Il Rendezvous di Apple diventa open source

A breve sarà rilasciato il codice sorgente di una delle funzionalità più importanti introdotte in Jaguar: un sistema di autoconfigurazione di computer e periferiche di rete


Cupertino (USA) – Lo scorso fine settimana Apple ha reso nota la decisione di rilasciare sul canale open source Rendezvous, una tecnologia implementata all’interno del suo recente aggiornamento a Mac OS X, Jaguar , che consente ai dispositivi di rete di trovarsi automaticamente a vicenda e di autoconfigurarsi. Con questa mossa Apple spera di incentivare lo sviluppo di Rendezvous e favorirne l’ascesa a standard di mercato.

Rendezvous, di cui Apple rilascerà la base di codice dell’implementazione adottata per Mac OS X 10.2, potrebbe presto guadagnare il favore dei produttori e venire integrato in un numero crescente di prodotti di rete. Il suo successo al di fuori del mondo Mac sarà però strettamente legato al grado di supporto che riuscirà ad ottenere su piattaforme come Windows, Linux e Unix.

Rendezvous è la prima implementazione dello standard ZeroConf partorito dalla Internet Engineering Task Force (IETF) e supportato da colossi del calibro di Sun e IBM. Grazie ad esso è possibile configurare una rete LAN in pochi minuti o, ad esempio, collegare direttamente due computer e farli comunicare senza che sia necessario impostare alcun parametro (e senza che ci sia un sistema server a gestire, magari tramite DHCP, la connessione). Un nuovo computer potrebbe essere inserito nell’ambiente lavorativo, diventare immediatamente operativo, accedere ai documenti condivisi e alle risorse di rete: questo senza che l’utente o l’amministratore del sistema debba metter mano alle impostazioni di rete. La nuova macchina potrebbe anche riprodurre in streaming i file MP3 catalogati nella libreria di iTunes su un’altra macchina.

La tecnologia, che può anche coesistere con i tradizionali sistemi di gestione e configurazione dei dispositivi di rete, è già stata adocchiata da HP e Lexmark per l’eventuale utilizzo all’interno di prodotti come le stampanti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ok dove lo trovo un convertitore mp3 -
    ogg ?
    e magari anche un ripper cd/wav -
    ogg ?grazie,ale
    • Anonimo scrive:
      Re: ok dove lo trovo un convertitore mp3 -
      ogg ?
      - Scritto da: ale
      e magari anche un ripper cd/wav -
      ogg ?

      grazie,
      alehttp://cdexos.sourceforge.net/Ha gli l'encoder OGG incluso :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ok dove lo trovo un convertitore mp3 -
      ogg ?
      so solo dove trovarli per linux... fanno parte dei vorbis-tools.suppongo che i corrispondenti per windows siano linkati in qualche modo da www.vorbis.com (.org?)- Scritto da: ale
      e magari anche un ripper cd/wav -
      ogg ?

      grazie,
      ale
    • Anonimo scrive:
      Re: ok dove lo trovo un convertitore mp3 -
      ogg ?
      - Scritto da: ale
      e magari anche un ripper cd/wav -
      ogg ?

      grazie,
      alecd ex fa tutto questohttp://www.cdex.n3.net/Ed e' completamente gratuito :)nb: potresti avere problemi di configurazione dell'ASPI per gestire il cd se usi win2000 o xp. Ci sono varie FAQ in giro per il risolvere il problema, oppure chiedi qua.nb2: ovviamente passando da un formato compresso (MP3) ad un'altro formato compresso (OGG) si possono produrre degli artefatti di compressione, per cui se hai a disposizione gli originali e' meglio.
  • Anonimo scrive:
    mi sembra giusto e onesto
    pagare una piccola royalty a Thomson e Fraunhofer Gesellschaft per lo sfruttamento commerciale dell'algoritmo che ha cambiato il mondo, non credo che un piccolo sovrapprezzo a Sony o Kenwood per produrre un player mp3 hw sconvolga i loro bilanci. Chi produce o usa player free ecc.. potra' continuare a usufruirne gratuitamente
    • Anonimo scrive:
      Re: mi sembra giusto e onesto
      - Scritto da: mela marcia
      pagare una piccola royalty a Thomson e
      Fraunhofer Gesellschaft per lo sfruttamento
      commerciale dell'algoritmo che ha cambiato
      il mondo, non credo che un piccolo
      sovrapprezzo a Sony o Kenwood per produrre
      un player mp3 hw sconvolga i loro bilanci.Assolutamente. Tanto poi la fanno pagare a noi...
      Chi produce o usa player free ecc.. potra'
      continuare a usufruirne gratuitamente "Verba holant, scripta arent.E` creko, che ne capisci..."(da "Il bi e il ba" di M. Nichetti con N. Frassica)
    • Anonimo scrive:
      Re: mi sembra giusto e onesto
      - Scritto da: mela marcia
      pagare una piccola royalty a Thomson e
      Fraunhofer Gesellschaft per lo sfruttamento
      commerciale dell'algoritmo che ha cambiato
      il mondo, non credo che un piccolo
      sovrapprezzo a Sony o Kenwood per produrre
      un player mp3 hw sconvolga i loro bilanci.vero. tanto lo faranno pagare a noi! e come la mettiamo con i player già in commercio?
      Chi produce o usa player free ecc.. potra'
      continuare a usufruirne gratuitamente forse.ciaogodz
      • Anonimo scrive:
        Re: mi sembra giusto e onesto


        sovrapprezzo a Sony o Kenwood per produrre

        un player mp3 hw sconvolga i loro bilanci.

        vero. tanto lo faranno pagare a noi! e come
        la mettiamo con i player già in commercio?Quelli sono esenti: non c'e' retroattivita' per una licenza del genere, sopratutto perche' fino a quando non e' stata rimossa la clausola, si era perfettamente in regola.
        • Anonimo scrive:
          Re: mi sembra giusto e onesto
          - Scritto da: lord auberon



          sovrapprezzo a Sony o Kenwood per
          produrre


          un player mp3 hw sconvolga i loro
          bilanci.



          vero. tanto lo faranno pagare a noi! e
          come

          la mettiamo con i player già in commercio?

          Quelli sono esenti: non c'e' retroattivita'
          per una licenza del genere, sopratutto
          perche' fino a quando non e' stata rimossa
          la clausola, si era perfettamente in regola.peccato: cercavo una scusa per aprire il mio player portatile e tentare di aggiornare in qualche modo il firmware per l'ogg vorbis... :)))a parte gli scherzi, meglio così!graziegodz
    • Anonimo scrive:
      Re: mi sembra giusto e onesto
      vero. il punto è questo: non è che fra un paio d'anni cambiano di nuovo le carte in tavola?ogg vorbis, sto arrivando.- Scritto da: mela marcia
      pagare una piccola royalty a Thomson e
      Fraunhofer Gesellschaft per lo sfruttamento
      commerciale dell'algoritmo che ha cambiato
      il mondo, non credo che un piccolo
      sovrapprezzo a Sony o Kenwood per produrre
      un player mp3 hw sconvolga i loro bilanci.
      Chi produce o usa player free ecc.. potra'
      continuare a usufruirne gratuitamente
  • Anonimo scrive:
    Cmq. il permesso è stato tolto...
    "Secondo alcuni avvocati a esentare il software free dal pagamento delle royalty resterebbe ora soltanto la parola di Thomson: un po ' poco in un mondo in cui persino l'inchiostro tende a sbiadire in fretta."Insomma, non prendono i soldi subito ma tra un po' quando nessuno se ne ricorderà di pagare...
Chiudi i commenti