Il Samsung F490 con lo schermo 16:9

Sta per arrivare il nuovo touch-phone del produttore coreano. Compatto e leggero, ha una buona dotazione e offre il supporto HSDPA

Roma – Il suo nome potrebbe andare benissimo anche per essere utilizzato per una Ferrari, ma F490 è in realtà un nuovo telefono cellulare di Samsung . Un apparecchio che appartiene a pieno titolo alla categoria dei touch-phone che ha introdotto un nuovo trend – tecnologico e stilistico – nella telefonia mobile.

Il nuovo dispositivo Ciò che spicca con particolare evidenza in questo telefono è l’ampio display da 3,2 pollici in 16:9 a 262mila colori, un formato apprezzabile per Internet (si può navigare in verticale e in orizzontale) e per la visualizzazione di contenuti multimediali. Padrona di casa è però l’interfaccia Croix UI , composta da due linee guida che si incrociano sul menù a icone a seconda della selezione effettuata, utilizzando un menù “multi touch” a sfioramento e scorrimento.

L’interfaccia consente ad esempio – durante la riproduzione di un brano musicale – di spostare l’ascolto dall’auricolare destro al sinistro, gestire la funzione rewind e fast forward infine sintonizzare il volume con il movimento dall’alto verso il basso e viceversa. Per i momenti “fotografici” il Samsung F490 offre invece una fotocamera con risoluzione di 5 Megapixel e funzione camcorder (MPEG4, QVGA@15fps).

Non manca un player multimediale audio (MP3, AAC+, AAC+(e), WMA) e video (WMV, MPEG4, H.263, H.264, VGA@30fps) più un’adeguata suite di applicazioni (tra cui Google Search, NetFront Full Internet Browser, Email). La memoria interna è di 140 MB, espandibile via schede microSD. Telefonicamente parlando (ah già, è un telefono…), è un terminale HSDPA con supporto UMTS/ EDGE (900/1800/1900/2100 MHz) con connettività Bluetooth 2.0 e USB 2.0.

Le sue dimensioni sono di 115×53.5×11.8 millimetri e il tutto pesa 100 grammi. Sarà messo in vendita in marzo al prezzo di 499 euro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Emanuele Tolomei scrive:
    Aspettando il Bookmark nelle SERP
    A proposito di questo argomento penso che sia imminente la nuova features studiata dai principali motori di ricerca con in testa Yahoo!+Del.icio.us, in modo tale da favorire il riconoscimento di pagine attendibili rispetto a quelle con Malware. Per Google funziona già Stumble, ma è visibile solo per chi ha la Toolbar relativa installata. Provatelo
  • Snaky scrive:
    Accusano Google di spargere immondizia d
    Mah, mi picco di saper fare 2+2 e quando osservo quello che succede sui computer della gente, mi viene davvero da chiedermi perche' devo leggere articoli come questo e stupirmi del fatto che c'e' chi ancora non ha capito come girano le cose.Questa non e' la solita stupida guerra di religione ma l'ennesimo tentativo di far dell'osservare e valutare il metodo per capire.Prendiamo 10 computer e installiamovi 10 sistemi operativi diversi, senza configurarvi altro. Colleghiamoli in rete.Dopodiche' navighiamo esattamente allo stesso modo e sui medesimi siti internet da tutti e 10, e allo scoccare di una qualunque ora predefinita scolleghiamo tutti i computer dalla rete.Facciamo poi un'esame approfondito di ogni macchina e vediamo quanta spazzatura (leggi virus, malware, trojan etc. etc.) vi troviamo indicando su una tabella ogni singolo intruso/malfunzionamento diretto o indotto che vi troviamo.Con tutta la buona volonta' e l'obiettivita' che la mia esperienza lavorativa mi consente so che il risultato per il primo posto del s.o. piu' efficacemente aggredito e' praticamente certo.Non faccio nomi, non sott'intendo nulla e vi garantisco che non parteggio per nessuno.Chi si sente preso in causa o crede che mi riferisca a questo o a quel sistema operativo sappia che e' la sua coscienza che combatte contro la sua ostinazione. ;-)Del resto le aziende che vanno bene (e sono tante) sono quelle che orbitano intorno a quel medesimo sistema operativo, quello che ha bisogno di tutti quegli accrocchi per proteggersi e che obbliga gli utenti a diventare degli eterni installatori di protezioni anziche lasciarli ad occuparsi dei casi loro.Eppure la soluzione e' li', a portata di tasto, riformattare i dischi rigidi, cancellare quel sistema operativo ed installarne uno qualsiasi tra i tanti che purtroppo per le aziende dell'IT non creano tutto quel giro di affari in prodotti di pseudo-protezione, dato che non sono cosi' seriamente soggetti a problemi del genere.Quali? C'e' solo l'imbarazzo della scelta.
  • pulcino scrive:
    [OT] googlegramas
    c'è anche, però, Fontcuberta che gioca a comporre le sue tessere da mosaico con le immagini selezionate tramite Google. Finiscono per assomigliare a tanti pixel queste minuscole immagini che, osservate da lontano, ingannano locchio e compongono ununica foto. Un esempio? http://photos1.blogger.com/x/blogger/7233/1944/400/577752/googlegrams.gifDal 1 Febbraio al 31 Marzo all'Istituto Cervantes di Napoli.
  • lrmoa80 scrive:
    L'immondizia di adsense pero'...
    A parte il discorso dei malware, la vera immondizia sono imho gli errori grossolani di ricerca di alcune parole chiave.Forse, per un periodo limitato di tempo, hanno lanciato una versione buggata del crawler e questa ha indicizzato non solo le parole delle pagine, ma anche la pubblicita' stessa di google!A volte mi capita di cercare qualche termine particolare e di non trovare corrispondenza neppure tra i primi record (sia nel sito che nella cache di google). Il problema pero' credo di non averlo mai riscontrato nelle pagine statiche ma solo in quelle "dinamiche" (tipo blog o forum), per cui google potrebbe sempre dire: "ma prima il termine c'era e adesso non c'e' piu'!"Io invece rimango convinto che il problema c'e' (o meglio c'e' stato), forse e' un bug dovuto proprio a una cattiva interpretazione delle pagine dinamiche, comunque mi capita spesso che il termine che cerco non c'e' nel sito, ne' nella cache di google, ne' tra le keywords del sorgente HTML, ma nell'adsense di google.Se avete notato anche voi questa cosa durante una ricerca, segnalatemelo, grazie.
    • Lotera scrive:
      Re: L'immondizia di adsense pero'...
      Cambia strumento, eccoti 100 alternative a googlehttp://www.readwriteweb.com/archives/top_100_alternative_search_engines.php
Chiudi i commenti