

All’interno del tag applicato sul prosciutto è contenuto unicamente un numero di identificazione (ID): a quest’ultimo viene associata una scheda biografica completa del prodotto, che contiene anche le informazioni sul suino da cui proviene . Data di nascita, alimentazione seguita, e tutto quanto può essere utile per dimostrare la bontà dell’affettato. ( L.A. )

( fonte immagine )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Gianni scrive:
    Tele2 costa meno ma da meno e filtra!
    Basta pubblicizzare tele2!Da quando su questo sito c'è tele2 che sponsorizza, non si parla più della sua politica di filtraggio a sfavore del p2p e in questo articolo si "invita" la clientela a migrare verso tele2 e le sue tariffe! Pubblicità occulta!
  • saverio scrive:
    registrarsi ad altroconsumo
    se ho capito bene, per accedere al programma di calcolo interattivo e alla banca dati di tariffe internet proposti da Altroconsumo, bisogna registrarsi al loro sito.
    • pampa scrive:
      Re: registrarsi ad altroconsumo
      Ti devi associare e abbonarti alla rivista...
      • Giocatore110 scrive:
        Re: registrarsi ad altroconsumo
        ...Il cui abbonamento non è annuale, ma si ripete ogni anno in automatico, come le altre riviste NON fanno, senza nemmeno avvertirti.Altro che difesa del consumatore.Se poi pensiamo che hanno consigliato le connessioni Tele2...(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • ennebi scrive:
      Re: registrarsi ad altroconsumo
      Non hai capito bene: la registrazione per utilizzare il programma di calcolo e la banca dati è gratuita.Si tratta della "registrazione visitatori", che consente di accedere gratuitamente ad alcuni contenuti del sito Altroconsumo, senza alcun vincolo di abbonamento.
      • Giocatore110 scrive:
        Re: registrarsi ad altroconsumo
        Per caso nel contratto di accesso c'è la possibilità di usare i dati per spammare abbonamenti ed iniziative a pagamento? :D
Chiudi i commenti